sfondo endy
Agosto 2022
eventiesagre.it
Agosto 2022
Numero Evento: 21190645
Eventi Spettacolo
Up2you Fest
Teatro, Musica, Cinema, Letture, Incontri Conferenze, Cura Della Persona
Date:
Dal: 16/06/2022
Al: 18/09/2022
Dove:
Logo Comune
Piemonte - Italia
Contatti
Fonte
Ufficio Stampa
Scheda Evento
fiaccadori-300x250
dado d'oro

Up2you Fest

Teatro, Musica, Cinema, Letture, Incontri Conferenze, Cura Della Persona

Da Giovedì 16 Giugno a Domenica 18 Settembre 2022 -
Torino (TO)

Up2you Fest - Torino

Il Mutamento / ISAO Festival
presenta

UP2YOU FEST
teatro, musica, cinema, letture, incontri
conferenze, cura della persona

15 spettacoli teatrali - 1 spettacolo di danza - 7 concerti - 8 film
2 conferenze - 1 centro estivo - 1 incontro di rete internazionale - 1 lettura
10 eventi gratuiti dedicati alla cura della persona

UP2YOU FEST è una manifestazione di eventi live suddivisa in tre Step.
I primi due si concentrano su San Pietro in Vincoli, in coincidenza con le notti definite di “Superluna”, in giugno e luglio, anche in riferimento alla manifestazione Plenilunium realizzata nel 2021.

Il terzo e ultimo Step, che fa maggiormente riferimento al patrimonio delle ventisette edizioni dell’ISAO Festival, oltre che a San Pietro in Vincoli, si apre in periferia in collaborazione con il Mufant - Museo del Fantastico e della Fantascienza. I tre Step sono caratterizzati da proposte dedicate alla cura della persona e al disagio, con iniziative segnalate da “La Cura In/Out”.

Il Mutamento, impresa di produzione riconosciuta dal MiC, è titolare e promotore di ISAO (Il Sacro Attraverso l’Ordinario), lo storico festival che in 28 anni si è arrestato un’unica volta, nel 2020, a causa della pandemia; tra le più longeve manifestazioni piemontesi, prima dedicata alle tematiche della spiritualità in anni non sospetti, dalle ventisette edizioni dell’ISAO Festival nasce UP2YOU FEST, letteralmente “tocca a te”: un’iniziativa che, come indicato dal nome, mette al primo posto la condivisione e la partecipazione; la sostituzione del “to” con "2" (two), evoca un gioco di senso che sottolinea come sia necessario “essere almeno in due”per cominciare a “fare”.

UP2YOU FEST propone uno spazio/contenitore aperto all’accoglienza di proposte diversificate e multidisciplinari, per dare vita a un evento diffuso nello spazio e nel tempo, dove coordinare e armonizzare le diverse linee di forza che la definiscono.

Con la partenza del nuovo progetto triennale BEFORE AND AFTER SCIENCE / Immaginando il futuro, date le condizioni attuali che collocano sul lato luminoso della luna l’Agenda 2030 e i suoi obiettivi e su quello oscuro le conseguenze della pandemia e ora la guerra, appare indispensabile e importante allargare fino ai limiti possibili la visione. Per questo Il Mutamento ha deciso di rendere ISAO Festival promotore di una nuova proposta: “ISAO Festival presenta… UP2YOU FEST”, è una formula che intende segnalare un momento eccezionale, non necessariamente negativo, ma sicuramente di grande trasformazione che non può essere ignorato e che non vogliamo ignorare. Questo ci ha permesso di creare una manifestazione che si avvale della massima libertà nelle tematiche e nella scelta delle proposte, con il desiderio di essere presente nell’attualità senza dimenticare, ma anzi tesaurizzando l'esperienza di lungo corso, per condividerla con forze giovani e nuove.

Nella convinzione che esista l’innovazione, ma non esista “il nuovo”, ecco UP2YOU FEST: qualcosa di più di un’edizione speciale; qualcosa di meno di un nuovo festival.

ISAO // UP2YOU FEST

PROGRAMMA
STEP 1 | 16 - 30 Giugno

Giovedì 16 giugno
San Pietro in Vincoli Zona Teatro

ore 15:00
CI-CHI-BUM! Note del mio viaggio in Brasile
| Botte e cilindro (SS)
(prima piemontese)
ideato, diretto e interpretato da Consuelo Pittalis e Margherita Lavosi
disegno luci Paolo Palitta
scenotecnica Michele Grandi
Racconterò di viaggi in luoghi lontani. Ma non ci ingannino le mappe, la distanza di un viaggio non è una questione di chilometraggio. (Paolo Pecere, Il dio che danza)
Due attrici in uno spazio quasi vuoto e con pochi oggetti daranno vita a un diario di viaggio le cui note ci trasporteranno come note musicali verso esperienze realmente vissute da una di loro durante i suoi viaggi in Brasile.

ore 17:30
Conferenza stampa

a seguire apericena offerto da UP2YOU FEST

ore 19:00
Alla ricerca di Kaidara
| Il Mutamento (TO)
Drammaturgia e regia Giordano V. Amato
Con Amandine Delclos
Costumi Delfina De Pietro
Claudio Albano
Scenografie e light design

Racconto, raccontato, da raccontare…
Sei tu veritiero?
Per i bambini che ci si imbattono al chiaro di luna, il mio racconto è una storia fantastica.
Per le filatrici di cotone durante le lunghe notti della stagione fredda, il mio racconto è un passatempo piacevole.
Per i menti barbuti e i talloni rugosi, è una vera e propria rivelazione.
Sono allo stesso tempo futile, utile ed educativo.
Narralo dunque per noi…

Così comincia l’avventura di Kaidara, raccontata per la prima volta nella notte dei tempi e giunta fino a noi di voce in voce.

Il racconto, narra il viaggio iniziatico di tre giovani, Hammadi, Hamtudo e Demburo, per raggiungere la dimora del “lontano e molto vicino Kaidara”, dio della conoscenza e dell’oro, che non disdegna di mostrarsi sotto le spoglie umili di un mendicante, o di un vecchietto deforme.

I tre protagonisti attraversano un regno sotterraneo disseminato di prove e incontri simbolici, ricevendo premi e castighi, secondo i propri meriti. Durante il viaggio di ritorno solo uno supererà tutte le prove: “diventato re senza averlo cercato” (senza averlo voluto?) riceverà la visita dello stesso Kaidara, che gli rivelerà i segreti dei simboli precedentemente incontrati.

La messa in scena è ispirata a una delle opere più significative della cultura africana tradizionale. Pubblicato per la prima volta nel 1968 da Amadou Hampaté Bâ e Lilyan Kesteloot, il racconto iniziatico appartiene alla tradizione orale Peul del Ferlo senegalese, come dei Peul del Macina.

Il pantheon Peul indica Gheno come il Creatore del mondo, una figura dall’autorità incontrastata, che corrisponde al padre di famiglia nella società tradizionale. Da Gheno deriva una schiera di geni, sorta di cinghia di trasmissione, e tra questi Kaidara.

Sotto la parvenza di favola per bambini, Kaidara, dispensa insegnamenti profondi e attuali; ogni immagine, ogni avvenimento cela un significato nascosto, per essere compresa è necessario tranquillizzare la propria mente e aprire il proprio cuore all’ascolto, rendendolo simile a quello di un bambino. Solo così potremo comprendere pienamente il significato di questa grande avventura.

ore 21:00
T(h)reevolution

Elisa Bosio, violino
Elisa Fighera, viola
Fabrizio Cerutti, elettronica, basso, video mapping

Sofisticate, evolute, resistenti, il motore della Terra… le piante.
Intrecci di fili sottili, trame sonore rarefatte, lievi filigrane, reti viventi…le piante e la musica.
Architetture improbabili, disegni, linee e giochi di luce…
Le piante, la musica, l’illusione.

Venerdì 17 giugno
San Pietro in Vincoli Zona Teatro

ore 21:00
STAY HUNGRY indagine di un affamato
| DAF Teatro dell’esatta fantasia (ME) spettacolo vincitore inBox 2020
Regia: Angelo Campolo
Drammaturgia: Angelo Campolo
Attori: Angelo Campolo

La storia di un incontro speciale. Angelo Campolo porta in scena un racconto autobiografico, un punto di vista inedito per guardare il fenomeno della migrazione, attraverso le avventure di un piccolo grande progetto nel 2015 in una città di sbarchi come Messina.

Il teatro come arma per affrontare la vita. La compilazione di un ennesimo bando a tema sociale diventa il pretesto per il racconto aperto al pubblico dell’avventura di Angelo, attore e regista messinese, diviso tra Milano e Messina, impegnato in un percorso di ricerca teatrale nei centri di accoglienza in riva allo stretto.

Il monito di Steve Jobs, “Stay Hungry”, risuona in chiave beffarda nel caleidoscopio di storie umane, da Nord a Sud, che attraversano i ricordi di questa autobiografia, in cui vittime e carnefici si confondono, bene e male sono divisi da confini incerti e tutti i personaggi sono segnati, ciascuno a suo modo, da una “fame” di amore e conoscenza, in un tempo di vuoti che diventano voragini.

Tre anni di vita, tra il 2015 e il 2018, diventano il racconto di un’Italia che schizofrenicamente ha aperto e poi richiuso le porte dell’accoglienza, lasciando per strada storie, sogni, progetti, relazioni umane avviate al grido (eccessivamente entusiastico) di Integrazione. Nel racconto, teatranti e migranti si ritrovano insieme, sempre con minor occasione di colmare la propria fame di vita e di senso in una società come la nostra, ritrovando nel gioco del teatro un’arma inaspettata per affrontare la vita.

Sabato 18 giugno
San Pietro in Vincoli Zona Teatro
Plenilunium

Ingresso libero

Associazione AnMa ArteShiatsu
presenta:

Dalle ore 15:00 alle ore 17:00
Trattamenti shiatsu
a chi si prenota o passa in “SPV”
Il trattamento Shiatsu è una forma di massaggio orientale, di origine Giapponese, il cui fine è quello di donare benessere ed equilibrio all'individuo nella sua interezza, sia a livello fisico sia a livello mentale, ristabilendo la naturale armonia dell’essere.

Dalle ore 17,15 alle 19:00
Workshop
“Tutti facciamo Zen Shiatsu”  lezione di shiatsu meditativo
Il workshop permette di acquisire i fondamenti base dello shiatsu da praticare, su amici o familiari. La lezione si focalizza sul cuore dello Zen Shiatsu, sulla percezione e sulla presenza attivando un processo di meditazione duale.

TRAME - Rete Regionale di Teatro e Disabilità
Trame è una rete che promuove il teatro come strumento di empowerment per le persone con disabilità composta da dieci realtà
presenta:

Dalle ore 15:30 alle ore 18:00
h. 15:30 partenza dal Balon, p.za Borgo Dora / h. 17:00 arrivo previsto a San Pietro in Vincoli
Processionaria. Parata in maschera per le vie del quartiere
Teatro integrato - (professionale e non professionale)
Compagnia integrata L’indispensabile formata dalle Associazioni Il Tiglio Onlus, L’Asola di Govi APS

Artisti in bicicletta e a piedi spostano un carro che all'occorrenza diventa fondale , baracca di burattini, spazio scenico, tricche e tracche.
La compagnia teatrale l’Indispensabile è composta da artisti professionisti e amatoriali e liberi cittadini, anche provenienti da situazioni di grave disagio fisico, psichico e sociale . Distribuiscono per la città opulente ciò che manca di più… Gocce di poesia.

Ingresso gratuito

ore 18:00
Parole in movimento
| Coop. Stranaidea (TO)
Da una parola data dal pubblico nasce un'azione di corpi e spazio intrecciati in un tempo sospeso, un movimento di parole che confluiscono in una performance sempre diversa e nuova. Una performance nata all'improvviso grazie alla relazione tra pubblico e attori. Una performance che vive di istanti, fugace come una suggestione che trova la sua concretezza nella poesia della metafora. Una performance che darà voce ai temi che il pubblico vorrà ascoltare. Una performance che è incontro.

ore 19:00
Alfabeto
|Associazione Urzene                           
Testo e regia Alberto Valente
Con: Alberto Valente, Roberta Campagna, Giulio Paiuzza, Sannio Giordano, Marco Crepaldi, Alessandra Lavazza

Alfabeto attraversa le ventuno parole del libro Alfabeto (Edizioni Arca 2018, a cura di Salvatore Smedile e Alberto Valente). È la storia di un’anima che si perde e si ritrova nella ricerca del proprio corpo. Ricordi e prospettive future si rincorrono e creano uno stato performativo dove sogno e realtà costituiscono lo stesso movimento psicofisico. La scena è accompagnata dalle parole proiettate dell’alfabeto che scandiscono il flusso temporale come un racconto parallelo che, oltre a sostenere la dinamica narrativa, ha un valore autonomo. Lo spettacolo è un’opera aperta e ha un dichiarato intento sociale: trasmettere ad altri il desiderio di rendere replicabile un’esperienza nata in un contesto di differente abilità. Ogni alfabeto, sia in chi lo agisce e sia in chi vi partecipa come spettatore, diventa un evento moltiplicatore di senso che a nostra insaputa trasforma il nostro mondo interiore.

L'Asola di Govi è il progetto culturale di persone attive nella musica, spettacolo, letteratura e arti visive. Il sogno comune è promuovere le arti in ogni loro forma espressiva, sperimentando e confrontando le diverse esperienze per realizzare spettacoli, laboratori di teatro e workshop con esperti e cultori del bello.

La Coop. Stranidea è un'Impresa Sociale costituita da 180 soci e lavoratori.

Da 35 anni accompagnano minori, giovani, famiglie e adulti, agendo a favore della comunità, sul territorio dell’area della Città di Torino, delle Valli di Lanzo e del Canavese. Lavorano in rete con altre realtà del territorio nazionale e internazionale.

Mettendo al centro la persona nella sua unicità, promuovendo la partecipazione attiva, l’autonomia e le competenze.

L’Associazione Il Tiglio Onlus nasce nel 2004 dall’urgenza di individuare un nuovo ente per la gestione del Centro Diurno Disabili “Il Tiglio “ di Sant’Alessio con Vialone, a seguito della nuova programmazione regionale sul riordino dei servizi socio sanitari integrati. Lo scopo della Fondazione è quello di assistere persone disabili con servizi appositamente organizzati - residenziali e non - sia di carattere educativo-formativo, sia assistenziale e socio-sanitario.

Ingresso gratuito

ore 21:00
Sopravvissuti all’homo Sapiens
Paolo Rossi e Nicola Rebora (Italia 2021, 20’)
Presenta Paolo Rossi, regista cinematografico e fotografo                                  
Un film sulle specie di animali selvatici che hanno resistito tra le montagne dell’Appennino ligure negli anni di massima espansione della civiltà rurale. A differenza di oggi, sino agli anni ’50 del ‘900 i nostri monti erano molto densamente popolati. L’uomo tagliava i boschi, creava pascoli, braccava animali selvatici e vendeva le loro pellicce: la civiltà si è sempre sviluppata a scapito delle foreste. Linci, lupi e cervi furono del tutto sterminati ma altre creature riuscirono a resistere. Il film parla di loro: volpi, mustelidi e gatti selvatici. Proprio il Gatto selvatico europeo (Felis silvestris silvestris) è stato uno degli animali più complessi da filmare per i registi Paolo Rossi e Nicola Rebora durante il loro pluriennale lavoro di campo e all'interno del film spicca una scena a dir poco unica nel suo genere: una mamma e i suoi due piccoli intenti a giocare tra loro e che, solo a tratti coinvolgono la madre nei loro funanbolici inseguimenti. Si tratta a tutti gli effetti delle prime immagini che dimostrano l'avvenuta riproduzione del felino sull'Appennino ligure e che dimostrano per la prima volta la presenza del felino in Piemonte (Alta Val Borbera).

Il film è stato selezionato per il prestigioso Wildlife Vaasa Festival, che si svolgerà a fine settembre 2022. Ma non è tutto: la pellicola ha vinto anche il premio “Best Beast per la visione incontaminata senza interferenze umane della fauna selvatica” al “Corto & Fieno – Festival di cinema rurale”ed è stata selezionata dalla giuria di importanti rassegne nazionali come “Attraverso Festival” e Climate Space Festival nel 2021

Il cortometraggio è stato realizzato grazie a uno sponsor principale, Fondazione Capellino, e alle donazioni di privati, raccolte attraverso un crowdfunding dedicato su Produzioni dal Basso:
https://www.produzionidalbasso.com/project/sopravvissuti-all-homo-sapiens-una-storia-di-resistenza-selvatica/)
Tra gli intervistati figurano Eraldo Minetti (Già Commissario della Polizia Provinciale di Genova), Andrea Ambrogio (Illustratore Naturalista) e Marco Casazza (figlio di un ex cacciatore di volpi).

Attualmente è in corso la creazione del seguito di questo film, che si intitolerà "Dove l'uomo non è più sovrano"
(link: https://www.produzionidalbasso.com/project/dove-l-uomo-non-e-piu-sovrano/)
che dovrebbe uscire a luglio di quest'anno.

Giovedì 23 giugno
San Pietro in Vincoli Zona Teatro
Summer Nights

ore 15:00
Emy Art
| Il Mutamento (TO)
Drammaturgia e regia Giordano V. Amato
Con Eliana Cantone

Giovedì 30 giugno
San Pietro in Vincoli Zona Teatro
Summer Nights

ore 15:00
A noi vivi! Il Paradiso
| Il Mutamento (TO)
Drammaturgia e regia Giordano V. Amato
Con Eliana Cantone

ore 16:00
Frullallero
| Assemblea Teatro (TO)

STEP 2 | 7 - 16 Luglio

Giovedì 7 luglio
San Pietro in Vincoli Zona Teatro

Summer Nights

ore 15:00
Alla ricerca di Kaidara
| Il Mutamento (TO)
Drammaturgia e regia Giordano V. Amato
Con Amandine Delclos

ore 16:00
Max, Mix e Mex
| Assemblea Teatro (TO)

Giovedì 14 luglio
San Pietro in Vincoli Zona Teatro
Summer Nights

ore 15.00
Storia vera di Pinocchio
| Santibriganti (TO)
da Carlo Collodi
di e con Mariagrazia Cerra
tecnico in scena Nicola Rosboch
oggetti di scena Elena Massola
regia Maurizio Bàbuin

Storia vera di Pinocchio per noi è un piacere ed una sfida: dare movimento, fantasia, immagini, fisicità ad un capolavoro che è un’azione continua, un on the road ancora più visionario di molti film americani del genere. Suggerire inoltre la possibilità ai giovani spettatori di essere, se lo desiderano, ascoltatori: chiudere gli occhi anche solo per un po' e lasciarsi trasportare e dare volto e corpo, con l’immaginazione, alle tante voci di coloro che ruotano intorno al rischioso, coraggioso, formativo, fantastico viaggio di Pinocchio.

Realizzare tutto questo attraverso l’uso e la capacità evocativa della voce di un’attrice di talento in grado di interpretare vocalmente i più importanti tra i meravigliosi personaggi di Collodi: questo sarà il nostro piacere e la nostra sfida.
E ci parrà davvero una storia vera!
Con un omaggio e un pensiero, con deferenza, al geniale Pinocchio dell’ineffabile Carmelo Bene.

ore 17:00
Francesco, il lupo e il Principe Siddharta
| Il Mutamento (TO)
Drammaturgia e regia Giordano V. Amato
Con Amandine Delclos
Musica dal vivo di Claudio Micalizzi

Dasa è nato in Umbria, a Monteleto, vicino a Gubbio e della sua nascita ricorda quello che solitamente nessuno ricorda! Non solo, sa anche che il suo nome è stato udito molto molto lontano.
Il piccolo Dasa ama le storie antiche: quelle che riceve e quelle che racconta. Storie di lupi, uomini coraggiosi, caprette e sacerdoti. Fa incontri ordinari e straordinari ma soprattutto sogna. Dasa fa dei sogni molto strani, che non racconta mai a nessuno, sogna delle montagne altissime e innevate e degli animali che non ha mai visto in Umbria e forse esistono solo nella sua fantasia. Dasa sogna il Tibet!
Ma Dasa sogna o ricorda?
Le risposte arrivano da lontano e... L'avventura comincia.

Apericena

ore 20:45
Flussi sonori ispirati                                                                               
Concerto per voce, Gong, Campane Tibetane e piccoli strumenti
                                         
Claudio Micalizzi, Alessandro AchillI, Marina Borruso                   

Il suono spontaneo riporta all’innocenza...
Che propone sempre il gioco è vibra in gioia di vivere...
così ascoltare diviene essere insieme.
Amano il suono: Alessandro Achilli, Claudio Micalizzi, Marina Borruso

Venerdì 15 luglio
San Pietro in Vincoli Zona Teatro

ore 20:00
Rumore bianco
di Max Giovara
con
Max Giovara (lettura e musiche)
Alberto Unia (chitarra e sonorizzazione)
Produttore esecutivo Il Mutamento
Liberamente ispirato al romanzo di Don DeLillo

Cosa è che ci fa andare avanti nonostante tutto? Cosa è che ci fa credere di essere immortali? In attesa dell’imminente uscita dell’omonimo film, il capolavoro letterario di uno degli autori americani più importanti della nostra epoca ispira questo reading-concerto e la nascita di un progetto musicale.
La nube tossica intorno a cui ruotano personaggi surreali e illuminanti, specchio del nostro continuo presente a consumo, ha le stesse caratteristiche spettacolari e devastanti della pandemia che stiamo vivendo.

ore 21:00
Cosmopolis
di David Cronenberg (Canada 2012, 149’)
Tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore italo-americano Don DeLillo, pubblicato in Italia da Einaudi nel 2003, il film è incentrato su un giovane miliardario che attraversa New York a bordo della sua limousine, incontrando diversi personaggi e ostacoli lungo il percorso.

Sabato 16 luglio
San Pietro in Vincoli Zona Teatro
Plenilunium

Associazione AnMa ArteShiatsu

dalle ore 16:00 alle ore 17:00
Laboratorio del movimento libero meditativo

Ingresso libero

Un percorso di esercizi a partire dagli stretching Makk-ho dei meridiani energetici per approdare al movimento spontaneo in risonanza con il nostro respiro esplorando i bisogni del nostro corpo.

ore 17:30
Taoismo e riflessioni e voce alta

La Spiritualità e il bisogno di contatto per riunire i mondi
Conferenza a cura di Claudio Micalizzi
Il Taoismo. Una filosofia che conduce a uno stile di vita in armonia con la natura e il Tao ovvero il principio dal quale ogni cosa ha origine.
Il Tao è indefinibile e ogni individuo scopre il Tao alla propria condizione, che sopraggiungerà spontaneamente con il tempo nell’accettare se stesso e nel vivere le mutazioni continue della vita tra lo Yin/Yang e tra oriente e occidente.

ore 20:45
Clitennestra
| Teatro Scientifico (VE)
(prima piemontese)
diretto e interpretato da Isabella Caserta e Jana Balkan

Un amore devastante che travalica la morte. Clitennestra: vittima o carnefice?
La rivisitazione del mito classico proposto in chiave di contemporaneità offre agli spettatori - giudici di oggi - l'assassinio di Agamennone, perpetrato dalla moglie Clitennestra.
Nella mitologia greca Agamennone le aveva ucciso il primo marito e il figlio neonato, poi sposatala aveva avuto con lei quattro figli e sacrificato alla dea Artemide la figlia Ifigenia per propiziarsi il viaggio verso Troia. Dopo dieci anni di assenza torna portando con sé Cassandra, bottino di guerra/concubina. Clitennestra, con l'aiuto del suo amante Egisto, uccide Agamennone.
Nella rilettura, Clitennestra ha già compiuto l'assassinio e lo rievoca fondendo passato e presente in uno spazio atemporale, mettendo a nudo il suo cuore sanguinante e ancora, nonostante tutto, follemente innamorata di Agamennone.
Nello spettacolo, che incarna la fusione dei due progetti del Teatro Scientifico
Femminiletrapassatopresente e #amorlietomalatonegato, la voce di Clitennestra si interseca e alterna con i pensieri dell'autrice.
Clitennestra è una donna che prima di essere carnefice è stata vittima, che si libera della nomea di criminale a cui la storia l'ha condannata: una donna che si ribella alla violenza che ha subito come moglie e madre e che pagherà il suo gesto con la vita (sarà uccisa dal suo stesso figlio), una donna che ci porta in una dimensione estrema dei sentimenti, una donna che come assassina non può essere assolta, ma forse capita.

ore 22:00
The Sound Of The Sun
| Il Sole e le vibrazioni del Sistema Solare
di Giordano V. Amato
con Amandine Delclos, voce recitante
Claudio Micalizzi, gong e campane tibetane

Un’interpretazione poetica e musicale delle vibrazioni che animano e regolano i rapporti tra i corpi celesti del sistema solare
La voce dell’attrice ci introduce a suoni che ci piace immaginare corrispondenti ai vari pianeti del sistema solare. Entriamo in un mondo di vibrazioni ancestrali che evocano i rapporti di “reciproco mantenimento” dell'ecosistema che ci contiene e del quale siamo espressione. Tutto è vibrazione e queste vibrazioni arrivano fino a noi e penetrano profondamente nei nostri corpi.
Si tratta di un concerto legato prevalentemente al carattere delle vibrazioni e alla loro diffusione nello spazio. Non qualcosa di espressamente collegato all’astrologia, quanto piuttosto alle caratteristiche mitiche dei pianeti, ai loro “umori”, come tradizionalmente indicati.
In questo viaggio incontreremo Il Sole, Re celeste e forza suprema; la Luna, sposa che governa il femminile, la sessualità, la procreazione umana e la fruttificazione vegetale; Marte, il testardo, indipendente e ambizioso; Venere, la bellezza dell’amore nascente, emotività; Mercurio, eclettico messaggero alato degli dei; Giove, il grande, portatore di abbondanza e perseveranza.
L’incontro e la fusione dei loro “caratteri” evocano una danza cosmica di suoni antichi, di vibrazioni profonde e telluriche ai quali possiamo abbandonarci per qualche minuto, in ricordo dell’origine.

STEP 3 | 15 - 18 Settembre

Giovedì 15 settembre
San Pietro in Vincoli Zona Teatro

ore 20:30
Nel buio sospeso
| Il Mutamento (TO)
(prima assoluta)
di Giordano V. Amato e Massimo Giovara
con Massimo Giovara
regia Giordano V. Amato
coproduzione Il Mutamento (TO) / Meridiano Zero (SS) / Pilar Ternera (LI)
produttore esecutivo Il Mutamento

Là dove si sente la merda si sente l’essere.
Antonin Artaud

Tema dello spettacolo è il vissuto delle persone con problemi psichici nella società contemporanea, il loro difficile inserimento e la discriminazione di cui spesso sono oggetto. La storia di Io, unico personaggio dalla personalità intermittente, indaga il ruolo dell'intelligenza ordinaria nei rapporti tra le persone e degli ostacoli alla comunicazione incontrati da chi ha un intelletto diverso, fuori dal comune, sia esso genio o idiozia.

Lo spettacolo è attualmente in lavorazione. La recensione si riferisce a un precedente allestimento
Massimo Giovara è l’interprete di “Nel buio sospeso”, uno spettacolo prettamente di parola, virtuosistico esercizio recitativo messo a frutto per dare anima e corpo a un monologo serrato.
Il racconto, perso nei mille rivoli di un pensiero che procede per insolite associazioni, si nutre e rigurgita parole che si rincorrono, si smentiscono l’un l’altra, rimandano altrove, occupano tutto lo spazio a disposizione. Scritto da Giordano Amato e lo stesso Giovara, diretto da Amato, il testo si occupa del vissuto delle persone con problemi psichici in rapporto con la società contemporanea; in particolare un io narrante confida le proprie difficoltà, l’incapacità a ricordare, intesse variegati, comici, struggenti spezzoni di esistenza vera o presunta da cui grondano paura, dolore, ma soprattutto dirompente, straziante umanità. L’interpretazione è accurata, perfettamente calibrata, teneramente scandita tra i picchi alterni di una personalità intermittente che reclama, a dispetto di tutto, il proprio diritto ad essere.  
Monica Bonetto

ore 22:00
Memento
di Christopher Nolan (2000) 153’

In seguito a un attacco subito da due uomini con il volto coperto, che avevano stuprato e ucciso la moglie, Leonard Shelby è affetto da un disturbo della memoria per i fatti recenti (amnesia anterograda); non è quindi in grado di immagazzinare nuove informazioni per più di una quindicina di minuti. Per cercare di sopperire a questa mancanza cerca di scrivere e prendere appunti il più possibile su post-it, foto e perfino sulla propria pelle. Il suo corpo è infatti ricoperto da numerosi tatuaggi che gli forniscono indicazioni su cosa è successo e cosa dovrà fare.

La sceneggiatura è basata sul racconto del fratello del regista, Jonathan Nolan, Memento Mori, pubblicato però successivamente alla realizzazione del film. Il film è stato candidato ai Premi Oscar 2002 come migliore sceneggiatura originale e miglior montaggio.

Venerdì 16 settembre
San Pietro in Vincoli Zona Teatro

ore 19:00
Jeplane
| Aurelio Di Virgilio
 (prima piemontese)
Concept e performance Aurelio Di Virgilio
Musica Ivano Pecorini
Consulenza Scenografica Andrea Martinucci
Coproduzione Pilar Ternera (LI), Meridiano Zero (SS), Il Mutamento (TO), Atelier delle Arti danza (LI)
Produttore esecutivo Pilar Ternera (LI)

JEPLANE ci parla del paesaggio come di un territorio instabile e cangiante, nel quale siamo completamente immersi. Non più qualcosa di esterno a noi, ma qualcosa che si genera e si rigenera costantemente attraverso di noi: un luogo che si articola su una rete di legàmi, visibili e invisibili, che ci connettono al fuori e alle altre persone.
JEPLANE è un grido alla solitudine in luoghi ampi e desolati, dove l’altro è invitato ad avvicinarsi.
Il focus della ricerca è sulla modalità in cui le informazioni esterne vengono rilevate e inserite all’interno del proprio paesaggio interiore. In questa dimensione solitaria, il performer è chiamato a costruire un codice di gesti e sguardi in grado di definire un’articolata rete di relazioni reali o immaginarie.
La performance usa uno spazio limitato per l’azione: in questo modo si vuole orientare la fruizione verso una dimensione intima, precisa, netta, che nel tempo può aprirsi all’ambiente circostante e favorire la formazione di un territorio orizzontale quindi condivisibile e non più solitario.

ore 21:30
Davide Davem Meucci

Live performance
Artista a 360 gradi. Musicista, pittore, illustratore, skater, snowboarder

ore 22:30
Vincenzo Vasi
, theremin
Live performance
Cantante, polistrumentista e compositore versatile e dallo stile surreale. L’artista è uno dei maggiori esponenti del theremin, ovvero uno strumento musicale molto particolare che va suonato senza essere toccato e produce suono attraverso le distorsioni provocate dalle mani in un campo magnetico.

Sabato 17 settembre
San Pietro in Vincoli Zona Teatro
Plenilunium

ore 21:00
Lubomyr Melnyk
(Ucraina), pianoforte
Live performance

Nato il 22 dicembre 1948, Melnyk è un compositore e pianista di origine ucraina.
Melnyk è noto per la sua musica continua, una tecnica pianistica basata su note estremamente rapide e serie di note complesse, di solito con il pedale del forte tenuto premuto per generare sfumature armoniche e risonanze simpatiche.
Melnyk ha vissuto a Parigi dal 1973 al 1975, sostenendosi suonando per corsi di danza moderna, in particolare in collaborazione con Carolyn Carlson all'Opera di Parigi. Molte delle sue opere sono state presentate insieme alla danza moderna.
Attraverso il suo lavoro con Carlson, iniziò a creare musica continua per pianoforte.
Melnyk ha composto oltre 120 opere, principalmente per pianoforte solo e doppio pianoforte, e alcune per pianoforte con ensemble. Per spiegare le corrette tecniche siche e mentali per la sua musica, Melnyk scrisse un trattato, OPEN TIME: The Art of Continuous Music (1981) e 22 Etudes, per insegnare i livelli fondamentali della sua tecnica continua.

Nel 1985, Melnyk ha stabilito due record mondiali, documentati su pellicola e con audio completo, al Sigtuna Stiftelsen in Svezia. Ha sostenuto velocità di oltre 19,5 note al secondo in ciascuna mano e ha suonato tra 13 e 14 note al secondo per un'ora intera.

Domenica 18 Settembre
San Pietro in Vincoli Zona Teatro

Ingresso libero

Associazione AnMa

Un pomeriggio per assaggiare i “Percorsi di Salute” dell’associazione AnMa con un ricco programma. Tutti potranno partecipare alle lezioni pratiche, conoscere le antiche pratiche di lunga vita e l’arte dello Shiatsu. e incontrare persone straordinarie!

dalle 15 alle 19 Workshop di:
Tai Chi Chuan
(il corpo e l'energia)
Yoga (la spiritualità nell'ascolto corporeo)
Pilates (il radicamento e il riequilibro della postura psicofisica)
Bioenergetica (trovare sé stessi nella relazione ludica della psico/energetica/corporea)
Shiatsu (lo Zen shiatsu per entrare nel mondo dell'arte Giapponese della cura con le mani)

eventi in altre sedi

Lunedì 12
Cinema Massimo
| Sala 3 - Rassegna cinematografica

Martedì 13
Cinema Massimo
| Sala 3 - Rassegna cinematografica 

Mercoledì 14
Cinema Massimo
| Sala 3 - Rassegna cinematografica

I FILM

Interstellar di Christopher Nolan (Stati Uniti, Regno Unito 2017, 169’)

Interstellar è ambientato in un catastrofico XXI secolo, dove l’umanità, affamata e flagellata da incessanti tempeste di sabbia, si regge sul negazionismo. Durante una tempesta, Joseph Cooper (Matthew McConaughey), ex ingegnere della Nasa, e la figlia Murph (Mackenzie Foy) si imbattono in un curioso fenomeno fisico. Sul pavimento della camera di sua figlia, infatti, Cooper codifica strane strisce di sabbia che si rivelano coordinate basate su un sistema binario.

Alla proiezione di Interstellar è coordinato l’intervento dei soci scientifici di Infini.To Planetario di Torino sul tema delle onde gravitazionali, argomento per il quale l'astrofisico Kip Thorne, consulente scientifico di Christopher Nolan per il film, ha conseguito il Premio Nobel per la fisica nel 2017.

Inception di Christopher Nolan (Stati Uniti, Regno Unito 2010, 148’).

Inception è un thriller fantascientifico che esplora il concetto onirico. Dominic "Dom" Cobb è un "estrattore", un professionista che si occupa di estrarre segreti dalle menti delle persone mentre queste dormono, infiltrandosi nei loro sogni tramite uno speciale apparecchio che permette a un gruppo di partecipare a un "sogno condiviso".

Insomnia di Christopher Nolan (Stati Uniti 2002, 118’)

Will Dormer, un detective della squadra omicidi di Los Angeles, viene mandato a Nightmute, in Alaska, insieme ad un suo collega, Hap Eckhart, per risolvere il misterioso caso dell'omicidio di una ragazza diciassettenne, Kay Connell. Qui incontrano Ellie, una giovane entrata nella polizia locale, che mostra un profondo rispetto per l'anziano e famoso collega, ricordando i vari casi seguiti dall'investigatore. Non è un bel momento per i due poliziotti, che stanno subendo un'indagine per aver fatto condannare con prove false un uomo che sapevano aver torturato e ucciso un bambino. Eckhart è deciso a patteggiare, mentre l'amico cerca di dissuaderlo, sapendo che questo potrebbe implicare la fine della sua carriera professionale.

eXistenZ di David Cronenberg (Canada, Regno Unito 1999, 97’)

In un futuro imprecisato, le console di gioco di realtà virtuale biotecnologica conosciute come "game pod" hanno sostituito quelle elettroniche. I pod si attaccano alle "bioporte", connettori inseriti chirurgicamente nella spina dorsale dei giocatori. Due aziende di giochi, Antenna Research e Cortical Systematics, competono tra loro. Inoltre, un gruppo di fanatici chiamati "realisti" combatte entrambe le aziende per impedire la "deformazione" della realtà.

Sabato 17 settembre

UP2YOU FEST in collaborazione con
Mufant | Museolab del fantastico e della fantascienza
presenta

ore 17:00
Incontro della Rete Internazionale Up2You Circle
Incontro in streaming

Il Mutamento è promotore della Rete Internazionale Up2You Circle, coordinamento informale al quale aderiscono compagnie di produzione e festival che condividono l’interesse per la drammaturgia contemporanea, per la multidisciplinarietà, il sostegno ai giovani artisti e la contaminazione tra le arti. Ne fanno parte: Compagnia Pilar Ternera (LI), Meridiano Zero (SS), la Soc. Coop. Teatro nelle Foglie (Fivizzano-Massa Carrara), La Manufacture - Avignone (Francia), Festival of Regions - Austria, Cultural Center "Nikola Durkovic" Kotor - Kotor (Montenegro), La Bonita SCCL- Barcelona (Spagna), Atelier delle Arti Danza (LI).

Ingresso libero

ore 19:00
Dalle favole per robot alle formiche elettriche

letture e immagini tra Stanislaw Lem e Philip K.Dick
con Amandine Delclos e Massimo Giovara
Intervengono Silvia Casolari e Davide Monopoli

Stanislaw Lem e Philip K. Dick sono considerati scrittori di fantascienza. Lem iniziò a scrivere "fantascienza" perché il regime comunista non la prendeva sul serio. Questo gli permetteva di esprimere idee che altrimenti sarebbero state censurate o lo avrebbero fatto imprigionare. Il libro di Lem "The Chain of Chance" presenta un ex astronauta come protagonista, ma la sua missione è scoprire se la caduta di un collega da una finestra qui sulla Terra sia stata un omicidio o un suicidio. ' Solaris ' di Lem è stato trasformato in lungometraggi due volte (Una volta in URSS da Andrei Tarkovsky e negli Stati Uniti da Steven Soderbergh) .

Philip K. Dick è meglio conosciuto al grande pubblico, dal momento che molti dei suoi libri sono stati trasformati in lungometraggi (Blade Runner di Ridley Scott, basato su "Do Androids Dream of Electric Sheep" di Dick è forse il più noto). Più di recente, Amazon Video ha prodotto una serie basata sul romanzo vincitore dell'Hugo Award "The Man in the High Castle". Dick aspirava anche a scrivere oltre il genere, arrivando persino a dire che non gli importava se gli ci volevano 30 anni per ottenere un successo. 'The Man in the High Castle' è l'esempio perfetto. Il libro è una storia alternativa degli Stati Uniti, che postula cosa sarebbe potuto accadere se le forze dell'Asse avessero vinto la seconda guerra mondiale e conquistato il nostro paese come bottino di guerra.

In preda a una delle sue note sindromi persecutorie, in una lettera indirizzata all’FBI P.K. Dick scrive… “Lem potrebbe non essere una persona reale ma più di una, un gruppo, autore dei suoi romanzi: e questo “comitato chiamato Stanislaw Lem” intende “guadagnare una posizione di monopolio con la quale controllare l’opinione pubblica attraverso la critica letteraria e la pedagogia”. Conclusione: “Un gruppo di persone residente a Cracovia, in Polonia, potrebbe un giorno controllare completamente la cultura americana”...

Forse i due non sono accomunati da scelte letterarie simili, ma sicuramente da questa curiosa vicenda umana che può interessante narrare.

16 Giugno - 18 Settembre 2022
in partenariato e collaborazione con
TAP | Torino Arti Performative - DAMS dell’Università degli Studi di Torino - Piemonte dal Vivo
SCT | Social Community Theatre Centre - Infini.to Planetario di Torino - Alliance Francaise Torino
Museo Nazionale del Cinema - MUFANT | Museo lab del fantastico e della fantascienza
Premio InediTO / Colline di Torino - Coop. Lancillotto - Coop. Arcobaleno - Fondazione Paideia
Associazione. Arteria - Associazione AnMa - Associazione Il Tiglio - Associazione Ricerche Visive
Centro Studi Sereno Regis - Pilar ternera - Meridiano Zero - O.F.F. Booking+management
Salone Internazionale del Libro Torino Off - Associazione Italiana Studi Sull’Uomo G.I. Gurdjieff

Ingressi

San Pietro in Vincoli Zona Teatro
Serali: Intero € 8,00 / ridotto € 5,00 - Spettacoli pomeridiani € 3,00
Ridotti: soci IL MZC, professionali, residenti Circoscrizione 7, over 65, under 18
Ingresso unico € 12,00 per i concerti di Davide Davem Meucci, Vincenzo Vasi, Lubomyr Melnyk

Cinema Massimo
Intero € 6,00 / ridotto € 4,00
Ridotto: Aiace, studenti universitari, under 18

Sedi
San Pietro In Vincoli Zona Teatro - via San Pietro in Vincoli, 28 Torino
Cinema Massimo | Sala 3 - via Giuseppe Verdi, 18 Torino
Mufant | Museolab del fantastico e della fantascienza - p.za Riccardo Valla, 5 Torino

Il Mutamento Associazione di Cultura Globale
Direzione artistica Giordano V. Amato presidenza@ilmutamento.org
Direzione organizzativa Inti Nilam direzione@ilmutamento.org
Organizzazione Marta Scarchilli organizzazione@ilmutamento.org
Amministrazione Sofia Bellelli amministrazione@ilmutamento.org
Comunicazione e Web Maurizio Lattanzio comunicazione@ilmutamento.org
Direzione tecnica: Claudio Albano
Sede legale e uffici: via San Pietro in Vincoli 28 - 10152 Torino
tel +39 (0)11.484944 - Cell. 320.8885539 - 348.5638861 - 351.5924231
Codice Fiscale e Partita IVA 07598690019

- www.ilmutamento.org
- www.facebook.com/ilmutamento.org
- www.instagram.com/ilmutamento



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2022-06-03 10:50:53
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.