sfondo endy
Ottobre 2021
eventiesagre.it
Ottobre 2021
Numero Evento: 3690
Eventi Musicali
Ferrara In Jazz
23^ Stagione 2021 - 2022
Date:
Dal: 25/09/2021
Al: 31/05/2022
Dove:
Logo Comune
Via Rampari Di Belfiore, 167
Emilia Romagna - Italia
Contatti
Fonte
Ufficio Stampa Jazz Club Ferrara
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc
artisticamente-2017-desk 300x250
bollicine in villa

Ferrara In Jazz

23^ Stagione 2021 - 2022

Da Sabato 25 Settembre 2021 a Martedì 31 Maggio 2022 - dalle ore 21:00
Torrione San Giovanni - Via Rampari Di Belfiore, 167 - Ferrara (FE)

Ferrara In Jazz - Ferrara

Associazione Culturale Jazz Club Ferrara
Regione Emilia–Romagna, Comune di Ferrara, Endas Emilia-Romagna

Ferrara in Jazz 2021 – 2022
XXIII Edizione
25 settembre 2021 – Maggio 2022

Con Ferrara in Jazz 2021/22 il Jazz Club Ferrara riapre le sue porte alla città dopo il lunghissimo stop determinato dall’emergenza sanitaria.

La ventitreesima edizione della prestigiosa rassegna, realizzata con il contributo del Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Comune di Ferrara, Endas Emilia-Romagna ed il prezioso sostegno di numerosi partner privati, prenderà il via sabato 25 settembre ed ogni singolo appuntamento sarà fruibile fino a maggio 2022, in totale sicurezza, nella suggestiva sede del Torrione San Giovanni, bastione rinascimentale inscritto nella lunga lista dei beni UNESCO e location per il cinema di Emilia-Romagna Film Commission.

Il sipario si alzerà sui 23 elementi della Tower Jazz Composers Orchestra - l’orchestra residente del Jazz Club - con ‘So Long Marco’, un concerto omaggio all’artista ferrarese Marco Jannotta esattamente nel giorno in cui sarebbe stato il suo compleanno.

Coraggioso ed inclusivo. Sono forse queste le parole che meglio descrivono un palinsesto pensato per abbracciare la città ed il suo territorio. Aumentano le proposte d’ascolto, distribuite su quattro serate alla settimana - dal giovedì alla domenica - tre delle quali gratuite per i soci under 30; la qualità delle stesse gode di quell’alternanza tra protagonisti del jazz nazionale ed internazionale che costituisce da sempre la cifra del Torrione, della presentazione di giovani talenti, nuovi progetti e ancora di jam session, didattica ed esposizioni.

Da ottobre a dicembre il pubblico del Jazz Club Ferrara potrà così godere di oltre 40 appuntamenti, molti dei quali fruibili anche in modalità streaming, che coinvolgono oltre 100 artisti del calibro di Fabrizio Bosso, Seamus Blake, Maria Pia De Vito, Christian Sands, Roberto Taufic, Emmet Cohen, Roberto Gatto, Linda May Han Oh, Peter Bernstein, Tiziana Ghiglioni, il Trio Bobo, Don Byron e Aruán Ortiz, Joëlle Léandre, Antonio Faraò, Graig Taborn, Alfio Antico, Massimo Faraò, Uri Caine, Ralph Alessi, Zeno De Rossi, Giancarlo Schiaffini, Ches Smith, Francesco Cusa, George Cables, Fabrizio Puglisi, Piero Odorici e moltissimi altri.

Un’edizione di queste proporzioni sarebbe impensabile senza il network di prestigiose collaborazioni avviate con Bologna Jazz Festival, Crossroads – Jazz e altro in Emilia-Romagna, Jazz Italian Platform, Italia Jazz Club, Seven Virtual Jazz Club, Conservatorio “G. Frescobaldi”, Associazione Istantanea, Associazione Musicisti di Ferrara e BilBOlBul - Festival internazionale dell’illustrazione e del fumetto. Il programma della seconda parte della stagione (gennaio-maggio) sarà presentato in altra sede.

DOVE
Torrione San Giovanni via Rampari di Belfiore, 167 – 44121 Ferrara.
Se si riscontrano difficoltà con dispositivi GPS impostare l’indirizzo Corso Porta Mare, 112 Ferrara.

ORARI
Apertura biglietteria 19.00
Aperitivo e/o cena dalle 19.30

INFORMAZIONI
www.jazzclubferrara.com
jazzclub@jazzclubferrara.com
Infoline 331 4323840 tutti i giorni dalle ore 12:00 alle ore 22:00

PRESIDENZA
Federico D'Anneo

DIREZIONE ARTISTICA
Francesco Bettini


Venerdì 15 ottobre, ore 21.30
Duck Juice

Lorenzo Manfredini, trombone
Luca Chiari, chitarra elettrica
Lorenzo Locorotondo, tastiere
Federico Perinelli, basso elettrico
Andrea Grillini, batteria
+
Blind Concert
A gift from New York City…
+
Jam Session

Venerdì 15 ottobre (ore 21.30) il tour di presentazione di House Made Of Sticks, secondo album dei Duck Juice, fa tappa al Torrione. Formato da Lorenzo Manfredini al trombone, Luca Chiari alla chitarra elettrica, Lorenzo Locorotondo alle tastiere, Federico Perinelli al basso elettrico e Andrea Grillini alla batteria, il gruppo dei Duck Juice porta sul palco una riedizione della band originaria in cui appare evidente come il collettivo sia alla ricerca di nuove direzioni e nuovi stimoli, producendo un ben assortito cocktail di jazz, black music, latin e raggae, che ricorda i numerosi progetti collettivi a marchio Snarky Puppy. Questo album ha preso forma dopo aver vinto la selezione per la sezione speciale Emilia-Romagna (Sezione D) del Concorso Chicco Bettinardi, organizzato dal Piacenza Jazz Club in collaborazione con Associazione Bologna in Musica e Jazz Club Ferrara nell’ambito del progetto E-J by Jezz, sostenuto dalla legge musica della Regione Emilia-Romagna (L.R. 2/2018) nel triennio 2018-2020 appena concluso. E dopo il coinvolgente sound dei Duck Juice chi salirà sul palco? Per scoprirlo occorre venire al Torrione! Un piccolo indizio: la musica che si potrà ascoltare arriva direttamente dalla Grande Mela… La jam session segue i concerti. L’ingresso è gratuito per i soci under 30. “Espedienti per un brano jazz”, la personale dell’illustratore Maurizio Lacavalla, è fruibile nelle serate di programmazione fino al 28 novembre.

ORARI
Apertura biglietteria 19.00
Aperitivo e/o cena dalle 19.30
Concerti 21.30
Jam session 23.00


Sabato 16 ottobre, ore 21.00
Emmet Cohen Trio
Emmet Cohen, pianoforte
Yasushi Nakamura, contrabbasso
Kyle Poole, batteria

Dai concerti in streaming di Live From Emmet’s Place, che hanno letteralmente spopolato sul pianeta YouTube, al palco del Jazz Club Ferrara: sabato 16 ottobre (ore 21.00) arriva il trio del giovane pianista statunitense Emmet Cohen completato da Yasushi Nakamura al contrabbasso e Kyle Poole alla batteria. Emmet Cohen è un autorevole rappresentante della nouvelle vague del jazz contemporaneo, che conserva ben saldo il legame con il passato ma è proiettato verso il futuro. Cohen si è affermato su scala globale grazie allo straordinario successo dei concerti in streaming Live from Emmet’s Place, che hanno evidenziato l’eccezionale coesione del suo trio stabile, oggi apprezzatissima sezione ritmica per solisti di grido della scena newyorchese. La formula del trio gli consente una libertà espressiva ad ampio raggio e di originale intensità. Con Nakamura e Poole si è infatti sviluppata un’empatia straordinaria, in cui cambi di tempo, stop e ripartenze, modulazioni armoniche e ritmiche si susseguono con una fluidità impressionante. Padrone di una cultura musicale vastissima, da Fats Waller ai giorni nostri, Cohen indaga repertori jazzistici e del Great American Songbook con fantasia. La sua attività è inoltre poliedrica: oltre al trio, collabora stabilmente con il bassista Christian McBride, la cantante Veronica Swift, insegna al Lincoln Center nel programma Jazz for Young People e si occupa altresì di ensemble di danza. Tra i dischi registrati, è di notevole rilievo la serie Masters Legacy, giunta al 4° volume, in cui il pianista è a fianco di artisti del calibro George Coleman, Benny Golson, Albert Heath, Ron Carter e Jimmy Cobb.

ORARI
Apertura biglietteria 19.00
Primo turno cena 19.30
Primo tempo 21.00
Secondo turno cena 21.00
Secondo tempo 22.30


Domenica 17 ottobre, ore 18.30
In collaborazione con Associazione Istantanea
Wanderlust
Dimitri Sillato - synth, tastiere, elettronica e violino
Fabrizio Puglisi - tastiere, arp odissey, elettronica, toys

L’appuntamento preserale del Jazz Club Ferrara firmato Istantanea è, domenica 17 ottobre (ore 18.30), con Wanderlust, duo formato da Dimitri Sillato ai synth, tastiere, elettronica e violino e Fabrizio Puglisi alle tastiere, arp odissey, elettronica e toys. Wanderlust è un termine tedesco che indica il desiderio di vagare, di andare oltre il proprio mondo. È proprio questa volontà di esplorazione il nucleo poetico di questo duo, che attraverso l’uso della musica elettroacustica, dell’improvvisazione e della scrittura, vuole trovarsi in mondi nuovi dove i più svariati linguaggi musicali si incontrano, creando un suono unico, magmatico, luminoso, oscuro e ipnotico. Fabrizio Puglisi è uno dei musicisti più sorprendenti dell’attuale scena italiana. Ha frequentato lungamente la scena improvvisativa olandese a fianco di mostri sacri quali Tristan Honsinger, Han Bennink, Ernst Glerum, Ab Baars, Sean Bergin, Ernst Reijseger e Tobias Delius per poi misurarsi a fianco di artisti del calibro di Steve Lacy, David Murray, John Zorn, Don Byron, George Russell e Dave Liebman. L’elenco si amplia se si aggiungono le collaborazioni italiane. Forte di una solidissima preparazione classica, il violinista, pianista e compositore Dimitri Sillato ha studiato pianoforte, violino e composizione al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna e ha presto indirizzato il suo interesse verso il mondo dell'improvvisazione approfondendo i linguaggi della composizione, da quello di stampo afroamericano alla musica improvvisata. Segue il concerto l’aperitivo e/o la cena al wine bar del Torrione con l’accompagnamento musicale a cura di France dj. Per prenotazione tavoli 331 4323840.

ORARI
Apertura biglietteria 18.00
Concerto 18.30
Aperitivo e/o cena c20.00



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2021-10-15 17:27:23
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.