sfondo endy
Novembre 2019
eventiesagre.it
Novembre 2019
Numero Evento: 21033453
Eventi Musicali
Lucca In Musica
Si conclude nel segno di Beethoven
Date:
Dal: 24/05/2014
Al: 06/06/2014
Dove:
Logo Comune
Toscana - Italia
Contatti
Telefono: 0583/469960
Fonte
B. Argentieri
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc

Lucca in musica
Si conclude nel segno di Beethoven

Venerdì 6 giugno 2014
Teatro del Giglio, Lucca

Lucca In Musica - Lucca

L'orchestra Della Toscana con Giuseppe Albanese. Sul podio Julian Kovatchev

Si conclude con un omaggio a Ludwig van Beethoven l'edizione 2014 del festival “Lucca in musica” organizzato da Associazione Musicale Lucchese e Teatro del Giglio. Venerdì 6 giugno alle ore 21 al Teatro del Giglio sarà la volta del pianista Giuseppe Albanese e dell'Orchestra della Toscana che eseguiranno l'Ouverture in do minore op. 62, “Coriolano”, il Concerto pianoforte e orchestra in do minore n. 3 op. 37 e la Sinfonia in la maggiore n. 7 op. 92. Sul podio il maestro Julian Kovatchev.

Tra la fine del 1806 e l’inizio del 1807, nel pieno del fervore inventivo che culminerà nella Quinta sinfonia, Beethoven fu invitato a scrivere un pezzo d’accompagnamento per la tragedia Coriolano del poeta austriaco Heinrich Joseph von Collin. Si tratta di una pagina di musica che, nonostante la brevità, per la sua potenza drammatica è divenuta ben presto una delle più amate del compositore tedesco. A seguire potremo ascoltare il Terzo concerto, opera che segna il passaggio a uno stile inconfondibilmente personale, in cui Beethoven sviluppa una sorprendente fusione tra l'orchestra e la parte solistica del pianoforte, affidata per questo concerto al talento di Giuseppe Albanese. Chiude il programma la Settima Sinfonia, un capolavoro assoluto di tutti i tempi, forse la più dionisiaca tra le sinfonie di Beethoven, un'opera che Richard Wagner definì "l'apoteosi della danza".

Un programma davvero raffinato, quello di questo concerto conclusivo di “Lucca in musica”, affidato a interpreti di grande livello. Giuseppe Albanese, tra i più apprezzati pianisti della sua generazione, suona regolarmente con le più grandi orchestre esibendosi nei teatri più importanti del mondo. In Italia ha suonato per tutte le più importanti stagioni concertistiche, tra cui quella dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia e dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI. Già “Premio Venezia” 1997 e Premio speciale per la miglior esecuzione dell’opera contemporanea al “Busoni” di Bolzano, Albanese nel 2003 ha vinto il primo premio al “Vendome Prize” (presidente di giuria Sir Jeffrey Tate). Laureato in filosofia col massimo dei voti, a soli 25 anni è stato docente a contratto di “Metodologia della comunicazione musicale” presso l’Università di Messina. Attualmente è docente di pianoforte al Conservatorio “Rossini” di Pesaro.

L'Orchestra della Toscana si è formata a Firenze nel 1980. Composta da 45 musicisti che si suddividono anche in agili formazioni cameristiche, l’Orchestra realizza le prove e i concerti, distribuiti poi in tutta la Toscana, nello storico Teatro Verdi, situato nel centro di Firenze. Interprete duttile di un ampio repertorio che dalla musica barocca arriva fino ai compositori contemporanei, l’Orchestra riserva ampio spazio a Haydn, Mozart, tutto il Beethoven sinfonico, larga parte del barocco strumentale, con una particolare attenzione alla letteratura meno eseguita. Una precisa vocazione per il Novecento storico, insieme a una singolare sensibilità per la musica d’oggi, rendono la formazione toscana un unicum nel panorama musicale italiano.

Dopo aver trascorso l’infanzia in Bulgaria, Julian Kovatchev si è trasferito in Germania per studiare al Mozarteum e poi specializzarsi in direzione d’orchestra con Herbert Ahlendorf e con Herbert von Karajan. Nel 1985 ha debuttato in Italia, al Teatro Verdi di Trieste, con Jenufa di Janàcek, diventando ospite regolare dei maggiori enti lirici italiani: Scala di Milano, San Carlo di Napoli, Opera di Roma, Fenice di Venezia, Massimo di Palermo, Comunale di Bologna, Carlo Felice di Genova, Lirico di Cagliari.

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro del Giglio. Primo settore: 20 euro (intero), 18 euro (ridotto per le persone di età inferiore ai 25 anni e superiore ai 65 e soci delle associazioni riconosciute), 13 euro (ridotto soci AML e abbonati Teatro del Giglio). Secondo settore: 16 euro (intero), 13 e 10 euro (ridotto).

Per maggiori informazioni sul “Lucca in musica”: www.associazionemusicalelucchese.it.


Lucca in musica
Tra identità e metamorfosi
12^ edizione

Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai con Alexander Lonquich
Sabato 24 maggio, infatti, alle ore 21 al Teatro del Giglio - Lucca

Lucca In Musica - Lucca

Quello di sabato prossimo è senza dubbio il concerto più atteso della stagione in corso di “Lucca in musica”, il festival organizzato da Associazione Musicale Lucchese e Teatro del Giglio. Sabato 24 maggio, infatti, alle ore 21 al Teatro del Giglio si esibirà, per la prima volta a Lucca, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai con Alexander Lonquich nella doppia veste di solista e direttore.

Il programma è dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart con il Concerto n. 17 per pianoforte e orchestra in sol maggiore K453, la Sinfonia n. 36 in do maggiore K425 “Linz” e il Concerto n. 22 per pianoforte e orchestra in mi bemolle maggiore K482.

L'esibizione fa parte dell'interessante progetto “Tutto Mozart” che prevede l'esecuzione di quattro concerti e due sinfonie di Mozart in due giorni (giovedì e venerdì prossimi) a Torino, sede dell'OSN Rai. Il concerto di sabato a Lucca è l'unica altra data in Italia, un appuntamento esclusivo che l'AML ha inserito nel cartellone del 2014 per celebrare i suoi 50 anni di attività.

Alexander Lonquich è abitualmente impegnato in questo tipo di programmi “monografici” e già nel 2009, con l’Orchestra Rai, ha proposto con successo l’integrale dei concerti pianistici di Beethoven e delle sinfonie di Schubert. Nato a Trier, in Germania, nel 1960, Lonquich è una delle figure più originali nel panorama concertistico italiano ed europeo. Rivelatosi a soli sedici anni vincendo il concorso "Casagrande" di Terni, da allora ha intrapreso una brillante carriera internazionale, sia come solista che accanto a celebri direttori d'orchestra, quali Claudio Abbado, Kurt Sanderling, Ton Koopman, Marc Minkowski. Una parte importante della sua attività è dedicata alla musica da camera e proprio in questo ambito ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica internazionale. Nel 2003 Lonquich - ormai fiorentino di adozione - ha formato con la moglie Cristina Barbuti un duo pianistico esibendosi con successo anche a Lucca, ospite dell'AML.

L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai è nata nel 1994 dall’unificazione delle orchestre dell’ente radiofonico pubblico di Torino, Roma, Milano e Napoli ed è subito divenuta una delle compagini più prestigiose d’Italia. L’Orchestra a Torino tiene regolari stagioni concertistiche ed è spesso ospite di importanti festival quali MITO SettembreMusica, Biennale di Venezia, Ravenna Festival e Sagra Maletestiana di Rimini. Direttore principale è Juraj Valcuha.

Il concerto sarà anticipato venerdì 23 maggio alle 18:30 al Centro Studi Boccherini da un'interessante conferenza di Michele Dall'Ongaro, compositore, musicologo e conduttore radiofonico, intitolata “TRAZOM: manuale di sopravvivenza. La biografia dell’eterno fanciullo come decalogo per cavarsela nel XXI secolo”, anch'essa completamente dedicata all'affascinante figura di Wolfgang Amadeus Mozart.

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro del Giglio. Primo settore: 20 euro (intero), 18 euro (ridotto per le persone di età inferiore ai 25 anni e superiore ai 65 e soci delle associazioni riconosciute), 13 euro (ridotto soci AML e abbonati Teatro del Giglio). Secondo settore: 16 euro (intero), 13 e 10 euro (ridotto). Per maggiori informazioni www.associazionemusicalelucchese.it .


LUCCA IN MUSICA
Tra identità e metamorfosi
12^ edizione

giovedì 3 aprile alle 21
Al Teatro del Giglio il primo concerto di Lucca in Musica 2014
AXELROD DIRIGE L’ORCHESTRA GIOVANILE ITALIANA
In programma pagine di Wagner e Tchaikovsky

Lucca In Musica - Lucca

Al via l’edizione 2014 di Lucca in Musica “Tra identità e metamorfosi”, il festival organizzato dall’Associazione Musicale Lucchese e dal Teatro del Giglio.

Giunta alla sua dodicesima edizione, nell’anno che celebra il cinquantenario dell’AML, “Lucca in musica” si propone come ideale prosecuzione della stagione cameristica invernale e mira a regalare al pubblico, attraverso un programma che a ragione può essere definito caleidoscopico, nuovi punti di osservazione sulla musica, intesa come testimone dell’avventura umana.

Ad aprire il cartellone, giovedì 3 aprile alle 21 al Teatro del Giglio, sarà l’Orchestra Giovanile Italiana diretta dal Maestro John Axelrod. L’OGI eseguirà alcune pagine tratte da “Tristan und Isolde” di Richard Wagner, per proseguire poi con l’Ouverture-fantasia da “Romeo e Giulietta” di Pyotr Ilyich Tchaikovsky e la Sinfonia n°5 in Mi minore op. 64, sempre di Tchaikovsky, pagine nella quali, attraverso il contrasto tra vita e morte, amore e guerra, fato e provvidenza, si ritrova il tema della metamorfosi contenuto nel titolo della manifestazione.

L’Orchestra Giovanile Italiana, nata nel 1980 per volontà di Piero Farulli all’interno della Scuola di Musica di Fiesole, in 30 anni di attività formativa ha contributo in maniera determinante alla vita musicale italiana con oltre mille musicisti occupati stabilmente nelle orchestre sinfoniche nazionali e straniere. Tenuta a battesimo da Riccardo Muti, l’Orchestra è stata invitata in alcuni fra i più prestigiosi luoghi della musica e ha ricevuto ovunque consensi di critica e pubblico e importanti riconoscimenti. È divenuta un punto di riferimento unico per la formazione di giovani musicisti.

John Axelrod continua a imporsi sempre più come uno dei direttori più interessanti del panorama odierno ed è richiesto dalle orchestre di tutto il mondo, grazie a un repertorio estremamente vasto, programmi innovativi e un carismatico stile.

Ha diretto oltre 150 orchestre, la maggior parte delle quali torna a dirigere regolarmente, evidenziando sia il suo successo che la credibilità europea nel repertorio classico. Ha inoltre lavorato con alcuni dei più importanti solisti a livello mondiale. La collaborazione con l’OGI nasce dalla sua grande passione per le nuove generazioni di musicisti.

Biglietti:

I settore: intero 20 euro; ridotto 18 euro; ridotto soci AML e Teatro del Giglio 13 euro.

II settore: intero 18 euro; ridotto 15 euro; ridotto soci AML e Teatro del Giglio 10 euro.

Per maggiori informazioni: www.associazionemusicalelucchese.it



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2014-06-06 11:10:04
    Inserito da Luca
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    creativita-artigiana-2019