sfondo endy
Marzo 2024
eventiesagre.it
Marzo 2024
Numero Evento: 12932
Eventi Musicali
Musica E Arena
Rapsodia Ungherese
Date:
Dal: 13/02/2011
Al: 27/02/2011
Dove:
Logo Comune
viale Byron, 2
Lombardia - Italia
Contatti
Telefono: tel. 0288464127/58165
345.4220303:
tel. 02.89122383:
Fonte
Gemma Marchegiani
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
sole tra i pini
fiaccadori-300x250
annalisa verona

Musica e Arena
rapsodia ungherese
13, 20, 27 febbraio 2011 alle 9.30 e alle 11.30

TERZO APPUNTAMENTO

domenica 27 febbraio 2011 ore 9.30 e ore 11.30
Adrienn Zsuzsanna BALÁZS voce
Massimo COTTICA pianoforte

Di rara esecuzione, i lieder di Franz Liszt sono composizioni molto interessanti oltre che ricche di fascino e, opinione di molti, rappresentano molto bene la sua poetica musicale. Liszt compose una settantina di lieder, la maggior parte nel decennio fra il 1840 e il 1850 circa. Nella maggior parte i testi sono in tedesco o francese, ma ce sono anche in italiano, in ungherese e in inglese. Probabilmente la scarsa fama di queste composizioni deriva anche dalla fredda accoglienza che riservarono loro i contemporanei di Liszt, in particolare i critici che non vedevano di buon occhio la ricchezza armonica e timbrica di questi, nonchè i virtuosismi per il pianoforte che non si limitava ad essere mero accompagnatore, a differenza della tradizione tedesca in cui la melodia, semplice e da cantare senza importanti doti tecniche, doveva essere accompagnata da un pianoforte quasi invisibile.

F. Liszt
Ihr Glocken von Marling, Hohe Liebe, Es rauschen die Winde, Freudvoll und Leidvoll, Nimm einen Strahl der Sonne, Es muss Wunderbares sein, Kling Leise mein Lied, Die Macht der Musik, Il m'aimait tant!, S'il est un charmant, Enfant,si j'étais roi

Adrienn Zsuzsanna Balázs, soprano, nata a Miskolc, in Ungheria, si é laureata presso l'Accademia di Musica Franz Liszt di Budapest come cantante ed insegnante di musica sotto la guida della prof.ssa Gombai-Nagy Nádor Magda. Ha frequentato i corsi del M° Helmuth Rilling-Händel e del M° Walter C. Moore. Dopo il debutto nel ruolo di Barbarina nelle Nozze di Figaro di Mozart e in quello di Musette nella Bohéme di Puccini, ha iniziato una brillante carriera tenendo numerosi concerti da solista sia in patria che all'estero.

Massimo Cottica, dopo gli studi con Alberto Colombo per il pianoforte e Bruno Zanolini, per la composizione, ha cominciato nel 1985 la carriera solistica nella Sala Grande del Conservatorio di Milano con l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali e nel 1986 vincendo il primo premio assoluto al concorso pianistico di Rozzano dedicato a Fryderyk Chopin. Nello stesso anno ha vinto i primi premi assoluti ai concorsi internazionali di musica da camera di Stresa e di Tradate e una borsa di studio per il corso tenuto da Aldo Ciccolini a Sermoneta. Scrive musica per il cinema e per il teatro, in particolare per la Compagnia Teatrale Corona e il Teatro Litta di Milano.

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
La prenotazione si effettua telefonando al 345.4220303 il giorno antecedente la data del concerto, dalle ore 10 alle ore 17

INFO: Comune di Milano - Settore Tempo Libero
tel. 0288464127/58165 www.comune.milano.it

Amici della Musica Milano
tel. 02.89122383
www.amicidellamusicamilano.it


Musica e Arena
Rapsodia Ungherese

13, 20, 27 febbraio 2011 alle 9.30 e alle 11.30

Musica E Arena - Milano SECONDO APPUNTAMENTO
domenica 20 febbraio 2011 ore 9.30 e ore 11.30

András CSÁKI chitarra

Programma vivace e di grande immediatezza, allo stesso tempo ben calibrato quello proposto dal giovane Csáki, da Bach (trascrizione della partita per violino) a Castelnuovo Tedesco “dedicato a Paganini”, da Paganini a Tárrega, Rodrigo e Mertz. Programma scelto per presentare la grande ricchezza timbrica dello strumento.

J. S. Bach Preludio in mi maggiore
J. K. Mertz Magyar fantázia
N. Paganini Grand Sonata
M. Castelnuovo-Tedesco Capriccio Diabolico (Omaggio a Paganini)
J. Malats Spanyol szerenád
J. Rodrigo Junto al Generalife
F. Tárrega - N. Paganini Velencei karnevál

Nato a Budapest nel 1981, nel 1996 viene ammesso al Conservatorio Béla Bartók per poi perfezionare i suoi studi alla "Liszt Ferenc Accademia", dove si è laureato con il massimo dei voti. La carriera internazionale di András è cominciata nel 1999 dopo aver vinto in Cile una delle più rinomate competizioni musicali internazionali, la "Dott. Luis Sigall" giunta alla XXVI edizione. Da allora ha tenuto concerti in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone. Nel 2009 ha vinto ben 18 premi internazionali fra i quali spiccano quelli vinti a Tokio per la 51ma competizione di chitarra classica e ad Alessandria per la 42° edizione del concorso internazionale di chitarra classica "Michele Pittaluga".

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
La prenotazione si effettua telefonando al 345.4220303 il giorno antecedente la data del concerto, dalle ore 10 alle ore 17

INFO: Comune di Milano - Settore Tempo Libero
tel. 0288464127/58165 www.comune.milano.it

Amici della Musica Milano
tel. 02.89122383 www.amicidellamusicamilano.it

L’ Assessorato allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano, dopo il grande successo per la terza edizione di “Musica e Arena”, propone una sorta di appendice alla stagione che si è appena conclusa, una rassegna nel mese di febbraio in collaborazione con il Consolato Generale della Repubblica d'Ungheria di Milano.

“Musica e Arena è una delle iniziative gratuite che hanno riscosso maggiore successo tra i milanesi – spiega l’assessore allo Sport e Tempo libero Alan Rizzi – tanto che nell’ultima edizione abbiamo raddoppiato i concerti aggiungendo un appuntamento alle 9.30 del mattino al tradizionale spettacolo delle 11.30. In occasione del bicentenario della nascita del grande musicista ungherese Listz e in collaborazione con il Consolato Generale della Repubblica d’ Ungheria abbiamo pensato di proporre a tutti gli appassionati di cultura e di musica una rassegna, con gli stessi orari, dedicata al celebre pianista sempre nella Sala Appiani dell’Arena Civica dove storia e musica, cultura e sport si sono fuse in un mix vincente premiato dal pubblico.”

É particolarmente felice e sentita questa collaborazione con il Comune milanese – dichiara il Console Dr. Rónaszéki Áron – sia dal punto istituzionale che dal punto di vista culturale e permettetemi anche da quello personale. Il primo semestre del 2011 metterà in rilievo l’Ungheria in primo luogo per la Presidenza all’Unione Europea, poi per il bicentenario della nascita di Ferenc Liszt. Infine, personalmente è il mio debutto come console in carica alla guida del Consolato Generale della Repubblica di Ungheria. Ringrazio dunque il Comune di Milano e l’Associazione Amici della Musica per la collaborazione, per il prezioso lavoro svolto nell’organizzazione di questi eventi musicali.

In programma un recital pianistico e un concerto liederistico con programma lisztiano, in occasione del bicentenario della nascita del grande compositore ungherese, e un recital chitarristico. Gli interpreti, il pianista László BORBÉLY al 13.02 - il chitarrista András CSÁKI al 20.02 – il soprano Adrienn Zsuzsanna BALÁZS al 27.02, rappresentano alcuni tra i talenti più promettenti ed apprezzati in patria e vantano già una carriera concertistica di livello internazionale.

PROGRAMMA

domenica 13 febbraio 2011 ore 9.30 e ore 11.30
László BORBÉLY pianoforte

Borbély ci presenta un programma quasi interamente dedicato a Franz Liszt, celebre maestro ungherese di cui si festeggia nel 2011 il bicentenario della nascita.
Nel programma si alternano, come d'altra parte in tutta la produzione di Liszt, momenti di brillante virtuosismo ad episodi di toccante lirismo.

F. Liszt Aux cyprés de la Villa d’Este I, Aux cyprés de la Villa d’Este II, Les jeux d’eaux à la

Villa d’Este, Bagatelle sans tonalité

B. Bartók dalla raccolta Mikrokosmos: L'isola di Bali, Arpeggi divisi, Marcia, Seconde minori e settime maggiori, Ostinato

F. Liszt Waldesrauschen, Ballade Nr.2

Giovanissimo, classe 1984, László Borbély, dopo una folgorante carriera accademica (nel 2005 è stato ammesso alla prestigiosa Accademia Franz Liszt dove si è perfezionato con Gyorgy Nador e Balazs Reti), premi prestigiosi (1° premio all' Hungary Piano Competition, 1° Premio al Concorso Andor Foldes-2004 e al London International Piano Competition-2005 e, infine, il 2° Premio al prestigioso Concorso Liszt-Bartók di Budapest-2006) e master classes con i più grandi musicisti della scena internazionale (Bashkirov, Csalog, Elton, Kurtag, Shiff), ha iniziato una brillante carriera da solista che lo ha portato a suonare in tutta Europa e negli Stati Uniti.

domenica 20 febbraio 2011 ore 9.30 e ore 11.30
András CSÁKI chitarra

Programma vivace e di grande immediatezza, allo stesso tempo ben calibrato quello proposto dal giovane Csáki, da Bach (trascrizione della partita per violino) a Castelnuovo Tedesco “dedicato a Paganini”, da Paganini a Tárrega, Rodrigo e Mertz. Programma scelto per presentare la grande ricchezza timbrica dello strumento.

J. S. Bach Preludio in mi maggiore
J. K. Mertz Magyar fantázia
N. Paganini Grand Sonata
M. Castelnuovo-Tedesco Capriccio Diabolico (Omaggio a Paganini)
J. Malats Spanyol szerenád
J. Rodrigo Junto al Generalife
F. Tárrega - N. Paganini Velencei karnevál

Nato a Budapest nel 1981, nel 1996 viene ammesso al Conservatorio Béla Bartók per poi perfezionare i suoi studi alla "Liszt Ferenc Accademia", dove si è laureato con il massimo dei voti. La carriera internazionale di András è cominciata nel 1999 dopo aver vinto in Cile una delle più rinomate competizioni musicali internazionali, la "Dott. Luis Sigall" giunta alla XXVI edizione. Da allora ha tenuto concerti in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone. Nel 2009 ha vinto ben 18 premi internazionali fra i quali spiccano quelli vinti a Tokio per la 51ma competizione di chitarra classica e ad Alessandria per la 42° edizione del concorso internazionale di chitarra classica "Michele Pittaluga".

domenica 27 febbraio 2011 ore 9.30 e ore 11.30
Adrienn Zsuzsanna BALÁZS voce
Massimo COTTICA pianoforte

Di rara esecuzione, i lieder di Franz Liszt sono composizioni molto interessanti oltre che ricche di fascino e, opinione di molti, rappresentano molto bene la sua poetica musicale. Liszt compose una settantina di lieder, la maggior parte nel decennio fra il 1840 e il 1850 circa. Nella maggior parte i testi sono in tedesco o francese, ma ce sono anche in italiano, in ungherese e in inglese. Probabilmente la scarsa fama di queste composizioni deriva anche dalla fredda accoglienza che riservarono loro i contemporanei di Liszt, in particolare i critici che non vedevano di buon occhio la ricchezza armonica e timbrica di questi, nonchè i virtuosismi per il pianoforte che non si limitava ad essere mero accompagnatore, a differenza della tradizione tedesca in cui la melodia, semplice e da cantare senza importanti doti tecniche, doveva essere accompagnata da un pianoforte quasi invisibile.

F. Liszt Ihr Glocken von Marling, Hohe Liebe, Es rauschen die Winde,

Freudvoll und Leidvoll, Nimm einen Strahl der Sonne,

Es muss Wunderbares sein, Kling Leise mein Lied, Die Macht der Musik,

Il m'aimait tant!, S'il est un charmant, Enfant,si j'étais roi

Adrienn Zsuzsanna Balázs, soprano, nata a Miskolc, in Ungheria, si é laureata presso l'Accademia di Musica Franz Liszt di Budapest come cantante ed insegnante di musica sotto la guida della prof.ssa Gombai-Nagy Nádor Magda. Ha frequentato i corsi del M° Helmuth Rilling-Händel e del M° Walter C. Moore. Dopo il debutto nel ruolo di Barbarina nelle Nozze di Figaro di Mozart e in quello di Musette nella Bohéme di Puccini, ha iniziato una brillante carriera tenendo numerosi concerti da solista sia in patria che all'estero.

Massimo Cottica, dopo gli studi con Alberto Colombo per il pianoforte e Bruno Zanolini, per la composizione, ha cominciato nel 1985 la carriera solistica nella Sala Grande del Conservatorio di Milano con l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali e nel 1986 vincendo il primo premio assoluto al concorso pianistico di Rozzano dedicato a Fryderyk Chopin. Nello stesso anno ha vinto i primi premi assoluti ai concorsi internazionali di musica da camera di Stresa e di Tradate e una borsa di studio per il corso tenuto da Aldo Ciccolini a Sermoneta. Scrive musica per il cinema e per il teatro, in particolare per la Compagnia Teatrale Corona e il Teatro Litta di Milano.

Ufficio Stampa
Stefania Gazzola


Musica e Arena
Rapsodia Ungherese

13, 20, 27 febbraio 2011 alle 9.30 e alle 11.30

Musica E Arena - Milano

L’Assessorato allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano, dopo il grande successo per laterza edizione di “Musica e Arena”, propone una sorta di appendice alla stagione che si è appena conclusa, una rassegna nel mese di febbraio in collaborazione con il Consolato Generale della Repubblica d'Ungheria di Milano.

I tre appuntamenti, che vanno sotto il titolo di “Rapsodia ungherese”, si terranno come di consueto alla domenica mattina con due repliche, una alle 9.30 e una alle 11.30, nella Sala Appiani dell’Arena Civica di Milano; in programma un recital pianistico e un concerto liederistico con programma lisztiano, in occasione del bicentenario della nascita del grande compositore ungherese, e un recital chitarristico. Gli interpreti, il pianista László BORBÉLY al 13.02 - il chitarrista András CSÁKI al 20.02 – il soprano Adrienn Zsuzsanna BALÁZS al 27.02, rappresentano alcuni tra i talenti più promettenti ed apprezzati in patria e vantano già una carriera concertistica di livello internazionale.

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
La prenotazione si effettua telefonando al 345.4220303 il giorno antecedente la data del concerto, dalle ore 10 alle ore 17

PROGRAMMA

domenica 13 febbraio 2011 ore 9.30 e ore 11.30
László BORBÉLY pianoforte

Borbély ci presenta un programma quasi interamente dedicato a Franz Liszt, celebre maestro ungherese di cui si festeggia nel 2011 il bicentenario della nascita.
Nel programma si alternano, come d'altra parte in tutta la produzione di Liszt, momenti di brillante virtuosismo ad episodi di toccante lirismo.

F. Liszt Aux cyprés de la Villa d’Este I, Aux cyprés de la Villa d’Este II, Les jeux d’eaux à la

Villa d’Este, Bagatelle sans tonalité

B. Bartók dalla raccolta Mikrokosmos: L'isola di Bali, Arpeggi divisi, Marcia, Seconde minori e settime maggiori, Ostinato

F. Liszt Waldesrauschen, Ballade Nr.2

Giovanissimo, classe 1984, László Borbély, dopo una folgorante carriera accademica (nel 2005 è stato ammesso alla prestigiosa Accademia Franz Liszt dove si è perfezionato con Gyorgy Nador e Balazs Reti), premi prestigiosi (1° premio all' Hungary Piano Competition, 1° Premio al Concorso Andor Foldes-2004 e al London International Piano Competition-2005 e, infine, il 2° Premio al prestigioso Concorso Liszt-Bartók di Budapest-2006) e master classes con i più grandi musicisti della scena internazionale (Bashkirov, Csalog, Elton, Kurtag, Shiff), ha iniziato una brillante carriera da solista che lo ha portato a suonare in tutta Europa e negli Stati Uniti.

domenica 20 febbraio 2011 ore 9.30 e ore 11.30
András CSÁKI chitarra

Programma vivace e di grande immediatezza, allo stesso tempo ben calibrato quello proposto dal giovane Csáki, da Bach (trascrizione della partita per violino) a Castelnuovo Tedesco “dedicato a Paganini”, da Paganini a Tárrega, Rodrigo e Mertz. Programma scelto per presentare la grande ricchezza timbrica dello strumento.

J. S. Bach Preludio in mi maggiore
J. K. Mertz Magyar fantázia
N. Paganini Grand Sonata
M. Castelnuovo-Tedesco Capriccio Diabolico (Omaggio a Paganini)
J. Malats Spanyol szerenád
J. Rodrigo Junto al Generalife
F. Tárrega - N. Paganini Velencei karnevál

Nato a Budapest nel 1981, nel 1996 viene ammesso al Conservatorio Béla Bartók per poi perfezionare i suoi studi alla "Liszt Ferenc Accademia", dove si è laureato con il massimo dei voti. La carriera internazionale di András è cominciata nel 1999 dopo aver vinto in Cile una delle più rinomate competizioni musicali internazionali, la "Dott. Luis Sigall" giunta alla XXVI edizione. Da allora ha tenuto concerti in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone. Nel 2009 ha vinto ben 18 premi internazionali fra i quali spiccano quelli vinti a Tokio per la 51ma competizione di chitarra classica e ad Alessandria per la 42° edizione del concorso internazionale di chitarra classica "Michele Pittaluga".

domenica 27 febbraio 2011 ore 9.30 e ore 11.30
Adrienn Zsuzsanna BALÁZS voce
Massimo COTTICA pianoforte

Di rara esecuzione, i lieder di Franz Liszt sono composizioni molto interessanti oltre che ricche di fascino e, opinione di molti, rappresentano molto bene la sua poetica musicale. Liszt compose una settantina di lieder, la maggior parte nel decennio fra il 1840 e il 1850 circa. Nella maggior parte i testi sono in tedesco o francese, ma ce sono anche in italiano, in ungherese e in inglese. Probabilmente la scarsa fama di queste composizioni deriva anche dalla fredda accoglienza che riservarono loro i contemporanei di Liszt, in particolare i critici che non vedevano di buon occhio la ricchezza armonica e timbrica di questi, nonchè i virtuosismi per il pianoforte che non si limitava ad essere mero accompagnatore, a differenza della tradizione tedesca in cui la melodia, semplice e da cantare senza importanti doti tecniche, doveva essere accompagnata da un pianoforte quasi invisibile.

F. Liszt Ihr Glocken von Marling, Hohe Liebe, Es rauschen die Winde,

Freudvoll und Leidvoll, Nimm einen Strahl der Sonne,

Es muss Wunderbares sein, Kling Leise mein Lied, Die Macht der Musik,

Il m'aimait tant!, S'il est un charmant, Enfant,si j'étais roi

Adrienn Zsuzsanna Balázs, soprano, nata a Miskolc, in Ungheria, si é laureata presso l'Accademia di Musica Franz Liszt di Budapest come cantante ed insegnante di musica sotto la guida della prof.ssa Gombai-Nagy Nádor Magda. Ha frequentato i corsi del M° Helmuth Rilling-Händel e del M° Walter C. Moore. Dopo il debutto nel ruolo di Barbarina nelle Nozze di Figaro di Mozart e in quello di Musette nella Bohéme di Puccini, ha iniziato una brillante carriera tenendo numerosi concerti da solista sia in patria che all'estero.

Massimo Cottica, dopo gli studi con Alberto Colombo per il pianoforte e Bruno Zanolini, per la composizione, ha cominciato nel 1985 la carriera solistica nella Sala Grande del Conservatorio di Milano con l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali e nel 1986 vincendo il primo premio assoluto al concorso pianistico di Rozzano dedicato a Fryderyk Chopin. Nello stesso anno ha vinto i primi premi assoluti ai concorsi internazionali di musica da camera di Stresa e di Tradate e una borsa di studio per il corso tenuto da Aldo Ciccolini a Sermoneta. Scrive musica per il cinema e per il teatro, in particolare per la Compagnia Teatrale Corona e il Teatro Litta di Milano.

INFO: Comune di Milano - Settore Tempo Libero
tel. 0288464127/58165 www.comune.milano.it

Amici della Musica Milano
tel. 02.89122383 www.amicidellamusicamilano.it

Ufficio Stampa
Stefania Gazzola


Musica e Arena
duelli armonici
tutte le domeniche dal 28 novembre 2010 al 30 gennaio 2011 alle 9.30 e alle 11.30

Musica E Arena - Milano

Scarica il Calendario Completo di "Musica&Arena"

Domenica 9 Gennaio ore 9.30 e ore 11.30
AMOR SACRO E AMOR PROFANO ( Scarica il programma )
LORENZO MUNARI
fisarmonica ( biografia )
VALENTINA VANINI
mezzosoprano ( biografia )

Una formazione inusuale e suggestiva per la ricchezza dei timbri, flessibilità e facilità dell'ascolto per un originale excursus da Caccini a Schubert, passando per Pergolesi e Haendel. L’intento è quello di raccontare la storia dei due generi, sacro e profano, che, per molto tempo, si sono scambiati non solo compositori e forme musicali ma anche melodie e strumenti. In allegato programma dettagliato, biografie, foto

Duelli, contrasti, incontri e scontri, fusioni, fratture, armonie e dissonanze, questi gli ingredienti della terza edizione della rassegna alla Sala Appiani dell'Arena Civica di Milano, iniziativa promossa dal Comune di Milano, Settore Sport e Tempo Libero e realizzata da Amici della Musica Milano. Edizione che conferma la linea artistica dei concerti e spettacoli “intorno ai contrasti” fra forme musicali, generi, strumenti, storie...

Importante novità di quest'anno è il doppio appuntamento. Raccogliendo infatti le richieste del pubblico si è deciso di duplicare, letteralmente, gli spettacoli, per i più mattinieri alle 9,30, per chi vuole godere il sonno domenicale, alle 11.30. Come già nelle precedenti edizioni, la rassegna non chiude durante le ferie natalizie, anzi, propone le date del 26 dicembre e del 2 gennaio.

E ne vedremo (anzi, ascolteremo) delle belle! Contrasti storici come quello fra Napoleone e Cherubini, (28 novembre) o stilizzati nella danza, come la danza dei coltelli, della Pizzica Scherma, (30 gennaio) sfide in famiglia, come fra i due fratelli e chitarristi Ferra, (16 gennaio) o sfide enigmistiche, con il Complesso di Edipo (5 dicembre).
E poi duelli che sono invece più ricerche di punti di contatto, come quello fra il flamenco, il tango e la canzone napoletana, Encanto (2 gennaio) o fra il jazz e la musica classica di Bach, Schumann, Scriabin, (23 Gennaio) del Rudy Migliardi quartet.
La curiosa storia di uno strumento che avrebbe dovuto sostituirne un altro (26 dicembre - Organo Hammond vs Organo classico) e quella di due generi musicali, sacro e profano, che condivisero non solo i compositori ma anche composizioni, forme e melodie (9 gennaio).
Uno spettacolo comico, imperdibile, Smoking Chopin (19 dicembre) e un assaggio di differenti dissonanze musicali (2 dicembre).

Dopo cotanti scontri e duelli non resta che sanare i contrasti con un momento di convivialità! Come nelle precedenti edizioni, infatti, gli spettacoli saranno preceduti (dalle 9.00) o seguiti (dopo il concerto delle 11.30) da una degustazione di prodotti della provincia milanese.

L' ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria:
La prenotazione si effettua telefonando al 345.4220303 il giorno antecedente la data del concerto, dalle ore 10 alle ore 17. Prenotando si ha diritto ad un tagliando di ingresso da ritirarsi presso la sede dei concerti.
Per gli spettacoli del 26 dicembre e del 2 gennaio la prenotazione è anticipata rispettivamente ai giorni 23 e 30 dicembre. La prenotazione è da ritenersi valida fino a 10 minuti prima dell'inizio dei concerti.

INFO: Comune di Milano - Settore Tempo Libero
tel. 0288464127/58165 www.comune.milano.it

Amici della Musica Milano
tel. 02.89122383 www.amicidellamusicamilano.it

PRENOTAZIONI
345.4220303 il giorno antecedente la data del concerto, dalle ore 10 alle ore 17

LE PROSSIME DOMENICHE

Domenica 16 Gennaio ore 9.30 e ore 11.30
JAZZ IN BACH, SCHUMANN, SCRIABIN, ROTA...
RUDY MIGLIARDI QUARTET: Rudy Migliardi trombone, Roberto Olzer
pianoforte, Marco Mistrangelo contrabbasso, Marco Castiglioni batteria

Domenica 23 Gennaio ore 9.30 e ore 11.30
BEBO + MASSIMO FERRA: FERRA VS FERRA
Bebo Ferra e Massimo Ferra, chitarre

Domenica 30 Gennaio ore 9.30 e ore 11.30
PIZZICA SCHERMA: LA DANZA DEI COLTELLI
Compagnia Arakne Mediterranea
Compagnia di Scherma Salentina


Musica e Arena
duelli armonici

Musica E Arena - Milano

tutte le domeniche dal 28 novembre 2010 al 30 gennaio 2011
alle 9.30 e alle 11.30

Duelli, contrasti, incontri e scontri, fusioni, fratture, armonie e dissonanze, questi gli ingredienti della terza edizione della rassegna alla Sala Appiani dell'Arena Civica di Milano, iniziativa promossa dal Comune di Milano, Settore Sport e Tempo Libero e realizzata da Amici della Musica Milano. Edizione che conferma la linea artistica dei concerti e spettacoli “intorno ai contrasti” fra forme musicali, generi, strumenti, storie...

Importante novità di quest'anno è il doppio appuntamento. Raccogliendo infatti le richieste del pubblico si è deciso di duplicare, letteralmente, gli spettacoli, per i più mattinieri alle 9,30, per chi vuole godere il sonno domenicale, alle 11.30. Come già nelle precedenti edizioni, la rassegna non chiude durante le ferie natalizie, anzi, propone le date del 26 dicembre e del 2 gennaio.

E ne vedremo (anzi, ascolteremo) delle belle! Contrasti storici come quello fra Napoleone e Cherubini, (28 novembre) o stilizzati nella danza, come la danza dei coltelli, della Pizzica Scherma, (30 gennaio) sfide in famiglia, come fra i due fratelli e chitarristi Ferra, (16 gennaio) o sfide enigmistiche, con il Complesso di Edipo (5 dicembre).
E poi duelli che sono invece più ricerche di punti di contatto, come quello fra il flamenco, il tango e la canzone napoletana, Encanto (2 gennaio) o fra il jazz e la musica classica di Bach, Schumann, Scriabin, (23 Gennaio) del Rudy Migliardi quartet.
La curiosa storia di uno strumento che avrebbe dovuto sostituirne un altro (26 dicembre - Organo Hammond vs Organo classico) e quella di due generi musicali, sacro e profano, che condivisero non solo i compositori ma anche composizioni, forme e melodie (9 gennaio).
Uno spettacolo comico, imperdibile, Smoking Chopin (19 dicembre) e un assaggio di differenti dissonanze musicali (2 dicembre).

Dopo cotanti scontri e duelli non resta che sanare i contrasti con un momento di convivialità! Come nelle precedenti edizioni, infatti, gli spettacoli saranno preceduti (dalle 9.00) o seguiti (dopo il concerto delle 11.30) da una degustazione di prodotti della provincia milanese.

L' ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria:
La prenotazione si effettua telefonando al 345.4220303 il giorno antecedente la data del concerto, dalle ore 10 alle ore 17. Prenotando si ha diritto ad un tagliando di ingresso da ritirarsi presso la sede dei concerti.
Per gli spettacoli del 26 dicembre e del 2 gennaio la prenotazione è anticipata rispettivamente ai giorni 23 e 30 dicembre. La prenotazione è da ritenersi valida fino a 10 minuti prima dell'inizio dei concerti.

INFO: Comune di Milano - Settore Tempo Libero
tel. 0288464127/58165 www.comune.milano.it

PRENOTAZIONI
345.4220303 il giorno antecedente la data del concerto, dalle ore 10 alle ore 17

MUSICA E ARENA

dal 28 Novembre 2010 al 30 Gennaio 2011
Sala Appiani, Arena Civica
viale Byron, 2 - Milano

CALENDARIO

Domenica 28 Novembre ore 9.30 e ore 11.30
NAPOLEONE, LA MUSICA E CHERUBINI: STORIA DI UN RIFIUTO

Külli Tomingas mezzosoprano, Piercarlo Sacco violino, Luca Schieppati pianoforte

Il nostro primo appuntamento è dedicato a chi volle l'Arena Civica, affidandone il progetto all'architetto Canonica: Napoleone Bonaparte.
Ascolteremo alcuni degli Autori da lui prediletti, come Paisiello e Spontini, insieme ad altri musicisti coevi che, pur non entrando direttamente in contatto con l'Imperatore, seppero cogliere gli slanci e le contraddizioni dell'epoca napoleonica: Rossini, definito da Stendahl “il Napoleone della musica”; Beethoven, che prima scrisse e poi strappò la dedica al Bonaparte della Sinfonia “Eroica”; Paganini, che per qualche anno fu a Lucca maestro di Elisa Bonaparte.
Un particolare rilievo abbiamo riservato a Luigi Cherubini, sia per il ricorrere del 250° della nascita, sia per metterne in risalto, assieme alle virtù musicali, anche quelle del carattere: fu uno dei pochi infatti a saper dire di “no” a Napoleone quando questi, incontratolo a Vienna, gli chiese di seguirlo a Parigi; l'orgoglioso maestro preferì rifiutare, memore di alcuni appunti mossi dal sovrano alla sua musica.

Domenica 5 Dicembre ore 9.30 e ore 11.30
IL COMPLESSO DI EDIPO: MUSICA ED ENIGMISTICA

Lucio Bigi enigmista, Tiziano Bellelli chitarra

Cos’hanno in comune enigmistica e musica? Il Complesso di Edipo. Ch’è sì un riferimento al mito e all’indovinello della Sfinge, come pure a una teoria psicanalitica, ma soprattutto è il complesso, nella fattispecie un duo: l’enigmista Lucio Bigi e Tiziano Bellelli alla chitarra. E' a dir poco curioso, infatti, notare come i termini “giocare” e “suonare” in altre lingue si traducano nello stesso identico modo: in inglese (to play), in francese (jouer) e pure in tedesco (spielen). La ragion d'essere e la logica di questo spettacolo è proprio questa: utilizzare due fra i più straordinari strumenti di libertà e di comunicazione, la parola e la musica, e assemblarle in forma giocosa e desueta, creando uno spettacolo unico nel suo genere, divertente e nel quale anche il pubblico è continuamente parte attiva.

Domenica 12 Dicembre ore 9.30 e ore 11.30
LE
DISSONANZE
QUARTETTO D'ARCHI MANTEGNA: Roberto Noferini violino, Serena Canino violino, Luca Moretti viola, Matteo Pigato violoncello

I “duelli armonici”, in musica, sono le dissonanze, ne ascolteremo in tre brani, degli infiniti esempi possibili: nel celeberrimo quartetto per archi K 465 di Mozart, detto "delle Dissonanze", noto anche per i tentativi di correzione di eminenti studiosi che interpretarono come "errori" le dissonanze usate; in alcuni Contrappunti bachiani dell'Arte della Fuga, dissonanti sì ma proprio perchè scritti con un linguaggio contrappuntistico; infine in un quartetto di John Cage, String quartet in four part, del 1950, in cui la dissonanza non è più in funzione dialettica con la consonanza ma finisce per appartenere ad un altro lessico armonico, organizzato, in questo caso, in un percorso estremamente personale ma non per questo meno affascinante ed espressivo.

Domenica 19 Dicembre ore 9.30 e ore 11.30
SMOKING CHOPIN
La sfida della comicità
TEATRO DEL CHIODO: Thomas Usterli, violino, Lorenzo Manetti, pianoforte

Mimi, clown, acrobati ma soprattutto validissimi musicisti, Thomas e Lorenzo raccontano la musica attraverso sketch esilaranti che prendono spunto dai “tic“ dei concertisti o dalle miriadi di piccoli incidenti che possono accadere sul palcoscenico. Con grande stupore ci si accorge quasi subito che le gags e tutte le abilità messe in gioco non sono altro che un modo naturalissimo di narrare, chiarire e svelare, con grande coerenza, le intime trame della musica.

Domenica 26 Dicembre ore 9.30 e ore 11.30
ORGANO VS HAMMOND

Alberto Marsico, organo classico e organo Hammond, Gio Rossi, batteria

La storia del hammondnato come strumento da chiesa, che avrebbe dovuto sostituire il più ingombrante e costoso organo a canne, diventato voce del jazz, del blues, della musica gospel e, in misura inizialmente minore ma poi sempre crescente, del rock e del pop. Accanto l’organo classico per un suggestivo confronto di timbri, epoche, repertori. Entrambi gli strumenti saranno a disposizione di Alberto Marsico, musicista, compositore ma anche virtuoso e studioso dell’hammond.

Domenica 2 Gennaio ore 9.30 e ore 11.30
ENCANTO

FLAMENCO TANGO NEAPOLIS: Salvo Russo, pianoforte, voce e percussioni, Giovanna Famulari, violoncello e voce, Lucio Pozone chitarra flamenca e Massimo De Lorenzi, chitarra
Danza: Alessia Demofonti baile flamenco, Daniela Demofonti e Lucas Gatti tango argentino.

Encanto è uno spettacolo dalle atmosfere vivaci, romantiche e suggestive: un viaggio che parte dal cuore della Napoli viscerale, tocca la passione della cultura gitano-andalusa e giunge alla sensualità e all’eleganza dell’anima del popolo porteño.
Le musiche, composizioni originali e arrangiamenti, rappresentano l’essenza di una contaminazione che unisce le tre culture e che, attraverso l’arte, diventa espressione di un linguaggio unico ed universale.
E’ così che “Tu sì ‘na cosa grande” diventa la musa che ispira la pasiòn flamenca, che “Maruzzella” ricrea l’atmosfera delle milonghe argentine e che “Scalinatella” irrompe con tutta l’energia dell’espressività napoletana in una vera e propria “juerga flamenca”. Encanto è “l’incantesimo” che si rivela attraverso l’arte della musica e della danza in uno spettacolo tutto da assaporare e soprattutto da vivere.

Domenica 9 Gennaio ore 9.30 e ore 11.30
AMOR SACRO E AMOR PROFANO

Lorenzo Munari, fisarmonica - Valentina Vanini, mezzosoprano

Una formazione inusuale e suggestiva per la ricchezza dei timbri, flessibilità e facilità dell'ascolto per un originale excursus da Caccini a Schubert, passando per Monteverdi e Mozart. L’intento è quello di raccontare la storia dei due generi, sacro e profano, che, per molto tempo, si sono scambiati non solo compositori e forme musicali ma anche melodie e strumenti.

Domenica 16 Gennaio ore 9.30 e ore 11.30
JAZZ IN BACH, Schumann, Scriabin, Rota...

RUDY MIGLIARDI QUARTET: Rudy Migliardi trombone, Roberto Olzer pianoforte, Marco Mistrangelo contrabbasso, Marco Castiglioni batteria

Il programma, ad un occhio distratto, potrebbe anche apparire quello di un concerto classico: Bach, Schumann, Scriabin...Ma il quartetto di Rudy Migliardi riserva agli ascoltatori una bella sorpresa, quella di aver saputo rovesciare gli ormai troppo scontati schemi di trascrizioni di melodie celebri in chiave jazz, perchè questo quartetto ci conduce nella scoperta o riscoperta di quanto ci sia “di jazz” nelle composizioni di Bach, ma anche in quelle di Schumann, Scriabin, Rota... Un bel progetto di Rudy Migliardi, trombonista con un grande carriera alle spalle, come tanti jazzisti con una solida formazione classica tanto che i suoi primi contratti da musicista furono alla Scala di Milano, successivamente nell'orchestra del Regio di Torino, e soltanto dopo qualche anno nell'Orchestra Ritmica della Rai di Torino.

Domenica 23 Gennaio ore 9.30 e ore 11.30
BEBO + MASSIMO FERRA: FERRA VS FERRA

Bebo Ferra e Massimo Ferra, chitarre

Due straordinari chitarristi, fratelli, tra i più attivi nella scena nazionale e punti di riferimento per la chitarra jazz, dopo vent'anni di lontananza artistica e geografica (Massimo in Sardegna, Bebo a Milano) si riuniscono per realizzare insieme un progetto in cui prevale la dimensione acustica delle chitarre classiche e folk, o a dodici corde. Due chitarre per due stili molto diversi.

Domenica 30 Gennaio ore 9.30 e ore 11.30
PIZZICA SCHERMA: LA DANZA DEI COLTELLI

L’amicizia, l’ amore, l’odio, la vendetta
COMPAGNIA ARAKNE MEDITERRANEA
COMPAGNIA DI SCHERMA SALENTINA

La danza dei Coltelli è una danza rituale di coppia, a tema antagonista, che in passato prevedeva la presenza di coltelli nelle mani dei danzatori e radunava i migliori suonatori di tamburello attorno ad interminabili ronde di danze e sfide, che si protraevano per tutta la notte. Oggi i coltelli sono sostituiti dalle dita indice e medio della mano, che colpiscono, come armi affilate, il petto dell’avversario, il tutto accompagnato da movimenti danzanti agili ed eleganti. E' prevalentemente danzata da uomini e si accompagna con tamburelli e armonica a bocca a ritmo di tarantella-pizzica: le azioni, i gesti, gli attacchi e le parate derivano dagli antichi codici d'onore e di rispetto che regolavano la gerarchia e le dispute nel mondo degli zingari commercianti di cavalli.

INFO:
Comune di Milano - Settore Tempo Libero
tel. 0288464127/58165 www.comune.milano.it

Amici della Musica Milano
tel. 02.89122383 www.amicidellamusicamilano.it

Ufficio Stampa
Gemma Marchegiani

PRENOTAZIONI
345.4220303 il giorno antecedente la data del concerto, dalle ore 10 alle ore 17



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2011-02-24 15:29:15
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.