sfondo endy
Ottobre 2021
eventiesagre.it
Ottobre 2021
Numero Evento: 21169934
Eventi Festival
Passaggi Festival
9° Festival Della Saggistica
Date:
Dal: 18/06/2021
Al: 25/06/2021
Dove:
Logo Comune
Marche - Italia
Contatti
Fonte
PASSAGGI Festival Saggistica - Ufficio Stampa
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc
artisticamente-2017-desk 300x250
bollicine in villa

Passaggi Festival

9° Festival Della Saggistica

Da Venerdì 18 a Venerdì 25 Giugno 2021 -
Fano (PU)

Passaggi Festival - Fano

Pronta a partire la nona edizione

PASSAGGI FESTIVAL: UN’ONDA DI LIBRI VISTA MARE
Cento eventi, ottanta titoli, novanta autori e sessanta ospiti tra giornalisti e personaggi della cultura a Fano (PU)
dal 18 al 25 giugno

Pronta a partire, a Fano, nelle Marche, dal 18 al 25 giugno, la nona edizione di Passaggi Festival della saggistica, il più grande evento estivo italiano dedicato al libro, patrocinato dal Ministero della Cultura, realizzato col contributo di Comune di Fano, Regione Marche, Coop Alleanza 3.0 e altri sponsor privati.

Ideato e diretto dal giornalista Giovanni Belfiori e curato insieme con Ludovica Zuccarini, il festival metterà in campo l’edizione più lunga di sempre: otto giorni di eventi tra centro storico e zona balneare. Presentazioni di libri, laboratori, conversazioni sulla scienza, mostre d’arte, passeggiate letterario-architettoniche, per un totale di oltre cento eventi, ottanta titoli, novanta autori, sessanta ospiti tra giornalisti e personaggi della cultura. Un’onda di ‘libri vista mare’ che occuperà le otto sedi del Festival tra cui si contano alcuni dei luoghi più belli e suggestivi della città, come la San Francesco, ex chiesa a cielo aperto, la Corte Malatestiana, la centrale piazza XX Settembre, il complesso del Pincio.

Il perno è la saggistica con finestre su altri generi come la poesia, dove sono in programma la presentazione dei finalisti del Premio Fortini e una conversazione con Mariangela Gualtieri, la letteratura straniera di area balcanica, con Tom Kuka, Premio Unione Europea per la Letteratura, i graphic novel con Davide Toffolo e Alessandro Baronciani.

Tre quest’anno i riconoscimenti conferiti dal festival: il Premio Andrea Barbato per il Giornalismo ad Ahmet Altan, da poco liberato dalle carceri turche, il Premio Passaggi a Roberto Vecchioni e, novità 2021, il Premio Fuori Passaggi assegnato a Cesare Cremonini. Tra gli autori di saggistica, dei libri che spiegano il mondo che ci circonda, ci saranno Giulio Busi, Antonio Di Bella, Telmo Pievani, Antonella Viola, Mario Calabresi, Rula Jebreal, Luigi Manconi, Beppe Severgnini e tanti altri. Peculiarità di questa edizione sarà la presenza di numerosi personaggi della musica, del teatro del cinema, dello spettacolo che, in questo anno di fermo forzato dalla pandemia, hanno scritto e pubblicato libri, come Levante, Alessio Boni, Marisa Laurito, Roberto Vecchioni, Justine Mattera, Asia Argento, Willie Peyote, Cesare Cremonini, Piero Pelù e, in collegamento da Los Angeles, un mito del cinema mondiale, l’attrice Sharon Stone. A chiudere il festival, venerdì 25 giugno alle ore 23.15 sarà il ‘discorso notturno’ del presidente di Passaggi, Nando dalla Chiesa, sul tema dell’edizione 2021: “D’infinito e provvisorio”.

Il programma

Sul palco di piazza XX Settembre, per tutti i giorni del festival, quindici incontri della rassegna di saggistica “Libri in Piazza”. Si comincia venerdì 18 con Antonio Di Bella e il suo ultimo libro “L’assedio” (Rai Libri), intervistato da Nicoletta Tamberlich, seguito dalla giornalista e attivista turca Yasemin Çongar che converserà con Marino Sinibaldi e ritirerà il Premio Andrea Barbato a nome dello scrittore e giornalista Ahmet Altan, ancora senza passaporto pur essendo stato recentemente liberato dalla lunga detenzione nelle prigioni di Erdogan.  Sabato 19 Telmo Pievani e il cartografo Francesco Ferrarese per “Viaggio nell’Italia dell’Antropocene” (Aboca) dialogheranno con Massimo Cirri, e Alessio Boni con “Mordere la nebbia” (Solferino) sarà intervistato da Elisabetta Stefanelli. Domenica 20 Alessandra Longo intervisterà l’immunologa Antonella Viola, autrice di “Danzare nella tempesta” (Feltrinelli) e Elisabetta Stefanelli con Giampiero Mughini e il suo “Nuovo dizionario sentimentale” (Marsilio). “Il bello di vivere due volte” (Rizzoli) è il titolo del libro scritto dalla diva hollywoodiana Sharon Stone che lo presenterà al pubblico del festival lunedì 21 in collegamento insieme a Silvia Bizio dagli Stati Uniti e con, sul palco, Paolo Mereghetti e Giovanni Belfiori, a seguire si parlerà di “Il Carnevale di Fano” (Ente Carnevalesca) con l’autore Enrico Tosi e con Maria Flora Giammarioli, Enrico Fedocci e Massimo Foghetti. Martedì 22 salirà sul palco Annalisa Cuzzocrea autrice del libro “Che fine hanno fatto i bambini” (Piemme) che si confronterà con Giorgio Santelli e Marisa Laurito con “Una vita scapricciata” (Rizzoli) intervistata da Flavia Fratello. Mercoledì 23 la consegna del Premio Passaggi a Roberto Vecchioni che sul palco presenterà il suo ultimo libro “Lezioni di volo e di atterraggio” (Einaudi), intervistato da Simonetta Fiori, e l’imprenditore Matteo Meletti che, conversando con Alfredo Antonaros presenterà la biografia aziendale di uno dei marchi storico marchigiani “Meletti. L’aristocrazia dei liquori italiani” (Capponi). Giovedì 24 ospiti in piazza saranno Beppe Severgnini co-autore di “Il secolo lungo di Montanelli” (Solferino) e Mario Calabresi, quest'ultimo intervistato da Silvia Calandrelli sul libro “Quello che non ti dicono” (Mondadori). La rassegna di piazza XX Settembre chiude venerdì 25 con tre incontri, Marco Politi, “Francesco. La peste, la rinascita (Laterza), con Liliana Cavani, Rula Jebreal, “Il cambiamento che meritiamo” (Longanesi), con Maria Novella De Luca e, evento speciale conclusivo 2021 legato al tema di questa edizione, “Discorso notturno: D’infinito e provvisorio” di Nando dalla Chiesa.

Pur restando punto fermo la saggistica, da alcuni anni il festival ha finestre aperte su narrativa e poesia con rassegne alla San Francesco. Per la poesia gli appuntamenti saranno con Fabio Pusterla, domenica 20; con i poeti Roberto Ariagno, Denata Ndreca e Marco Ferri nella serata dedicata a Dante, martedì 22; con le poetesse Elisa Donzelli e Franca Mancinelli nella serata “Editori coraggiosi”,  mercoledì 23. Giovedì 24 il festival ospiterà la presentazione dei finalisti del Premio Letterario Internazionale Franco Fortini (Alessandra Carnaroli, Luciano Cecchinel, Lorenzo Mari, Roberto Minardi, Laura Pugno) che converseranno con Fabrizio Lombardo, mentre la giornata conclusiva, venerdì 25, sarà dedicata a uno dei nomi più interessanti del panorama poetico italiano: Mariangela Gualtieri che dialogherà con Roberto Galaverni nella serata “La Lettura”.

“Europa/Mediterraneo” è la rassegna dedicata alla narrativa straniera di area balcanica con quattro presentazioni da martedì 22 a venerdì 25: l’albanese Vera Bekteshi, “La villa con due porte” (Besa-Muci) e la serba Tatjana Dordevic Simic, “Il pioniere” (Besa-Muci), entrambe intervistate da Anna Lattanzi, l’albanese Tom Kuka, pseudonimo di Enkel Demi, Premio dell'Unione Europea per la Letteratura autore di “L’Ora del male” (Besa-Muci) che converserà con Carolina Iacucci e la Responsabile Culturale dell’Ambasciata della Repubblica d’Albania Ledia Mirakaj, e la serba Marina Lalovic, “La cicala di Belgrado” (Bottega Errante) con Anna Lattanzi.

Sempre alla San Francesco gli incontri delle rassegne “Anno per Anno”, curata da Marino Sinibaldi, con Luigi Manconi (venerdì 18) e Armando Massarenti (sabato 19), “Libri alla San Francesco” con Leonardo Caffo (venerdì 18), Guia Soncini (sabato 19), Paolo Mereghetti (lunedì 21), Stefano Pivato (martedì 22), Giulio Busi (mercoledì 23), Giuditta Giardini, Roberta Capozucca e Carolina Iacucci (giovedì 24), Alessandro Milan (venerdì 25), “Passaggi di Benessere - Mente Corpo Anima” con Pier Luigi Rossi (venerdì 18), Alessandro Martella e Federica Osti (sabato 19), Francesco Annibali (lunedì 21), Justine Mattera (martedì 22), Daniele Egidi (mercoledì 23), Umberta Telfener (giovedì 24), e Stefano Bartolini (venerdì 25).

Il Pincio sarà anche quest’anno luogo d’elezione per i più giovani e per gli appassionati di musica, social e graphic novel. Due le rassegne in calendario: la prima, “Fuori Passaggi”, porterà sul palco nomi molto popolari dello spettacolo e della canzone: Levante (venerdì 18), Andrea Pennacchi e Giorgio Gobbo (sabato 19), Le Coliche (domenica 20), Asia Argento (lunedì 21), Willie Peyote e Giuseppe Civati (martedì 22), Guido Catalano e Luca Bottura (mercoledì 23), Camihawke e Piero Pelù (venerdì 25). Nell’ambito della rassegna, in programma la consegna del Premio Fuori Passaggi al cantautore Cesare Cremonini (giovedì 24) che nell’occasione presenterà il suo libro “Let them talk” (Mondadori). Il mondo del libro a fumetti sarà invece protagonista di “Passaggi fra le nuvole”, ospiti Davide Toffolo (venerdì 18), Davide Reviati (sabato 19), Manuele Fior (lunedì 21), Alessandro Baronciani (martedì 22), Sara Colaone (mercoledì 23), Paolo Castaldi (giovedì 24).

 “Buongiorno Passaggi. Libri a colazione” la rassegna del mattino con caffè e quotidiano a due passi dal mare raddoppia. Nuova sede di fronte al mare nello stabilimento di Bagni Torrette dove sono attesi Giada Palma (venerdì 18), Francesco Patrik Luzi (sabato 19), Chiara Giacobelli (giovedì 24), Francesca Giommi (venerdì 25). Mentre sul lungomare del Lido ai tavolini del Bon Bon Art Cafè saranno ospiti Lucio Zanca (venerdì 18), Lidia Pupilli (sabato 19), Mauro Mandrioli (lunedì 21), Annarita Briganti (martedì 22), Gianluca Gazzoli (mercoledì 23), Giulia Guazzaloca (giovedì 24), Chiara Alessi (venerdì 25).

Novità e conferme anche per gli appuntamenti dedicati ai più piccoli: alla Mediateca Montanari Memo torna la rassegna “Piccoli asSaggi, la saggistica per diventare grandi” che si apre (martedì 22) con Luigi Garlando e il suo “Vai all’inferno Dante” (Rizzoli) a ricordare l’anniversario dei 700 anni dalla morte del sommo poeta, prosegue con Lia Celi (mercoledì 23), Andrea Franzoso (giovedì 24) e Valentina Cavallaro (venerdì 25). Dedicata alla filosofia per i più piccoli la rassegna “Chiedersi perché. Libri filosofici per bambine e bambini” che apre (venerdì 18) con Alba Sala “Quel dormiglione di Cartesio/Quel criticone di Kant” (Edizioni Sonda), prosegue con Daniele Aristarco (sabato 19), “Corso di filosofia in tre secondi e un decimo” (Einaudi Ragazzi) e Sabrina D’Alessandro (lunedì 21) “Accendipensieri” (Rizzoli ). Tutti gli appuntamenti sono alle 18.30. Sempre alla Memo, da non perdere per i bambini da 6 a 12 anni, i laboratori a cura dei docenti dell’Università di Camerino che approfondiranno i temi della scienza, dall’informatica alla chimica, e della natura con classi dedicate al disegno. Per i piccoli, dai 4 ai 7 anni, la novità dei laboratori didattici sull’economia circolare in programma ai Giardini Leopardi in centro storico, promossi col contributo del Ministero della Transizione Ecologica e il patrocinio di Agenda 2030.

Nella sala da tè “L’Uccellin Bel Verde”, tra i vicoli del centro storico, sono confermati i “Calici di scienza”, aperitivi e conversazioni con il rettore Claudio Pettinari e i docenti dell’Università di Camerino. Tre le mostre d'arte, fra cui spicca quella su Bruno Bozzetto e Giorgio Valentini, ospitata alla Mediateca Montanari; le altre due esposizioni sono la mostra di ricamo “Infinite e provvisorie memorie del filo” di Ilaria Margutti (Enoteca Terra) e “Centraledicola”, mostra di fotografia dell'Associazione Centrale Fotografia. Infine, dedicata all’anniversario dantesco anche la visita guidata “Fano ai tempi di Dante Alighieri” (domenica 20).

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito, nel rispetto dei protocolli anti-Covid e delle norme di legge. Il programma completo e le modalità di prenotazione e ingresso agli eventi sono online nel sito della manifestazione www.passaggifestival.it


Roberto Vecchioni Premio Passaggi, il giornalista turco Ahmet Altan Premio “Andrea Barbato”, Cesare Cremonini Premio Fuori Passaggi
ASSEGNATI I RICONOSCIMENTI 2021 DI PASSAGGI FESTIVAL

Saranno consegnati durante la nona edizione della manifestazione letteraria dedicata alla saggistica a Fano dal 18 al 25 giugno

Costituiscono riconoscimenti al valore e alla forza della parola, i premi di Passaggi Festival della Saggistica di Fano per il 2021, che saranno assegnati ai cantautori Roberto Vecchioni (Premio Passaggi) e Cesare Cremonini (Premio Fuori Passaggi) e al giornalista Ahmet Altan (Premio Andrea Barbato), liberato qualche giorno fa dalle prigioni turche.
Roberto Vecchioni, tra i più noti cantautori italiani, scrittore, paroliere e per tanti anni a contatto con i ragazzi nella sua professione di docente, ritirerà il Premio Passaggi mercoledì 23 giugno sul palco di piazza XX Settembre dove presenterà anche il suo ultimo libro “Lezioni di volo e di atterraggio” (Einaudi). Il premio, attribuito dal comitato scientifico del festival a personalità che si sono distinte nell’attività di studio e di diffusione dei saperi, riconosce a Vecchioni il merito di “aver annodato la conoscenza alla passione, le nozioni agli affetti, l’apprendimento all’emozione, la fatica di imparare alla gioia esultante della curiosità e della scoperta” attraverso le parole cantate, scritte ed insegnate in una lunga e prolifica carriera che ha inciso non soltanto sulla musica, ma anche sulla cultura del nostro Paese.
Particolarmente significativa quest’anno l’assegnazione del Premio Andrea Barbato al giornalismo, che sarà conferito venerdì 18 giugno ad Ahmet Altan, giornalista e scrittore turco, autore del libro “Non rivedrò più il mondo” (Solferino). Accusato di cospirazione e condannato all’ergastolo nel 2018 dal regime di Erdogan, Altan è stato liberato mercoledì scorso ma la sua presenza a Fano resta un’incognita mentre è confermata la partecipazione della giornalista ed attivista turca Yasemin Çongar. La motivazione del premio, conferito in accordo con la famiglia Barbato in memoria del noto giornalista scomparso nel 1996, fa riferimento all’essenza della professione: “per aver onorato la missione più alta del giornalismo: raccontare la verità a ogni costo, sostando nelle zone opache della realtà con la volontà paziente di rischiararle”.
Infine la novità del Festival: il Premio Fuori Passaggi istituito nell’ambito della rassegna dedicata a ‘Music & Social’, che sarà assegnato giovedì 24 giugno a Cesare Cremonini (Pincio di Fano, ore 21.15). Cantautore dalla spiccata sensibilità e autore del libro “Let them talk” (Mondadori), Cremonini sarà premiato, come si legge nella motivazione, “per aver tradotto in versi di canzone sentimenti spesso ineffabili o sfumati, le emozioni contraddittorie di un’intera generazione sospesa tra paura e desiderio d’amare”.

I Premi di Passaggi Festival
Premio Passaggi: 2013 Sergio Zavoli, 2014 don Luigi Ciotti, 2015 Massimo Fini, 2016 Gherardo Colombo, 2017 Gianni Minà, 2018 Liliana Segre, 2019 Massimo Recalcati, 2020 Nicola Crocetti
Premio giornalistico "Andrea Barbato": 2014 Corrado Stajano, 2015 Bernardo Valli, 2016 Corrado Augias, 2017 Ezio Mauro, 2018 Piero Angela, 2019 Riccardo Iacona, 2020 Giorgio Zanchini
Premio speciale Passaggi d'Arte: 2014 Tullio Pericoli


“EUROPA MEDITERRANEO”
LA FINESTRA DI PASSAGGI FESTIVAL SULLA LETTERATURA BALCANICA

Tra gli ospiti, giovedì 24 giugno, Tom Kuka vincitore del Premio  dell’Unione Europea per la Letteratura

Pagine di libro come un ponte sul mare: si chiama “Europa/Mediterraneo” la rassegna con la quale Passaggi Festival, l’evento dedicato alla saggistica diretto da Giovanni Belfiori, in calendario a Fano dal 18 al 25 giugno, apre anche quest’anno una finestra sulla letteratura balcanica. Quattro presentazioni librarie tutte in programma dalle 23 alla mezzanotte sotto le stelle dell’ex chiesa di San Francesco, monumento a cielo aperto nel centro storico della città.

Tra gli incontri spicca, giovedì 24 giugno, l’appuntamento con Tom Kuka, scrittore albanese, vincitore pochi giorni fa del Premio dell’Unione Europea per la Letteratura, che presenterà il suo libro “L’ora del male” (Besa – Livio Muci Editore), romanzo dal carattere magico che unisce toni cupi e delicatezza di espressione e che si delinea come un’epopea eroica, in grado di restituire al lettore le mille sfumature dell’animo umano. L’autore converserà con la responsabile culturale dell’ambasciata della Repubblica di Albania Ledia Mirakaj e con la critica letteraria Carolina Iacucci.

Un incontro significativo sarà anche quello con Vera Bekteshi (22 giugno) scrittrice nata a Tirana, autrice del libro “La villa con due porte” (Besa), romanzo/biografia nel quale racconta, a partire dalla propria storia e da quella della propria famiglia, il periodo più complicato della storia albanese, quello della dittatura di Enver Hoxha. Sul palco con l’autrice, ci sarà la critica letteraria Anna Lattanzi che converserà anche con le altre due scrittrici entrambe serbe, protagoniste degli incontri di mercoledì 23 e venerdì 25.

L’intreccio tra la storia individuale e quella di un popolo sarà il tema del primo di due incontri, dove protagonista sarà la giornalista e scrittrice serba Tatjana Simic Dordević che presenterà a Fano il libro “Il Pioniere” (Besa), romanzo nel quale le vicende di vita di un giovane, alla continua ricerca del proprio io, si fondono con la storia e i conflitti di un’intera nazione.

Chiuderà la rassegna Marina Lalović, una delle voci di Rai Radio 3 e giornalista di Rai News 24. L’autrice, di origine serba, ma in Italia da diversi anni, presenta il libro “La cicala di Belgrado” (Bottega Errante) un viaggio alla riscoperta della capitale serba, lasciata da Lalović nel 2000, poco prima della caduta di Milošević ed ora ‘riletta’ con uno sguardo insieme lucido e malinconico, nei suoi aspetti più intimi, a coglierne l’anima più profonda ed inedita.

Gli eventi si svolgeranno nel rispetto dei protocolli anti-Covid e delle norme di legge. Informazioni e programma completo su www.passaggifestival.it


Evento speciale conclusivo di Passaggi Festival 2021
NANDO DALLA CHIESA
“DISCORSO NOTTURNO" SULL'INFINITO E IL PROVVISORIO
Venerdì 25 giugno alle 23.15 dal palco di piazza XX Settembre il presidente del comitato scientifico del festival in un discorso informale tra pubblico e privato

Il cuore di Passaggi Festival 2021, otto giorni di libri dedicati alla saggistica in programma a Fano dal 18 al 25 giugno, sarà nel finale: venerdì 25 giugno, alle 23.15, quando Nando dalla Chiesa, presidente del Comitato scientifico del festival, salirà sul palco di piazza XX settembre, per l’evento conclusivo della manifestazione. Un 'discorso notturno' sull'infinito e il provvisorio, un discorso informale, che viaggerà tra pubblico e privato, tra la ragione e il sentimento e che trarrà ispirazione più dalla notte che dal giorno. Un modo per riflettere sul tema 2021 della manifestazione che sintetizza la nostra umanità e questo presente, fatti dell’istante prezioso perché irripetibile, e dell’inevitabile istinto a costruire proprio nella provvisorietà, ponti verso l’infinito. Un modo di chiudere il libro della nona edizione del festival dandosi appuntamento al prossimo anno, sempre con un altro libro, lì pronto da riaprire.

La partecipazione a tutti gli eventi del Festival è gratuita, le prenotazioni si raccolgono sul sito www.passaggifestival.it


PASSAGGI FESTIVAL
DAL 7 GIUGNO APERTE LE PRENOTAZIONI

Tutti i dettagli sul sito della manifestazione

Da lunedì 7 giugno si aprono le prenotazioni per gli eventi di Passaggi Festival 2021 in programma a Fano dal 18 al 25 giugno.

Lunedì 7 si comincia con le prenotazioni on-line sul sito di LiveTicket (www.liveticket.it/passaggi) per gli eventi di piazza XX Settembre e del Pincio, mentre da mercoledì 9 giugno, per gli stessi eventi, sarà possibile prenotarsi telefonicamente e di persona al Botteghino del Teatro della Fortuna (333.2680554).

Dal 9 giugno aperte anche le prenotazioni per le iniziative dedicate ai più piccoli, in programma alla Mediateca Montanari MEMO (0721.887834).

Gli eventi alla Chiesa di San Francesco, Bon Bon Lido, Bagni Torrette, L’Uccellin Bel Verde non hanno bisogno della prenotazione; anche nelle platee di Piazza e Pincio si potrà entrare senza aver prenotato, ma riservare il posto è consigliato sia per evitare la fila sia per garantirsi l’ingresso.

Per ovviare agli inconvenienti occorsi nella passata edizione al momento della prenotazione, sarà chiesto di sottoscrivere l’impegno ad avvisare il Festival qualora si decidesse di non partecipare. Nel 2020, infatti, molti hanno approfittato della gratuità per prenotare e poi non presentarsi senza avvisare della rinuncia. Con questo comportamento alcuni posti sono rimasti vuoti, impedendo ad altri di partecipare e recando conseguenti problemi all’organizzazione.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito e nel rispetto dei protocolli anti-Covid e delle norme di legge. I dettagli delle modalità di prenotazione e ingresso a tutte le presentazioni librarie e ai laboratori sono online sulla pagina dedicata del sito di Passaggi
(www.passaggifestival.it/prenotazioni-e-biglietti-per-passaggi-festival-2021/).


Passaggi Festival - Fano

PASSAGGI FESTIVAL E UNIVERSITÀ DI CAMERINO
COSTRUISCONO INSIEME OCCASIONI DI SAPERE

Laboratori per bambini e conversazioni con aperitivo.
Gli appuntamenti con la scienza al festival di Fano dal 21 al 25 giugno.

Si rinnova anche quest’anno la collaborazione tra Passaggi Festival, l’evento dedicato alla saggistica diretto da Giovanni Belfiori in programma a Fano, nelle Marche, dal 18 al 25 giugno e l’Università di Camerino: saranno due, infatti, gli appuntamenti realizzati con la collaborazione del magnifico rettore prof. Claudio Pettinari e la partecipazione dei docenti dell’università camerte.

A partire dai ‘Calici di scienza’, le conversazioni scientifiche all’ora dell’aperitivo, offerto dall’organizzazione e dalla sala da tè ‘L’Uccellin bel verde’, che dal 21 al 25 giugno alle 18.30, ospiterà gli appuntamenti nel centro storico di Fano. “Scienza e società sono un binomio inscindibile –spiega il rettore Unicam Claudio Pettinari- ce lo ha mostrato la pandemia dove l’unica soluzione per poterne uscire è stata proprio portata dalla scienza: il vaccino, ma non sempre viene comunicata nella maniera giusta. Unicam, da qualche anno partner di Passaggi Festival, prova a parlare di scienza in una maniera divulgativa, cercando di semplificare quelli che possono essere concetti anche un po’ più complicati. Davanti ad un bicchiere di vino o davanti ad un semplice aperitivo si può parlare anche dell’infinito universo, si possono affrontare temi come le onde gravitazionali oppure come gli errori nell’informatica o anche quanto la chimica possa influenzare un’opera d’arte. L’appuntamento è per ‘Calici di scienza’ con Unicam sempre protagonista”. Cinque gli incontri in programma: ‘L’universo: un infinito provvisorio’ con Flavio Travasso (21/6), ‘D’infinito e Provvisorio: la storia degli errori nell’informatica’ a cura di Barbara Re (23/6), ‘Virus e Vaccini: il provvisorio diventerà Infinito?’ con Guido Favia (24/6). Due gli appuntamenti che vedranno la partecipazione del magnifico rettore Claudio Pettinari con il docente Alessandro Del Priori e alcuni studenti Unicam: ‘E ritornammo a riveder le scienze’ (22/6) e ‘D’infinito e Provvisorio: scienza e arte’, che chiuderà la rassegna venerdì 25 giugno.

A cura dei docenti Unicam saranno anche i laboratori rivolti alle bambine e ai bambini dai 6 ai 12 anni, tutti ospitati nel giardino della Mediateca Montanari (inizio alle 17,30 - prenotazioni al numero 0721.887834 oppure scrivendo a memoinfo@comune.fano.pu.it).

“I laboratori proposti da Unicam non ci deludono mai –afferma la responsabile dei laboratori Maddalena Palestrini- l'aspetto che più mi colpisce è l'attenzione e la cura con cui il nostro piccolo pubblico partecipa agli esperimenti di chimica, di biologia, di informatica ed anche al racconto per immagini della flora e della fauna italiane. Materie che sembrano così distanti dal loro mondo, ma che proprio perché così lontane catturano tutta la loro curiosità e permettono loro di divertirsi, imparando qualcosa di nuovo”.

Si parte lunedì 21 giugno con l’appuntamento a cura di Corrado di Nicola sui colori della chimica alla scoperta di come creare slime e non solo, martedì 22 con Barbara Re si andrà, invece, alla ricerca dei colori dell’informatica, approfondendo un progetto di Unicam su come una formica, dotata di sensore di colore, modulo radio e due motori può modificare il proprio comportamento ed è in grado di influenzare il comportamento dell’intero sciame. Si prosegue mercoledì 23 con Stefania Scuri per conoscere il mondo dell’acqua e si chiude giovedì 24 con il laboratorio di disegno sui colori della natura, flora e fauna italiane, a cura di Francesco Petretti, docente Unicam e divulgatore televisivo.

Ai piccoli da 4 ai 7 anni Passaggi dedica una novità: i laboratori didattici sull’economia circolare promossi dai Centri di Educazione Ambientale (CEA) sul tema ‘Rifiuta il rifiuto: ricicla e riusa!’ che si svolgeranno nelle giornate del 18, 19 e 20 giugno all’interno dei giardini Leopardi nel centro storico di Fano (dalle 17 alle 21, prenotazioni direttamente sul luogo fino ad esaurimento posti).


Passaggi Festival - Fano

A PASSAGGI FESTIVAL
IL LIBRO DEI 150 ANNI DELLA DITTA MELETTI DI ASCOLI PICENO

Il racconto di un’eccellenza italiana ed il ritratto di un Paese a cavallo di tre secoli: Matteo Meletti ripercorre la storia della sua famiglia in una conversazione
con Alfredo Antonaros

La narrazione per immagini e parole di una storia aziendale che rappresenta un’eccellenza italiana, ma anche il ritratto del nostro Paese e del mondo a cavallo di tre secoli: è il tesoro racchiuso in “Meletti – L’aristocrazia dei liquori italiani” (Capponi Editore), tra i libri protagonisti della nona edizione di Passaggi Festival, la manifestazione dedicata alla saggistica diretta da Giovanni Belfiori, in calendario a Fano nelle Marche, dal 18 al 25 giugno. L’opera, che celebra i 150 anni dell’azienda di Ascoli Piceno, fondata dal Cavalier Silvio Meletti nel 1870 e tutt’ora di proprietà della famiglia arrivata alla quinta generazione, sarà presentata mercoledì 23 giugno alle 22 da Matteo Meletti che converserà sul palco di piazza XX Settembre con lo scrittore e giornalista Alfredo Antonaros.

Dalla piccola bottega di via Pretoriana 228 ad Ascoli Piceno, all’affermazione come eccellenza dell’arte liquoristica e dell’imprenditoria italiana, il libro racconta non soltanto la storia di una famiglia e della sua impresa, la capacità di difendere e far crescere un sogno, accogliere soddisfazioni e superare difficoltà, ma anche il rapporto, indissolubile, con il territorio e con la città di origine e le trasformazioni di un mondo -dei suoi mestieri, confini, abitudini, modi di stare insieme- che la Ditta Meletti ha saputo vivere da dentro, riuscendo ad interpretarle e, a volte, ad anticiparle, mantenendo immutata la cultura del lavoro e nella consapevolezza che c’è un tempo, quella della distillazione, che si deve assecondare.

Del libro, che ha ricevuto la Menzione Speciale “Montegrappa” per la valorizzazione dell’heritage aziendale alla V edizione del Premio Osservatorio Monografie d’Impresa, è stato omaggiato anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, nel ringraziare, si è complimentato per i risultati di grande prestigio ottenuti in Italia e all’estero dall’azienda in tanti anni di attività.


Passaggi Festival - Fano

Le mostre d’arte di Passaggi Festival
A FANO LA CULTURA È ANCHE PER IMMAGINI

A Passaggi Festival la cultura non si racconta soltanto con le parole: l’evento dedicato alla saggistica, al via a Fano nelle Marche venerdì 18 giugno, dedica infatti anche quest’anno uno spazio significativo all’arte figurativa.

Tre le mostre in programma dal 18 giugno al 25 luglio curate dall'art manager Paola Gennari: “Amicizia infinita… ma provvisoria” (Mediateca Montanari) vedrà in esposizione le opere di Bruno Bozzetto animatore, disegnatore e regista pluripremiato, già vincitore dell'Orso d'oro al Festival di Berlino e candidato al Premio Oscar nella categoria "Miglior cortometraggio d'animazione", e del fanese Giorgio Valentini per più di trent’anni, animatore, direttore creativo e regista della casa di produzione Bozzetto Film, conosciuta a livello nazionale e internazionale. L’allestimento, con opere che vanno dagli anni ’70 al 2000, sarà costituito da disegni, pubblicazioni originali, riproduzioni ed ingrandimenti che sono lo sviluppo creativo per la visualizzazione di film d’animazione e spot pubblicitari, alcuni dei quali, fra i più importanti, verranno proiettati ogni giovedì, fino al termine della mostra, nella saletta video della Memo. “Anche in questa edizione –spiega Paola Gennari- Passaggi Festival, attraverso la realizzazione di mostre d’arte contemporanea, non solo promuove l’importanza del linguaggio del nostro tempo, in termini socio-culturali, storici, scientifici, tecnologici, ma sviluppa anche temi fondamentali come la creatività, l’innovazione, l’educazione e la formazione. Nel format delle mostre programmiamo ogni anno di ospitare un artista locale con l’intento fondamentale di valorizzare l’arte e la cultura del nostro territorio provinciale”.

Sarà realizzata in collaborazione con Centrale Fotografia la mostra fotografica “Da casa a fuori, d’infinito e provvisorio” (Centraledicola) frutto di un progetto didattico nato da un’idea di Marcello Sparaventi e Paolo Giommi, che ne hanno curato anche le lezioni tecniche e teoriche, seguiti da venti inediti fotografi. Scatti che il geografo letterario Massimo Bini ha affiancato con la lettura e l’analisi di testi di grande letteratura scegliendo con cura i guadi e i passaggi vitali che esistono da sempre tra la fotografia e gli altri linguaggi espressivi.

Opere lavorate a ricamo a mano e merletto su tela, sono invece le protagoniste di “Infinite e provvisorie memorie del filo”, mostra dell’artista di Sansepolcro Ilaria Margutti che sarà ospitata nelle sale dell’Enoteca Terra. In esposizione, lavori che rimandano ad un’arte antica incentrati principalmente sul corpo femminile e che si interrogano  sul rapporto corpo-natura oltre che su concetti fondamentali come l’infinito, l’armonia, l’energia, la memoria, la storia e la spiritualità. In tal senso, l’utilizzo del filo e del ricamo è ricco di suggestioni create da un gesto, quello del cucire, del tenere insieme, che genera opere ancestrali ricche di riferimenti metaforici.

 


Passaggi Festival - Fano

UNO SPETTACOLO DI FESTIVAL: A PASSAGGI
JUSTINE MATTERA, MARISA LAURITO E WILLIE PEYOTE

Alla San Francesco Vera Bekteshi per la rassegna “Europa/mediterraneo”, la poesia di Roberto Ariagno, Denata Ndreca e Marco Ferri per l’anniversario dantesco, Stefano Pivato racconta la bicicletta come strumento di emancipazione

Storie di donne forti, capaci di affrontare i cambiamenti e di cambiare il mondo, l’anniversario dantesco celebrato con i poeti alla San Francesco e spiegato ai bambini nei giardini della Memoteca Montanari, le conversazioni scientifiche all’ora dell’aperitivo con i docenti dell’Università di Camerino. E ancora, la bicicletta come strumento di emancipazione, un dialogo franco e spensierato tra musica e cultura, l’originalità di un fumetto in scatola usato come una medicina e la condizione dei bambini, quasi invisibili, nell’epoca della pandemia che mette a rischio il nostro futuro. Sono alcuni dei temi protagonisti della quinta giornata di Passaggi Festival, l’evento dedicato alla saggistica che prosegue a Fano nelle Marche fino al 25 giugno.

Il programma di martedì 22 giugno:
Si inizia alle ore 9.30 con i libri di “Buongiorno Passaggi. Libri a Colazione”: ospite Annarita Briganti che presenta “Coco Chanel. Una donna del nostro tempo” (Cairo). Conversano con l’autrice il vice direttore di Passaggi Ludovica Zuccarini e Brigida Gasparelli dell’Ufficio Stampa del festival (Bon Bon Art Cafè – Lido di Fano). Caffè e quotidiano saranno offerti al pubblico.

Alla Mediateca Montanari proseguono gli appuntamento con i laboratori dell’Università di Camerino: questa volta Barbara Re racconterà ai più piccoli “I colori dell’informatica” (ore 17.30).
Ospite della rassegna “Passaggi di Benessere” sarà Justine Mattera con il suo libro “Just me” (Cairo) che converserà con Federica Seneghini, giornalista del Corriere della Sera. (ore 18.00 - Chiesa di San Francesco).
Alle 18.30 per la rassegna “Piccoli asSaggi - La saggistica per diventare grandi”, Luigi Garlando conversa con la direttrice del Sistema Bibliotecario di Fano Valeria Patregnani sul libro “Vai all’inferno Dante” edito da Rizzoli (Mediateca Montanari Memo).
Si rinnova l’appuntamento con i “Calici di scienza” le conversazioni scientifiche all’ora dell’aperitivo nella sala da tè “L’Uccellin bel verde” in centro storico. Tema dell’incontro sarà “E ritornammo a riveder le scienze” con la partecipazione del rettore Unicam Claudio Pettinari e del docente Alessandro Delpriori (ore 18.30).
Per la rassegna “Fuori Passaggi” Willie Peyote e Giuseppe Civati converseranno sul libro “Dov’è Willie?” edito da People (ore 21.00 Pincio) mentre ospite della rassegna “Passaggi fra le nuvole” dedicata alle graphic novel sarà Alessandro Baronciani con “Monokerostina” (Alessandro Baronciani Editore) che converserà con il critico di fumetti Alessio Trabacchini (ore 22.00 Pincio).

Continua la rassegna di poesia “Passaggi diVersi” che propone un incontro dedicato all’anno di Dante nei 700 anni dalla sua morte alla presenza di tre poeti che presenteranno le loro opere. Sul palco: Roberto Ariagno con “Il tempo di una muta” (Kurumuny), Denata Ndreca con “La ragazza del Ponte Vecchio” (Ensemble Editore) e Marco Ferri con il libro “Uscita Secondaria” (Manni editore). Gli autori converseranno con Fabrizio Lombardo poeta e redattore della rivista VersoDove (ore 21.00 Chiesa di San Francesco).

La rassegna di saggistica “Libri alla San Francesco” vedrà la presenza di Stefano Pivato che presenterà “La felicità in bicicletta”, edito da Il Mulino (ore 19.00 Chiesa di San Francesco) intervistato da Chiara Grottoli, redattrice di Scuola Passaggi.
Per la rassegna “Libri in Piazza”, Annalisa Cuzzocrea parlerà del suo libro “Che fine hanno fatto i bambini” (Piemme) e converserà con il giornalista di RaiNews24 Stefano Corradino (ore 21.00 Piazza XX Settembre).
A seguire, sul palco centrale salirà Marisa Laurito per raccontarci “Una vita scapricciata” (Rizzoli). L’autrice dialogherà con Flavia Fratello, giornalista di La7 (ore 22.00 Piazza XX Settembre).
La rassegna di narrativa “Europa/Mediterraneo” ospiterà Vera Bekteshi che presenterà “La villa con due porte” (Besa - Livio Muci editore). L’autrice converserà con la critica letteraria Anna Lattanzi (ore 23.00 Chiesa di San Francesco).
Proseguono gli appuntamenti con l’arte grazie alle mostre curate da Paola Gennari: i lavori di Bruno Bozzetto e Giorgio Valentini allestiti negli spazi della Memo, la mostra fotografica di Centrale Fotografia a Centraledicola e le opere di Ilaria Margutti all’interno di Enoteca Terra.

Il programma è online su www.passaggifestival.it e l'ingresso agli eventi è gratuito.
I posti non occupati all'inizio di ogni evento saranno immediatamente riassegnati al pubblico che si presenterà agli ingressi.



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2021-06-22 09:19:11
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.