sfondo endy
Ottobre 2020
eventiesagre.it
Ottobre 2020
Numero Evento: 21013999
Eventi Festival
Lucca Film Festival
Edizione 2020
Date:
Dal: 25/09/2020
Al: 04/10/2020
Dove:
Logo Comune
Toscana - Italia
Contatti
Fonte
PS Comunicazione - Ufficio Stampa Lucca Film Festival
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc
eventiesagre valdaj

Lucca Film Festival

Edizione 2020

Da Venerdì 25 Settembre a Domenica 04 Ottobre 2020 -
Dal 25/09/2020 al 04/10/2020 Viareggio (LU)
Dal 25/09/2020 al 04/10/2020 Lucca (LU)

Lucca Film Festival - Lucca

Annunciata la selezione del “Concorso lungometraggi” dell’edizione 2020 del festival in programma al cinema Centrale di Lucca e on line su MyMovies.it
Cinema: 12 film in prima italiana in “Concorso”
al Lucca Film Festival e Europa Cinema

I film concorreranno al premio di 3mila euro.
In giuria Daniele Ciprì, Massimo Gaudioso, Anita Kravos, Claudio Giovannesi e Roberta Mastromichele
Tra i film selezionati anche Last and first men con la voce narrante di Tilda Swinton

Saranno 12 film in prima italiana in concorso all’edizione 2020 del Lucca Film Festival e Europa Cinema, il film festival internazionale in programma dal 25 settembre al 4 ottobre tra Lucca e Viareggio.
Le proiezioni del concorso avranno luogo presso il cinema Centrale di Lucca e online su Più Compagnia, la sala virtuale del cinema La Compagnia.  

I film competeranno per il premio “Miglior film” (per un valore di tremila mila euro al regista), che sarà assegnato dalla giuria internazionale composta da professionisti del settore e star del cinema italiano: Daniele Ciprì, Massimo Gaudioso, Anita Kravos, Claudio Giovannesi e Roberta Mastromichele. I film, inoltre, parteciperanno al premio “Miglior lungometraggio – giuria universitaria”, decretato dalla giuria degli studenti e per “Miglior lungometraggio – giuria popolare” della giuria popolare.

La selezione 2020 mette in mostra una straordinaria molteplicità di generi, linguaggi e contenuti, con opere che arrivano direttamente dai più interessanti festival internazionali, compresi quelli di maggior prestigio come Cannes, Berlino, Busan, Slamdance e Rotterdam. Tra gli autori in concorso alcuni tra i talenti più luminosi del cinema indipendente e di ricerca.

I titoli selezionati sono: Spring Tide (Chun Chao) di Tian-yi Yang (Cina, 2019), vincitore Miglior Fotografia (Jake Pollock) allo Shanghai International Film Festival;   No Hard Feelings (Futur Drei / Wir) di Faraz Shariat (Germania, 2020), vincitore del Teddy Award a Berlino 2020, premio dedicato a tematiche LGBT; What Might Have Been (Was gewesen wäre) di Florian Koerner von Gustorf (Germania, Ungheria, Inghilterra, 2019); Towards the Battle (Vers la Bataille) di Aurélien Vernhes-Lermusiaux (Francia, Colombia, 2019), presentato al Tokio International Film Festival del 2019; Chronology (Kronoloji) di Ali Aydin (Turchia, 2019), presentato all’ultima edizione del Busan International Film Festival; Mosquito di João Nuno Pinto (Portogallo, 2020), dal Rotterdam International Film Festival, edizione 2020; Summer White (Blanco de Verano) di Rodrigo Ruiz Patterson (Messico, 2020) dal Sundance Film Festival 2020; Murmur di Heather Young (Canada, 2019), vincitore dell’ultima edizione del Slamdance. E poi Last and First Men (Paskutiniai ir pirmieji zmones) di Jóhann Jóhannsson (Islanda, 2020) con la voce narrante di Tilda Swinton, presentato al Festival di Berlino 2020; The Death of Cinema and My Father Too di Dani Rosenberg (Israele, 2020); nella selezione ufficiale dei film di Cannes, poi annullato; Boy Meets Gun di Joost van Hezik (Olanda, 2019) dal Busan International Film Festival 2019 e Little Ballerinas (Little Ballerinas) di Anne-Claire Dolivet (Francia, 2020).

La selezione ufficiale è stata curata da Stefano Giorgi, Martino Martinelli e Cristina Puccinelli, del comitato artistico del Festival.
https://www.luccafilmfestival.it/12-lungometraggi-selezionati-al-concorso-2020/

Lucca Film Festival e Europa Cinema

Il Lucca Film Festival e Europa Cinema, presieduto da Nicola Borrelli, è un evento a cadenza annuale di celebrazione e diffusione della cultura cinematografica che coinvolge ogni anno un pubblico sempre più ampio.  Il Lucca Film Festival e Europa Cinema è tra gli eventi di punta delle manifestazioni organizzate e sostenute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Banca Generali Private e Banca Pictet sono i Main Sponsor della manifestazione e le mostre sono prodotte con il sostegno di Societe Generale. Il festival si avvale inoltre del supporto di Fondazione Banca del Monte di Lucca, Sofidel, ICare, Martinelli Luce, Wella, Lions Club Lucca Le Mura, Luccaorganizza, Il Ciocco S.p.A, Cantina Campo alle Comete, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana, Toscana Promozione, Comune di Lucca, Comune di Viareggio e della collaborazione e co produzione di Provincia di Lucca, Robert F. Kennedy Human Rights Italia, Teatro del Giglio di Lucca, Fondazione Giacomo Puccini e Puccini Museum - Casa Natale, Fondazione Festival Pucciniano, Fondazione Carlo Ludovico Ragghianti, Università degli Studi di Firenze, Accademia di Belle Arti di Carrara, CNA Cinema e Audiovisivo Toscana, Istituto Luigi Boccherini e Liceo Artistico Musicale e Coreutico Augusto Passaglia. Si ringraziano anche Federazione Italiana Teatro Amatori (FITA), A.C.S.I. Associazione Centri Sportivi Italiani, Lucca Comics & Games, la Direzione Regionale di Trenitalia, Unicoop Firenze, Confcommercio delle Province di Lucca e Massa Carrara, il Corso di Laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell'Università di Pisa e Photolux Festival per la collaborazione.

Lucca Film Festival e Europa Cinema
segreteria@luccafilmfestival.it; www.luccafilmfestival.it

SINOSSI DEI FILM

Spring Tide (Chun Chao) di Tian-yi Yang di Quarxx (Cina, 2019)

La giornalista Guo vive insieme alla madre e alla figlia nella stessa residenza. La relazione di queste tre generazioni di donne sembra placida, ma in realtà cela una feroce corrente sotterranea caratterizzata dalla ribellione.

No Hard Feelings (Futur Drei / Wir) di Faraz Shariat (Germania, 2020)

Parvis, figlio di iraniani in esilio, trascorre la vita nella piccola città in cui è nato, tra cultura pop, appuntamenti su Grindr e rave party. Dopo essere stato sorpreso a rubare in un negozio, viene condannato ai lavori socialmente utili in un centro per rifugiati, dove incontra Banafshe e il fratello Amon, entrambi fuggiti dall’Iran. Col crescere di un’attrazione tra Parvis e Amon, la debole relazione tra i tre è messa a dura prova. Si trovano e si perdono in un’estate all’insegna di una gioventù fugace, di un primo amore intenso e di un tentativo di costruire un futuro assieme, nella cruda consapevolezza che, in Germania, non saranno trattati al pari degli altri.

What Might Have Been (Was gewesen wäre) di Florian Koerner von Gustorf (Germania, Ungheria, Inghilterra, 2019)

Astrid è una quarantenne che ha la vita sotto controllo. Si è innamorata di Paul, e il loro primo weekend insieme li porta a trascorrere alcuni giorni romantici a Budapest. Ma nella capitale ungara le cose non vanno secondo i piani: i due si imbattono in Julius, il primo amore di Astrid, incontrato nel 1986 a una festa di artisti nell’allora Germania dell’Est. Un amore mai facile, ma sempre entusiasmante. Certi sentimenti non sono stati messi a tacere dal tempo. Astrid ripercorre il suo passato assieme a Paul e, improvvisamente, tutto potrebbe essere come non è mai stato prima.

Towards the Battle (Vers la Bataille) di Aurélien Vernhes-Lermusiaux (Francia, Colombia, 2020)

Attorno al 1860 il fotografo Louis convince il generale dell’esercito francese a mandarlo in Messico per fotografare la guerra coloniale che sta devastando il paese. Una volta sul posto, niente va secondo i piani. Louis, mai nel posto giusto al momento giusto per assistere alle battaglie, non riesce a scattare nemmeno una foto della guerra. Ma il suo incontro con Pinto, un contadino messicano, cambia il suo destino e, invece che condurlo alla scoperta della gloria o della ricchezza, lo porta a trovare un modo per confrontarsi coi fantasmi del passato.

Chronology (Kronoloji) di Ali Aydin (Turchia, 2019)

Hakan e Nihal sono sposati da molti anni. Poco dopo aver scoperto che Nihal non può avere figli, la donna sparisce. Nella frenetica ricerca di sua moglie, Hakan fa delle scoperte dolorose su sé stesso e sul suo matrimonio, che lo porteranno a dover affrontare i suoi demoni interiori per scoprire cos’è successo alla moglie.

Mosquito di João Nuno Pinto (Portogallo, 2020)

Sognando di vivere grandi avventure e di difendere la propria patria, un giovane ragazzo portoghese si arruola nell’esercito durante la Prima Guerra Mondiale e viene mandato al fronte in Mozambico, Africa. Lasciato indietro dal proprio plotone, intraprende un estenuante viaggio per la mistica terra natale dei Makua, camminando per più di mille chilometri, in cerca del suo sogno.

Summer White (Blanco de Verano) di Rodrigo Ruiz Patterson (Messico, 2020)

Il tredicenne Rodrigo è un ragazzino solitario che trova conforto nel profondo legame con la madre Valeria, che è la sua migliore amica, la sua protettrice e tutto il suo mondo. Ma quando il nuovo fidanzato della madre va a vivere a casa loro, nella periferia di Città del Messico, il mondo di Rodrigo viene stravolto. Il ragazzo deve così decidere se accettare la nuova famiglia o reagire e ferire la persona che più di tutti ama.

Murmur di Heather Young (Canada, 2019)

Donna è stata da poco arrestata per guida in stato di ebbrezza e viene mandata a fare volontariato in un rifugio locale per animali.  Quando vede che un cane anziano sta per essere soppresso, Donna decide di prenderlo con sé per riempire il vuoto che sente. Comincia così a portare a casa sempre più animali fino a perdere il controllo della situazione.

Last and First Men (Paskutiniai ir pirmieji zmones) di Jóhann Jóhannsson (Islanda, 2020)

In un futuro lontano, con un salto temporale di due miliardi di anni, gli ultimi umani rimasti sono sull’orlo dell’estinzione. Al mondo non restano che monumenti strani, solitari, che trasmettono il messaggio della storia e del futuro dell’umanità nello spazio vuoto.

The Death of Cinema and My Father Too di Dani Rosenberg (Israele, 2020)

Quando Yoel viene a sapere di un imminente attacco militare iraniano su Tel Aviv, sa bene cosa fare: fuggire con la sua famiglia in un luogo sicuro a Gerusalemme. Suo figlio Assaf, che fa il regista e sta per diventare padre a sua volta, desidera regalare a Yoel un ultimo ruolo da protagonista nel suo film, unendo il mondo fittizio a una realtà a tratti dolce e a tratti amara.

Boy Meets Gun di Joost van Hezik (Olanda, 2019)

Quando l’annoiato professore di biologia evolutiva Maarten Moreau rimane coinvolto in una rapina, afferra accidentalmente l’arma del delitto. Colto da un rinnovato interesse per la vita, Maarten decide di tenere l’arma. Tra il ragazzo e la pistola si instaura un vero e proprio rapporto sentimentale, tuttavia non senza conseguenze.

Little Ballerinas (Little Ballerinas) di Anne-Claire Dolivet (Francia, 2020)

Com’è la vita delle ragazzine che aspirano a diventare ballerine del Teatro dell’Opera di Parigi? Hanno tutte tra i 6 e i 10 anni e vivono, ogni giorno, sia a casa, che a scuola o per strada, con la passione per la danza.


Lucca Film Festival - Lucca

Effetto Cinema Notte inaugura l’edizione 2020. Tra gli eventi l’omaggio a Boris con Caterina Guzzanti.
Matt Dillon, omaggio a Boris (la serie), Elio Germano, Sandra Milo, Vinicio Marchioni i protagonisti e gli eventi del Lucca Film Festival e Europa Cinema
Tra gli eventi la masterclass del maestro del cinema Thomas Vinterberg, tra i fondatori di Dogma 95,
e l’anteprima di Valley of Gods del regista polacco Lech Majewski

Lucca –  La masterclass e il premio alla carriera a Matt Dillon; la reunion di Boris, con alcuni dei protagonisti della serie, tra cui Caterina Guzzanti; Vinicio Marchioni con la proiezione del documentario “Il terremoto di Vanja”; un omaggio a Federico Fellini, nel centenario della sua nascita, con una mostra inedita e la testimonianza di Sandra Milo; la realtà virtuale secondo Elio Germano; il premio alla carriera a Thomas Vinterberg, tra i padri fondatori del movimento Dogma 95 e il maestro del cinema europeo Lech Wajewski con la prima italiana del suo ultimo film “Valley of the Gods”.

Sono alcuni dei momenti clou e degli ospiti del Lucca Film Festival e Europa Cinema, uno degli eventi di punta della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che si terrà dal 25 settembre al 4 ottobre tra Lucca (ai cinema Centrale e Astra) e Viareggio (cinema Centrale) e on line sulla piattaforma Più Compagnia, la sala virtuale del cinema La Compagnia di Fondazione Sistema Toscana.  

Sarà un festival diffuso in forma ibrida, tutto a ingresso libero, tra appuntamenti virtuali e reali, in vari luoghi della città, con proiezioni, incontri “digitali” ed eventi dal vivo come Effetto Cinema Notte, che inaugurerà con il comico Paolo Migone e un programma nel rispetto delle norme di sicurezza. L’evento, che negli anni ha coinvolto la città con programmi performativi unici e originali, quest’anno presenta una gara di costumi fra gli staff dei pubblici esercizi partecipanti e le compagnie si esibiranno sul palco del cinema. Tra le proposte di Effetto Cinema Notte una campagna social studiata per sensibilizzare i cittadini a rispettare le norme di sicurezza sanitaria ispirata alle scene più iconiche del cinema internazionale.

“Il Festival – ha spiegato Marcello Bertocchini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca - in questo ‘tragico’ 2020 ha vinto una sfida. La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, infatti ha rivolto nei mesi scorsi un appello alle tante manifestazioni che da anni sostiene con convinzione e passione. L’appello ad alimentare la fiammella della cultura, impegnandosi nella realizzazione di qualunque forma di iniziativa.  Lucca Film Festival e Europa Cinema non solo ha raccolto questo appello, ma dato vita ad un’edizione che conserva intatta la sua cifra stilistica multidisciplinare, proponendo in gara pellicole di notevole qualità e garantendo la presenza di ospiti internazionali e di componenti della giuria di alto livello.”

Omaggio a Boris, 26 settembre

Il programma prosegue il 26 settembre con una grande reunion del cinema italiano, l’omaggio alla famosa serie Boris con gli attori presenti Antonio Catania, Andrea Sartoretti, Valerio Aprea, Karin Proia, Alessandro Tiberi, Carlo De Ruggieri, Raffaele Buranelli, Giacomo Ciarrapico e Caterina Guzzanti. Sarà una conversazione sui personaggi di Boris con gli attori stessi con intermezzi di scene della serie e commenti dal vivo.

Premio alla carriera a Matt Dillon, 27 e 28 settembre

Grande star del cinema americano, Matt Dillon, sarà a Lucca il 27 per ricevere il Premio del festival e presentare il suo film da regista “City of Gost” (cinema Astra, ore 21) interpretato dallo stesso Dillon e James Caan. Il giorno successivo l’attore e regista americano incontrerà il pubblico in una conversazione sul tema “il rapporto tra attore e regista” con aneddoti sulla sua carriera e curiosità sul futuro, con lo scrittore Nicola Lagioia (Astra, 17,30).

Elio Germano e la realtà virtuale (29 settembre, cinema Centrale e Astra)

Il pubblico del festival incontrerà l’attore Elio Germano sul tema della “realtà virtuale” con la presentazione di “Segnale d’Allarme | La mia battaglia VR” e la relativa proiezione. Il progetto è nato dallo spettacolo teatrale di cui era attore unico e regista Germano, scritto a quattro mani con Chiara Lagani, è diventato un VR movie nato dalla collaborazione con Omar Rashid (co-regista del film) ed il progetto multimediale Gold, di cui Rashid è fondatore. L’attore romano sarà presente alle due proiezioni del 29 settembre (ore 15 e 18.30, Centrale) per incontrare il pubblico e accompagnarlo nell’esperienza che permette allo spettatore, attraverso particolari visori, di rivivere la pièce teatrale immergendosi completamente fino a confondere immaginario e reale. Il giorno stesso l’attore Germano presenterà il film Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti (01 Distribution) nel ruolo del pittore e scultore italiano Antonio Ligabue (Astra, ore 21), film premiato ai Nastri d'Argento e al Festival di Berlino.

Vinicio Marchioni (30 settembre, cinema Astra)

Si aggiunge al programma la presentazione del documentario Il Terremoto di Vanja alla presenza dell’attore e regista Vinicio Marchioni e di Milena Mancini, interprete e sceneggiatrice del documentario, (30/09, Astra). L’attore racconterà al pubblico il viaggio che lo ha portato a realizzare Il terremoto di Vanja che parte dal capolavoro di Čechov per indagare l’immobilità italiana post-terremoto grazie al dialogo ideale tra Marchioni e Čechov, cui presta la voce Toni Servillo.

Retrospettiva e omaggio a Thomas Vinterberg

Il grande cinema internazionale torna a Lucca con l’omaggio a Thomas Vinterberg, il regista danese, Premio della Giuria al Festival di Cannes con il film “Festen” e tra i fondatori di Dogma 95, movimento cinematografico creato insieme a Lars von Trier. Il festival gli consegnerà il Premio alla Carriera e il regista danese, a Lucca dal 1 al 4 ottobre, sarà protagonista di una masterclass sulla sua carriera (4/10, ore 16.30, Centrale). L’omaggio del festival ripercorrerà i suoi maggiori successi da regista: da Festen del 1998 a Riunione di famiglia del 2007 da Via dalla pazza folla del 2015 a Il sospetto del 2012 fino a La Comune del 2016.

Omaggio a Federico Fellini con Sandra Milo (3 ottobre)

In programma un grande omaggio a Federico Fellini, per il centenario della sua nascita, con la testimonianza diretta dell’attrice Sandra Milo, tra le star del cinema italiano degli anni Sessanta, musa ispiratrice del grande regista. L’attrice sarà al cinema il 3 ottobre per presentare il film Giulietta degli Spiriti, film del 1965, primo lungometraggio a colori del regista riminese, dove l’attrice interpretava Susy, Iris, Fanny e Sylva e ne valse il premio come miglior attrice non protagonista al David di Donatello. L’attrice interverrà prima e dopo la proiezione e riceverà il Premio alla Carriera. L’attrice italiana renderà omaggio anche alla mostra con una visita a Palazzo Pfanner (una delle location del Marchese del Grillo) per Alberto Sordi, Fellini e i Vitelloni: 100 anni insieme, un’esposizione-omaggio ai due giganti del cinema, attraverso manifesti originali dei loro film, i dipinti che li hanno ispirati, locandine, foto buste, bozzetti, libri, foto di scena, colonne sonore in vinile e cd, tutto proveniente dalla collezione privata del lucchese Alessandro Orsucci.   L’omaggio a Fellini a cui è dedicato il manifesto del festival, prevede, tra gli eventi dal vivo, anche il concerto nella chiesa di San Francesco sulle musiche del compositore Nino Rota, il più vicino collaboratore musicale del regista. Il concerto, curato dal pianista Massimo Salotti, prevede la partecipazione dell’Associazione Musicale “Sinfonia” e della Tuscan Chamber Orchestra di Etruria Musica, e rappresenterà un vero e proprio viaggio nei paesaggi sonori del cinema, con richiami alle melodie ed ai colori della letteratura musicale del cinema d’autore più celebre. Al concerto ospite speciale Susanna Rigacci, nota al pubblico internazionale per la sua vocalità, voce leggendaria delle colonne sonore dei film di Sergio Leone con le musiche di Ennio Morricone.

Tra le mostre, oltre a quella dedicata a Fellini e Sordi, il ristorante galleria Olio su Tavola presenta L’amore durante la fine del mondo, una raccolta di disegni di Antonio Sidibè dedicata alla relazione tra cinema, letteratura ed altre arti. Entrambe le mostre, la seconda realizzata in collaborazione con Lucca Comics & Games, apriranno al pubblico il 25 settembre. Quella di Palazzo Pfanner proseguirà poi sino al 15 ottobre, quella di Olio su Tavola sino al 4 ottobre. 

Anteprime Fuori Concorso (lungometraggi, cortometraggi, documentari)

Per la sezione Anteprime fuori concorso (la sezione dedicata alle anteprime accompagnati dagli autori) la prima italiana di Valley of the Gods del regista polacco Lech Majewski, a Lucca al 1° al 4 ottobre, interpretato da Josh Hartnett e John Malkovich ispirato alla leggenda ittita di Ullikummi.

In programma la prima italiana di “Anja - Real_Love_Girl” di Pablo Benedetti e Paolo Martini con protagonista la storia di André Golubev che vive in una città portuale e lavora come operaio di un’azienda di imbottigliamento acque in una quotidianità soffocante fino a quando non incontra Anja Lùkina, una giovane ragazza dai modi ambigui e attrice di film soft porn che gli cambia la vita. Dopo l’anteprima il film debutterà in esclusiva on demand per l’Italia sulla piattaforma CG Digital: fino al 19 ottobre accedendo a www.cgdigital.it sarà possibile noleggiare o scaricare il film in formato digitale sul proprio device e vederlo da casa.

I cortometraggi fuori concorso sono: Misophonia di Filippo Guarna; Amoruccio di Nonna di Maria Teresa Elena; Giuseppe Magi. A Century Long Story of Emigration and dreams di Francesco Tomei; Oteme e c’è qualcuno, videoclip di Stefano Giannotti. Il programma si sposta anche a Viareggio, il 25 settembre (al Centrale), con la proiezione di Torve fantasie del regista viareggino Diego Bonuccelli con Simone Tessa, Irene Menichetti, Valentina Sorice, Francesco Baldi (II), Stefano Jacurti. Tra gli eventi in prima mondiale e fuori concorso la proiezione del cortometraggio Different Century, Same shit di Alessia Alciati con protagonista l’attrice Francesca Inaudi. Una storia di razzismo, discriminazione e pregiudizi ambientato in un futuro distopico governato solo da donne c'è una lotta tra bionde e brune per un evento organizzato in collaborazione la fondazione Robert F. Kennedy Human Rights Italia e con il network di festival del cinema "Film for our future", di cui il festival è parte. Nella sezione anche Soffitta, cortometraggio di Nicola Barsottelli (opera prima giovane regista di viareggio) ambientato in una soffitta alcuni ragazzi si confrontano con il loro presente e il loro passato e Ripartenza corto di Alessio Focardi corto in 8k sul covid, un progetto corale per raccontare la ripresa del mondo dello spettacolo dopo la pandemia Covid-19, in cui cinque registi hanno raccontato come la pittura, la musica, il cinema, la danza e il teatro si sono rialzati dopo questo momento difficile.  

Spazio ai documentari fuori concorso: da segnalare le proiezioni di Mr Wonderlad di Valerio Ciriaci (USA, 2019), sulla straordinaria storia di Sylvester Z. Poli emigrato negli anni 20, da Lucca in America, il più grande proprietario di sale cinematografiche del suo tempo e Pastrone di Lorenzo De Nicola, sulla figura di Giovanni Pastrone, regista del cinema muto italiano. In programma anche la proiezione di Andrej Tarkovskij, il cinema come preghiera documentario sul grande regista alla presenza del figlio del regista e autore del film sabato 3 ottobre

I concorsi

Fiore all’occhiello del festival la sezione competitiva, i Concorsi di lungometraggi e cortometraggi, tutti i film sono in prima italiana per “scoprire i nuovi talenti del cinema”. I film dei concorsi saranno programmati sia in sala e sia on line su Più Compagnia, la sala virtuale di Fondazione Sistema Toscana. Per il Concorso Lungometraggi saranno 12 film in prima italiana e competeranno per il premio “Miglior film” (per un valore di tremila mila euro al regista), che sarà assegnato dalla giuria internazionale composta da professionisti del settore e star del cinema italiano: Daniele Ciprì, Massimo Gaudioso, Anita Kravos, Claudio Giovannesi e Roberta Mastromichele. I film, inoltre, parteciperanno al premio “Miglior lungometraggio – giuria universitaria”, decretato dalla giuria degli studenti e per “Miglior lungometraggio – giuria popolare” della giuria popolare.  

Per lo storico concorso dei Cortometraggi, i film selezionati saranno 19 e competeranno per il premio “Miglior film” (per un valore di 500 euro), che verrà assegnato dalla giuria internazionale composta da grandi figure del mondo del cinema. I film, inoltre, parteciperanno al premio “Miglior cortometraggio – giuria universitaria”, decretato dalla giuria degli studenti e per “Miglior cortometraggio – giuria popolare” della giuria popolare. La selezione ufficiale è stata curata da Rachele Pollastrini, del comitato artistico del Festival.

Collaborazioni sul territorio, presentazioni libri

Tra le collaborazioni sinergiche da segnalare quella con Lucca 48, un festival cinematografico dove i partecipanti saranno tenuti a realizzare un cortometraggio in 48 ore e i vincitori proiettati al festival l’ultimo giorno. Le 48 ore del concorso si terranno perciò dalle ore 19.30 del 25 settembre alle ore 19.30 del 27 settembre. Tre le novità di questa edizione (oltre al premio di 1500 euro per il miglior film) il riconoscimento “Unrolling the Future – “The Sustainability Short Film Award” per chi ha saputo meglio affrontare i temi legati all’ecosostenibilità in onore del nuovo prestigioso sponsor Sofidel, azienda leader mondiale nel settore cartario. Tra le collaborazioni sul territorio la quinta edizione di Over The Real - Festival Internazionale di Videoarte, in co-produzione ed all'interno del programma del Lucca Film Festival - Europa Cinema, dal 30 settembre al 4 ottobre 2020 e vedrà la straordinaria partecipazione di Fabrizio Plessi.  Reduce dal grande successo della sua ultima installazione “L'età dell'Oro” a Venezia, Plessi, venerdì 2 ottobre alle ore 15,30, terrà un incontro presso la Fondazione Ragghianti durante il quale saranno ripercorsi i momenti più salienti della sua formidabile carriera. Tra gli eventi collaterali, in collaborazione con Lucca Comics & Games, la presentazione del libro “S’è svejatooo! Ricciotto racconta ‘Il marchese del Grillo’ di Giorgio Gobbi (edito da Bibliotheka Edizioni, con prefazione di Max Tortora) presso il Palazzo Pfanner, il 4 ottobre. Segue la proiezione al cinema Centrale de Il marchese del grillo. Durante il festival si terranno delle visite guidate nei luoghi del cinema di Lucca (26/09; 1/10; 3/10) alla scoperta dei set cinematografici della città organizzato da Alexandra Onorato (per informazioni scrivere a info@toscanaconalexandra.it).

Il festival e le scuole

Il festival si è impegnato soprattutto in questo anno a consolidare la collaborazione con le scuole e i docenti del territorio al fine di offrire loro una serie di strumenti per conoscere la storia del cinema italiano e internazionale. Grazie al Bando del MIUR "Cinema per la Scuola –Buone Pratiche, Rassegne e Festival", il festival ha attivato nuovi progetti che sapranno coinvolgere le classi della provincia di Lucca in un calendario predisposto ad hoc con eventi in web conferencing e in presenza che vedrà non solo la proiezione di film ma presentazioni e masterclass ad opera degli ospiti del Festival. Per l'intera durata della manifestazione, inoltre, i film proiettati saranno a disposizione degli studenti in modalità on demand (anche oltre l’orario scolastico), in modo tale da incentivare la visione. L'impegno proseguirà durante tutto l'anno scolastico proponendo inoltre tre corsi di formazione due dei quali rivolti ai docenti e uno dedicato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Durante il festival saranno distribuite le mascherine “tessuto non tessuto”, a base di bambù compostabile con i rifiuti organici, da Fabio Perini, azienda di Lucca e leader mondiale nel settore del converting, che quest’anno supporta il festival.

Lucca Film Festival e Europa Cinema

Il Lucca Film Festival e Europa Cinema, presieduto da Nicola Borrelli, negli anni ha omaggiato i grandi nomi del cinema internazionale da Oliver Stone a David Lynch, da Rutger Hauer a George Romero, da Paolo Sorrentino a Willem Dafoe. E’ tra gli eventi di punta delle manifestazioni organizzate e sostenute dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Banca Generali Private Wealth Management (Paolo Tacchi) e Banca Pictet sono i Main Sponsor della manifestazione e le mostre sono prodotte con il sostegno di Societe Generale. Il festival si avvale inoltre del supporto di Fondazione Banca del Monte di Lucca, Sofidel, Audi Center Terigi, Martinelli Luce, Fabio Perini S.p.A, Garinucci Napoli, Wella, Luccaorganizza, Il Ciocco S.p.A, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Ministero dell'Istruzione, Ministero dell'Università e della Ricerca, Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana, The lands of Giacomo Puccini, Comune di Lucca, Comune di Viareggio e della collaborazione e co produzione di Provincia di Lucca, Robert F. Kennedy Human Rights Italia, Teatro del Giglio di Lucca, Fondazione Giacomo Puccini e Puccini Museum - Casa Natale, Fondazione Carlo Ludovico Ragghianti, Università degli Studi di Firenze, Accademia di Belle Arti di Carrara, CNA Cinema e Audiovisivo Toscana, Istituto Luigi Boccherini e Liceo Artistico Musicale e Coreutico Augusto Passaglia. Si ringraziano anche Federazione Italiana Teatro Amatori (FITA), A.C.S.I. Associazione Centri Sportivi Italiani, Lucca Comics & Games, la Direzione Regionale di Trenitalia, Unicoop Firenze, Confcommercio delle Province di Lucca e Massa Carrara, il Corso di Laurea in Discipline dello Spettacolo e della Comunicazione del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell'Università di Pisa e Photolux Festival per la collaborazione.

Progetto didattico Festival “Lucca Film Festival - Europa Cinema”. Linguaggi e pratica del cinema e dell'audiovisivo per la scuola relativo al Bando: Cinema per la Scuola –Buone Pratiche, Rassegne e Festival.

Main partner dell’evento è MyMovies.it
Media partner del festival: Movieplayer.it e Badtaste.it

Lucca Film Festival e Europa Cinema
segreteria@luccafilmfestival.it; www.luccafilmfestival.it


Lucca Film Festival - Lucca

Alle 15.30 all’auditorium San Micheletto il maestro Fabrizio Plessi, pioniere della video arte,
parteciperà ad un incontro dal titolo “Umanizzazione della Tecnologia”
Il maestro del cinema Lech Majewski riceve il premio alla Carriera del Lucca Film Festival e Europa Cinema
Il regista polacco presenta la prima italiana del suo film “Valley of the Gods” con John Malkovich

Week end di cinema a Lucca con Sandra Milo per l’omaggio a Fellini e Thomas Vinterberg, grande cineasta europeo

Il Lucca Film Festival e Europa Cinema entra nel vivo con gli omaggi ai grandi maestri del cinema, ripercorrendo quell’anima “sperimentale” che da sempre contraddistingue il programma del festival con i maestri del cinema Lech Majewsky (2 ottobre) e Thomas Vinterberg (4 ottobre) con l’incursione nello straordinario mondo di Federico Fellini e l’ospite d’eccezione Sandra Milo (sabato 3 ottobre).

Week end di cinema, quindi, con il film festival con il maestro del cinema polacco Lech Majewsky che riceverà il Premio alla Carriera e presenterà, in prima italiana, il film Valley of the Gods, venerdì 2 ottobre, al cinema Centrale, alle ore 21 (sarà introdotto da Alessandro Romanini). Il film racconta la storia dell'uomo più ricco del mondo, Wes Tauros (John Malkovich), dal carattere molto solitario. A seguirlo in questi ultimi anni di vita c'è lo scrittore John Ecas (Josh Hartnett), incaricato da Tauros di scrivere la sua biografia. Le proiezioni cinematografiche di venerdì 2 ottobre partono al Centrale alle ore 15 con un cortometraggio fuori concorso dal titolo Ripartenza di Alessio Focardi, il progetto corale per raccontare la ripresa del mondo dello spettacolo dopo la pandemia Covid-19, in cui cinque registi hanno raccontato come la pittura, la musica, il cinema, la danza e il teatro si sono rialzati dopo questo momento difficile. Seguono le proiezioni dei cortometraggi in concorso e l’incontro con i registi presenti al festival in attesa di conoscere il vincitore: Stefano Miraglia (del cortometraggio Thick Air), Tommaso Santambrogio (regista di The Oceans are the real Continents), Antonio Buscema e Matteo Russo (di Amal).

Alle 18 la prima italiana di Mosquito di João Nuno Pinto con protagonista un giovane ragazzo che sognando di vivere grandi avventure e di difendere la propria patria si arruola nell’esercito durante la Prima Guerra Mondiale e viene mandato al fronte in Mozambico, Africa. Lasciato indietro dal proprio plotone, intraprende un estenuante viaggio per la mistica terra natale dei Makua, camminando per più di mille chilometri, in cerca del suo sogno.

All’auditorium Vincenzo da Massa Carrara in via San Micheletto, alle ore 15.30, il maestro Fabrizio Plessi, per un evento organizzato da Fondazione Ragghianti, Over The Real - Festival Internazionale di Videoarte, terrà un intervento dal titolo “Umanizzazione della Tecnologia”. All’incontro interverranno Sandra Lischi (Università degli Studi di Pisa), Paolo Bolpagni (Direttore Fondazione Ragghianti), Alessandro Romanini (Presidente Comitato Scientifico Fondazione Ragghianti). Fabrizio Plessi, che in questo periodo ha festeggiato i suoi splendidi 80 anni, arriva a Lucca reduce dal recente grande successo delle sua ultima installazione “L'età dell'Oro” realizzata al Museo Correr di Venezia dove le finestre nel lato di Piazza San Marco opposto alla Basilica, sono la sede dell'apparizione scenografica, luminosa e sonora, di cascate d'oro senza origine né fine, di un potente e dirompente loop magmatico che si mostra nel cuore di quella che fu la Serenissima.

Alle 18.15, sarà inaugurata la mostra “L’avventura dell’arte nuova. Anni ’60-‘80” di Cioni Carpi / Gianni Meiotti”.



News Evento

Leggi anche


Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.