sfondo endy
Dicembre 2018
eventiesagre.it
Dicembre 2018
Numero News: 1853
Pubblicata il: 07/08/2018
Serate Magiche Al Parco Piscine Con Woodstock Days
News riferita a Evento:
Woodstock Days
Fonte
Andrea Manzo
Scheda News
eventiesagre_merc_natale desk
Italcredi 15 giugno Nazionale
Serate Magiche Al Parco Piscine Con Woodstock Days
Serate Magiche Al Parco Piscine Con Woodstock Days

Sono stati davvero due giorni intensi per riscoprire la magia del più grande festival rock della storia.

Tanti appassionati, ma anche famiglie e semplici curiosi, sono arrivati al Parco Piscine diMogliano Veneto per vivere due giorni di “pace, amore e musica” a Woodstock Days, la ricostruzione storica dell’evento che quasi cinquant’anni fa cambio completamente il modo di “vivere” la musica.

Il pubblico ha potuto assaporare l’atmosfera retrò creata o dal raduno dei maggiolini e pullmini Volkswagen, veicoli che sono stati il simbolo di un epoca, o vivere un momento mistico grazie al mantra della comunità Hare Krishna Iskcon di Albettone che ha simbolicamente dato il via alla manifestazione dopo il benvenuto dato dall’Assessore alla Cultura del Comune di Mogliano Ferdinando Minello.

L’incontro "Quasi 50 anni di Woodstock raccontanti al cinema, sui libri e da chi c'era..." con il critico e giornalista Gianni Della Cioppa ha invece permesso di svelare fatti e curiosità del grande evento.

Ma è stata naturalmente la musica a farla da padrone, dopo il “Woodstock Days Contest” di sabato pomeriggio, vinto dalla band padovana “Of a letter Kept”, la musica di Woodstock ha risuonato nel parco al grazie alle esibizioni degli Space Bounds, che hanno riproposto la musica dei Creedence Clearwater Revival e degli Stone Free, che hanno dato la loro personale interpretazione della musica di Jimi Hendrix, impreziositi dalla voce femminile di Francesca Bellemo.

Ad aprire i live domenicali Porfirio Rubirosapresentatore ufficiale della manifestazione, che ha proposto il suo originalissimo omaggio ad Arlo Guthrie, figlio del leggendario cantante folk Woody Guthrie che ispirò la musica di Bob Dylan.

A seguire Zampa di Cocker, tributo a Joe Cocker, che si è concentrato sugli inizi della carriera del giovane ex idraulico di Sheffield e a chiudere la manifestazione il chitarrista modenese Simone Galassi, considerato uno tra i più promettenti musicisti blues e rock-blues della penisola, con il suo filologico tributo a Jimi Hendrix.

Insomma due giorni davvero unici all’insegna della buona musica, del buon cibo, ma soprattutto di uno spirito di speranza e libertà che è stato piacevole riscoprire.


    ( )

Data ultimo aggiornamento pagina 07/08/2018
Inserito da Michela Gesualdi
Attenzione!!! Le notizie riportate in questa pagina sono state gentilmente fornite da Enti Pubblici o Privati.
Grazie Lo Staff Web Up Italia