sfondo endy
Aprile 2020
eventiesagre.it
Aprile 2020
Numero Evento: 21150130
Teatro Teatro
Teatro Marconi
5^ Stagione 2019/2020
Date:
Dal: 17/10/2019
Al: 17/05/2020
Dove:
Logo Comune
Viale Guglielmo Marconi, 698 E
Lazio - Italia
Contatti
Tel.: 065943554
Fonte
Rocchina Ceglia
Scheda Evento

Teatro Marconi

5^ Stagione 2019/2020

Da Giovedì 17 Ottobre 2019 a Domenica 17 Maggio 2020 - dalle ore 21:00
Teatro Marconi - Viale Guglielmo Marconi, 698 E - Roma (RM)

Teatro Marconi - Roma

TEATRO MARCONI
2019/2020

“SPACCIAMO TEATRO, 
L'UNICA DROGA CHE CREA INDIPENDENZA”

"Spacciamo Teatro, l'unica droga che crea indipendenza". È questo lo slogan con cui Felice Della Corte, direttore artistico del Teatro Marconi, presenta la stagione 2019/2020 che parte il 17 ottobre e che, anche quest’anno, offre al pubblico un cartellone ricco di spettacoli di ampio genere sia per grandi che per i più piccoli. 

Ad aprire questo nuovo anno è Emiliano De Martino con MAMMANAPOLIMOOD. Sul palco, insieme all'attore e regista, ci saranno Marco De Vincentis, Valentina Proietto Scipioni e Nico Caruccio, che dal 17 al 20 ottobre metteranno in scena un vero e proprio atto d’amore verso la città di Napoli e i suoi figli, la sua cultura e la sua umanità. Napoli è l’emblema di tante anime, apparentemente molto diverse tra loro, che vanno a formare il mosaico umano attraverso il quale filtrano i vari colori di una città contesa tra il dolce e l’amaro, la luce e l’oscurità, il bene e il male. Fra commedia e dramma, filosofia del vivere e omaggio a Salvatore Di Giacomo e l’importante ricordo di una tragedia volutamente dimenticata, MammaNapoliMood è un viaggio tra immagini evocate ed emozioni fatte riaffiorare dai quadri rappresentati. Un percorso emozionante grazie anche alle canzoni, edite e inedite, eseguite live con voce, chitarra e percussioni.

Un viaggio che si fa riflessione dal ‘900 ai giorni nostri, perché vi sia “una voce per chi voce non ha”.

Dal 31 ottobre al 17 novembre Felice Della Corte e Roberto D’Alessandro, diretti da Claudio Boccaccini, saranno in scena con USCITA D’EMERGENZA, di Manlio Santanelli, uno dei più famosi e acclamati capolavori della drammaturgia contemporanea, dove comicità e dramma si mescolano continuamente. 

Protagonisti Pacebbene e Cirillo, rispettivamente ex-sagrestano ed ex-suggeritore. Due personaggi messi a dura prova dalla vita. Un'esistenza che ha lasciato loro soltanto l’amaro sapore della memoria. Come dire: marginali ai margini di ogni emarginazione, rischiano di perdere qualunque identità. Non sono in grado di esprimere altra volontà se non quella di spostarsi – intersecandosi e delimitandosi, sorreggendosi e calpestandosi – su e giù per l’unica stanza che costituisce il loro covo. Bisognerebbe andarsene, scappare da lì ma tutte le vie di fuga sono ostruite e non esiste più nessuna 'uscita d'emergenza '.

Compagnia Teatro Dell'Albero, dal 5 al 7 dicembre metterà in scena MAGIE PER UOMINI TRISTI. Protagonisti di questa commedia saranno Consuelo Benedetti, Loredana De Flaviis, Franco La Sacra e Paolo Paolino.

Salvatore, adulto anomalo, vittima del tempo e di un’apparente solitudine che lo ha deteriorato, vive con sua madre paralitica, donna Concetta, energica femmina devota al culto dell’ossessione del cibo e del fanatismo religioso.

La donna lo accudisce, lo riverisce e lo tormenta. Salvatore trova, in un vecchio libro, un incantesimo particolare che permetterebbe, secondo un’antica leggenda, di creare una donna. Salvatore prova a realizzare l’incantesimo ma tutto sembra essere un bluff. La magia però si materializza nella notte e, per errore, addirittura si raddoppia.

L’8 dicembre in scena UNA SERATA RELOADED COME VIENE, di e con Marco Cavallaro.“Io non lo so cosa accadrà, di sicuro ci saranno un bel po’ di risate...”così l'attore descrive il suo spettacolo, unico nel suo genere, dove non esiste testo e lo spettacolo sarà frutto della grandissima dote improvvisativa di Cavallaro. Una serata come viene, dunque, all’impronta. 

Di certo c’è che ci si diverte come se si fosse nel salotto di casa durante una sera goliardica tra amici.

Dal 26 dicembre al 5 gennaio Felice Della Corte dirige Fabrizio Gaetani e Fabian Grutt nella commedia di Courcier: PIÙ VERA DEL VERO. La commedia è tratta un argomento di cui si discute spesso: robot, apparentemente umani, capaci di avere rapporti sessuali e provare sentimenti. Quello che potrebbe apparire un modo facile di intrattenere un rapporto sentimentale, finisce rapidamente per diventare un boomerang emotivo. È amore vero, anche se lei è una macchina. E allora anche i problemi diventano veri, anzi, più veri del vero.

Si continua con un’opera divertente e corrosiva di Santiago Moncada, dal 23 gennaio al 2 febbraio vede protagonisti Franco Oppini, Miriam Mesturino, Marco Belocchi, diretti da Marco Belocchi. Si tratta di COCKTAIL PER TRE. Lo spettacolo mette a nudo le dinamiche di coppia, fedeltà-amore-tradimento, con un'ironia e un distacco che ne fanno una commedia godibile e intelligente.

ALTA INFEDELTÀ, di Federica Susini per la regiaEduardo Saitta, sarà in scena dal 7 al 9 febbraio e vedrà protagonisti Eduardo Saitta, Massimo Procopio, Eleonora Musumeci e Lucia Debora Chiaia. 

Marco e Luca e Diletta, tra appuntamenti, appostamenti, intrecci amorosi e chat misteriose, arriveranno a un finale in cui regna sovrana l’alta infedeltà.

La versione femminile del famoso e divertentissimo spettacolo Rosario Galli in scena da più di 25 anni, sarà in scena dal 5 al 15 marzo. Si tratta di MOGLI SULL’ORLO DI UNA CRISI DI NERVI, che sarà diretto da Felice Della Corte

Lo ZOO DI VETRO, di Tennessee Williams, con la regia Claudio Boccaccini, verrà rappresentato dal 26 marzo al 5 aprile. Una potente messa in scena dell’atto del ricordare e del rapporto con il passato come luogo del rimpianto: il futuro diventa presente, il presente passato, e il passato un eterno rimpianto.

Federico Borroni, Elena Giambi Bonacci, Antonia Di Francesco, Marcello Paesano, Tommaso Paolucci e Alessandro Moser calcheranno le tavole del palcoscenico dal 16 al 26 aprile in NEXT FALL, di Geoffrey Nauffts, per la regia Davide Nebbia. Uno spettacolo che riflette sul contemporaneo, che parla di piccole quotidianità simbolo del nostro tempo che nel loro particolare ci suggeriscono l’universale.

La Compagnia Gatta Nera Teatro sarà protagonista dall' 1 al 3 maggio con GRANO E CIELO VINCENT VAN GOGH, di Gennaro Paraggio e LolloZolloArt, con la regia Olimpia Alvino.

Vincent Van Gogh visse tutta la sua vita tra genio e follia, riuscendo a rimanere attaccato al mondo solo grazie al profondo amore che lo legava a suo fratello Theo e con lui sua moglie Johanna. Sul palcoscenico si alternano le voci dei personaggi ai colori delle tele dipinte dal vivo. Con uno stile che fonde la visione con la lettura con l’ascolto, in una sorta di sinestesia sensoriale che porta lo spettatore non solo dentro i quadri ma dentro il cuore di questo grande artista.

Chiude la stagione uno spettacolo che già lo scorso anno ha suscitato consensi, interesse e applausi. Dal7 al 17 maggio, uno spettacolo che racconta, tra immaginazione e realtà, la storia di Pippa Bacca. Diretto da Tiziana Sensi, con Caterina Gramaglia, Giorgia Guerra, Thomas Santu e Francesca Cannizzo in scena TU NON MI FARAI DEL MALE. Pippa Bacca, una donna di grandi idealità, che intende la vita come primo terreno di espressione della propria arte e la cui tragica fine, piuttosto che smentirla, fa restare per sempre sublimata in una figura che reca le stimmate e la perfezione del mito.

Un cartellone che anche quest'anno si arricchisce con gli appuntamenti dedicati ai più piccoli. Alice nel paese delle meraviglie, Robin Hood, Dracula, Frozen, Cenerentola, sono solo alcuni dei protagonisti che saliranno sul palco ogni sabato alle 16.00.

Spacciamo Teatro, l'unica cosa che crea indipendenza. Perchè questo slogan? Perchè da anni è quello che faccio. Spaccio! Spaccio questa bellissima sostanza che è il Teatro, sia chiaro, che apre la mente e crea indipendenza. Lo faccio da diversi anni ormai e, nonostante le difficoltà che conosciamo tutti, i risultati sono entusiasmanti. Dall'esperienza del Marconi Teatro Festival, che questa estate ci ha regalato tantissime soddisfazioni, a quella di Villa Farinacci, la prima rassegna che ho organizzato nel IV Municipio. Insomma, sono mesi che non ci fermiamo. Siamo spacciatori seriali e il pubblico ne è grato. Il mio augurio è quello di vedere sia i nostri abbonati, sia chi verrà a trovarci in questa stagione, uscire folgorato dal Teatro. Per questo ho inserito nel cartellone gli spettacoli di cui ho amato il testo e i loro interpreti” afferma il direttore Felice Della Corte.

Teatro Marconi
viale Guglielmo Marconi 698e
tel 065943554
info@teatromarconi.it


Teatro Marconi - Roma

Compagnia UAO Spettacoli
presenta

COPPIE FELICEMENTE INFELICI
Di Sabrina Pellegrino
Regia Claudio Insegno
Con Federico Perrotta, Andrea Carli, Valentina Olla e Sabrina Pellegrino
Costumi: Graziella Pera
Disegno Luci: Marco Laudando

TEATRO MARCONI
viale Guglielmo Marconi 698e

dal 6 all'8 marzo

Torna al teatro Marconi la compagnia UAO Spettacoli.
Dal 6 all'8 marzo in scena un esilarante vortice di emozioni con “Coppie felicemente infelici”.

Una commedia “sui generis”  che vede protagonisti Federico Perrotta e Valentina Olla  sulle “montagne russe della vita di coppia, nella quale si prendono di mira le piccole insopportabili abitudini che minano l’amore. Un divertente mix delle umane fragilità firmato Claudio Insegno che strizza l’occhio a Tarantino e Scola. Una cena tra due coppie di amici diventa una “festa” di divorzio, occasione nella quale emergono le caratteristiche comiche e grottesche dei quattro protagonisti.

Dai fallimenti personali ai fallimenti della vita matrimoniale stessa, dalle valutazioni sbagliate agli errori concreti, ed ecco che questa analisi delle circostanze si trasforma nella nuova esilarante produzione di Uao Spettacoli.

Federico Perrotta e Valentina Olla consolidano il sodalizio artistico con Andrea Carli e Sabrina Pellegrino, alla quale affidano anche la scrittura del nuovo progetto. In scena anche Marco D’Angelo e Giulia Perini. Scene e costumi sono di Graziella Pera, il disegno luci di Marco Laudando.

La serata di “festeggiamenti “ per il divorzio si trasforma in un vero e proprio viaggio nel tempo per le due coppie di amici: vengono ripercorsi alcuni momenti delle loro storie d’amore, durante questo cammino si cerca di capire, se possibile, qual è stato il momento in cui tutto si è distrutto a tal punto da diventare una gioco al massacro anche nell’ incolpare il proprio partner delle presunte o reali mancanze ed esagerazioni, forse anche per trovare finalmente un punto di incontro, se esiste!

L’unica cosa che ne uscirà fuori sarà una serie di divertenti e grottesche situazioni, dove l’amore romantico sembra un parametro irraggiungibile, dove l’uomo e la donna si scontrano per non incontrarsi mai, dove la vita di coppia è sostenibile ma solo da single ed in “Coppie felicemente infelici” i quattro capiranno che ciò che l’amore ha unito, il matrimonio può separare. Cosa li salverà alla fine dei giochi? Una sana risata!

A parlare di questa produzione è lo stesso regista Claudio Insegno che spiega: “E’ divertente vedere come una coppia nasce, muore e poi rinasce in qualche maniera; si osserva la storia di una coppia vissuta nel divertimento totale anche con un po’ di amarezza alla fine poiché si cerca di capire cos’è che fa allontanare, in altri casi si capisce che forse è meglio stare da soli piuttosto che in coppia. Però il punto di vista è sempre divertente, quindi secondo me la cosa più bella in questo spettacolo è proprio la storia di queste due coppie che attraversano tante fasi, ma c’è sempre una speranza”.

Momenti altalenanti, dunque, discussioni, incomprensioni: la scena sarà dominata da fasi di una vita quotidiana la cui consequenzialità sarà alterata da colpi di scena.

Un tuffo, poi, nella parte tecnica che come racconta il regista colpisce proprio per l’esplosione di istanti: “Mi sono divertito tantissimo perché è stato bello raccontare nel tempo la storia di una coppia che va avanti, indietro, nel mezzo, alla fine, per poi tornare all’inizio, è come se allo spettatore consegnassimo un telecomando: in questo modo ha la possibilità di vedere cosa succede a seconda anche dei suoi gusti e distruggiamo un pò i canoni della linearità della storia.”

L’impeto delle emozioni è padrone indiscusso di una scena che si riempie anche del ricordo di tanti momenti vissuti infatti per Insegno “..è come mettere due coppie sulle montagne russe e vedere cosa succede, non si sa mai quand’è che si sale e quand’è che si scende quindi c’è sempre un momento di sorpresa: sono proprio delle montagne russe d’amore”.

Teatro Marconi
viale Guglielmo Marconi 698 e
dal 6 all'8 marzo 2020
h. 21, domenica h 17

Biglietti Intero 24€, Ridotto 20€

www.teatromarconi.it
Info 065943554
info@teatromarconi.it



    News Evento

    Leggi anche


    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.