sfondo endy
Gennaio 2020
eventiesagre.it
Gennaio 2020
Numero Evento: 21107309
Teatro Teatro
Teatro Studio Uno
Stagione 2019/2020
Date:
Dal: 05/10/2019
Al: 28/06/2020
Dove:
Logo Comune
Via Carlo Della Rocca, 6
Lazio - Italia
Contatti
Cell.: 3494356219
Cell.: 3298027943
Fonte
Marta Volterra
Scheda Evento

Teatro Studio Uno

Stagione 2019/2020

Da Sabato 05 Ottobre 2019 a Domenica 28 Giugno 2020 -
Teatro Studio Uno - Via Carlo Della Rocca, 6 - Torpignattara - Roma (RM)

Teatro Studio Uno  - Roma

Teatro Studio Uno 2019/2020
Direzioni Ostinate: Percorsi nel contemporaneo

Dal 9 ottobre apre la nuova stagione della Casa Romana del Teatro Indipendente tra sperimentazione, rilettura dei classici e drammaturgia contemporanea

Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara)

Punto di riferimento ormai consolidato per le giovani compagnie e per gli artisti del panorama teatrale emergente, il Teatro Studio Uno di Roma presenta il nuovo cartellone 2019/20 sotto il claim “Direzioni Ostinate: percorsi nel contemporaneo”: un viaggio teatrale verso le nuove proposte artistiche della capitale tra sperimentazionerilettura dei classici e drammaturgia contemporanea, ricercando strade alternative, impervie, ostinate, per chi desidera perdersi tra i sentieri dell'arte.

Nel cammino tracciato dalla direzione artistica firmata da Alessandro Di Somma ed Eleonora Turco, si delineano molteplici vie che hanno l'intento di mettere in connessione il Teatro con il pubblico, la sua città e il quartiere che lo ospita. Tutto attraverso un'offerta culturale coinvolgente ed alternativa intrecciata con il lavoro svolto insieme a LaRocca Fortezza Culturale, libreria e spazio dell'arte di Tor Pignattara fondato accanto al Teatro nel 2016. Sarà proprio insieme a LaRocca che il Teatro Studio Uno aprirà la nuova stagione con una festa d'inaugurazione della Biblioteca Condivisa di Quartiere, mercoledì 9 ottobre dalle 18:00, un evento di letture e donazioni di libri insieme agli artisti in cartellone e alle persone del quartiere.

Anche per questo nuovo ciclo il Teatro Studio Uno cerca di essere una casa dell'arte dove  coltivare rapporti, collaborazioni e partnership che si trasformano in veri e propri sodalizi per un viaggio condiviso verso un unico fine: la valorizzazione della cultura. Relazioni che si estendono in ogni stagione dando vita ad importanti sinergie con altri spazi e realtà del territorio come quella con il Teatro Biblioteca Quarticciolo nata con il progetto “Associazioni in comune” e consolidata con il sostegno alla rassegna “Pillole #Tuttoin12minuti” da cui è stato selezionato “Cervus” produzione TS1 e Lumik Teatro che debutterà il 5 e 6 ottobre nella stagione del Quarticciolo.

Rinnovata la collaborazione con Progetto Goldstein che con il supporto di Dominio Pubblico darà vita per il secondo anno consecutivo al progetto Under25_Gold per la valorizzazione di spettacoli di giovani artisti sotto i 25 anni, un ulteriore passo verso il teatro che sta nascendo, per sostenerlo, incoraggiarlo e soprattutto fornire ulteriori strumenti per consentire la nascita di nuove formazioni.

“Direzioni Ostinate: percorsi nel contemporaneo” è un viaggio coraggioso intrapreso passo dopo passo, curva dopo curva insieme agli artisti che nel Teatro Studio Uno ritrovano un rifugio protetto ed ospitale dove fermarsi per far nascere le proprie idee: sperimentare intuizioni con lavori embrionali, piantare semi di spettacolo, trovare l'humus adatto per sviluppare progetti. Tutto attraverso percorsi di Ricerca Permanente, Residenze e Laboratori, affiancati da un'offerta formativa per adulti e bambini del territorio capace di animare anche quest'anno la stagione culturale del teatro, Casa Romana Indipendente nel cuore di Tor Pignattara.

CALENDARIO:

10-20 OTTOBRE | MUTTER
di Lorenzo De Liberato | con Giordana Morandini, Fabrizio Milano, Irene Vannelli, Lorenzo Garufo, Francesca Anna Bellucci, Bruno Ricci| luci Matteo Ziglio | assistente alla regia Giulia Pera.

24-27 OTTOBRE | COMUNQUE
di e con Giorgia Mazzucato

14-17 NOVEMBRE | TOGLIATTI MON AMOUR di Carlotta Piraino | con Carlotta Piraino e Furgonaro | regia e disegno luci Carlotta Piraino | disegno audio Massimo Rollo | movimento scenico Lisa Rosamilia | video Marco Rizzari | grafiche Beatrice Novelli

21-24 NOVEMBRE | CUCINA BUONA IN TEMPI CATTIVI
di Francesco Battaglia | regia Matteo Finamore| ass. alla regia Olga Galieri | con Andrea Carriero, Lorenzo Guerrieri, Paolo Madonna, Sara Giannelli | costumi Giulia Menaspà

28 NOVEMBRE – 1 DICEMBRE | LUISA, UNO SGUARDO OLTRALPE
produzione Il Nano Egidio | di e con Marco Ceccotti, Simona Oppedisano e Francesco Picciotti

5-8 DICEMBRE | ANTIGONE, FOTTI LA LEGGE
produzione Produzioni Nostrane-ULTRAS TEATRO | di Giovan Bartolo Botta | con Isabella Carle, Claudia Salvatore, Mariagrazia Torbidoni e Giovan Bartolo Botta

12-15 DICEMBRE | DI MADRE IN FIGLIA
di  Federica Ponza | regia Andrea Di Palma | con Patrizia Ciabatta

19-22 DICEMBRE | NINFAMANIA
di Caruso/Pagliai | scritto e diretto Emanuela Caruso | con Michele Pagliai

9-12 GENNAIO | PATERNOSTER -l'eredità dei figli-
Drammaturgia e regia Beatrice Mitruccio | con Ludovico Cinalli e Paolo Perrone | musiche originali Matteo Tarragoni, Daniele Cicalini, Adriano Nardini | luci Martin Emanuel Palma

16-19 GENNAIO | MARE ANARCHICO | Ricerca Permanente 2018-19 | scritto e diretto da Giuseppe Maria Martino | con LauraLuna Farina | Dramaturg Dario Postiglione | scene e luci Carmine de Mizio

23-26 GENNAIO| AMIDO | operazione drammaturgica e regia Mauro Santopietro | di e con Ali Bhatti |  Produzione Spring di Grazia Sgueglia

30 GENNAIO - 2 FEBBRAIO | SUCK MY IPERURANIO| di e con Giovanni Onorato

6-9 FEBBRAIO | IL BARBIERE DI SIVIGLIA | regia I tre Barba | con Lorenzo De Liberato, Alessio Esposito, Lorenzo Garufo|

13-16 FEBBRAIO | RIGOLETTO | regia I tre Barba | con Lorenzo De Liberato, Alessio Esposito, Lorenzo Garufo|

20-23 FEBBRAIO Sala Specchi | RISONANZA A 448 HZ | Teatro concerto di e con  Daniele Casolino e Elena Lunghi |

20-23 FEBBRAIO Sala Teatro | FLUID | di Ilaria Migliaccio | con Monica Bandella, Giulio Bruno, Monica L'Erario, Luigi Milone, Martha Mirabelli, Laura Radduso, Valentina Santucci |

27 FEBBRAIO – 2 MARZO | CERVUS | di Aaron Mark | regia Michele Demaria | con Ludovica Apollonj Ghetti, Michele Demaria | musiche Giorgio Mirto | produzione Teatro Studio Uno, Lumik Teatro

5-8 MARZO  | Sala Teatro | E' ITA | di Martina Tiberti | con Giuseppe Mortelliti, Sergio Brenna | scene Simone Martino

5-8 MARZO | Sala Specchi | AMLETO E SUA MOGLIE OFELIA | scritto e diretto da Gabriele Linari | con Elisa Carucci, Daniele Giuliani

12-15 MARZO | MALLEUS MALEFICARUM | di e con Morena Rastelli

19-22 MARZO |Sala Specchi |IL NUMERO VENTIDUE | di Alessia Giovanna Matrisciano e Daniele Casolino|

19-22 MARZO | Sala Teatro | SI TAGLIA CON UN GRISSINO | di e con Daniele Flamini, Sophia Angelozzi

26-29 MARZO Sala Teatro | MI MANCA VAN GOGH | di e con Francesca Astrei

26-29 MARZO Sala Specchi | CRONICAMENTE EDIPO | produzione Produzioni Nostrane-ULTRAS TEATRO | di Giovan Bartolo Botta | con Isabella Carle, Claudia Salvatore e Giovan Bartolo Botta

26-29 MARZO 2-5 APRILE | VUOI TU | di Veronica Chirra | con Marta Bulgherini, Irene Ciani, Camilla Tagliaferri | Collettivo Nonnaloca

16-19 APRILE Sala Teatro | FILI DI RAME | regia Emiliano Morana | con Carlotta Sfolgori |

16-19 APRILE Sala Specchi | SHIPWRECK  | Compagnia Matroos | con Lisa Rosamilia |

23-26 APRILE | CON UN QUADERNO NEL PORTAPACCHI | di e con Giuseppe Mortelliti

30 APRILE – 3 MAGGIO | DELIRE| di Antonio Sinisi | con Eleonora Turco, Alessandro Di Somma | scene Martooz

4-31 MAGGIO | I GIORNI DELLA COMUNE  II EDIZIONE

9-10-11 GIUGNO | FESTIVAL INVENTARIA X EDIZIONE

15-28 GIUGNO | PILLOLE #tuttoin12minuti | Rassegna di Selezione Stagione 2020-21

RICERCA PERMANENTE  2019-20

L'OLANDESE VOLANTE. STORIE DI VITA| un progetto di Arcadia delle 18 Lune curato da Alessia Barbieri Pomposelli, Silvia Manciati e Francesca Venturi.

L’Olandese volante è una nave di artisti nomadi alla ricerca di realtà sociali che passano inosservate al primo sguardo, una lente di ingrandimento per raccontare le “storie di vita” e dare voce e corpo alle biografie dell’umanità con l’obiettivo di lasciare emergere, attraverso il racconto del singolo, la vivacità culturale e la ricchezza umana del quartiere. 

LABORATORI ottobre-giugno

OLTRE I BANCHI laboratorio interculturale di teatro per adolescenti condotto da Mauro Santopietro in collaborazione con Cristiana Russo, Cinzia Sabbatini e Grazia Sgueglia.

Il laboratorio è gratuito. Lezioni di prova aperte a chiunque voglia partecipare:
21 ottobre – dalle 16 alle 19
25 novembre – dalle 16 alle 19
16 dicembre – dalle 16 alle 19

Da gennaio a giugno il laboratorio avrà cadenza settimanale.

STUDIOUNO KIDS laboratorio teatrale per bambini condotto da Eleonora Turco e Alessandro Di Somma –  tutti Lunedì h 17.00-18.00

STUDIOUNO LAB laboratorio teatrale per adulti condotto da Carlotta Piraino e Alessandro Di Somma –  Tutti i Lunedì h 21.00- 23.00

L'ALTRO LATO DELLA LUNA laboratorio di teatro esperienziale di Franca Battaglia Teatro
condotto da Ilaria Migliaccio. Tutti i lunedì h 20.30 – 22.30

BIANCO ROSSO E TORPIGNA laboratorio di teatro e drammaturgia di quartiere condotto da Alessia Berardi e Ferdinando Vaselli. Tutti i martedì h 20.30 – 22.30

LABORATORIO DI TEATRODANZA condotto da Lisa Rosamilia
tutti i mercoledì dalle 19.00 – 21.00

Stagione 2019-20 “Direzioni Ostinate: percorsi nel contemporaneo”
Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).

PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1
Per info: 3494356219- 3298027943
www.teatrostudiouno.com – info.teatrostudiouno@gmail.com

Marta Volterra


Teatro Studio Uno  - Roma

AMIDO
Di e con Ali Bhatti
Operazione drammaturgica di Mauro Santopietro
Regia Mauro Santopietro
Organizzazione Spring di Grazia Sgueglia

dal 23 al 26 gennaio 2020
Teatro Studio Uno
via Carlo della Rocca, 6 Roma

In prima assoluta al Teatro Studio Uno dal 23 al 26 gennaio 2020 “Amido” di e con Alì Bhatti, allievo attore del laboratorio teatrale interculturale “Oltre i Banchi” che  attraverso un intenso e suggestivo monologo, porta in scena la sua storia personale di giovane migrante, diretto da Mauro Santopietro con l'organizzazione di Spring di Grazia Sgueglia.

Ascoltare questa sua storia, una storia vera, una storia ad alto livello glicemico, dovrebbe fare riflettere sulla parola coraggio. Dal latino cor habeo, avere cuore. E forse fare nascere un pensiero a chi guarda gli stranieri come gente priva di virtù. Non vuole essere una storia di razzismo. Alì è un ragazzo perfettamente integrato. È la storia di Alì. Semplicemente una storia dolce, capace di ammorbidire le rigidità del nostro quotidiano. Una delle tante qualità dell'amido.     

Dal 2017, per tre anni consecutivi, Mauro Santopietro, attore e regista, e Grazia Sgueglia, organizzatrice e produttrice, danno vita, insieme ad altre partnership, a un laboratorio interculturale di teatro per adolescenti dai 18 ai 25 anni. Il laboratorio è aperto a tutti, con un occhio particolare a tutti quei ragazzi che provengono dalle periferie: periferie del mondo occidentale, periferie di una grande città. Ed ecco che ragazzi che non conoscono il teatro o che non lo vivono e lo praticano nella loro quotidianità hanno avuto modo di portare avanti un’esperienza teatrale con l’obbiettivo primario non di formare attori ma di far nascere in loro un’idea, una decisione, una consapevolezza, la volontà di esporla e di esporsi e di credere in sé stessi.

Alì è nel gruppo dal primo momento: quando ha iniziato a partecipare al laboratorio era da pochi mesi in Italia, non parlava l’italiano, anzi non parlava, vinto dalla timidezza e dalla paura di non essere accolto e accettato. Ha resistito e ha affrontato il primo saggio. E’ scoccata una scintilla. Ha cominciato ad amare il teatro, tanto da continuare il laboratorio anche al secondo anno e al terzo, malgrado la sua vita quotidiana fosse votata a crearsi indipendenza, stabilità economica e la possibilità di rimanere in Italia.

Non ricordo molto, ho annullato il tempo, forse, non so come ho fatto a trovare la forza. Volevo tornare indietro, non potevo farcela ma lì bisognava solo andare avanti, non ti potevi fermare perché “la guida” ti colpiva o poteva ucciderti. A un certo momento ho smesso di pensare. Dal Pakistan siamo arrivati in Iran, non so bene quanto tempo sia trascorso. C’erano solo uomini in viaggio con me, anche due bambini di circa dieci anni. Ricordo solo che finita una montagna ne iniziava un’altra e poi un’altra ancora, finché non siamo arrivati al confine turco. Lì ho davvero sentito la paura, capivo che era pericoloso. La polizia cercava di colpirci anche con le pietre, alcuni dei miei compagni sono caduti mentre correvano e uno è stato ucciso. Ricordo il freddo e il sapore dei biscotti. Era l’unica cosa poco pesante che il peso dei nostri zaini potesse sopportare. Non voglio ricordare. Arrivato in Italia avevo venti euro in tasca e sono corso in un bar, ho comprato una bottiglia d’acqua, non da mangiare perché per me è ancora difficile farlo, e ho chiesto le chiavi del bagno. Mi sono lavato, il sapone era nero, avevo con me anche un rasoio e mi sono tagliato la barba.” 

In natura l'amido è una sostanza che presenta un alto potere calorico, fornisce un lento rilascio di glucosio nel sangue e assicura all'organismo energia a lungo termine. Lo stesso effetto lo si ha nell’ascoltare una bella storia di vita.

Ali è seduto a centro palco. Ai suoi piedi un secchio colmo di patate da sbucciare e travasare in un contenitore vuoto. Alle sue spalle una radio che trasmette musica pop Italiana. Sono già diversi anni che è nel nostro Paese. Parla bene la nostra lingua e sembra essere perfettamente integrato. Ha lavoro, casa, cerca di costruirsi una famiglia ma non ha fretta. Il futuro è lì avanti a sé che lo attende, prova ad afferrarlo ogni giorno, ma il passato è ancora troppo ingombrante e lo scaraventa a terra.

Alì è fuggito per vivere meglio. Non per scampare alla morte o alla rivoluzione. Solo per vivere il futuro nel migliore dei modi. Proprio come pensano di voler fare molti giovani italiani. Che poi non fanno. Mentre lui ha attraversato a piedi il deserto.

“Amido”  23-26 gennaio 2020
Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).

Ingresso 12 euro. Tessera associativa gratuita
Giov – Sab ore 21,00 e Dom ore 18.00

PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1
Per info: 3494356219- 3298027943
www.teatrostudiouno.com – info.teatrostudiouno@gmail.com

Teatro Studio Uno


 

SUCK MY IPERURANIO
Di e con Giovanni Onorato
liberamente ispirato dai racconti di Heinrich Böll

aiuto regia  Margherita Franceschi
aiuto drammaturgia Teodora Grano

30 gennaio – 1 febbraio 2020
Teatro Studio Uno
via Carlo della Rocca, 6 Roma

“Maria mi ha lasciato ed io vorrei trovare il modo di spiegarle questa sensazione che ho di camminare come se fosse il primo o l’ultimo giorno dell’umanità.”

Al Teatro Studio Uno dal 30 gennaio al 1 febbraio 2020 in scena “Suck my Iperuranio” di e con Giovanni Onorato, un monologo inedito liberamente ispirato dai racconti di Heinrich Böll che ironizza, gioca e si fa beffa delle sofferenze d'amor perduto.

Come possiamo esser grati di tutto, lasciar andare ogni dolore e ridere e piangere senza chiedere niente e guardare ogni cosa coperta di luce sconvolti e innamorati?

“Suck my Iperuranio” prova a rispondere a questa domanda, prendendo le mosse dal romanzo “Opinioni di un Clown” di Heinrich Böll, portando in scena i pensieri di un giovane comico dilettante chiuso nella sua stanza, intento da una parte a seppellire il proprio dolore facendosi buffo e dall’altra a ricordare furiosamente l’intensità del suo amore perduto.

A partire dal libro sopracitato e dal meraviglioso “Pane dei verdi anni” viene sviluppata una drammaturgia originale che utilizza i racconti come pretesti più che come testi e sposta la narrazione in un ipotetico qui ed ora.

Un aspirante comico in lacrime. Un pessimo inizio. Il sentimento dell’estasi. Non restano che le battute, le battute sì, come antidoto all’autocommiserazione. E poi il pianto, la tragedia e lo schiaffo come antidoto alle battute, ’è una gioia antica negli occhi del comico invisibile a tutti tranne che a lui e forse a chi lo ha amato, e forse è questo a rendergli impossibile lasciar andare.

Giovanni Onorato, nato a Roma nel 1995, comincia ad approfondire le arti performative frequentando il teatro Carrozzerie n.o.t di via Panfilo Castaldi, dove ha la possibilità di partecipare a numerosi laboratori e workshop, in particolare con Mariella Celia, Massimiliano Civica, Adriano Mainolfi, Giorgio Sangati e Francesco Villano. Fuori da questo spazio continua la sua formazione inseguendo realtà interessanti del panorama teatrale italiano, quali Alessandra Cristiani, Danio Manfredini, Marcello Sambati e Teatro Valdoca. Nel 2016 si trasferisce a Berlino dove frequenta il Dance Intensive Programme, un percorso di formazione in danza contemporanea della durata di un anno organizzato dal centro di ricerca per il movimento “Tanzfabrik Berlin”. Tornato a Roma ha la fortuna di incontrare Dante Antonelli, con il quale debutta presso Carrozzerie n.o.t con lo spettacolo “Primo Atto”, il 29 Settembre 2018, in scena con il lavoro completo “Atto di adorazione” al Roma Europa Festival dal 18 - 23 Ottobre 2019.

 “Suck my Iperuranio” Dal 30 gennaio al 1 febbraio 2020
Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).

Ingresso 12 euro. Tessera associativa gratuita
Giov – Sab ore 21:00

PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1
Per info: 3494356219- 3298027943
www.teatrostudiouno.com – info.teatrostudiouno@gmail.com

Teatro Studio Uno



News Evento

Leggi anche


Data ultimo aggiornamento pagina 2020-01-22 16:21:46
Inserito da Michela Gesualdi
Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.