sfondo endy
Maggio 2022
eventiesagre.it
Maggio 2022
Numero News: 1243
Pubblicata il: 27/07/2017
Gli Ultimi Due Appuntamenti Del Festival Delle Musiche Dei Mondi
News riferita a Evento:
Ucronie
Fonte
Comunicazione Tra Parola e Musica
Scheda News
Gli Ultimi Due Appuntamenti Del Festival Delle Musiche Dei Mondi
Gli Ultimi Due Appuntamenti Del Festival Delle Musiche Dei Mondi

Venerdì 28 Luglio 2017 - ore 21:00 - Giardini Pubblici - Viale San Vincenzo - Cagliari

Un Prossimo Medioevo: un Tempo che non c’è stato

Un’epoca che non è mai esistita prenderà corpo attraverso Musica, Canto e Teatro, Venerdì 28 Luglio 2017, alle ore 21:00, all’interno dei Giardini Pubblici di Cagliari. NEXT MEDIOEVO sarà il terzo appuntamento del Festival delle Musiche dei Mondi - UCRONIE

NEXT MEDIOEVO sarà la terza dimensione alternativa ad essere rappresentata: un tempo che non c’è ancora, che non c’era una volta, che è sepolto dalla Laguna e che attende di essere raccontato. La penna della scrittrice Rossana Copez disegnerà questo Mondo che, Venerdì 28 Luglio 2017, alle ore 21:00, all’interno dei Giardini Pubblici, di fronte alla Galleria Comunale d’Arte (Viale San Vincenzo), verrà evocato da Attori, Musicisti e Piccoli Cantori. Le antiche e immaginarie melodie del suonatore di launeddas Andrea Pisu, i ritmi del chitarrista Andrea Congia e del percussionista Eugenio Aresu, si intrecceranno alle voci degli attori Daniele Monachella e Gloria Uccheddu, narrando cose vecchie e nuove, mentre le voci bianche del Piccolo Coro di San Sperate, diretto da Sara Caria e Gianna Caria, canteranno la preghiera segreta che nessuno conosce. Una Favola in cui gabbiani e pesci dialogano circondati da mura e macerie. Un Medioevo che non esiste.

Quattro Racconti, quattro Mondi, quattro Location, quattro Performance, decine di Artisti: questa la prima edizione del Festival delle Musiche dei Mondi - UCRONIE. Nelle ultime due settimane del mese di Luglio una trasformazione in atto per ogni appuntamento, dall’immaginazione, all’idea fantamusicale, alla performance, passando per racconti, drammatizzazioni, canti, composizioni coreutiche e altro ancora. Durante le performance, che avranno il compito di evocare dei veri e propri Mondi sonori, sarà la Musica, in qualità di amplificatore espressivo ed emotivo, che farà da collante estetico per tutte le altre Arti che, insieme, daranno fattezze, corpo e vita a queste Irreali Realtà. Luglio 2017 è il tempo di Ucronie, dove ogni Mondo, immaginario, alternativo, improbabile, fantastico, impossibile sarà evocato nelle location prescelte. Musica, Narrativa, Teatro, Danza, Arti Visive spalancheranno le porte su nuovi Spazi e nuovi Tempi che si materializzeranno in quattro diversi luoghi della Città di Cagliari, pieni di bellezza e storia.

Il Festival è inserito nell'ambito della manifestazione CagliariPaesaggio e si presenta come sezione estiva del programma TRA LE MUSICHE. È possibile dare il proprio sostegno al Progetto e all’Associazione attraverso la piattaforma di crowdfunding buonacausa.org (https://buonacausa.org/cause/tra-le-musiche).

SUL WEB: www.traparolaemusica.com
SU FACEBOOK: www.facebook.com/events/1689689277999073

 

IL FESTIVAL

Il Festival delle Musiche dei Mondi, Ucronie, è incontro tra Fantasia e Musica. Costruzione immaginifica che trae slancio dal linguaggio dei Suoni, collante per tutte le altre Arti utilizzate per la creazione di quattro Mondi che non esistono, per farli divenire Racconti e per la loro evocazione in Scena.

Narrativa, Teatro, Danza, Arti Visive: una teoria espressiva enfatizzata ed ingigantita dal potere della Musica.

Questa prospettiva vuole essere, oltre che di impegno artistico, anche di stimolo per una riflessione sul tema dell’Ambiente, nella quale il Paesaggio, naturale e antropico, non è semplice e fissa cornice o statico e immutabile panorama da ammirare, ma luogo vissuto e da viversi per gli Uomini.

Spazio e Comunità, in un costante rapporto di reciproca trasformazione estetica, culturale ed identitaria, divengono palcoscenici fruibili, protagonisti artistici che si trasformano in altri Mondi. Per un giorno.

Quattro Mondi Immaginari, delineati dalle penne di importanti scrittori, prendono corpo nella Città di Cagliari, in luoghi suggestivi e, a loro modo, ”inusuali” e “inabitati”.

Quattro Azioni Creative che si offrono come occasione per immaginare, per spingere alla comprensione della Realtà Presente.

Quattro Specchi attraverso i quali le Arti si combinano e proiettano inquietudini, sogni, allucinazioni, visioni nello Schermo della Realtà, al fine di poterla leggere ad alta voce, da altre prospettive e poterla così conoscere meglio, per acquisire e paragonare nuovi punti di vista per mezzo della Fantasia.

Immaginare per Comprendere. Comprendere per Immaginare

 

GLI ARTISTI

Associazione Culturale Tra Parola e Musica - Casa di Suoni e Racconti
www.facebook.com/traparolaemusica
Nasce nel 2015 in seno ai percorsi del musicista Andrea Congia, della Rassegna Significante e dello Staff creatosi intorno a essa, da sempre dedicati allo Spettacolo e alla Parola e alla Musica. Ha lo scopo di liberare le Storie degli Uomini, raccontandole nelle vive performance, facendole viaggiare dalle pagine scritte all’Oralità e all’Azione. Esplora l’Arte, la Cultura, i Territori, i Linguaggi, gli Incontri, in costante sinergia con altre Realtà, nella ferma convinzione che Comunicare significhi Venire alla Luce.

Andrea Congia
www.facebook.com/andcongia
Nasce a Cagliari nel 1977. Laureato in Filosofia. Chitarrista, autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Death Electronics, Fàulas. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo, dedicata alla Letteratura Sarda, “Significante”. Nel 2015 fonda l’Associazione Culturale Tra Parola e Musica - Casa di Suoni e Racconti di cui coordina le attività e i progetti.

Rossana Copez
Nata a Cagliari, specializzata in Studi Sardi all’Università di Cagliari, insegna per anni negli Istituti superiori. Ha all’attivo numerose collaborazioni con quotidiani e riviste e ha curato diverse opere sulla cultura e la storia della Sardegna (Sagre e Feste, Janus - 1987; Il porto di Cagliari, Janus - 2002). Con Sergio Atzeni ha scritto “Fiabe Sarde” (prima edizione 1978; ristampa con Condaghes nel 1992); con Tonino Oppes “Tutti buoni arriva Mommotti” (Condaghes - 2008) e con Mohammed Ayyioub “Fiabe Palestinesi” (Condaghes - 2009). Per l’Editore Il Maestrale pubblica il romanzo “Si chiama Violante” (2004) e con Giovanni Follesa “Terra Mala” (2011).

Daniele Monachella
Attore teatrale, televisivo, cinematografico e doppiatore, avvia la sua formazione nel 1998 studiando con maestri di fama internazionale tra i quali Sinisterra e Clough. Direttore Artistico di Mab Teatro, Membro della collecting Artisti7607, approfondisce la sua preparazione nel Centro Sperimentale di Cinematografia e frequenta prestigiose scuole italiane ed estere. Interprete in nutriti set pubblicitari, televisivi e cinematografici e su prestigiosi palchi teatrali, annovera notevoli collaborazioni al fianco di professionisti del panorama nazionale e internazionale.

Gloria Uccheddu
Attrice e regista, si forma alla scuola di arti sceniche del cada die teatro a Cagliari. Nel 2009 frequenta il C.U.T. Centro Universitario Teatrale a Perugia. Nel 2012, in seguito a un percorso circense, si specializza come trampoliera. Continua a formarsi seguendo workshop teatrali con A. Santagata, C. Brie, M. Baliani, R. Rustioni, T. Cubas, e di teatro danza presso il T.off di Cagliari. Con un suo spettacolo arriva in semifinale al Premio Scenario 2015 e nello stesso anno fonda la Compagnia Nefos-Artisti Associati.

Andrea Pisu
Classe 1984, tra i più giovani suonatori di launeddas professionisti attualmente in attività, Andrea Pisu si avvicina allo studio delle launeddas con l’illustre scomparso maestro Aurelio Porcu. Risale al 1995 il suo debutto, a seguito del quale alterna partecipazioni in contesti tradizionali e sperimentali sardi, nazionali e internazionali. Insignito nel 2005 del Premio Maria Carta, ha al suo attivo sette registrazioni discografiche: Pass’e tresi, Oltre il confine, Sonadores in Ramadura, Freellu, Fantafolk, Launeddas Magiche Volume 2, A sa moda antiga.

Eugenio Aresu
Eugenio Aresu, classe 1977, percussionista. Suona prevalentemente le congas, strumento versatile e dal suono caldo. Ha collaborato con vari artisti e gruppi musicali, attualmente è parte integrante nelle formazioni dei Fagundu (electro-dub d&b strumentale) e dei Ratapignata (rocksteady).

Piccolo Coro San Sperate
Il Piccolo Coro San Sperate nasce nell’ottobre 2011 ed è composta ogni anno da una media di circa 45 coristi in una fascia d’età compresa tra i 4 e i 14 anni, diretti dalle insegnanti e fondatrici del Coro (e sorelle) Gianna Caria, da sempre appassionata di musica e bambini e Sara Caria, diplomata in Pianoforte al Conservatorio di Cagliari “G.P. Da Palestrina” ed ora studentessa di Composizione Corale e Direzione di Coro presso il medesimo conservatorio. Da sempre interessata agli studi di metodologia musicale, approfondisce la sua formazione sull’insegnamento della musica ai bambini attraverso il corso Nazionale riconosciuto dal ministero dell’istruzione sulla MLT (Music Learning Theory di E.Gordon) presso l’associazione AUDIATION INSTITUTE. Da poco più di un anno il Coro è affiliato alla Galassia dei Cori dell’Antoniano di Bologna e partecipa ai raduni organizzati in tutta Italia dall’Antoniano. ll Coro si esibisce attraverso concerti periodici e collabora con varie realtà locali, quali compagnie teatrali, organizzatori di eventi e scuole, e con autori di diversi brani resi famosi dallo Zecchino D’oro, come A.Cavazza e C.Napolitano. Già da qualche anno alcuni coristi partecipano alle selezioni dello Zecchino D’oro, giungendo tra i primi 20 su 6000 bambini selezionati in tutta Italia alle fasi finali a Bologna.

Sara Caria
Pianista, direttrice di coro e insegnante, intraprende lo studio del pianoforte all'età di 9 anni. Nel 2011 fonda, insieme alla sorella Giovanna, il Piccolo Coro San Sperate. Nel 2014 si diploma in pianoforte presso il Conservatorio di Cagliari e prosegue la sua formazione musicale frequentando il triennio di Direzione di Coro e Composizione Corale presso il medesimo Conservatorio. Nel 2015 segue il corso Estill Voice Training, uno studio interattivo e apprendimento delle strutture dell'apparato vocale e loro utilizzo nei vari stili di canto e continua a formarsi come didatta presso l'Audiation Institute di Milano, Associazione per la ricerca e la formazione sull'apprendimento musicale secondo la Music Learning Theory di Edwin E. Gordon.

Giovanna Caria
Insegnante e direttrice di coro, nel 1995 comincia la sua esperienza come direttrice nei cori di voci bianche, grazie alla sua passione per la musica e per la didattica rivolta ai bambini. Nel 2011 fonda, insieme alla sorella Sara, il Piccolo Coro San Sperate, portandolo nel corso degli anni ad esibirsi in concerti e spettacoli a livello regionale e nazionale. Segue periodicamente corsi di formazione per direttori presso l'Antoniano di Bologna


Venerdì 29 Luglio 2017 - ore 21:00 - Spiaggia di Giorgino - Viale Pula - Cagliari

Un Prossimo Confine: oltre il Soggetto
Musica, Canto, Teatro, Immagini di luce e candide Coreografie delineeranno NEXT LIMES, il mondo senza confini. Sabato 29 Luglio 2017, alle ore 21:00, a Cagliari, nella Spiaggia di Giorgino, presso il ristorante “Lo Zenit”, si conclude la prima edizione del Festival delle Musiche dei Mondi - UCRONIE

NEXT LIMES sarà la quarta e ultima dimensione alternativa ad essere rappresentata: un paesaggio dove tutto è al contempo Confine, Centro e Periferia, un luogo in cui perimetro e spazio coincidono. La penna dello scrittore Gianni Zanata disegnerà questo Mondo che, Sabato 29 Luglio 2017, alle ore 21:00, nella spiaggia di Giorgino, dinanzi a Villaggio Pescatori, spalancherà una finestra su uno degli angoli più suggestivi di Cagliari. Il Coro delle Sette Spade, formato da cantori provenienti da tutta la Sardegna e diretto dai Maestri Gigi Oliva e Marina Pinna, avvolgerà le attrici-cantanti Maria Loi e Alessandra Leo, la voce del celebre Ivo De Palma e le musiche di Andrea Congia. Numerose donne, dirette dalla coreografa Valentina Masci, comporranno una “scenografia vivente” su cui verranno proiettate alcune immagini del Golfo degli Angeli catturate dai droni di Davide Manca (Flymedia Creative) e combinate dal regista Marco Gallus. Musica, Parola, Immagine e Movimento daranno forma a un Mondo che travalica l’idea di Limite.

Quattro Racconti, quattro Mondi, quattro Location, quattro Performance, decine di Artisti: questa la prima edizione del Festival delle Musiche dei Mondi - UCRONIE. Nelle ultime due settimane del mese di Luglio una trasformazione in atto per ogni appuntamento, dall’immaginazione, all’idea fantamusicale, alla performance, passando per racconti, drammatizzazioni, canti, composizioni coreutiche e altro ancora. Durante le performance, che avranno il compito di evocare dei veri e propri Mondi sonori, sarà la Musica, in qualità di amplificatore espressivo ed emotivo, che farà da collante estetico per tutte le altre Arti che, insieme, daranno fattezze, corpo e vita a queste Irreali Realtà. Luglio 2017 è il tempo di Ucronie, dove ogni Mondo, immaginario, alternativo, improbabile, fantastico, impossibile sarà evocato nelle location prescelte. Musica, Narrativa, Teatro, Danza, Arti Visive spalancheranno le porte su nuovi Spazi e nuovi Tempi che si materializzeranno in quattro diversi luoghi della Città di Cagliari, pieni di bellezza e storia.

Il Festival è inserito nell'ambito della manifestazione CagliariPaesaggio, gode del patrocinio della Regione Sardegna, del Comune di Cagliari e della Citta Metropolitana di Cagliari e si presenta come sezione estiva del programma TRA LE MUSICHE. È possibile dare il proprio sostegno al Progetto e all’Associazione attraverso la piattaforma di crowdfunding buonacausa.org (https://buonacausa.org/cause/tra-le-musiche).

I PARTNER - Il Festival Ucronie è sostenuto da numerosi partner che hanno contribuito in diversi modi alla realizzazione del progetto. In particolare il Comitato Villaggio Pescatori di Giorgino, Sardegna Tv Web, l’azienda “Pesolo”, la bisteccheria “Da Peppe”, il ristorante “Lo Zenit”, l’agriturismo “Sa Tella”, il salone “Sibille Hairstyle & Wellness”, la truccatrice Simona Sissy Makeup, la compagnia “The Oddity Box” e la tipografia e serigrafia “Creazioni Grafiche”.

SUL WEB: www.traparolaemusica.com
SU FACEBOOK: www.facebook.com/events/481500272217486

IL FESTIVAL

Il Festival delle Musiche dei Mondi, Ucronie, è incontro tra Fantasia e Musica. Costruzione immaginifica che trae slancio dal linguaggio dei Suoni, collante per tutte le altre Arti utilizzate per la creazione di quattro Mondi che non esistono, per farli divenire Racconti e per la loro evocazione in Scena.

Narrativa, Teatro, Danza, Arti Visive: una teoria espressiva enfatizzata ed ingigantita dal potere della Musica.

Questa prospettiva vuole essere, oltre che di impegno artistico, anche di stimolo per una riflessione sul tema dell’Ambiente, nella quale il Paesaggio, naturale e antropico, non è semplice e fissa cornice o statico e immutabile panorama da ammirare, ma luogo vissuto e da viversi per gli Uomini.

Spazio e Comunità, in un costante rapporto di reciproca trasformazione estetica, culturale ed identitaria, divengono palcoscenici fruibili, protagonisti artistici che si trasformano in altri Mondi. Per un giorno.

Quattro Mondi Immaginari, delineati dalle penne di importanti scrittori, prendono corpo nella Città di Cagliari, in luoghi suggestivi e, a loro modo, ”inusuali” e “inabitati”.

Quattro Azioni Creative che si offrono come occasione per immaginare, per spingere alla comprensione della Realtà Presente.

Quattro Specchi attraverso i quali le Arti si combinano e proiettano inquietudini, sogni, allucinazioni, visioni nello Schermo della Realtà, al fine di poterla leggere ad alta voce, da altre prospettive e poterla così conoscere meglio, per acquisire e paragonare nuovi punti di vista per mezzo della Fantasia.

Immaginare per Comprendere. Comprendere per Immaginare

GLI ARTISTI

Associazione Culturale Tra Parola e Musica - Casa di Suoni e Racconti
www.facebook.com/traparolaemusica
Nasce nel 2015 in seno ai percorsi del musicista Andrea Congia, della Rassegna Significante e dello Staff creatosi intorno a essa, da sempre dedicati allo Spettacolo e alla Parola e alla Musica. Ha lo scopo di liberare le Storie degli Uomini, raccontandole nelle vive performance, facendole viaggiare dalle pagine scritte all’Oralità e all’Azione. Esplora l’Arte, la Cultura, i Territori, i Linguaggi, gli Incontri, in costante sinergia con altre Realtà, nella ferma convinzione che Comunicare significhi Venire alla Luce.

Andrea Congia
www.facebook.com/andcongia
Nasce a Cagliari nel 1977. Laureato in Filosofia. Chitarrista, autore e interprete nelle formazioni musicali sperimentali Nigro Minstrel, Mascherada, Antagonista Quintet, Crais Trio, Baska, Hellequin, Orchestrina dei Miracoli, Gastropod, Skull Cowboys, Death Electronics, Fàulas. Da anni prosegue sulla strada della coniugazione tra Parola e Musica in collaborazione con numerosi artisti provenienti da ambienti musicali e teatrali sardi in particolar modo attraverso la direzione artistica della Rassegna di Spettacolo, dedicata alla Letteratura Sarda, “Significante”. Nel 2015 fonda l’Associazione Culturale Tra Parola e Musica - Casa di Suoni e Racconti di cui coordina le attività e i progetti.

Gianni Zanata
Cagliaritano, classe ‘62, è giornalista professionista e scrittore di romanzi e racconti. La sua attività di giornalista è cominciata in Radio, agli inizi degli anni ’80, per poi passare alla carta stampata e, successivamente, diventare il volto del Tg dell'emittente sarda “Sardegna Uno”. In veste di scrittore ha pubblicato tre romanzi e diversi racconti. Numerose le sue partecipazioni a incontri e Reading letterari. Attualmente si occupa di comunicazione istituzionale presso la Regione Autonoma della Sardegna.

Maria Loi
Attrice, regista e cantante si forma e collabora con Fo, Kemp, Quartucci, Cara, Muscato, Heath. Prima attrice del Teatro Palazzo d’Inverno al fianco di Senio Dattena, nel 2009 fonda con questo l’Associazione Teatro Barbaro. “La chiave dell’Ascensore” di Kristof, “Tracina tracotante” di Gargiulo, “Fuochi” e “Lo scambio” di Dattena, “Le metamorfosi” da Ovidio sono alcune delle ultime produzioni teatrali che la vedono impegnata. Co-protagonista nel film di Mereu Bellas Mariposas, da tempo tiene laboratori di lettura e teatro per bambini e per adulti.

Alessandra Leo
Attrice, cantante e didatta inizia la sua formazione teatrale frequentando i primi corsi di danza. Dal 1991 approfondisce il suo percorso di formazione in seno alla compagnia teatrale Actores Alidos, diretta dal regista Gianfranco Angei. Nel 2008 consegue la qualifica professionale, diplomandosi nei corsi del progetto europeo “Parnaso”. Nel suo percorso di formazione continua a perfezionarsi sotto la guida di: Y. Lebreton, G. Coullet, E. M. Laukvik (Odin Teatret), N. Facchini (Teatro Cantabile 2 Danimarca), C. Brie, M. Margotta e molti altri.

Ivo De Palma
Doppiatore, direttore del doppiaggio, dialoghista, attore italiano, Ivo De Palma dedica la sua intera carriera al microfono, a disposizione di chi ama l'ascolto e di chi, sotto sotto, coltiva il desiderio di farsi ascoltare. Inizia le sue prime esperienze in radio, entrando poi, nei primi anni ottanta, nel mondo del doppiaggio dopo aver seguito corsi di dizione e recitazione. Lavorando tra Torino e Milano, la sua voce ha trovato spazio in doppiaggi di telenovelas e anime giapponesi, telefilms e soap opera (Pegasus in “Cavalieri dello Zodiaco”, Mirko in “Love Me Licia”, “Licia dolce Licia”, “Teneramente Licia”, “Balliamo e cantiamo con Licia”, George Robinson in “Ti presento i Robinson”, Frank Cooper in “Sentieri” e tanti altri). Come attore ha interpretato il medico di casa Krueger in “Cento Vetrine” e Alfred Westman in “Vivere”.

Coro delle Sette Spade
Nato nel 2016 in seno alle attività della Casa di Suoni e Racconti, il Coro delle 7 Spade è il frutto di una sperimentazione musicale e, più in generale, artistica posta in essere per il Progetto Cinematografico “Death Before Love” (Produzione Casa di Suoni e Racconti, Skull Cowboys e Valentina Spanu) attualmente in via di elaborazione. L’operazione ha trovato l’adesione e la partecipazione di differenti formazioni canore provenienti da tutta la Sardegna incontratesi in Ogliastra nella Chiesa di Sant’Elena a Gairo Vecchio e del Buon Cammino a Cardedu per intonare un alternativo “Stabat Mater”. Il brano, con testo tratto dal componimento poetico medievale di Jacopone da Todi e musiche appositamente composte e arrangiate dal musicista e compositore Andrea Congia in collaborazione col Maestro Gigi Oliva, nasce con l’intento di unire gli stilemi del canto a cuncordu, del canto a tenore e più in generale del canto polifonico mediterraneo.

Luigi Oliva
Dopo aver conseguito il Diploma di Maturità Classica nel Liceo “Manno” di Alghero, prosegue la sua formazione conseguendo il Diploma di Operatore dei Beni Culturali della Chiesa nella Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna, il diploma nel corso triennale sperimentale di Musica Etnica del Conservatorio G.P. da Palestrina di Cagliari e approfondisce la sua formazione in ambito etnomusicologico. Dagli anni ’70 si occupa di canto sardo di tradizione orale, avendo appreso dagli anziani cantori bosani il repertorio “a tragiu” di Bosa. Prende parte a vari concerti in ambito isolano con il Coro di Bosa e collabora per la realizzazione del CD “Canti popolari di Bosa e Planargia” (1998), curato dal centro di cultura popolare di Bosa. Si occupa dagli anni ‘80 anche di Canto Gregoriano e musica medioevale, partecipando a vari corsi regionali e nazionali tenuti da docenti di fama internazionale (G.B.Baroffio, N.Albarosa, F.Rampi, G.Milanese). Partecipa ai corsi di musica medievale del “Festival dei Saraceni” organizzati dall’Istituto Comunale di Musica Antica S.Cordero di Pamparato (1998 al 2001). Prende parte, guidato dal maestro S.Albarello e dal regista D.De Martino, al dramma liturgico medievale “Ludus Danielis” (1998). Collabora alla realizzazione del progetto sulla lingua sarda “Archivi sonori” (Regione Sardegna - 2008). Cura con gli etnomusicologi I.Macchiarella e R.Milleddu, la realizzazione del XV e XVI volume, dedicati ai cori polifonici, della Enciclopedia della musica sarda (L’Unione sarda - 2011). Ha collaborato con diverse realtà culturali e attualmente segue la direzione artistica di alcune formazioni canore isolane.

Marina Pinna
Inizia il suo percorso canoro e musicale all’età di 11 anni presso il Conservatorio Pierluigi Da Palestrina di Cagliari, si diploma in pianoforte presso il Conservatorio Luigi Canepa di Sassari e conclude gli studi diplomandosi in didattica della musica al Conservatorio di Cagliari. Insegnante di educazione musicale presso numerosi istituti scolastici isolani, dirige il Coro della Compagnia Teatrale Accademia ed è attualmente Presidente dell’Associazione Musicale Arte-Musica di Guspini.

Marco Gallus
Nato a Cagliari nel 1968. Si occupa di video da circa trent’anni, alternando le sue produzioni alle collaborazioni per terzi. La prima fase della sua attività è stata dedicata principalmente allo studio della regia e del linguaggio cinematografico, periodo in cui ha realizzato una decina di cortometraggi; successivamente, invece, ha preferito dare maggiore spazio all’attività di operatore di ripresa e al montaggio audio e video. Negli ultimi anni ha riversato tutte le sue attenzioni al documentario, genere che lo ha riportato alla regia. La sua regia si occupa del sociale, delle storie al margine, ossessionato dalla necessità di “rivisitare” la storia per raccontarla con occhi nuovi che permettano di capire meglio il nostro presente. Il suo ultimo documentario (lavoro più importante realizzato) si intitola “Vinti ma non convinti”, racconta la vita e le idee del poeta Francesco Masala, una figura di enorme spessore la cui grandezza è stata riconosciuta a livello internazionale. Appassionato di nuovi linguaggi e di sperimentazione nell’anno 2017 si occuperà di realizzare un web doc o documentario interattivo dal titolo “Sa limba est s’istoria de su mundu”, dedicato all’opera omnia del poeta Francesco Masala.

Davide Manca - Flymedia Creative
Dopo aver conseguito il diploma all'Istituto Tecnico per Geometri "Ottone Bacaredda” di Cagliari, si dedica ad approfondire la sua formazione seguendo la sua passione per il volo e l'aeromodellismo. Tra il 2008 e il 2009 consegue l'attestato di volo VDS (pilota di ultraleggeri complessi e avanzati biposto) e successivamente l’abilitazione alla Fonia Aeronautica presso la Scuola di volo "La Tana del Volo" di Siliqua. Nel 2009 consegue la certificazione per l'utilizzo di velivoli radiocomandati con pilota remoto, conosciuti più comunemente come droni, avviando nel 2011 l’azienda di video e foto produzione aerea “Flymedia”. Ha all'attivo diverse collaborazioni in ambito sanitario per piccoli video pubblicitari con la "Kinetika Sardegna", ha realizzato alcuni spot per il Forte Village e collaborato con la PBM - Videolina e ha inoltre operato per realizzare le immagini aeree del Film "Chi salverà le rose" di Cesare Furesi e del progetto cinematografico "Death Before Love" attualmente in via di elaborazione.


    ( )

Data ultimo aggiornamento pagina 27/07/2017
Inserito da Simone Camilletti
Attenzione!!! Le notizie riportate in questa pagina sono state gentilmente fornite da Enti Pubblici o Privati.
Grazie Lo Staff Web Up Italia