sfondo endy
Novembre 2021
eventiesagre.it
Novembre 2021
Numero Evento: 21161391
Eventi Vari
Votes For Women!
Santarcangelo Per Le Donne - 5^ Edizione
Date:
Dal: 08/03/2021
Al: 23/04/2021
Dove:
Logo Comune
Emilia Romagna - Italia
Contatti
Fonte
Comune Santarcangelo
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250

Votes For Women!

Santarcangelo Per Le Donne - 5^ Edizione

Da Lunedì 08 Marzo a Venerdì 23 Aprile 2021 -
Santarcangelo Di Romagna (RN)

Votes For Women! - Santarcangelo Di Romagna

VOTES FOR WOMEN 2021

Lunedì 8 marzo la rassegna al via con la trasmissione online
di Sisterhood_Opera d’ascolto a cura di Teatro Patalò

La quinta edizione di Votes for Women! Santarcangelo per le Donne comincia lunedì 8 marzo – Giornata internazionale della Donna – con la trasmissione online del progetto Sisterhood_Opera d’ascolto a cura di Teatro Patalò.

Alle ore 18 sul canale YouTube di FoCuS – Fondazione Culture Santarcangelo sarà trasmesso il documentario sulle azioni “invisibili” di Sisterhood_Opera d’ascolto, realizzate lo scorso novembre in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

Alle ore 19 sul canale Soundcloud di Teatro Patalò (https://soundcloud.com/teatropatalo) sarà trasmessa invece l’opera audio completa del progetto, in cui undici artiste interpretano i testi di alcune autrici fondamentali per riflettere sulla rimozione delle donne nel tessuto culturale e sulla violenza quotidiana. In apertura del video un saluto della sindaca Alice Parma.

Votes for Women! È la rassegna che il Comune di Santarcangelo di Romagna e FoCuS dedicano alle donne attivamente impegnate nella cultura e nella società, resa quest'anno ancora più attuale dalle disparità di genere evidenziate dalla pandemia. L’edizione 2021 è anche l’occasione per il lancio di un nuovo logo, realizzato dalla street artist Gio Pistone (www.giopistone.it), che andrà a identificare tutte le iniziative dedicate al tema della parità di genere nel corso dell’anno.

Nelle settimane successive il programma proseguirà con altri quattro incontri, coordinati da Chiara Cretella per l’associazione culturale Dry-Art e la partecipazione di Pamela Fussi, vice sindaca e assessora alle Pari opportunità: il 12 marzo si parlerà di Donne e precariato con Eloisa Betti, storica dell’università di Bologna. Il 26 marzo il tema saranno i Femminicidi, affrontati dal punto di vista delle famiglie delle vittime insieme alla fotografa Stefania Prandi, con la partecipazione di Isadora Angelini di Teatro Patalò. Il 16 aprile si affronteranno le tematiche legate agli Stereotipi di genere e infanzia, con la scrittrice e attivista Serena Ballista. La rassegna si conclude infine il 23 aprile con l’incontro dal titolo Donne e guerra in Emilia-Romagna, con la storica dell’Università di Bologna Cinzia Venturoli e Giusi Delvecchio, presidente dell’ANPI provinciale di Rimini.


 

Domenica 25 Aprile in diretta Facebook la commemorazione
per il 76° anniversario della Liberazione

Venerdì 23 aprile il saluto della sindaca alle scuole
e l’incontro conclusivo della rassegna “Votes for Women!”

In occasione del 76° anniversario della Liberazione d’Italia, dal 23 al 30 aprile 2021 torna la rassegna “Ora e sempre! Resistenza Diritti Lavoro”, organizzata quest’anno in forma digitale dal Comitato cittadino antifascista, tavolo di lavoro presieduto dalla sindaca che riunisce Amministrazione comunale, associazioni del territorio, istituzioni pubbliche, organizzazioni sindacali, scuole e forze politiche locali. Sarà proprio la sindaca Alice Parma, venerdì 23 aprile alle ore 9, a dare il via alla rassegna con un saluto alle scuole e alla cittadinanza, in diretta sulla pagina Facebook del Comune.

Sempre venerdì 23 aprile, alle ore 18si svolgerà l’incontro “Donne e guerra in Emilia-Romagna”, ultimo appuntamento di “Votes for Women! Santarcangelo per le Donne”. In diretta sulle pagine Facebook dell'associazione culturale DryArt e del Comune di Santarcangelo, la storica dell’Università di Bologna Cinzia Venturoli si confronterà con la coordinatrice della rassegna Chiara Cretella, con i saluti di Giusi Delvecchio, presidente dell’ANPI provinciale di Rimini, e la partecipazione della vice sindaca e assessora alle Pari opportunità, Pamela Fussi.

Con il progredire degli studi storici è diventato sempre più evidente come la Seconda guerra mondiale non sia stata un’esperienza esclusivamente al maschile, ed è stato messo in luce come i conflitti – quelli totali in particolar modo – abbiano avuto un ruolo decisivo nella costruzione dell’identità di genere e nell’evoluzione dei rapporti fra donne e uomini. La guerra ha segnato una frattura nello spazio e nel tempo, dal tempo della routine quotidiana al tempo scandito dagli allarmi, dai bombardamenti, ha posto le donne di fronte alla violenza. I cambiamenti di vita dovuti alla guerra, alle occupazioni militari e, in Italia in particolar modo, alla Resistenza, hanno mutato la percezione dei modelli sociali, in primis quelli che assegnavano agli uomini la sfera pubblica e alle donne quella privata.

Domenica 25 aprile, 76° anniversario della Liberazione, alle ore 10 sindaca e presidente dell’Anpi deporranno due corone d’alloro presso le lapidi presenti sotto il porticato del Municipio. La commemorazione, che si svolgerà in assenza di pubblico, verrà trasmessa in diretta anche in questo caso sulla pagina Facebook dell’Amministrazione comunale. Sempre il 25 aprile, nel pomeriggio, l’Anpi organizzerà un’azione simbolica diffondendo musiche e canti della Resistenza in piazza Ganganelli e nelle vie del centro. Si svolgerà anche a Santarcangelo, inoltre, l’iniziativa dell’Anpi nazionale “Strade di Liberazione”: a partire dalle ore 16 cittadine e cittadini sono invitati a deporre un fiore sotto le targhe di vie e piazze dedicate ad antifascisti/e e partigiani/e.

Per unire simbolicamente il 25 Aprile e il 2 Giugno – festa della Repubblica e 75° anniversario del referendum istituzionale del 1946 – il porticato del Municipio ospiterà due pannelli di grande formato dedicati a Sandro Pertini e Tina Anselmi. Un’iniziativa realizzata dall’Anpi in numerose città d’Italia per rendere omaggio alle donne e agli uomini che hanno fondato la Repubblica e scritto la Costituzione. Per consentire l’installazione dei due pannelli, la via di piazza Ganganelli (il tratto di strada antistante il Municipio) sarà a senso unico alternato nel pomeriggio di venerdì 23 aprile.

Gli eventi digitali proseguiranno martedì 27 aprile con la tavola rotonda “Don Giovanni Montali e Rino Molari. Storia di un'amicizia tra ‘resistenti’”, organizzata dalla biblioteca Baldini, mentre giovedì 30 si svolgerà l’incontro “Vite violate. Le donne nella guerra e nella diaspora” con il giornalista Emilio Drudi, a cura dell’Anpi.

Cinzia Venturoli – Professoressa a contratto presso l’Università di Bologna, si occupa in particolar modo del rapporto fra storia e memoria, public history, didattica della storia contemporanea e temi legati alle stragi che colpirono l’Italia e Bologna negli anni ’70 e ’80. Tra i suoi studi sulle donne: “Abusi e molestie sessuali lungo la Linea Gotica, Guerra Resistenza, Politica. Storie di donne”, a cura di Dianella Gagliani (Aliberti, 2006); “Donne e lavoro: un'identità difficile. Lavoratrici in Emilia Romagna (1860-1960)”, con Rossella Ropa (Compositori, 2010); “Sulla violenza sessuale, in contesti di guerra e di pace”, in “Voci del verbo violare. Riflessioni e sfide educative contro la violenza sulle donne”, a cura di C. Cretella e C. Venturoli (I libri di Emil, 2010); “Le donne di Monte Sole (a partire dal lavoro di Don Luciano Gherardi)”, in “Luciano Gherardi. Un presbitero della Chiesa bolognese negli snodi civili ed ecclesiali del Novecento”, a cura di S. Marchesani (Zikkaron, 2020); “Donne, rapporti di genere, famiglie”, in “Comunità in guerra sull’Appennino. La Linea Gotica tra storia e politiche della memoria, 1944-2014”, a cura di M. Carattieri, A. Preti (Viella, 2018).



News Evento

Leggi anche


Data ultimo aggiornamento pagina 2021-04-21 13:33:48
Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.