sfondo endy
Dicembre 2019
eventiesagre.it
Dicembre 2019
Numero Evento: 21091323
Eventi Vari
Eventi A Villa Carlotta
Appuntamenti Stagione 2019
Date:
Dal: 22/03/2019
Al: 03/11/2019
Dove:
Logo Comune
Via Regina, 2
Lombardia - Italia
Contatti
Tel.: 0344 40405
Fonte
Denise Peduzzi - Ellecistudio
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento

Eventi A Villa Carlotta

Appuntamenti Stagione 2019

Da Venerdì 22 Marzo a Domenica 03 Novembre 2019 -
Villa Carlotta - Via Regina, 2 - Tremezzina (CO)

Eventi A Villa Carlotta - Tremezzina

PRESENTAZIONE STAGIONE 2019
di Maria Angela Previtera, Direttore Villa Carlotta

Articolata in una ricca serie di eventi e appuntamenti la stagione 2019 vede come protagonista la famiglia dei marchesi Clerici, primi proprietari dell’antica dimora ora nota come Villa Carlotta.

I Clerici iniziano la loro fortuna come mercanti di lana e seta proprio sulle sponde del Lago di Como, a Domaso, un piccolo centro posto in una posizione strategica che favoriva i commerci verso il nord Europa e le Fiandre, attraverso la Valtellina. Ma a già a partire dal primo Seicento si trasferiscono, dopo una breve permanenza a Como, nel capoluogo lombardo iniziando una vera e propria ascesa sociale. I marchesi Clerici con le loro vicende storiche, in particolare con la vita fastosa condotta da Anton Giorgio, sono un esempio emblematico di famiglia aristocratica del ‘700.  Per dare maggiore evidenza a questa scalata sociale costruiscono una straordinaria serie di ville di delizia nello Stato di Milano, decorano il palazzo di città con gli affreschi di Giovanni Battista Tiepolo, il pittore più richiesto del secolo e affidano a una serie di artisti la decorazione delle altre residenze suburbane.

In questo scenario viene promossa nel tardo Seicento dal marchese Giorgio Clerici (1648-1736), uomo raffinato e di grande potere, anche la costruzione di villa Clerici a Tremezzo che rimane alla famiglia fino al 1801, anno in cui Claudia Clerici Bigli, ultima discendente del nobile casato, vende il complesso a Giovanni Battista Sommariva.

Al pari della villa divenuta con i Clerici celebre per le sue collezioni d’arte, il giardino con le scenografiche rampe di scale, le profumate spalliere d’agrumi, le fontane e le innumerevoli statue, divenne uno dei luoghi di delizia più apprezzati da ospiti illustri in visita sul lago di Como.

La fama della dimora così come quella del Lario viene amplificata nel corso dell’Ottocento dai numerosi viaggiatori che attraverso una nutrita serie di guide e cronache, immagini a stampa e dipinte, fanno conoscere le bellezze dei luoghi. Sarà poi la fotografia a codificare l’immagine del Lario in una serie di vedute e scatti d’autore come alcuni di quelli selezionati, tra gli oltre tremila, da una ricca e preziosa collezione privata. Una raccolta davvero unica di vedute e panorami, dai piccoli borghi alle località più celebri del lago di Como che rivivono per l’occasione nelle sale del museo di Villa Carlotta riportandoci in una atmosfera d’altri tempi. In questa inedita antologia non mancano fotografie di giovani signore che si intrattengono nelle ville più alla moda e interni sontuosi di cui si è persa la memoria, ripresi però da noti fotografi dell’epoca dai Fratelli Alinari a Luigi e Pompeo Sacchi, fino agli inglesi Henry Negretti e Francis Frith ai francesi Antoin Gaudin e Charles Soulier, solo per citarne alcuni.

Telai e trame d’autore ci riportano invece alla passione e alla professionalità che contraddistinguono la storia della ditta tessile Canclini che, come molte altre operose realtà del comasco, vuole mantenere viva una tradizione antica quella del commercio tessile praticata dagli stessi marchesi Clerici. Da qui nasce l’idea di presentare al pubblico grazie alla disponibilità della famiglia Canclini una scelta accurata di opere della loro collezione di arte tessile che rappresenta il fiore all’occhiello dell’azienda. Opere di arte antica e contemporanea, attentamente selezionate che conducono il visitatore in un viaggio evocativo nel mondo dell’arte tessile, in grado di spiegare come l’intreccio, la trama, l’ordito o la materia prima, come seta, lana e cotone, siano diventati protagonisti di un vero e proprio linguaggio espressivo. Una raffinata raccolta di materiali rari e preziosi che comprende i modelli di macchine tessili tratti da alcuni progetti di Leonardo da Vinci dedicati all’ingegneria e alla tecnica che vengono proposti al pubblico per la prima volta nelle sale del museo in occasione delle celebrazioni per i cinquecento anni dalla sua scomparsa.

Continua, inoltre, il percorso di valorizzazione delle collezioni museali di Villa Carlotta, così argenti e ceramiche torneranno a risplendere nella Wunderkammer in occasione della mostra dedicata ai marchesi Clerici.

Completano questa ricca stagione una variegata serie di appuntamenti e iniziative, pensate e rivolte alle famiglie e ai piccoli visitatori, agli appassionati di arte e botanica, e a tutti quanti decideranno di visitare Villa Carlotta per la sua bellezza e storia.

Maria Angela PreviteraDirettore Villa Carlotta

------------------------

VILLA CARLOTTA, MUSEO E GIARDINO BOTANICO A TREMEZZINA (CO)

Villa Carlotta: a primavera Museo e i giardini pronti per una nuova stagione!

Con l’arrivo della primavera riaprono anche i cancelli di Villa Carlotta

Tremezzina – Dopo la pausa invernale il 22 marzo riaprono i cancelli di Villa Carlotta. La dimora tremezzina accoglierà gli appassionati di arte, botanica, musica e tutti coloro che con curiosità avranno voglia di scoprire il giardino e il museo tutti i giorni fino al prossimo 3 novembre. Particolare attenzione sarà destinata alle collezioni storiche, alle comunità del territorio, alle famiglie, alle scuole, a chi sceglie il Lago di Como come meta di vacanza.

La stagione 2019 si apre con una prima mostra fotografica “Chiare, fresche e dolci acque. Viaggi fotografici sul Lago di Como” (12 aprile-9 giugno) che ripercorre un secolo di vita lariana e di storia della fotografia grazie alle opere raccolte con sapienza e meticolosità dal collezionista comasco Ruggero Pini. Un viaggio che parte nell'Ottocento con Luigi Sacchi e Pompeo Pozzi e termina con le istantanee di Alfred Stieglitz.

A seguire si propone un momento di ritorno alle origini di Villa Carlotta quando era ancora Villa Clerici, dalla famiglia che alla fine del Seicento ha edificato la residenza insieme a parte del giardino che oggi noi conosciamo. I Clerici che iniziarono la loro attività di mercanti di lana e seta proprio sulle sponde del Lago di Como, a Domaso, un piccolo centro posto in una posizione strategica che favoriva i commerci verso il nord Europa e le Fiandre, attraverso la Valtellina. Una mostra “Splendori del Settecento sul Lago di Como. Villa Carlotta e i marchesi Clerici” che partirà il 22 giugno illustrerà la storia della famiglia Clerici legata alla dimora tremezzina e accompagnerà tutta la stagione fino al 3 novembre.

Sul filone del commercio di tessuti, la stagione prosegue con una mostra dedicata all’arte tessile con opere di arte antica e contemporanea, attentamente selezionate dall'ampia e raffinata Collezione Canclini (22 giugno – 3 novembre): “Telai e trame d'autore. Da Leonardo a Maria Lai”.  Anche quest’anno saranno valorizzate le collezioni museali di Villa Carlotta, argenti e ceramiche torneranno a risplendere nella Wunderkammer raccontando i riti quotidiani del Giovin Signore, dal risveglio fino all’ora della merenda e a testimonianza di Luci e splendori dell’epoca d’oro.

Saranno organizzate esposizioni di arte contemporanea in collaborazione con Studio Tablinum (Marlene Luce Tremblay. Love in Lake Como e Rossella Rossi. Water Memories 26 giugno – 10 luglio), con due acquarelliste botaniche Silvana Rava (Natura dipinta. 30 marzo – 14 aprile) e Marina Fusari (8-23 giugno), con l’esperta di tinte naturali Paola Della Pergola (Colori secondo natura 13-28 luglio), Barbara Aloisio (Tintura a riserva 31 luglio-12 agosto).

Attento al territorio, l’Ente si prefigge lo scopo di riuscire a tessere rapporti durevoli e consolidati con le comunità locali dando particolare spazio a giornate speciali dedicate alle famiglie come ad esempio la canonica “Caccia al tesoro botanico(22 aprile) organizzata in collaborazione con Grandi Giardini Italiani, oppure “Disegniamo l’arte” (31 marzo) in collaborazione con Abbonamento Musei Regione Lombardia, la giornata delle Camelie sul Lario prevista per il 6-7 aprile e focalizzata sull’uso della camelia nel campo della cosmesi. La Notte al Museo quest’anno sarà qualcosa di particolare cadendo proprio di venerdì 17 a maggio, e ancora l’usale appuntamento con l’arrivo dell’estate sarà festeggiato il 21 giugno giorno del Solstizio con “Sogno di una notte di mezza estate” e giorno della musica indetto dal Mibac.

Per i piccoli esploratori non mancherà in estate l’appuntamento con il Summercamp in museo e in giardino, organizzato in due periodi diversi 10-14 giugno e 5-9 agosto, per ritrovarci in autunno con il giorno della Famiglie al Museo (Fa.Mu.) il 13 ottobre e a festeggiare all’Halloween con uno spettacolo di burattini il 31 ottobre, “La leggenda del flauto magico”, in collaborazione con il Teatro dei Burattini di Como. Nei giorni 6-7-8 dicembre non mancheranno gli eventi di “Prepara il tuo Natale a Villa Carlotta”.

Un anno intenso dove non può mancare l’attenzione al parco botanico: un patrimonio vegetale che vuole essere giardino ornamentale con tutti i suoi ambienti (Rhododendron Day ,5 maggio) ma anche luogo dove poter ritornare a una tradizione locale, quella dell’uso delle erbe spontanee in ambito culinario e curativo. Un progetto, quello dell’Etnobotanica, iniziato tre anni fa e che mira a raccogliere testimonianze tra il pubblico dei visitatori e soprattutto tra quello delle comunità locali e quindi a poter creare uno scrigno di saperi antichi, quasi fosse un archivio fatto di tante voci. Due i momenti previsti per illustrare i risultati di questa indagine e per raccogliere ulteriori tracce: 25 maggio “Andar per Erbe” e il 21 giugno nell’ambito dell’evento per il Solstizio d’estate. Sul finire della bella stagione, il 1° settembre, verrà proposta una passeggiata creativa nell’ambito di “Como un quadro” che terminerà con un’esperienza serale al giardino illuminato.

A settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio (GEP) il focus andrà alla valorizzazione dell’Archivio Belloni Zecchinelli, depositato presso Villa Carlotta dal 2017.

Non mancheranno gli appuntamenti musicali, ben accolti dal pubblico internazionale ma che denotano un crescente interesse anche tra il pubblico lariano. Il tema settecentesco aleggerà nelle sale del museo in occasione dei concerti organizzati all’interno del festival di Lac.Mus e del Lake Como international Music Festival, e poi nelle date delle passeggiate musicali in collaborazione con l’Associazione Musicale Amici di Monza e infine con Agimus Lombardia e il Festival di Bellagio e del Lago di Como.

Importante da ricordare la data dell’11 maggio, giorno del concerto dell’Associazione Hans von Bülow che vedrà ospiti di Villa Carlotta gli amici dei Musei di Meiningen in Germania a cui la dimora è legata per motivi storici, essendo stata appunto residenza della Principessa Carlotta e del Duca Georg II di Sassonia Meiningen dalla metà dell’Ottocento e fino alla confisca della proprietà da parte dello Stato Italiano nel primo dopoguerra.

L’impegno sociale continua con la campagna “Villa Carlotta per tutti” per la creazione di laboratori multisensoriali gratuiti studiati per permettere a gruppi di persone in difficoltà di scoprire le opere d’arte del museo e le specie botaniche del parco, incoraggiando i partecipanti a esprimere se stessi e la propria creatività e favorendo l’incontro con l’altro e la condivisione di un’esperienza capace di regalare emozioni e sorrisi.

Ormai consolidate le collaborazioni con Anffas Centro Lario e Valli che prevede una esposizione artistica nel mese di agosto (Trame colorate 15-25 agosto) e con la Cooperativa Azalea onlus con cui continua il lavoro di orto-terapia presso il compendio e verrà organizzato un concerto benefico martedì 28 maggio nell’ambito di Arte Solidale Festival.

Riprendendo la sua mission e la sua natura di museo riconosciuto, l’Ente Villa Carlotta propone attività educative che mirano a diffondere la comprensione, l’amore e il rispetto per la cultura, ponendo il visitatore al centro e rimanendo sempre in ascolto dei bisogni di chi intende trattare con il bello racchiuso tra le sale del museo e i viali del giardino.

Info
comunicazione@villacarlotta.it
segreteria@villacarlotta.it
tel. 0344 40405 | www.villacarlotta.it

Villa Carlotta, museo e giardino botanico a Tremezzina (Lago di Como)

Oltre trecento anni di grande collezionismo connotano la storia di Villa Carlotta, dove l’arte dialoga con la natura in un contesto paesaggistico di grande fascino. Affacciata sulle rive del Lago di Como la Villa venne edificata alla fine del Seicento dai marchesi Clerici di Milano. Nel 1801 la proprietà passò a Giovanni Battista Sommariva, un grande collezionista di opere d’arte, in particolare di scultura, che acquistò una serie di capolavori dei maggiori artisti della sua epoca, trai quali Antonio Canova, Berthel Thorvaldsen e Francesco Hayez.

Nel 1843 la villa fu venduta dagli eredi Sommariva alla principessa Marianna di Prussia che, nel 1850, donò la dimora alla figlia Carlotta in occasione delle sue nozze con il duca Giorgio II di Sassonia-Meiningen. Nonostante la precoce scomparsa della principessa Carlotta nel 1855, Giorgio II continuò a frequentare la dimora sul Lago di Como arricchendo il parco di numerose essenze botaniche rare che si possono ammirare ancora oggi. Nel corso della Prima Guerra Mondiale la villa venne confiscata dallo Stato italiano e affidata in gestione all’Ente Villa Carlotta, istituito con Regio Decreto nel 1927.

Villa Carlotta non è solo arte ma è anche un luogo dove è possibile trascorrere una giornata immersi nella natura. Il suo parco (circa otto ettari visitabili) è luogo di grande fascino, non solo per la posizione panoramica particolarmente felice, ma anche per l’armonica convivenza di stili, la ricchezza di essenze, le suggestioni letterarie che ne fanno una meta imperdibile per chi giunge sul Lago di Como.

Dell’età seicentesca resta l’ampio giardino all’italiana con alte siepi a taglio geometrico, parapetti a balaustrate, statue e giochi d’acqua; del periodo romantico è ancora percepibile la struttura del giardino all’inglese, ricco di alberi pregiati di proporzioni eccezionali e di scorci di grande suggestione; alla fine del XIX secolo risale invece la grande architettura vegetale delle imponenti masse di rododendri, azalee e di specie rare, che fanno del parco di Villa Carlotta un vero e proprio giardino botanico.


Eventi A Villa Carlotta - Tremezzina

“Chiare, fresche e dolci acque. Viaggi fotografici sul Lago di Como”

Tremezzina, Villa Carlotta
12 aprile – 9 giugno 2019

Con oltre 220.000 visitatori all’anno, Villa Carlotta è una delle realtà museali più visitate in Italia da turisti provenienti da tutto il mondo. Complice la bellezza delle sponde del Lario, la ricchezza del patrimonio artistico e la varietà delle specie botaniche del suo parco, da metà Ottocento in poi la Villa è da sempre stata meta turistica prediletta dei grandi viaggiatori.

Tra i tanti nomi illustri che visitano la Villa e il Lago di Como non mancano i fotografi, che, ammaliati dai riflessi delle acque del Lario e dagli spettacolari paesaggi montani che lo circondano, tanto hanno scattato e sperimentato sul territorio comasco.

Lo stesso William Henry Fox Talbot, riconosciuto come l’inventore della fotografia, nel settembre del 1833 giunse a visitare le località tanto celebrate del Lago cercando di immortalarle con l’ausilio della camera chiara che, proiettando su di un foglio di carta il paesaggio inquadrato nell'obbiettivo, permetteva di delinearne i contorni, per poi completare il disegno con l'utilizzo dei colori. Saranno gli scarsi risultati ottenuti con questa tecnica che lo spingeranno a cercare un’altra strada, portandolo ad avere la geniale intuizione di affidare alla luce il compito che l'abilità della mano dell'uomo non riusciva a raggiungere.

Al Lario dunque il merito di aver contribuito in maniera importante allo sviluppo tecnico della fotografia.

Proprio per l’importanza che il turismo e la fotografia hanno rivestito nella storia di Villa Carlotta,  la stagione 2019 si apre con una mostra fotografica “Chiare, fresche e dolci acque. Viaggi fotografici sul Lago di Como” (12 aprile-9 giugno) che ripercorre un secolo di vita lariana e di storia della fotografia.

Le opere esposte fanno parte di un fondo di oltre 3.000 fotografie, raccolte con sapienza e meticolosità dal collezionista comasco Ruggero Pini. Un viaggio che parte nell'Ottocento con Luigi Sacchi e Pompeo Pozzi e termina con le istantanee di Alfred Stieglitz.

La mostra è suddivisa in quattro sezioni: una prima sala è dedicata a Villa Carlotta, di cui saranno esposte fotografie che documentano la villa dalla metà dell’Ottocento agli anni ’30 del Novecento; la seconda sezione raccoglie gli scatti di fotografi italiani e stranieri che hanno viaggiato sul lago e ne hanno ritratto le bellezze e annovera opere di Alfred Stieglitz, Giacomo Brogi, Giorgio Sommer e degli Alinari. La terza sezione è a tema etnografico e mette in mostra immagini della vita, dei mestieri e delle imbarcazioni tipiche del Lario. La mostra si chiude infine con una sala dedicata ai paesi e paesaggi del centro lago, ove si trova Villa Carlotta.

Apertura stagione 2019: 22 marzo – 3 novembre

Orari e prezzi
http://www.villacarlotta.it/page.php?pag_id=14&sez_id=12&lang_id=1


Eventi A Villa Carlotta - Tremezzina

Villa Carlotta, museo e giardino botanico

Rhododendron Day
Dall’Himalaya al Lago di Como: il fascino del rododendro
Domenica 5 maggio

I rododendri costituiscono una delle collezioni più importanti del giardino di Villa Carlotta.

Li vediamo nei giardini, li apprezziamo per le loro vistose infiorescenze fatte da tanti fiori dalla forma ad imbuto, sappiamo che sono cugini delle azalee…ma oltre a ciò, cosa c’è da scoprire? Ve lo diciamo noi: c’è un mondo fatto di colori e di forme, ci sono tante curiosità e aneddoti, c’è la bellezza della biodiversità e c’è anche il sapere dei nostri giardinieri che si prendono amorevolmente cura di loro.

Domenica 5 maggio Villa Carlotta dedica quindi al Rododendro una giornata speciale pensata per godere appieno della complessità e bellezza dei loro fiori, della sinuosità dei loro tronchi e del fascino del loro portamento.

Il parco di Villa Carlotta conserva, come un catalogo vivente, e raccoglie in allestimenti di straordinaria eleganza, esemplari di rododendri di età anche ragguardevole, che testimoniano questa passione e la dedizione che generazioni di ibridatori hanno dedicato allo sviluppo di cultivar dalle caratteristiche più disparate.

Nel parco sono presenti piante dalle caratteristiche molto diverse. Alcune sono specie botaniche (ovvero esemplari che è possibile trovare anche in natura, inizialmente nelle zone montuose dell’Himalaya, di cui è originaria la specie “arboreum”, arrivata in Inghilterra nel 1805 e lì poi utilizzata per gli incroci) e molte sono ibridi. Tra questi ultimi i più comuni sono il Rhododendron ‘Sir Robert Peel’, il Rhododendron ‘Garibaldi’ e il Rhododendron ‘Vesuvium’. Ma si tratta solo di alcuni, tra i tanti che popolano il parco!

La collezione di rododendri di Villa Carlotta ha una grande importanza soprattutto per la testimonianza storica di un impianto spettacolare e molto raro: le piante che oggi possiamo osservare sono presumibilmente state messe a dimora tra gli anni ’70 dell’Ottocento, quando queste cultivar furono per la prima volta ottenute dagli ibridatori, e l’inizio del secolo successivo: il Granduca George di Sassonia Meiningen, a cui si deve l’impianto del giardino così come oggi è possibile apprezzarlo, morì nel 1914, quindi l’impianto è presumibilmente antecedente a tale data.

Informazioni

Ore: 11.00 visita Porte aperte in tremezzina*

Ore: 11.00 visita in italiano
Ore: 15.00 visita in inglese

Costo: euro 12,00 su prenotazione
http://online.villacarlotta.it/prenotazioni-eventi
*evento gratuito per i Tremezzini che partecipano alla rassegna



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-04-29 12:05:34
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    artisticamente-2018-desk-728x90