sfondo endy
Giugno 2024
eventiesagre.it
Giugno 2024
Numero Evento: 21024021
Eventi Vari
Eventi A Soncino
Prossimi Appuntamenti In Città
Date:
Dal: 25/06/2023
Al: 01/10/2023
Dove:
Logo Comune
Lombardia - Italia
Contatti
Fonte
valledelloglio.it/
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
sole tra i pini
fiaccadori-300x250
europcar
ultimo

Eventi A Soncino

Prossimi Appuntamenti In Città

Da Domenica 25 Giugno a Domenica 01 Ottobre 2023 - dalle ore 10:00
Soncino (CR)

Eventi A Soncino - Soncino

Mese dopo mese Soncino propone sempre tantissime attività ed eventi per ogni gusto e durante ogni stagione dell'anno.

Da visitare è sicuramente la Rocca Sforzesca, realizzata nel 1473 per ordine del Duca Galeazzo Maria Sforza dall’architetto cremonese Bartolomeo Gadio, la Rocca soncinese è costruita interamente in laterizio e fu portata a termine in soli tre anni.

Programma dei prossimi eventi a Soncino:


25 Giugno 2023 al 01 Ottobre 2023
Piero Manzoni- Relazioni (im)possibili. Il fil rouge da Piero Manzoni a oggi

Soncino è nota per le sue radici amare, ma anche perché lì, esattamente 90 anni fa, nel 1933, nasceva Piero Manzoni. A 60 anni dalla sua morte, avvenuta nel 1963 una mostra al Museo della Stampa, organizzata dalla Fondazione Piero Manzoni di Milano e la Pro loco APS di Soncino, riporta le opere dell’artista nel suo paese natale. Il progetto è nato dal desiderio di indagare le relazioni.
La prima relazione è quella tra Piero Manzoni e alcuni artisti delle generazioni più recenti, invitati a esporre assieme a lui: Sergio Breviario, Dario Buccino, Gianni Caravaggio, Nicolò Cecchella, Barbara Colombo, Massimo De Caria, Carlo Dell’Acqua, Paola Di Bello, Andrea Francolino, Carlo e Fabio Ingrassia, Giovanni Morbin, Liliana Moro, Cesare Pietroiusti, David Reimondo, Fabio Roncato e Skygolpe. Cercare di scoprire l’eredità di uno dei capisaldi dell’arte italiana non è sempre facile né evidente. Chi fa arte oggi certo conosce Manzoni e il suo lavoro, ma non sempre in modo esaustivo: anche perché è entrato profondamente nel DNA di questi artisti, così da non essere più giustamente riconoscibile e riconosciuto. Dunque, quello che abbiamo cercato è proprio questo “sangue manzoniano” che potrebbe scorrere in ciascuno dei sedici invitati.
Per alcuni di loro l’artista nato a Soncino è stato in qualche modo parte della propria biografia: una giovanissima Liliana Moro rimane folgorata dalla piccola foto di un Achrome, panini e caolino, che le fa intuire la libertà dell’odierno fare arte; Cesare Pietroiusti nel 1981 si trova a trasportare per una mostra diverse opere di Manzoni da Milano a Roma, nel bagagliaio della sua Fiat 128 verde pisello; Sergio Breviario dichiara che ha deciso di fare l’artista perché voleva essere bellissimo, come Piero Manzoni…
Comunque sia, il viaggio per arrivare alla realizzazione di questo progetto è stato lungo e non banalissimo. La ricerca, profondamente condivisa con gli artisti invitati, nel tentativo di trovare l’opera di ognuno di loro che potesse essere messa in relazione con una di Manzoni, ha comportato incontri e scambi, in cui non è stato proprio netto il ruolo dei curatori, poiché la scelta è emersa dalla relazione con l’artista. Sapere come pensa e vede Manzoni chi fa il suo stesso mestiere è oltremodo stimolante. Il risultato ha portato a una rosa di opere molto diverse tra loro, per tecnica e significato, di cui circa una metà sono state create apposta per questa occasione; testimonianza quindi della varietà di strade che Manzoni ha in qualche modo percorso e precorso.
Accompagna la mostra un catalogo che contiene testi scritti appositamente da otto autori: Luca Bochicchio, Daniela Ferrari, Flaminio Gualdoni, Gaspare Luigi Marcone, Mirco Marino, Raffaella Perna, Marco Senaldi e Giorgio Verzotti. Un po’ per gioco e un po’ per incrinare gli schemi usuali i sedici artisti sono stati abbinati agli autori con una roulette, estraendo a sorte e lasciando quindi che fosse il fato a decidere. Infine un’ulteriore sfida è stato il tentativo di creare una relazione armoniosa tra le opere e lo spazio che le ospita, l’affascinante Museo della Stampa, luogo fortemente caratterizzato: torchi in ghisa, matrici di pietre litografiche e casse tipografiche fanno da cornice al lavoro di Manzoni e degli altri artisti contemporanei.
Mostra organizzata da Fondazione Piero Manzoni, Milano e Pro loco Soncino APS con il sostegno di: Bes Hotel, Bonizzi srl, Fornaci Laterzi Danesi spa, Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona, ITN snc di Maccabelli e Scarpini, Liberty House, Micron srl, Azienda Oro Verde, 8volante srl, Prandelli F.lli srl, Vanoli Ferro spa, Zuccotti Assicurazioni srl.

Relazioni (im)possibili. Il fil rouge da Piero Manzoni a oggi
25 giugno – 1 ottobre 2023
A cura di Demis Martinelli e Rosalia Pasqualino di Marineo
Inaugurazione: sabato 24 giugno, ore 17.30
Con le performance di Dario Buccino e Giovanni Morbin
MUSEO DELLA STAMPA
Centro Studi Stampatori Ebrei
Via Lanfranco, 6/8 - Soncino (CR)

Orario: martedì-venerdì 10:00-12:30 (su prenotazione dalle 14:30-17:30)
sabato, domenica e festivi 10:00-12:30, 14:30-19:00

Email: info@museostampasoncino.it
Telefono: 0374.83171
Cellulare: 347.3824496

Ingresso: € 3,00

Per ulteriori informazioni:
Ufficio stampa: Luisa Manzoni
Email: luisamanzonipressoffice@gmail.com
Cellulare: 339.7170206


10 Settembre 2023
62° Premio di Pittura Francesco Galantino

Sono aperte le iscrizioni al 62° Premio di Pittura Francesco Galantino.
Quest'anno il tema sarà: Soncino: i paesaggi, i monumenti ed i suoi personggi storici.

Le opere devono essere consegnare entro le ore 16:00 di Domenica 10 Settembre 2023

La proclamazione dei vincitori e relativa premiazione avrà luogo Domenica 10 Settembre alle ore 18 circa.


 

Informazioni:www.soncino.org



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2023-07-25 11:26:01
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.