sfondo endy
Febbraio 2020
eventiesagre.it
Febbraio 2020
Numero Evento: 2047
Eventi Storici
Palio Degli Asini
A Cocconato La 50^ Edizione: Cena Propiziatoria E Fiera Medievale
Date:
Dal: 14/09/2019
Al: 22/09/2019
Dove:
Logo Comune
Piemonte - Italia
Contatti
Fonte
Marianna Natale - iShock
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento

Palio Degli Asini

A Cocconato La 50^ Edizione: Cena Propiziatoria E Fiera Medievale

Da Sabato 14 a Domenica 22 Settembre 2019 - dalle ore 15:00
Cocconato (AT)

Palio Degli Asini - Cocconato

Il 50^ Palio degli Asini a Cocconato si svolge domenica 22 settembre 2019, ma è preceduto sabato 21 settembre dalla Cena Propiziatoria e sabato 14 settembre dalla Fiera Medievale.

Il palio ha origine nel 1970 quale sfida tra i Borghi del paese e sulle ali di vecchie leggende legate alla storia medioevale del luogo, quando i Conti Radicati, potenti Signori di queste terre e di vasti domini circostanti, giocavano un ruolo di notevole importanza tra le contese dei Marchesi del Monferrato, Asti e i Savoia.

Narrano infatti le cronache del tempo che un incendio divampò nel castello; per spegnere le fiamme i Cocconatesi iniziarono una generosa colonna verso la valle ove scorreva un ruscello e, caricando botti d' acqua sui basti degli asini, contribuirono a salvare la roccaforte. I Conti Radicati indirono quindi un torneo al centro del quale vi era una corsa di asini con in premio il vessillo del Casato. Dopo alcuni anni di necessario rodaggio, la manifestazione è venuta assumendo un carattere di decisa rievocazione storica.

La realizzazione del Palio è attività che coinvolge la totalità del Paese poiché i vari borghi organizzano le proprie rappresentazioni chiamando a raccolta la popolazione della loro zona: Attualmente i borghi cocconatesi sono otto, ognuno dei quali provvede all'allestimento del proprio corteo storico ed a prepararsi la squadra di corridori con l'asino che ne difenderà i colori.

Il Palio di Cocconato si corre ogni anno la quarta Domenica del mese di Settembre ed è preceduto, il sabato sera, da una riuscitissima "Rivisitazione storica di una fiera medioevale". Nello scenario davvero unico dell'antica e centrale via Roma, i borghi allestiscono bancarelle, scene di vita dell'epoca, mercati e giochi rispettando fedelmente le regole e le cadenze di una fiera del tempo. Per una notte le macchine, i motori e tutto ciò che sa di moderno viene bandito per lasciar posto a vecchie cose, lumini, ceri, vecchi mestieri ormai quasi dimenticati. E insieme a tutto questo gruppi di musici, che ripropongono melodie rinascimentali, saltimbanchi e mangiafuoco, maghi, cartomanti, mestieranti ed artigiani a far ripiombare Cocconato indietro di sei secoli. Durante la Fiera il Sindaco di Cocconato legge la pergamena di investitura del Capitano del Palio, l'unica autorità della corsa cui spetta di giudicare i borghi in gara.

La giornata del Palio, dopo la benedizione dei gonfaloni durante la solenne messa del mattino, inizia nel primo pomeriggio con il pregevole corteo storico al quale prendono parte oltre 400 figuranti in costumi d'epoca a rappresentare momenti ed episodi della storia cocconatese. Cavalieri, dame, scudieri, armigeri, popolani, sbandieratori, nobili e signori seguono il carroccio del Comune attraverso le vie del Paese. Al termine del corteo, si dà inizio alla corsa vera e propria che, per essere disputata su un percorso naturale (dalla piazza Giordano, in salita, si arriva alla centrale piazza Cavour e di qui, attraverso uno stretto budello, si ritorna alla zona di partenza), è particolarmente avvincente.

La corsa è divisa in due batterie di qualificazione, una batteria di recupero e la finale. Al vincitore va il Palio, un drappo di raso dorato con le insegne dei Radicati che, di anno in anno, passa al borgo vincitore. All'ultimo arrivato la "saracca" (acciuga) che diventa occasione per far festa, l'anno dopo, nella speranza che la sorte la affidi ad un altro borgo. Contrariamente a quanto potrebbe sembrare, gli asini non sono cavalcati ma semplicemente incitati a correre da sei fanti per ogni borgo. Dopo ventiquattro anni di ininterrotta effettuazione, il Palio degli Asini è diventato la principale manifestazione di Cocconato ed una fra le più importanti ed apprezzate a livello provinciale, capace di richiamare sulla nostra collina diverse migliaia di spettatori.

Comune di Cocconato


 

A COCCONATO (ASTI) LA 50ª EDIZIONE DEL PALIO DEGLI ASINI

SI RIEVOCA LA STORIA LOCALE CON LA FIERA MEDIEVALE,
LA CENA PROPIZIATORIA E LA TRADIZIONALE SFIDA FRA I BORGHI

Il Palio degli Asini di Cocconato (Asti) raggiunge quest’anno il mezzo secolo di vita: un traguardo importante per una manifestazione storica che appassiona e raccoglie attorno a sé l’intero paese noto come “Riviera del Monferrato”.

La gara si svolge come di consueto la quarta domenica di settembre.

Con la Fiera Medievale, la Cena Propiziatoria, il corteo storico e il Palio degli Asini  Cocconato si immerge in un'atmosfera d'altri tempi.

La tradizione del Palio degli Asini di Cocconato ha preso ufficialmente il via nel 1970: quell’anno fu il Borgo Colline Magre ad aggiudicarsi il vessillo, mentre l’ultima edizione, quella del 2018, è stata vinta dal Borgo Torre.

Dopo alcuni anni di assenza, a settembre torna a correre anche l’ottavo borgo del paese, Borgo Freccia.

Ricorda Piero Bava, che era sindaco di Cocconato all’epoca della prima edizione della “corsa ragliante”: “Il Palio di Cocconato, come tutte le cose, è nato passo dopo passo e oggi sono orgoglioso di questa importante ricorrenza. All’epoca, tra i borghi storici del paese, si respirava un’aria di competizione. Così, insieme al veterinario Lorenzo Bo, al farmacista Michelangelo Montanaro e a Giuseppe Mirabelli ci siamo ispirati alla manifestazione che era appena nata a Calliano e tra una giunta e un caffè abbiamo stilato il primo nucleo del regolamento”.

Umberto Fasoglio, attuale sindaco del paese, commenta: “Fino all’anno passato ero anche io tra i fanti che correvano la gara. Adesso ho la fortuna di essere sindaco, proprio nel 50° compleanno del Palio: se una manifestazione dura tutto questo tempo significa che ha avuto un forte impatto, infatti a Cocconato si parla di Palio per tutto l’anno, non solo a settembre. È una festa che lega molto l’intera comunità di Cocconato”.

DOMENICA 8 SETTEMBRE: IL PALIO DEI BAMBINI – Tra le novità di quest’anno, Cocconato ospiterà la prima edizione del Palio dei bambini: una giornata dedicata al gioco e all’avvicinamento al Palio che, dopo la benedizione dei gonfaloni e un pranzo curato dalla Pro loco (menu adulti e menu bambini, info e prenotazioni: 0141907007) dalle 14.30 vedrà i bimbi più piccoli protagonisti in una staffetta a squadre e, dalle 16, i più grandi a dorso d’asino affrontare una gincana. Tra una gara e l’altra, un incontro educativo con Paolo Graglia e gli asinelli dell’associazione “Asino Maestro” di Aramengo.

SABATO 14 SETTEMBRE: LA FIERA MEDIEVALE - Si svolge come di consueto nel terzo sabato del mese la suggestiva Fiera Medievalenello scenario unico dell’antica via Roma: i borghi del paese allestiscono bancarelle con scene di vita dell’epoca animate da mercanti, artigiani del ferro e del legno, giullari, menestrelli, cartomanti, giochi di spade e musiche che rispettano le regole e le cadenze della fiera di un tempo. Nelle locande si possono gustare piatti tipici eseguiti seguendo antiche ricette medievali, serviti con il vino locale rigorosamente in stoviglie di coccio e con posate di legno. Appuntamento a partire dalle 18 per un’immersione completa in questo storico “tableau vivant”. Alle 22.30, sulla pubblica piazza, si potrà assistere all’investitura del Capitano del Palio: il sindaco del paese, Umberto Fasoglio, conferirà pieni poteri al Capitano, Giorgio Apostolo, che, per tutta la settimana del Palio, diventerà il Signore delle terre e delle genti di Cocconato.

SABATO 21 SETTEMBRE: LA CENA PROPIZIATORIA -  Un “banchetto de vivande de la Corte” viene servito ogni anno come buon auspicio in vista della corsa del Palio.
La cena medievale è preceduta da un corteo formato dai signori dei borghi con i loro labari che parte da piazza Cavour, accompagnato da chiarine e tamburini.

I figuranti arriveranno alla Corte del Comune, annunciati dal ciambellano; la tavola sarà allestita all’esterno con diamantine di pregio e stoviglie rigorosamente in coccio e legno. I nobili andranno a sedersi al tavolo nobiliare, arricchito con gli argenti di corte, fiori e frutti di stagione. Il giullare e il mangiafuoco animeranno la serata che vedrà impegnati cuochi, servitori e portatori di vivande per meglio servire i commensali.

Tutti possono partecipare al banchetto: la cena inzia alle 20. Per info, costi e prenotazioni fare riferimento al Comune di Cocconato 0141.907007.

DOMENICA 22 SETTEMBRE: IL PALIO DEGLI ASINI - La sfida tra i borghi di Cocconato si svolge in due batterie nelle quali due corridori per squadra (fanti)  spingono gli asini in gara sull’anello tra piazza Giordano e piazza Cavour, in un contesto di difficoltà dettato dalla salita e, in discesa, tra le strette vie che fino all’ultimo balzo non svelano la prima squadra che taglierà il traguardo. “L’asino deve essere incitato alla corsa e non galoppato” specifica l’articolo 10 del regolamento.

La corsa è preceduta da una sfilata di oltre 700 figuranti in abiti storici tra le strade del centro del paese (Via Vittorio Veneto, Piazza Cavour, Corso Pinin Giachino, Via Giustinito, Via Garibaldi, Piazza Statuto, Via Roma, Piazza Cavour, Via Mazzini e piazza Melchiorre Giordano), con inizio alle 14.30: dame, cavalieri, mercanti, popolani evocheranno i quadri preparati nel corso dell'anno dai diversi borghi in una rievocazione che si basa su fatti storicamente documentati e personaggi che vissero a Cocconato tra il 1200 e il 1400.

Il Palio di Cocconato nacque come sfida tra i borghi del paese e sulle ali di antiche leggende legate alla storia medievale del luogo, quando i Conti Radicati giocavano un ruolo di grande importanza tra le contese dei Marchesi del Monferrato, Asti e i Savoia. Le cronache del tempo narrano che un incendio divampò nel castello e per spegnare le fiamme i Cocconatesi iniziarono una generosa colonna verso la valle in cui scorreva il ruscello: caricando botti d’acqua sui dorsi degli asini contribuirono a salvare la roccaforte. Per ringraziare della collaborazione, i Conti Radicati indissero un torneo al centro del quale vi era una corsa di asini e in premio il vessillo del Casato. Con il trascorrere del tempo la manifestazione ha assunto un carattere di rievocazione storica.

Si può assistere alla sfilata e al Palio dalle tribune di piazza Giordano (10 euro)

Per info e prenotazioni: Comune di Cocconato 0141.907007

MOSTRA FOTO STORICHE – L’Associazione Palio di Cocconato ha allestito in via Roma 14 una mostra di foto storiche della manifestazione che evidenzia la crescita e l’arricchimento dell’evento in questi 50 anni. Sono esposte anche foto d’autore normalmente conservate nell’archivio storico del Comune e il Libro d’Oro del Palio, un manoscritto in stile medievale sulle prime tre edizioni della corsa.

La mostra si può visitare tutti i fine settimana, l’ingresso è libero.

Marianna Natale - iShock



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-08-20 09:18:01
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    creazioni-artigiane-728-desk