sfondo endy
Gennaio 2022
eventiesagre.it
Gennaio 2022
Numero Evento: 1150
Eventi Storici
Pentecoste A Melfi
491ima Festa Dello Spirito Santo
Date:
Dal: 08/06/2019
Al: 09/06/2019
Dove:
Logo Comune
Basilicata - Italia
Contatti
Fonte
Eventi e Sagre
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
dado d'oro

Pentecoste A Melfi

491ima Festa Dello Spirito Santo

Da Sabato 08 a Domenica 09 Giugno 2019 -
Melfi (PZ)

Pentecoste A Melfi - Melfi

A Melfi in provincia di Potenza si svolge nei giorni 08 e 09 Giugno 2019 la 491a edizione della Pentecoste - la Festa dello Spirito Santo.

La Città federiciana rivivrà una straordinaria pagina di storia sulla lotta fra Francesi e Spagnoli per il predominio nel Regno di Napoli durante il XVI secolo. Una storia, dunque, che parla di “Ronca Battista”, dell’assedio della città da parte delle truppe del “Lautrench” e del conseguente incendio del borgo. Così il mito diventa memoria storica tanto da trasformarsi in un evento imperdibile.

Un po’ di storia …

E’ un evento che si ripropone ogni anno per rievocare, fin dal 1528, il conflitto tra i francesi di Francesco I e gli spagnoli di Carlo V, per il dominio del Regno di Napoli. L’esercito francese era al comando di Odet de Foix, Visconte di Lautrec, già maresciallo di Francia dal 1511. Egli si rese protagonista, infatti, del sanguinario assedio della Città, e responsabile del massacro di oltre 3mila persone, fatto passato alla storia come “La Pasqua di Sangue”. I primi attacchi alla Città, il 22 di marzo 1528, ebbero esito negativo per le armi francesi che contarono più di un centinaio di morti. Durante la notte arrivarono i rinforzi richiesti, tra cui le famigerate Bande Nere guidate da Orazio Baglioni, e diversi pezzi di artiglieria che risultano determinanti per la presa della Città. Dopo l’infame eccidio di armati e di popolani, le truppe francesi costrinsero il principe di Melfi, Giovanni III Caracciolo, che si era asserragliato nel Castello con i suoi fedelissimi, ad arrendersi per aver salva la vita. La Città, saccheggiata e bruciata, fu abbandonata dai circa 6mila superstiti che si rifugiarono nella selva dello Spirito Santo, sul Monte Vulture, e qui vi rimasero fino all’arrivo degli spagnoli liberatori. Gli spagnoli, promulgarono due editti del Re Carlo V: il primo invitava le popolazioni delle Città limitrofe a trasferirsi a Melfi; il secondo, proclamando la Città fedelissima, esentava i suoi abitanti dal pagamento delle tasse per un periodo lungo di 12 anni.

Per info:

Comune di Melfi
0972 251305

Pro Loco di Melfi
0972239751

    Fiera cesena c'era una volta il libro


    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2021-01-14 15:44:13
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.