sfondo endy
Gennaio 2022
eventiesagre.it
Gennaio 2022
Numero Evento: 21189444
Eventi Spettacolo
Cortinateatro
Stagione Invernale 2021 2022
Date:
Dal: 05/12/2021
Al: 19/03/2022
Dove:
Logo Comune
Veneto - Italia
Contatti
Fonte
Ilaria Tonetto
Scheda Evento
fiaccadori-300x250
dado d'oro

Cortinateatro

Stagione Invernale 2021 2022

Da Domenica 05 Dicembre 2021 a Sabato 19 Marzo 2022 -
Cortina D'ampezzo (BL)

Cortinateatro - Cortina D'ampezzo

CORTINATEATRO:
DOMENICA 5 DICEMBRE PRENDE IL VIA IL CARTELLONE INVERNALE DELLA STAGIONE CULTURALE DI CORTINA D’AMPEZZO

Otto appuntamenti tra concerti, danza e circo-alpinismo e un “progetto nel progetto”: si tratta di Nell’Olimpo di Beethoven, un percorso pluriennale nato dalla collaborazione tra Musincantus, il Maestro Donato Renzetti con il progetto Obiettivo orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta e la Filarmonica TRT – Teatro Regio Torino, che accompagnerà musicalmente la Regina delle Dolomiti verso le Olimpiadi del 2026.

A Cortina arriveranno grandi ospiti internazionali, come il gruppo pluripremiato SeiOttavi, la soprano Ines Salazar ricordata come “la Tosca del centenario”, il vincitore del 63° Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni Jae Hong Park, il direttore d’orchestra Donato Renzetti e il Russian Classical Ballet di Mosca, e approderanno interessanti produzioni come la performance White Out – La conquista dell’inutile di Piergiorgio Milano, in prima assoluta, e il concerto Gloria & Magnificat.

CortinAteatro, la stagione concertistica e teatrale ampezzana coorganizzata dal Comune di Cortina d’Ampezzo e dall’associazione trevigiana Musincantus con il supporto del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven, torna con un ricco cartellone invernale e con un nuovo importante progetto, con il supporto del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven, connotandosi come importante partner culturale che affiancherà l’appuntamento sportivo delle Olimpiadi del 2026.

La programmazione inizierà domenica 5 dicembre e prevede otto appuntamenti, fino al 19 marzo 2022: si tratta, secondo l’ormai noto il dna di CortinAteatro, di proposte trasversali, che spaziano tra proposte, generi e target differenti, in dialogo costante con le realtà del territorio, per incontrare l’interesse del pubblico variegato della Regina delle Dolomiti.

Non manca tuttavia una grossa novità, un vero e proprio “progetto nel progetto”, che legherà da quest’anno e fino al 2026 Cortina d’Ampezzo, Treviso e Legnago (Verona), tre località che sono espressione di una partnership d’eccellenza tra Musincantus, il Maestro Donato Renzetti con il progetto Obiettivo orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta e la Filarmonica TRT – Teatro Regio Torino. Si tratta di Nell’Olimpo di Beethoven, un percorso pluriennale che culminerà nel 2026, anno olimpico, l’esecuzione integrale dei concerti per strumento di Beethoven: i virtuosi del pianoforte e orchestra come i campioni sportivi, il direttore d’orchestra come l’allenatore del team e tutti insieme una squadra musicale che brillerà nel 2026. L’iniziativa è patrocinata dal Ministero della Cultura, dalla Regione Veneto e dalle provincie di Treviso e Belluno.

La stagione invernale 2021 2022 – spiega Edoardo Bottacin, direttore artistico di CortinAteatro e presidente di Musincantus – punta sull’internazionalità con interpreti italiani che sono diventati ambasciatori della musica italiana nel mondo, come il Maestro Donato Renzetti, e star globali come il soprano venezuelano Ines Salazar o il Russian Classical Ballet. Non manca poi la trasversalità, diventata segno distintivo di CortinAteatro, con un notevole investimento su nuovi generi”.

La Regina delle Dolomiti torna a indossare le sue più belle vesti invernali, dagli scenari innevati, allo sport in alta quota, agli appuntamenti d’eccellenza con il glamour e la cultura” - dichiara Gianpietro Ghedina, Sindaco di Cortina d’Ampezzo - tra questi, Cortinateatro è diventato un punto di riferimento per la nostra comunità, in grado di attrarre non solo un vasto pubblico di visitatori ed ospiti nazionali e internazionali, ma anche di curare la formazione artistica con progetti di altissimo profilo che si affiancano alla realizzazione delle Olimpiadi Milano Cortina 2026. Diffondere cultura e bellezza è una delle mission della amministrazione del Comune di Cortina d’Ampezzo, una delle leve di rinascita e rilancio dopo un periodo difficile per tutto il comparto culturale: siamo lieti di tornare ad aprire il sipario di Cortinateatro per un inverno ricco di cultura, fascino ed emozioni”.

Portare la cultura dello spettacolo dal vivo a Cortina – aggiunge Pierluca Donin, direttore del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven - ci riempie di orgoglio e ci fa ben sperare con l’obiettivo di abbinare le arti performative al turismo”.

“Come Consorzio di tutela della DOC Prosecco – sottolinea Stefano Zanette, presidente della DOC Prosecco, main partner della stagione - siamo sempre lieti di sostenere iniziative culturali che valorizzino il nostro territorio di appartenenza.  Questa manifestazione ci rende particolarmente orgogliosi perché si tratta di un importante evento musicale organizzato a Cortina, una località gioiello emblematica della bellezza della nostra Denominazione e della ricca offerta artistico- culturale che ben si coniugano al patrimonio ambientale venendo a costituire un richiamo irresistibile in grado di affascinare qualunque turista”.

Il programma invernale. La stagione sarà inaugurata domenica 5 dicembre all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo alle 20.45, in occasione della Cortina Fashion Week, con Le grandi colonne sonore interpretate dal gruppo SeiOttavi, che proporrà le più belle e coinvolgenti musiche da film eseguite soltanto con la voce, senza l’uso di strumenti, in continuità con l’Omaggio a Morricone proposto a febbraio 2020. SeiOttavi è un gruppo che si è costituito nel 2005, composto da sei voci che hanno fatto del contemporary a cappella il proprio modo di esprimersi; l’esecuzione è caratterizzata, oltre che dalla polifonia, dalla riproduzione, con le sole voci, di effetti strumentali, sonori, onomatopeici e di mouth-drumming e beat-box. Sono state numerose le partecipazioni su importanti palcoscenici televisivi e non, da X Factor, a W Rai 2 a Cofee Break su La7, e diversi i premi internazionali che hanno vinto nel corso della loro carriera, da Solevoci Competition a Vokal Total a TIM Torneo Internazionale di Musica.

Domenica 19 dicembre all’Alexander Girardi Hall alle 20.45 farà il proprio esordio a Cortina Nell’Olimpo di Beethoven, con il concerto con Jae Hong Park, vincitore del 63° Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, il direttore d’orchestra Donato Renzetti e l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta: già proposto a Treviso il 5 dicembre, il grande evento musicale giunge nella Regina delle Dolomiti e sarà quindi poi ospitato a Legnago.

“Il progetto Nell’Olimpo di Beethoven – spiega il celebre direttore d’orchestra Donato Renzetti - mi è piaciuto subito moltissimo perché si rivolge ai i giovani, i solisti che vinceranno il Concorso Busoni e i migliori allievi di direzione d’orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo. Partire da Treviso ha poi per me un significato particolare, sono molto legato alla città e al Teatro Comunale, dove ho diretto molte volte”.

“Cortina d’Ampezzo – ha aggiunto l’assessore del Comune di Cortina d’Ampezzo Paola Coletti – continua ad investire nella cultura, per proporsi al mondo in vista delle Olimpiadi 2026 non solo come capitale dello sport ma anche come meta turistica a tutto tondo, capace di offrire un programma musicale e teatrale di alto livello. Con il progetto Nell’Olimpo di Beethoven andiamo in questa direzione, facendo anche un passo ulteriore: ci mettiamo in rete con realtà nazionali d’eccellenza, riconosciute a livello internazionale, e con teatri di prim’ordine come quelli di Treviso e Legnago. Non ultimo, si dedica attenzione ai giovani, agli astri nascenti della musica, per i quali vogliamo essere un “trampolino olimpico””.

L’anno si concluderà nel più tradizionale ma anche nel più atteso dei modi, giovedì 30 dicembre con il Concerto di Capodanno all’Alexander Girardi Hall alle 20.45: a rendere speciale il concerto ci saranno la voce della soprano venezuelana Ines Salazar che, formatasi a Treviso, nel corso della sua carriera ha calcato i più importanti palcoscenici del mondo ed è riconosciuta come “la Tosca del centenario” per aver interpretato il celebre ruolo al Teatro dell'Opera di Roma nel 2000, a cento anni dalla prima esecuzione dell’opera pucciniana, e la musica dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta. Come da tradizione il programma si comporrà di due parti, una dedicata al repertorio italiano e una a quello della famiglia Strauss.

Venerdì 7 gennaio 2022 si tornerà in teatro, all’Alexander Girardi Hall alle 20.45, per assistere alla messa in scena sulle punte della favola natalizia per antonomasia, organizzata con il supporto del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven: Lo Schiaccianoci, uno dei più celebri balletti russi, proposto dal Russian Classical Ballet di Mosca, compagnia diretta da Evgeniya Bespalova e composta da un cast di stelle del balletto russo, selezionato nelle più prestigiose scuole coreografiche di Mosca, San Pietroburgo, Novosibirsk e Perm.

Si proseguirà quindi domenica 27 febbraio 2022 con una prima assoluta, White Out – La conquista dell’inutile, una nuova produzione di danza-circo-alpinismo con la regia di Piergiorgio Milano che esordirà all’Alexander Girardi Hall alle 20.45, distribuita in Italia da APS Gelsomina. Lo spettacolo traccerà la storia dell’essere umano e della montagna, concentrandosi su quel momento in cui si perdono le certezze, il “white out”, ovvero quando il biancore delle nuvole si fonde con il bianco della neve e cancella ogni riferimento nello spazio e nel tempo.

A precedere la Pasqua, lunedì 14 marzo 2021 alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall si potrà assistere ad un grande classico di questo periodo dell’anno, Gloria & Magnificat di Antonio Vivaldi: si tratta di una nuova produzione firmata CortinAteatro e Musincantus che vedrà l’ensemble Il Concerto Romano eseguire con strumenti d’epoca e secondo la prassi barocca le due composizioni sacre, con la direzione di Alessandro Quarta, specialista di fama internazionale. Completeranno il cast il coro Vox Nova di Carbonera di Treviso e un terzetto di solisti di prim’ordine, Cecilia Molinari, Chiara Brunello e Carlotta Colombo.

Nello spazio della Conchiglia in piazza Debona, infine, sono in programma due appuntamenti ad ingresso libero: il concerto gospel Alessandro Pozzetto & The Christmas stars martedì 28 dicembre 2021 [Ancora] alle 18.00, lo spettacolo per bambini Le avventure di Clown Crostino lunedì 3 gennaio 2022 alle 18.00.

Biglietti in vendita su Vivaticket.com, all’Infopoint e alla Cooperativa di Cortina.

Per accedere al concerto è richiesta l’esibizione del Green pass.

Info: musincantus.it, myarteven.it



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2021-12-02 10:01:44
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.