sfondo endy
Gennaio 2023
eventiesagre.it
Gennaio 2023
Numero Evento: 21171348
Eventi Spettacolo
Astràgali Teatro
Spettacoli, Laboratori, Concerti, Seminari
Date:
Dal: 28/07/2022
Al: 31/12/2023
Dove:
Logo Comune
Via Giuseppe Candido
Puglia - Italia
Contatti
Cell.: 3892105991
Fonte
Pierpaolo Lala
Scheda Evento

Astràgali Teatro

Spettacoli, Laboratori, Concerti, Seminari

Da Giovedì 28 Luglio 2022 a Domenica 31 Dicembre 2023 -
Dal 28/07/2022 al 31/12/2023 Astràgali Teatro - Via Giuseppe Candido - Lecce (LE)
Il 11/11/2022 Distilleria De Giorgi - San Cesario Di Lecce (LE)

Astràgali Teatro - San Cesario Di Lecce

ANTIGONE’S PRIDE - PERFORMING SOCIETY: AL VIA DA LECCE IL NUOVO PROGETTO INTERNAZIONALE DI ASTRÀGALI TEATRO SELEZIONATO DAL PROGRAMMA CREATIVE EUROPE CHE COINVOLGERÀ ANCHE SPAGNA, POLONIA E GRECIA.

DA LUGLIO 2022 A DICEMBRE 2023 UNA FITTA SERIE DI APPUNTAMENTI PER CREARE MODELLI INNOVATIVI NEL CAMPO DELLE ARTI PERFORMATIVE, BASATI SULLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE E INTERCULTURALE E SULLA CO-CREAZIONE TRA ARTISTI, MIGRANTI, INGEGNERI DELL'INNOVAZIONE.

DURANTE TRE “ECO-ARTS RESIDENCES”, OSPITATE IN PARCHI NATURALI, SI LAVORERÀ, ANCHE CON L'UTILIZZO DI TECNOLOGIE DI REALTÀ AUMENTATA E VIRTUALE, AL NUOVO SPETTACOLO INTERNAZIONALE MULTILINGUE “ANTIGONE’S CANTICA”.

Antigone’s Pride - Performing Society è il titolo del quattordicesimo progetto internazionale di Astràgali Teatro finanziato dal programma Creative Europe (fino al 2013 con la denominazione Culture), promosso dall'Agenzia Esecutiva per l’Istruzione e la Cultura dell’Unione Europea
Da luglio 2022 a dicembre 2023, il progetto prevede un ricco programma di attività volte alla creazione di modelli innovativi nel campo delle arti performative, basati sulla sostenibilità ambientale e interculturale e sulla co-creazione tra artisti, migranti, ingegneri dell'innovazione. La compagnia salentina (capofila) sarà affiancata da un ricco partenariato formato da Grotowsky Institute di Wroclaw (Wroclaw, Polonia), Fondazione della Danza Alicia Alonso dell’Università Re Juan Carlos (Madrid, Spagna), il Theatro Tsi Zakynthos (Zante, Grecia), il Dipartimento di Ingegneria per l'Innovazione dell'Università del Salento e il Comune di Lecce (partner istituzionale). La dimensione interculturale ed ecologica del progetto è volta, infatti, a fornire strumenti per affrontare la crisi sociale ed economica degli ultimi tre anni che ha costretto artisti e industrie culturali e creative a ridurre drasticamente, e in alcuni casi ad interrompere, la mobilità fisica e l’interconnessione corporea tra culture, saperi e linguaggi artistici che sono alla base delle collaborazioni culturali europee. Il cuore di "Antigone’s Pride - Performing Society" saranno le Eco-Arts Residences tematiche, ospitate in tre parchi naturali in Spagna (Parco Naturale di Peguerinos), Italia (Parco Naturale Regionale Bosco e Paludi di Rauccio di Lecce) e Polonia (Foresta e Parco naturale di Brzezinka) che svilupperanno un'ipotesi di ecologia teatrale connessa alla ricerca e alla sperimentazione di nuove forme di performance site-specific nella natura e che porteranno alla realizzazione dello spettacolo internazionale multilingue “Antigone’s Cantica” con l'utilizzo di tecnologie di realtà aumentata e virtuale. La collaborazione tra artisti, ingegneri, comunità in contesti naturalistici significativi sarà incentrata su un percorso artistico di ecologia interculturale e sull’approfondimento di tecniche e conoscenze in ecologia teatrale.

KICK-OFF MEETING E CALL INTERNAZIONALE
Le attività prenderanno il via giovedì 28 e venerdì 29 luglio con un kick-off Meeting online tra i partner ed alcuni esperti e con una presentazione pubblica, sempre online, rivolta agli operatori culturali per lanciare le attività. Ad ottobre, inoltre, con un panel internazionale in live streaming sarà lanciata una call rivolta ad artiste e artisti per partecipare alla produzione teatrale internazionale “Antigone’s Cantica”.

WORKSHOP INTERNAZIONALE (Lecce, Italia)
A novembre da Lecce al via le attività in presenza con un workshop internazionale di tre giorni tra esperti di Realtà Virtuale e Aumentata dell’Università del Salento - Dipartimento di Ingegneria, Laboratorio di Realtà Virtuale e Aumentata ed alcuni degli artisti coinvolti nel progetto provenienti da Polonia, Grecia, Spagna. Il workshop sarà un momento di scambio di know-how e di confronto sull’applicazione e sullo sviluppo delle tecniche di RVA nei processi creativi e di produzione delle arti performative.

ECOLOGY OF ARTS (Peguerinos, Spagna)
Ad aprile, la prima Eco-Arts Residence, come tutte e tre le residenze, inizierà con tre masterclass online sulle principali aree tematiche del progetto (donne, mito, teatro): “Antigone, inclusione sociale e uguaglianza di genere”, “Ecologia teatrale/Site-specific” e “Tecniche della Realtà Aumentata per le arti performative”. Le Residenza proseguirà poi in presenza nel villaggio di Peguerinos, vicino a Madrid, con la realizzazione di varie attività: un lavoro di prove full-immersion per due settimane del gruppo internazionale di artisti provenienti da Spagna, Italia, Polonia, Grecia finalizzato alla realizzazione dello spettacolo site-specific “Antigone’s Cantica” che sarà messo in scena; una Masterclass sulla figura di Antigone; sessioni di co-working tra artisti e Esperti di RVA; attività eco-artistiche rivolte agli artisti, in particolare ad artisti migranti ed alla comunità che combinano azioni artistiche nella natura, patrimonio interculturale, cittadinanza attiva, convivialità, esperienze di cammino.

THEATRE AND CONFLICT (Wroclaw e Brzezinka, Polonia)
A giugno, la seconda Eco-Arts Residence si terrà a Wroclaw e Brzezinkae e si concentrerà sul tema del teatro nelle zone di conflitto. La Residenza sarà realizzata a Wroclaw, Capitale Mondiale UNESCO delle Arti Performative, di cui l'Istituto Grotowski (partner del progetto) è uno dei principali realizzatori, e metterà in risalto l'importante mosaico culturale dell'area segnata dalla Seconda Guerra Mondiale, dall'immigrazione, dall’interculturalità. Come tutte e tre le residenze, anche quella in Polonia unirà una prima parte con Masterclass online ad una seconda con attività in presenza come seminari sul teatro nelle zone di conflitto, sessioni di co-working su interventi di realtà aumentata e virtuale nel campo delle arti performative, azioni eco-artistiche principalmente incentrate sulla partecipazione di rifugiati dall'Ucraina. Gli artisti selezionati e il gruppo di lavoro artistico soggiorneranno e lavoreranno nella sede del Grotowski Institute nella Foresta di Brzezinka, per la fase di prove immersive per la preparazione dello spettacolo “Antigone’s Cantica”.

SOCIAL THEATRE AND GENDER EQUALITY (Lecce, Italia)
A settembre, l'ultima Eco-Arts Residence si svolgerà a Lecce e inizierà con tre Masterclass online sulle principali aree tematiche del progetto e proseguirà in presenza sui temi del Teatro Sociale, dell'ecologia del teatro, della parità di genere, dell'applicazione della realtà aumentata nelle arti performative. Le attività dell'ultima Residenza includeranno prove full-immersion per due settimane del gruppo internazionale di artisti in luoghi naturali, masterclass in presenza, sessioni di co-working tra artisti ed esperti di RVA, attività eco-artistiche con le comunità, anche con artisti migranti, azioni di coinvolgimento del pubblico e della comunità per valorizzare la dimensione ecologica. Al termine della Residenza, nell'ambiente naturale, verrà presentata l'ultima versione site-specific della performance collettiva, multilingue ‘Antigone's Cantica’.

REVERBS – DISSEMINATION TOUR
Tra novembre e dicembre 2023, il tour di presentazione dei risultati del progetto coinvolgerà tutte le città e i partner del progetto e si concluderà con una conferenza internazionale online.

ASTRÀGALI TEATRO
La compagnia Astràgali Teatro nasce nel 1981 a Lecce per fare teatro, formare attori e dare vita ad uno spazio di circolazione dei discorsi e delle pratiche. Riconosciuta dal 1985 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come compagnia teatrale d'innovazione, dal 2012 è sede del Centro Italiano dell’International Theatre Institute dell’Unesco ed è membro dell’Anna Lindh Euro-Mediterranean Foundation for the Dialogue between Cultures. Ha realizzato progetti artistici, spettacoli, attività in circa 30 paesi in tutto il mondo. Nel corso di questi anni numerosi spettacoli hanno trovato casa in molti luoghi di grande interesse culturale in Italia e all'estero, anche in siti patrimonio dell'umanità dell'Unesco. Da vent'anni, la compagnia salentina accede a progetti finanziati dall'Unione Europea prima con il programma Culture (2000/2006 e 2007/2013) e ora con Creative Europe. In questi anni sono stati finanziati e attuati quattordici progetti: The body of art (2002), Dionysos’ traces – the ports of the Mediterranean (2003), War Theatres - Practices for peace (2005), Ulysses' routes - For a critique of a violence (2006), Front/frontiers - Dynamics of the inclusion of the other in theatre (2008), Roads and desires – theatre overcomes frontiers (2012), H.O.S.T.- Hospitality, Otherness, Society, Theatre (2012), Songs of my Neighbours (2015), Walls – separate worlds (2015), Theatrum Mundi (2016), Legends on circular Ruins (2018), Genius Loci (2020) e Antigone’s Pride - Performing Society (2022). Già nel 2006 Astràgali Teatro ha ricevuto un riconoscimento ufficiale di “buona pratica” da parte della Commissione Cultura dell’Unione Europea, nel volume Crossing Borders, Connecting Cultures – The EU Culture Programme 2007-2013. Da allora la compagnia ha saputo portare avanti la sua pratica, che la contraddistingue in tutto il mondo, interpretando le nuove esigenze che le politiche culturali europee perseguono per  il futuro del continente.

Info
3892105991 - teatro@astragali.org
www.astragali.it


 

TAM TAM: ASTRAGALI TEATRO A LECCE OSPITA TRE SERATE DELLA SETTIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL DEDICATO A "LU TAMBURREDDHU".

Da mercoledì 7 a venerdì 9 dicembre (ingresso 8 euro | 10 euro con cd o dvd | abbonamento tre serate 20 euro - info e prenotazioni WhatsApp 3892105991 - teatro@astragali.orgAstràgali Teatro in via Giuseppe Candido a Lecce ospita tre serate della settima edizione di Tam Tam. Il festival organizzato da Arra Produzioni Mediterranee con la direzione artistica di Claudio "Cavallo" Giagnotti, in collaborazione con Core de Villani e Mascarimirì e il sostegno di Astràgali Teatro, è pensato per valorizzare “Lu Tamburreddhu”, strumento principe della tradizione salentina.

Si parte mercoledì 7 alle 20 con Radio Rachid Taha a cura di Beirut World Beat, un incontro di approfondimento sul musicista franco-algerino che ha rivoluzionato la world music. A seguire Sud, un viaggio tra i canti e le musiche tradizionali del Mezzogiorno con Anna Cinzia Villani (Canti sul tamburo salentino - Pizzica Pizzica), Giovanni Amati (Canti e ritmi sui tamburi della Murgia), Biagio De Prisco (Canti sul tamburo Campano - Tammurriate) e Cicciu Nucera (Tarantelle Calabresi su organetto e tamburo calabrese). 

Giovedì 8 alle 20 con Radio Alan Lomax, la cantante e ricercatrice Anna Cinzia Villani curerà un incontro sul grande ricercatore americano, pioniere della ricerca etnografica. Alle 21 sul palco il progetto "I Mascarimirì cantano gli Ucci", storico gruppo di cantori salentini (Uccio Aloisi, Uccio Bandello e negli anni Uccio Melissano, Narduccio Vergaro, Uccio Casarano, Uccio Malerba, Pippi Luceri, Giovanni Avantaggiato e Ugo Gorgoni) che proponeva un vasto repertorio fatto di canti - soprattutto narrativi, di lavoro, di protesta - ma soprattutto con l’accento inconfondibile sulla Pizzica Pizzica. E poi canti su tamburo a due voci botta e risposta, unico ed inconfondibile. Claudio Cavallo Giagnotti (voce e tamburreddhu) è affiancato da Gabriele Martino (voce e mandolino), Alessandro Schito (voce e tamburreddhu), Matteo Tornesello (chitarra elettrica) con la partecipazione di Francesco Mancini (chitarra classica), Riccardo Luchena (basso) e Lucio Stefano (batteria). 

Venerdì 9 dicembre, infine, la serata conclusiva ad Astràgali si aprirà alle 20 con Radio Marsiglia di Claudio Cavallo Giagnotti che illustrerà personaggi, repertorio e storie musicali della città provenzale. Alle 20:30 si parlerà del tamburo nella tradizione musicale polacca  a cura di Mateusz Dobrowolski. Alle 21 doppio concerto dedicato ai suoni del Gargano con Rione Junno, storica realtà della musica etnica italiana che ha tenuto concerti in tutto il mondo suonando nei più importanti festival world, e un omaggio a Matteo Salvatore, l'ultimo vero cantastorie italiano che con la sue parole e la sua musica ha dato voce agli ultimi, dai braccianti del tavoliere pugliese sino ai primi migranti arrivati in Italia.

Domenica 11 dicembre dalle 12 (prenotazione obbligatoria 3206796945) nell'Agriturismo Le Tagliate di Uggiano la Chiesa spazio alla festa conclusiva con il concerto di Mino Cavallino e Salvatore Rolli e con il pranzo musicale "Ieu te cantu lu cuccurucu".

«Nell'ideare questo festival siamo partiti dall'attuale percezione de "Lu Tamburreddhu": forse più un souvenir, che uno strumento musicale», sottolinea Claudio Cavallo Giagnotti. «Questa riflessione noi la facciamo attraverso momenti di festa e dibattito. La presenza di artisti nazionali e internazionali coinvolti dal festival, ci aiuta ad avviare un confronto tra “Lu Tamburreddhu” e altre percussioni del Mediterraneo. In ogni luogo, grazie alla presenza di strumenti local si riescono a suonare e trasmettere le musiche tradizionali», continua il direttore artistico. «Il Salento è cambiato: da terra di emigranti è diventata terra turistica, e questo cambiamento sta facendo dimenticare alcuni usi e costumi, che la vita contadina ci ha trasmesso, e che dovrebbero essere per noi, la base per creare una continuità storica. È importante valorizzare “Lu Tamburreddhu” come strumento autoctono, con le sue caratteristiche (tecniche musicali radicate nelle tradizioni locali, e tecniche di costruzione con conoscenza dei materiali e delle dimensioni), fondamentali per suonare e ballare la Pizzica Pizzica. Di questo abbiamo bisogno per conoscere il repertorio della tradizione salentina, e poterlo esportare in tutto il mondo con maggiore consapevolezza». Le prime sei edizioni hanno ospitato il progetto speciale "Cantare Lomax… Oggi", Mascarimirì, Anna Cinzia Villani, Astràgali Teatro, Canto Antico, Manu Theron (Francia) Sorelle Gaballo, Biagio De Prisco, Ragnatela Folk, Terraemares, Cicciu Nucera, Insintesi, Tonio Corba (Francia), Milena Pastorelli (Francia), Coro Liquilab, Amine Halim (Marocco), Giacchino De Filippo, Hakim Hamadouche (Algeria-Francia), Mesudì e altri ospiti.

Info Arra Produzioni - 3480442053 - arra.produzioni@gmail.com
Prenotazioni Lecce - 3892105991 - teatro@astragali.org - www.astragali.it

    Fiera cesena c'era una volta il libro


    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2022-12-09 12:15:06
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.