sfondo endy
Aprile 2020
eventiesagre.it
Aprile 2020
Numero Evento: 21027561
Eventi Spettacolo
Jopas
performance di danza contemporanea
Date:
Dal: 05/10/2009
Al: 07/10/2009
Dove:
Logo Comune
Trentino Alto Adige - Italia
Contatti
Telefono: Info: +39 0471 67 30 70
Fonte
Morena Stocchero
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento

JOPAS
CON LA DANZA VERONIKA RIZ
ESPLORA L'ARCHITETTURA DEL VILLAGGIO GLOBALE.

Jopas - Bolzano 

5, 6 e 7 Ottobre 2009 - ore 20.30
Bolzano, EX-ALUMIX , via Volta 11

Il 5 ottobre all'Ex-Alumix di Bolzano, Transart ospita la prima della nuova performance firmata dalla coreografa sudtirolese. Quattro danzatori dialogano con i loro ospiti immaginari e l'Alto Adige si fa laboratorio per comprendere tutte le mille Patrie multiculturali fatte di ospiti e amici.

Dov'è la Patria? L[, dove si incontrano degli amici. Dove sulle radici della cultura locale s'innestano naturalmente i rami dell'esperienza e delle tradizioni altre, quelle degli ospiti, dei nuovi arrivati, giorno dopo giorno e generazione dopo generazione. Ingredienti disparati ma pronti a trovare un'inedita armonia, se ben mescolati come in un'ottima zuppa.

Jopas, oltre al titolo dell'ultima performance di danza contemporanea concepita dalla coreografa Veronika Riz, che affronta questo tema insieme alla compagnia DO SO CE, è la parola ladina che significa proprio "zuppe".

Il pubblico potrà conoscere per la prima volta lo spettacolo dal 5 al 7 ottobre, alle 20.30, nello spazio post-industriale dell'Ex Alumix di Bolzano, nell'ambito del prestigioso festival Transart. Opera per tre danzatrici, un danzatore, un musicista e immagini, Jopas s'interroga sul reale e moderno senso dell'Heimat/Patria: è il luogo dell'appartenenza o quello dell'amore e dell'amicizia? La risposta, suggerita e mai affermata, è nel caleidoscopico mosaico di corpi in movimento, raffigurazioni e interviste video raccolte attraversando il Sud-Tirolo, autentico laboratorio di convivenza tra culture, ma anche serbatoio di tenaci sentimenti d'appartenenza. E l'analisi si allarga a tutte le piccole o grandi patrie del mondo, vecchie e nuove.

Una festa che si svolge senza ospiti, attori unici i danzatori con radici artistiche diverse: giapponesi, rumeno-tedesche, portoghesi e indonesiano-olandesi. Gli amici attesi sono in realtà gli incontri reali (che scorrono sul video sotto forma di impressioni e interviste) e immaginari dei ballerini, assemblati in due mesi di vita nell'Alto Adige, filtrati e sottolineati proprio attraverso il multiculturalismo dell'ensemble e la sua attitudine a confrontarsi pubblicamente sulle proprie origini servendosi dei movimenti del corpo. In questo modo, cliché acquisiti si mescolano a verità inaspettate, fatti a testimonianze di fuggitivi: poco alla volta emerge un inedito concetto di Patria che si alimenta di continuo grazie ai sapori nuovi regalati dall'ospite. Variopinto e variegato come una zuppa: nel calderone globale, il mestolo questa volta è la danza.

"Abbiamo cercato persone che raccontassero la loro storia speciale sull'Alto Adige, patria vecchia o nuova - spiega Veronika Riz - ma non sostenendo una tesi politica, né pensando in particolare al Sud Tirolo. Ciò che ci preme è la loro vita, come vivono, come mangiano, come vedono gli altri e si esprimono col corpo. Cosa tengono e cosa lasciano, una volta qui, delle loro tradizioni di partenza".

Da questa preparazione nascono domande, cui in Jopas tenta di rispondere la fisicità peculiare di ciascun danzatore, aggiungendo nello stesso tempo ulteriori interrogativi. L'ultima parola all'immaginazione del pubblico che, come afferma la coreografa, "può crearsi una sua fantasia. Oggi preferisco la Physique Dance Motion: metto dei contenuti nella performance, ma non voglio spiegarli del tutto, come fa l'arte contemporanea. Mi piacciono, soprattutto, i movimenti".

Coreografa e ballerina, Veronika Riz ha studiato scienze teatrali e storia dell'arte a Vienna e a Londra presso la Central School of Speech and Drama. Ha fondato a Bolzano l'Atelier di danza contemporanea DANSART, e la compagnia che porta il suo nome. Tra i suoi più recenti progetti teatrali Schlaflos, Attitudes Passionnelles, Schleudergang, Fliegt alles auf, spettacolo quest'ultimo realizzato in containers industriali e coprodotto da BolzanoDanza 2007; nel 2008 ha prodotto Ragwurz, un documentario sull'ambiente e sull'ars vivendi della popolazione alpina dell'Alto Adige e uno studio sul linguaggio del corpo nella vita quotidiana.


Tickets 18/10 euro
Info: +39 0471 67 30 70

Regia e coreografia > Veronika Riz
Danza > Anca Huma , Kanae Kikuta , Ruben Reniers, Carolina Ramos
Musica > Ulrich Troyer
Scena > Hubert Kostner
Drammaturgia > Jens Dietrich
Costumi > Johanna Barski
Concept luci > Fujimoto Takayuki
Responsabile di produzione > Ilka Rümke /ehrliche Arbeit - freies Kulturbüro
Direzione tecnica > Barbara Westermann
Regia del suono > Kassian Troyer
Assistenza alla regia > Britta Pudelko, Carolina Ramos
Assistenza alla produzione > Sara Cappello
Sartoria > Violetta Nevenova
Foto > Isabelle Riz
Cameraman > Martin Prast
Video-editing e suono > Stefano Bernardi

www.veronikariz.it - www.transart.it 

Officine Micrò sas
Ufficio Stampa e Comunicazione 



    News Evento

    Leggi anche


    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.