sfondo endy
Dicembre 2022
eventiesagre.it
Dicembre 2022
Numero Evento: 21190704
Eventi Musicali
Amici Della Musica Di Savigliano
Stagione Artistica 2022
Date:
Dal: 09/06/2022
Al: 27/11/2022
Dove:
Cuneo
Piemonte - Italia
Contatti
Cell.: 335.5299411
Fonte
Ufficio Stampa
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
Notre dame de paris

Amici Della Musica Di Savigliano

Stagione Artistica 2022

Da Giovedì 09 Giugno a Domenica 27 Novembre 2022 -
Provincia di Cuneo

Amici Della Musica Di Savigliano -

OMAGGIO A BEPPE FENOGLIO
PER IL CENTENARIO DELLA SUA NASCITA

DAL 9 GIUGNO AL 27 NOVEMBRE
STAGIONE ARTISTICA 2022
AMICI DELLA MUSICA DI SAVIGLIANO

Anche quest'anno, gli spettacoli organizzati dagli Amici della Musica di Savigliano proporranno un repertorio in grado di spaziare fra i generi e i periodi storici più vari.
La stagione estiva della rassegna, che prevederà diversi filoni musicali, inizierà il 9 giugno per proseguire anche in autunno, fino al 27 novembre, con un cartellone ricchissimo di eventi.

Nei mesi di giugno e luglio sono previsti dei reading curati da Marisa Fenoglio e da Elena Zegna in occasione del centenario dalla nascita di Beppe Fenoglio: un’occasione per celebrare e valorizzare l’eredità del grande autore albese, attraverso un percorso dove la letteratura possa fare della musica un prezioso paesaggio sonoro ripercorrendo i brani che più appassionavano l’autore attraverso l’intervento della fisarmonica di Walter Porro e del saxofonista Fulvio Albano erede del grande Gianni Basso.

Il primo evento di questo filone* è previsto per giovedì 9 giugno a Saluzzo presso il Monastero della Stella: “Uno scrittore in famiglia” di Marisa Fenoglio è un reading musicale per voce narrante e fisarmonica con la musica che amava Beppe Fenoglio; Elena Zegna, voce recitante e Walter Porro alla fisarmonica.

Elena Zegna – Attrice, insegnante, speaker  e doppiatrice si è formata a Torino al Teatro Nuovo con Massimo Scaglione, al Centro D con Iginio Bonazzi e a Milano al Centro Teatro Attivo. Si è laureata in Storia del Teatro con Gian Renzo Morteo. E’ docente di Lettere. Ha collaborato con varie compagnie teatrali partecipando a spettacoli nei Teatri Carignano, Gobetti, Piccolo Regio, Alfieri, Superga, Astra  e Vittoria. E' stata doppiatrice di cartoni animati per la Merak Film di Milano, speaker pubblicitaria e in documentari e guide museali con la Tactile Vision. Partecipa come lettrice a premiazioni di concorsi letterari e alla presentazione di libri. Ha realizzato letture-concerto per il Circolo dei Lettori, Circolo della Stampa, Biblioteca Nazionale, Fondazione Ferrero, Festivalstoria, Pavese Festival, Università La Tuscia a Roma, Castello di Miramare a Trieste e all’estero a Francoforte, Madrid, in Andalusia e in Normandia. Ha tenuto corsi di lettura espressiva e interpretativa nelle Biblioteche Civiche nel progetto Nati per leggere, di comunicazione, uso della voce e formazione docenti per il CE.SE.DI di Torino. Collabora con musicisti e con la scrittrice Marisa Fenoglio con il progetto Uno scrittore in famiglia sulla figura di Beppe Fenoglio, testo inciso per la Emons in occasione dell’uscita dell’audiolibro il Partigiano Johnny.

Walter Porro ama la terra (coltiva noccioli nelle Langhe) e ne conosce i segreti. Musicista eclettico, Porro è anche pianista, compositore e arrangiatore. E’ stato tra i musicisti della colonna sonora di Mauro Pagani per il film di Gabriele Salvatores, «Tutto il mio folle amore», presentato all'ultimo Festival del Cinema di Venezia.  Virtuoso della fisarmonica Porro ha collaborato con Mauro Pagani, Giorgio e Paolo Conte, Arisa, Massimo Ranieri, Joan Isaac, Dino e Franco Piana, il trio Aldo, Giovanni e Giacomo e Gianni Basso. Dal 2014 è pianista e direttore musicale della Fondazione Mirafiore di Serralunga d'Alba, dove ha lavorato con Claudio Baglioni, Gianna Nannini, Enrico Rava, Stefano Bollani, Ermal Meta, Roberto Vecchioni, Roberto Benigni, Renato Zero e molti altri. Porro ha inoltre composto per il regista Fredo Valla le colonne sonore dei film «Più in alto delle nuvole», «Non ne parliamo di questa guerra»; ora sta lavorando a «Bogre» in prossima uscita.

- - -

Lo spirito jazzistico del concerto in piano solo di Enrico Pieranunzi verrà ripreso a luglio dal ciclo di concerti Blues, jazz and wine, interamente dedicato al repertorio di tradizione afroamericana e pronto a coinvolgere figure di rilievo del panorama jazzistico e del fingerstyle quali Andrea Valeri e Lorenzo Favero.

La ieraticità dello Stabat Mater di Pergolesi, eseguito in concomitanza della Pasqua cristiana, ha anticipato la ricca proposta di repertorio organistico sacro e profano promossa dalla rassegna Organi Vespera. Quest’ultima si avvarrà della collaborazione fra l’Associazione e la storica azienda Vegezzi Bossi di Centallo, un incontro nato al fine di valorizzare e salvaguardare il patrimonio organistico piemontese, anche grazie all’intervento di interpreti di rilievo quali Leonardo Ciampa (USA), Andrea Trovato (Italia), Przemyslaw Kapitula, (Polonia) Heinz-Peter Kortmann e Johannes Skudlik (Germania).

La rassegna inizierà sugli organi storici della provincia e delle nostre valli turistiche per poi terminare con quattro concerti finali su uno dei capolavori strumentali della ditta Vegezzi Bossi che è l’organo della chiesa del Sacro Cuore a Cuneo.

Per quanto riguarda la promozione del repertorio operistico, quest’anno verrà attuata attraverso la rappresentazione in piazza de La bohème di Puccini: un’operazione volta a portare la lirica al di fuori dei suoi contesti più tradizionali, mettendola al servizio del pubblico più eterogeneo e curioso.

Pure la Musica antica avrà un ruolo di rilievo anche nel corso della rassegna Antiqua, articolata in quattro concerti e incentrata sulla prassi esecutiva storicamente informata. Nel progetto, compariranno ensemble di rilievo come Ensemble Terra d’Otranto e l’ensemble Hortensia Virtuosa con solisti celebrati a livello internazionale come Giovanni Rota violino e maestro di concerto, Rebeca Ferri violoncello, Michele Carreca tiorba e chitarra barocca Gilberto Scordari clavicembalo. Inoltre ricordiamo il duo Marco Casonato viola da gamba e Gianluca Geremia liuto e tiorba, gia’ ospiti della passata edizione e invitati a grande richiesta.

La programmazione si avvarrà, come di consueto, della ricerca di ottimi musicisti, strumentisti e solisti, con ensemble cameristici scelti usufruendo dei numerosi contatti che la Direzione Artistica ha intessuto negli oltre 40 anni di attività culturale, non trascurando le Agenzie specializzate e rivolgendosi inoltre a coloro che, negli anni, hanno contribuito a far crescere l'Associazione.

Al livello degli interpreti si affianca, da sempre, il desiderio di offrire una proposta musicale curata nella varietà e nella qualità, in grado di appassionare un pubblico eterogeneo e curioso, che possa trovare nella nostra rassegna una valida alternativa alle programmazioni di ottimo livello presentate nel contesto torinese. Una prospettiva culturale dunque decentrata ma non per questo depauperata, capace di soddisfare sia l’ascoltatore più esperto sia coloro che si stanno avvicinando alle espressioni più classiche della tradizione musicale per la prima volta.

Biglietti: 10 euro

Per informazioni e prenotazioni
Associazione Amici della Musica – Tel. 335.5299411


ORGANI VESPERA
DAL 19 GIUGNO AL 30 SETTEMBRE

STAGIONE ARTISTICA 2022
AMICI DELLA MUSICA DI SAVIGLIANO 

Anche quest'anno, gli spettacoli organizzati dagli Amici della Musica di Savigliano proporranno un repertorio in grado di spaziare fra i generi e i periodi storici più vari. Il filone “Organi Vespera” proseguirà fino al 30 settembre, con un cartellone ricchissimo di eventi. 

Organi Vespera” è la una rassegna organistica su organi storici da Vittino Vegezzi-Bossi di Centallo - 450 anni di esperienza liutaria, ed è stata anticipata dallo Stabat Mater di Pergolesi, eseguito in concomitanza della Pasqua cristiana; inizierà con i primi concerti in provincia per poi continuare con quattro appuntamenti nella Chiesa del Sacro Cuore a Cuneo. Tanti gli interpreti di rilievo internazionale, tra i quali Leonardo Ciampa (USA), Andrea Trovato (Italia), Przemyslaw Kapitula (Polonia), Heinz-Peter Kortmann e Johannes Skudlik (Germania).

La rassegna prosegue mercoledì 20 luglio con un concerto a Savigliano presso la Chiesa di Sant’ Andrea. Francesco Scarcella suonerà un organo Francesco Vittino 1888. Musiche di Bellini, Moretti, Petrali, Donizetti e Rossini.

Sabato 23 luglio la rassegna si sposta ad Aisone, nella Chiesa di Santo Stefano dove Przemyslaw Kapitula suonerà su un organo Giacomo Filippo Landesio 1748. Musiche di Bach, Beethoven, Pękiel, Muffat, Daqiun, Selby.

Venerdì 29 luglio a Saluzzo, alla Confratenita Croce Nera, toccherà a Walter D’Arcangelo suonare su un organo Collino 1841. Musiche di Morandi, Pasquini, Puccini, Sarti, Gherardeschi.

Sabato 30 luglio a Pietra Porzio, nella Chiesa di Santo Stefano suonerà l'Ensemble Kuhlau con Christianne Maininger eUbaldo Rosso al flauto, Milena Punzi al violoncello e Walter D’Arcangelo all'organo (Carlo Vittino 1839). Verranno suonate musiche di J. S. Bach e F. Kuhlau.


Amici Della Musica Di Savigliano -

Al via la rassegna “My train comin' Bluesfest”  dal 21 al 29 luglio a Savigliano (CN) presso il Museo Ferroviario Piemontese.  

Giovedì 21 luglio alle ore 21,15 sul palco il “Duo Valeri – Favero”  con Andrea  Valeri e Lorenzo Favero alla chitarra.

Un concerto unico dedicato al mondo della chitarra Fingerstyle: Andrea Valeri e Lorenzo Favero, due eccellenze della chitarra Fingerstyle italiana e internazionale, ci propongono un viaggio musicale entusiasmante, che spazia dalle composizioni originali tratte dai loro album ad arrangiamenti di grande effetto di brani tratti dal repertorio Pop/Rock e Jazz internazionale. Grazie alla tecnica Fingerstyle la chitarra viene suonata utilizzando tutte le sue potenzialità espressive e orchestrali.

Venerdì 22 luglio alle ore 21,15 tocca ad Henry's Blues Duo con Max  Pierini alla chitarra ed Enrico Penati all'armonica per “BLUES & ROOTS”.

“HENRY’S BLUES DUO” interpreta un sound che va dalle origini del blues al gospel. Quello che fa rivivere sul palco, grazie ad un chitarrista dallo stile molto personale e un armonicista che tradisce l’ascolto dei grandi bluesmen quali Little Walter, Walter Horton, Junior Wells, è una musica antica, diretta, ruvida, essenziale e non di rado misteriosa. È un raccontare storie autentiche, è la radice di tanta musica moderna e quando la voce tace è l'armonica a parlare.

Giovedì 28 luglio alle ore 21,15, filone “Suoni della tradizione” con la band Kaleidotrio. Tito Ciccarese al flauto e Raffaele Bertolini al clarinetto basso; alla fisarmonica, Gianni Fassetta.

Il trio ha partecipato ad importanti festival in Italia ed all’estero, esibendosi anche a fianco di concertisti di chiara fama. Particolare attenzione è rivolta al repertorio contemporaneo e popolare: le molteplici esperienze, singole e in gruppo, rendono i tre musicisti più che mai eclettici ed in grado di affrontare con versatilità brani moderni secondo uno spirito di appassionato sperimentalismo, pienamente condiviso. Il trio ha anche allacciato rapporti di collaborazione con alcuni compositori emergenti, che hanno dedicato a loro brani eseguiti in prima assoluta.

Venerdì 29 luglio alle  ore 21,15 ultimo appuntamento  con il Quba-Libre Trio. Simonetta Baudino alla ghironda, organetto diatonico, cornamusa, Michela Giordano a canto e percussioni e Giuseppe Quattromini a chitarra, fisarmonica, flauto dolce, voce narrante.

QuBa Libre è un duo acustico di musica occitana costituito dai polistrumentisti Simonetta Baudino (ghironda, organetto diatonico, cornamusa) e Giuseppe Quattromini (fisarmonica, chitarra, flauto dolce, armonica a bocca).

Le sillabe iniziali dei due cognomi formano QuBa e QuBa non poteva che essere Libre (in occitano libre significa libero, in questo caso libero di interpretare e reinventare la tradizione a modo proprio). Il repertorio è un viaggio in musica, con il canto di Michela Giordano, che attraversa la regione occitana e comprende melodie della tradizione e brani di nuova composizione. Dalle vallate alpine del Piemonte si arriva fino ai Pirenei e all’Oceano Atlantico attraversando tutta l’Occitania francese con diverse musiche da ballo: corrente, mazurke francesi, scottish, rigodon, danze basche, bourrees a due e tre tempi, circoli, chapelloise e molto altro ancora.

INGRESSO 10€ con degustazione BIRRA O VINO OMAGGIO

Info e prenotazioni: Amici della Musica 335.5299411

MUSEO FERROVIARIO PIEMONTESE
Via Coloira 7 -Savigliano (CN)

Fiera cesena c'era una volta


News Evento

Leggi anche


Data ultimo aggiornamento pagina 2022-07-22 12:53:00
Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.