sfondo endy
Gennaio 2021
eventiesagre.it
Gennaio 2021
Numero Evento: 21040708
Eventi Musicali
I Concerti Del Circolo Della Musica Di Bologna
36^ Stagione Concertistica
Date:
Dal: 24/10/2020
Al: 05/12/2020
Dove:
Logo Comune
Emilia Romagna - Italia
Contatti
Cell.: 335 535 9064 Direzione artistica Sandro Baldi
Fonte
Circolo Della Musica
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento

I Concerti Del Circolo Della Musica Di Bologna

36^ Stagione Concertistica

Da Sabato 24 Ottobre a Sabato 05 Dicembre 2020 - dalle ore 21:00
Bologna (BO)

I Concerti Del Circolo Della Musica Di Bologna - Bologna

In ottemperanza al DPCM firmato il 24 Ottobre 2020 è vietata la realizzazione di ogni attività Artistica e Culturale aperta al pubblico nei Teatri e nelle Sale da Concerto
E I PROSSIMI CONCERTI SONO RINVIATI A DATA DA DEFINIRE


POKER DI PIANISTI NEL NOME DI BEETHOVEN AL GOETHE-ZENTRUM

Dal 24 ottobre al 5 dicembre quattro recital pianistici con i vincitori assoluti del Concorso Andrea Baldi e l’affermato Edorardo Bruni per il Circolo della Musica di Bologna. Posti limitati con prenotazione obbligatoria.

BOLOGNA – Sarà nel forte segno di Beethoven e delle sue poderose Variazioni su un Tema di Diabelli interpretate da Dario Zanconi che prende il via sabato 24 ottobre alle 21 un nuovo ciclo di concerti curato dal Circolo della Musica di Bologna nella Sala Alliance Francaise/Goethe-Zentrum in via De Marchi 4. Un “poker” di quattro recital pianistici dal 24 ottobre al 5 dicembre, con tre giovani vincitori assoluti del Concorso Andrea Baldi e un maestro riconosciuto, spesso ospite delle stagioni del Circolo della Musica e del suo direttore artistico e fondatore Sandro Baldi.

Sabato 24 ottobre sarà dunque la volta del talentuoso pianista di origine lughese Dario Zanconi, 23 anni, vincitore del primo premio assoluto al Concorso Baldi nel 2013 e di un’altra ventina di competizioni internazionali, allievo di Denis Zardi, Andrea Padova e Ingrid Fliter (all’Accademia “Incontri col Maestro” di Imola). Sullo spartito del pianoforte gran coda Yamaha che troneggia nella sala del Goethe-Zentrum ci sarà però un solo brano, lunghissimo, un capolavoro assoluto di Ludwig van Beethoven (in occasione dell’anno del 250° della nascita): le monumentali 33 Variazioni su un Tema di Anton Diabelli op. 120, una delle sue ultime opere pianistiche vertice sommo della forma “variazione”, spesso accomunate per la loro grandiosità alle altrettanto celebri Variazioni Goldberg di Johann Sebastian Bach. E anche per questo considerate fra i brani più difficili e complessi dell’intero repertorio pianistico, da far tremare le vene ai polsi a qualsiasi interprete di qualsiasi epoca. Formidabile banco di prova dunque per giudicare la tecnica, la resistenza e la maturità dell’ardimentoso Dario Zanconi, che affronta questo immenso capolavoro beethoveniano a soli 23 anni.

Si prosegue sabato 7 novembre sempre alle 21, col ritorno sotto le Due Torri di un pianista assai apprezzato per la sua tecnica e la sua duttilità (è anche compositore): il trentino Edoardo Bruni, 45 anni, già allievo di Aquilles Delle Vigne e Bruno Mezzena, ora docente al Conservatorio di Darfo, che presenta un accattivante programma che apre col Preludio e Fuga n. 24 in si minore di Bach dal I libro del Clavicembalo Ben Temperato, prosegue con la Polacca op. 44 e lo Scherzo n. 2 op.  31 di Chopin e chiude con una ricca selezione dai Preludi di Sergej Rachmaninov.

Sabato 21 novembre sempre alle 21 sarà poi la volta della 24enne pianista lettone Angelina Vigovska, vincitrice assoluta del Concorso Andrea Baldi nel 2019, che ha studiato a Riga con eminenti maestri della grande scuola russa e da tre anni si perfeziona in Italia col pianista Rodolfo Rubino. Classico e ben congegnato il suo programma con cui debutta sotto le Due Torri: Mozart (Sonata KV 330), Bach (Partita n. 2 BWV 826), Beethoven (Sonata op. 109) e Rachmaninov (Etude-Tableux op. 33 n. 7 e Variazioni su un tema di Corelli op. 42.

Chiude il poker di pianisti sabato 5 dicembre la grintosa pianista Isabella Ricci, vincitrice del Concorso Andrea Baldi nel 2018, allieva fra gli altri di Fabrizio Lanzoni, Roberto Giordano, Patrizia Prati e Mauro Minguzzi. Personalità e temperamento richiede il programma offerto: Mozart (Sonata KV 333), Beethoven (Sonata op. 31 n. 3) e Schumann (Sonata n. 2 op. 22).

La capienza della sala del Goethe-Zentrum è molto ridotta (30 posti) per rispettare le norme anticovid e dunque la prenotazione è obbligatoria: l’ingresso ai concerti è riservato ai soci del Circolo della Musica (per loro ingresso gratuito) e ai soci Endas; biglietti 10-12 euro. Tesseramento prima del concerto dalle ore 20,20 alle ore 20,50. Per non creare assembramenti è necessario prenotare via mail a concerti@circolodellamusica.it indicando nome e cognome, numero di cellulare, luogo e data di nascita e residenza (via, cap, città).



News Evento

Leggi anche


Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.