sfondo endy
Agosto 2022
eventiesagre.it
Agosto 2022
Numero Evento: 21186713
Eventi Festival
Mònde - Festa Del Cinema Sui Cammini
4^ Edizione Del Festival Cinematografico
Date:
Dal: 08/10/2021
Al: 10/10/2021
Dove:
Logo Comune
Puglia - Italia
Contatti
Fonte
Danila Paradiso
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
dado d'oro

Mònde - Festa Del Cinema Sui Cammini

4^ Edizione Del Festival Cinematografico

Da Venerdì 08 a Domenica 10 Ottobre 2021 -
Monte Sant'angelo (FG)

Mònde - Festa Del Cinema Sui Cammini - Monte Sant'angelo

“Custodire l’immateriale” è il tema al centro della 4^ edizione di “Mònde”.
La Festa del Cinema sui Cammini si interroga, attraverso momenti di riflessione e dibattito, sul contributo del mezzo audiovisivo per la custodia del patrimonio immateriale. 
Dall’8 al 10 ottobre 2021 a Monte Sant’Angelo, sul Gargano.

“Custodire l’immateriale” è il tema intorno a cui ruoterà la 4^ edizione di “Mònde - Festa del Cinema sui Cammini”, in programma dall’8 al 10 ottobre 2021 a Monte Sant’Angelo, sul Gargano.

Una manifestazione che - sotto la direzione artistica di Luciano Toriello - vuole carpire l’importanza di quel patrimonio culturale immateriale nel quale confluiscono la nostra identità, le nostre radici, la nostra memoria, e che si rivela pertanto fondamentale per il mantenimento della diversità culturale quale forma di resistenza contro la globalizzazione.

Della rilevanza di questo patrimonio è ben consapevole perfino l’UNESCO che, nel 2003, ha adottato la Convenzione per la Salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, ratificata poi dall’Italia nel 2007, e sulla cui linea si colloca il recente disegno di legge proposto dall’Assessore alla Cultura della Regione Puglia Massimo Bray in materia di censimento, inventariazione e valorizzazione dei Beni Immateriali della Puglia.

L’edizione 2021 di “Mònde” dunque si interrogherà, attraverso momenti di riflessione e dibattito, sul ruolo e sul contributo che può rivestire il mezzo audiovisivo nelle sue più diverse forme (dal documentario sociale ed antropologico al cinema di finzione, fino alle riprese amatoriali e ai filmini di famiglia), nel momento in cui ambisce a farsi custode e sentinella di un patrimonio, quello immateriale, altrimenti ed inevitabilmente destinato a corrompersi, snaturarsi o a cadere nell’oblio. Un nobile intento perseguito quotidianamente da “MAD – Memorie Audiovisive della Daunia”, soggetto ideatore e organizzatore di tutte le edizioni di “Mònde”, attraverso l’attività di archiviazione delle “memorie audiovisive” del territorio della Provincia di Foggia.

Su questo stesso percorso si inserisce anche la collaborazione, fin dalla prima edizione, tra “Mònde” e l’Archivio Storico Istituto Luce Cinecittà, nonché il patrocinio concesso quest’anno dall’Università degli Studi di Foggia (ai cui studenti del curriculum di Cultura Digitale dei Corsi di Studi in Lettere e Patrimonio e Turismo Culturale saranno rivolte iniziative inserite nella programmazione del festival). Senza dimenticare, infine, l’attività di Apulia Film Commission, soggetto produttore di “Mònde”, che investendo in produzioni originali e manifestazioni a sostegno della diffusione della cultura cinematografica, può considerarsi presidio e baluardo a difesa dell’identità e della cultura pugliese in tutte le sue sfumature ed espressioni.

Lo spot originale della quarta edizione della “Festa del Cinema sui Cammini”, realizzato da Luciano Toriello, sintetizza tutte queste premesse: un lavoro di montaggio e di giustapposizione, in un ininterrotto continuum dinamico ed emotivo, di immagini del passato e del presente della cultura popolare del Gargano, selezionate dall’infinito patrimonio dell’Archivio Storico Luce e dai cataloghi di “MAD - Memorie Audiovisive della Daunia”.

Nei prossimi giorni sarà svelato il programma della 4^ edizione di “Mònde” che prevede, come sempre, proiezioni, conversazioni, escursioni e camminate, masterclass, incontri, matinée e spettacoli.

“Mònde-Festa del Cinema sui Cammini” è un’iniziativa della Regione Puglia - Assessorato Industria Turistica e Culturale a valere sulle risorse del Patto per la Puglia FSC 2014-2020 - prodotta da Apulia Film Commission nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network con il contributo di Ente Parco Nazionale del Gargano e del Comune di Monte Sant’Angelo. Soggetto ideatore e organizzatore della manifestazione, per la Direzione artistica di Luciano Toriello, è MAD - Memorie Audiovisive della Daunia. Con il patrocinio di Università degli Studi di Foggia. Si ringrazia l’Archivio Storico Istituto Luce-Cinecittà.

L’evento è realizzato in collaborazione con: “Monte Sant’Angelo Francigena”, “MooVeng”, “Colibrì”.

Tutti gli aggiornamenti e le info sulle precedenti edizioni su 
http://www.mondefest.it/

-------------------------------------------

Performance, talk e masterclass a “Mònde” 2021 per riflettere su come “Custodire l’immateriale”.

Momenti di musica e spettacolo, in linea con il tema della manifestazione, con Cesare Dell’Anna e Donpasta. Dall’8 al 10 ottobre 2021 a Monte Sant’Angelo, sul Gargano.

Performance, talk e masterclass per riflettere sull’importanza di “Custodire l’immateriale”. Saranno tante le occasioni di confronto, riflessione e dibattito sul tema scelto per la 4^ edizione di “Mònde - Festa del Cinema sui Cammini” - in programma dall’8 al 10 ottobre a Monte Sant’Angelo - che vuole carpire l’importanza del patrimonio culturale immateriale nel quale confluiscono la nostra identità, le nostre radici, la nostra memoria.

Il primo appuntamento vedrà protagonista la professoressa Laura Marchetti - coordinatrice scientifica del visionario progetto promosso dalla Regione Puglia e denominato “Le Strade della Fiaba” - che già durante la scorsa edizione di Mònde evidenziava la necessità di tutelare il paesaggio attraverso la rivitalizzazione delle antiche narrazioni. Venerdì 8 ottobrealle ore 18, c/o l’Auditorium Peppino Principe, la Marchetti officerà “Fascino e sfascino del rito popolare meridionale”, una performance nata da una riflessione sull'identità meridionale che è a rischio perdita, dal momento in cui false identità, lontane dalla vera storia delle classi popolari, prendono piede attraverso il folklore. «Una sorta di identità indotta, un problema comune ai Sud del mondo, che devono mantenerne una per non sparire. Il rischio del nostro Sud è quello del "finto etnico", come lo si chiama in antropologia», afferma la professoressa che aggiunge: «Da qui l'importanza di tornare a capire cos'è la cultura popolare antica, figlia di quella greca, per costruire identità».

A seguire ci sarà il talk “Custodire l’immateriale”, per riflettere sul ruolo e sul contributo che può rivestire il mezzo audiovisivo,nelle sue più diverse forme, per farsi custode e sentinella di un patrimonio, quello immateriale, altrimenti ed inevitabilmente destinato a corrompersi, snaturarsi o a cadere nell’oblio. Al talk interverranno il Direttore di Apulia Film Commission Antonio Parente, il direttore artistico di Mònde e fondatore di MAD-Memorie Audiovisive della Daunia Luciano TorielloDaniela Floris per Rai Teche -  Responsabile portale "Folklore", il responsabile commerciale di Archivio Storico Luce Cinecittà Cristiano Migliorelli e la regista Giovanna Taviani.

Sabato 9 ottobre, alle 16.30 c/o la Sala Conferenze della Biblioteca “C. Angelillis”, studenti e professionisti potranno prendere parte alla masterclass - a cura del responsabile commerciale di Archivio Storico Luce Cinecittà Cristiano Migliorelli e con l’intervento della professoressa dell’Università di Foggia Francesca Scionti - sul tema "La valorizzazione del patrimonio audiovisivo d’archivio nel documentario - Il modello Archivio Storico Luce: ricerca, accesso e acquisizione del materiale di repertorio". L’appuntamento nasce dalla collaborazione tra “Mònde” e l’Archivio Storico Istituto Luce Cinecittà (attiva sin dalla prima edizione), e dal patrocinio concesso quest’anno alla manifestazione dall’Università degli Studi di Foggia.

Durante la tre giorni non mancheranno momenti di musica e spettacolo in linea con il tema della manifestazione. Sabato 9 ottobre alle 22.30 l’Auditorium Peppino Principe ospiterà “Cesare Dell’Anna-Quartetto Immateriale”, un concerto con il Maestro Dell’Anna alla tromba, Ekland Hasa al piano, Gino Semeraro alla chitarra accompagnati dalla voce del senegalese Talla Ndiaye, cantante con il quale Cesare Dell’Anna ha prodotto il suo ultimo album “Seme”. Autore raffinato ed eccezionale performer, Cesare Dell’Anna appartiene di diritto alla categoria dei maestri della musica italiana. Nato in una famiglia di musicisti bandisti per generazioni, a soli sette anni suona già la tromba nei Complessi Bandistici pugliesi, storici nella tradizione musicale del sud Italia. La continua ricerca e la fusione dei contenuti musicali della tradizione popolare salentina con le sonorità che arrivano dal tutto il bacino del Mediterraneo, hanno condotto la poetica di Dell’Anna verso la creazione di un’unica sottile linea musicale fatta d’improvvisazioni, arrangiamenti bandistici e sperimentazioni jazz.

Domenica 10 ottobre alle 13 c/o “Elda Hotel” in Foresta Umbra ci sarà Donpasta con “Food Sound System”, uno spettacolo di cucina, musica dal vivo, teatro e video. Una performance multimediale in cui ci si lascia andare all'emozione del cibo, ai suoi profumi e colori, alle sue forme e ai suoi aromi. Il dj set è speziato di sonorità del mondo intero, tra il funk, il reggae, il Sud America e la Londra meticcia. “Se hai un problema… aggiungi olio”, questo è il motto di Donpasta, cuoco poeta, ecologista e stralunato, che sul palco usa vinili e pentole contemporaneamente, mixer e mini-pimer per frullare musica e cibo. Una consolle, un piano da cucina, fornelli e vinili, coltelli e Technics 1200 si sporcano a vicenda con buone vibes e farina, tenera e di grano duro per l’insostituibile “Imperia” a manovella che sforna tagliatelle.

Tutti gli eventi sono gratuiti con prenotazione obbligatoria sulla piattaforma Eventbrite.

Le attività si svolgeranno nel pieno rispetto delle regole per la sicurezza in materia di contenimento del Covid 19. Per accedere agli incontri sarà obbligatorio indossare la mascherina ed esibire il certificato verde (Green Pass) o certificato di tampone negativo eseguito entro le 48 ore.  Eventuali controlli sul documento d’identità potranno essere effettuati da parte del personale addetto.

“Mònde-Festa del Cinema sui Cammini” è un'iniziativa di Apulia Film Commission e Regione Puglia - Assessorato alla Cultura e Turismo, a valere su risorse di bilancio autonomo della Fondazione AFC e risorse regionali POC 2007/2013 e del Piano straordinario "Custodiamo la Cultura in Puglia 2021", prodotta nell'ambito dell'intervento Apulia Cinefestival Network 2021, con il contributo del Parco Nazionale del Gargano e del Comune di Monte Sant'Angelo. Soggetto ideatore e organizzatore della manifestazione, per la Direzione artistica di Luciano Toriello, è MAD - Memorie Audiovisive della Daunia. Con il patrocinio di Università degli Studi di Foggia. Si ringrazia l’Archivio Storico Istituto Luce-Cinecittà. L’evento è realizzato in collaborazione con: “Monte Sant’Angelo Francigena”, “MooVeng”, “Colibrì”.


Mònde - Festa Del Cinema Sui Cammini - Monte Sant'angelo

Tutte le proiezioni in programma alla 4^ edizione di “Mònde”.
Un’anteprima nazionale, tre anteprime regionali e tanti ospiti in arrivo a Monte Sant’Angelo.

In anteprima nazionale la prima puntata della serie “3 Caminos” alla presenza del regista Norberto Lopez Amado e del protagonista italiano Andrea Bosca. 

Tre anteprime regionali: “Cuntami” con la regista Giovanna Taviani; “Telling my son’s land” con la protagonista Nancy Porsia e i registi Ilaria Jovine e Roberto Mariotti; “Transumanze” con il regista Andrea Mura.

Daniele De Michele aka Donpasta presenta “Naviganti”. 

Il regista David di Donatello Giulio Mastromauro terrà la lezione di cinema con gli studenti delle scuole della città. 

Un’anteprima nazionale, tre anteprime regionali e tanti ospiti di rilievo in arrivo a Monte Sant’Angelo per la 4^ edizione di “Mònde - Festa del Cinema sui Cammini” in programma dall’8 al 10 ottobre. Al centro della tre giorni curata dal direttore artistico Luciano Toriello, che quest’anno ruota intorno al tema “Custodire l’immateriale”, ci saranno le proiezioni di documentari, serie originali e cortometraggi e gli incontri con registi e attori che si svolgeranno nell’Auditorium “Peppino Principe”. Obiettivo principale del Festival sarà riflettere sul ruolo e sul contributo che può rivestire il mezzo audiovisivo nelle sue più diverse forme, nel momento in cui ambisce a farsi custode e sentinella di un patrimonio, quello immateriale, altrimenti ed inevitabilmente destinato a corrompersi, snaturarsi o a cadere nell’oblio.

“Il paradiso sta nella forza della memoria, e del racconto, che passa di generazione in generazione, e che ci protegge dalle viscere della terra ricordandoci che il c’era una volta ci sarà ancora” è il messaggio di “Cuntami”, il film di Giovanna Taviani che, dopo il successo all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, aprirà - in anteprima regionale - le proiezioni venerdì 8 ottobre alle 20.30 alla presenza della regista.

Un road movie su un furgone rosso in giro per la Sicilia alla ricerca dei nuovi narratori orali che si richiamano alla grande tradizione del cunto e dei cantastorie, per raccontare l’altra Sicilia, quella che si risveglia attraverso la forza universale delle storie popolari del passato per narrare il nostro presente. Il viaggio parte da Palermo e tocca cinque luoghi simbolici della Sicilia, ciascuno legato a una storia e a un grande narratore orale siciliano: Mimmo Cuticchio a Palermo, Vincenzo Pirrotta a Partinico, Gaspare Balsamo a Trapani, Mario Incudine a Gela e Giovanni Calcagno a Paternò. L’Opera dei Pupi sopravvive nel sud ancora oggi, come uno dei simboli dell’identità siciliana e nel 2001 è stata proclamata dall’UNESCO “Capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità”.

Telling my son’s land” - anche questo in anteprima regionale - sarà proiettato sabato 9 ottobre alle 18.00 e vedrà l’intervento della protagonista Nancy Porsia e dei registi Ilaria Jovine e Roberto Mariotti. Il film documentario racconta l’esperienza di una giornalista di guerra, di una madre e di un paese dilaniato da dieci anni di guerra civile: la Libia. Nancy Porsia, giovane giornalista freelance, si reca per la prima volta in Libia nel 2011, quattro giorni dopo la morte di Gheddafi. Trasferitasi definitivamente nel paese, per un lungo periodo è l’unica giornalista internazionale a raccontare il suo travagliato processo di democratizzazione, diventando uno dei massimi esperti del paese nord africano. A causa della pubblicazione di una scottante inchiesta sulla collusione della Guardia Costiera Libica con il traffico di migranti, incinta di un bimbo per metà libico, nel 2017 è costretta a lasciare il paese. Dopo tre anni, la terra di suo figlio continua ad essere pericolosa per la sua sicurezza, ma lei non si arrende a rimanerne lontana.

La giornata di sabato si chiuderà con la proiezione in anteprima nazionale della prima puntata di “3 Caminos”, la nuova serie diretta da Norberto López Amado e Iñaki Mercero, prodotta da Amazon Prime Video (per la produzione esecutiva di Ficcion Producciones) e dedicata al Cammino di Santiago di Compostela. La serie, composta da otto episodi, racconta la storia di cinque amici di diverse nazionalità uniti dal Camino de Santiago. Ognuno di loro ha una diversa motivazione personale per compiere il pellegrinaggio ma, come ben sa chi ha già fatto il Cammino, i cinque iniziano presto una storia comune di scoperta e di maturazione. L’amicizia nata lungo il Cammino di Santiago li spingerà a percorrere il Cammino in tre occasioni: nel 1996, nel 2006 e nel 2021.Dopo la proiezione interverranno il regista Norberto López Amado e il protagonista italiano Andrea Bosca (che nella serie interpreta Luca).

Altre due proiezioni sono in cartellone nella giornata di domenica 10 ottobre. Ancora un’anteprima regionale, in programma alle 18.00, con “Transumanze” - prodotto da Ginko Film - alla presenza del regista Andrea Mura. Il film narra la grande migrazione dei pastori sardi nella Toscana degli anni '60. Una storia italiana poco conosciuta di lavoro, conflitti sociali ed emancipazione nel passaggio dalla mezzadria all’industrializzazione. “Transumanze” è un racconto corale che è scoperta del paesaggio, delle campagne, di un’attività ancora profondamente radicata nelle pratiche della pastorizia alle prese con le sfide della contemporaneità, ma anche racconto di uomini, di transumanze e di comunità che si ricostituiscono nonostante il mare.

A chiudere le proiezioni sarà, domenica 10 ottobre alle 20.30, “Naviganti” alla presenza del regista Daniele De Michele aka Donpasta. Una storia di artisti disperati, squattrinati, fragili e con un evidente senso di inutilità, che provavano a farcela. Quando nell’agosto del 2020 tutto riaprì, dopo mesi di confinamento in casa, gli artisti furono gli unici a non riprendere normalmente il loro lavoro. Nel tempo di un anno e mezzo, dentro e fuori il lockdown, Donpasta racconta la sua quotidianità intrecciata a quella di una scenografa disoccupata (Giulia Monaldi), un musicista senza spettacoli (Daniele Sepe), un contadino poeta (Modesto), documentando il modo in cui sono sopravvissuti a un conflitto esterno e interno. Il film, che si avvale della voce narrante di Fabrizio Gifuni, è prodotto da Apulia Film Commission e Fondazione Con il Sud nell’ambito del progetto “Social Film Production Con il Sud”, che promuove la collaborazione attiva tra società di produzioni cinematografiche e organizzazioni del terzo settore meridionale per raccontare il Sud Italia attraverso i suoi fenomeni sociali.

A moderare tutti gli incontri sarà il giornalista Felice Sblendorio, insieme al direttore artistico Luciano Toriello.

Come sempre a “Mònde” non mancheranno gli incontri con le scuole, che si svolgeranno sempre nell’Auditorium “Peppino Principe”. Venerdì 8 ottobre “Ti racconto la mia terra” è la lezione rivolta agli alunni di terza media, a cura di MAD - Memorie Audiovisive della Daunia (soggetto ideatore e organizzatore del festival) e dell’Assessorato alla Cultura, Turismo, Istruzione del Comune di Monte Sant’Angelo, che ruoterà sul tema dell’identità e dell’appartenenza ad un territorio e su come quest’ultimo possa essere “raccontato” anche e attraverso i nuovi mezzi dell’audiovisivo, con cui i ragazzi oggi hanno tanta confidenza.

Sabato 9 ottobre appuntamento per gli studenti delle ultime classi degli Istituti Superiori con “Educare al Cortometraggio - Viaggio nel mondo del cinema breve" a cura di Giulio Mastromauro, regista e direttore artistico di Zen Movie, che con “Inverno” si è aggiudicato il David di Donatello 2020 per il Miglior Cortometraggio. Guidati da lui, i ragazzi scopriranno come nascono le storie brevi, il non semplice percorso che porta alla loro realizzazione e, infine, i principali canali di diffusione.

L’ingresso a tutte le proiezioni è gratuito, ma è necessaria la prenotazione da effettuarsi su eventbrite. Tutti i dettagli saranno pubblicati a breve sul sito e sui social.

Le attività si svolgeranno nel pieno rispetto delle regole per la sicurezza in materia di contenimento del Covid 19. Per accedere alle proiezioni sarà obbligatorio indossare la mascherina ed esibire il certificato verde (Green Pass) o certificato di tampone negativo eseguito entro le 48 ore.  Eventuali controlli sul documento d’identità potranno essere effettuati da parte del personale addetto.

“Mònde-Festa del Cinema sui Cammini” è un'iniziativa di Apulia Film Commission e Regione Puglia - Assessorato alla Cultura e Turismo, a valere su risorse di bilancio autonomo della Fondazione AFC e risorse regionali POC 2007/2013 e del Piano straordinario "Custodiamo la Cultura in Puglia 2021", prodotta nell'ambito dell'intervento Apulia Cinefestival Network 2021, con il contributo del Parco Nazionale del Gargano e del Comune di Monte Sant'Angelo. Soggetto ideatore e organizzatore della manifestazione, per la Direzione artistica di Luciano Toriello, è MAD - Memorie Audiovisive della Daunia. Con il patrocinio di Università degli Studi di Foggia. Si ringrazia l’Archivio Storico Istituto Luce-Cinecittà. L’evento è realizzato in collaborazione con: “Monte Sant’Angelo Francigena”, “MooVeng”, “Colibrì”.


Mònde - Festa Del Cinema Sui Cammini - Monte Sant'angelo

I cammini di Mònde 2021: passeggiata teatrale e possibilità di percorrere la Foresta in mountain bike.
Alla scoperta di identità, radici e memoria attraverso le antiche vie di pellegrini e crociati. 
Il Sentiero della Madonna degli Angeli e i “Giganti” della Foresta Umbra.

È possibile scoprire identità, radici e memoria anche ripercorrendo le antiche vie di pellegrini e crociati, seguendo le tracce della millenaria presenza dell’uomo o immergendosi nella natura selvaggia del territorio garganico.

Per questo al centro di “Mònde - Festa del Cinema sui Cammini”, in programma dall’8 al 10 ottobre 2021 a Monte Sant’Angelo, ci saranno i cammini organizzati in collaborazione con l’Associazione Monte Sant'Angelo Francigena e MooVeng.

Durante la 4^ edizione del Festival, il cui tema è “Custodire l’immateriale”, ci sarà l’opportunità di esplorare il patrimonio della Città dei due Siti Unesco e delle aree naturalistiche e di interesse storico del Parco Nazionale del Gargano attraverso cammini e passeggiate, rivolti a camminatori più o meno esperti, desiderosi di vivere un’esperienza indimenticabile tra storia e natura.

Sabato 9 ottobre verrà percorso il sentiero della Madonna degli Angeli, molto battuto dai pellegrini in quanto costituisce il tratto finale della Via Francigena prima di arrivare alla meta spirituale della cosiddetta Via dell’Angelo e, quindi, alla Basilica di San Michele Arcangelo. Il sentiero è storicamente importante perché conduce alla chiesetta della Madonna degli Angeli che, secondo la leggenda, sarebbe stata costruita per volontà di San Francesco in occasione di una delle sue tre visite a Monte Sant’Angelo per devozione all’Arcangelo Michele.

Durante il cammino - accompagnati dall’archeologo Giuseppe Rignanese - si ammirerà un magnifico panorama che abbraccia l’intero golfo di Manfredonia. Una volta arrivati nei pressi della chiesetta, i partecipanti saranno coinvolti nella performance “Le voci delle piante - Passeggiata teatrale sui miti delle piante e degli alberi”. Una herbaria guiderà i presenti nel riconoscimento di alcune piante officinali e dei loro usi antichi e moderni, mentre le attrici Irene Boncompagni e Sarah Paroletti racconteranno la storia mitologica di questi alberi e piante: uno spettacolo per restituire ai “semplici” la loro dimensione narrativa, con un momento “meditativo” in chiusura. La voce narrante sarà di Valentina Petrioli, i testi - liberamente tratti dalle “Metamorfosi” di Ovidio e da studi sulla cultura popolare – sono firmati da Silvia Pietrovanni.

Il ritrovo è alle ore 8.00 nei pressi dell’ingresso della Basilica di San Michele Arcangelo, per poi partire con il servizio navetta gratuito verso la valle di Carbonara. Alle 8.30 si percorrerà la Salita verso Monte Sant’Angelo e alle 11.30 è previsto l’arrivo presso la Chiesetta della Madonna degli Angeli dove avrà luogo la performance teatrale. Il rientro in navetta a Monte Sant’Angelo è previsto alle 13.30. Durata del cammino: 3 ore; distanza da percorrere: 5 km; difficoltà: solo per esperti.

Domenica 10 ottobre si andrà alla scoperta de “I Giganti” della Foresta Umbra nel Parco Nazionale del Gargano accompagnati da Matteo Falcone, guida naturalistica. Si potrà scegliere se percorrere il sentiero a piedi o in mountain-bike grazie a MooVeng, progetto vincitore del Pin Puglia nato dall’idea di due ragazzi pugliesi, Michele e Maria Pia, che stanno rivoluzionando il modo di visitare il Gargano e la Puglia attraverso tour green innovativi e multidisciplinari. MooVeng metterà a disposizione il noleggio di 10 mountain-bike e 2 e-bike munite di sediolino per i più piccoli (fino a 20 kg).

Il ritrovo è alle 7.30 nei pressi dell’ingresso della Basilica di San Michele Arcangelo, per partire con il servizio navetta gratuito verso la Foresta Umbra. Lungo il percorso sarà possibile ammirare tassi millenari e faggi di notevoli dimensioni. Alle 9.30 si andrà dall’Area Servizio Falascone verso la Caserma Murgia dove, alle 10.00 (nei pressi della “Cantoniera d’Umbra”), ci sarà la presentazione del progetto Pin Puglia “MooVeng” a cura di Michele Simone. Alle 10.30 si partirà in cammino verso Caserma Murgia e si visiterà la VetustaFaggeta, sito patrimonio mondiale Unesco. Alle 11.00 partenza dalla Caserma Murgia verso il Laghetto D’Umbra. Il rientro in navetta a Monte Sant’Angelo è previsto alle 12. Durata: 3 ore; distanza: 6 km; difficoltà: percorso facile.

Ai cammini è necessario portare: acqua, cappellino, scarpe da trekking, pranzo a sacco, guanti, mascherina, gel igienizzante.
Prima dell’escursione verranno fornite ulteriori indicazioni sul comportamento da tenere.

Affinché i cammini si svolgano in completa sicurezza per tutti, è tassativamente obbligatorio prenotarsi 
(specificando il nominativo di ogni singolo partecipante unitamente ad un contatto telefonico)
inviando una mail a: msafrancigena@gmail.com 
o contattando il seguente numero: 3495095969
Inoltre, chi vorrà prenotare la bike
dovrà inviare una mail a mogargano@gmail.com 
o contattare il numero telefonico 328 955 9567.

I cammini sono gratuiti ma a numero chiuso.
Ai partecipanti è richiesta la mascherina e di mantenere la distanza di sicurezza. 
Non sarà richiesto il green pass.



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2021-10-04 13:30:46
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.