sfondo endy
Settembre 2020
eventiesagre.it
Settembre 2020
Numero Evento: 21128263
Eventi Festival
Mangiacinema Festival
Festa Del Cibo D'autore E Del Cinema Goloso - 7^ Edizione
Date:
Dal: 16/09/2020
Al: 23/09/2020
Dove:
Logo Comune
Emilia Romagna - Italia
Contatti
Fonte
Gianluigi Negri
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
artigiani-del-gusto parabiago
bollicine nel chistro naz desk
fiaccadori-300x250 proc

Mangiacinema Festival

Festa Del Cibo D'autore E Del Cinema Goloso - 7^ Edizione

Da Mercoledì 16 a Mercoledì 23 Settembre 2020 -
Terme Berzieri - Salsomaggiore Terme (PR)

Mangiacinema Festival - Salsomaggiore Terme

Mangiacinema 2020 e Mangiamusica - Mangiacinema Edition:
in arrivo la settimana più pop e golosa dell'anno

Dal 16 al 23 settembre a Salsomaggiore
Terme tanti imperdibili appuntamenti

Da Sergio Martino a Pupi Avati, da Gabriel Garko a Lamberto Bava, dai Gemelli Ruggeri a Stefano Disegni, da Andrea Mirò a Omar Pedrini, da Piero Cassano a Claudio Simonetti, da Vincenzo Zitello a Alberto Patrucco, da Claudio Sanfilippo Daniele Persegani, da Ezio Guaitamacchi a Enzo Gentile. Sono solo alcuni dei nomi del cast di Mangiacinema 2020 - Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso e Mangiamusica - Mangiacinema Edition in programma a Salsomaggiore Terme da mercoledì 16 a mercoledì 23 settembre. Saranno otto giorni stuzzicanti e imperdibili, con tanti spettacoli, show cookingproiezioni appetitose, incontri con artisti, visite guidate, i Premi Mangiacinema (Creatore di SogniCreatore di Incubi Mangiacinema Pop, tutti realizzati dall'artista Lucio Nocentini), concerti.

La settima edizione del Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri ha come evento speciale "Il cinema di Lino Banfi", dopo l'edizione dello scorso anno dedicata a Bernardo Bertolucci (e al suo legame con Salsomaggiore), quella del 2018 che ha avuto come evento speciale "I 50 anni di cinema dei fratelli Avati" e quelle del 2017 dedicate a Fellini, del 2016 a Sordi, del 2015 a Totò e del 2014 a Ugo Tognazzi. 

Attori, registi, intellettuali, scrittori, artisti, musicisti, chef, giornalisti: a Mangiacinema, che anche quest'anno si conferma il Festival più pop d'Italia, la cultura del cibo diventa intrattenimento e spettacolo per tutti. Una festa per gli occhi, una festa per il palato: per la prima volta, per il rispetto delle normative anti-Covid, senza le tradizionali degustazioni gratuite per il pubblico, ma con tantissime storie del gusto (selezionate) che verranno raccontate e "servite" in maniera unica e sorprendente, offrendo il meglio del Made in Salso, del Made in Borgo (Fidenza), delle Terre Verdiane e della Food Valley.

ALCUNI ASSAGGI DEGLI SPETTACOLI DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Otto sono i Premi Mangiacinema (Creatore di Sogni a Sergio Martino, Creatore di Incubi a Pupi Avati, Lamberto Bava e Claudio Simonetti, Pop a Gabriel Garko, ai Gemelli Ruggeri e Stefano Disegni). Ma ci saranno anche anteprime nazionali di progetti musicali e libri, recital in esclusiva, una serata in ricordo di Franca Valeri (madrina di Mangiacinema 2015) con un video inedito, eventi sui 40 anni della scomparsa di John Lennon (e gli 80 dalla nascita), sui 50 anni della scomparsa di Jimi Hendrix, sui 50 anni di "Barbera e champagne" di Gaber, sui 40 anni da regista di Bava e sui 40 di carriera dei Gemelli Ruggeri, sui 45 anni di "Profondo rosso" e sui 35 di "Dèmoni", sui 40 anni de "La moglie in vacanza... l'amante in città"...  


 

Mangiacinema Festival - Salsomaggiore Terme

Mangiacinema e Mangiamusica 2020: è qui la Festa
Da mercoledì 16 a mercoledì 23 settembre a Salsomaggiore Terme
il meglio del Made in Salso, del Made in Borgo (Fidenza), delle Terre Verdiane e della Food Valley

Il cibo d'autore - quello buono, quello genuino, quello che, oltre al gusto, contiene una storia ed un'anima - è sempre stato il "cuore" di Mangiacinema - Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso, fin dalla prima edizione del 2014 dedicata a Ugo Tognazzi. Lo sarà ancora, nonostante le problematiche causate dal Covid, in questa settima edizione del Festival di Salsomaggiore Terme, ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri ed in programma da mercoledì 16 a mercoledì 23 settembre, con alcuni necessari "adeguamenti".
"Non si terranno, per chiare ragioni, le nostre tradizionali degustazioni gratuite - afferma Negri - ma le grandi storie del gusto (raccontate nell'inconfondibile stile Mangiacinema) rimarranno centrali nella nostra Festa. E quello che è capitato nei mesi scorsi ci ha fatto comprendere, ancor più, quanto sia importante il rispetto di chi mette la qualità al primo posto nel proprio lavoro: sarà un ulteriore stimolo, negli otto giorni del Festival, per prendere contatti e andare a trovare i nostri artisti del gusto direttamente nei luoghi e nei laboratori nei quali quotidianamente producono".

CIBI D'AUTORE 2020: IL MEGLIO DEL MADE IN SALSO, DEL MADE IN BORGO, DELLE TERRE VERDIANE E DELLA FOOD VALLEY
Per il Made in Salso, in primo piano ci saranno il gelato all'azoto liquido e tradizionale di Corrado e Costantino Sanelli (Gelateria Sanelli, tra le migliori d'Italia per tutte le guide), il Parmigiano Reggiano di Scipione Passeri di Paolo Butteri (Caseificio Butteri) e quello di Contignaco della famiglia Lanfredini (Caseificio Lanfredini), la pizza Mangiacinema e la pizza alta di Salsomaggiore di Luca Cattani (Ristorante Pizzeria L’Incontro), la torta fritta ed il salame nostrano di Nadia Meli e Luciano Carpena (Agriturismo Il Colore del Grano), la torta non fritta di Romina Ferrarini (Barlumeria Pandos di Tabiano).
Per il Made in Borgo (Fidenza), il Parmigiano Reggiano di Fabio Serventi (Caseificio Sociale Coduro, il migliore d'Italia per "Gambero Rosso") e quello biologico di Giuliano Persegona (Caseificio Biologico Persegona di Pieve Cusignano), le mezze maniche di Cristina Cerbi (chef dell’Osteria di Fornio).
Per le Terre Verdiane, le dolci delizie di Angelo Pezzarossa (Nuova Pasticceria Lady di San Secondo Parmense), il pregiato extravergine di Francesco Coppini (Coppini Arte Olearia di San Secondo Parmense), i vini guareschiani (più una barbera a sorpresa) di Luca Bergamaschi (Cantine Bergamaschi di Samboseto di Busseto), il salmone di Gianpaolo Ghilardotti (Foodlab di Polesine Parmense).
Per la Food Valley, la monoporzione Mangiacinema del maestro pasticciere Alessandro Battistini (Pasticceria Battistini di Parma), il Cotto '60 (miglior cotto italiano per "Gambero Rosso"), la Spalla '60 e una novità di queste ultime settimane di Franco Branchi (Branchi Prosciutti di Felino), i vini premiati a Vinitaly di Federico Amadei (Azienda Vitivinicola Amadei di Fontanini di Parma).

SHOW COOKING, CHEF E VISITE GUIDATE
Inoltre il pubblico potrà assistere agli show cooking di Daniele Persegani (chef de "La prova del cuoco"), Nadia Meli (Agriturismo Il Colore del Grano), Cristina Cerbi (Osteria di Fornio), Corrado e Costantino Sanelli (Gelateria Sanelli), Alessandro Battistini (Pasticceria Battistini), Gianpaolo Ghilardotti (Foodlab).
È prevista, poi, la partecipazione straordinaria di Nicola Bertinelli (presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano), Mario Marini (presidente dei Musei del cibo della provincia di Parma e chef)
Sandro Piovani (responsabile dell'inserto "Gusto" della "Gazzetta di Parma"). 
Infine, nei quattro caseifici (Butteri, Lanfredini, Coduro e Persegona) si potranno effettuare visite guidate su prenotazione.

NORMATIVA ANTI-COVID E MODALITÀ DI ACCESSO AL FESTIVAL
Il Festival si svolgerà in sicurezza nel rispetto delle normative anti-Covid vigenti. Tutti gli eventi di Mangiacinema e Mangiamusica – Mangiacinema Edition sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti a sedere disponibili, con accesso consentito 30 minuti prima di ogni evento. Vietato l’ingresso a evento in corso. I posti saranno distanziati di un metro per tutti, ad esclusione dei congiunti. Obbligatorio l'uso della mascherina in tutti gli spazi del Festival.
Per accedere alle Terme Berzieri, il pubblico utilizzerà l'ingresso laterale dell'edificio.

I PARTNER DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Main partner della settima edizione di Mangiacinema (che ospiterà al proprio interno anche la quinta edizione di Mangiamusica) è Gas Sales Energia. Tra i media partner, Film TvRadio 24 (con il programma "La rosa purpurea" di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), Gazzetta di Parma, Italia a TavolaGusto24H. Il Festival si svolge con il sostegno di Comune di Salsomaggiore Terme, Consorzio Terme Berzieri e Cinema Odeon. 
Premi Mangiacinema 2020 sono opera dell'artista Lucio Nocentini.


Mangiacinema Festival - Salsomaggiore Terme

Il Pop raddoppia: Mangiamusica approda dentro Mangiacinema

La rassegna, cancellata da Fidenza, si sposta a Salsomaggiore, offrendo sempre il meglio del Made in Borgo e le grandi storie della musica: Pedrini, Mirò, Cassano, Patrucco, Zitello, Sanfilippo, Guaitamacchi, tra i tanti nomi in cartellone

La rassegna Mangiamusica, cancellata dal Comune di Fidenza, si "salva" quest'anno approdando all'interno della settima edizione di Mangiacinema - Festa del cibo d’autore e del cinema goloso. Il format diretto dal giornalista Gianluigi Negri è nato e si è svolto nelle sue prime quattro edizioni al Teatro Magnani di Fidenza. Giunto al quinto anno, si terrà eccezionalmente a Salsomaggiore, alle Terme Berzieridal 16 al 23 settembre.
Con Mangiamusica - Mangiacinema Editionil Pop raddoppia: le "Note Pop, Cibo Rock" della rassegna confluiscono, sposandosi alla perfezione, nel Festival salsese dedicato al cinema e al cibo. Come sempre, in primo piano ci saranno le grandi storie della musica e i migliori artisti del gusto del Made in Borgo.

IL SUPER CAST DI MANGIAMUSICA - MANGIACINEMA EDITION
Nel ricchissimo cartellone di Mangiamusica - Mangiacinema Edition (le date dei singoli eventi , tutti a ingresso gratuito, verranno comunicate, insieme al programma dell'intero Festival, una decina di giorni prima dell'inaugurazione) ci sono spettacoli, concerti, recital, grandi omaggi e ricorrenze, anteprime, esclusive, libri e ospiti a sorpresa.
Si va da "La ballata di John & Yoko" (nuovo spettacolo di Ezio Guaitamacchi, con lo stesso Guaitamacchi, Omar Pedrini, Andrea Mirò e Brunella Boschetti, nel 40° della morte di Lennon e nell'80° della nascita) al recital in esclusiva "Barbera e champagne - Brindando a Gaber e a Brassens" con Alberto Patrucco e Andrea Mirò, dal recital "Ma se ghe pensu" (la vita e la storia di Piero Cassano, fondatore dei Matia Bazar e autore dei più grandi successi di Eros Ramazzotti e Anna Oxa) alla presentazione in anteprima nazionale del nuovo cd di Vincenzo Zitello (il più grande arpista italiano) "Mostri e prodigi", dalla presentazione del nuovo album di Claudio Sanfilippo (vincitore del Tenco e autore per Mina e Finardi, tra gli altri) "Contemporaneo" al ritorno dell'arpista parmigiana Carla They (per il quarto anno protagonista di Mangiacinema) con un suo omaggio a Verdi.

I LIBRI MUSICALI
In questo Mangiamusica - Mangiacinema Edition troveranno spazio anche tre nuovi libri"Quello che le cantanti non dicono - Ma anche i cantanti non scherzano!" (RaroPiù), scritto da Lucio Nocentini, uscirà nella settimana della manifestazione, dunque sarà una vera e propria anteprima. Nuovissimo (e pubblicato nel 50° della scomparsa, che ricorrerà il prossimo 18 settembre) è "The story of life - Gli ultimi giorni di Jimi Hendrix" (Baldini + Castoldi) di Enzo Gentile e Roberto Crema. Infine, un altro nuovo volume: "Ognuno ha tanta storia... 50 "rare" interviste" (RaroPiù), firmato dal direttore di "Raro" Fernando Fratarcangeli. E non mancheranno ospiti a sorpresa.

GETTARE IL CUORE OLTRE L'OSTACOLO
"Grazie a sforzi organizzativi e sacrifici enormi, ma anche e soprattutto grazie alla sensibilità di amici artisti che non volevano vedere finire un'avventura così entusiasmante ed originale, riusciamo a salvare Mangiamusica", dichiara il direttore artistico Gianluigi Negri. "Hanno prevalso il cuore sulla ragione, la passione sulle difficoltà, l'incoscienza dei sognatori sul cinismo dei pianificatori e dei calcolatori. Corriamo un rischio enorme con il nostro non budget cronico (ancor più povero quest'anno), ma non possiamo smettere di inseguire romanticamente un'idea di bellezza e creatività che vada oltre il (tristissimo) dato materiale che ci ha enormemente limitati a Mangiacinema in tutti questi anni. Senza questa operazione, sarebbe scomparsa quella che, secondo il giudizio degli addetti ai lavori e del pubblico, è un'iniziativa musicale e culturale unica, tra le più originali e di successo nel panorama nazionale. Mangiamusica è nata al Teatro Magnani di Fidenza: quella è la sua casa ed il suo luogo di elezione. È lì che deve tornare il prossimo anno".

IL MADE IN BORGO IN PRIMO PIANO
A Mangiamusica - Mangiacinema Edition parteciperanno anche i migliori artisti del gusto del Made in Borgo, sempre presenti fin dalla prima edizione. Fabio Serventi del Caseificio Sociale Coduro (miglior Parmigiano Reggiano d'Italia per "Gambero Rosso"), Giuliano Persegona (Caseificio Bio Persegona di Pieve Cusignano) e Cristina Cerbi (chef dell'Osteria di Fornio) presenteranno i loro prodotti, racconteranno le loro storie e ci sarà un imperdibile show cooking della Cerbi. 

I GRANDI NOMI DELLE PRIME QUATTRO EDIZIONI DI MANGIAMUSICA
L'originale format, nato nel 2016, nelle quattro precedenti edizioni al Teatro Magnani di Fidenza ha ospitato Niccolò Agliardi (con Edwyn Roberts), Piero Cassano e Fabio Perversi dei Matia Bazar con Piero Marras, Flavio Oreglio & Alberto Patrucco, Neri Marcorè, Francesco Baccini, Andrea Mirò, Ezio Guaitamacchi & Friends (Paolo Bonfanti, Laura Fedele, Brunella Boschetti) nello spettacolo sui Rolling Stones "Altamont", Le Sorelle Marinetti, Claudio Simonetti, Vincenzo Zitello & The Magic Door (Giada Colagrande, Arthuan Rebis e Nicola Caleo), Enzo Iacchetti, Davide Van De Sfroos, Roberto Brivio, Rossana Casale (con Emiliano Begni), Renato Pozzetto. Enrico Ruggeri e i Decibel.


Mangiacinema Festival - Salsomaggiore Terme

Foto di Fabrizio Bertolini

A Mangiacinema 2020 una speciale serata in ricordo di Franca Valeri 

La Signora del teatro italiano è stata madrina del Festival di Salsomaggiore nel 2015. Verranno proiettati il video omaggio "Bugiarda no, reticente" e "Il vedovo" 

Franca Valeri è stata madrina di Mangiacinema - Festa del cibo d’autore e del cinema goloso nel 2015. La straordinaria attrice di origini milanesi, scomparsa lo scorso 9 agosto all’età di cento anni, fu l’ospite d’onore della serata di chiusura nell’edizione dedicata a Totò. È stato uno dei suoi ultimi eventi pubblici. E il Festival di Salsomaggiore aggiunge al programma di quest'anno un omaggio doveroso, in ricordo della Signora del teatro (e del cinema) italiano

TOTÒ, SORDI E IL PARMIGIANO
Il suo primo ruolo importante sul grande schermo fu quello di Giulia Sofia, al fianco del Principe De Curtis, in "Totò a colori" (1952). Eppure, in quella eccezionale serata con quella indimenticabile donna e attrice (che dialogò sul palco del cinema Odeon con il direttore artistico Gianluigi Negri), Mangiacinema scelse di celebrare il sessantesimo anniversario di un altro capolavoro di Steno: "Piccola posta" (1955), nel quale era l’irresistibile Lady Eva, titolare di una rubrica di lettere su una rivista femminile. La Valeri lo volle guardare fino ai titoli di coda, cosa che capita rarissime volte con gli artisti, i quali normalmente lasciano la sala dopo i primi minuti. Erano tantissimi anni che non lo rivedeva. E si sedette in prima fila.
"All'uscita, ben oltre la mezzanotte - ricorda Negri - ci fece un’ultima e inaspettata sorpresa, con l’ennesima delle sue folgoranti battute, riuscendo a spiazzarci ancora una volta: 'Non me ne vado senza il mio Parmigiano!'. A 95 anni, con quella voce tremolante che non le consentiva più di poter nascondere la sua malattia, ci fece capire che “aveva capito”: aveva capito quello che stavamo facendo come Festival (e quale fosse la nostra anima), con una sensibilità, un sorriso ed una spontaneità fuori dal comune. Esattamente come era lei. Se ci sono state tutte le successive edizioni di Mangiacinema, lo dobbiamo a Franca Valeri: noi lo sappiamo, lei da lassù ancora ci guarda e si ricorda di quel Parmigiano".

UN INEDITO VIDEO OMAGGIO E "IL VEDOVO"
Martedì 22 settembre, al cinema Odeon, verrà proiettato lo speciale "Bugiarda no, reticente", con alcuni momenti di quella serata. Seguirà "Il vedovo" (1959), capolavoro di Dino Risi, in cui la Valeri tornò a lavorare con Alberto Sordi dopo "Piccola posta".
Durante la serata d'onore di Mangiacinema 2015 con Franca Valeri, venne anche proiettato un videosaluto di Enrico Vanzina, nel quale lo sceneggiatore (figlio di Steno) ricordava come la Valeri fosse stata "poco sfruttata" dal cinema, concludendo con un divertentissimo aneddoto: "Quando mio fratello Carlo era bambino, Franca era 'innamorata' del suo popò: gli voleva sempre fare le punture".
La terza edizione di Mangiacinema, nel 2016, è stata poi dedicata a Sordi (di cui ricorre quest'anno il centenario) ed Enrico Vanzina fu l'ospite d'onore della serata inaugurale, presentando "Un americano a Roma" diretto da suo papà Steno. È stato anche il primo artista a ricevere il Premio Mangiacinema - Creatore di Sogni.


 

Ai Gemelli Ruggeri e a Stefano Disegni il Premio Mangiacinema Pop
Luciano Manzalini e Eraldo Turra festeggiano 40 anni di carriera (e un Pop), mentre l'Ammazzfilm torna a Salsomaggiore... per finire il lavoro

Le strade di Mangiacinema - Festa del cibo d’autore e del cinema goloso e dei Gemelli Ruggeri e di Stefano Disegni si incrociano nuovamente. Questa volta i due attori bolognesi e l'artista romano riceveranno il Premio Mangiacinema Pop sabato 19 settembre nella speciale serata "Lupi solitari, arabe fenici e matrjoske", alle Terme Berzieri, nell'ambito della settima edizione del Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri, che si svolgerà nella città termale dal 16 al 23 settembre. L'evento sarà condotto da Franco Dassisti, autore de "La rosa purpurea" su Radio 24.

40 ANNI DA GEMELLI RUGGERI (E UN POP)... 
Nel 2014 Mangiacinema ha avuto tra i suoi ospiti Pupi Avati e Stefano Disegni. Pupi, insieme al fratello Antonio (che con lui sarebbe poi stato protagonista del Festival di Salsomaggiore nel 2018), è il produttore di "Sposi" (1987). È anche sceneggiatore di questo film, con cinque registi, nel quale Luciano Manzalini e Eraldo Turra (i veri nomi dei Gemelli) interpretano l’episodio più poetico, diretto da Luciano Manuzzi. Disegni, invece, è stato tra gli autori dei programmi "Lupo solitario" e "L’araba fenice", dove i Ruggeri erano i corrispondenti tv dello Stato di Croda.
La loro carriera inizia con il gruppo Gran Pavese Varietà, di cui facevano parte anche Vito (ospite della giornata di apertura di Mangiacinema 2015, poi tornato nel 2018) e Syusy Blady, ospite d’onore della serata di chiusura di Mangiacinema 2017, nell’edizione dedicata a Fellini. In quella serata fu proiettato "La voce della Luna", il cui ruolo femminile più importante è proprio della Blady e nel cui cast ci sono Turra e Manzalini (anche se la sua parte fu tagliata).
Sempre nel 2017 il Premio Mangiacinema – Creatore di Sogni è andato a Maurizio Nichetti ed è stato proiettato "Luna e l’altra", dove recitano entrambi. Senza dimenticare i registi bolognesi  Marco Melluso e Diego Schiavo (con i quali è nato dodici mesi fa il Premio Mangiacinema Pop): nel 2018 hanno presentato a Salsomaggiore "La Signora Matilde", con Manzalini protagonista; nel 2019 "Il conte magico", con entrambi protagonisti. Lo scorso anno i Gemelli Ruggeri celebravano 40 anni di carriera, ma si sono prestati a premiare i “loro” registi. Ora, con il loro placet, Mangiacinema celebra i loro 40 anni di carriera (e un Pop)

L’AMMAZZAFILM TORNA A MANGIACINEMA: PER FINIRE IL LAVORO
Sulla pagina Facebook di Stefano Disegni si legge: “Conosce almeno altri 26 segreti di Fatima, è una rockstar biologica e sa muovere le orecchie”. Sul fatto (nel suo caso si potrebbe anche dire "Quotidiano") che sia una rockstar biologica, non ci sono dubbi: su YouTube c’è un suo bellissimo concerto, con il gruppo Il Disordine, che si apre con il brano "Mannaggia Alberto Sordi". Brano da riscoprire con lui quest'anno, nel centenario di Albertone (al quale fu dedicato Mangiacinema 2016), per il suo ritorno al Festival di Salsomaggiore. 
Tra satira e comicità, la consegna del riconoscimento sarà a staffetta: a premiare i Ruggeri saranno Melluso e Schiavo, mentre i Gemelli premieranno Disegni. Storia della televisione e del cinema si intrecceranno, tra Croda e lo Scrondo, tra tavole satiriche, cabaret, canzoni e invenzioni irresistibili.
Sei anni fa, a Mangiacinema, Disegni parlò del suo “Cinema Disegnato” (su "Ciak" specialmente), di "Cuore" (indimenticabile settimanale di resistenza umana, di cui fu anche direttore), del libro "L’ammazzafilm" e di tante altre passioni, in una domenica nella quale dialogò con il compianto fumettista salsese Ade Capone. Stavolta, portando anche il libro più recente ("L’ammazzafilm è tornato. Per finire il lavoro"), potrebbe presentarsi con la sua armonica (eh sì, è anche armonicista) e svelare alcuni dei segreti di Fatima. Una serata tutta da inventare? No, da Disegnare…


Mangiacinema Festival - Salsomaggiore Terme

A Lamberto Bava e a Claudio Simonetti il Premio Mangiacinema - Creatore di Incubi

L'autore di "Dèmoni" festeggia 40 anni di carriera da regista, i 35 anni del suo cult del 1985 e presenta in anteprima nazionale il suo nuovo libro "Il terzo giorno"
Il fondatore dei Goblin celebra i 45 anni di "Profondo rosso" e regalerà ai fan un live "da paura"

Una serata da incubi (per il genere cinematografico che entrambi i maestri rappresentano), ma soprattutto una serata da sogno: con due nomi che hanno fatto la storia del cinema horror e del cinema fantastico, amici da una vita, pronti a dividere lo stesso palco tra anniversari dei loro capolavori, anteprime assolute e, soprattutto, la consegna del Premio Mangiacinema – Creatore di Incubi. Tra gli eventi più attesi di Mangiacinema - Festa del cibo d’autore e del cinema goloso, Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri, la cui settima edizione si terrà a Salsomaggiore Terme dal 16 al 23 settembre, c'è senza dubbio la serata "Il mio cinema fantastico, le mie note di paura" con Lamberto Bava e Claudio Simonetti. L'evento si terrà venerdì 18 settembre alle Terme Berzieri. 

BAVA FESTEGGIA QUARANT'ANNI DI CINEMA FANTASTICO
L’esordio “vero”, come regista, di Lamberto Bava avviene nel 1980 con "Macabro". Negli anni precedenti era stato al fianco del padre Mario, maestro del cinema tra i più studiati al mondo, girando alcune scene di "Schock" (1977) e del film per la televisione "La Venere d’Ille" (1978). "Macabro" è prodotto e co-sceneggiato da Pupi e Antonio Avati.
Nell’anno in cui il Festival di Salsomaggiore assegna il Premio Mangiacinema – Creatore di Incubi a Pupi Avati, lo stesso riconoscimento viene consegnato a Lamberto Bava, che festeggia quarant’anni da regista. Bava presenterà in anteprima assoluta il suo nuovo libro "Il terzo giorno" (Cut-Up) ed introdurrà la visione del suo capolavoro "Dèmoni" (1985), di cui ricorre il trentacinquesimo anniversario. L’imperdibile evento sarà condotto da Gianluigi Negri e della regista Paola Settimini.
La sera prima, giovedì 17 settembre, sempre alle Terme Berzieri, verrà proiettato il documentario "Bava puzzle" di Daniele Ceccarini e Paola Settimini, con testimonianze, tra gli altri, dello stesso Bava, Pupi e Antonio Avati, Alessandra Martines, Erika Blanc, Veronica Logan.

SIMONETTI E I 45 ANNI DI "PROFONDO ROSSO" 
Nel 2018 ha aperto la terza stagione di Mangiamusica, al Teatro Magnani di Fidenza, con lo straordinario show "Brividi d’Argento". A distanza di due anni (e con un paio di tour mondiali in mezzo), Claudio Simonetti è ora uno dei grandi nomi di Mangiamusica – Mangiacinema Edition.
Simonetti ritirerà il Premio Mangiacinema – Creatore di Incubi e, insieme a Bava, racconterà la sua straordinaria carriera. Trentacinque anni fa ha realizzato le indimenticabili musiche di "Dèmoni". E dieci anni prima, con il gruppo dei Goblin che aveva appena fondato, l’album "Profondo rosso". A Mangiacinema festeggerà, dunque, i 45 anni di un disco epocale, che ha venduto la bellezza di quattro milioni di copie nel mondo.
Con un record tuttora ineguagliato, Claudio Simonetti ed i suoi Goblin rimasero al primo posto della Hit Parade per sedici settimane. E, alla diciassettesima, storia incredibile, venne scalzato dal padre Enrico Simonetti, indimenticato compositore e pianista, con il 45 giri di "Gamma", storico sceneggiato Rai.
Il pioniere della musica progressive rock e della dance italiana anni ’80 (sue le note di "Gioca jouer" di Cecchetto), prima della proiezione di "Dèmoni", sarà protagonista di uno spettacolare live “da paura”, con le musiche più spaventose - eseguite sulle scene dei film proiettate sul grande schermo - che ha composto per Bava, per Dario Argento (oltre a "Profondo rosso", "Suspiria", "Phenomena" e "Opera" tra i tanti) e per George A. Romero ("Zombi").

artigiani del gusto parabiago


News Evento

Leggi anche


Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.