sfondo endy
Aprile 2021
eventiesagre.it
Aprile 2021
Numero Evento: 13162
Eventi Culturali
Autunno In Barbagia Orune
Edizione 2019
Date:
Dal: 14/12/2019
Al: 15/12/2019
Dove:
Logo Comune
Sardegna - Italia
Contatti
Fonte
Cuore della Sardegna
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento

Autunno In Barbagia Orune

Edizione 2019

Da Sabato 14 a Domenica 15 Dicembre 2019 - dalle ore 09:00
Orune (NU)

Autunno In Barbagia Orune - Orune

Il 14 e 15 Dicembre 2019 a Orune (NU) torna Autunno in Barbagia, una manifestazione itinerante che si tiene in provincia di Nuoro nei 28 paesi aderenti nel periodo da settembre a dicembre.

La straordinaria concentrazione di siti archeologici rende il territorio di Orune uno dei più affascinanti di tutta la Sardegna. Le sepolture denominate “domus de janas”, in località Marreri, i dolmen di Istithi e i numerosi menhir, chiamati in sardo “ perdas fittas ”, testimoniano la presenza di antichi insediamenti fin dal Neolitico.

All’età del Bronzo risalgono i numerosi nuraghi, alcuni dei quali conservano i resti dei villaggi circostanti e delle tombe dei giganti. L’area si caratterizza per la presenza di fonti e pozzi sacri dedicati al culto delle acque: Su Lidone, Su Pradu, Lorana, e lo straordinario monumento di Su Tempiesu, tappa obbligata per gli appassionati di archeologia. Quest’ultimo rappresenta l’unico esemplare di fonte sacra, finora conosciuto, che conservi la copertura originale risalente al Bronzo Recente.

In località Sant’Efis è stato riportato alla luce un importante insediamento romano, in parte sovrapposto a quello nuragico, frequentato tra il III e il V secolo d.C. mentre risalirebbero al Seicento i resti della chiesa di Sant’Efisio, scoperta durante gli scavi del sito.

Durante il Medioevo la “Villa di Oruni” faceva parte del Giudicato di Gallura. A seguito della conquista aragonese, insieme ai centri vicini, si mostrò ostile al nuovo sovrano che lo concesse in feudo a Giovanni d’Arborea, fratello traditore del Giudice Mariano IV, schieratosi con gli invasori.

Durante la guerra tra i catalano-aragonesi e il regno d’Arborea il villaggio entrò a far parte dei territori guidati dal sovrano sardo. Con la vittoria delle truppe iberiche il centro passò al marchesato di Oristano fino alla sua confisca, nel 1477, come conseguenza della ribellione guidata dall’ultimo marchese: Leonardo Alagon. Nei secoli successivi Orune fu infeudato a diversi nobili scelti dai sovrani aragonesi. Con il passaggio dell’Isola ai Savoia, nel 1720, fu mantenuto l’istituto del feudalesimo fino alla prima metà dell’Ottocento.

I pesanti tributi pretesi dai feudatari portarono nel XVIII secolo allo scoppio di ripetute rivolte. Una nuova ondata di sommosse si scatenò a seguito dell’emanazione dell’editto delle chiudende, nel 1820, che imponeva la privatizzazione delle terre pubbliche, minando l’economia del centro basata prevalentemente sulla pastorizia. Tra le lotte per l’uso delle terre quella tra Bitti e Orune si concluse con la celebre cerimonia delle “Paci” nel dicembre del 1887, avvenuta nella chiesa di San Giovanni.

Nella seconda metà dell’Ottocento fu istituita una scuola maschile e pochi anni dopo il centro si distinse per la nascita della prima scuola femminile sarda.

Informazioni:
Tel. 0784276823 Comune
http://www.cuoredellasardegna.it
http://www.comune.orune.nu.it



    News Evento

    Leggi anche


    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.