sfondo endy
Ottobre 2019
eventiesagre.it
Ottobre 2019
Numero Evento: 21170839
Eventi Musicali
Da Visitare Visite Guidate
Suoni In Movimento
Percorsi Sonori Nella Rete Museale Biellese 2019
Date:
Dal: 01/09/2019
Al: 29/09/2019
Dove:
Biella
Piemonte - Italia
Contatti
Fonte
Segreteria Nuovo ISI
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
eventiesagre-maestri del gioiello

Suoni In Movimento

Percorsi Sonori Nella Rete Museale Biellese 2019

Da Domenica 01 a Domenica 29 Settembre 2019 - dalle ore 16:00
Provincia di Biella

Suoni In Movimento -
Copyright: Mario Carbotta flauto

SUONI IN MOVIMENTO – Percorsi sonori nella rete museale biellese 2019

Il prossimo appuntamento della rassegna Suoni in movimento è all’interno del Percorso dei metalli: il Ferro e l'Oro iniziato domenica scorsa a Netro nelle Officine Rubino testimoni della lavorazione del ferro.

Il ferro e l’oro dunque, due metalli che danno la possibilità di percorrere un viaggio nel tempo e approfondire la conoscenza del territorio biellese: dai ritrovamenti di Salussola relativi ai Victimuli, civiltà che in epoca romana si recava nella Riserva Naturale Speciale della Bessa in zona Vermogno per cercare e raccogliere l’oro di cui era ricco il territorio, alla sezione archeologica del Museo del Territorio Biellese che ne custodisce importanti testimonianze archeologiche. Domenica 1 settembre a Biella nella Chiesa di San Sebastiano alle ore 17.00 (visita guidata alle 16.00 al Museo del Territorio) protagonista sarà la musica del flauto d’oro di Mario Carbotta coadiuvato al pianoforte da Carlo Balzaretti.

Domenica 1  settembre
BIELLA – MUSEO DEL TERRITORIO

“L’oro nell’archeologia del territorio”
Ore 16.00 Visita guidata
Ore 17.00 Chiesa di San Sebastiano
“Il flauto d’oro………e non solo”
Mario Carbotta flauto
Carlo Balzaretti pianoforte

Gaetano Donizetti (1797-1848)
Suonata per flauto e pianoforte
Largo - Allegro

Giulio Briccialdi (1818-1881)
Adagio in Do minore per flauto e pianoforte

Wilhelm Popp (1828-1903)
Russische zigeunerlied per ottavino e pianoforte

Franz Schubert (1797-1828)
Serenata per flauto in Sol e pianoforte

Nino Rota (1911-1979)
Ballabili dal film "Il Gattopardo"
Valzer Verdi – Mazurka – Balletto – Polka - Valzer del commiato

Francis Poulenc ( 1899- 1963)
Piepeaux per ottavino e pianoforte
Sonata per flauto e pianoforte
Allegro Malinconico – Cantilena - Presto giocoso

Francois Borne (1840-1920)
Carmen Fantaisie per flauto e pianoforte

Attivo dal 1996 il duo formato dal flautista Mario Carbotta e dal pianista Carlo Balzaretti, con rispettive carriere a livello mondiale, ha suonato in alcune delle maggiori società concertistiche italiane ed all'estero in Belgio, Spagna (Granada, festival di Santander e Toledo), Svizzera, Croazia, Slovenia e Brasile. Nel 2004 hanno tenuto alcuni concerti  su invito del Comune di Milano alla manifestazione "La Città della Scala" in occasione della riapertura del celebre teatro meneghino. Per la casa discografica Dynamic hanno registrato l'integrale delle serenate e notturni di G.B.Viotti per flauto e pianoforte (CD segnalato tra i migliori dell'anno dalla guida Pinguin del 2010), l'integrale della musica da camera di Nino Rota e inoltre in prima registrazione mondiale musiche di Giulio Briccialdi e Alessandro Rolla.

Il flautista Mario Carbotta, dopo il diploma ottenuto al Conservatorio "G. Nicolini" di Piacenza, perfezionamento triennale alla Scuola di musica di Fiesole e i premi in diversi concorsi di esecuzione musicale tra cui il "F. Cilea" di Palmi, ha intrapreso una carriera solistica di rilievo internazionale suonando nelle più prestigiose sedi concertistiche tra cui il Musikverein a Vienna, il Rudolfinum a Praga, la Tonhalle a Zurigo, il teatro dell'Opera del Cairo, Glenn Gould Hall della CBC a Toronto, Seoul Arts Center... e inoltre a New York, Montreal, Tokyo, Londra, Pechino, Ginevra, Sofia, San Paolo, Istanbul, Bucarest, Tehran e nei festivals di Santander, Perelada, Ljubliana, Vlaanderen, Varajdin, Zagreb. Ha interpretato gran parte del repertorio solistico accompagnato da autorevoli direttori tra i quali Stefan Asbury, Philippe Bernold, Diego Fasolis, Jan Talich, Johnatan Webb con oltre 70 orchestre sinfoniche e da camera tra cui l'European Union Chamber Orchestra, Tonkünstler Niederösterreich Wien, Israel Sinfonietta, Cairo Symphony Orchestra, Slovak Sinfonietta, Istanbul State Symphony Orchestra, Archi dell'orchestra della Scala di Milano, e inoltre in Italia con le Istituzioni Concertistico Orchestrali di Milano, Bari, Parma, Sanremo, Palermo, L'Aquila, Ancona, in Germania con le orchestre sinfoniche e da camera di Mainz, Mannheim, Frankfurt (DKO), Oldenburg, Sondershausen, Konstanz, in Polonia con le filarmoniche di Bydgoszcz, Kraków, Rszezow, Szezcin, Katowice, in repubblica Ceca con le filarmoniche di Ceske Budejovice,Teplice e Zlin. Ha revisionato inediti di Fioroni, Nardini, Lichtenthal, Mercadante, Rolla per le edizioni Suvini Zerboni, Carisch, Rugginenti e Bèrben. La sua discografia, che a tutt'oggi annovera 20 Cd  per le etichette Dynamic, Tactus, Brilliant, Nuova Era ha ricevuto ottimi consensi dalla critica internazionale. Ha inoltre estese esperienze direttoriali con la Civica Orchestra di Fiati di Milano, l'Orchestra Sinfonica di Sanremo, l'Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari, l'Orchestra Regionale dell'Emilia Romagna "A. Toscanini" e la Státny Komorný Orchester Zilina. Ha una spiccata predilezione per il repertorio cameristico, dove spazia dal Settecento ai contemporanei, con decine di lavori a lui dedicati. Ha lavorato in tal senso con artisti e ensemble prestigiosi: Camerata San Paolo del Brasile; Quartetto di Cremona; i violinisti Marco Bianchi (Giardino Armonico), Luigi Alberto Bianchi, Mario Hossen; il mandolinista Avi Avital; l'arpista Cristina Bianchi; i pianisti Roberto Cognazzo e Carlo Balzaretti. Ha tenuto master class e corsi presso l'International Music Academy Orpheus di Vienna, l'Accademia internazionale della Musica a Milano, al Conservatorio di Tatui e l' Università di San Paolo in Brasile, presso la New Bulgarian University a Sofia, alla Panstwowa Szkola Muzyczna di Katowice ed ai Corsi estivi di Nowy Sacz in Polonia, in Texas, USA presso l' Harrington College of Fine Arts and Humanities a Canyon, Amarillo ed alla Lousiana University. È docente di flauto presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "Luigi Boccherini" di Lucca.

Carlo Balzaretti - Ha iniziato gli studi con Franca Balzaretti, diplomandosi in pianoforte e composizione al Conservatorio di Milano con Alberto Mozzati, Paolo Bordoni, Angelo Corradini, Danilo Lorenzini e Azio Corghi, affiancando studi musicologici, umanistici e di direzione d'orchestra. Vincitore di primi premi assoluti in concorsi nazionali e internazionali, nel 1986 è stato scelto a rappresentare l'Italia, quale unico concorrente italiano al Concorso "Eurovision Joung Musicians" di Copenhagen. Ha suonato in Europa, Asia e USA. Nel marzo 1993 ha debuttato al "Kennedy Center" di Washington con la Melos Simphony Orchestra. Nella produzione discografica sono da segnalare il cd "Album des 6, un pianoforte tra Verlaine e Cocteau", “Musica da Camera di N. Rota”, l’opera omnia di G.B. Viotti, per pianoforte e flauto e diverse pubblicazioni dedicate alla musica da camera italiana. Nel 2013 è nato il “Balzaretti Project” a cura della M.A.P. con pubblicazioni online e dal 2015 Halidon pubblica settimanalmente registrazioni di Balzaretti online. Ha tenuto masterclasses e concerti in Cina, Taiwan e Corea. Attivo anche come compositore, i suoi brani sono stati interpretati da Chu Tai-Li, de Peyer, Marini, Nordio, Manusardi e Koizumi che ha inciso un CD con “Elegia”, presentato dal Ministero della Cultura giapponese a Tokio. Nel 2012, il pianista Cyprien Katsaris ha eseguito nelle principali città giapponesi e in Italia “11 marzo 2011” brano che Balzaretti ha composto in omaggio alle vittime dello tsunami. É autore di diverse pubblicazioni musicali; da anni si occupa della didattica pianistica e le sue pubblicazioni sono state ampiamente adottate dai Conservatori e dalle Scuole musicali. Nel 2007 è stato nominato Direttore del Conservatorio "L. Marenzio" di Brescia. Attualmente ricopre la stessa carica presso il Conservatorio Verdi di Como, oltre ad altri ruoli istituzionali e di coordinamento didattico e artistico.

La sede.

Il Museo del Territorio Biellese è il museo della Città di Biella che raccoglie testimonianze dell’intero territorio, da Viverone al Lago della Vecchia, dalla Bessa al Monte Rubello. La visita al museo, collocato all’interno del Chiostro della Basilica di San Sebastiano, permette di compiere un viaggio nel tempo che parte dalla preistoria per arrivare al Novecento. L’edificio che ospita il museo è stato voluto da Sebastiano Ferrero e così la sua storia si intreccia con quella di uno dei maggiori protagonisti del Rinascimento italiano presso la corte di Lodovico il Moro e che a Biella ha voluto costruire uno splendido esempio di architettura di ispirazione lombarda.

Dopo la visione della mappa del territorio biellese, che compare nella grande galleria d’ingresso del Museo, quasi ad avvolgere in un grande abbraccio il visitatore, il museo si sviluppa su due percorsi che si intersecano: uno dedicato alla sezione archeologica (dalla paleontologia al Medioevo), l’altro dedicato alla sezione storico-artistica (dal Rinascimento al collezionismo del Novecento).

Il Museo è stato inaugurato nel dicembre 2001 per raccogliere e conservare il patrimonio biellese e si è arricchito nel corso degli anni con l’allestimento di varie sezioni: nel maggio 2011 è stata inaugurata la sezione archeologica che si apre con i fossili marini del Biellese – quando era sommerso dal mare – proseguendo con la Bessa, la necropoli romana di Cerrione e di Biella sino al Medioevo dolciniano. Un allestimento di grande impatto che, anche grazie ai supporti  multimediali, crea suggestioni, emozioni e può essere apprezzato da chi voglia recuperare un forte legame con l’identità del territorio, la sua storia, la cultura e il gusto di una area alpina e di confine.

Nel 2016 il Museo ha rinnovato i propri spazi e a completamento della Sezione archeologica, è stata inaugurata la nuova sezione Viaggiare sull’acqua nel Biellese antico, con l’esposizione di un eccezionale reperto ligneo, una piroga monossile di età romana proveniente dal Lago di Bertignano che, insieme a nuovi reperti  provenienti da insediamenti lacustri , affronta il tema degli scambi e dei commerci dalla preistoria al Medioevo.

L’iniziativa è realizzata con il sostegno, il contributo e in collaborazione di:
Rete Museale Biellese – Regione Piemonte – Fondazione CRT – Fondazione CRB – Comune di Viverone, Candelo, Muzzano – Studio Bertolo - Agorà Palace – ATL di Biella – SmcRecords – Serazio&Negro pianoforti – Grafica Santhiatese.

Info presso:
N.I.S.I.ArteMusica
cell. 338/7294638 tel.0161/998105
www.suoniinmovimento.it
www.atl.biella.it
Facebook.com/suoniinmovimento
Facebook.com/retemusealebiellese
Facebook.com/biellaturismo

I concerti saranno ad ingresso gratuito e preceduti da una visita guidata a cura degli operatori delle sedi museali.

Calendario successivi appuntamenti:

Percorso dei metalli: il Ferro e l'Oro

Domenica 8 settembre
SALUSSOLA - MUSEO DEL LABORATORIO DELL'ORO E DELLA PIETRA
Ore 16.00 Visita guidata
Ore 17.00 Chiesa Parrocchiale
“Il Barocco, secolo d’oro”
Ensemble Baroque Carlo Antonio Marino
Musiche di Vivaldi, Marino, Locatelli
Ore 18.00 Incontro con l’Artista

Domenica 15 settembre
VERMOGNO – MUSEO DELL’ORO E DELLA BESSA
Ore 11 Prove aperte al pubblico
Ore 16.00 Visita guidata
Percorso giovani Ore 17.00 “Solo Project”
Anais Drago violino – Vincitrice sezione Jazz Amadeus Factory
Ore 18.00 Incontro con l’Artista

Percorso della vitivinicoltura: le raffinate armonie dei vini del territorio biellese

Domenica 22 settembre
CANDELO Ricetto - ECOMUSEO DELLA VITIVINICOLTURA 
Ore 16.00 visita guidata
Ore 17.00  Sala affreschi “Sinfonia  di suoni”
Trio Rospigliosi Rieko Okuma flauto Lapo Vannucci chitarra Luca Torrigiani pianoforte
Musiche di Castelnuovo-Tedesco, Tarréga, Carcassi, Procaccini, Bartok
Ore 18.00 Incontro con l’Artista

Domenica 29 settembre
VIVERONE – CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DEL LAGO DI VIVERONEOre 16.00 Visita guidata presso il Palazzo Municipale
Ore 17.00 Chiesa di San Rocco
“Canti d’amore e di mistero”
Attilio Bergamelli pianoforte Ljuba Bergamelli voce
Musiche di Mozart, Gershwin, Debussy, Satie
Ore 18.00 Incontro con l’Artista



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-08-26 11:49:39
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    eventiesagre-maestri-del-gioiello