sfondo endy
Ottobre 2017
eventiesagre.it
Ottobre 2017
Numero Evento: 21060124
Eventi Festival
Festival Del Medioevo
3^ Edizione
Date
Dal: 27/09/2017
Al: 01/10/2017
Dove:
Logo Comune
Umbria - Italia
Contatti
Tel.: 0165.273431
Tel.: 0165.273291
Fonte
Festival del Medioevo
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
Italcredi 15 giugno Nazionale
CARIRA-5X1-NAZ-DESK

Festival Del Medioevo

3^ Edizione

Da Mercoledì 27 Settembre a Domenica 01 Ottobre 2017 - dalle ore 10:00
Gubbio (PG)

Festival Del Medioevo - Gubbio

Tutti gli appuntamenti del Festival del Medioevo
(Gubbio, 27 settembre -1 ottobre 2017)

Il grande racconto della Storia torna a Gubbio dal 27 settembre al 1 ottobre 2017 con la terza edizione del Festival del Medioevo, un grande appuntamento culturale, colto e insieme popolare, che coinvolge un centinaio di storici, saggisti, scrittori, registi architetti e giornalisti (l'elenco di tutti i protagonisti è consultabile su www.festivaldelmedioevo.it).

L'evento è incentrato sulla divulgazione storica.

Unico in Italia nella sua formula: non una festa e nemmeno una rievocazione, ma un incontro aperto e a ingresso libero, che unisce il mondo accademico e la vasta platea degli appassionati in cinque giorni densi di appuntamenti culturali, mostre, mercati, esibizioni e spettacoli.

“La città” sarà il filo conduttore e il tema principale dell'edizione 2017: “stato d'animo” e luogo fisico, centro di scambi, di incontri, di flussi di uomini, merci, idee, capitali e culture. Letta nei quotidiani “Incontri con gli autori” attraverso la storia dei palazzi del potere e dei luoghi dello spirito: piazze e scuole, cattedrali e cantieri, università e mercati.

Sul palco del Centro Santo Spirito, una grande costruzione medievale ricavata da un monastero del XIII secolo, si parlerà di arte e filosofia, mode e costumi, filosofia e architettura, fantascienza e letteratura. E delle storie infinite e dei segreti delle grandi metropoli medievali , da Costantinopoli a Venezia, da Genova a Parigi, da Firenze a Napoli, fino a Palermo e a Il Cairo. Un viaggio affascinante, nel cuore dell'Europa, tra i porti del Mediterraneo e lungo i luoghi favolosi della Via della Seta.

Città incantate e invisibili. Immaginate nei folli voli cartografici di Opicino de Magistris e nei sogni medievalisti degli architetti dell'Ottocento. Da Camelot a Gotham City, passando per Tolkien, Calvino, i film di George Lucas e le serie televisive di “Viking” e “Il Trono di Spade”.


Approfondimenti tematici Molti i focus e gli approfondimenti tematici: sul riuso urbano dei centri storici (Leopoldo Freyrie e Sergio Rizzo, giovedì 28) , le architetture medievali, il rapporto tra la storia, l'editoria e il giornalismo (tavola rotonda con Ugo Berti, Francesco d'Ayala e Amedeo Feniello), Tolkien, la cucina medievale (Massimo Montanari, venerdì 29 e sabato 30), le scuole e i maestri ( Mariateresa Fumagalli Beonio Brocchieri, venerdì 29). Con una attenzione particolare (domenica 1 ottobre) intorno al tema dell'uso postmedievale del Medioevo attraverso le mode, il costume, il cinema, l’arte, la politica, la comunicazione e la musica pop.


Dante Alighieri Enrico Malato terrà una lezione sul grande poeta mercoledì 27 settembre, giorno di inaugurazione del Festival. E a Gubbio si incontreranno per la prima volta (venerdì 29 settembre) i discendenti diretti di Dante Alighieri e di Cante Gabrielli, il podestà eugubino che condannò il “ghibellin fuggiasco” all'esilio perpetuo da Firenze.


Focus su Milano “Start up medievali: Milano e la nascita del made in italy” è l'appuntamento curato dalla storica Maria Paola Zanoboni (domenica 1 ottobre) dedicato alle scoperte e le innovazioni che dobbiamo all'età medievale. Un excursus sulle fucine, le sartorie, le fabbriche del vetro, le botteghe d'arte e la continua sperimentazione di nuove tecniche di produzione nella Milano del Quattrocento.


Anteprime Tra i molti appuntamenti, da segnalare due anteprime (mercoledì 27 settembre): la presentazione con lo storico Alessandro Barbero di “Medioevo da non credere”, il nuovo programma della stagione televisiva di Rai Storia e la proclamazione ufficiale dei finalisti del Premio Italia Medievale, il riconoscimento che l'Associazione Italia Medievale assegna ogni anno a personalità, istituzioni e privati che si sono particolarmente distinti nella promozione e valorizzazione del patrimonio medievale italiano.


Molti gli eventi collaterali. A partire dalla prima Fiera del Libro Medievale che coinvolge le grandi case editrici e i piccoli editori specializzati: saggi, romanzi, biografie, approfondimenti tematici e i grandi classici. Tutto quello che c’è da leggere e sapere per conoscere meglio l’Età di Mezzo.


Stati Generali della Rievocazione Storica Sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre sono i giorni di uno degli eventi clou del Festival del Medioevo. Lo scopo dell'iniziativa è quello di valorizzare l'appassionato lavoro delle associazioni, centinaia in tutta Italia, impegnate ad assicurare, attraverso una legge nazionale, regole comuni per tutto il settore, espressione del grande patrimonio “immateriale” italiano. Il Forum, organizzato dal Comitato per gli Stati Generali della Rievocazione Storica presieduto da Filippo Giovannelli e dal Comitato Storico della Regione Toscana delle associazioni dei rievocatori guidato da Roberta Benini, si terrà nel refettorio del Convento di San Francesco, in piazza Quaranta Martiri. L'evento gode del patrocinio della Commissione nazionale italiana dell'Unesco, del Ministero dei beni e delle attività culturali, del Comune di Firenze e di dieci regioni italiane: Abruzzo, Campania, Emilia-Romagna, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Toscana, Veneto e Umbria.


Il mercato medievale Nel piazzale antistante il Centro Santo Spirito, sede degli incontri con gli autori, rivivranno anche le botteghe e i mestieri medievali, tra sapienza artigiana e innovazione (tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.00). Ospite d’onore del percorso espositivo sarà il Mercato delle Gaite di Bevagna. Uno spazio speciale sarà riservato agli stand del Cians, il Comitato Italiano Associazioni Nazionali Storiche.


Medioevo e futuro si incontrano al Festival del Medioevo in un evento dedicato alla moderna arte amanuense: Miniatori e calligrafi dal mondo. L’appuntamento costruito in collaborazione con la casa editrice “Arte Libro unaluna”, è un omaggio indiretto a Steve Jobs, l’inventore di Apple, che nella scuola del calligrafo Palladino apprese i segreti dei caratteri, l’eleganza dei segni e i messaggi subliminali del design, che poi trasferì ai “font” del Mac.


Le mostre Il Festival propone ai visitatori tre piccole mostre. “Cacciatori con le aquile”è il racconto fotografico di un viaggio in Mongolia, tra i Kazaki dei Monti Altai per riscoprire una tradizione popolare che risale al 900 d.C. Uno spettacolo simile a quello descritto da Marco Polo alla corte di Kublai Khan (Sala degli Stemmi - Piazza Grande).

In MedievAli, l'artista eugubina Maria Cristina Vinciarelli espone le sue creazioni: ali della fantasia, parti eteree degli angeli, misteriose figure a metà tra l'umano e il divino(Chiesa di San Giuseppe – Università dei Falegnami, Via Savelli della Porta). Il salone d'onore del palazzo Ducale di Gubbio ospiterà Medioevo fantastico. I costumi di Danilo Donati e Gianna Gissi per il cinema. Sono gli abiti utilizzati nei film La cintura di castità (1967) di Pasquale Festa Campanile e Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno (1984) di Mario Monicelli.


Gli spettacoli Tre gli appuntamenti serali, gli unici a pagamento (ore 21.15), seppure al prezzo ridotto di 10 euro. Tutti nella chiesa sconsacrata di Santa Maria Nuova, dove è possibile visitare anche la Madonna del Belvedere, capolavoro quattrocentesco di Ottaviano Nelli.

Giovedì 28 settembre, “Le storie del Mediterraneo”, una lezione-spettacolo degli storici Amedeo Feniello e Alessandro Vanoli accompagnati dall'Ensemble Musicanti Potestatis: un viaggio sentimentale, di porto in porto, da Costantinopoli all'Andalusia, alla ricerca di racconti dimenticati.

Il giorno dopo (venerdì 29 settembre) l'atteso concerto dei Micrologus: “De' poni amor a me”. Ballate d'amore e danze nella Firenze del Trecento.

E sabato 30 settembre, il concerto per arpa celtica e canto “Il bardo dentro le mura”,del poeta, musicista e filologo Francesco Benozzo.


Torneo di scherma medievale Teatro della sfida tra 12 squadre provenienti da varie regioni d'Italia è il cortile del Palazzo Ducale di Federico da Montefeltro. La competizione esclusiva di HEMA (Historical European Marzial Arts) è organizzata dalla storica “Sala d'Arme Achille Marozzo”, una associazione che dal 1997 si dedica alla ricerca e allo studio delle arti marziali in età medievale e rinascimentale.

Nella living history Templari, oltre la leggenda, i rievocatori della Mansio Templi Parmensis propongono una fedele ricostruzione di una mansio dei monaci guerrieri.


Itinerari eugubini Le strade e le piazze di Gubbio faranno da sfondo anche a decine di altri eventi collaterali tra le quali spiccano le attività della Società dei Balestrieri, le esibizioni degli Sbandieratori e i cortei in costume dei quattro Quartieri storici di Gubbio.

Antichi strumenti di tortura e pena di morte è il titolo di una mostra allestita nella sala dell'arengo del Palazzo dei Consoli: propone un viaggio tra gli strumenti di esecuzione capitale e tortura con pezzi risalenti al XVI, XVII e XVIII secolo e ricostruzioni filologiche dell'Ottocento e Novecento.

Previsti anche percorsi di trekking medievali e visite guidate nei luoghi più affascinanti della “Città di pietra”. E una originale proposta del Cinema Astra con due omaggi ai grandi registi Rossellini e Visconti.

Un apposito spazio nella Biblioteca Sperelliana sarà riservato invece al Medioevo dei bambini con letture, laboratori d’arte e corsi di disegno.

Per la sola giornata di domenica 1 ottobre, il Festival propone negli spazi del Palazzo Ducale anche un Laboratorio di Danza, curato da Enrica Sabatini: “Fuori e dentro le città. Danze colte e popolari tra Medioevo e Rinascimento”.

Spazio anche alla satira con uno spazio speciale riservato alle notizie del Tg Feudale del blog satirico Feudalesimo e Libertà.

Il Festival del Medioevo, organizzato dall’Associazione culturale Festival del Medioevo in stretta collaborazione con il Comune di Gubbio, gode del patrocinio scientifico dell’Isime, l’Istituto Storico Italiano per il Medioevo e della Sami (Società degli Archeologi Medievisti Italiani) e dei patrocini istituzionali della Presidenza della Repubblica, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e della Regione Umbria.
L'evento è sostenuto dal Comune di Gubbio, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, dal Gruppo Azione Locale Alta Umbria (GAL Alta Umbria) dalla Camera di Commercio di Perugia, dalla Fondazione Giuseppe Mazzatinti, da Tecla, azienda di costruzioni in legno e da altri sponsor privati.

La RAI, Radio Televisione Italiana, è il media partner ufficiale con i canali tematici di Rai Storia e RAI Radio3.
Collaborano con la manifestazione anche il mensile Medioevo e tre siti web: Italia Medievale, impegnata nella promozione del patrimonio storico e artistico del Medioevo italiano, Feudalesimo e Libertà, fenomeno social di goliardia e satira politica e MediaEvi, pagina Facebook specializzata nell’analisi dei medievalismi.

L’indirizzo web della manifestazione: www.festivaldelmedioevo.it

Altre notizie sulla prossima edizione verranno riportate giornalmente sulla pagina facebook @FestivalDelMedioevo.

Festival del Medioevo


Festival Del Medioevo - Gubbio

Il Festival del Medioevo è al Castello di Petroia

Il 30 settembre 2017, cena medievale con esibizione di scherma storica nel millenario maniero che ha dato i natali a Federico da Montefeltro. Nell’ambito del Festival del Medioevo, dal 27 settembre al 1° ottobre a Gubbio (PG).

Un’esperienza vera ed autentica nel mondo medievale attende gli ospiti del Castello di Petroia (PG), millenario maniero dell’età di mezzo, che si erge su una collina boscosa sulla vecchia strada tra Gubbio e Perugia, il 30 settembre 2017, in occasione della terza edizione del Festival del Medioevo. Centinaia di candele illumineranno le tavole imbandite con i piatti ispirati a ricette medievali, rendendo magica l’atmosfera, mentre uomini vestiti di abiti storici e cavalieri si esibiranno in un avvincente duello cortese con la spada. È la Cena medievale con esibizione di scherma storica del Castello di Petroia, un evento che si colloca tra le iniziative del Festival del Medioevo che catapulterà Gubbio nell’età di mezzo dal 27 settembre al 1° ottobre 2017. Cinque giorni per rivivere 10 secoli di storia (476 – 1492) tra mostre, incontri culturali, mostre, esibizioni e spettacoli in una città in cui è viva l’anima e le architetture medievali. Il tema di questa edizione è “La città” con le storie, i racconti e i segreti delle grandi città medievali, da Costantinopoli a Venezia, da Genova a Parigi, da Firenze a Napoli, fino a Palermo e a Il Cairo. Lungo i porti del Mediterraneo e i luoghi favolosi della Via della Seta. Il Castello di Petroia, la fortezza che ha dato i natali a Federico da Montefeltro, rappresenta uno dei luoghi storici in cui è possibile compiere un originale viaggio nel tempo, rivivendo ambienti, usi e costumi, di dame e cavalieri, nobili e signori che hanno segnato un’ epoca. Il costo della cena e dell'esibizione di scherma storica è di 50 euro a persona (bevande comprese). Il menu gourmet è a base di Fogliata umbra con vino mielato e salsa di melanzane, Orzo al latte e frutta secca, Lombo di vitello picchettato alle erbe spontanee con erba cotta di campo, Zuppetta di bosco tiepida con crema della festa.

Per informazioni: Castello di Petroia
Loc. Petroia -  Gubbio (PG)
Tel. 075 920287
E-mail: info@petroia.it  
Sito Web: http://www.petroia.it/

Story Ella


Festival Del Medioevo - Gubbio

Gubbio e l'Umbria protagonisti
al Festival del Medioevo

Gubbio e l'Umbria protagonisti al Festival del Medioevo (Gubbio, 27 settembre-1 ottobre 2017), l'evento nazionale più importante sulla cosiddetta '”Età di mezzo”.

Sarà una lezione dello storico Alberto Grohmann (mercoledì 27 settembre, ore 11) a inaugurare la terza edizione della manifestazione, che quest'anno è dedicata al tema “La città”.

Nella prima giornata degli “Incontri con gli autori”, uno spazio particolare verrà dedicato alla figura di San Francesco d'Assisi, attraverso la proiezione del film “Il sogno di Francesco” dei registi francesi Renaud Fely e Arnaud Louvet a cui seguirà una conversazione condotta dal giornalista Arnaldo Casali che vedrà come principale protagonista Jacques Dalarun, specialista di Storia del Medioevo e direttore del CNRS, l'Istituto di storia di ricerca e di storia dei testi di Parigi.

In serata (ore 21.15) nella chiesa di San Francesco, in Piazza Quaranta Martiri, la Schola Gregoriana Assisiensis, ensemble di voci virili diretto da padre Maurizio Verde, eseguirà dei canti gregoriani in onore di S. Ubaldo, seguendo la fonte più antica delle preghiere in onore del patrono di Gubbio, scoperte a Parigi, nella Biblioteca Nazionale di Francia, all'interno di un codice liturgico-musicale composto tra il XII e il XIII secolo.

Gubbio sarà anche al centro dei primi due incontri di giovedì 28 settembre con “La città di pietra”, una lezione dell'architetto Paolo Micalizzi e “La città metafisica”, un reading teatrale intorno a un testo di Italo Calvino guidato dal docente Lumsa Gennaro Colangelo e illustrato da un video della designer e artista visiva Maddalena Vantaggi.

Nella stessa giornata, Giancarlo Gentilini, professore ordinario di Storia dell’Arte Moderna presso l’Università degli Studi di Perugia, parlerà di Donatello e del gruppo scultoreo della Madonna di Citerna, il capolavoro restaurato e ora visibile nell'antico borgo medievale che dall'alto domina la Val Tiberina.

Nel pomeriggio, l'architetto Leopoldo Freyrie e Sergio Rizzo, vicedirettore del quotidiano La Repubblica, affronteranno il tema del riuso degli spazi e degli edifici nei centri storici delle città rispetto ai moderni interventi architettonici.

Attilio Bartoli Langeli, uno dei massimi paleografi europei, coadiuvato da Giovanna Giubbini, direttore dell’Archivio di Stato di Perugia e delle sezioni di Assisi, Foligno, Gubbio e Spoleto porterà all'attenzione del pubblico un importante “documento di città”: il patto del 1211 tra Foligno e l'Abbazia di Sassovivo.

Venerdì 29 settembre, Claudio Finzi, già professore ordinario di Storia delle dottrine politiche nell’Università di Perugia, sarà il protagonista di un focus dedicato a “Le biblioteche dei condottieri”.

Alle ore 10.00 dello stesso giorno, il Festival del Medioevo ospiterà un singolare confronto: la giornalista e scrittrice Anna Buoninsegni Sartori dialogherà con gli ultimi discendenti diretti di Dante Alighieri e di Cante Gabrielli, il podestà eugubino che nel 1302 condannò il grande poeta all'esilio perpetuo da Firenze. L'astrofisico Sperello di Serego Alighieri e il manager parigino Antoine de Gabrielli, si stringeranno la mano a 715 anni di distanza dagli avvenimenti che videro contrapposti i lori avi.

Al centro degli incontri mattutini, un appuntamento dedicato alle carni, ai legumi e all'alimentazione medievale con una lezione di Paolo Braconi, archeologo presso il Dipartimento di Lettere dell’Università degli Studi di Perugia.

Subito dopo, la storica, saggista e giornalista Elena Percivaldi accompagnerà il pubblico del Festival attraverso un viaggio nelle “Capitali longobarde”.

“La città medievale: regole, forme, colori” è anche il titolo del convegno ospitato nel programma del Festival del Medioevo, valido per il riconoscimento dei crediti ai fini della formazione professionale, organizzato dalla Fua, la Fondazione Umbra per l'Architettura e dall'Ordine degli Architetti della provincia di Perugia, che si terrà nell'arco dell'intero pomeriggio (venerdì 29 settembre, 14.30-19.30) nel Refettorio del monastero di San Francesco, in piazza Quaranta Martiri 4.

“L'infamia e i falliti” sarà il primo incontro di sabato 30 settembre: un excursus di Marco Marchetti, avvocato, esperto di diritto amministrativo e appassionato cultore della storia di Gubbio, intorno ai delitti e alle pene nell'età medievale.

“E' la Storia bellezza!” è il titolo della tavola rotonda (ore 10.00) incentrata sul rapporto tra i fatti del passato, l'attualità e la produzione editoriale. Discuteranno dell'argomento lo storico Amedeo Feniello, il giornalista Francesco d'Ayala, inviato del Giornale Radio Rai e Ugo Berti Arnoaldi, dirigente responsabile dei programmi di storia della casa editrice Il Mulino.

L'appuntamento è inserito nel programma di formazione di aggiornamento professionale curato dall'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria.


Festival Del Medioevo - Gubbio

AL FESTIVAL DEL MEDIOEVO
IL RACCONTO DELLA STORIA SI FA SPETTACOLO

Una affascinante lezione spettacolo con accompagnamento musicale: è la proposta serale del Festival del Medioevo per la serata di giovedì 28 settembre (ore 21.15 – Chiesa Santa Maria Nuova, all’incrocio tra Via Nelli e Via Savelli della Porta, biglietti: IAT Gubbio, Via Repubblica 15 - Gubbio – Tel. 075 9220693).

Le storie del Mediterraneo è un viaggio sentimentale, di porto in porto, da Costantinopoli all’Andalusia, alla ricerca di racconti dimenticati. Protagonisti dell’evento due tra i più importanti storici italiani del Medioevo: Amedeo Feniello e Alessandro Vanoli, capaci entrambi di coniugare con maestria il rigore dello studioso e l’abilità del divulgatore.

Amedeo Feniello, storico e scrittore, collabora anche con l’inserto culturale del Corriere della Sera La Lettura. Ha pubblicato, tra l’altro, libri come Sotto il segno del leone. Storia dell’Italia musulmanaDalle lacrime di Sybille. Storia degli uomini che inventarono la banca e Il bambino che inventò lo Zero. Vanoli, storico e scrittore, ha insegnato presso l’Università di Bologna e l’Università Statale di Milano e scrittoLa Sicilia MusulmanaAndare per l’Italia araba e Storie di parole arabe.

La lezione-spettacolo sarà accompagnata dalle musiche dell’Ensemble Musicanti Potestatis, artisti di Bevagna impegnati nello studio della musica antica compresa tra XII e XV secolo. Il costo biglietto è di 10 euro e si può acquistare presso la sede del Servizio Turistico Associato di Gubbio, in via della Repubblica 15.

Prima dello spettacolo serale, la seconda giornata del Festival del Medioevo di Gubbio offre, al Centro Santo Spirito a partire dalle 10, la conferenza La città di pietra di Paolo Micalizzi e Gianluca Sannipoli, il reading teatrale tratto da Italo Calvino La città metafisica con Gennaro Colangelo e la Compagnia Teatro della Fama e l’incontro incentrato su Donatello e la Madonna di Citerna con Giancarlo Gentilini, mentre nel pomeriggio sono attesi Giuseppe Fornasari (Viaggio al centro del medioevo), Leopoldo Freyirie e Sergio Rizzo (Riusi urbani: una singolar tenzone tra centri storici e contemporaneità), Attilio Bartoli Langeli e Giovanna Giubbini (Il patto tra Foligno e l’Abbazia di Sassovivo del 1211) e Alessandro Barbero (Marc Bloch e l’apologia della storia).

Inoltre, il Centro Santo Spirito ospita tutti i giorni dalle 9.30 alle 19 la Fiera del Libro medievale, dove le case editrici più importanti e quelle specializzate presentano al vasto pubblico degli appassionati tutte le loro pubblicazioni sul medioevo: dai grandi classici ai saggi, dalle biografie alle enciclopedie, dagli atti dei convegni agli approfondimenti tematici. Nella sala video sono poi a disposizione fino a domenica i materiali video di Rai Storia dedicati a santi, crociate e grandi personaggi come Carlo Magno, Marco Polo e Dante Alighieri.

A Palazzo Ducale si può visitare invece tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30 la mostra Medioevo fantastico che raccoglie i costumi realizzati da Danilo Donati e Gianna Gissi per i film La cintura di castità di Pasquale Festa Campanile e Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno di Mario Monicelli.

Il programma completo della manifestazione: 
http://www.festivaldelmedioevo.it/portal/programma/

Ogni sera, alle 21.15, il Festival del Medioevo propone uno spettacolo diverso, tra la musica e la Storia:
Le storie del Mediterraneo - giovedì 28 settembre
Micrologus, De' poni amor a me - venerdì 29 settembre
Francesco Benozzo, Il Bardo dentro le mura - sabato 30 settembre

Per tutti gli altri appuntamenti,
consultare il sito www.festivaldelmedioevo.it 
e la pagina facebook @FestivalDelMedioevo, dedicata alla manifestazione.

Festival del Medioevo

Ti piace questo articolo? Condividilo


News Evento

Leggi anche


SCEGLI I SERVIZI DISPONIBILI NEL COMUNE DI GUBBIO
dove-dormire dove-mangiare drink-and-coffee
    ( )
Data ultimo aggiornamento pagina 2017-09-27 18:50:33
Inserito da Michela Gesualdi
Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici o Privati, e organizzatori di eventi. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi, che potrebbero variare, contattando gli organizzatori o visitando il sito ufficiale dell'evento.