sfondo endy
Novembre 2019
eventiesagre.it
Novembre 2019
Numero Evento: 2260
Eventi Feste
Fiera Nazionale Del Tartufo
Trifola D'or A Murisengo
Date:
Dal: 10/11/2019
Al: 17/11/2019
Dove:
Logo Comune
Piemonte - Italia
Contatti
Fonte
segreteria Fiera del tartufo
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc

Fiera Nazionale Del Tartufo

Trifola D'or A Murisengo

Da Domenica 10 a Domenica 17 Novembre 2019 - dalle ore 08:30
Murisengo (AL)

Fiera Nazionale Del Tartufo - Murisengo

Domenica 10 e 17 novembre 2019 torna a Murisengo la 52^ Fiera Nazionale del Tartufo a Murisengo e TRIFOLA D'OR.

Espositori selezionati tra le migliori proposte enogastronomiche delle Regioni d'Italia, presidi di Slow Food, ortofrutticoli a marchio Coldiretti a km0, prodotti dei maestri d'esperienza a marchio Eccellenza Artigiana Piemontese nonchè le specialità locali TargatoMurisengo faranno da corollario alle due domeniche di Fiera.

Nel palatenda trifolau e commercianti proporranno le loro migliori pepite ipogee quali sono i TUBER MAGNATUM PICO mentre sul palco si intratterranno personalità a livello nazionale che nelle arti e professioni si siano particolarmente distinti.
La proloco proporrà un menu rustico a km0 interamente con prodotti Targato Murisengo, mentre nei ristoranti locali verrà rinnovata la tradizione spoverata da lamelle di TARTUFO BIANCO.

Dove?
A poco più di un’ora dal capoluogo ligure e valdostano, ad un’ora da Milano e da Torino, il Basso Piemonte, terra storicamente riconosciuta come scrigno del funghi ipogei tra i più pregiati del patrimonio gastronomico italiano famoso in tutto il mondo.

L’appuntamento è a Murisengo, borgo antico meglio conosciuto come Terra del Tartufo dove, dal 1530 si rinnova il commercio del diamante grigio della cucina, in un ambiente bucolico della provincia di Alessandria, in cui la tradizione continua ad essere una sincera consuetudine.

Cosa?
Tuber Magnatum Pico, tartufo bianco pregiato oppure ancora di Alba, sono i tre diversi nomi per definire l’unica varietà esistente di bianco, le cui massime proprietà organolettiche si apprezzano esclusivamente nel Basso Piemonte. Un fungo ipogeo che tra mito, storia, cultura e gastronomia ha attraversato secoli di storia per divenire, a fine degli anni ’30 del secolo scorso, il primo protagonista della tavola autunnale ed invernale, la più raffinata, che non teme confronti.

Curiosità: Ricevuto in dono un tartufo bianco piemontese dall’albergatore albese Giacomo Morra, l’attrice Marilyn Monroe disse “non ho mai mangiato niente di più eccitante”. Giacomo Rossini definì il tartufo bianco il “Mozart dei funghi” e così via nella storia furono e continuano ad essere moltissimi gli estimatori che gli attribuiscono le più singolari ed esaltanti qualità e caratteristiche.

Il Tuber Magnatum Pico che nasce in primavera, cresce in estate e matura in autunno sprigionando l’intrigante profumazione che gli appartiene, viene consumato alla tavola nella stagione autunnale e fino a fine gennaio. Dopo l’estrazione dal terreno, grazie all’abilità ed all’esperienza dei trifolau (cercatori) accompagnati dai loro tabui (cani da tartufi), si conserva per circa 15 giorni, previi i dovuti accorgimenti. Due settimane in cui sprigiona una particolare profumazione che è un mix tra il profumo del miele commisto all’aglio ed al fieno. Trascorso tale periodo inizierà ad assumere un odore di ammoniaca: è il segnale che tradisce la perdita di freschezza.

Tra gli abbinamenti consigliati, il Tuber Magnatum Pico trova “la sua morte” migliore sulle uova al tegamino, sui tajarin all’uovo (pasta fresca), sulla battuta di carne cruda piemontese, sulle robiole fresche e su pochi altri piatti dal sapore genuino, ma non prevalente. Non ama abbinamenti a piatti troppo elaborati, predilige la semplicità della cucina piemontese purchè sia con prodotti di alta qualità. Il Tuber Magnatum Pico infine, a differenza dei tartufi neri, va lamellato crudo solo ed esclusivamente a piatto servito: è un sacrilegio cuocerlo.

Questi solo alcuni dei principali segreti che caratterizzano il protagonista assoluto della tavola autunnale ed invernale piemontese. Per scoprirne molti altri non resta che andare a visitare una delle fiere Nazionali presenti nel calendario piemontese qual è quella di Murisengo che, nel tempo, ha conservato l’atmosfera del tempo che fu, a stretto contatto con gli usi ed i costumi dell’antico borgo monferrino.

Informazioni:
Hotel: https://www.booking.com/searchresults.it.html?city=-122845&aid=396449

Comune di Murisengo



News Evento

Leggi anche


Data ultimo aggiornamento pagina 2019-11-07 16:47:33
Inserito da Michela Gesualdi
Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
creativita-artigiana-2019