sfondo endy
Settembre 2019
eventiesagre.it
Settembre 2019
Numero Evento: 21035325
Eventi Enogastronomici
Divinnosiola
10^ Edizione Della Rassegna
Date:
Dal: 28/03/2019
Al: 21/04/2019
Dove:
Logo Comune
Trentino Alto Adige - Italia
Contatti
Fonte
PegasoMedia
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc

Divinnosiola

10^ Edizione Della Rassegna

Da Giovedì 28 Marzo a Domenica 21 Aprile 2019 -
Trento (TN)

Divinnosiola - Trento

Presentata la 10ª edizione di «DiVinNosiola»
Tantissime le proposte dal 28 marzo al 21 aprile

«DiVinNosiola» compie dieci anni e per celebrare questo importante anniversario l'APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ha costruito un programma ricco di proposte. La rassegna che promuove uno dei prodotti più nobili della Valle dei Laghi e del Trentino tutto, in programma dal 28 marzo al 21 aprile, ha coinvolto anche quest'anno tante realtà locali e provinciali, grazie alle quali ha potuto costruire un cartellone che spazia dalle degustazioni alle passeggiate, dai laboratori per i bambini agli spettacoli fra le viti, dai menù a tema alle visite alla centrale di Santa Massenza, senza dimenticare la gara podistica “cult”, che avrà al solito il compito di chiudere il sipario. La manifestazione è stata presentata questa mattina presso la sede della stessa APT.

L'Enoteca Provinciale sarà ancora una volta protagonista, nel calendario di iniziative, in primo luogo perché accoglierà nell'atrio di Palazzo Roccabruna le etichette di 23 cantine, poi perché dal 18 al 20 aprile il Trentino D.O.C. Vino Santo sarà al centro dell'attenzione grazie a «Passito è passione». Due i laboratori di degustazione organizzati in collaborazione con ONAF e ONAV, in programma sabato 6 aprile e giovedì 18 aprile.

Una delle sedi dell'edizione 2019 di «DiVinNosiola» è l'Azienda agricola Francesco Poli di Santa Massenza, che nella giornata di sabato 30 marzo proporrà una degustazione verticale, chiusa da un pranzo e da un'anteprima della rappresentazione teatrale che sarà poi proposta nel pomeriggio e "La bottiglia in campo", un'escursione tra le vigne con degustazione sensoriale.

Due settimane dopo, sabato 13 aprile, il baricentro di «DiVinNosiola» si sposterà nell'Azienda agricola Gino Pedrotti di Cavedine, che nel pomeriggio farà da cornice al rituale "Rito della spremitura delle uve appassite di Nosiola". L'azienda comincerà però ad animarsi già in mattinata, quando è in programma un viaggio nel tempo condotto dal giornalista Alberto Folgheraiter e da Massimo Zanichelli, grazie al quale verrà raccontata la storia di questo nettare, mentre si degusteranno sette straordinarie annate.

Anche quest'anno «DiVinNosiola» offre l'opportunità di affrontare una camminata attraverso le zone coltivate della Valle dei Laghi, grazie ad un trekking organizzato in collaborazione con l'Ecomuseo, che sabato 13 aprile porterà i partecipanti a percorrere circa 5 chilometri senza affrontare dislivelli impegnativi. Chi vuole muoversi nel cuore della montagna, invece che all'aria aperta, può approfittare delle cinque visite speciali (il 20, 21 e 22 aprile) organizzate all'interno della Centrale idroelettrica di Santa Massenza, che avranno come epilogo una degustazione presso una delle vicine cantine.

L’Hosteria Toblino di Sarche sarà, insieme a Palazzo Roccabruna, sede della Mostra del vino Nosiola Trentino, del Trentino Doc Vino Santo, delle grappe di Nosiola Trentino e di vinaccia di Trentino Doc Vino Santo. Tutti i pomeriggi dalle ore 15 alle ore 18, nel periodo compreso fra il 28 marzo e il 21 aprile, offrirà in degustazione due annate di Vino Santo Trentino, inoltre venerdì 19 aprile è in programma un incontro con un produttore.

Come di consueto «DiVinNosiola» annovera anche degustazioni, escursioni nei vigneti e menù a tema organizzati lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, "A tutto Nosiola", il cui obiettivo è promuovere questo vino dalla Valsugana al Lago di Garda, dalla Piana Rotaliana alla Vallagarina, dalle Valle di Cembra alla Valle dei Laghi, senza dimenticare il capoluogo.

A fare gli onori di casa è stato il presidente dell'APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Franco Aldo Bertagnolli, che ha ricordato quanto sia importante per un territorio di piccole dimensioni come il Trentino puntare sulle eccellenze per ritagliarsi uno spazio sui mercati turistici. «In quest'ottica Nosiola, Vino Santo e le grappe sono testimonial perfetti, - ha concluso - intorno ai quali si può costruire un calendario di eventi ricco come quello di DiVinNosiola».

La direttrice Elda Verones ha poi passato in rassegna le iniziative più importanti di questa decima edizione, ricordando la figura di Giuseppe Morelli, che ideò DiVinNisiola dieci anni fa, e l'impegno dell'Associazione Vignaioli del Trentino, che vi ha investito fin dall'inizio. «Ci sono tante realtà dietro a questo calendario di eventi – ha ricordato – con le quali abbiamo concordato ogni dettaglio, solo così la macchina organizzativa può funzionare al meglio. Fra le novità segnalo la degustazione teatralizzata del 30 marzo a Santa Massenza, un'idea originale che speriamo possa riscuotere successo».

Dopo che Adriano Zanotelli, in rappresentanza della Camera di Commercio di Trento, ha ricordato il ruolo di palazzo Roccabruna, sede della Mostra e di due interessanti laboratori di degustazione, è toccato a Stefano Pisoni, voce del Consorzio Vignaioli del Trentino, tessere le lodi di queste uve: «Non ricordiamo mai abbastanza che si tratta dell'unico vitigno bianco autoctono – ha affermato – e che ha bisogno di essere promosso con forza, perché si tratta di una gemma che spesso proprio i trentini non apprezzano come dovrebbero. Solo nel clima della Valle dei Laghi si può ottenere un prodotto di questo tipo, ricordiamolo».

Il vicesindaco di Cavedine Gianni Bolognani ha confessato che «dieci anni fa, quando DiVinNosiola è stato inventato, non credevo avrebbe potuto raggiungere questo successo e questa complessità, si tratta indubbiamente di una storia di successo che aiuta tutta la Valle dei Laghi».

Il suo collega Federico Sommadossi, vicesindaco di Vallelaghi, si è invece soffermato su un progetto che sta molto a cuore a tutta la vallata: «Manca ancora qualche mese di lavoro, ma per il 2020 il nuovo Caveau del Vino Santo sarà certamente realtà. Abbiamo recuperato gli avvolti sotterranei di un essicatoio in disuso e lo stiamo trasformando in un luogo di conservazione, degustazione e valorizzazione di questo nettare pregiato. La nostra idea è di costruire uno spazio dove si possa far conoscere la storia della valle attraverso il suo vino, utilizzando strumenti multimediali ed esperienze sensoriali».

Francesco Antoniolli, presidente della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, ha rimarcato il ruolo che giocano i soci coinvolti in questa edizione, attivi in diverse modalità raccolte nel calendario di “A tutto Nosiola”. «Si tratta di un vino che racconta l'intero Trentino, un prodotto di eccellenza che merita di essere promosso – ha affermato – come faranno oltre cinquanta realtà associate alla Strada».

Alla sua prima uscita ufficiale nelle vesti di presidente del Consorzio Vini del Trentino, Pietro Patton ha invece voluto infilarsi nei panni di chi lavora in campagna. «Se tutto questo è possibile è perché ci sono persone che coltivano con grande passione e competenza la vite di Nosiola, un'opera tutt'altro che semplice. La qualità di questi chicchi è soprattutto merito loro».

Giovanni Brumat ha invece ricordato le iniziative organizzate dalla Cantina di Toblino.

Uno spazio è stato riservato al gran finale della decima edizione, ovvero la gara podistica “DiVinNosiola Ecorunning”, in programma domenica 14 aprile. «In questa quarta edizione abbiamo deciso di proporre solo il percorso sulla distanza della half-marathon – ha spiegato Mauro Bressan, presidente del G.S. Fraveggio – per poter concentrare i servizi su un solo tracciato, 21 chilometri fra vigne, laghi e cantine che potranno essere affrontati anche nella formula a staffetta. Il flusso con il quale arrivano le iscrizioni è confortante, l'idea di correre in un contesto così suggestivo piace molto anche ai runner di altre regioni».


Domani alle 18 si inaugura «DiVinNosiola»
Sabato due appuntamenti a Santa Massenza

Per la decima edizione di «DiVinNosiola» è giunto il momento di aprire le danze. Giovedì pomeriggio alle ore 18 nell’atrio di Palazzo Roccabruna, in via Santa Trinità a Trento, avrà infatti luogo la cerimonia inaugurale della mostra, il primo atto dell’evento organizzato dall’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi.
In esposizione vi sono le bottiglie di Vino Nosiola, di Trentino DOC Vino Santo, di grappe monovitigno di Nosiola e di vinaccia di Trentino DOC Vino Santo, portate all’Enoteca Provinciale da 23 diverse aziende. La mostra sarà visitabile fino al 20 aprile nelle giornate di martedì e mercoledì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17, giovedì e venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 20, sabato dalle 17 alle 20. Le degustazioni saranno fruibili giovedì, venerdì e sabato dalle 17 alle 22.
In parallelo giovedì aprirà anche la mostra gemella allestita all’Hosteria Toblino di Sarche, locale che proporrà anche un menù a tema, all’interno del quale ogni piatto sarà abbinato ad una tipologia diversa di Nosiola dei produttori che hanno aderito alla mostra.
La settimana propone anche due appuntamenti organizzati presso l’Azienda Agricola Francesco Poli di Santa Massenza. Sabato mattina alle 10.30 prenderà il via una degustazione verticale, che vedrà protagoniste dieci annate comprese fra il 2018 e al 1998, condotta da un esperto quale Fabio Giavedoni di SlowWine, chiusa da un pranzo a cura dello chef Walter Miori. Subito dopo i partecipanti potranno godersi un'anteprima della rappresentazione teatrale «La bottiglia in campo». La prenotazione alla mattinata è obbligatoria, il costo è di 30 euro.
Nel pomeriggio, in due orari diversi (alle 15.30 e alle 16.30) la cantina ospiterà la versione completa della stessa degustazione teatralizzata. Lo spettacolo di Supernova K trasformerà il vigneto in un piccolo palcoscenico teatrale “mettendo in campo” una rappresentazione originalissima, una dilettevole escursione con degustazione sensoriale e culturale tra le vigne, pensata per chiunque voglia approfondire il proprio rapporto col vino. Durante il percorso si scoprirà l’anatomia, la fisiologia e la fenologia della vite, il terreno di cui si nutre e il clima di cui gode. Al termine si potrà naturalmente assaggiare il nettare dorato. La prenotazione è obbligatoria, il costo è di 8 euro.


Un programma ricco di eventi e proposte
per la decima edizione di «DiVinNosiola»

Per chi abita in Valle dei Laghi la primavera non è solo la stagione nella quale la natura si risveglia, attingendo da una infinita tavolozza di colori, ma da qualche secolo è anche quella in cui si raccolgono i frutti di una meticolosa opera, portata avanti dai vitigni autoctoni e dagli agricoltori che si prendono cura dei loro grappoli, durata per l'intero anno precedente. Serve tanta pazienza, infatti, per ottenere le migliori uve di Nosiola e ancora di più per attendere che il Vino Santo raggiunga l'invecchiamento giusto per poterlo degustare. È proprio per fare in modo che questi saperi e questi piaceri non rimangano confinati alla sola Valle dei Laghi che dieci anni fa è stata lanciato «DiVinNosiola», l'evento che celebra e promuove i prodotti di qualità che solo questa terra riesce a regalarci, organizzato dall'APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi. 
L'edizione 2019, in programma dal 28 marzo al 21 aprile, propone come di consueto un ampio ventaglio di iniziative, che coprono un territorio ben più ampio di quello vocato alla produzione di questo nettare dorato. Accanto alla mostra organizzata in collaborazione con l'Enoteca Provinciale del Trentino, grazie alla quale si possono conoscere e degustare il Vino Nosiola, il Trentino Doc Vino Santo, le grappe monovitigno di Nosiola e di vinaccia imbottigliate da 23 diverse cantine, Palazzo Roccabruna organizza anche laboratori di degustazione in collaborazione con Onaf e Onav. Poi vi sono gli incontri ospitati dalle aziende agricole, che curano degustazioni, passeggiate fra i filari e laboratori didattici, un trekking, l'irrinunciabile rito della spremitura, le visite guidate all'interno della Centrale Idroelettrica di Santa Massenza, le serate speciali e gli aperitivi organizzati dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, gli appuntamenti all'Hosteria Toblino e infine la gara podistica sulla distanza della mezza maratona.

Palazzo Roccabruna vetrina dei migliori prodotti

L'Enoteca Provinciale sarà ancora una volta protagonista, nel calendario di iniziative, in primo luogo perché accoglierà nell'atrio di Palazzo Roccabruna le etichette di 23 cantine, impegnate nella produzione di Nosiola Trentino, Trentino D.O.C. Vino Santo, grappe di Nosiola e di vinaccia di Trentino D.O.C. Vino Santo. L'esposizione sarà visitabile tutti i martedì e i mercoledì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17, tutti i giovedì e venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 20, nonché nella giornata di sabato dalle 17 alle 20.
Dal 18 al 20 aprile il Trentino D.O.C. Vino Santo sarà al centro dell'attenzione grazie a «Passito è passione», grazie al quale questo nettare verrà proposto insieme a proposte gastronomiche dolci e salate.
Due i laboratori di degustazione organizzati in collaborazione con ONAF e ONAV. Sabato 6 aprile alle ore 20 l'Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi ci attende per “Croste fiorite, muffe nobili e riserve di malga con declinazioni di Nosiola”, mentre giovedì 18 aprile alla stessa ora l'Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino ci attende per “Vino santo e non solo, otto vini passiti trentini abbinati a prodotti del territorio”. La stessa ONAV nella serata del 2 aprile presso la Cantina La Vis ci farà conoscere i prodotti delle Colline Avisane, le Nosiola di nove produttori locali abbinati al salmerino di Astro. Nei primi due casi la prenotazione è consigliata, in questo è obbligatoria.

A Santa Massenza si impara e si degusta

Una delle sedi dell'edizione 2019 di «DiVinNosiola» è l'Azienda agricola Francesco Poli di Santa Massenza, che nella giornata di sabato 30 marzo proporrà due appuntamenti inseriti nel calendario della rassegna. Si comincerà alle ore 10.30 con una degustazione verticale a cui è stato assegnato il titolo "Nosiola: da Cenerentola a Principessa delle Dolomiti", che abbraccerà dieci annate di questo vino, condotta da Fabio Giavedoni di SlowWine, chiusa da un pranzo e da un'anteprima della rappresentazione teatrale che sarà poi proposta nel pomeriggio. Alle 15.30 e alle 16.30 sarà infatti la volta di "La bottiglia in campo", una delle novità dell'edizione 2019, un'escursione tra le vigne con degustazione sensoriale, accompagnata dal racconto teatralizzato delle attività che vengono svolte dai contadini sulle vigne. Per prendere parte a queste attività è necessaria al prenotazione.

A Cavedine i laboratori didattici e il Rito della spremitura

Due settimane dopo, sabato 13 aprile, il baricentro di «DiVinNosiola» si sposterà nell'Azienda agricola Gino Pedrotti di Cavedine, che nel pomeriggio farà da cornice al rituale "Rito della spremitura delle uve appassite di Nosiola", in programma alle ore 17, e a un laboratorio per i bambini gestito dall'Ecomuseo, nel quale i più piccoli impareranno come si produce il Vino Santo e come si impasta e si cuoce una pagnotella dolce. La spremitura sarà al solito avviata dal Gran Maestro della Confraternita della Vite e del Vino di Trento, con la regia dell’Associazione Vignaioli del Vino Santo Trentino D.O.C.
L'azienda comincerà però ad animarsi già in mattinata, dato che alle ore 10.30 prenderà il via un viaggio nel tempo condotto dal giornalista Alberto Folgheraiter e da Massimo Zanichelli, uno dei maggiori esperti italiani di vini dolci, grazie al quale verrà raccontata la storia di questo nettare, mentre si degusteranno sette straordinarie annate. Anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria.

Il trekking e le visite alla centrale idroelettrica

Anche quest'anno «DiVinNosiola» offre l'opportunità di affrontare una camminata attraverso le zone coltivate della Valle dei Laghi, grazie ad un trekking organizzato in collaborazione con l'Ecomuseo, che sabato 13 aprile porterà i partecipanti a percorrere circa 5 chilometri senza affrontare dislivelli impegnativi. Il luogo di ritrovo sarà l'Azienda Agricola Gino Pedrotti (alle ore 13.30), lo stesso dove si concluderà l'escursione due ore e mezza dopo. La partecipazione è gratuita, la prenotazione obbligatoria.
Chi vuole muoversi nel cuore della montagna, invece che all'aria aperta, può approfittare delle cinque visite speciali organizzate all'interno della Centrale idroelettrica di Santa Massenza, che avranno come epilogo una degustazione presso una delle vicine cantine. Sono in programma sabato 20 aprile alle ore 15 e alle 17, domenica 21 alle 15 e lunedì 22 alle 10.30 e alle 15. La prenotazione è obbligatoria.

Gli appuntamenti organizzati dall'Hosteria Toblino

L’Hosteria Toblino di Sarche sarà, insieme a Palazzo Roccabruna, sede della Mostra del vino Nosiola Trentino, del Trentino Doc Vino Santo, delle grappe di Nosiola Trentino e di vinaccia di Trentino Doc Vino Santo. Tutti i pomeriggi dalle ore 15 alle ore 18, nel periodo compreso fra il 28 marzo e il 21 aprile, offrirà in degustazione due annate di Vino Santo Trentino, abbinato a strudel di mele e crema inglese (costo 10 euro). Inoltre venerdì 19 aprile è in programma un incontro con un produttore, anche in questo caso accompagnato dalla degustazione. Nel corso del mese consacrato a «DiVinNosiola» verrà servito un menù a tema, che porta in tavola cubi di trota marinata con mela verde, tagliatelle allo zafferano e lo strudel di mele. Ogni piatto verrà abbinato ad una tipologia diversa di Nosiola dei produttori che hanno aderito alla Mostra.

Anche la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino in campo

Come di consueto «DiVinNosiola» annovera anche degustazioni con i produttori, escursioni nei vigneti e menù a tema organizzati lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, il cui obiettivo è promuovere questo vino dalla Valsugana al Lago di Garda, dalla Piana Rotaliana alla Vallagarina, dalle Valle di Cembra alla Valle dei Laghi, senza dimenticare il capoluogo. Nel calendario si trovano le serate speciali dedicate alla degustazione di Vino Santo e Nosiola, gli aperitivi e le degustazioni nelle sedi di dieci soci della Strada, le proposte enogastronomiche confezionate da sei ristoranti, e due proposte vacanza che comprendono una o due notti.

Per i podisti c'è DiVinNosiola Ecorunning

Giunto alla quarta edizione, «DiVinNosiola Ecorunning» offrirà anche questa volta ai runner l'opportunità di correre fra le vigneti, laghi e borghi della Valle dei Laghi e di cominciare la stagione agonistica nel migliore dei modi. Quest'anno la manifestazione organizzata dall'ASD Charly Gaul Internazionale e dall'APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi in collaborazione con GS Fraveggio, propone un unico percorso sulle distanza dei 21 chilometri con 590 metri di dislivello, che si potrà coprire da soli oppure in staffetta, partecipando nella modalità “duo half marathon”. 
Lo start verrà dato alle ore 10 presso il Teatro Valle dei Laghi, a Vezzano, dove sarà allestito anche il traguardo. Dopo la partenza dei corridori si muoverà anche il gruppo iscritto alla camminata ludico motoria guidata da un accompagnatore di territorio, che coprirà la distanza di 5 chilometri.
Fino al 31 marzo la quota di iscrizione è di 30 euro per la gara individuale e di 20 euro a testa per chi prende parte alla “duo half marathon”, cifre che aumenteranno dopo l'1 aprile: 35 euro per la prima e 25 euro a concorrente per la seconda. L'iscrizione alla passeggiata ludico motoria costa 10 euro.
Le richieste si compilano e si inviano attraverso il portale www.endu.net con la possibilità di pagamento tramite bonifico bancario, carta di credito o paypal. C'è tempo fino a venerdì 12 aprile o al raggiungimento del tetto massimo di partecipanti, fissato a quota 500. Inoltre ci si può iscrivere anche prima del via presso l'ufficio gara.



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-03-27 17:16:08
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.