Dicembre 2016
eventiesagre.it
Dicembre 2016
Numero Evento: 21116776
Eventi Cinema
Mic Museo Interattivo Del Cinema
Fondazione Cineteca Italiana
Dal: 06/11/2016
Al: 08/01/2017
Dove:
Logo Comune
Viale Fulvio Testi, 121
Milano
Lombardia - Italia
Per maggiori informazioni
Tel.: 02 87242114
Fonte
Museo Interattivo del Cinema
Scheda Evento
Carira effetto bonus home 30 09 2016
eventiesagre_eventi-regionali
eventiesagre_merc_natale desk
Mic Museo Interattivo Del Cinema
Fondazione Cineteca Italiana
Da Domenica 06 Novembre 2016 a Domenica 08 Gennaio 2017 - dalle ore 21:00
Mic Museo Interattivo Del Cinena - Viale Fulvio Testi, 121 - Milano (MI)
Mic Museo Interattivo Del Cinema - Milano

AL CINEMA COL NASO
I film come non li avete mai “sentiti”
Nuovo percorso olfattivo al Museo Interattivo del Cinema

Dal 6 novembre 2016 al 6 gennaio 2017

Martedì-Venerdì h 16 / Sabato e domenica h 16 e h 17

Dal 6 novembre 2016 al 6 gennaio 2017 Fondazione Cineteca Italiana presenta AL CINEMA COL NASO – I FILM COME NON LI AVETE MAI “SENTITI”, un nuovo percorso olfattivo allestito al MIC – Museo Interattivo del Cinema.

Non vi è mai capitato di essere coinvolti così tanto dalla scena di un film da poterne sentire il profumo? Dall’odore di cioccolato e cannella di Chocolat, a cui è impossibile resistere, a quello di formaggio del brillante film d’animazione francese Ratatouille, fino al profumo dell’acqua di colonia di Fantozzi contro tutti. Pensate alla scena di American Beauty, quando una meravigliosa ragazza bionda viene sommersa di petali di rose… sarebbe ancora più indimenticabile se accompagnata dal profumo inebriante di rose rosse con note vellutate di spezie e frutti.

L’ODORAMA, creato dalla società Hanan – Pacha Ltd e sperimentato per la prima volta in Italia dalla Cineteca di Milano all’interno del percorso consolidato del MIC, darà la possibilità al pubblico di entrare in alcune delle scene più profumate della storia del cinema.

Il cinema è uno dei medium più coinvolgenti in quanto impegna la vista e l’udito, i nostri sensi più sviluppati; l’aggiunta dell’olfatto però è in grado di creare un’esperienza multisensoriale più coinvolgente ed evocativa, come la Madeleine di Proust. Lungo il percorso espositivo del MIC saranno allestite tre postazioni con le quali potranno interagire cinque-sei persone per volta. Ciascuna postazione proietterà tre sequenze da cinque minuti l’una, tratte da film contemporanei, film muti d’archivio o pubblicità, accomunate dalla forte rilevanza dell’aspetto olfattivo, che potrà essere sperimentato in prima persona per la prima volta in Italia. La visita sarà accompagnata dalla proiezione di filmati tratti da film che nel corso della storia del cinema hanno attuato sperimentazioni multisensoriali olfattive e sarà illustrato l’affascinante percorso storico di queste commistioni.

A corredo di questo nuovo percorso, dal 15 novembre sarà in programma una rassegna cinematografica in cui i profumi, gli odori, le degustazioni e, in alcuni casi, – in modo scherzoso – anche solo il naso, sono protagonisti, e un incontro speciale ad ingresso libero, venerdì 18 novembre alle ore 17, con Maurizio Benzo, socio fondatore di OsmoTech: Profumi o puzze: è questione di chimica, a cui seguirà una visita guidata all’interno del percorso olfattivo.

Le origini del cinema profumato

La storia del cinema e quella dei profumi s’intrecciano fin dalle origini. È infatti del 1906 il primo tentativo di profumare una pellicola: Rose Parade fu impregnata di profumo di rose da Samuel Rothafel "Roxy" nel Forest City, il suo teatro in Pennsylvania, con dei batuffoli di cotone profumati posizionati di fronte a un ventilatore. Nel 1929, una compagnia teatrale americana chiamata Palooka Productions iniziò a girare un film interamente profumato, ma non ci sono notizie sulla sua uscita probabilmente a causa della Grande Depressione, anche se un giornalista giurò di aver sentito diversi odori nel teatro di posa. Anche il francese Arthur Meyer sviluppò un sistema di diffusione degli aromi tramite la ventilazione e lo sperimentò nel cinema New York Rialto, ma si rivelò costoso e inefficace.

C'erano due evidenti difetti nei primi tentativi della filmografia olfattiva: il rischio che il profumo fosse solo una distrazione e il fatto che le nuvole di profumo accumulate nei cinema creavano diversi problemi, perché il nostro naso ha difficoltà nel passare ad un nuovo profumo se non si è liberato delle molecole che hanno stimolato l'odore precedente.

Nel 1940 l'inventore svizzero Hans Laube inventò una macchina in grado di diffondere 32 odori diversi – incluse rose, cocco, catrame, fieno e pesche - grazie ad una rete di tubi connessi ad ogni sedile del teatro, così che gli aromi e il tempismo potessero essere regolati con più attenzione. Dopo la sua prima presentazione pubblica a New York, però, la polizia sequestrò tutto con la motivazione che un sistema simile fosse già stato brevettato negli USA.

I primi film profumati

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, l'industria cinematografica dovette affrontare la concorrenza della televisione, che stava rapidamente guadagnando popolarità negli Stati Uniti e nel resto del mondo. Registi e industriali, per richiamare il pubblico nei teatri, decisero di tentare con alcuni folli espedienti.

Nel 1940 anche Walt Disney si cimentò nel cinema profumato, ipotizzando un Fantasia aromatizzato, ma rinunciò a causa dei costi e infine lo produsse senza odori.

Nel 1943 un cinema a Detroit proiettò The Sea Hawk (M. Curtiz) film d'avventura con Errol Flynn, che utilizzava profumi come l'odore del catrame di una nave in partenza per creare atmosfera. Anche in Boom Town (J. Conway) ogni personaggio era caratterizzato da un profumo distintivo, come il tabacco per Clark Gable o il pino per Spencer Tracy. Negli anni Cinquanta tanti furono i geniali inventori che si scervellarono alla ricerca di una soluzione geniale: di nuovo Hans Laube, insieme a Bert Good, brevettò uno strumento per sincronizzare l'emissione di odori con le scene di un film: segnali ottici sulla pellicola attivavano una batteria di celle che generava aromi attraverso un filtro che permetteva di regolare la durata degli odori. Nel 1957 il visionario inventore e cineasta Morton Heilig creò una macchina Sensorama che proiettava pellicole in 3D insieme ad un suono stereo, aria e aromi, con l'obiettivo di creare un ambiente sensoriale immersivo. Le sue idee per aggiungere strati di stimoli sensoriali per aumentare una semplice rappresentazione cinematografica inaugurarono la strada che ci ha portato alle odierne esperienze di "realtà virtuale“. Solo un anno più tardi, Charles Weiss presentò al New York Hotel quello che sarà poi chiamato AromaRama. Nel 1959 Hans Laube tornò alla riscossa e insieme a Michael Todd Jr, figlio del produttore Micheal Todd, lanciò un nuovo sistema di profumazione chiamato Smell-O-Vision, già collaudato nel film Around the World in Eighty Days (M. Anderson, J. Farrow ) Ma Weiss con il suo AromaRama fu più rapido e con la pellicola La muraglia cinese (C. Lizzani) li battè sul tempo. Il New York Times, però, fece una caustica recensione dell'esperimento. Solo un mese dopo, lo Smell-O-Vision fece finalmente il suo debutto con il film The Scent of Mistery (J. Cardiff) al Cinestage di Chicago. Invece di utilizzare il sistema di ventilazione del teatro come AromaRama, Smell-O-Vision pompava da una serie di ventole poste sotto i sedili una trentina di aromi che svanivano rapidamente. La locandina del film recitava: Prima si sono mossi (1895)! Poi hanno parlato (1927)! Adesso profumano! Ma anche in questo caso le recensioni non furono postive, e così ancora una volta Laube finì per tornare in Europa senza il dolce profumo del successo...

La nascita dell’Odorama e le tecnologie avanzate

Dopo due decenni senza notizie di film aromatici, l'industria del cinema riprese la ricerca per incorporare gli odori nell'esperienza cinematografica attraverso approcci più semplici ed economici, come le Carte Odorama da grattare e annussare, usate ancora oggi.

Nel 1981 il regista John Waters realizzò Polyester, black comedy che utilizzava una nuova esperienza personale che lui chiamò Odorama, ispirato da Smell-O-Vision. Agli spettatori venivano date delle carte da grattare e annussare che corrispondevano a momenti del film. Nel 1984 a Baltimora venne inaugurato The Sensorium, un parco a tema da 40 milioni di dollari considerato il primo vero cinema 4D: aveva infatti sedili mobili e la possibilità di aromatizzare i film, ma chiuse dopo solo sei anni, perchè non conquistò il pubblico. Secondo il suo sfortunato creatore, Gary Goddard, il parco aveva solo bisogno di alcune montagne russe, ma la gestione era stata inamovibile sul non averne.

Nel 2005 alcuni ricercatori della Università di Huelva in Spagna sviluppano XMLSmell, un protocollo in grado di trasmettere odori. Negli stessi anni, la NTT Communications lancia il suo Fragrance Communications System in Giappone, sperimentato per la prima di The New World (T. Malick) con Colin Farrell: gli spettatori provarono una serie di aromi per sottolineare il loro senso di gioia, amore e tristezza, durante le scene chiave, ma anche odori degli oggetti mostrati sullo schermo. Questa era una grande innovazione, visto che per la prima volta gli odori erano utilizzati per affiancare, e non per rappresentare una pellicola.

Nel 2009 il primo cinema 4DX fa il suo debutto in Corea del Sud, con una tecnologia che aumenta l'esperienza cinematografica con effetti ambientali come sedili mobili, nebbia, vento e vari aromi.

Il 4DX ebbe così tanto successo tra il pubblico che nel 2014 si contavano oltre 14000 sedili 4DX in 91 cinema, sparsi per 23 paesi nel mondo.

Nel 2013 lo spagnolo Raúl Porcar crea Olorama, un sistema più semplice ed economico da installare del 4DX anche se non include i sedili mobili e altri effetti. Inizialmente sviluppato per uso domestico rilascia fino a 12 aromi quasi simultaneamente da piccoli diffusori  completi di cartucce profumate. Nel 2014 il 4DX fa il suo debutto a Los Angeles surclassando i cinema tradizionali.

Nel 2016 esce un documentario francese profumato, L'Odorat (K. Nguyen) che esplora la nostra relazione con gli odori attraverso la vita di una donna che ha perso il senso dell'olfatto in seguito ad un incidente. L'aromatizzazione della proiezione era supportata dalla tecnologia francese Scentys. Lo scorso marzo il 4DX fa il suo debutto a New York per Batman v Superman (Z. Snyder) con spettatori felicissimi di farsi prendere a pugni e farsi bagnare dalla pioggia.

CALENDARIO E SCHEDE DEI FILM

Martedì 15 novembre
h 17.00 Profumo - Storia di un assassino
Tom Tykwer, Francia, Germania, USA, 2006, 147’. Con Dustin Hoffman, Ben Whishaw.
Jean-Baptiste Grenouille ha un corpo che non emette nessun tipo di odore, ma per antitesi il suo olfatto è molto sviluppato.

Giovedì 17 novembre
h 17.00 La parte degli angeli
Ken Loach, Uk/Francia, 2012, 106' con Paul Brannigan, John Henshaw, Roger Allam.
Un giovane sbandato di Glasgow viene condannato ai servizi civili e scopre un talento inaspettato.

Venerdì 18 novembre
h 15.00 Cyrano de Bergerac
Jean-Paul Rappeneau, Francia 1990, 137’. Con Gérard Depardieu, Anne Brochet.
A Parigi nel 1640 il Cavalier Cyrano cerca di conquistare il cuore della bella Roxane. Cyrano è uno spadaccino molto particolare, diverso dai suoi coetanei e con un naso mostruoso.

h 17.00 Incontro speciale con Maurizio Benzo, socio fondatore di OsmoTech

Profumi o puzze: è questione di chimica. L'olfatto, il nostro strumento di sopravvivenza in ambiente ostile, per sfuggire i pericoli, cercare il cibo, trovare il/la partner.

A seguire, visita guidata al percorso olfattivo AL CINEMA COL NASO!

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria allo 0287242114 in orario d’ufficio

Domenica 20 novembre
h 15.00 Cineclub Family - Puzzole alla riscossa
Roger Kumble, USA, 2010, animaz., 92’.
Il costruttore Dan Sanders viene coinvolto in un progetto milionario che vedrà la realizzazione di un vasto complesso residenziale a discapito di una riserva naturale.

Venerdì 25 novembre

h 15.00 Il fischio al naso
Ugo Tognazzi, Italia, 1967, 108’. Con Ugo Tognazzi, Franca Bettoja.
L'industriale Giuseppe Inzerna, afflitto da un fastidioso sibilo alle vie respiratorie, trovandosi per affari nella clinica Salus Bank viene sottoposto ad esami, analisi e prime cure.

Domenica 27 novembre
h 19.00 Chocolate
Lasse Hallström, USA/UK, 2000, 121'. Con Juliette Binoche, Judi Dench, Jhonny Depp.
Un'esperta cioccolatiera si trasferisce in un piccolo paesino francese sconvolgendone la tranquilla vita.

Il programma dei film andrà avanti anche nel mese di dicembre. Per info consultare il sito www.cinetecamilano.it

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO E ORARI DEL PERCORSO AL CINEMA COL NASO
Intero € 5,50
Ridotto € 4,00
Bambino + adulto € 6,00

Il percorso è effettuabile dal martedì al venerdì alle ore 16, sabato e domenica alle ore 16 e alle ore 17.

Il prezzo del biglietto comprende Al cinema col naso, la visita al MIC, all’Archivio Storico dei Film e il film della programmazione giornaliera.


CINECLUB FAMILY. UNA RASSEGNA BESTIALE

Dal 4 dicembre all’8 gennaio

Dal 4 dicembre all’8 gennaio presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta CINECLUB FAMILY. UNA RASSEGNA BESTIALE, tutte le domeniche di dicembre e durante le festività natalizie alle ore 15 un film dedicato a tutta la famiglia con protagonisti animali d’ogni tipo e carattere!

Da segnalare un appuntamento speciale organizzato in occasione del nuovo percorso olfattivo del MIC, Al cinema col naso: giovedì 5 gennaio alle ore 15 20 bambini avranno la possibilità di partecipare al laboratorio Sogni d'ORTO a cura dell’associazione Vango Anch’Io. A seguire visita guidata al percorso olfattivo alla scoperta dei profumi e degli odori di alcune scene di film e la proiezione del divertentissimo Rudolph – Il cucciolo dal naso rosso (1998) di William R. Kowalchuk (nel calendario tutte le info).

All’interno del Cineclub, due film presentati in anteprima nazionale durante la nona edizione del Festival Piccolo Grande Cinema: Siv dorme fuori casa (2016) di Catti Edfeldt e Lena Hanno Clyne, presentato in anteprima nazionale durante la nona edizione del festival Piccolo Grande Cinema, favola ispirata ad Alice nel paese delle meraviglie, che racconta sensazioni di una bambina che per la prima volta dorme da un’amica, un’avventura visionaria che sicuramente non dimenticherà mai; e Molly Monster (2015), regia di Ted Sieger, Michael Ekblad e Matthias Bruhn, adattamento della già popolare serie tv omonima.

Gli altri film in programma: Pets (2016) di Chris Renaud e Yarrow Cheney, dal celebre studio che ha prodotto Cattivissimo me e Minions, una divertente avventura per ragazzi infarcita di referenze cinefile per soddisfare anche i genitori; Zootropolis (2016), regia di Byron Howard e Rich Moore, ultimo classico Disney acclamato dalla critica; Un gatto a Parigi (2010) di Jean-Loup Felicioli e Alain Gagnol, raffinato film d'animazione, un noir che conquisterà grande e piccini; Khumba – Cercasi strisce...disperatamente! (2013) di Anthony Silverston; il bellissimo La canzone del mare (2014) del nordirlandese Tomm Moore, che indaga attraverso mondi magici e fantastici i sentimenti umani, la solidarietà e la purezza dei bambini; Fantastic Mr. Fox (2009) di Wes Anderson, realizzato con l’animazione Passo Uno, i cui protagonisti sono pupazzi tridimensionali addobbati con costumi all’inglese che dialogano con sottile ironia tra scenografie coloratissime e realistiche; Nut job – Operazione noccioline (2014) di Peter Lepeniotis, una divertente declinazione per i più piccoli del genere “film del colpo grosso”; Il libro della giungla (2016) di Jon Favreau, nuova versione live action del classico per ragazzi con moderni effetti visivi ed un cast di doppiatori d'eccezione; Billy il Koala (2015) di Deane Taylor, personaggio protagonista di una fortunata serie di romanzi d'avventura scritti da Dorothy Wall molto amati dai bambini australiani; C’era un castello con 40 cani (1990) di Duccio Tessari e infine Babe maialino coraggioso (1995) di Chris Noonan, vincitore del premio Oscar per gli effetti speciali e del Golden Globe come miglior commedia, una parabola su tolleranza e diversità.

SCHEDE FILM E CALENDARIO

Domenica 4 dicembre
h 15.00 Il libro della giungla
Jon Favreau, USA, 2016, 105'. Con Neel Sethi.
Remake live action della pellicola d'animazione del 1967 a sua volta ispirata al romanzo di Rudyard Kipling.

Domenica 11 dicembre
h 15.00 Nut job – Operazione noccioline
Peter Lepeniotis, Usa/Canada, 2014, animaz., 90'.
Una banda di scoiattoli si prepara ad un grande colpo di noccioline.

Domenica 18 dicembre
h 15 Babe maialino coraggioso
Chris Noonan, Australia, 1995, 92'. Con James Cromwell, Magda Szubanski.
Un maialino salvato dal macello vuole diventare un cane pastore.

Lunedì 26 dicembre
h 15 Molly Monster
R.: Ted Sieger, Michael Ekblad, Matthias Bruhn, Germania/Svezia/Svizzera, 2015, 72'.
La piccola Molly sta per diventare sorella maggiore e attraverso un viaggio supererà la sua gelosia.

Martedì 27 dicembre
h 15 Billy il Koala
Deane Taylor, Australia, 2015, 93'
Dopo che il padre grande esploratore è scomparso da un anno Billy si avventurerà alla sua ricerca.

Mercoledì 28 dicembre
h 15 Zootropolis
Byron Howard, Rich Moore, USA, 2016, 108'.
In una metropoli di animali una coniglietta poliziotta dovrà risolvere un intricato caso con l'aiuto di una scaltra volpe.

Giovedì 29 dicembre
h 15.00 Khumba – Cercasi strisce...disperatamente!
Anthony Silverston, Sudafrica, 2013, 83'.
Una piccola zebra con solo metà del corpo a strisce parte per un'avventura alla ricerca di una sorgente d'acqua per essere accettato dalla comunità.
Venerdì 30 dicembre
h 15.00 La canzone del mare
Tomm Moore, Irlanda, 2014, animaz., 93'.
La storia di Ben e della sua sorellina Saoirse, l'ultima bambina foca, che si avventura in un viaggio fantastico attraverso un mondo di antiche leggende e magia nel tentativo di ritornare nella sua casa vicino al mare.

Sabato 31 dicembre
h 15.00 Fantastic Mr Fox
Wes Anderson, USA/Gran Bretagna, 2009, 88'.
Dopo anni di tranquillità Mr Fox cede ad i suoi istinti animali e razzia le fattorie del vicinato, mettendo in pericolo la sua famiglia.

Domenica 1 gennaio
h 15.00 Pets
Chris Renaud, Yarrow Cheney, USA, 2016, animaz., 98'.
Quando i padroni vanno al lavoro gli animali domestici cominciano la loro giornata.

Martedì 3 gennaio
h 15.00 Un gatto a Parigi
Jean-Loup Felicioli, Alain Gagnol, Francia, animaz., 2010.
Il gatto Dino vive una doppia vita. Di giorno è il docile e amabile gattino che fa compagnia a Zoe, una bimba di sei anni. Di notte invece si accompagna in scorribande sui tetti con Nico, un ladro gentiluomo. 

Mercoledì 4 gennaio
h 15.00 La canzone del mare
Tomm Moore, Irlanda, 2014, animaz., 93'. Replica

Giovedì 5 gennaio
h 15 Laboratorio per bambini Sogni d'ORTO a cura dell’associazione Vango Anch’Io
Un laboratorio ortistico alla scoperta dei profumi dell'orto. Esploreremo il mondo delle erbe aromatiche ed officinali e impareremo a riconoscerle e a scoprire le loro proprietà benefiche e salutari.
Creeremo e sorseggeremo delle tisane profumatissime. Insomma un laboratorio tutto da annusare da assaggiare. A seguire visita al percorso “Al cinema col naso” e la proiezione del bellissimo film d’animazione Rudolph – Il cucciolo dal naso rosso (William R. Kowalchuk, 1998)

Consigliato a partire dai 4 anni. Ingresso €10 a bambino. Prenotazione obbligatoria allo 0287242114 in orario d’ufficio. Il laboratorio verrà attivato al raggiungimento della quota minima di partecipanti.

Venerdì 6 gennaio
h 15.00 Pets
Chris Renaud, Yarrow Cheney, USA, 2016, animaz., 98'.  Replica

h 17.00 C’era un castello con 40 cani
Duccio Tessari, Italia, 1990, 98’. Con Peter Ustinov, Delphine Forest.
Bob eredita un castello e vi si trasferisce con la sua compagna e con il figlio adottivo Tom. Sul posto, il saggio veterinario e la bella Violetta lo aiuteranno a sventare un'odiosa speculazione immobiliare.

Sabato 7 gennaio
h 15.00 La canzone del mare
Tomm Moore, Irlanda, 2014, animaz., 93'. Replica

Domenica 8 gennaio
h 15.00 Siv dorme fuori casa
Catti Edfeldt e Lena Hanno Clyne, Svezia, 2016, 79’, v.o. sott. it. con lettura dal vivo dei dialoghi. Con Astrid Lövgren, Lilly Brown.
Quando Siv, sette anni, va per la prima volta a dormire dalla sua nuova compagna di classe tutto le appare strano e sconosciuto.

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Bambino + adulto: € 6,00 
Per il laboratorio SOGNI D’ORTO ingresso € 10 a bambino con prenotazione obbligatoria allo 0287242114 in orari d’ufficio.


EVENTO JAZZ
MEDIOLANUN

Lunedì 12 dicembre alle ore 21.15

Lunedì 12 dicembre alle ore 21.15 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presentaEVENTO JAZZ - MEDIOLANUN, una serata speciale in cui Zambrini-Dalla Porta-Roche Trio, formato da tre musicisti di grande talento ed esperienza, si esibiranno sul filo dell’improvvisazione per accompagnare dal vivo il film sperimentale Mediolanum (1933) di Ubaldo Magnaghi, restaurato dalla Cineteca e presentato in anteprima per la città di Milano.
La Fondazione Cineteca Italiana di Milano possiede la maggiore quantità di opere di Ubaldo Magnaghi, documentarista milanese nato nel 1903 e attivo tra gli anni ’30 e gli anni ’60. Di particolare interesse è il periodo che va dal 1932 al 1936, anni in cui Magnaghi esordisce nel documentarismo facendo tesoro delle avanguardie cinematografiche europee degli anni ’20, lavorando successivamente in grandi istituzioni nazionali come l'Incom e il Luce. Da un punto di vista artistico, l’attività culturale milanese negli anni trenta è molto vivace: stimolato dai diversi dibattiti sulle sperimentazioni in campo cinematografico, Magnaghi si inserisce nel documentarismo italiano senza dimenticare l’esperienza delle avanguardie cinematografiche europee degli anni venti. Il periodo milanese di Magnaghi (1932-1936), alimenta le evoluzioni della poetica e dello stile del regista, e proprio qui si situa una delle sue prime produzioni, Mediolanum (1933), che mostra il tentativo di uscire da un documentarismo troppo lineare.

LA SERATA

Lunedì 12 dicembre
h 21.15 Mediolanum
Ubaldo Magnaghi, Italia, 1933.
Accompagnamento dal vivo eseguito da Zambrini-Dalla Porta-Roche Trio.
Antonio Zambrini - pianoforte; Paolino Dalla Porta - contrabbasso; Manhu Roche - batteria.
Film restaurato da Fondazione Cineteca Italiana, in anteprima per la città di Milano. L’incontro tra questi tre musicisti di grande talento ed esperienza si sviluppa sul filo dell’improvvisazione e della proposta di
composizioni originali. In questa occasione il trio accompagna dal vivo il film sperimentale Mediolanum, realizzato dal regista milanese Ubaldo Magnaghi sulle guglie del Duomo.

Segue brindisi e panettone natalizio!

Biglietto unico € 8. Prenotazione obbligatoria allo 0287242114 in orario d’ufficio

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

 

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto unico € 8. Prenotazione obbligatoria allo 0287242114 in orario d’ufficio


TENZIN PALMO
LA SPIRITUALITÀ AL FEMMINILE

Presentazione del primo libro italiano sugli insegnamenti di Tenzin Palmo con incontro con l’autore Jacques Vigne e 3 docu-film in anteprima milanese

Dal 13 al 18 dicembre 2016

Dal 13 al 18 dicembre 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana, in collaborazione con MC Editrice, presenta TENZIN PALMO - LA SPIRITUALITÀ AL FEMMINILE, rassegna in tre docu-film in anteprima milanese organizzata in occasione dell’uscita del libro Tenzin Palmo. Gli insegnamenti di una maestra del buddhismo tibetano trascritti e commentati da Jacques Vigne (MC Editrice, 2016).

Tenzin Palmo è il primo libro italiano sugli insegnamenti di una delle prime donne occidentali ad essere ordinata monaca del buddhismo tibetano e a ricevere il titolo di Venerabile Maestra, e sarà presentato al MIC giovedì 15 dicembre alle ore 17.30 alla presenza dell’autore, ricercatore e psichiatra francese Jacques Vigne e di Michela Bianchi, fondatrice e direttrice di MC Editrice. Il libro è un’opportunità per avvicinare, attraverso le parole vive dell’esperienza, il pensiero buddhista nella tradizione tibetana dal punto di vista di una spiritualità femminile.

Accanto alla presentazione del libro, la Cineteca propone tre documentari in anteprima milanese, due che raccontano il percorso esemplare di Tenzin Palmo, e uno dedicato alla figura del grande saggio Vijayânanda, medico francese (1914-2010) maestro dello stesso Vigne, che dopo un incontro con la saggia indiana Ma Anandamoyi abbandonò tutto e cominciò una vita itinerante alla ricerca di se stesso; Una donna straordinaria / Une femme remarquable (Sabine Michelin Pigeon, 2013), appassionante intervista dove Tenzin Palmo racconta il percorso verso la Realizzazione del Sé; Una grotta nella neve / Cave in the Snow (Liz Thompson, 2002) che ricostruisce le tappe della vita straordinaria di Diane Perry - nota in tutto il mondo col nome di Tenzin Palmo, e Vijayânanda. Un cammino di saggezza (Olivier e Luc Maréchaux, 2001), dedicato invece alla figura del grande grande saggio e maestro di Jacques Vigne.

Tenzin Palmo
Londinese, una delle prime occidentali a essere ordinata monaca buddhista, Tenzin Palmo ha passato 12 anni in solitudine, vivendo in una grotta nella foresta himalayana. Successivamente ha creato il monastero femminile Dongyu Gatsal Ling, ridando vita a quella tradizione del monachesimo delle donne che era stata molto importante nella tradizione tibetana. Anche per questo, nel 2008 ha ricevuto il titolo di Jetsumma, Venerabile Maestra.

“Essendo nata in Occidente, rileva Jacques Vigne, “Tenzin Palmo comprende intuitivamente i nostri limiti di comprensione del buddhismo ed è in grado di tradurre in termini semplici gli insegnamenti che possono aiutarci nella vita quotidiana”.

Le parole di Tenzin Palmo hanno il valore dell’esperienza, contengono e trasmettono una particolare energia e in maniera semplice e diretta. 

“Ciò che rende gradevole e autentico il rapporto con lei”, dice ancora Vigne, “è proprio il suo modo di mettersi in relazione: non si pone mai su un piedistallo come a volte alcuni insegnanti spirituali tendono a fare”.

C’è molta energia femminile in questo approccio, sempre attento al mondo in cui viviamo: “penso che coloro che sono in grado di trasformare e coniugare la spiritualità con il quotidiano possono raggiungere la meta”.

Nel libro che verrà presentato da Jacques Vigne, sono raccolti i suoi insegnamenti sui “Sette punti di addestramento della mente” raccolti dal vivo dallo stesso Vigne nel corso di due recenti seminari tenuti in India: testo fondamentale del buddhismo, il Lojong o Addestramento della mente, è un’antica raccolta di precetti che permettono di trasformare ogni situazione, positiva o negativa, in un’opportunità di apertura e di evoluzione interiore.  Si tratta di come educare la mente e cambiare le abitudini che ci procurano sofferenza. Vengono inoltre riportate le molte domande dei partecipanti e le risposte fornite da Tenzin Palmo che indicano la strada per coltivare la pace interiore in un mondo che ci mette alla prova.

Jacques Vigne, ricercatore e psichiatra francese, vive da oltre vent’anni in India. È stato discepolo di Vijayananda e ha seguito il percorso di Tenzin Palmo. È autore di importanti opere che, attraverso una elaborazione personale tra fonti antiche e insegnamenti di maestri contemporanei, stabiliscono un ponte tra la scienza occidentale e la filosofia indiana.

Tra le opere di J. Vigne, tutte pubblicate in Italia da MC EDITRICE: Vijayânanda, Un medico francese in Himalaya, Milano 2007; Anoressia e conoscenza interiore, Milano 2010;

Meditazione, emozioni e corpo cosciente, Milano 2012; 
Dalla depressione alla rinascita, Milano 2013;
Guarire con il sole e con la terra, Milano 2014;
L’urgenza di una meditazione laica, Milano 2015;
Il gioco delle parole aperte, Milano 2015

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Martedì 13 dicembre

h 17 Una donna straordinaria / Une femme remarquable – Anteprima milanese
Regia, montaggio: Sabine Michelin Pigeon, 2013, 50’. v. o. con sott. it.
In un’intervista Tenzin Palmo parla della sua esperienza e della sua opera appassionata a favore dell’istruzione delle aspiranti monache, cui sono tradizionalmente preclusi i più alti titoli monastici. La saggia risponde con semplicità a numerose domande su come si possa trasformare la mente e il cuore in vista dell’autorealizzazione.    

Mercoledì 14 dicembre

h 15 Vijayânanda. Un cammino di saggezza – Anteprima milanese
Regia: Olivier e Luc Maréchaux, 2001, 48’, v.o. con sott. it.  Int.: Swami Vijayânanda, A. Desjardins, J. Vigne, Sri Mahesh
Medico francese (1914-2010), abbandona da giovane la famiglia e una brillante professione, folgorato dall’incontro con la saggia indiana Ma Anandamoyi. Ha avuto molti discepoli, tra i quali si annovera anche Jacques Vigne, che sarà ospite del MIC all’incontro di giovedì 15 dicembre.

Giovedì 15 dicembre

h 15 Una donna straordinaria / Une femme remarquable – Anteprima milanese
Regia, montaggio: Sabine Michelin Pigeon, 2013, 50’. v. o. con sott. it.
Replica

h 17.30 Presentazione del libro Tenzin Palmo. Gli insegnamenti di una maestra del buddhismo tibetano trascritti e commentati da Jacques Vigne (MC Editrice, 2016)
Incontro con l’autore Jacques Vigne, ricercatore e psichiatra francese, autore di importanti opere che stabiliscono un ponte tra la scienza occidentale e la filosofia indiana. È stato discepolo di Vijayânanda e ha seguito il percorso di Tenzin Palmo.
Sarà presente Michela Bianchi, fondatrice e direttrice di MC Editrice, che ha fatto conoscere il pensiero di J. Vigne in Italia pubblicando parecchi dei suoi saggi, come Vijayânanda. Un medico francese in Himalaya (2007), Meditazione, emozioni e corpo cosciente (2012), Dalla Depressione alla Rinascita. Un percorso psicoterapeutico e spirituale (2013), L’urgenza di una meditazione laica (2015), Il gioco delle parole aperte (2015).

A seguire

Una grotta nella neve / Cave in the Snow – Anteprima milanese
Regia: Liz Thompson, 2002, 52’, v. o. con sott. it.  Int.: Tenzin Palmo, SS 14° Dalai Lama
Il film ricostruisce le tappe della vita straordinaria di Diane Perry (Londra 1943), una delle prime occidentali ordinata monaca buddhista e oggi leader spirituale nota in tutto il mondo col nome di Tenzin Palmo: dall’incontro col Guru e dal ritiro per 12 anni in una grotta della foresta himalayana, fino alla creazione del monastero femminile Dongyu Gatsal Ling.

Sabato 17 dicembre

h 17 Vijayânanda. Un cammino di saggezza – Anteprima milanese
Regia: Olivier e Luc Maréchaux, 2001, 48’, v.o. con sott. it.  Int.: Swami Vijayananda, A. Desjardins, J. Vigne, Sri Mahesh
Replica

Domenica 18 dicembre

h 17 Una grotta nella neve / Cave in the Snow – Anteprima milanese
Regia: Liz Thompson, 2002, 52’, v. o. con sott. it.  Int.: Tenzin Palmo, SS 14° Dalai Lama
Replica

h 19 Una donna straordinaria / Une femme remarquable – Anteprima milanese
Regia, montaggio: Sabine Michelin Pigeon, 2013, 50’. v. o. con sott. it.
Replica

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto d’ingresso intero: € 5,50
Biglietto ridotto: € 4,00
Biglietto bambino + adulto: € 6,00


PRIMA DELLA PRIMA
Martedì 6 e mercoledì 7 dicembre 2016

Mercoledì 7 dicembre 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema e lo Spazio Oberdan, Fondazione Cineteca Italiana, all’interno di Madama Butterfly in città organizzato da Comune di Milano e Edison, propone la prima della stagione 2016/2017 del Teatro alla Scala, e martedì 6 dicembre al MIC organizza PRIMA DELLA PRIMA.

Due i film in programma al MIC martedì 6 dicembre in attesa della prima del Teatro alla Scala: La mia Geisha (1962) di Jack Cardiff, originale e divertente commedia che racconta la storia di un regista insoddisfatto che decide di andare in Giappone a girare una nuova versione della tragedia in tre atti del 1904 che quest’anno darà il via alla stagione del Teatro alla Scala; e il misterioso M. Butterfly (1993) di David Cronenberg, dove l’amore passionale e folle per una cantante d’opera porterà alla pazzia un diplomatico francese, interpretato da Jeremy Irons.

Mercoledì 7 dicembre sul grande schermo del MIC e dello Spazio Oberdan il pubblico potrà assistere al meraviglioso spettacolo di Madama Butterfly, diretto da Riccardo Chailly e con la regia di Alvis Hermanis, le musiche di Giacomo Puccini e il libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Martedì 6 dicembre - MIC

h 15.00 La mia Geisha
Jack Cardiff, USA, 1962, 120’. Con Edward G. Robinson, Shirley McLaine.
Lucy Dell è una famosa attrice, moglie di un regista insoddisfatto di vivere all'ombra di lei. Quando questi riesce a ottenere la regia della Madame Butterfly, da girare in Giappone con un'attrice locale, la moglie lo segue a sua insaputa e riesce a ottenere la parte fingendosi giapponese.

h 17.00 M. Butterfly
David Cronenberg, Canada/USA, 1993, 110’. Con Jeremy Irons, John Lone.
Siamo nel 1964. René Gallimard, diplomatico francese in Cina, si innamora di Song, una diva dell'Opera di Pechino, che ne approfitta per carpirgli segreti militari. Rispedito in Francia, la incontra di nuovo e, credendo di salvare il figlio che si convince di aver avuto da lei, le passa documenti top secret. Processato, Gallimar scopre che Song è in realtà un uomo.

Mercoledì 7 dicembre – MIC e Spazio Oberdan

h 18.00 Madama Butterfly – Diretta dal Teatro alla Scala
Tragedia giapponese in due atti.
Libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, musica di Giacomo Puccini. Direttore Riccardo Chailly, Regia di Alvis Hermanis.

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto d’ingresso intero: € 5,50
Biglietto ridotto: € 4,00

Per la Prima del Teatro alla Scala presso il MIC ingresso libero con prenotazione obbligatoria allo 0287242114. Allo Spazio Oberdan, invece, non bisogna prenotare.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

    Ti piace questo articolo? Condividilo


    News Evento


    Ti potrebbe interessare anche:

    loading...
    loading...
    SCEGLI I SERVIZI DISPONIBILI NEL COMUNE DI MILANO
    dove-dormire.png dove-mangiare drink-and-coffee
        ( )
    Data ultimo aggiornamento pagina 2016-11-30 17:20:17
    Inserito da Michela Gesualdi
    Attenzione!!! Le notizie riportate in questa pagina sono state reperite su internet o gentilmente fornite da Enti Pubblici o Privati. Vi suggeriamo di verificare date, orari e programmi, che potrebbero variare o non essere corretti, contattando gli organizzatori o visitando il sito ufficiale dell'evento. Grazie Lo Staff Web Up Italia