Settembre 2016
eventiesagre.it
Settembre 2016
Numero Evento: 21116776
Eventi Cinema
Mic Museo Interattivo Del Cinema
Fondazione Cineteca Italiana
Dal: 20/09/2016
Al: 23/10/2016
Dove:
Logo Comune
Viale Fulvio Testi, 121
Milano
Lombardia - Italia
Per maggiori informazioni
Tel.: 02 87242114
Fonte
Museo Interattivo del Cinema
Scheda Evento
eventiesagre_autunno_trezzanese
Eventiesagre_Oggi_Nazionale
La Cassa 5x1 Nazionale
Italcredi 15 giugno Nazionale
Mic Museo Interattivo Del Cinema
Fondazione Cineteca Italiana
Da Martedì 20 Settembre a Domenica 23 Ottobre 2016 - dalle ore 21:00
Mic Museo Interattivo Del Cinena - Viale Fulvio Testi, 121 - Milano (MI)
Mic Museo Interattivo Del Cinema - Milano

AMERICANI ARRABBIATI:
6 BIOGRAFIE

Dal 20 al 29 settembre

Dal 20 al 29 settembre 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta AMERICANI ARRABBIATI: 6 BIOGRAFIE, sei storie di grandi uomini che hanno segnato attraverso il loro spirito sovversivo e le loro ideologie ribelli gli anni Sessanta del secolo scorso: Jackson Pollock, Andy Warhol, Edward Hopper, Charles Bukowski, Mark Rothko e Muhammad Alì.

Da non perdere l’evento speciale che si terrà sulla Terrazza MIC venerdì 23 settembre alle ore 21.15 con la proiezione del film di John Dullagham, Bukowski, e degustazione di birra americana per tutti i presenti: il doc racconta attraverso rare immagini d’archivio e interviste alla moglie, alla figlia, e ad amici e colleghi, la vita del folle genio.

In rassegna un omaggio all’arte di Edward Hopper con il film visionario di Gustav Deutsch, Shirley – Vision of Reality (2013), film sperimentale che attraverso tredici quadri che prendono vita ci racconta la storia americana dagli anni ’30 agli anni ’60, e uno a Jackson Pollock nel documentario di Kim Evans (1987), che ci conduce nel suo mondo, alla scoperta dell’action painting.

In Rothko’s Room (2008) David Thompson, attraverso un linguaggio visivo capace di emozionare fin nel profondo, racconta l’arte e la vita di un artista tanto sublime quanto misterioso. Davvero da non perdere Factory Girl (2006) di George Hickenlooper, ritratto della musa di Andy Warhol, Edie Sedgwick, dalla sua ascesa al suo declino, ragazza fragile contesa fra il mondo dell’arte e del rock&roll. In programma, infine, il bellissimo doc Quando eravamo re (Leon Gast, 1996), vincitore del Premio Oscar 1996, sul match leggendario avvenuto nel 1974 a Kinshasa nello Zaire, tra Mohammed Ali, sfidante e George Foreman, detentore del titolo.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Martedì 20 settembre
h 17.00 Shirley – Vision of Reality
Gustav Deutsch, Austria, 2013, 89’, v.o.sott.it.
Un omaggio all’arte di Edward Hopper e alla vita quotidiana statunitense dagli anni Trenta agli anni Sessanta attraverso la messa in scena di tredici dei suoi dipinti con una protagonista femminile, Shirley, personaggio ispirato a Joséphine, la moglie di Hopper.

Venerdì 23 settembre
h 15.00 Jackson Pollock
Kim Evans, USA, 1987, 52’, v.o. sott. it.
Un documentario che ci conduce nel mondo di Jackson Pollock, che ritrae il mito di un artista capace di rivoluzionare il mondo dell’arte.

h 17.00 Quando eravamo re
Leon Gast, USA, 1996, 90’. Con Muhammad Alì, Spike Lee.
Il 30 ottobre 1974 va in scena una dei più grandi match della storia del pugilato: Muhammad Alì contro George Foreman. Alì è trascinato dalla folla africana festante, che sogna di vedere il suo eroe riconquistare il titolo mondiale. 

h 21.15 Evento speciale sulla Terrazza MIC - Bukowski
John Dullagham, USA, 2004, 90’, v.o.sott.it.. Con Charles Bukowski, Sean Penn.
Oltre a rare e bellissime immagini d’archivio, questo documentario raccoglie interventi della moglie di Bukowski, della figlia, dei suoi amici e colleghi e anche omaggi al grande scrittore di Sean Penn, Bono e altri.

Degustazione di birra per tutti i presenti!

Ingresso unico € 8, prenotazione obbligatoria allo 0287242114

Sabato 24 settembre
h 15.00 Shirley – Vision of Reality
Gustav Deutsch, Austria, 2013, 89’, v.o.sott.it. Replica

h 17.00 Rothko’s Room
David Thompson. USA, 2008, 60’, v.o. sott. it.
Una cronaca della vita e dell’arte sublime di Mark Rothko raccontate con un linguaggio visivo concepito per trasmettere emozioni con il massimo della forza espressiva.

Domenica 25 settembre
h 15.00 Jackson Pollock
Kim Evans, USA, 1987, 52’, v.o. sott. it. Replica

h 17.00 Bukowski
John Dullagham, USA, 2004, 90’, v.o.sott.it.. Con Charles Bukowski, Sean Penn. Replica

h 19.00 Factory Girl
George Hickenlooper, USA, 2006, 91’. Con Sienna Miller, Guy Pearce.
Ascesa e declino di Edie Sedgwick, celebre icona della cultura pop americana e musa di Andy Warhol che la scelse come interprete di numerosi suoi film.

Martedì 27 settembre
h 15.00 Rothko’s Room
David Thompson. USA, 2008, 60’, v.o. sott. it. Replica

h 17.00 Shirley – Vision of Reality
Gustav Deutsch, Austria, 2013, 89’, v.o.sott.it. Replica

Giovedì 29 settembre
h 15.00 Bukowski
John Dullagham, USA, 2004, 90’, v.o.sott.it.. Con Charles Bukowski, Sean Penn. Replica

h 19.00 Jackson Pollock
Kim Evans, USA, 1987, 52’, v.o. sott. it. Replica

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto d’ingresso intero: € 5,50
Biglietto ridotto: € 4,00
Per l’evento speciale di venerdì 23 settembre alle ore 21.15 ingresso unico € 8 con prenotazione obbligatoria allo 0287242114


MARLENE DIETRICH
Dal 30 settembre al 21 ottobre

Dal 30 settembre al 21 ottobre 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta MARLENE DIETRICH, un omaggio in 15 film dedicato alla grande attrice volto-icona del cinema di ogni tempo, donna fatale, dolente, generosa e pronta a tutto che ancora oggi vive nella nostra memoria.

Più di cento anni fa (1901), nasceva in Germania la più ambigua delle “femme fatale”, Marlene Dietrich. Di lei Ernest Hemingway, suo grande amico, disse: «Se non avesse nient’altro che la voce potrebbe spezzarti il cuore. Ma ha anche un corpo stupendo e il volto di una bellezza senza tempo.» Dopo gli studi alla scuola Max Reinhardt di Berlino, la Dietrich iniziò a lavorare alternando teatro e cinema, ma in piccole parti. Finché a notarla non fu Joseph von Sternberg, che le affidò il ruolo di Lola-Lola, la cantante di cabaret in calze nere a rete che fa impazzire l’austero professor Unrath in L’angelo azzurro (1930). Da quel momento la sua carriera spiccò il volo. Trasferitasi a Hollywood in fuga dalla Germania nazista – e, benché a lungo desiderata, nel suo paese natale non sarebbe più tornata, meritandosi l’accusa di tradimento -, la Dietrich finì ben presto col diventare sinonimo di una figura femminile ammaliatrice, libera, disinibita, angelo e demone al tempo stesso. Una figura dotata di un ambiguo erotismo androgino, la cui mascolinità piaceva alle donne e la cui sensualità stregava gli uomini.

L’omaggio a lei dedicato si compone di un documentario e 14 lungometraggi, tutti grandi film firmati da maestri della settima arte: oltre al già citato L’angelo azzurro di Josef von Sternberg saranno riproposte le sue opere migliori, come Capriccio spagnolo, settimo e ultimo film del sodalizio Sternberg-Dietrich, un raffinatissimo delirio perverso e disumanizzato di decadentismo barocco che culmina nella famosa scena del duello; Disonorata, dove la Dietrich interpreta una prostituta ingaggiata dai servizi segreti come spia, algida e coraggiosa ma non immune all’amore; Marocco, grande storia d’amore fra una cantante di cabaret e un legionario; Shangai Express, struggente storia di un amore ritrovato; e infine Venere bionda, in cui a quella della Dietrich si affiancano le magistrali interpretazioni di Herbert Marshall e Cary Grant in un intreccio familiare pieno di fraintendimenti.

In calendario, poi, Angelo, storia piena di equivoci e complicazioni, la più drammatica e cattiva delle commedie sofisticate di Ernst Lubitsch e Desiderio di Frank Borzage, dove la Dietrich interpreta un’affascinante ladra che cede all’amore. Non potevano mancare due bellissimi film di Billy Wilder dove la Dietrich è protagonista: Scandalo internazionale, irridente e amara commedia in cui il regista mette alla berlina il puritanesimo USA alle prese con la Germania, sconfitta e in rovina e Testimone d’accusa, thriller ad alta tensione che abbina supense e colpi di scena, inganni ed equivoci.

In rassegna un titolo dove a dirigerla è Orson Welles, L’infernale Quinlan, in cui la Dietrich vi recitò un po’ per caso, come racconta la leggenda; uno in cui la diresse Fritz Lang, il grande western Rancho Notorius; uno sotto la regia del maestro del suspence Alfred Hitchcock, Paura in palcoscenico e infine un titolo diretto da Henry Koster, Il viaggio indimenticabile, dove la Dietrich recita per la seconda volta affianco a James Stewart.

A completare il programma, il documentario Marlene Dietrich – Her Own Song, che si sofferma su un aspetto particolare e meno conosciuto della sua vita: l’impegno civile e politico che la spinse a sospendere la sua carriera, allora all’apice, per dedicarsi agli spettacoli in sostegno delle truppe alleate durante la Seconda guerra mondiale.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Venerdì 30 settembre
h 15 Marlene Dietrich – Her Own Song
David Riva, Germania, 2001, b/n, 100’, v.o. sott. it. Con Marlene Dietrich.
Documentario che si sofferma su un aspetto particolare della vita di Marlene Dietrich: l'impegno civile contro il nazismo e il sostegno alle truppe alleate durante la Seconda Guerra Mondiale.
h 17 Venere Bionda
Josef von Sternberg, USA, 1932, b/n, 80’, vers. orig. inglese. Con Marlene Dietrich, Cary Grant.
Lo scienziato americano Edward  nel corso di un viaggio di lavoro in Germania si innamora e sposa Helen, cantante di night-club. La felicità della coppia verrà interrotta dalla malattia di Edward, che costringerà la moglie a tornare a lavorare in un night per pagare le costosissime cure.
h 19 L’infernale Quinlan
Orson Welles, liberamente tratto dal romanzo Badge if Evil di Whit Masterson. USA, 1958, b/n, 93’. Con Marlene Dietrich, Orson Welles.
Sullo sfondo di una piccola città di frontiera fra Messico e USA, lo scontro senza esclusione di colpi fra due poliziotti con un’opposta visione della legge.

Sabato 1 ottobre
h 15 Marocco 
Josef von Sternberg, dalla commedia Amy Jolly di Benno Vigny. USA, 1930, b/n, 90’. Con Marlene Dietrich, Gary Cooper.
Amy Jolly, cantante di cabaret nel Marocco spagnolo, è divisa tra un ricco pittore dilettante e un fascinoso legionario francese.
h 17 Scandalo internazionale
Billy Wilde, USA, 1948, 116’. Con Marlene Dietrich, Jean Arthur.
Nel 1946 una commissione del Parlamento di Washington giunge a Berlino per un’inchiesta sulla fraternizzazione tra americani vincitori e tedeschi sconfitti.

Domenica 2 ottobre
h 17 L’angelo azzurro 
Josef von Sternberg, dal romanzo Il professor Unrat di H. Mann, Germania, 1930, b/n, 105’, v.o.sott.it.
Con Marlene Dietrich, Emil Jannings.
Un anziano professore si innamora della cantante Lola che lavora al cabaret "L'Angelo azzurro". Riesce a sposarla e ne diventa schiavo, al punto di perdere ogni dignità e di precipitare nella più abietta disperazione.
h 19.00 Paura in palcoscenico
Alfred Hitchcock, USA, 1950, 110’. Con Marlene Dietrich e Jane Wyman.
Johnny è sospettato di aver ucciso il marito della sua amante Carlotta, nota stella del varietà. Chiede aiuto all'amica Vera, dicendole che in realtà è Carlotta la colpevole. Il caso si risolverà drammaticamente in un teatro.

Martedì 4 ottobre
h 15.00 Rancho Notorious
Fritz Lang, USA, 1952, 90’. Con Marlene Dietrich, Mel Ferrer.
Il cowboy Vern è in cerca dell'uomo che ha violentato ed ucciso la sua fidanzata. La sua sete di giustizia lo porterà a un ranch abitato esclusivamente da criminali, capitanati dalla sensuale Altar Kane.

Mercoledì 5 ottobre
h 15.00 Desiderio
Frank Borzage, USA, 1936, b/n, 89’. Con Marlene Dietrich, Gary Cooper.
La ladra Madeleine de Beaupre ruba una collana di perle e, per sfuggire a un controllo, la fa scivolare nelle tasche di Tom Bradley, un giovane ingegnere in vacanza. L'unico scopo di Madeleine è quello di recuperare il gioiello, ma, non resiste al fascino di Tony e se ne innamora. 

Giovedì 6 ottobre
h 17.00 Shanghai Express
Josef von Sternberg, USA, 1932, b/n, 80’. Con Marlene Dietrich, Anna May Wong.
Sullo sfondo di una Cina sconvolta dalla guerra civile, il viaggio del treno Pechino-Shanghai, nella cui lussuosa prima classe un medico inglese ritrova Shanghai Lily, prostituta d’alto bordo di cui si era perdutamente innamorato anni prima.

Venerdì 7 ottobre
h 17 Il viaggio indimenticabile
Henry Koster, UK, 1951, b/n, 98’. Con Marlene Dietrich e James Stewart.
Theodore Honey, scienziato aereonautico, dopo attenti studi ha individuato che i moderni aerei di linea "Reindeer"  rischiano di precipitare dopo 1440 ore di volo. Inviato sul luogo di un incidente il professore scopre che l'aereo sul quale sta viaggiando sta raggiungendo proprio la soglia di usura!

Sabato 8 ottobre
h 17 Capriccio spagnolo
Josef von Sternberg, dal romanzo La Femme et le pantin di Pierre Louys, USA, 1935, b/n, 85’. Con Marlene Dietrich, Lionel Atwill.
Siviglia, primi anni del ‘900. La venditrice di sigari Conchita attira con il suo fascino tutti gli uomini che le capitano a tiro, trattandoli come burattini: prima il maturo Don Pasquale, poi il giovane amico di questo, Antonio, finiranno in rovina per i suoi capricci.

Domenica 9 ottobre
h 17 Disonorata
Josef von Sternberg, USA, 1931, b/n, 91’. Con Marlene Dietrich, Victor McLaglen.
A Vienna, durante la Prima guerra mondiale, una prostituta accetta di trasformarsi in spia per conto dell'Austria. Sfruttando la sua avvenenza riesce a ottenere importanti informazioni segrete, ma finirà per innamorarsi dell’ufficiale russo Kranau.

Mercoledì 12 ottobre
h 17 Testimone d’accusa
Billy Wilder, USA, 1957, b/n, 114’. Con Tyrone Power, Marlene Dietrich.
Sir Wilfrid Roberts dovrebbe smetterla di fare l'avvocato, ma c'è un caso che lo attira irresistibilmente: una donna che con la sua testimonianza potrebbe far condannare il marito accusato di omicidio.

Venerdì 14 ottobre
h 15 Angelo
Ernst Lubitsch, USA, 1937, b/n, 98’. Con Marlene Dietrich, Herbert Marshall.
Trascurata dal marito, Lady Maria va in vacanza a Parigi dove conosce un ricco corteggiatore che è, tra l'altro, un conoscente del marito. Dopo equivoci, contrasti e imbarazzi, tutto rientra nell'ordine.

Sabato 15 ottobre
h 17.30 Capriccio spagnolo
Josef von Sternberg, dal romanzo La Femme et le pantin di Pierre Louys, USA, 1935, b/n, 85’. Con Marlene Dietrich, Lionel Atwill.
Replica

Domenica 16 ottobre
h 17 Marlene Dietrich – Her Own Song
David Riva, Germania, 2001, b/n, 100’, v.o. sott. it. Con Marlene Dietrich.
Replica

Venerdì 21 ottobre
h 19 L’angelo azzurro 
Josef von Sternberg, dal romanzo Il professor Unrat di H. Mann, Germania, 1930, b/n, 105’, v.o.sott.it.
Con Marlene Dietrich, Emil Jannings.
Replica

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto d’ingresso intero: € 5,50
Biglietto ridotto: € 4,00


CINECLUB FAMILY
Dal 2 al 23 ottobre

Dal 2 al 23 ottobre presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta CINECLUB FAMILY, tutte le domeniche di ottobre alle ore 15 un appuntamento per tutta la famiglia con tre recenti successi e un revival.

Si parte domenica 2 ottobre con uno dei capolavori di animazione di questa stagione che ha fatto ridere grandi e piccini, Zootropolis (2016), che affronta un tema attualissimo, l’uso della paura come strumento di governo e il binomio natura/cultura, attraverso una sceneggiatura brillante e divertente, una regia esplosiva e una caratterizzazione dei personaggi/animali più che riuscita.

In occasione della FESTA DEI NONNI, i bambini che arriveranno accompagnati dai loro nonni avranno diritto a un ingresso gratuito, e i nonni ridotto.

La domenica successiva è la volta di Pedro Galletto Coraggioso (2015), animazione di produzione messicana con protagonista un pulcino con il sogno di diventare un grande combattente, pellicola di grande originalità che in Messico ha sbancato il botteghino.

Il terzo appuntamento è invece con un meraviglioso revival, La volpe e la bambina (2007), una favola che racconta l’amicizia speciale fra una volpe e una bambina che ricorda molto Il piccolo principe, un film che chiede allo spettatore di fermarsi, concentrarsi, godersi lo spettacolo della natura a cui si trova di fronte e per un’ora e mezza concedersi una pausa dalla frenesia dei nostri tempi.

E infine, chiude il programma di Cineclub Family di ottobre Robinson Crusoe (2016), dove il grande classico di Defoe si trasforma in una fiaba di amicizia raccontata dal pappagallo Venerdì.

SCHEDE FILM E CALENDARIO

Domenica 2 ottobre
h 15.00 Zootropolis
Byron Howard, Rich Moore, Jared Bush, USA, 2016, animazione, 108’
Judy Hopps è una coniglietta membro del corpo di polizia di Zootropolis, metropoli in cui animali di ogni razza convivono serenamente. D ecisa a dimostrare il suo valore, Judy si lancia nella risoluzione di un caso misterioso per cui dovrà lavorare al fianco di una volpe loquace e truffaldina.
In occasione della festa dei nonni i bambini accompagnati dal nonno/nonna entreranno gratis, mentre i nonni avranno diritto a un ingresso ridotto.

Domenica 9 ottobre
h 15.00 Pedro Galletto Coraggioso

Gabriel Riva, Palacio Alatriste, Messico, 2015, animazione, 98’
Pedro fin da pulcino ha il sogno di diventare un combattente. Quando finalmente l’occasione arriva intraprende un viaggio per trovare un leggendario allenatore che lo aiuterà a salvare la fattoria.

Domenica 16 ottobre
h 15.00 La volpe e la bambina
Luc Jacquet, FR 2007, 90’
Una bambina dai capelli rossi, nelle sue passeggiate nel bosco, incontra una volpe ed impara a conoscerla e amarla. Il film suggerisce la contemplazione, lenta e posata, dei ritmi della foresta e della vita degli animali.

Domenica 23 ottobre
h 15.00 Robinson Crusoe
Vincent Kesteloot, Ben Stassen, Belgio, 2016, animazione, 90’.
La vera storia del naufrago Robinson Crusoe raccontata dal pappagallo Venerdì che sull'isola è diventato il suo migliore amico.

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Bambino + adulto: € 6,00 
Domenica 2 ottobre, in occasione della festa dei nonni, i bambini accompagnati dal nonno/nonna entreranno gratis e i nonni avranno diritto a un biglietto ridotto.


CINEMA, POVERTÀ E LIBERTÀ: TONINO DE BERNARDI
Dal 5 al 16 ottobre

Dal 5 al 16 ottobre 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta CINEMA, POVERTÀ E LIBERTÀ: TONINO DE BERNARDI, un omaggio al visionario regista indipendente, protagonista del cinema underground e sperimentale degli anni ’60, considerato da tutti un vero mito.

Apre la rassegna mercoledì 5 ottobre alle ore 21 un evento speciale davvero da non perdere: la bellissima artista poliedrica, attrice e cantante Joana Preiss si esibirà dal vivo su alcuni spezzoni di film sperimentali di Tonino.

Quello di Tonino De Bernardi (1937, Chivasso) non è un cinema di trame, di storie, di attori. È un cinema di volti. In programma i suoi film più interessanti e origianali.


CINEMA, POVERTÀ E LIBERTÀ: TONINO DE BERNARDI
Dal 5 al 16 ottobre

Dal 5 al 16 ottobre 2016 presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta CINEMA, POVERTÀ E LIBERTÀ: TONINO DE BERNARDI, un omaggio al visionario regista indipendente, protagonista del cinema underground e sperimentale degli anni ’60, considerato da tutti un vero mito.

Apre la rassegna mercoledì 5 ottobre alle ore 21 un evento speciale davvero da non perdere: l'affascinante artista poliedrica, attrice e cantante Joana Preiss si esibirà dal vivo su alcuni spezzoni di film sperimentali di Tonino.

Joana Preiss ha recitato in teatro con il drammaturgo contemporaneo Pascale Rambert (Biennale del teatro di Venezia e Piccolo Teatro di Milano) e nel cinema di Christophe Honoré (Ma Mère del 2003 insieme a Isabelle Huppert e Louis Garrel), di Olivier Assayas, Nobuhiro Suwa e Pia Marais, è inoltre co-regista nel film Sibérie realizzato con Bruno Dumont. Joana però è nota soprattutto come grande musicista: formatasi in canto classico e musica contemporanea, si esibisce in concerti e spettacoli incentrati sull’improvvisazione, utilizzando la voce come uno strumento.

Tonino ha conosciuto Joana al Torino Film Festival 2011 ed è subito rimasto molto colpito dalla sua personalità. Da allora è diventata la protagonista femminile della sua trilogia tra Torino, Parigi e Roma con Lou Castel e tanti altri-altre (Casa dolce casa, Hotel de l'univers, Jour et nuit).

Quello di Tonino De Bernardi (1937, Chivasso) non è un cinema di trame e di storie, ma di attori, di voci, di volti. Il suo immaginario viene travolto ai tempi degli scrittori del Gruppo 63 (Edoardo Sanguinet), arricchito dalle suggestioni del New American Cinema (Jonas Mekas, Stan Brackage, Taylor Mead) e ispirato dall’Action Painting, dalla Beat Generation (Allen Ginsberg, William Burroughs), dalla Pop Art (Andy Warhol), Minimal e dalla Body Art che per lui furono una vera rivelazione.

Nel 1967 Tonino entra a far parte della Cooperativa Cinema Indipendente. Le sue prime opere mettevano in scena un mondo fantastico, onirico, floreale, come si può vedere in Vaso etrusco, del 1967, e in Dèi, del 1968.

Negli anni '80 comincia ad avvalersi di mezzi professionali e produzioni sia indipendenti sia di Rai 3. In 40 anni di carriera, Tonino ha collaborato con numerosi attori, tra cui Iaia Forte, Anna Bonaiuto, Galatea Ranzi, Lou Castel, Roberto De Francesco, Tommaso Ragno, Filippo Timi, Isabelle Huppert.

Degli anni ’90 nella retrospettiva Interminabile illusione, visionario road movie, Tutto quello che hai, che riflette sul binomio realtà-finzione, Appassionate, inno musicato alla trasgressione e al sogno, Piccoli orrori, affresco di vite umane alla ricerca di un senso.

Per Tonino il cinema è quasi un’ossessione, una malattia: filma in ogni luogo e in ogni momento, il suo è un lavoro senza interruzione; è cosciente di fare un cinema a parte (appartato e “di parte” perché “suo”), contaminato totalmente dalla sua vita pur non essendo autobiografico e dal suo modo di stare nel mondo. Si tratta di cinema dell'utopia che spera sempre di essere condiviso dagli altri, malgrado tutto.

Fra i film più recenti inseriti nell’omaggio a lui dedicato: La strada nel bosco, con Filippo Timi, che racconta tre storie d’amore tra la provincia laziale, Roma e Napoli; Marlene De Sousa, dove drammatiche vicende s’intrecciano in un racconto di vite perdute e confuse e Hotel de l’Univers, dove Joana continua la sua “vita-odissea” da Parigi a Roma, fino a San Paolo.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Mercoledì 5 ottobre
h 21.00 Evento speciale: serata video musicale con Tonino De Bernardi  e Joana Preiss.
Tonino De Bernardi, Italia, 1968-2012, 55’.
Proiezione di film sperimentali di Tonino De Bernardi (Casa dolce casa, Gravida, Ettore e Paride, Cronache del sentimento e del sogno, Modi di essere) con accompagnamento vocale dal vivo di Joana Preiss, celebre attrice e musicista parigina.
Prenotazione obbligatoria al n. 0287242114.

Venerdì 7 ottobre
h 15.00 Interminabile illusione - Sorrisi asmatici n. 3, dal nord al sud
Tonino De Bernardi, Italia, 1996-2004, 85'. Con Isabel Ruth, Ivano Marescotti.
Road movie spaesato e spaesante di ex-Sirene ed ex-Sireni nella loro metamorfosi in umani.
h 19.00 Hotel de l'Univers
Tonino De Bernardi, Italia, 2013, 103'. Con Joana Preiss, Lou Castel.
Tutti nel film vanno e ognuno rivela qualcosa di diverso, mentre traccia la sua linea.

Sabato 8 ottobre
h 15.00 Marlene De Sousa
Tonino De Bernardi, Italia/Brasile, 2004, 102'. Con Filippo Timi, Giulietta De Bernardi.
Un film di percorsi incrociati tra San Paolo e Rio, Piemonte e Parigi.

Domenica 9 ottobre
h 19.00 La favolosa storia
Tonino De Bernardi, Italia, 1967-68, 95'. Con Luciana Moda, Mariella Navale.
Film composto da Il vaso etrusco (1967), Il bestiario (1967-1968), Il sogno di Costantino (1968).

Martedì 11 ottobre
h 15.00 Tutto quello che hai
Tonino De Bernardi, Italia, 1998, 100'. Con Giulietta De Bernardi, Antonella Boschetto.
Il film intende rappresentare due estremi, la realtà del documento e quella della fiction, secondo il regista infatti la narrazione si sviluppa tra questi due estremi.

Giovedì 13 ottobre
h 15.00 Appassionate
Tonino De Bernardi, Italia, 1999, 95'. Con Anna Bonaiuto, Salvatore Cantalupo.
Il film vuole essere un inno musicato alla trasgressione e al sogno, condito di colori e voci, in ambiente napoletano che per tradizione è colore e suono e rumori.

Venerdì 14 ottobre
h 17.00 Piccoli orrori
Tonino De Bernardi, Italia, 1994, 95'. Con Iaia Forte, Anna Bonaiuto.
Collage di storie che raccontano momenti estremi dell’esistenza dell’essere umano.

Sabato 15 ottobre
h 15.00 Dei
Tonino De Bernardi, Italia, 1968-69, 150'.
“Dei” è il primo film-fiume di De Bernardi, che potrebbe procedere ad infinitum se non si esaurisse per
ragioni esterne.
” Massimo Bacigalupo, Bianco e Nero n.5-8, maggio-agosto 1974.

Domenica 16 ottobre
h 19.00 La strada nel bosco
Tonino De Bernardi, Italia, 2001, 100’. Con Filippo Timi, Elena Bucci.
Tre storie d’amore, o presunto tale, tra la provincia laziale, Roma e Napoli. Tre storie in ognuna delle quali i personaggi sono colti nel corso di un viaggio, di una deriva, di uno spostamento.

INFO
info@cinetecamilano.it
www.cinetecamilano.it
T 02 87242114

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI
Biglietto d’ingresso intero: € 5,50
Biglietto ridotto: € 4,00

Per la serata speciale di apertura della rassegna, prenotazione obbligatoria al numero 0287242114

    Ti piace questo articolo? Condividilo

    ";

    News Evento


    Ti potrebbe interessare anche:

    loading...
    loading...
    SCEGLI I SERVIZI DISPONIBILI NEL COMUNE DI MILANO
    dove-dormire.png dove-mangiare drink-and-coffee
        ( )
    Data ultimo aggiornamento pagina 2016-09-27 08:22:12
    Inserito da Michela Gesualdi
    Attenzione!!! Le notizie riportate in questa pagina sono state reperite su internet o gentilmente fornite da Enti Pubblici o Privati. Vi suggeriamo di verificare date, orari e programmi, che potrebbero variare o non essere corretti, contattando gli organizzatori o visitando il sito ufficiale dell'evento. Grazie Lo Staff Web Up Italia