sfondo endy
Aprile 2020
eventiesagre.it
Aprile 2020
Numero Evento: 21165886
Teatro Teatro
Auditorium San Gaspare Del Bufalo
Stagione Teatrale 2019/2020 - La Bellezza: Una Rivoluzione Gentile
Date:
Dal: 08/11/2019
Al: 08/05/2020
Dove:
Logo Comune
Viale Della Repubblica, 29
Puglia - Italia
Contatti
Cell.: 339.4695481
Fonte
Alessandra Dalena
Scheda Evento

Auditorium San Gaspare Del Bufalo

Stagione Teatrale 2019/2020 - La Bellezza: Una Rivoluzione Gentile

Da Venerdì 08 Novembre 2019 a Venerdì 08 Maggio 2020 - dalle ore 19:00
Auditorium San Gaspare Del Bufalo - Viale Della Repubblica, 29 - Putignano (BA)

Auditorium San Gaspare Del Bufalo - Putignano

Stagione teatrale 2019-2020

La nuova stagione teatrale 2019-2020 dell’Associazione culturale Ubuntu - Autoproduzioni culturali, giunta alla  sesta edizione, si conferma improntata ad una visione coraggiosa che scommette su nuovi talenti senza tralasciare i nomi affermati del teatro italiano.

“La bellezza: una rivoluzione gentile” è il titolo del nuovo cartellone e proprio questo sarà il tema dell’inaugurazione con una conversazione con Mario Desiati che si terrà venerdì 8 novembre alle 19.00, all’ Auditorium San Gaspare del Bufalo a Putignano (Ba)

Scrittore, poeta e giornalista nato a Locorotondo e cresciuto a Martina Franca, ha ricevuto numerosi premi letterari tra cui Paolo Volponi, Mondello, Vittorio Bodini ed è arrivato finalista al Premio Strega del 2011 con ‘Ternitti’. Tra i lavori di maggiore rilievo ‘Vita precaria e amore eterno’, ‘Il paese delle spose infelici’, ‘Il libro dell’amore proibito’, ‘Mare di zucchero’, ‘Candore’. Noto anche come poeta, ha pubblicato su riviste nazionali e internazionali. E’ stato caporedattore della rivista ‘Nuovi argomenti’ e direttore editoriale di Fandango Libri.

La conversazione con l’autore prevede anche un intervento a cura del cantautore barese Pietro Verna.

La bellezza, senza dubbio, non fa le rivoluzioni. Ma viene un giorno in cui le rivoluzioni hanno bisogno di lei”. Scriveva così, nel 1951, Albert Camus, filosofo scrittore, insignito del premio Nobel per la letteratura. Se perdiamo la capacità di riconoscere la bellezza, non saremo più capaci di indignarci di fronte alle brutture del mondo, cui inconsciamente ci siamo assuefatti. Riconoscere la bellezza è invece un atto politico, rivoluzionario, ma gentile, perché non violento.

In questa stagione Ubuntu vuole provare a scoprire la bellezza in storie a volte apparentemente tragiche, ma che hanno in sé il germe della rivoluzione gentile, l’unica che potrà salvare il mondo.

Oltre l’anteprima con Desiati, cinque saranno gli spettacoli in cartellone che si terranno tutti all’ Auditorium San Gaspare del Bufalo a Putignano (Ba) con ingresso alle 20.30 e sipario alle 21.00.

In occasione della conversazione con lo scrittore pugliese, sarà presentata la nuova stagione con informazioni sulla vendita degli abbonamenti e dei biglietti. Anche quest’anno inoltre riparte il progetto Adotta una classe finalizzato ad attirare l'interesse del pubblico giovanile. Gli imprenditori che vi hanno aderito hanno acquistato i biglietti degli spettacoli che sono stati regalati agli studenti delle scuole superiori del territorio.

Il primo spettacolo sarà venerdì 22 novembre con “Ogni bellissima cosa”, interpretato da Carlo De Ruggieri, dove il pubblico diventerà parte integrante dello spettacolo e si scoprirà come le cose semplici danno senso alla vita e che l’uomo è per natura teso a cercare sempre il bello dell’esistenza.  

Si proseguirà poi venerdì 31 gennaio 2020 con il reading “Non a caso”, storie di martiri della mafia che hanno testimoniato con la loro opposizione non violenta che è giusto e necessario contrastare la criminalità organizzata, generatrice di morte e violenza. Protagonisti Nunzia Antonino e Vince Abbracciante.

Giovedì 5 marzo con Barbara Grilli sarà la volta della triste storia della pugliese Palmina Martinelli, con “Palmina - amara terra mia” che ci farà indignare per una vicenda caduta nel dimenticatoio, ma allo stesso tempo ci farà commuovere di fronte ad una ragazzina che sogna una vita migliore.

Venerdì 3 aprile in “Mi chiamo Maria, mi chiamano Maddalena”, si scoprirà invece la bellezza dirompente dell’amore, che è tale solo se si ci mette in gioco totalmente. Sul palcoscenico Sara Bevilacqua, Daniele Guarini e Federico Pische.

Michele Cipriani e Arianna Gambaccini saranno i protagonisti dell’ultimo appuntamento in programma venerdì 8 maggio con “L’onorevole” incentrato sulla storia di un politico, convinto di lavorare per il bene del suo paese, ma che deve fare i conti con il concetto di bene assoluto, quando l’amore per la propria donna lo pone dinanzi ad un bivio.

Una stagione ricca di emozioni che l’associazione Ubuntu vuole percorrere in un cammino insieme e al fianco del suo pubblico.

Gli eventi inoltre saranno allietati da un momento conviviale grazie alla collaborazione con la cooperativa Unaterra - La biottega, partner ufficiale della rassegna, con cui vengono condivisi contenuti e modalità di lavoro sul territorio.

E’ in corso la campagna abbonamenti.

Per informazioni: associazione culturale.ubuntu@gmail.com - Tel. 3394695481 - 0804059157

Alessandra  Dalena


Auditorium San Gaspare Del Bufalo - Putignano

 

RINVIATO lo spettacolo “Palmina, amara terra mia”

A causa delle ultime disposizioni del Governo relative alle misure di contenimento del Coronavirus, lo spettacolo “Palmina, amara terra mia” 
dell’Associazione Ubuntu - Autoproduzioni culturali, previsto stasera all’Auditorium San Gaspare del Bufalo Putignano, è stato annullato e rinviato a data da destinarsi.

A breve saranno rese note le modalità di recupero dello spettacolo.

Per informazioni: associazioneculturale.ubuntu@gmail.com - Tel. 3394695481 - 0804059157

----------------------------------------

Giovedì 5 marzo - Auditorium San Gaspare del Bufalo - Putignano – Ba
“Palmina – amara terra mia”, l’assassinio di Palmina Martinelli in scena per Ubuntu

Un martirio, una storia dura e angosciante difficile da raccontare, accaduta quasi 39 anni fa. La vicenda legata all’assassinio di Palmina Martinelli, la giovane quattordicenne arsa viva a Fasano nel 1981, andrà in scena giovedì 5 marzo, all’Auditorium San Gaspare del Bufalo a Putignano (Ba), alle 20,30, per la stagione teatrale 2019/2020 dell’Associazione Ubuntu - Autoproduzioni culturali.

Lo spettacolo intitolato “Palmina – amara terra mia” scritto e diretto da Giovanni Gentile, è interpretato dall’attrice barese Barbara Grilli.

Si tratta di una produzione del teatro Prisma di Bari che ripercorre la vicenda umana e giudiziaria di Palmina, che tentò di sottrarsi alla prostituzione e alla mafia pugliese. Fu vittima di una crudele violenza che la portò alla morte dopo 22 giorni di agonia.

Nello spettacolo si parlerà di una silente criminalità organizzata, di giudici e sentenze incomprensibili e di un processo che sfocia nel paradosso. I suoi aguzzini furono assolti per insufficienze di prove e il femminicidio rimase impunito.

“Palmina – Amara terra mia è la denuncia di uno dei più gravi e dannosi errori giudiziari del secolo scorso”, afferma il regista. “E’ la denuncia di un sistema imperfetto, a volte con dolo a volte con colpa, rappresentato dal nostro sistema giudiziario, è un grido di aiuto per questa terra mia, la Puglia, così bella eppure così martoriata da un’arretratezza etica. Ma cosa ancora più importante, è far entrare lo spettatore nel bellissimo mondo di Palmina che era una ragazzina intelligente, sveglia, profonda nelle sue riflessioni umane e religiose anche nell’attimo prima di morire, che accusa i suoi carnefici, che accusa tutti, perché davanti a Palmina siamo tutti chiamati in causa”.

Barbara Grilli in questo struggente monologo di sessanta minuti recita con la voce e con il corpo ad un ritmo intensissimo che coinvolge lo spettatore.

Nata artisticamente a Roma, dove ha frequentato tra i 20 e i 23 anni il Teatro Blu, scuola di Acting Training, è tornata poi a Bari per studiare l’uso consapevole del corpo, canto, tecnica vocale e recitazione. Dal 2014 al 2016 ha affinato tecnica ed espressività studiando con la compagnia barese Fibre Parallele, con Licia Lanera e a Ferrara con

l’insegnante Cathy Marchand (Living Theatre). Le produzioni a cui ha partecipato spaziano da Brecht ad Shakespeare, da Goldoni, a Pirandello. Dal 2015 è entrata in pianta stabile a far parte della Compagnia Teatro Prisma.

Palmina – amara terra mia ha partecipato al Roma Fringe Festival 2016 ricevendo la Nomination come Miglior Drammaturgia del Festival e ha vinto il premio come Miglior Spettacolo Teatri d’Inverno 2017. Barbara Grilli è stata premiata con il Premio Martucci 2016 come miglior attrice.

La performance è un esempio di teatro civile che ha l’obiettivo di mantenere viva la memoria di una tragedia agghiacciante.

Alla fine dello spettacolo è previsto un momento conviviale grazie alla  collaborazione con la cooperativa Unaterra - La biottega, partner ufficiale della rassegna, con cui l’Associazione culturale Ubuntu condivide contenuti e modalità di lavoro sul territorio.

Tutti gli eventi di Ubuntu sono accreditati sui portali cartadeldocente e 18app.

Per informazioni: associazioneculturale.ubuntu@gmail.com - Tel. 3394695481 - 0804059157

Stefania Di Mitrio



    News Evento

    Leggi anche


    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    eventiesagre decreto legge