sfondo endy
Ottobre 2022
eventiesagre.it
Ottobre 2022
Numero Evento: 21102475
Teatro Teatro
Teatro Menotti
Stagione 2021 - 2022
Date:
Dal: 14/01/2022
Al: 05/05/2022
Dove:
Logo Comune
Via Ciro Menotti, 11
Lombardia - Italia
Contatti
Tel.: 0236592544
Fonte
Linda Ansalone
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250
pucci andrea

Teatro Menotti

Stagione 2021 - 2022

Da Venerdì 14 Gennaio a Giovedì 05 Maggio 2022 -
Teatro Menotti - Via Ciro Menotti, 11 - Milano (MI)

Teatro Menotti - Milano

La Stagione 2021|2022 del Teatro Menotti Filippo Perego
21 titoli tra produzioni e spettacoli ospiti, il Teatro di Saverio La Ruina e di Alessandro Benvenuti, 1 Festival internazionale, per oltre 150 alzate di sipario

QUÉ ES LA VIDA
Un’illusione, un’ombra, una finzione. (Calderòn de la Barca)

Come sottolineavamo qualche mese fa nel presentare la nostra lunga stagione estiva, la parola “ripartenza” è sicuramente la più bella di tutte quelle di cui abbiamo abusato in questo tempo. È giusto però anche cominciare a ragionare sull’inevitabile superamento di questa situazione. Siamo già ripartiti, anzi a ben vedere non ci siamo mai fermati, o perlomeno non ci siamo mai spenti - noi e tutti coloro impegnati nella resistenza e nella resilienza a cui ci ha obbligato l’emergenza sanitaria.

La nostra stagione 2021/2022, quindi non sarà quella della ripartenza, ma quella della straordinaria normalità. “Straordinaria normalità” per un percorso in cui da una parte invitiamo il pubblico a superare le residue e legittime paure e diffidenze (con la promessa da parte nostra di presentare un teatro maniacalmente rispettoso delle regole sanitarie), dall’altra invitiamo i decisori a ricreare al più presto le condizioni per il ritorno alla capienza totale dei luoghi di cultura.

Luoghi di cultura sempre di più sicuri e presidiati.

Per noi è solo un nuovo inizio.

E allora alziamo il sipario su una stagione davvero ricca di emozioni e meraviglia, riflessioni e passioni. Un viaggio all’interno di un teatro visivo, totale, che mescola la musica con la parola, la comicità d’autore, l’impegno civile, i classici rivisitati, mostra le contraddizioni del tempo presente, si rivolge al futuro con le parole del passato, trasforma le esperienze artistiche in progetti.

Una stagione 2021/22 più ricca forse di come l’avevamo immaginata, ma ci vuole ancora più coraggio in un periodo come questo ad avere uno sguardo sulla realtà e provare anche ad andare oltre. L’arte, la cultura, lo spettacolo non servono a questo?

Un teatro che assomiglia molto alla vita, vissuta o immaginata, poco importa e che trova una sintesi efficace nella lancinante e illuminante frase di Calderòn de la Barca, tratta dalla sua La vita è sogno che abbiamo scelto come epigrafe di Menotti 21/22.

Cos’è la vita? Un’illusione come i ballerini volanti di NOGRAVITY che aprono il cartellone dal 23 Settembre, oppure come FAMILIE FLOEZ ancora in scena al Menotti con loro ultimissimo FEST, o come il mondo costruito da DAVIDE LARIBLE, il clown più famoso al mondo.

Che cos’è la vita? Un’ombra come quella di JACKIE, ovvero Jacquelin Bouvier Kennedy Onassis, raccontata oltre la sua “icona” dal Premio Nobel Elfriede Jelinek. Oppure quelle del tempo presente narrate in una personale dedicata a SAVERIO LA RUINA, formidabile raccontatore di storie teatrali, così come sono ombre pesanti quelle sull’Egitto contemporaneo, ormai dimenticato dai media occidentali che non si accorgono di violenze e persecuzioni del regime e che proviamo a raccontare nel nostro FUGA DALL’EGITTO.

Che cos’è la vita? Finzione tra sogno e realtà, spinta utopistica e miseria quotidiana come quella straordinaria e universale del Gaber di FAR FINTA DI ESSERE SANI. In scena musica e parole irrinunciabili e indimenticabili. Oppure la vita è anche fingere che il riscaldamento globale non esista e gli allevamenti intensivi siano indispensabili al nostro regime alimentare. Qui la realtà la svela Jonathan Safran Foer con il suo POSSIAMO SALVARE IL MONDO PRIMA DI CENA riadattato per il teatro. Si può fingere anche di fingere di essere William Shakespeare o di osare rispettosamente di riscriverlo e prendere un po’ in giro i luoghi comuni del bardo. Divertente e irresistibile come le OPERE COMPLETE DI WILLIAM SHAKESPEARE IN 90 MINUTI oppure ironico e tagliente come l’Amleto di METTI UNA SERA A TEATRO.

Che cos’è la vita? Dentro c’è tutto come ci ricorda ALESSANDRO BENVENUTI, con il secondo “focus” attoriale e autoriale che presentiamo in questa stagione, tra storie nuove ed altre note che ci regala con la sua narrazione pungente, ironica, poetica. Dentro una vita c’è anche la drammaticità che

diventa ilare e grottesca come nel capolavoro di Luigi Pirandello L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA e in TADDRARITE di Luana Rondinelli. Oltre alla Sicilia un comune denominatore tra le due opere: quello della ricerca dei misteri della vita. Appunto.

Illusioni, ombre, finzioni e tanto altro nel teatro totale e straordinario di Armando Punzo e la sua COMPAGNIA DELLA FORTEZZA di VOLTERRA ancora al Menotti con l’ultimo spettacolo NATURAE.

CANTIERE MENOTTI: È SOLO UN NUOVO INIZIO

Un salvataggio “miracoloso”, un importante progetto di ristrutturazione e una ripartenza consapevole e carica di significato. Il Teatro Menotti non si è mai fermato e prosegue il suo dialogo con il mondo delle imprese consapevole della sua importanza. Anche per Cantiere Menotti, la nostra corporate membership, infatti, è solo un nuovo inizio perché la creazione di forme di collaborazione di valore tra il settore dello spettacolo e il mondo delle imprese è sinonimo di crescita e arricchimento reciproci. Per questo, desideriamo ringraziare tutte le realtà che continuano a scegliere il nostro Teatro giorno dopo giorno e scelgono anche di sostenere le nostre attività con il loro contributo: un GRAZIE SPECIALE a Gruppo CAP, Repower, Kone, GGlass, SAIB, ZTE e GERMO, oltre a iGuzzini, Clivet e Jolly Alluminio nostri partner del progetto di ristrutturazione. Un grazie particolare anche a Fondazione AEM, Martino Midali e Soldi Design.

Grazie di essere al nostro fianco in questa avventura.

IL MENOTTI PER IL SOCIALE

Nella stagione precedente abbiamo voluto dare un segno tangibile di riconoscenza a chi, durante la pandemia, si è speso generosamente per tutta la comunità.

Abbiamo messo a disposizione gratuitamente del personale sanitario, senza distinzione di ruoli, le nostre poltrone, dando l’opportunità di assistere alla nostra programmazione dal vivo e in streaming durante il lockdown. Ripartiamo ora con l’iniziativa “TI ASPETTIAMO IN TEATRO” soddisfatti di aver avuto un così ampio riscontro. Ogni sera riserveremo dei posti agli operatori degli ospedali Sacco, Fatebenefratelli, Ospedale Buzzi, Melloni, San Paolo e San Carlo e Niguarda.

E’ ormai consolidata e proficua la collaborazione con OPERA SAN FRANCESCO. In occasione dei debutti degli spettacoli chiediamo ai nostri spettatori di portare cibo non deperibile che viene raccolto dai volontari e smistato velocemente nelle piccole mense di sostegno.

Il progetto ASCOLTIAMO IL TEATRO, ANNULLIAMO LE DISTANZE, con il fondamentale supporto della SAIB SPA di Caorso e del Municipio 3, ci ha dato la possibilità di adeguare la nostra sala all’induzione magnetica, una tecnologia che permette ai portatori di impianto cocleare endosseo di poter fruire pienamente degli spettacoli che portiamo in scena.

Stiamo inoltre formando il personale all’uso della lingua dei segni (LIS) in modo da poter accogliere adeguatamente gli spettatori che la praticano.

Da anni organizziamo appuntamenti che permettono al pubblico di approfondire, tramite esperienze dirette, le professioni che animano il mondo dello spettacolo nella sua totalità. Gli incontri hanno anche permesso agli studenti di maturare crediti per l’alternanza scuola lavoro. Quest’anno, non potendo organizzare gli incontri in presenza, sono stati realizzati 14 video di grandi professionisti tradotti in lingua dei segni. La SCUOLA PER IL PUBBLICO è stata messa a disposizione gratuitamente per associazioni, di scuole, biblioteche, cral interessati all’accessibilità.

Pamela Aicardi
Responsabile area sociale


Teatro Menotti - Milano

ph Andrea Macchia

Le date dall’ 11 al 17 marzo dello spettacolo FUGA DALL’EGITTO sono state ANNULLATE a causa della positività al Covid di un componente della compagnia.
Restano invariate e disponibili le tre date del 18-19 e 20 marzo.

-----------------------

8 | 11 marzo e 15 | 20 marzo
FUGA DALL’EGITTO

UNO SPETTACOLO DI TEATRO DOCUMENTARIO
Liberamente tratto dal libro inchiesta Fuga dall’Egitto di Azzurra Meringolo Scarfoglio

PRODUZIONE Tieffe Teatro Menotti, Teatro Piemonte Europa, Festival delle Colline Torinesi_Torino Creazione Contemporanea
Ph Andrea Macchia
IDEAZIONE E REGIA Nicola Di Chio, Miriam Selima Fieno
CON Nicola Di Chio, Yasmine El Baramawy, Miriam Selima Fieno
E CON LA PARTECIPAZIONE DI Bahey eldin Hassan, Taher Mokhtar, Ahmed Said
TESTI E DRAMMATURGIA Miriam Selima Fieno
MUSICHE ORIGINALI E MUSICHE LIVE Yasmine El Baramawy
VIDEOMAKING Julian Soardi
VIDEO DI ARCHIVIO Hazem Alhamwi
DISEGNO LUCI Giacomo Delfanti
TECNICA VIDEO E AUDIO Antonello Ruzzini
TRADUZIONI E CURA DEI SOTTOTITOLI Miriam Selima Fieno, Cecilia Negro
CONSULENZA SULLE TEMATICHE Riccardo Noury, Azzurra Meringolo Scarfoglio
ASSISTENTE DI PRODUZIONE Riccardo Porfido
ORGANIZZAZIONE Cecilia Negro
IN COLLABORAZIONE CON Amnesty International Italia, IAC (Inter Arts Center) Malmö, ICORN, Malmö Stad Kulturförvaltningen
CON IL SOSTEGNO DI Centro di Residenza IntercettAzioni (Circuito Claps, Industria Scenica, Milano Musica, Teatro delle Moire, Zona K Scappatoia Culturale); MOVIN’UP SPETTACOLO – PERFORMING ARTS 2020/2021 a cura di MIC – Direzione Generale Spettacolo e GAI insieme con TPP Teatro Pubblico Pugliese – Regione Puglia e Associazione GA/ER

VINCITORE Bando INTERCETTAZIONI promosso dal Centro di Residenza Artistica della Lombardia IntercettAzioni; Bando MOVIN’UP
sostegno alla mobilità internazionale dei giovani artisti italiani

SI RINGRAZIA Hazem Alhamwi, Riccardo Fieno, Abdullah Miniawy, Mohamed Soltan, Teatro del Buratto, Zona K Scappatoia Culturale,

Infinito Edizioni.

Spettacolo in italiano e inglese con sottotitoli in italiano e inglese

Fuga dall’Egitto è una performance che unisce il teatro documentario alla musica dal vivo, in un intreccio tra atto performativo e cinema del reale, sonorità orientali e sperimentazioni elettroniche.

Il progetto, ideato da Miriam Selima Fieno e Nicola Di Chio, trae ispirazione dal libro “Fuga dall’Egitto inchiesta sulla diaspora del dopo-golpe” della giornalista Rai e docente universitaria Azzurra Meringolo Scarfoglio, e getta luce sul fenomeno della diaspora egiziana post-2013, ovvero su quei giornalisti, sindacalisti, artisti, medici, poeti, politici e attivisti per i diritti umani che minacciati di repressione in Egitto, a causa delle loro idee, sono stati costretti a scegliere la via precaria e dolorosa dell’esilio, dopo il golpe che ha riportato i militari al potere.

I nuovi esuli egiziani sono scappati dal loro Paese per sfuggire al carcere, a sommari processi di massa, a tentativi di cooptazione. Per alcuni l'esilio è arrivato dopo lunghi periodi di detenzione, segnati da torture fisiche e psicologiche, una fuga improvvisa che li ha consacrati parte di quella che alcuni storici hanno già definito la più importante ondata migratoria dell’Egitto contemporaneo.

Due anni fa Miriam Selima Fieno e Nicola Di Chio hanno deciso di mettersi in viaggio per l’Europa e gli Stati Uniti passando per la Svizzera, la Francia, la Germania, la Svezia con l’intento di incontrare alcuni di questi giovani fuggitivi e raccogliere le loro storie.

Lo spettacolo è l’intenso racconto di questo viaggio, accompagnato dalla testimonianza e dalle musiche dal vivo della musicista e compositrice egiziana Yasmine El Baramawy.

Sulla scena l’attrice Miriam Selima Fieno guida una narrazione serrata che usufruisce di materiali d’archivio, documenti originali, protocolli giudiziari, reportage, interviste, rapporti di ricerca, e si avvale di dispositivi tecnologici come camere in diretta, cellulari, software di montaggio, video proiezioni per interrogare la realtà sociale e politica di un paese, l’Egitto, il quale preferisce non guardare direttamente la sua storia e le sue contraddizioni, come ben sappiamo noi italiani che pur continuiamo a fare affari, facendo finta di niente.

E’ sulla scena che la ricerca si evolve e il documentario, minuto dopo minuto, prende forma. La performance è una vera e propria esperienza di scoperta che lo spettatore attraversa assieme ai performers, in una dimensione che sovrappone due prospettive: una personale, intima, privata e una all’esatto opposto: vasta, contemporanea, politica, da cui emergono fatti, biografie, memorie.

L’apparato tecnologico e quello audiovisivo rappresentano l’elemento fondamentale per lo sviluppo drammaturgico di questo processo conoscitivo, sono il mezzo per portare i protagonisti sulla scena e la lente di ingrandimento che permette di andare oltre il proprio sguardo.

Il pubblico dunque è invitato a sentirsi parte di tale processo e a prendere posizione all’interno di un panorama incredibilmente reale fatto di relazioni internazionali, fatti personali, interessi economici, traffici, politica e realpolitik, regime e rivoluzione, paranoie e sorveglianze speciali, in cui è necessario scendere lentamente in profondità per superare il concetto di buono e cattivo e comprendere intimamente il significato di umanità.

Il Teatro Menotti aveva già premiato Miriam Selima Fieno per “Libya. Back Home” con il Premio Scintille edizione 2018, per l’attenzione verso le tematiche care al nostro fare e pensare teatro e conferma con questo spettacolo l’interesse nei confronti del lavoro di inchiesta e di ricerca.

BIGLIETTERIA
biglietteria@teatromenotti.org - tel. 0282873611

Teatro Menotti
Via Ciro Menotti 11
Dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 19.00
Domenica ore 14.30 | 16.00 solo nei giorni di spettacolo

PREZZI
• Intero – 16,50€

Acquisti online
Con carta di credito su www.teatromenotti.org

ORARI SPETTACOLI
Menotti Teatro Filippo Perego:
Dal martedì al sabato: ore 20,00 domenica: ore 16,30



News Evento

Leggi anche


Data ultimo aggiornamento pagina 2022-03-14 16:01:23
Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.