sfondo endy
Agosto 2020
eventiesagre.it
Agosto 2020
Numero Evento: 21022288
Fiere Alimentari
Piemonte A Tavola
Mostra enogastronomica d'eccellenza e servizi per l'ospitalità
Date:
Dal: 23/05/2009
Al: 26/05/2009
Dove:
Logo Comune
Piemonte - Italia
Contatti
Telefono:
Fonte
Dorochi
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc

Piemonte A Tavola - Casale MonferratoPIEMONTE A TAVOLA:
BILANCIO DELLA PRIMA EDIZIONE

Si sono spente le luci ieri sera sulla prima edizione della mostra enogastronomica Piemonte a Tavola, che si è tenuta a Casale Monferrato dal 23 al 26 maggio al Palafiere.

Decisamente un evento nuovo per una realtà di provincia questa esposizione specialistica, che ha avuto per tema tutto ciò che gravita attorno al settore dell'ospitalità, della ristorazione e dell'enogastronomia.

L'esposizione, che si rivolgeva nello specifico agli operatori del settore, ma anche al pubblico tutto, ha raccolto una cinquantina di stand, allestiti con cura, che hanno presentato prodotti di qualità accanto a varie tipicità locali. Da parte degli organizzatori è stata data molta importanza ai valori del territorio e ai suoi prodotti enogastronomici. Piemonte a Tavola è infatti risultata una piccola espressione di qualità, dove le ditte espositrici hanno presentato con grande professionalità le loro produzioni.

Come per tutti gli inizi di percorso ci sono stati dei lati positivi ed altri meno.

Contenuta la presenza del pubblico, soprattutto di quello locale, che forse non è riuscito a cogliere appieno il significato della mostra. Più di una le presenze invece di fuori regione, che hanno mostrato di apprezzare il prodotto Monferrato, con degustazioni ed acquisti presso i vari stand.

Una chicca: il ristorante all'interno di Piemonte a Tavola, che ha riscosso un buon successo. Riuscito esempio della ristorazione piemontese, grazie ai team delle associazioni provinciali cuochi del Piemonte, appoggiati dai ragazzi delle scuole alberghiere, ogni giorno ha proposto menu della nostra più tipica tradizione, seppure presentati in maniera rivisitata.

"Il nostro intendimento - dice Paolo Caldana della Tirreno Trade una delle tre società organizzatrici dell'evento - è di proseguire su questa strada. Quella di quest'anno è stata un'esperienza che ci ha aiutati a focalizzare la realtà locale. Pensiamo di portare avanti il progetto, se la futura amministrazione mostrerà interesse ad esso e darà sempre più il suo appoggio ad iniziative come questa, importanti per sviluppare il polo fieristico casalese. L'intenzione è dunque di andare avanti in questa avventura, con l'idea anzi di estendere l'iniziativa a tutte le associazioni di categoria, per promuove una fiera che sia davvero attiva, perché convinti si tratti di un progetto, destinato a dare risultati".

* * *

Piemonte A Tavola - Casale Monferrato

INAUGURATA LA MOSTRA
ENOGASTRONOMICA

PIEMONTE A TAVOLA

Ha aperto i battenti sabato 23 maggio a Casale Monferrato la prima edizione della mostra enogastronomica Piemonte a Tavola. Ad ufficializzare la sua apertura la classica inaugurazione, alle ore 12, alla presenza delle varie autorità cittadine, del presidente della Provincia di Alessandria, Paolo Filippi, dell'Assessore Provinciale all'Agricoltura, Davide Sandalo e della stampa.

Il taglio del nastro è toccato al sindaco uscente, Paolo Mascarino, che insieme ai presenti ha poi visitato la mostra, intrattenendosi nei vari stand a parlare con gli espositori e a degustare alcune delle specialità locali, accompagnate da assaggi vari di quelli che sono i classici vini della zona.

Unanimi i pareri positivi espressi agli organizzatori, Tirreno Trade, Mondopi e Tc&t, dagli amministratori cittadini per questa nuova realtà espositiva, che nasce in città, in un momento non certo facile dal punto di vista economico, come è appunto quello che stiamo vivendo oggi.

Piemonte A Tavola - Casale MonferratoOrganizzare e far decollare a Casale Monferrato un evento come questo decisamente è uno sforzo non indifferente, che le tre società toscane hanno assunto con Monferrato Eventi, che gestisce in prima persona il Palafiere, e con l'amministrazione locale. Uno sforzo che dovrebbe portare la mostra a pieno regime nell'arco di tre edizioni. Il tutto nell'ottica di una valorizzazione delle tipicità del territorio, e non sono poche, e delle strutture di cui esso dispone.

Questo in un momento in cui il settore della ristorazione, quella che punta sulla qualità e sul recupero dei prodotti tipici, è in pieno sviluppo nel nostro paese, con alle spalle un indotto non indifferente, in quanto ad ampiezza e varietà, quindi con delle grosse potenzialità, che potrebbero essere sfruttate anche nella nostra zona.

Apprezzamenti poi da parte dei presenti e degli espositori sono

stati espressi dopo il rituale giro fra gli stand, per le sculture in cioccolato, veri esempi di fine arte pasticcera, che facevano bella mostra di sé all'entrata del ristorante.

Una chicca della mostra è proprio il punto di ristoro, che è un vero ristorante, apparecchiato di tutto punto e gestito a turno dalle associazioni provinciali dei cuochi del Piemonte. A dare il là nella giornata di apertura è toccato ai cuochi della cucina di Alessandria, che dopo un ricco aperitivo si sono proposti agli invitati con un ottimo pranzo, tutto preparato sul momento, dove sono state riprese alcune delle più tipiche ricette piemontesi.

Si replica fino a martedì con altrettante cucine di livello, rispettivamente lunedì il team regionale del Piemonte e martedì la cucina di Cuneo.

Piemonte A Tavola - Casale Monferrato

* * *

NASCE PIEMONTE A TAVOLA
Mostra enogastronomica d'eccellenza e servizi per l'ospitalità

Casale Monferrato, dal 23 al 26 maggio

Piemonte a Tavola è il nome, a dir poco accattivante, della fiera-evento in programma a Casale Monferrato dal 23 al 26 maggio al quartiere fieristico La Cittadella, ex magazzini Eternit. Già da tempo era nell'aria l'utilizzo della struttura, oltre che per la San Giuseppe, per altre esposizioni di livello.

La prima di queste è appunto Piemonte a Tavola, non una delle tante fiere enogastronomiche, che siglano il calendario in questo periodo, ricco di appuntamenti, ma una mostra di qualità di eccellenza e servizi per l'ospitalità.

Con i suoi 35.000 operatori invitati da Liguria, Piemonte, Lombardia e Valle d'Aosta, il patrocinio del Comune di Casale Monferrato e della Provincia di Alessandria, l'appoggio dell'Unione regionale Cuochi del Piemonte e delle Associazioni Provinciali di Alessandria, Cuneo e Novara, si impone all'attenzione degli addetti al settore e del pubblico tutto come un evento, il primo in ordine di tempo, che non passerà certo inosservato.

Mostra-convegno per tutti coloro che gravitano nel settore dell'ospitalità, come in quello della produzione vitivinicola e gastronomica piemontese, si rivolge anche ai fornitori di servizi, prodotti ed attrezzature specializzate, con un file rouge: la qualità, in un momento in cui la qualità paga e fa la differenza. Una fiera di livello dunque, questa la caratteristica con cui si presenta, che porta la firma di Tirreno Trade, Mondopi e Tc&t, nomi con alle spalle una ventennale esperienza nell'organizzazione di eventi.

Ma perché proprio a Casale Monferrato, ci si chiederà?

A Casale, perché la città ha trovato tutti concordi come centro strategico dal punto di vista enogastronomico, vedesi in zona le tipiche produzioni di vino e la commercializzazione di tartufi. Inoltre Casale occupa una posizione a dir poco invidiabile: ad un'ora di macchina da Torino, come da Milano, fornita di una comoda rete stradale, con un'uscita posizionata poco distante dal Palafiere.

Piemonte A Tavola - Casale MonferratoSeppur contrassegnata per motivi logistici da tempi di allestimento decisamente ristretti, con sforzi non indifferenti per farla partire, anche in considerazione del particolare momento crisi, la fiera si presenta al pubblico tutto, operatori e gente comune, come un qualcosa di "piacevolmente particolare", destinata a crescere nei prossimi anni e a diventare, proprio per le sue peculiarità, un prodotto apprezzato anche qui da noi, fiere similari si tengono da tempo ormai in varie regioni d'Italia.

Lo scopo, per lo meno quello iniziale, è valorizzare i prodotti del Piemonte. Diverso, o meglio decisamente più ampio, l'obiettivo futuro, che, pur tenendo sempre al centro i prodotti enogastronomici piemontesi, vede la fiera nelle edizioni dei prossimi anni come un appuntamento per tutti gli altri settori che gravitano attorno a quello dell'ospitalità e non solo per quanto concerne la nostra regione, ma per l'intero nord Italia.

L'evento non si tratterà solo di un semplice percorso espositivo, seppure di livello, ma anche di un momento importante per le dimostrazioni gastronomiche che si terranno, l'aggiornamento professionale, la valorizzazione delle specialità locali e la conoscenza del territorio tutto.

QUATTRO GIORNATE DI ALTA CUCINA

Piemonte A Tavola - Casale Monferrato"Piemonte a Tavola", mostra enogastronomica d'eccellenza e servizi per l'ospitalità, patrocinata dal Comune di Casale Monferrato, dalla Provincia di Alessandria e organizzata da Tirreno Trade, Mondopi e Tc&t, sta per aprire i battenti.

L'inaugurazione, alla presenza delle autorità locali e provinciali, è prevista per sabato 23 maggio. Esposizione settoriale di qualità, si rivolge in primis ad un pubblico fatto di operatori, ma anche a tutti coloro che apprezzano la più tipica enogastronomia regionale.

L'obiettivo è la valorizzazione del "prodotto Monferrato" e dei prodotti piemontesi più caratteristici, che talvolta, magari proprio perché non fatti conoscere nella loro più profonda essenza, si stanno perdendo nei gusti e nei sapori più tradizionali. Farli scoprire o riscoprire ed apprezzare è anche una questione di cultura: la cultura della buona tavola e del buon vino, una peculiarità che da sempre contraddistingue la nostra regione.

Proprio in quest'ottica l'evento si arricchisce nei quattro giorni che scandiscono la sua durata, di una "chicca", l'incontro con le cucine piemontesi.

Quattro differenti: una per giornata. A dare il là, il giorno dell'inaugurazione, sarà la cucina di Alessandria, che porta la firma dell'Associazione Cuochi Alessandrina, cui spetterà preparare il pranzo del 23 maggio. Sarà come essere in uno dei tanti nostri ristoranti tipici, con tavoli apparecchiati di tutto punto, niente bicchieri di carta, perché si sa, il vino quello di qualità deve essere assaporato e gustato nel bicchiere giusto.

Poi sarà la volta della Cucina di Novara, presente in mostra nella giornata di domenica, seguita lunedì dal Team della regione Piemonte e martedì, giornata di chiusura, dalla Cucina di Cuneo.

Quattro giornate dunque all'insegna non solo della buona cucina, ma della cucina più tipicamente piemontese, quindi nostra, organizzate dall'Unione Regionale Cuochi del Piemonte, tramite le associazioni provinciali appunto di Alessandria, Cuneo, Novara e dal team regionale di tutte le cucine. Un trionfo di sapori, profumi e colori tutto made in Piemonte, che si basa su una cucina di livello, che si serve nell'elaborazione delle sue ricette di tutti quei prodotti tipici del territorio.

Ne nascono piatti e menu, che partono dalla tradizione più classica, per sposarsi alla creatività e all'innovazione, senza però accoppiamenti forzati, dove la peculiarità del piatto in sé si evidenzia dalla bontà del prodotto e dall'esaltazione dei suoi sapori. Nulla dunque di troppo elaborato, in maniera da poter gustare ed apprezzare davvero l'alimento che sta alla base della ricetta.

Le cucine saranno funzionanti tutti i giorni dalle 12,30 fino alle 15 ed aperte nell'arco della giornata per piccole saporite degustazioni, preparate dalle associazioni cuochi di turno nei quattro giorni dell'evento.

Previsti anche dei momenti di incontro con maestri esperti di alta cucina, che non solo saranno pronti a rispondere ai quesiti culinari del pubblico, a dare consigli e svelare i piccoli e grandi segreti che stanno dietro a tutte le ricette, ma che anche si esibiranno di giorno in giorno nell'elaborazione di sculture alimentari, fatte con burro, con cioccolato, con vegetali e con ghiaccio.

Un motivo in più, questo, come se già non ce ne fossero, per visitare l'esposizione ed anche perché no, la città di Casale.

La mostra sarà aperta nei quattro giorni della sua durata dalle 10 alle 19.



    News Evento

    Leggi anche


    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.