sfondo endy
Settembre 2021
eventiesagre.it
Settembre 2021
Numero Evento: 15765
Da Visitare Parchi Divertimento
Itinerari Natura
Città Della Domenica
Prossime Attività
Date:
Dal: 25/06/2021
Al: 25/09/2021
Dove:
Logo Comune
Via Col Di Tenda, 140
Umbria - Italia
Contatti
Tel.: 075.5054941
Fonte
Redazione Avi News
Scheda Evento

Città Della Domenica

Prossime Attività

Da Venerdì 25 Giugno a Sabato 25 Settembre 2021 -
Città Della Domenica - Via Col Di Tenda, 140 - Perugia (PG)

Città Della Domenica - Perugia

Francesco e Marta dal 2001 si esibiscono con i loro rapaci nel parco perugino 
UNA VITA DEDICATA AGLI ANIMALI: ECCO I FALCONIERI DI CITTÀ DELLA DOMENICA

Gestiscono una fattoria. Nella loro ‘favola’ c’è Merlino, una poiana di 20 anni

Il primo incontro avvenne oltre vent’anni fa. Di rapaci sapeva poco o nulla, perché la sua passione erano i cavalli e la sua attività il maneggio, ma di fronte ad una poiana ferita Francesco Ciccarese, falconiere che dal 2001 collabora con il parco di Città della Domenica incantando i bambini con i suoi spettacoli, non ha avuto dubbi: aiutato dai suoi amici veterinari, ha offerto le prime cure al volatile e lo ha affidato poi al Centro recupero animali selvatici. Da qui ha inizio l’interesse per i rapaci che Francesco Ciccarese condivide con Marta, sua compagna nella vita e nel lavoro diviso fra la fattoria a Colle di Bettona, con tante attività collaterali connesse, e gli spettacoli di falconeria al parco perugino di Città della Domenica.

L’amore per gli animali in generale è ciò che muove la vita di Francesco (un po’ come un suo omonimo vissuto tanti e tanti anni fa ad Assisi, ma senza per questo aspirare a seguirne le orme di santo) e Marta. Spesso, al polso, non portano orologi perché a scandire le loro giornate ci sono tutti quei gesti e quelle attività che servono a salvaguardare il benessere dei loro animali, alcuni davvero longevi: Merlino, una poiana di Harris di vent’anni ne è un esempio. C’è anche Danny, una femmina della stessa specie, più giovane e più maestosa, che cattura l’attenzione durante ogni spettacolo così come d’altronde i gufi reali, le aquile, i grifoni e i falchi. “La falconeria – spiega Ciccarese – è l’arte della caccia con il falco ma quella che pratichiamo noi è piuttosto un’attività didattica, finalizzata a far conoscere questi animali stupendi. Gli spettacoli che facciamo a Città della Domenica sono fatti con l’obiettivo di sensibilizzare, a partire dai bambini, proprio sull’importanza di proteggere gli animali e prendersene cura, rispettandoli. Spesso i più piccoli rimangono affascinati da gufetti e civette ma noi ribadiamo sempre il concetto che non sono animali domestici, ci vogliono cure e attenzioni molto particolari e bisogna saperli addestrare”. Strumenti indispensabili per l’addestramento, ma utilizzati anche dopo, sono il guanto che l’addestratore indossa e su cui si appoggia il falco, e il logoro, una sorta di preda finta, fatta generalmente di pelle.

“Partendo dal presupposto che ci deve essere fiducia tra il falconiere e il rapace – ha detto Ciccarese –, questa si instaura fin dai primi momenti di vita.
Chi li alleva è presente durante la schiusa delle uova ed è in quel momento che avviene l’imprinting: l’animale si abitua a ricevere cibo dall’uomo e impara a fidarsi, poi ovviamente ci sono diverse tecniche a seconda delle specie.

Questi animali, comunque, sono e rimangono selvatici e per questo è fondamentale l’abilità del falconiere, la sua straordinarietà nel riuscire a dialogare con questi uccelli. A chi mi dice che in qualche modo forziamo la loro natura io rispondo che spesso ci interroghiamo su questo aspetto e che se in parte è vero dall’altra parte è estremamente importante che i bambini imparino a  conoscerli, amarli e rispettarli. Noi cerchiamo di fare il meglio che può esser fatto. Normalmente un rapace vive in media 10 anni se libero in natura, considerando anche il bracconaggio esercitato dall’uomo. Poi penso al nostro Merlino che di anni ne ha 20, a tutti quei rapaci che abbiamo salvato e che senza di noi sarebbero morti, insomma, la qualità di vita che noi garantiamo loro è alta”. “Un parco come quello di Città della Domenica – ha concluso Ciccarese – è una risorsa proprio per questo motivo. Gli animali hanno spazi e cure adeguate, alcuni sono specie protette e in via d’estinzione. Portarci in visita, per esempio, le scolaresche, significa anche creare una coscienza negli studenti su come conservare e non distruggere quello che la natura ci ha regalato”.


Città Della Domenica - Perugia

 

Frutto dell’amore’ di Rombo di Tuono e Goccia di Rugiada, al suo primo parto

FIOCCO ROSA A CITTÀ DELLA DOMENICA: È NATA INAY, CUCCIOLA DI BISONTE AMERICANO

Nel weekend del parco perugino ci sono anche la mascotte Burro e gli spettacoli

Musetto e occhi neri, pelliccia marrone e caratterino vivace: questa è Inay, la cucciola di bisonte americano nata l’11 settembre a Città della Domenica, che si va ad aggiungere agli altri sei esemplari presenti nell’area western del parco naturalistico e di divertimenti perugino. Nome indiano per lei, che significa ‘simile a Dio’, e in attesa che cresca a suon di erba, fieno e cereali, per ora la sua dieta è a base di latte e coccole della mamma ‘Goccia di Rugiada’, al suo primo parto. Un parto, tra l’altro, a cui hanno potuto assistere casualmente alcuni visitatori del parco, in diretta.

“Il bisonte americano – ha detto Alessandro Guidi – è uno dei mammiferi più grandi del nord America, ma come potete vedere non c’è bisogno di andare fin laggiù per ammirarlo. Siamo davvero felici di questa nuova arrivata, che sta bene, pesa quasi 30 chilogrammi ed è stata ben accolta dagli altri animali: oltre che con la madre e il padre Rombo di Tuono, Inay crescerà con Raggio di Sole, Luce di Fuoco, Pioggia di Primavera e Yaisha”.

Questa, dunque, la novità che troveranno i visitatori di Città della Domenica nel prossimo weekend. Ad accoglierli, poi, ci sarà anche la mascotte Burro, asinello bianco dell’Asinara divenuto il simbolo di questo parco per via del progetto di tutela della razza in via d’estinzione, intrapreso negli anni Ottanta e condotto in collaborazione con l’Università degli studi di Perugia (Facoltà di Medicina e Veterinaria) e l’Istituto di incremento ippico di Ozieri (Sassari).

Domenica 19 settembre, poi, spazio ai consueti spettacoli dal vivo per tutta la famiglia: la Falconeria e l’Adventure game. Nel primo caso i falconieri Francesco e Marta si esibiscono con i loro falchi, poiane, aquile, grifoni, civette e gufi, coinvolgendo gli spettatori; nel secondo, si tratta di un gioco interattivo a tappe, nel bosco, dove il pubblico incontra lo stregone Salazar, la strega Sibilla, il giullare Buontempone e lo sciamano Orso Rosso fino ad affrontare il personaggio finale. Proprio il pubblico diventa protagonista della vicenda andando alla ricerca dei ‘Cristalli dell’anima’, con l’aiuto di una mappa e procedendo nel percorso in una sota di caccia al tesoro tra suggerimenti, indovinelli e indizi.



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2021-09-17 15:06:39
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.