sfondo endy
Luglio 2017
eventiesagre.it
Luglio 2017
Numero Evento: 21149937
Teatro Teatro
Teatro Reims
Misteri in convento
Date
Dal: 16/04/2016
Al: 17/04/2016
Dove:
Logo Comune
Via Reims, 30
Toscana - Italia
Contatti
Telefono: 342/0729886
Fonte
Recchia Mario
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
eventiesagre-Cassa-Risparmio.Ravenna-3xzero-naz
Italcredi 15 giugno Nazionale

Teatro Reims
Misteri in convento

16 e 17 Aprile 2016
Via Reims, 30 - 50126 Firenze (FI)

Sabato 16 Aprile 2016 alle ore 21.00 e Domenica 17 Aprile 2016 alle ore 16.45, al Teatro REIMS di Firenze – Via Reims, 30, si terrà la PRIMA RAPPRESENTAZIONE NAZIONALE del dramma in tre atti scritto e diretto dallo stesso.

Scheda tecnica e sinossi

Titolo: Misteri in convento
Definizione: Tragedia Teatrale
Atti: Tre
Durata: 100 minuti circa
Ambiente: Convento di suore
Epoca: Attuale
Personaggi: 7 Donne
Scenografia: Fondali neri con alcune immagini Sacre lievemente illuminate
Musiche: Classiche e Sacre di sottofondo
Effetti speciali: Lampeggiatori polizia – tuoni – fulmini – pioggia ecc.
Autore e Regista: Mario Recchia

Sinossi

La quiete di un convento di suore in preghiera viene interrotto da un tragico delitto: il giardiniere è stato barbaramente e misteriosamente ucciso.

Il giardiniere ucciso non è altro che un trovatello cresciuto dalle suore senza peraltro che queste gli avessero dato un nome; per questo viene sepolto in segreto dalle suore senza che le autorità ecclesiastiche e civili siano informate dell’accaduto.

Il tempo trascorre lento fra intrighi e nuovi misteri.

Per sostituire il giardiniere ucciso, viene assunto un altro misterioso giardiniere; solo la Madre superiora è soddisfatta del suo operato, le altre suore si lamentano continuamente.

Anche il secondo giardiniere viene trovato barbaramente e misteriosamente ucciso e, per volere della Madre superiora, anche lui sta per essere sepolto come il primo.

Nel convento è lo scompiglio generale, tutte dubitano di tutte, solo l’arrivo di una poliziotta e la confessione di una suora letteralmente impazzita svelerà il mistero dei due delitti.

di quest’anno sono in corso le riprese del lungometraggio di Mario Recchia dal titolo “L’ultimo volo del gabbiano” e dovrebbero terminare ad ottobre.

Si tratta di un thriller ambientato tra Firenze e provincia di oltre 100 minuti complessivi previsti.Alcune delle location interessate dal progetto, saranno il Commissariato di Polizia, il Carcere di Sollicciano e molte strade di Firenze con qualche piccola incursione in quel di Livorno.

Il cast è composto prevalentemente da molti attori provenienti dall’hinterland fiorentino, ma non necessariamente fiorentini “di nascita”.Infatti la protagonista Desirè, ad esempio, è interpretata dalla bella Salentina Anna Grazia Conte. Il protagonista maschile è Alessandro Calonaci e in altri ruoli importanti figurano poi i nomi di Sauro Artini, Cynthia Capodarte, Veronica Ribuffo, Cinzia Lo Zito, Maurizio Pollastri e Andrea Sabini.

La storia parla di Desirè, commissario di Polizia, e Edoardo, Magistrato. I due si incontrano casualmente e trascorrono insieme un bella notte d'amore, ma all'alba, Edoardo scopre che Desirè è fuggita via senza lasciare traccia dietro di sè. Dopo qualche tempo il destino vuole che il commissario e il magistrato si incontrino nuovamente, ma questa volta nelle loro vesti professionali, sulla scena di un tragico evento delittuoso dove tre persone sono state uccise. Ed è qui che scoprono l’una la professione dell'altro. Da quel momento, si frequentano, fra di loro sboccia l'amore e infine si sposano.

Dopo il matrimonio, la vita scorre serena, entrambi conducono indipendentemente e in maniera eccellente diverse indagini poliziesche, fin quando non si imbattono in uno sconosciuto nemico comune: il “dottore”. Un criminale, il “dottore” che lascia dietro di sé un sacco di cadaveri. Dedito allo spaccio di droga ad altissimi livelli, per incrementare i propri profitti e il proprio giro di affari compie anche altri reati come l’esportazione di auto di lusso rubate. Durante queste indagini, Desirè scopre di essere in dolce attesa. Quando ormai mancano pochi giorni al lieto evento, lei e suo marito si trovano nella loro villa al mare in attesa del nascituro, ma Desirè riceve una telefonata dall'ispettore Veneziani, sua stretta collaboratrice, che le comunica che ha scoperto la vera identità del “dottore”.

Da giugno di quest’anno sono in corso le riprese del lungometraggio di Mario Recchia dal titolo “L’ultimo volo del gabbiano” e dovrebbero terminare ad ottobre.

Si tratta di un thriller ambientato tra Firenze e provincia di oltre 100 minuti complessivi previsti.Alcune delle location interessate dal progetto, saranno il Commissariato di Polizia, il Carcere di Sollicciano e molte strade di Firenze con qualche piccola incursione in quel di Livorno.

Il cast è composto prevalentemente da molti attori provenienti dall’hinterland fiorentino, ma non necessariamente fiorentini “di nascita”.Infatti la protagonista Desirè, ad esempio, è interpretata dalla bella Salentina Anna Grazia Conte. Il protagonista maschile è Alessandro Calonaci e in altri ruoli importanti figurano poi i nomi di Sauro Artini, Cynthia Capodarte, Veronica Ribuffo, Cinzia Lo Zito, Maurizio Pollastri e Andrea Sabini.

La storia parla di Desirè, commissario di Polizia, e Edoardo, Magistrato. I due si incontrano casualmente e trascorrono insieme un bella notte d'amore, ma all'alba, Edoardo scopre che Desirè è fuggita via senza lasciare traccia dietro di sè. Dopo qualche tempo il destino vuole che il commissario e il magistrato si incontrino nuovamente, ma questa volta nelle loro vesti professionali, sulla scena di un tragico evento delittuoso dove tre persone sono state uccise. Ed è qui che scoprono l’una la professione dell'altro. Da quel momento, si frequentano, fra di loro sboccia l'amore e infine si sposano.

Dopo il matrimonio, la vita scorre serena, entrambi conducono indipendentemente e in maniera eccellente diverse indagini poliziesche, fin quando non si imbattono in uno sconosciuto nemico comune: il “dottore”. Un criminale, il “dottore” che lascia dietro di sé un sacco di cadaveri. Dedito allo spaccio di droga ad altissimi livelli, per incrementare i propri profitti e il proprio giro di affari compie anche altri reati come l’esportazione di auto di lusso rubate. Durante queste indagini, Desirè scopre di essere in dolce attesa. Quando ormai mancano pochi giorni al lieto evento, lei e suo marito si trovano nella loro villa al mare in attesa del nascituro, ma Desirè riceve una telefonata dall'ispettore Veneziani, sua stretta collaboratrice, che le comunica che ha scoperto la vera identità del “dottore”.Da giugno di quest’anno sono in corso le riprese del lungometraggio di Mario Recchia dal titolo “L’ultimo volo del gabbiano” e dovrebbero terminare ad ottobre.

Si tratta di un thriller ambientato tra Firenze e provincia di oltre 100 minuti complessivi previsti.Alcune delle location interessate dal progetto, saranno il Commissariato di Polizia, il Carcere di Sollicciano e molte strade di Firenze con qualche piccola incursione in quel di Livorno.

Il cast è composto prevalentemente da molti attori provenienti dall’hinterland fiorentino, ma non necessariamente fiorentini “di nascita”.Infatti la protagonista Desirè, ad esempio, è interpretata dalla bella Salentina Anna Grazia Conte. Il protagonista maschile è Alessandro Calonaci e in altri ruoli importanti figurano poi i nomi di Sauro Artini, Cynthia Capodarte, Veronica Ribuffo, Cinzia Lo Zito, Maurizio Pollastri e Andrea Sabini.

La storia parla di Desirè, commissario di Polizia, e Edoardo, Magistrato. I due si incontrano casualmente e trascorrono insieme un bella notte d'amore, ma all'alba, Edoardo scopre che Desirè è fuggita via senza lasciare traccia dietro di sè. Dopo qualche tempo il destino vuole che il commissario e il magistrato si incontrino nuovamente, ma questa volta nelle loro vesti professionali, sulla scena di un tragico evento delittuoso dove tre persone sono state uccise. Ed è qui che scoprono l’una la professione dell'altro. Da quel momento, si frequentano, fra di loro sboccia l'amore e infine si sposano.

Dopo il matrimonio, la vita scorre serena, entrambi conducono indipendentemente e in maniera eccellente diverse indagini poliziesche, fin quando non si imbattono in uno sconosciuto nemico comune: il “dottore”. Un criminale, il “dottore” che lascia dietro di sé un sacco di cadaveri. Dedito allo spaccio di droga ad altissimi livelli, per incrementare i propri profitti e il proprio giro di affari compie anche altri reati come l’esportazione di auto di lusso rubate. Durante queste indagini, Desirè scopre di essere in dolce attesa. Quando ormai mancano pochi giorni al lieto evento, lei e suo marito si trovano nella loro villa al mare in attesa del nascituro, ma Desirè riceve una telefonata dall'ispettore Veneziani, sua stretta collaboratrice, che le comunica che ha scoperto la vera identità del “dottore”.

MARIO RECCHIA

Mario Recchia, è nato a Monopoli in provincia di Bari il 1/11/1951. Vive sulle colline del Chianti, a San Casciano Val di Pesa. E’ venuto ad abitare a Firenze in una fredda mattina di Ottobre del 1963, e quella stessa mattina, di quella Firenze, se ne innamorò.

“Appulotoscano” ama definirsi. Per l’amore che nutre per Firenze e per l’amore che conserva intatto per la sua Monopoli, la quale, gli ha donato la vita e dove, di tanto in tanto, si rifugia alla ricerca di “linfa vitale”; durante un’intervista televisiva, disse:

“… amare Firenze e Monopoli, è come amare due bellissime donne, senza che l’una sia gelosa dell’altra, vivo dunque questa dualità, in maniera meravigliosa …”

Ha esordito alcuni anni fa con la pubblicazione del libro di racconti brevi e poesie dal titolo

“… e cala il silenzio …” edito dalla casa editrice “i miei colori”.

Poi, la passione e l’incontro con il teatro, lo hanno portato a scrivere diverse commedie in vernacolo ed in lingua.

Fra le tante, citiamo “Amleto … ì vinaio” e “La profana commedia”, entrambe commedie di tre atti in vernacolo fiorentino scelte dalla casa editrice “libreria Chiari” di Firenze per essere pubblicate nella prestigiosa collana “COMMEDIA FIORENTINA”.

Alcune delle sue commedie, sono state rappresentate con successo da diverse compagnie teatrali della Toscana e non solo.

Difatti, la commedia “Amleto … ì vinaio” oltre ad essere stata rappresentata nei teatri Toscani, recentemente, è stata tradotta in dialetto Milanese ed è stata rappresentata a Milano e in molte altre città con notevole successo da diverse compagnie locali.

Visto il successo ottenuto da “Amleto … ì’ vinaio” è stata presa la decisione di trasformare detta commedia in versione cinematografica ed è già stata rappresentata con successo in alcuni cinema Fiorentini. Naturalmente la regia cinematografica è stata curata sempre dall’Autore.

Mario Recchia ha scritto il romanzo dal titolo “UN UOMO, DUE VITE” edito dalla casa editrice Todariana di Milano

Altri suoi lavori teatrali lo vedono impegnato nella rappresentazione anche di drammi in vernacolo “Tragedia ‘n San Frediano” rappresentata con successo; l’ultimo suo lavoro già rappresentato si intitola “’n casa dì fiaccheraio” nella quale si mette a confronto la vecchia e la nuova generazione.

Ha fondato la compagnia teatrale “la carrozzella” della quale ne è anche regista, con la stessa compagnia teatrale, ha riscosso e continua a riscuotere diversi successi nei migliori teatri della Toscana.

E’ stato premiato al prestigioso concorso “FIRENZE ALLA RIBALTA” con una sua commedia dal titolo “”TRAGEDIA ‘N SAN FREDIANO”

E’ impegnato nella diffusione e la valorizzazione del teatro vernacolare, in quanto è fermamente convinto che la commedia vernacolare non deve essere vista solo “per farsi due risate” , ma, deve essere collocata, insieme a tutte le altre commedie, in vernacolo e non, nell’olimpo del glorioso teatro Italiano. Il prossimo lavoro che rappresenterà e che sta già preparando, difatti, si intitola Misteri in convento” dramma in tre atti.

Ha appena terminato la grossa fatica della realizzazione di un suo film dal titolo “L’ultimo volo del gabbiano”; un giallo a tinte rosa, ama definirlo.

Il famoso cantante Gino Latilla, amico di Mario Recchia, dopo essersi commosso alla rappresentazione de “la profana commedia” disse: “questo è teatro con la “T” maiuscola”

Mario Recchia è fattivamente impegnato anche nel campo della beneficenza.

Bibliografia di Mario Recchia

LETTERATURA

Recchia Mario; “… e cala il silenzio … “ edizioni “I miei colori” 2000 – poesie e racconti
Recchia Mario; “UN UOMO DUE VITE” “TODARIANA EDITRICE” – MILANO - ROMANZO

FILM DVD

Recchia Mario; (autore – regista - produttore). “Amleto … ì’ vinaio” . [Rappresentato in diverse sale cinematografiche e tv locali)
Recchia Mario; (autore – regista - produttore). “L’ultimo volo del gabbiano”

COMMEDIE IN VERNACOLO FIORENTINO RAPPRESENTATE E EDITE

Recchia Mario; “Amleto … ì’ vinaio” “Firenze libri” 2000 Commedia in vernacolo
Recchia Mario; “LA PROFANA COMMEDIA” “Firenze libri” 2000 Commedia in vernacolo

OPERE TEATRALI RAPPRESENTATE

Recchia Mario; “ LA PROFANA COMMEDIA” Commedia in vernacolo
Recchia Mario; “ ‘AMLETO … I’ VINAIO” Commedia in vernacolo
Recchia Mario; “TRAGEDIA ‘N SAN FREDIANO” Dramma in vernacolo Fiorentino
Recchia Mario; “ ‘N CASA Dì’ FIACCHERAIO” Commedia in vernacolo Fiorentino premiata al concorso “Firenze alla ribalta” 2007
Recchia Mario; “CARMELO, ROSARIO E LA VIGILESSA” Atto unico
Recchia Mario; “L’IMPRESARIO E LE SUE BALLERINE” Atto unico
Recchia Mario; “INCOMPRENSIONI D’AMORE” Atto unico
Recchia Mario; “AMORE OLTRE LA VITA” Atto unico
Recchia Mario; “GRAZIA, GRAZIELLA E GRAZIE A I’… CAVOLO” Atto unico
Recchia Mario; “BULLI, PUPE E … FINOCCHI” Atto unico
Recchia Mario; “BISTA I’ GIORNALISTA “ Atto unico
Recchia Mario; “PASSEGGIATA FIORENTINA” Atto unico

OPERE TEATRALI INEDITE

Recchia Mario; “UN MALEDETTO INCIDENTE” Commedia in lingua Italiana
Recchia Mario; “ I MISTERI DEL CONVENTO” Tragedia in lingua Italiana – in fase di realizzazione

FILM INEDITI

Recchia Mario; IL NOSTRO ROMANZO – DI PROSSIMA REALIZZAZIONE

POESIE

Recchia Mario; SUONA LA CAMPANA; PASSEGGIATA D’AUTUNNO; UCCELLINO PIO PIO; FINE DI UN AMORE; IL SILENZIO; VINO; ETERNA BAMBINA; CALA IL SILENZIO; NOTTE D’AGOSTO; SARA’ IL VENTO; NOTTE INSONNE; … QUANDO NEL SILENZIO DELLA NOTTE BUIA …; PIOVON FILI D’ARGENTO; RIMPIANTO; TU CHE NE SAI?; NASCE UNA STELLA; LA MORTE DI UN GABBIANO; INQUIETUDINE; … E PIANGI …; A CAMEREDDE SO’P A SENDE LUCE’= LA CAMERETTA DEL RIONE SANTA LUCIA; (POESIA SCRITTA IN DIALETTO MONOPOLITANO) AMICI DEL PASSATO; PENSA UN PO’; UN POMERIGGIO INFERNALE;

IL VIAGGIO; ABBANDONARSI; … E IL TEMPO PASSA …; HO SOGNATO; GRANDI ALI; CERTE NOTTI; NON PIANGERE; POMERIGGIO D’AUTUNNO; AQUILONI; SPIAGGIA DESERTA; VERRA’ IL GIORNO; UNA LACRIMA; RECITAR … MENTRE PRESO DAL DELIRIO …. e molte altre

MONOLOGHI

Recchia Mario; “O FIRENZE MIA”; Monologo dedicato a Firenze.
Recchia Mario; “TI HO RIVISTA”
Recchia Mario; “ LA DIVA”

    Ti piace questo articolo? Condividilo


    News Evento

    Leggi anche

    loading...

    SCEGLI I SERVIZI DISPONIBILI NEL COMUNE DI FIRENZE
    dove-dormire dove-mangiare drink-and-coffee shopping
        ( )
    Data ultimo aggiornamento pagina 2016-04-06 09:15:47
    Inserito da Michela
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici o Privati, e organizzatori di eventi. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi, che potrebbero variare, contattando gli organizzatori o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    eventiesagre-mistri-prodotti-per-sagre-728