sfondo endy
Settembre 2021
eventiesagre.it
Settembre 2021
Numero Evento: 21029351
Eventi Enogastronomici
Dolcevi A Bassano Del Grappa
Date:
Dal: 21/11/2009
Al: 22/11/2009
Dove:
Logo Comune
Veneto - Italia
Contatti
Telefono: tel 0444/896598
fax 0444/797231:
Fonte
Alberto Pertile
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc

Dolcevi A Bassano Del Grappa - Bassano Del GrappaIl grande appuntamento
con i migliori vini dolci d'Italia

L'EVENTO PIU' DOLCE DELL'AUTUNNO:

"DOLCEVI"

Sabato 21 e Domenica 22 Novembre 2009
Palazzo Bonaguro, Bassano del Grappa (VI)

Depliant evento

Nel maestoso scenario di Palazzo Bonaguro a Bassano del Grappa, cittadina in provincia di Vicenza ai piedi delle Prealpi Venete, si svolgerà, sabato 21 e domenica 22 novembre 2009, la seconda edizione di "DolceVi", evento biennale dedicato ai vini dolci. La manifestazione, rivolta al grande pubblico e agli operatori del settore, ospiterà il meglio della produzione italiana dei vini dolci.

Nelle due giornate sarà possibile degustare tutti i vini in esposizione ed, accanto a questi, assaggiare le specialità dolciarie e i prodotti tipici della tradizione veneta. Inoltre, verranno organizzati convegni, degustazioni e laboratori, che condurranno l'esperto e l'appassionato in un vero e proprio viaggio del gusto alla scoperta dei più importanti vini dolci italiani e dei migliori abbinamenti gastronomici.

Domenica 22 novembre, alle 11.00, Slow Food Veneto proporrà un laboratorio del gusto su "I Vini Santi d'Italia": degustazione di otto Vini Santi abbinati a dolci e formaggi della tradizione. Nel pomeriggio, a cura di Slow Food e i Produttori di Terra Madre, seguiranno due laboratori del gusto dal titolo "I Presidi. Le Dolcezze Perdute": alle 14.30 sul presidio della Slatko di prugne pozegaca della Bosnia Erzegovina e alle 16.00 sui presidi del cacao della Chontalpa (Messico) e cacao Nacional (Equador).

Sabato 21 e domenica 22 novembre, a cura dell'Associazione Italiana Sommelier, sarà attiva anche l'enoteca "Le Dolcezze Italiane" dove si potrà ricevere informazioni e acquistare i vini e i prodotti della gastronomia dolce presenti alla manifestazione. Sempre a cura dell'AIS, nella giornata di domenica, alle ore 16.30, si terranno le degustazioni ufficiali dell'associazione e, alle 18.00, le selezioni per l'elezione del miglior sommelier vicentino.

Il biglietto d'ingresso di 15 euro darà diritto alla guida ai vini in degustazione, a bicchiere e portabicchiere, alla degustazione dei vini presenti ed all'accesso all'area dei prodotti gastronomici (10 euro per i soci AIS, Onav, Aei e Slowfood).

"DolceVi" è organizzato dal Co.Vi.Vi. - Consorzio Vini Vicentini e da Vicenza Qualità, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza, con il patrocinio ed il contributo della Camera di Commercio di Vicenza, Comune di Bassano del Grappa e Regione Veneto, in collaborazione con l'Associazione Italiana Sommelier (sez. Veneto), Gruppo Ristoratori Bassanesi e Slow Food del Veneto.

IL PROGRAMMA

SABATO 21 NOVEMBRE
  • Ore 10.30 Convegno d'apertura "L'alcol non è solo di vino. Uso e abuso - La cultura dei vini dolci". Parteciperanno alcuni rappresentanti della sicurezza stradale, della medicina riabilitativa, dell'alimentazione e nutrizionisti, alcuni protagonisti dell'enologia e della ristorazione, i responsabili regionali della programmazione ed educazione giovanile.

  • Ore 14.30-20.00 Degustazione pubblica dei vini in esposizione.

  • Ore 15.00 Convegno per giornalisti: "Dolci Dolcezze". Parteciperanno alcuni protagonisti del marketing, della stampa enogastronomica, del mondo della produzione e della "gastronomia dolce" per un'analisi delle prospettive e della situazione di mercato del comparto vini dolci e la firma del "MANIFESTO DEL VINO DOLCE": un decalogo per un'invitante e corretta somministrazione del vino dolce e una sua opportuna valorizzazione enogastronomica. A seguire, proposte di degustazioni con i produttori di specialità dolciarie e vini dolci. Moderatore: il giornalista enogastronomico Fabio Piccoli.

DOMENICA 22 NOVEMBRE
  • Ore 10.30-19.00 Degustazione pubblica dei vini in esposizione.

  • Ore 11.00 Laboratorio del Gusto a cura di Slow Food Veneto: "I Vini Santi d'Italia". Degustazione di otto Vini Santi abbinati ai "dolci e formaggi della tradizione". Costo di partecipazione: euro 15,00. Degustazione su prenotazione e con posti limitati.

  • Ore 14.30 Laboratorio del Gusto a cura di Slow Food e i Produttori di Terra Madre: "I Presidi. Le Dolcezze Perdute". Laboratorio sul presidio della Slatko di prugne pozegaca della Bosnia Erzegovina. Costo di partecipazione: euro 10,00. Degustazione su prenotazione e con posti limitati.

  • Ore 16.00 Laboratorio del Gusto a cura di Slow Food e i Produttori di Terra Madre: "I Presidi. Le Dolcezze Perdute". Laboratorio sui presidi del cacao: cacao della Chontalpa (Messico) e cacao Nacional (Equador). Costo di partecipazione: euro 10,00. Degustazione su prenotazione e con posti limitati.

COME ARRIVARE
Palazzo Bonaguro si trova a Bassano del Grappa (VI) in via Angarano, 77. Bassano si raggiunge molto facilmente da Padova in treno oppure uscendo dal casello autostradale di Padova proseguendo sulla strada di grande comunicazione "Valsugana".

CONTATTI
Per maggiori informazioni e prenotazioni ai laboratori contattare il Co.Vi.Vi. , Consorzio Vini Vicentini (Piazza Garibaldi, 1 Lonigo - VI - vinidocvicentini@gmail.com tel 0444/896598; fax 0444/797231) oppure consultare il sito www.dolcevi.it, info@dolcevi.it


A "DolceVi", 21-22 novembre a Bassano del Grappa (VI)

ALTA QUALITA' E PREZZI CONCORRENZIALI:
LE CHIAVI DEL SUCCESSO DI UN VINO DOLCE

Produttori, giornalisti ed esperti di marketing si confronteranno
sulle prospettive di mercato del comparto vini dolci
al più importante appuntamento del settore dell'autunno 2009

Dolcevi A Bassano Del Grappa - Bassano Del Grappa

I migliori vini dolci d'Italia si danno appuntamento a "DolceVi", sabato 21 e domenica 22 novembre a Bassano del Grappa (VI), a Palazzo Bonaguro. La manifestazione, rivolta al grande pubblico e agli operatori del settore, sarà l'occasione per conoscere e degustare il meglio della produzione italiana dei vini dolci, assaggiare le specialità dolciarie e i prodotti tipici della tradizione veneta, partecipare a convegni e laboratori del gusto. Un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di vini dolci, ma anche per gli addetti ai lavori che a "DolceVi" troveranno opportunità di confronto ed approfondimento sulla "salute" del mercato dei vini dolci, sulle eccellenze enologiche del momento e sui migliori abbinamenti enogastronomici. La giornata di sabato 21 novembre vedrà protagonista, alle 10.30, un convegno dal titolo "L'alcol non è solo di vino. Uso e abuso - La cultura dei vini dolci", a cui parteciperanno alcuni rappresentanti della sicurezza stradale, della medicina riabilitativa, dell'alimentazione, dell'enologia e della ristorazione, nonchè i responsabili regionali della programmazione ed educazione giovanile. Alle 15.00, invece, sarà la volta di un convegno rivolto ai giornalisti dal titolo "Dolci Dolcezze... e non solo" che, con la partecipazione di alcuni esponenti del mondo del marketing, della stampa enogastronomica, della produzione e della "gastronomia dolce", farà un'analisi delle prospettive e della situazione di mercato del comparto vini dolci e la firma del "Manifesto del Vino Dolce": un decalogo per una sua invitante e corretta somministrazione e una sua opportuna valorizzazione enogastronomica.

«Il consumo di vini dolci - commenta Fausto Maculan dell'Azienda Agricola Maculan di Breganze - da una parte risente della crisi che sta colpendo il mondo della ristorazione, ma dall'altra registra risultati molto buoni in ambito privato. Il punto di forza del vino dolce è che piace a tutti. Il requisito fondamentale dunque per un prodotto di successo è la capacità di garantire standard qualitativi elevatissimi a prezzi concorrenziali. Se a questo si aggiunge il nome di un buon produttore ed il fatto che il vino venga prodotto da più di venti anni, allora ci sono ancora più probabilità di successo».

«Dopo il boom del 2005 - commenta Giancarlo Cavazza dell'Azienda Agricola Cavazza di Montebello Vicentino - il consumo di vini dolci si è stabilizzato. Un buon vino dolce deve avere un ottimo equilibrio tra la concentazione in zuccheri e la componente alcolica (12 gradi in alcol e 16-18 gradi complessivi). Molto importante anche l'acidità che deve essere medio-alta per pulire bene la bocca».

"DolceVi" è organizzato dal Co.Vi.Vi. - Consorzio Vini Vicentini e da Vicenza Qualità, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza, con il patrocinio ed il contributo della Camera di Commercio di Vicenza, Comune di Bassano del Grappa e Regione Veneto, in collaborazione con l'Associazione Italiana Sommelier (sez. Veneto), Gruppo Ristoratori Bassanesi e Slow Food del Veneto. Le degustazioni pubbliche, con biglietto d'ingresso a 15 euro (10 euro per i soci AIS, Onav, Aei e Slowfood), saranno aperte sabato dalle 14.30 alle 20.00 e domenica dalle 10.30 alle 19.00. Inoltre, domenica 22 novembre, alle 11.00, Slow Food Veneto proporrà un laboratorio del gusto su "I Vini Santi d'Italia": degustazione di otto Vini Santi abbinati a dolci e formaggi della tradizione. Nel pomeriggio, a cura di Slow Food e i Produttori di Terra Madre, seguiranno due laboratori del gusto dal titolo "I Presidi. Le Dolcezze Perdute": alle 14.30 sul presidio della Slatko di prugne pozegaca della Bosnia Erzegovina e alle 16.00 sui presidi del cacao della Chontalpa (Messico) e cacao Nacional (Equador). La partecipazione ai laboratori del gusto è a numero limitato e le prenotazione si effettuano scrivendo ainfo@dolcevi.it . Sabato e domenica, a cura dell'Associazione Italiana Sommelier, sarà attiva anche l'enoteca "Le Dolcezze Italiane" dove si potrà ricevere informazioni e acquistare i vini e i prodotti della gastronomia dolce presenti alla manifestazione. Domenica alle 16.30, invece, si terranno le degustazioni ufficiali dell'associazione e, alle 18.00, le selezioni per l'elezione del miglior sommelier vicentino.


"DolceVi", 21-22 novembre a Bassano del Grappa (VI)

ALTA QUALITA' ASSOLUTA
LA CHIAVE DEL SUCCESSO DI UN VINO DOLCE

Produttori, giornalisti ed esperti di marketing si confronteranno
sulle prospettive di mercato del comparto vini dolci
al più importante appuntamento del settore dell'autunno 2009


Vicenza, 9 novembre 2009

La dolcezza della terra in un bicchiere: DolceVI. Sabato 21 e domenica 22 novembre a Bassano del Grappa (VI), nella cornice di Palazzo Bonaguro, si danno appuntamento i migliori vini dolci d'Italia. Vini dove la dolcezza raccolta dalla vite e racchiusa nei suoi grappoli è trasformata con perizia dal viticoltore, per essere preservata come tesoro prezioso, assaporata quasi fosse una medicina, degustata con attenzione, condivisa con le persone più care.

Secoli di storia racchiusi in un bicchiere, cantati da Omero, menzionati da Esiodo, esaltati dai romani che per produrli usavano tecniche praticate ancora oggi. Ippocrate, il padre della medicina, indicò i vini dolci come efficace ricostituente nelle convalescenze. La Serenissima li commercializzava in tutta Europa.

Palazzo Bonaguro ospiterà questi capolavori di maestria e tradizione viticola, dove vita e vite s'intrecciano scandendo i momenti stessi dell'esistenza. Sono prodotti che nascono da tecniche di produzione vecchie di secoli, che la moderna enologia ha saputo affinare: piccole produzioni, quantità spesso esigue che danno vini eleganti, maestosi, raffinati, che trovano nel tempo, nella pazienza, nella certosina attenzione del viticoltore le loro radici. La grande varietà di vitigni, la ricchezza di tradizioni fanno dell'Italia una realtà unica per i vini - e per i dolci in particolare -, tanto da renderli tra i più ricercati al mondo. Basti pensare a Torcolato, Recioto di Gambellara, Soave e Valpolicella, ai Vinsanti trentini e toscani, alla Malvasia delle Lipari, ai passiti come quello di Pantelleria, allo Zibibbo siciliano o l'Albana di Romagna passito, solo per citare i più noti.

Le sensazioni espresse dal vino dolce conquistano pure le persone che non si interessano o addirittura non bevono vino: questa seconda edizione di DolceVi è pertanto un'opportunità per per conoscere e degustare il meglio della produzione italiana dei vini dolci, assaporare prodotti unici e rarità enologiche. Gli organizzatori hanno pensato ad una manifestazione, rivolta al grande pubblico e agli operatori del settore, che sarà anche l'occasione per assaggiare le specialità dolciarie e i prodotti tipici della tradizione veneta, partecipare a convegni e Laboratori del Gusto.

Si tratta quindi di un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di vini dolci, ma anche per gli addetti ai lavori che a DolceVi troveranno opportunità di confronto ed approfondimento sulla "salute" del mercato, sulle eccellenze enologiche del momento e sui migliori abbinamenti enogastronomici.

DolceVi è organizzato dal Co.Vi.Vi. - Consorzio Vini Vicentini e da Vicenza Qualità, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza, con il patrocinio ed il contributo della Camera di Commercio di Vicenza, Comune di Bassano del Grappa, Provincia di Vicenza e Regione Veneto, in collaborazione con l'Associazione Italiana Sommelier (sez. Veneto), Gruppo Ristoratori Bassanesi e Slow Food del Veneto. Informazioni:info@dolcevi.it.

Per informazioni: www.dolcevi.it

Alpe Comunicazione - Agenzia di Stampa in Vicenza
Alberto Pertile


Tutti gli amici dei vini dolci d'Italia

Parterre de roi di collaborazioni
per "DolceVi" a Bassano del Grappa

100 vini dolci in degustazione il 21 e 22 novembre
a Palazzo Bonaguro, a due passi dal Ponte di Bassano

Vicenza, 14 novembre 2009

Parlare di vino vuol dire parlare di territorio. DolceVI, che si terrà sabato 21 e domenica 22 novembre a Bassano del Grappa all'interno di Palazzo Bonaguro, sarà occasione per conoscere la complessità e la ricchezza del panorama italiano, veneto e vicentino. La manifestazione sarà, infatti, anche vetrina dell'agroalimentare locale di qualità, grazie alla collaborazione della Coldiretti e Vicenza Qualità - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza, co-organizzatrice della manifestazione con il Co. Vi. Vi. - Consorzio Vini Vicentini DOC, organismo rappresentativo dei Consorzi di Tutela dei Vini delle sei DOC vicentine: Arcole, Breganze, Colli Berici, Gambellara, Lessini Durello e Vicenza.

Vicenza E' mette a disposizione del pubblico della manifestazione il sistema di prenotazioni alberghiere a condizioni di convenzione "Vicenza Booking", l'ospitalità vicentina (tel. 0444-964380,info@vicenzabooking.com). Realizzato con il patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Vicenza e dell'Assessorato al Turismo del Comune di Bassano del Grappa, che ha contribuito mettendo a disposizione Palazzo Bonaguro, una delle sedi pubbliche più belle della città a pochi passi dalla stazione ferroviaria, proprio per la specificità degli argomenti trattati, DolceVI gode della collaborazione pure dell'Associazione Italiana Sommelier (sez. Veneto), del Gruppo Ristoratori Bassanesi e di Slow Food del Veneto e Vicenza, oltre che del sostegno della Banca Popolare di Vicenza e del contributo della Camera di Commercio di Vicenza.

In occasione della seconda edizione di DolceVi, un gruppo di enti ed associazioni di grande rilievo si dimostra pertanto unito ed armonico, per la valorizzazione di uno dei tesori più preziosi, autorevole e ricercato della vitivinicoltura: il vino dolce. In questo modo, il visitatore sarà accompagnato nel migliore dei modi nella conoscenza di uno dei re fra i vini italiani e tra i prodotti dell'universo agroalimentare vicentino.

Per informazioni: www.dolcevi.it

 Alpe Comunicazione - Agenzia di Stampa in Vicenza
Alberto Pertile


Vicenza, 19 novembre 2009

 Le DOC protagoniste

I vini dolci vicentini a DolceVi

Una trentina le aziende viticole vicentine
che presenteranno i propri vini dolci in degustazione

il 21 e 22 novembre a Palazzo Bonaguro

DolceVi, la vetrina dei vini dolci italiani che si terrà sabato 21 e domenica 22 novembre a Bassano del Grappa nei saloni di Palazzo Bonaguro, vede i produttori vicentini protagonisti con una trentina di cantine presenti, espressione delle DOC del territorio: Arcole, Breganze, Colli Berici, Gambellara, Lessini Durello e Vicenza. L'evento rappresenta un'importante opportunità per conoscere ed apprezzare, oltre ai vini di tutto il Paese, in particolar modo il mondo dei vini dolci vicentini. E che mondo! Si tratta di vini prodotti da secoli con uve a bacca bianca: Garganega, Durella e Vespaiola, vitigni autoctoni espressione della ricchezza di tradizioni e di storia della viticoltura vicentina.

Risalgono all'epoca romana le prime testimonianze di coltivazione dell'uva nel vicentino. Considerata la passione, come ci racconta Plinio, dei romani per i vini dolci, possiamo capire come la produzione di questi vini esprima una perizia enologica che si nutre di storia. Perizia ricordata da poeti e viaggiatori come Andrea Scoto nel suo Itinerario (1610): "Il vino vi nasce in grandissima copia et è il più stimato stimato senza paragone... Vi è il dolce, et il piccante, che bacia e morde, l'aromatico e fragante...". Cantati da Aureliano Acanti nel "Roccolo" (1754): "Il Vin Santo prelibato il dolcissimo Pasquale. Queste cose sono divine...". Tradizione enologica espressa nella sua complessità nei passiti DOC e DOCG vicentini: il Torcolato dalle sensazioni di miele di acacia e fiori, il Recioto di Gambellara dai sentori intensi e fruttati, il Durello passito dai profumi evoluti e complessi.

Sono sentori, sensazioni e profumi che raccontano di passione per la terra, di ospitalità, di borghi e tradizioni, di storie di uomini che hanno cercato di preservare e valorizzare la dolcezza della loro terra.

DolceVi è organizzato da Co.Vi.Vi. - Consorzio Vini Vicentini e da Vicenza Qualità, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza, con il patrocinio ed il contributo della Camera di Commercio di Vicenza, Comune di Bassano del Grappa, Provincia di Vicenza e Regione Veneto, in collaborazione con l'Associazione Italiana Sommelier (sez. Veneto), Gruppo Ristoratori Bassanesi, Slow Food del Veneto e Vicenza E'. Centrale prenotazioni alberghiere in convenzione: Vicenza Booking, tel. 0444-964380, info@vicenzabooking.com.

Per informazioni: www.dolcevi.it

Nei giorni di manifestazione: 392-7990767, Skype: dolce.vi


Vicenza, 20 novembre 2009

"DolceVi", 21-22 novembre a Bassano del Grappa (VI)

DOLCEVI NELLE TERRE DEL TORCOLATO

Dodici aziende viticole della DOC Breganze raccontano attraverso i loro vini
la tradizione enologica di un territorio

DolceVi nelle terre del Torcolato. La seconda edizione dell'evento dedicato ai vini dolci, che si terrà a Bassano del Grappa tra le mura di Palazzo Bonaguro, sabato 21 e domenica 22 novembre 2009, ha come "padrone di casa" un vino passito d'eccezione: il Torcolato di Breganze. Sono le colline ai piedi dell'Altopiano di Asiago che scendono verso Bassano, il luogo vocato alla produzione di questa ambrosia enologica che ogni anno nella terza domenica di gennaio, celebra la Prima spremitura. Nel 2010 l'appuntamento sarà per domenica 17 gennaio.
Un vino, il Torcolato, la cui storia è legata alla storia della viticoltura vicentina. Andrea Scoto nel 1610 nel suo itinerario parla "della contrada di Breganze di molto nome per li vini dolci e saporiti che produce". Il Torcolato affonda le sue radici in una tradizione di secoli che i produttori della DOC Breganze hanno saputo valorizzare. Non è solo un vino, il Torcolato è espressione di un territorio, prodotto con l'uva Vespaiola, vitigno autoctono, è la storia della gente di Breganze. Una storia che si può leggere nei vini presentati dalle cantine breganzesi presenti a DolceVi: Bastia di Mario Saccardo, Giuseppe Bonollo, Cà Biasi di Innocente Dalla Valle, Cantina Beato Bartolomeo, Col Dovigo, Firmino Miotti, Gastaldia, Maculan, Vignaioli Contrà Soarda, Vigneto Due Santi, Villa Magna, Vitacchio Cav. Guerrino.

Per informazioni: www.stradadeltorcolato.it

 Alpe Comunicazione - Agenzia di Stampa in Vicenza
Alberto Pertile



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2009-11-20 22:57:12
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.