sfondo endy
Febbraio 2018
eventiesagre.it
Febbraio 2018
Numero Evento: 21159953
Teatro Teatro
Piccolo Teatro Patafisico
8^ Stagione 2017/2018
Date
Dal: 23/11/2017
Al: 30/06/2018
Dove:
Logo Comune
Via Gaetano La Loggia, 5
Sicilia - Italia
Contatti
Fonte
Alessia Rotolo
Scheda Evento
artigiani-in-fiore-Nazionale

Piccolo Teatro Patafisico

8^ Stagione 2017/2018

Da Giovedì 23 Novembre 2017 a Sabato 30 Giugno 2018 - dalle ore 20:30
Piccolo Teatro Patafisico - Via Gaetano La Loggia, 5 - Palermo (PA)

Piccolo Teatro Patafisico - Palermo

AL VIA L’OTTAVA STAGIONE DEL PICCOLO TEATRO PATAFISICO

FIL ROUGE DEL NUOVO CARTELLONE SARA’ LA PASSIONE CHE MUOVE LE COSE

Sta per tornare ad aprire il sipario il Piccolo Teatro Patafisico. Quest'anno si festeggia l'ottavo anno consecutivo e complice la direzione artistica sempre spumeggiante e carica di entusiasmo quest'anno la stagione è ricca di spettacoli per grandi e piccini, piece teatrali, performance artistiche, reading, festival, feste e cene. Tutto condito da una forte impronta patafisica, ovviamente. La Patafisica è la scienza delle soluzioni immaginarie che spesso viene in soccorso del piccolo Teatro Patafisico e dei suoi fondatori che, ricordiamo, essere due giovani donne palermitane: Rossella Pizzuto e Laura Scavuzzo. La nuova stagione parte il 23 novembre 2017, con le cene patafisiche, e finisce a giugno 2018. Il cartellone con gli spettacoli per bambini è già iniziato e il prossimo spettacolo sarà il 12 novembre con “Lo specchio sinceo”, una produzione Quinto Equilibrio.

Il Piccolo Teatro Patafisico nato nel 2010, dopo i primi anni itineranti in diversi luoghi di Palermo (tra cui anche una parruccheria), dal 2012 si trova dentro l'ospedale psichiatrico di via La Loggia, l'ex manicomio della città con il progetto Comunità Urbane Solidali. E certo Laura e Rossella che pensano di aprire un teatro off fuori dal centro storico e lontano dai soliti circuiti frequentati dai palermitani potrebbero sembrare un po' matte. O forse coraggiose? Certo è che loro ci credono fortemente, tanto da convincere tutti coloro che ruotano attorno al Piccolo Teatro a pensare sempre più in grande e ad essere coraggiosi nelle scelte, adandare avanti, per questo il Teatro torna a stupire e commuovere, divertire ed emozionare, esattamente con lo stesso entusiasmo del primo giorno di apertura.

Se è vero che con la cultura non si mangia, forse è meglio mangiare la cultura, un ragionamento patafisico. E così dopo un'attenta opera di ricerca e di selezione si è arrivati ad avere un cartellone con diciannove spettacoli per adulti e un cartellone per i più piccoli con tredici spettacoli. Ben tre Festival ormai riconosciuti a livello nazionale: Il Minino Teatro Festival, il festival di corti teatrali, SorsiCorti, il Festival internazionale che mette insieme buon vino e cortometraggi e Conformazioni, il Festival di performance e danza.

"Nella nostra bellissima e sfuggente Palermo - dicono le fondatrici - che sa accogliere come poche e respingere come solo lei sa fare, il nostro Patafisico si impegna ad essere un luogo accogliente e aperto, creativo e catalizzatore di innovazione e originalità dalla scena contemporanea. Vi presentiamo l’ottava stagione patafisica che accoglie spettacoli di danza e teatro, poesia e una ricca stagione per le famiglie e i piccolissimi. Filo rosso del cartellone è la passione che muove le cose capace di grandi successi, grandi amori e feroci vendette. Diversi quest’anno i nomi in cartellone di palermitani e siciliani che sono artisti affermati sulla scena nazionale e internazionale, tante nuove produzioni e progetti speciali. Speriamo inoltre di svelarvi alcune sorprese nel corso della stagione".

L'organizzazione del Piccolo Teatro Patafisico dedica questa bella e nuova stagione, insieme a tutti gli artisti delle compagnie, a Vito Parrinello, al suo Teatro Ditirammu, con la speranza che Palermo impari a valorizzare le sue preziose risorse.


Piccolo Teatro Patafisico - Palermo

 

DOPO SETTE ANNI TORNA AL PICCOLO TEATRO PATAFISICO UNO SPETTACOLO MOLTO ATTESO
"VOLEVO DIRTI" DI SABRINA PETIX PER LA REGIA DI GIUSEPPE CUTINO

Sabato 17 febbraio alle 21 e domenica 18 alle 18 al Piccolo Teatro Patafisico (via Gaetano La Loggia, 5) andrà in scena "Volevo dirti" di Sabrina Petix per la regia di Giuseppe Cutino, una produzione M'Arte movimenti d'arte e compagnia dell'Arpa. Lo spettacolo torna in scena a Palermo dopo sette anni per la forte richiesta da parte del pubblico. 

Un intrigo condominiale. Una storia di passioni: amori traditi, amori negati, impossibili, proibiti, segreti, amori da pagare con il sangue. Voci e parole che si intrecciano e si inseguono come gli strumenti di un quartetto. Quattro donne ai quattro piani di una passione che le accomuna e le divide. Quattro piante carnivore belle e mostruose come lampadari di cristallo, capaci di sorridere e far sorridere davanti al rivelarsi di orrori quotidiani. L'amore le unisce come la vendetta e come la vendetta le rende irrazionali e spietate... quattro donne. Quattro diverse età. Volevo dirti è un'ipnotica danza nell'orrore della quotidianità, nei misteri rimossi dell'amore possessivo. Irene, Agata, Tina e Lucia raccontano la loro passione per uno stesso uomo: un uomo conteso, odiato, sognato, perduto; passione che condurrà verso l'irrimediabile, grazie a un racconto che lentamente rapisce gli spettatori nel suo folle labirinto, che è anche un labirinto visivo, scandito da lunghi (e impressionanti) momenti di immobilità e da vorticosi momenti coreografici, che avviluppano la storia, mescolando la gravità della vicenda con la leggerezza dei ventagli e delle gonne.

Le donne hanno un rapporto spietato col tempo, con il loro e con quello degli altri. Delle altre. È sempre possibile che una donna ti faccia pagare il tempo che abiti, che non ti perdoni la tu giovinezza o la tua vecchiaia. Perché il tempo non è sempre uguale per le donne. Perché il tempo è un nome che si declina al maschile. E questo, purtroppo, è un fatto che per una donna non è facile da dimenticare. Proviene dal profondo sud questa passione erotica divoratrice e sanguinaria, come ci si aspetterebbe. Ma, in maniera del tutto inattesa, lo fa senza stereotipi, anzi insinuandosi nelle pieghe delle nostre sicurezze, soverchiandoci e infine accompagnandoci nelle glaciali e spietate leggi della gelosia e della vendetta, per farci scoprire di essere di fronte non a un folcloristico quadretto siculo, ma agli abissi della nostra coscienza più segreta. Tutto grazie alla straordinaria interpretazione di quattro attrici capaci di penetrare nel cuore degli spettatori, orchestrate dal regista Giuseppe Cutino come strumenti emozionanti ma lucidi, tra profondità psicologiche e rigore del movimento.

"Volevo dirti" è uno spettacolo potente, che non si dimentica facilmente e mostra la maturità della compagnia palermitana M'Arte, che in pochi anni ha saputo affermarsi nel panorama del nuovo teatro italiano, da quando - nel 2003 - ha vinto il Premio Scenario con Come campi da arare.

Con:
Serena Barone
Ester Cucinotti
Caterina Marcianò
Sabrina Petyx

Scena e costumi:
Daniela Cernigliaro

Disegno luci:
Fabio Giommarelli
testo finalista PREMIO UGO BETTI per la nuova drammaturgia 2008

Una produzione:
M’Arte Movimenti d’Arte e Compagnia dell'Arpa

COSTO: 8 EURO, 6 EURO PER I SOCI

PER CHI VOLESSE ACCREDITARSI PUO' CHIAMARE IL 320 9716758



News Evento

Leggi anche

loading...

SCEGLI I SERVIZI DISPONIBILI NEL COMUNE DI PALERMO
Dove Dormire Dove Mangiare Drink & Coffee
    ( )
Data ultimo aggiornamento pagina 2018-02-13 15:51:02
Inserito da Michela Gesualdi
Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici o Privati, e organizzatori di eventi. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi, che potrebbero variare, contattando gli organizzatori o visitando il sito ufficiale dell'evento.
creazioni-artigiane-728-desk