sfondo endy
Agosto 2019
eventiesagre.it
Agosto 2019
Numero Evento: 21096411
Teatro Teatro
Concorsi Vari
Festival Nazionale Teatro Xs
11^ Edizione
Date:
Dal: 10/02/2019
Al: 13/04/2019
Dove:
Logo Comune
Via Principessa Sichelgaita
Campania - Italia
Contatti
Tel.: 089254524
Cell.: 3476178242 - 3382041379
Fonte
Teatro Genovesi
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento

Festival Nazionale Teatro Xs

11^ Edizione

Da Domenica 10 Febbraio a Sabato 13 Aprile 2019 - dalle ore 19:00
Teatro Genovesi - Via Principessa Sichelgaita - Salerno (SA)

Festival Nazionale Teatro Xs - Salerno

AL VIA IL FESTIVAL NAZIONALE “TEATRO XS” CITTÀ DI SALERNO”CON “LA CORTE DEI FOLLI” IN “NEL NOME DEL PADRE”

Salerno. Domenica 10 febbraio, alle ore 19, taglio del nastro dell’undicesima edizione del Festival Nazionale Teatro XS Città di Salerno con “La Corte dei Folli” di Fossano che porterà in scena “Nel nome del padre” di Luigi Lunari e la regia di Stefano Sandroni. In scena Cristina Viglietta (Rosemary) e Pinuccio Bellone (Aldo). Una donna ed un uomo si ritrovano in una sorta di limbo, un “non-luogo” e “non-tempo” che i due sono costretti a condividere con l'intento di liberarsi dal proprio drammatico passato per adire finalmente ad una meritata pace eterna. Rosemary e Aldo, realmente esistiti, provengono da due mondi opposti e sono figli di due famosi uomini politici, di contrapposte posizioni ideologiche, che hanno segnato la storia. “Io non sono attrezzato per la vita - Fin dalla prima lettura del copione queste parole hanno rimbombato nella mia testa come un'eco. Cosa significa per una persona non avere la capacità di stare al mondo? Provate ad immaginare cosa può voler dire per una persona non avere gli strumenti adatti per vivere come gli altri si aspettano. Non essere all'altezza del compito, delle aspettative. Ci si ritrova fermi, immobilizzati senza la possibilità di fare nulla, se non subire passivamente ciò che altri decidono per noi, sentendosi sempre “sbagliati”. E’ quanto scrive Stefano Sandroni nelle note di regia.

Il Festival è organizzato dalla Compagnia dell’Eclissi, diretta da Enzo Tota, con il patrocinio dell'Istituto d’Istruzione Superiore Statale “Genovesi – Da Vinci”, guidato dal dirigente Nicola Annunziata, il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana – Fondazione Carisal, delle Soroptimist Club Sezione Salerno, della U.I.L.T. Campania.

Il secondo spettacolo in cartellone, domenica 17 febbraio, alle ore 19, con A.LIB.I Associazione Culturale di Tricase (LE) che parteciperà al Festival con lo spettacolo “ventOtene” di Walter Prete e firmato alla regia da Gustavo D’Aversa. “ventOtene - il sogno europeo” è un racconto all’incrocio tra la Storia con la esse maiuscola e le storie di amicizia, di lotta politica e d’amore di un gruppo di giovani antifascisti italiani che al confino, mentre la guerra brucia l’Europa, danno alla luce il Manifesto di Ventotene, il documento che a più di settant’anni dalla pubblicazione è guardato ancora come l’atto di nascita del processo di integrazione europea.

Domenica 3 marzo, alle ore 19, a salire sul palco del teatro Genovesi sarà la compagnia Colpo di Maschera di Fasano (BR) che ha scelto di partecipare con lo spettacolo “A Vigevano si spacca! - storia a tratti musicale di chi canta Rino Gaetano” di Mimmo Capozzi. E’ un musical omaggio a Rino Gaetano, ricordato per l’ironia e il non senso delle sue canzoni, ma anche per la denuncia sociale, celata dietro testi leggeri. Il musical è stato creato da Mimmo Capozzi, regista ed autore dello spettacolo che è un intreccio teatrale e musicale. Viene raccontata la storia di quattro musicisti, l’amicizia e le ambizioni.

Domenica 10 marzo, alle ore 19, i riflettori del Genovesi saranno puntati su “TeatrArte” di Macerata con “Macbeth” nella elaborazione di Eleonora Sbrascini che sarà in scena accanto a Franco Tomassini. È una rivisitazione a due atti di una delle più famose tragedie shakespeariane. Ricordata talvolta per essere la più breve tragedia di Shakespeare, Macbeth è anche il lavoro più sfaccettato e difficoltoso messo in campo dal grande drammaturgo inglese.

Domenica 17 marzo, alle ore 19, “Le Fortunate eccezioni” di Lucca presenteranno “Parole incatenate” di Jordi Galceran. Lo spettacolo parte da alcuni interrogativi “qual è il limite tra l’amore, il fuoco di una sana passione, e l’ossessione?”, “chi lo stabilisce?”, “chi riesce a percepirne i contorni?” La crudeltà e l’inganno permeano tutta la vicenda e l’angolazione da cui appaiono i fatti cambia in continuazione, mutando l’opinione e l’apparente natura dei personaggi. Ogni verità è illusoria e solo il finale darà una giusta visione dei fatti pregressi, insieme alla perenne inquietudine circa la cattiveria, la gratuità del male e le distorsioni che la mente opera sulla realtà.

Domenica 31 marzo, alle ore 19, sarà di scena la Compagnia Teatrale Calandra di Tuglie (LE) in “Edipo Re” di Sofocle per la regia di Giuseppe Miggiano. Donato Chiarello, Federico Della Ducata, Luigi Giungato, Annarita Vizzi e Patrizia Miggiano daranno vita alla storia di un uomo che passa dall’essere un re amato dal suo popolo allo scoprirsi assassino del proprio padre e amante incestuoso della propria madre, attirando su di sé la maledizione degli dei. Una tragedia dal significato universale, simbolo della fragilità della sorte umana e di una ricerca interiore che porta a scavare nell’oscurità che alberga dentro se stessi.

Domenica 7 aprile, alle ore 19, con il Teatro Estragone di San Vito al Tagliamento (PN) al festival sarà proposto “Virginia va alla guerra” di Norina Benedetti. Lo spettacolo si concentra sulle giornate che vanno della disfatta di Caporetto con il relativo sfollamento della popolazione fino alla conclusione della Guerra. Un anno di vicende vissute in prima persona da una ragazza dodicenne che parte da Udine, giunge a San Vito al Tagliamento (Pn) e ritorna a Sclaunicco (Ud) dove trascorre l’anno dell’occupazione.

Sabato 13 aprile, alle ore 21.15, ultimo spettacolo in scena con il Teatro di Anghiari (AR) dal titolo “Una spina nella carne” di Francesca Ritrovato, vincitore del IV Festival MonoDrama di Sala Consilina (SA). Lo spettacolo prende spunto dalla cartella (vuota) intestata a Leonilde - una ragazza d’inizio ‘900 rinchiusa nel manicomio di Girifalco solo perché “disonorata” a seguito di una “fujitina” - e rinvenuta durante ricerche incompiute.

I vincitori della decima edizione del Festival deliberati dalla giuria tecnica, coordinata da Marcello Andria, saranno, poi, annunciati domenica 5 maggio, alle ore 19, con la tradizionale serata di premiazione a cura della Compagnia dell’Eclissi.
Il costo dell’abbonamento è di 80 euro.
Info line: 338 2041379 – 347 6178242.
www.compagniadelleclissi.eu


Festival Nazionale Teatro Xs - Salerno

“UNA SPINA NELLA CARNE” DI FRANCESCA RITROVATO: SABATO ULTIMO SPETTACOLO IN CONCORSO PER IL FESTIVAL NAZIONALE TEATRO XS CITTÀ DI SALERNO

Salerno. Sabato 13 aprile 2019, alle ore 21.15, il sipario del Teatro Genovesi di Salerno si aprirà per ospitare l’ultimo spettacolo in cartellone per l’undicesima edizione del Festival Nazionale Teatro XS Città di Salerno.  Il Teatro di Anghiari (AR) presenterà “Una spina nella carne” di e con Francesca Ritrovato, vincitore del IV Festival MonoDrama di Sala Consilina (SA). Le musiche dal vivo sono eseguite da Fabio Macagnino. Lo spettacolo prende spunto dalla cartella (vuota) intestata a Leonilde - una ragazza d’inizio ‘900 rinchiusa nel manicomio di Girifalco solo perché “disonorata” a seguito di una “fujitina” - e rinvenuta durante ricerche incompiute.

Stazione di Nova Siri, Basilicata. Leonilde e Giuseppe scendono dal treno per raggiungere Policoro attraverso le prime riarse colline lucane. È dentro il castello Berlingieri di Policoro, con il suo struggente panoramico affaccio sulla terra di Lucania, che Leonilde e Giuseppe si amano, mescolano i loro corpi e le loro credenze, un antico mondo di miti contadini e magie. Dopo i suoi giorni fatati dentro il castello di Policoro, Leonilde è richiamata a Crotone dove tutti già sanno del suo libero amore. Impossibile, nel sud di quel tempo, l’amore prima del consenso familiare, prima dell’approvazione dei padroni, prima del matrimonio. Il libero amore, nei paesi del sud del tempo di Leonilde giovane, significava fuggire le regole, fuggire di casa, fhujira, fuitina. Si sono sempre pagate a caro prezzo le fhujitine, nei paesi del sud. E da questa libertà di Leonilde che nasce l’altro suo viaggio verso Girifalco. Questo è solo uno degli spaccati di vita che Francesca Ritrovato porta in scena con “Una spina nella carne”.

“Ho capito dopo che il teatro poteva incarnare uno dei pochi luoghi, oggi intenderei l’unico, dove è possibile dire la verità. Le verità che il teatro prende così a rivelare sono le piccole e povere storie delle persone sepolte vive nel manicomio…”. Sono le parole di Peppe dell’Acqua, psichiatra basagliano, dalle quale Francesca Ritrovato è partita per dar vita poi al testo dello spettacolo: “a queste parole che ho pensato quando, facendo ricerca nell’Archivio dell’Ospedale Psichiatrico di Girifalco, ho trovato la vita di gente dei miei luoghi. Individui che, in numerosi casi, nulla avevano a che fare con la psichiatria. Nello spettacolo racconto di alcuni di loro, con l’anima rivolta ai luoghi che m’appartengono. Racconto del mio viaggio, del mio cercare, tra solitudini e speranza, tra me e l’altro, tra l’andare e il tornare. Tornare al passato per leggere meglio il presente. Tornare nei luoghi dai quali sempre mi allontano e dove sempre ritorno con una “spina nella carne”.

Il Festival è organizzato dalla Compagnia dell’Eclissi, diretta da Enzo Tota, con il patrocinio dell'Istituto d’Istruzione Superiore Statale “Genovesi – Da Vinci”, guidato dal dirigente Nicola Annunziata, il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana – Fondazione Carisal, delle Soroptimist Club Sezione Salerno, della U.I.L.T. Campania.

I vincitori del Festival deliberati dalla giuria tecnica, coordinata da Marcello Andria, saranno, poi, annunciati domenica 5 maggio, alle ore 19, con la tradizionale serata di premiazione a cura della Compagnia dell’Eclissi. Info line: 338 2041379 – 347 6178242.
www.compagniadelleclissi.eu



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-04-10 16:06:47
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    fico 728x90