sfondo endy
Ottobre 2019
eventiesagre.it
Ottobre 2019
Numero Evento: 21087414
Teatro Teatro
Il Servitore Di Due Padroni
libero adattamento da Goldoni
Date:
Dal: 18/03/2014
Al: 18/03/2014
Dove:
Logo Comune
Campania - Italia
Contatti
Telefono: 339 4611502
Fonte
Gilda Camaggio
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento

Arlecchino Servitore di Due Padroni

martedì 18 marzo 2014 - ore 20.30
Sala Truffaut di Giffoni Valle Piana (SA)

Il Servitore Di Due Padroni - Giffoni Valle Piana

Con un nuovo spassoso libero adattamento dell'opera di Goldoni torna sulle tavole del palcoscenico il gruppo di attori per passione

TOCCO MODERNO E FEMMINILE PER "ARLECCHINO SERVITORE DEI DUE PADRONI" DELLA COMPAGNIA SALERNITANA PRODOTTA DA GIFFONI TEATRO IN SCENA MARTEDÌ 18 ALLA SALA TRUFFAUT

Dalla regia alla riscrittura, passando per gli interpreti, il classico della commedia dell'arte rivive riletto da Giacomo D'Agostino per la regia di Marcello Gallo

Giffoni Valle Piana - Salerno, 15 marzo 2014 Con un classico della commedia dell'arte, 'riveduto e corretto' con l'humus dei nostri tempi, torna in scena martedì prossimo, 18 marzo, alla Sala Truffaut di Giffoni Valle Piana la Compagnia salernitana prodotta da Giffoni Teatro e composta da un gruppo di professionisti accomunati dall'amore per il teatro e dalla voglia di mettersi in gioco nella più nobile delle arti ispirata alla vita. Il gruppo, nato lo scorso anno da un'idea del Comandante della polizia municipale di Giffoni Valle Piana Rosario Muro e dall'esperto in comunicazione Marcello Gallo, e che ha già conquistato la platea picentina e milanese con la commedia inedita "Ti sognai con i guanti gialli", torna questa volta a calcare la scena proponendo una gustosa rilettura di "Alecchino servitore di due padroni" di Carlo Goldoni nel libero adattamento di Giacomo D'Agostino, altro fondatore della Compagnia, per dare vita ad una nuova produzione teatrale tutta salernitana.

LA PIÈCE "Pur restando fedele nello spirito della piece originale - spiega il regista Marcello Gallo - in quanto il testo è già nell’intento dell’autore un canovaccio, abbiamo adattato la messa in scena ai nostri tempi e ai nostri luoghi, complice la forza di una storia e di un personaggio quanto mai attualizzabili". Così, la scrittura di Giacomo D’Agostino trasforma Arlecchino in una maschera a metà tra l'originale bergamasco e il Pulcinella napoletano, inserendo nella storia due personaggi nuovi, oggi sicuramente anche essi maschere: la Cameriera e la chiromante Pupella.

La messa in scena cerca di mettere in risalto i caratteri moderni dei personaggi: Arlecchino che, per non svelare il suo inganno e per perseguire il suo unico intento, ovvero mangiare a sazietà, intreccia la storia all'inverosimile, creando solo equivoci e guai, con i suoi guizzi di fantasie diventa sberleffo del potere e incarna un’Italia che, oggi, ha la necessita di mangiare ma soprattutto amare. Pupella, suo alter ego, rappresenta il lato femminile di un uomo un po’ ingenuo ma con tanta voglia di credere nell’amore. E proprio la donna e la femminilità diventa perno centrale della storia o è in sua funzione che “accade ciò che deve accadere”. Così, nello spettacolo proposto, si moltiplicano i personaggi femminili, lo stesso Pantalone diventa Donna Pantalone e tutte, ognuna a suo modo, concorrono per mettere in risalto la figura femminile e la sua emancipazione nelle varie declinazioni: Donna Pantalone, con forza gestisce gli affari di famiglia, Beatrice è una donna intraprendente e indipendente, scappa di casa travestita da uomo per cercare il suo amore, Clarice, il "sesso debole", si ribella alla ingiusta decisioni di dover sposare un uomo che non ama a discapito del suo vero amore. Smeraldina diventa portavoce delle donne, ribadendone l'importanza e denunciando i soprusi degli uomini.

I PROTAGONISTI Interpretano la pièce Giacomo D'Agostino (Arlecchino), Enrica Bovi (Donna Pantalone), Roberto Delle Donne (Brighella), Camilla Bozzetto (Clarice), Antonino Muro (Silvio), Stefania Domino Autuori (Beatrice), Mirko Gabola (Florindo Aretusi), Annabella Marotta (Smeraldina), Paola Mancino (Cameriera), Ornella Mele (Pupella). La regia è di Marcello Gallo, scenografo ed esperto in comunicazione, che ha messo a disposizione del gruppo il suo passato amatoriale nel teatro per montare brillantemente la storia in scena; i costumi r sono di Doriana Giannattasio, le musiche di Giancarlo Parisi. Service e light designer TRADE MARK di Nino Tramice, direttore di produzione Enzo Toro, produzione Mimma Cafaro, hair stylist Aniello Cavaliero.

INFO UTILI Lo spettacolo andrà in scena alle ore 20,30. I biglietti sono disponibili al costo di 10 euro al Botteghino della Sala Truffaut. Per informazioni e prenotazioni: Associazione Giffoni Teatro - tel. 339 4611502 - www.giffoniteatro.it - e-mail: info@giffoniteatro.it; Informagiovani via P. Scarpone Giffoni Valle Piana - tel.089 866 760.



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2014-03-17 18:55:48
    Inserito da Lisa
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    eventiesagre-maestri-del-gioiello