eventi sagre e mercatini Eventi Halloween 2014
Eventi
Fiere
Teatro
Mercatini
Natale
Presepi
Presepi
Viventi
Capodanno
Carnevale
Pasqua
Sfilate
Concorsi
Itinerari
Da Visitare
Ricette
Artisti
Promo e Sconti
Viaggi e Vacanze
Comuni
RSS
NEWSLETTER
Siti Utili
Eventi Oggi
Elenco Completo
Ultimi Inseriti
Gestisci La Vetrina
Pasqua
Processioni


EVENTIESAGRE (D)
è un marchio depositato
ogni suo utilizzo non
autorizzato non è ammesso

Responsabile Sito:
WEB UP ITALIA SRL

Sede Legale e
Amministrativa:

Via Magenta, 8
60121 Ancona (AN)

C.F./P.Iva: IT03251181206
Tel: (+39) 388 587 28 47
Fax: (+39) 051 0544536

Redazione:
(+39) 320 1904436

Provider sevizi Datacenter:
Momit Srl

Site Map XML
URL List TXT

CSS Valido!

Valid XHTML 1.0 Transitional

[Valid RSS]


Link sponsorizzati:
Sagre della Castagna
Olio Nuovo
Eventi Halloween
ATTENZIONE!!! Evento Passato. Se hai informazioni in merito alla prossima edizione o aggiornamenti, contattaci all'indirizzo mail segnalazione@eventiesagre.it
Presepi
dal 21/12/2012 ore 10.00
al 06/01/2013 ore 19.00
 
Dove:
stemma del comune di Calenzano
Calenzano (FI)
Toscana - Italia
 
Per maggiori informazioni:
info evento+39 330 565439
+39 055 882041
+39 055 0502161
 
Fonte:
Atc Calenzano
 
Condividi questo evento
| | |
Scheda Evento

LA CITTÀ DEI PRESEPI A CALENZANO

21 DICEMBRE 2012 al 6 GENNAIO 2013
Calenzano (FI)

La mostra chiuderà per turno di riposo il primo gennaio 2013 e ha il seguente orario dalle10 alle 13 e dalle 15 alle 19 il sabato domenica e giorni festivi mentre dal lunedi al verdi dalle 15 alle 19.

In mostra anche uno stand "Made in Napoli " con souvenir, gastronomia statuette e presepe partenopei .

Prezzi biglietteria: intero euro 6 - ridotti ragazzi da 6 a 12 anni 4 euro - bambini fino a 6 anni gratis .

Omaggio il catalogo con il presepe Kit da ritagliare.


LA CITTÀ DEI PRESEPI A CALENZANO

21 DICEMBRE 2012 al 6 GENNAIO 2013
Calenzano (FI)

PUBBLICO DA TUTTE LE PARTI D'ITALIA ALLA MOSTRA CALENZANO CITTA' DEI PRESEPI - APERTA ANCHE PER NATALE E S: STEFANO -

Grande affluenza di pubblico da tutte le parti d'Italia per la grande mostra " CALENZANO CITTA' DEI PRESEPI " inaugurata venerdi scorso dal Cardinale Giuseppe Betori.
La rassegna promossa dal Comune di Calenzano e organizzata dall'Associazione Turistica di Calenzano racchiude oltre 5000 statuette da presepe di ogni dimensione e materiale. Si spazia dalla cartapesta alla terracotta, al piombo, carta, cartone, gesso, vetro, porcellana, stoffa , sughero, fino alla più moderna resina . Le ambientazioni sono state studiate fino nei minimi dettagli nei grandi presepi allestiti provenienti da tutte le parti del mondo. Da quelli etnici a quelli in miniatura, a quelli in movimento, a quelli addirittura concepiti negli annulli filatelici o nei francobolli, oppure in carta da ritagliare. Oltre alle natività la caratteristica di questa mostra è lo scoprire il "popolo " del presepe con i personaggi infatti che fanno da corollario ad ogni ambientazione . La vita nei campi, i mestieri, falegnami, pescatori, i portatori di acqua, i contadini , i bambini, i pastori , le donne e tutti gli animali della fattoria. Le ambientazioni sono toscane per quanto concerne le figure create dalle fabbriche del passato della Lucchesia Fontanini e Barsanti, ma altre rispecchiano le usanze della Lucania. Puglia , Campania, Lazio, Trentino, Sardegna, Calabria, Sicilia, Sardegna, Liguria tutte regioni ad alta tradizione presepistica sia del passato che del presente. Addirittura due presepi sono concepiti nel Medioevo e uno racchiude tutta la vita di Gesù creato da una fabbrica di statuette Americana, altre vetrine poi racchiudono una miriade di Re magi, altre i muli e altre i buoi, o centurioni romani che non mancavano mai nel presepe, come gli angeli del " gloria " che volavano sulle capannucce delle natività .Per le ambientazioni ci sono voluti montagne di segatura, sassi, cortecce di pino, balle di paglia, e muschio e oltre 60 riflettori con effetti speciali per illuminare tutte le vetrine contenenti i presepi, mentre nella pedana centrale di quaranta metri quadrati spicca il grande presepe a grandezza naturale con personaggi alti un metro e ottanta.

La mostra sarà aperta anche per Natale e S. Stefano con orario dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19
Chiuso solo il primo gennaio 2013.

Info 055 882041 - 330565439


LA CITTÀ DEI PRESEPI A CALENZANO

21 DICEMBRE 2012 al 6 GENNAIO 2013
Calenzano (FI)

presepi a calenzano

Taglio del nastro alla mostra dei presepi

L'inaugurazione il 21 dicembre ore 16 nella sala conferenze del Comune. Ci sarà il Cardinale Betori

14 novembre 2012 - La grande mostra "Calenzano la città dei presepi", promossa dal Comune di Calenzano e organizzata dall'Associazione Turistica , si inaugurerà venerdì 21 dicembre alle ore 16 alla presenza del Sindaco Alessio Biagioli e di S.E. Rev.ma Cardinale Giuseppe Betori Arcivescovo di Firenze, presso la sala conferenze del nuovo palazzo degli uffici comunali in Piazza Gramsci.

La mostra, patrocinata da Regione Toscana, Provincia, Associazione Amici del Presepio di Roma, sarà un grande evento che ha visto il suo prologo già dall'8 dicembre con i "Presepi del territorio", sparsi a macchia di leopardo su tutto il territorio, in chiese, pievi, piazze, negozi, associazioni, circoli.

Saranno oltre cinquemila le statuette da presepe che si potranno ammirare fino al 6 gennaio al centro St.Art di via Garibaldi. Prendono parte all'evento le grandi fabbriche Fontanini e Barsanti di Bagni di Lucca, zona "principe" di questa produzione e tradizione lucchese. Per questo sarà ricostruito anche il banco di lavoro di un figurinaio e vedrà la partecipazione del Museo dell'emigrazione di Coreglia Antelminelli.

L'Ufficio Stampa
Valentina Baronti


LA CITTÀ DEI PRESEPI A CALENZANO

21 DICEMBRE 2012 al 6 GENNAIO 2013
Calenzano (FI)

CALENZANO SI PREPARA AL GRANDE EVENTO " I PRESEPI DEL TERRITORIO " CHE INAUGURERA' SABATO 8 DICEMBRE - I PRESEPI PIU CURIOSI - IL PRESEPE PIU PREZIOSO - IN ATTESA DELLA CITTA' DEI PRESEPI CHE APRIRA' AL PUBBLICO IL 21 DICEMBRE CON 5000 STATUE DA PRESEPIO PROVENIENTI DA TUTTO IL MONDO

Calenzano si sta preparando al grande evento " I PRESEPI DEL TERRITORIO " vero e proprio "prologo " alla grande rassegna che aprirà i battenti presso il Centro St. Art di Via Garibaldi con oltre 5000 statuette da presepe provenienti da collezioni di tutto il mondo.

Intanto i Presepi del Territorio faranno conoscere al visitatore i più bel luoghi delle sue frazioni . In Pievi, Chiese, Associazioni, siti particolari, piazze, strade, negozi verranno creati dal giorno otto di dicembre al 6 gennaio 2013 Presepi in materiali , grandezze diverse ed a libera interpretazione di colui che li costruirà.

Vediamo quelli più estrosi. A Settimello per Esempio il Panificio Di Nauta sta creando due presepi di pane con tanto di capanna, personaggi, alberi mangiatoia ecc, mentre anche il Forno Ciccone di Calenzano è pronto alla sfida con il suo di " pane e cioccolato ". Settimello ospiterà anche il grande presepe creato dalle Terracotte di Elena nella nicchia del tabernacolo di piazza Primo Maggio .

Sempre a Calenzano ecco l'Hotel Delta Florence creare un presepio a grandezza naturale con personaggi creati di bianche lenzuola e raffiguranti etnie diverse con giapponesi, indiani, o personaggi di colore.

La scenografia più stilizzata e più grande , dodici metri quadrati , spetterà ospitarla nella terrazza di destra del Comune di Calenzano con il presepe in poliestere delle Scenografie Barbaro, gli stessi delle scene dell'Arena di Verona che hanno scelto una natività formata da quattro figure: Gesù Bambino, S. Giuseppe, Madonna e una enorme stella Cometa che sovrasta il tutto in colore bianco latte. Su di una Torre del Castello di Calenzano Alto una enorme Cometa splenderà per tutto il periodo Natalizio a Cura dell'Associazione Borgo Antico , mentre l'Associazione Atletica di Calenzano lo immetterà in una rotatoria di Via Garibaldi e sarà costruito esclusivamente di fascine in legno. A Legri nella fattoria di Volmiano e precisamente nell'Oratorio una ambientazione tutta di olivi farà scoprire quello della fattoria Gondi.

Ma il presepe più prezioso, antico che per la prima volta uscirà dal Museo di S. Stefano Al Ponte di Firenze della Diocesi Fiorentina sarà quello di Santi Buglioni del quindicesimo secolo che sarà ospitato presso la sede di Art Defender di Via Volta a Calenzano in una suggestiva scenografia approntata per l'occasione.

Questi alcuni dei tanti sparsi anche a Le Croci di Calenzano, S. Donato, Carraia, Fogliaia, S. Niccololò, Nome di Gesù, Sommaia in una gara a creare il più bello .

Come abbiamo detto il tutto in attesa della grande rassegna che aprirà al pubblico il 21 dicembre presso il Centro Eventi St. Art in Via Garibaldi che ospiterà oltre 5000 statuette di tutte le dimensioni e fatture.La rassegna sarà inaugurata da S. E. Il Cardinale Giuseppe Betori Arcivescovo di Firenze alle ore 16 del 21 dicembre nella nuova sede del Palazzo Comunale .


LA CITTÀ DEI PRESEPI A CALENZANO

21 DICEMBRE 2012 al 6 GENNAIO 2013
Calenzano (FI)

presepe_di_santi_buglioni

IL PRESEPE IN TERRACOTTA DI SANTI BUGLIONI DEL 14° SECOLO CONCESSO DALLA DIOCESI FIORENTINA PER LA MOSTRA " LA CITTA' DEI PRESEPI" DI CALENZANO - SARA' VISIBILE PRESSO LA SEDE DI ART DEFENDER DI CALENZANO

Il prezioso presepe in terracotta composto da 10 statue alte 60 centimetri scolpito da Santi Buglioni ( 1494 - 1576 ) e collocato nel Museo Diocesano della Curia di Firenze presso la Chiesa di S. Stefano al Ponte è stato gentilmente concesso per la Mostra " LA CITTA' DEI PRESEPI " di Calenzano che dal 8 dicembre 2012 aprirà i suoi battenti, promossa dal Comune di Calenzano con il Patrocinio di Regione Toscana , Provincia e organizzata dall'Associazione Turistica di Calenzano e coordinata da Agostino Barlacchi che si estenderà in numerosi luoghi della cittadina della piana.

E' la prima volta che l'opera esce dalle mura del Museo Diocesano fiorentino per essere collocato in un suggestivo allestimento presso la sede di Art Defender di Via Volta 4 a Calenzano, dove potrà essere ammirato fino al 6 gennaio. Il presepe è in terracotta e fu plasmato nella bottega di Santi Buglioni verso la fine del 1400 insieme allo zio paterno Benedetto, che fu antagonista dei Della Robbia. Infatti fu proprio il Vasari ad affermare che i segreti della lavorazione invetriata della terracotta furono carpiti ai Della Robbia dai Buglioni che ne divennero eredi per la lavorazione di statue e bassorilievi.

Il Buglioni si dedicò anche a lavorazioni architettoniche, il pavimento istoriato della Biblioteca Laurenziana, fece i pavimenti di Palazzo Vecchio di Firenze, delle grotte di Boboli, alcune importanti opere si trovano al Museo del Bargello, Nella Pieve di S. Leolino a Rignano, allo Spedale del Ceppo di Pistoia, nel Santuario di Santa Maria delle Grazie a Stia , nell'abbazia di Vallombrosa.

Grazie al Direttore dell'Ufficio dell'Arte Sacra della Arcidiocesi Fiorentina Timoty Verdon , dell'Ufficio Mostre del Polo Museale della Sovrintendenza Di Firenze e della Direzione Generale per il Paesaggio e Belle Arti di Roma , l'opera è stata concessa e il Sito di Art Defender con sede a Calenzano in Via Volta del Gruppo Arteria specializzati in spostamenti, restauro, imballo e trasporti di preziose opere , si aprirà al pubblico anche per far conoscere le più moderne tecnologie in materia di conservazione di Opere d'arte.

segreteria@atccalenzano.it
055 0502161


LA CITTÀ DEI PRESEPI A CALENZANO

21 DICEMBRE 2012 al 6 GENNAIO 2013
Calenzano (FI)

locandina molinari.jpg

LA CITTA' DEI PRESEPI A CALENZANO ( FI ) IN UNA GRANDE MOSTRA DAL "21 DICEMBRE 2012 al 6 GENNAIO 2013 - OLTRE 5000 STATUETTE DA PRESEPE DI FABBRICHE ORMAI SCOMPARSE - I PRESEPI NEL " TERRITORIO " DAL 8 DICEMBRE al 6 GENNAIO - IL GRANDE PRESEPE DI FONTANINI ESPOSTO IN PIAZZA S. PIETRO - ARTE BARSANTI IL PRESEPE DI PIAZZA NAVONA - IL LOGO CREATO DA LARA MOLINARI DELLA WALT DISNEY - I MERAVIGLIOSI PRESEPI IN MOVIMENTO DI " NICLA " DI PORTICI ( NA )

Chi non ricorda la famosa frase di Eduardo De Filippo nella Commedia " Natale in Casa Cupiello" dove l'interprete chiede al figlio nella sua casa povera e fatiscente ": - Te piace o' presepe ?" ed il figlio risponde di "no " con grande rammarico del padre che con tanto amore aveva preparato il suo presepe nell'imminenza delle feste natalizie.

A noi piace iniziare da qui questa storia proprio dalla capitale incontrastata del presepe :Napoli.

Quando si parla di presepi il pensiero corre subito a quelli bellissimi napoletani specialmente del 700' in legno scolpito e in terracotta.. Ma non bisogna dimenticare che la Toscana ed in particolare nella zona della Lucchesia nacquero le più prolifiche fabbriche di presepi nei primi del 900' alcune delle quali ancora esistenti come la Fontanini, Barsanti, Marchi, riconvertite solo nei materiali attuali dei loro prodotti che erano in gesso o in cartapesta ed adesso nelle più moderne resine.

Ed è proprio di questa centenaria tradizione artigianale che ha fatto conoscere il made in italy nel mondo che potremo vedere a Calenzano nella grande mostra che ne prende il titolo " CALENZANO LA CITTA' DEI PRESEPI " promossa dal Comune di Calenzano con l'organizzazione dell'Associazione Turistica ed il Patrocinio della Regione Toscana m Provincia e dell'Associazione Nazionale Amici del Presepe di Roma e coordinata da Agostino Barlacchi.

Non a caso è stato scelto questo titolo che ne ripercorrerà tutta la magia del presepe anche perché l'evento si svilupperà anche al di fuori delle mura espositive del Centro Eventi St. Art di Via Garibaldi espandendosi in tutte le frazioni del comprensorio Calenzanese in una sorta di prologo "

Ma come sarà possibile tutto questo? Il visitatore sarà coinvolto divenendo lui stesso protagonista di questa manifestazione visitando e scoprendo innumerevoli presepi talvolta stravaganti in molteplici manufatti, dalla terracotta, alla carta, legno, farina, polistirolo, collocati in Chiese, Pievi, piazze, tabernacoli, associazioni, negozi, Fattorie ,e punti più curiosi suscitando emozioni e fascino in una sorta di mappa-percorso di una vera città del presepio che ne valorizzerà e promuoverà il territorio. Questo settore denominato " I PRESEPI DEL TERRITIORIO " prenderà il via dal 8 dicembre 2012 al 6 gennaio 2013 e il tutto culminerà dal 21 dicembre al 6 gennaio con l'esposizione culturale al centro St. Art dove saranno collocate oltre 5000 statuette di tutte le misure, fatture, ambientazioni possibili. Dalla centenaria fabbrica Fontanini Bagni di Lucca vedremo il grande presepe artistico a grandezza naturale che ogni anno viene esposto in Piazza S: Pietro a Roma, mentre di Arte Barsanti i personaggi ancora in gesso sformati da antichi stampi e che ogni anno viene esposto in Piazza Navona. Anche in questo caso non mancheranno documenti e ricostruzioni sull'antica vita del figurinaio lucchese con i suoi attrezzi e stampi insieme agli esemplari provenienti dal Museo della Figurina di gesso di Coreglia Antelminelli ,mentre l'Associazione Italiana Amici del Presepe di Roma parteciperà con il presepe sudtirolese del più grande dei maestri intagliatori di Ortisei Henrich Demetz.Originale il presepe interamente auto costruito di Mario Minuzzo di Pisa con personaggi meccanici in movimento .

Alla Lucchesia sarà dedicato tutto un importante settore che non si limiterà a far conoscere e ammirare la Natività come presepe, ma approfondirà l'affascinante storia del " Presepe e i Suoi personaggi " in un percorso scientifico e storico attraverso appunto le statuette che rappresentano mestieri, i pescatori, contadini, la vita del mare, i venditori dei mercati, delle taverne, pastori, greggi, animali, fattorie .Potremo anche seguire l'evoluzione e la riconversione di queste fabbriche negli anni dal 1930 al 1960 e dei loro prodotti immessi sul mercato, quando si accorsero ben presto che non era sempre periodo natalizio e per sopravvivere tutto l'anno si pensò di introdurre qualche cosa che potesse andare in mano ai ragazzi per i loro giochi ludici in qualsiasi periodo . Ecco allora gli asinelli tolti dalle capannucce divenire muli per someggiate per gli Alpini, oppure dromedari o cammelli tolti dai loro Re Magi messi accanto a truppe di Libici o Ascari, oppure animali tolti da case di contadini o fattorie e immessi in zoo o piste da circo. Ma in molti casi ecco apparire accanto alle figure delle fabbriche della valle della Lima anche altre ditte specializzate Italiane come Confalonieri, Valentino Landi, Xiloplasto, Salpa, Rovello, Nardi, Chialù, Figir, Celloplasto tutte con i loro settori rivolte ai presepi. Dall'estero arrivano colossi tedeschi come Elastolin, Lineol dal Belgio la Durso, Durolin. E ancora Schusso, Leyla Incamin, o la prolifica Tipple Topple tutte fabbriche che avevano raffigurati nei loro cataloghi animali, carri, personaggi civili di misure piccole, medie, grandi. Scopriremo poi che questi personaggi erano in "pasta " , un impasto che molte fabbriche modificarono aggiungendo ingredienti come carta tritata, gesso, caolino, colle animali, segatura, che molti stampi erano in bronzo, la coloritura era data in fabbrica ma molte volte anche dalle donne o addirittura carcerati che riempivano le loro giornate guadagnando qualche cosa, le statuette venivano "cotte " in forni a bassa temperatura ed erano poi ripulite dalle " bave " dello stampo. Vedremo diorami con rappresentazioni dalla Sacra Bibbia con l'Arca di Noè, e le sue coppie di animali, fattorie con contadini, pecore, galli, galline gabbie di zoo o centurioni romani .A guida del visitatore si troverà la stella "cometa " disegnata da Lara Molinari disegnatrice di punta della Walt Disney che li porterà come avvenne con i Re Magi alle tante capanne del bambinello Gesù ad ammirare presepi etnici, di tutto il mondo della grande collezione Panci, presepi in carta provenienti dalla famosa collezione Bombelli, a quelli relegati nel piccolo quadrato di un francobollo a cura dell'Associazione Italiana Filatelia tematica, ai bellissimi in movimento provenienti dalla fabbrica artigiana Nicla di Portici, o quelli miniaturizzati dell'Associazione " Presepi in Miniatura " di Napoli collocato in una noce, oppure in una lampadina, in un oliva, sotto un ramo di corallo. Non mancheranno i presepi in composizione tedeschi, del Belgio, della Francia , dalle collezioni Piccione, Roveri, Raugei, Paoletti porteranno oltre 5000 statuette in un percorso scientifico e didattico. Ci saranno anche presepi bidimensionali di Wiliam Sweizer di Diessen ultimo peltraio della Germania con stampi creati dalle ardesie della Turingia e i pezzi fusi in stagno di spessore di 1 millimetro . Tutto ciò contornato dalla sezione " Presepe Arte " curata dalla Prof.ssa Carmelina Rotundo con opere di Seletti, Amalia Ciardi Duprè , Mario Caciotti, De Fazio, Tocchetti, Attanasio, Maiucci, Cirri,Da Re , Dal Bello.

Pensiamo proprio che questa volta visitando la mostra , alla domanda di Edoardo De Filippo se ci piace il Presepe, bisognerà proprio rispondere di "SI " tante saranno le curiosità da vedere, ammirare, e apprezzare in questa grande " CITTA' DEI PRESEPI " di Calenzano.

Ma sarà anche bello ricordare e forse credere in questo contesto la storia-leggenda nella quale Cristoforo Colombo sbarcato in America trovò sulla spiaggia un viandante che vendeva.........statuine del presepe della grande tradizione artigianale lucchese.

ECCO IL LOGO DELLA MOSTRA " CALENZANO LA CITTA' DEI PRESEPI " DI LARA MOLINARI LA GRANDE ARTISTA DELLA WALT DISNEY

La grande artista Lara Molinari di Alassio disegnatrice di punta della Walt Disney ha creato il logo della Mostra " LA CITTA DEI PRESEPI " che dal 8 dicembre 2012 invaderà tutto Calenzano e la Piana Fiorentina nei Presepi del territorio e dal 21 dicembre presso il Centro Eventi St. Art nella grande mostra dove saranno esposte oltre 5000 statuette da presepe promossa dal Comune di Calenzano, con il Patrocinio della Regione Toscana, Provincia e Associazione Amici del Presepe di Roma con l'organizzazione dell'Associazione Turistica .

Forse nelle migliaia di disegni magistralmente creati per fumetti, libri, poster, campagne pubblicitarie, ecc. mancava all'appello questo tema " IL PRESEPE "

La Molinari lo ha tradotto con la sua poesia, leggerezza e colori accesi ma nello stesso tempo facendolo ritrarre nel calore della famiglia nella ricorrenza natalizia e della Natività .

Emozioni suscitati dai suoi colori con un valore cromatico che rendono significative e personalizzate le sue pregevoli opere in un contesto di identificazione unico .

Lara Molinari ha raccolto consensi e premi in tutta Europa, dal premio " I giovani Incontrano L'europa " della Rai fino al premio Albertarelli, o alle grandi collaborazioni della Disney ; è suo il fumetto " Papero da Vinci " sull'onda del successo del famoso Codice, poi mostre e illustrazioni di grande successo in tutto il mondo.

Questo logo creato in esclusiva per Calenzano apparirà in locandine, inviti, gigantografie, copertine del catalogo della rassegna " LA CITTA' DEI PRESEPI " e riassumerà attraverso i colori e le immagini di questa natività che non vuole essere classificata come " fumetto " ma una " poesia " a tutto tondo ritraente i personaggi chiave della natività come il bambinello Gesù, S. Giuseppe. la Madonna, il bue , l'asinello, e i pastori sovrastato da una grande stella cometa che ci porterà quasi per mano a far parte del più bel racconto vero del mondo riassunto appunto nel presepe .

AGOSTINO BARLACCHI
Uff. Stampa

Aggiungi Questo evento al Tuo calendario Google
Versione Stampabile
Informazioni Turistiche Calenzano
SCEGLI I SERVIZI DISPONIBILI IN QUESTO COMUNE
    ( )

Ricerca hotel

Destinazione
Arrivo
Partenza
Booking.com
Data ultimo aggiornamento 28/12/2012 07:24:46
Inserito da Roberta
Attenzione!!!
Le notizie riportate in questa pagina sono state reperite su internet o gentilmente fornite da Enti Pubblici o Privati. Vi consigliamo di verificare date, orari e programmi, che potrebbero variare o non essere corretti, contattando gli organizzatori o visitando il sito ufficiale dell'evento.
Grazie Lo Staff Web Up Italia
(C) 2009-2013 eventiesagre.it - Eventi Fiere Mercatini Sagre Mostre Manifestazioni e Ricette tipiche in Italia! - Privacy & Policy - Email: info@eventiesagre.it - Web Up Italia Srl - C.S. €108.500 i.v.