sfondo endy
Settembre 2018
eventiesagre.it
Settembre 2018
Numero Evento: 12143
Fiere Altre
Mei
Meeting Delle Etichette Indipedenti - 23^ Edizione
Dove:
Dal: 28/09/2018
Al: 30/09/2018
Dove:
Logo Comune
Emilia Romagna - Italia
Contatti
Tel.: 0546.646012
Fonte
MEI - Meeting degli Indipendenti
Scheda Evento
eventiesagre_feste_uva
CARIRA-5X1-NAZ-DESK
Italcredi 15 giugno Nazionale
eventiesagre_sagre_funghi_italia

Mei

Meeting Delle Etichette Indipedenti - 23^ Edizione

Da Venerdì 28 a Domenica 30 Settembre 2018 -
Faenza (RA)

Mei - Faenza

MEI 2018
Fatti di Musica Indipendente

Il 28, 29 e 30 SETTEMBRE A FAENZA (RAVENNA)
Tre giorni dedicati alla musica indipendente italiana

ANNUNCIATI I PRIMI NOMI:
LA MUNICIPAL, I FIGLI DELL’OFFICINA e LA STANZA DI GRETA

TORNA SUPERSTAGE: il contest per partecipare al MEI2018
ISCRIZIONI APERTE FINO AL 30 LUGLIO

Il 28, 29 e 30 settembre si svolgerà a FAENZA (Ravenna) la ventitreesima edizione del MEI2018 – Fatti di Musica Indipendentela più importante manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana che chiude la stagione dei festival estivi. Un evento che da quasi 25 anni è punto d’incontro naturale tra le realtà che hanno fatto la storia della Musica italiana degli ultimi decenni.

Fin dalla prima storica edizione, la manifestazione, fondata e diretta da Giordano Sangiorgi, è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia (tra gli altri Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax, solo per citarne alcuni) e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come ad esempio, Ermal Meta, Lo Stato Sociale, Ghali, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce, Cosmo). Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEIcome ad esempio Daniele Silvestri che nel 1997 allestì un suo stand espositivo e lo scorso anno ha festeggiato 20 anni di carriera, e, più recentemente i Maneskin, che al MEI di Faenza hanno realizzato una delle loro primissime esibizioni fuori da Roma.

Durante i suoi quasi 25 anni di attività, il MEI ha registrato un totale di oltre 800 mila presenze, la partecipazione di 10mila tra artisti e band dal vivo, 5 mila realtà musicali coinvolte in expo e convegni e 1000 i giornalisti (più di 100 dal resto d’Europa) che hanno parlato del MEI contribuendo a renderla la più importante vetrina della nuova e nuovissima musica italiana.

Anche quest’anno il MEI trasformerà Faenza per tre giorni in una vera e propria città della musica con concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, affiancati da una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale con l’obiettivo di sostenere la crescita e la diffusione di una cultura musicale indie ed emergente. Verranno premiate le migliori realtà indie italiane e saranno presenti, unico caso in Italia, i vincitori di oltre 100 festival e contest per emergenti provenienti da tutta la penisola e selezionati dalla Rete dei Festival.

Il MEI 2018 ruota intorno alla domanda “Dove siamo?”: infatti l’ambiente musicale è profondamente cambiato, la rivoluzione digitale è una realtà stabile che ha fagocitato il mercato, i vecchi media e il supporto fisico hanno lasciato il passo a YouTube e Spotify dando la possibilità ad ogni artista di arrivare al pubblico senza un filtro, ma allo stesso tempo sono drasticamente ridotte le risorse raccolte. Cambiamenti repentini, come quello della liberalizzazione dei diritti e di un nuovo modello di fruizione dell’evento live, hanno portato ad un momento di inevitabile confusione professionale, e ad un ambiente a tratti spaesato.

Il 28 settembre si svolgerà al Museo Internazionale delle Ceramiche l’anteprima della manifestazione, mentre durante la giornata del 29 settembre si terranno gli eventi principali del MEI (concerti, premiazioni, worskhop, forum, expo’, mostre) e la finale del MEI SUPERSTAGE, concorso rivolto agli artisti emergenti (iscrizioni aperte fino al 30 luglio). Il 30 settembre, invece, vi sarà la conclusione della rassegna musicale con la realizzazione di un evento dedicato ai 40 anni dalla Legge Basaglia.

Tra i primi nomi che parteciperanno al MEI2018 sono stati annunciati: LA MUNICIPAL (vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Roma), I FIGLI DELL’OFFICINA (vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Taranto) e LA STANZA DI GRETA (vincitrice della Targa Tenco).

La manifestazione sarà anticipata da “1000 Giovani per la Festa della Musica”, evento curato dal MEI per conto del Mibact, che si terrà il 16 giugno a Palermo (capitale italiana della cultura 2018), nell’ambito della “Festa della Musica (promossa da Mibact insieme ad Aifpm e Siae). Inoltre, durante il periodo estivo il MEI 2018 proseguirà nella sua ricerca di nuovi talenti partecipando a un ricco circuito di eventi (come il Premio Anacapri – Bruno Lauzi, Voci per la Libertà, Varigotti FestivalPremio Pascoli in MusicaGran Premio ManentePremio Dino CampanaUpload SoundsNotte del Liscio, Indiegeno Festival e altri).

La squadra del MEI è composto quest’anno da: Giordano Sangiorgi (ideatore e direzione artistica), Francesco Galassi (responsabile organizzativo Mei Superstage, formazione e workshop), Cinzia Magnani (responsabile organizzativa e logistica), Roberta Barberini (responsabile Expo, Convegni e Mostre), Federico Guglielmi (responsabile PIMI – Premio Italiano Musica Indipendente), Fabrizio Galassi (responsabile PIVI – Premio Italiano Videoclip Indipendente), Enrico Deregibus (responsabile Forum del Giornalismo Musicale e Premio dei Premi), Luca D’Ambrosio (Targa Musicletter per i Media).

Il MEI 2018 si svolge grazie a: Regione Emilia – Romagna Assessorato alla Cultura, nell’ambito degli eventi di Energie Diffuse, Comune di Faenza, Camera di Commercio di Ravenna, MIbact (Festa della Musica e Progetto MIgrArti) e grazie al contributo SIAE (Progetto Sillumina) e Nuovo Imaie (Progetto Per i Festival per Emergenti). Il MEI è supportato da AudioCoop (coordinamento delle etichette discografiche indipendenti), AIA (Associazione Italiana Artisti), Rete dei Festival (coordinamento tra i contest per emergenti italiani), It Folk (Rete di Artisti e Festival Folk), Circuito Festival Storici con Upload Sounds, Cafim (Distributori Strumenti Musicali Europei) e Festa della Musica Europea in Italia.

Associazioni partner: Assomusica (Progetto Nimpe Music Factory), Arci (con il suo circuito di live di Arci Real) e Seen by Sound (Corso itinerante per Tecnici di Studio di Registrazione), Area Sanremo, 1 M Next di Roma, #destinazioneunomaggio Taranto.

Media partner: Sprea Edizioni con Classic Rock, Vinile e Prog (Maurizio Becker e Francesco Coniglio), Exit Well (Riccardo De Stefano), L’Altoparlante, Classic Rock on Air (Renato Marengo), Musicletter e Musicraiser.

www.meiweb.it
www.facebook.com/MeetingDegliIndipendenti/
www.twitter.com/MEI_Meeting
www.instagram.com/mei_meeting/


Raduno di festival per emergenti

MEI: 10 ANNI DI RETE DEI FESTIVAL, IL CIRCUITO DELLE REALTÀ INDIPENDENTI SI AMPLIA E SI INCONTRA AL MEI 2018

Appuntamento dal 28 al 30 settembre a Faenza per oltre 100 realtà.

Cresce l'area indipendente ed emergente del Mei con la Rete dei Festival, It-Folk, il Premio dei Premi con i Festival dedicati ai Cantautori scomparsi ed il neonato Circuito dei Festival Storici.

Il MEI - Meeting delle Etichette Indipendenti festeggia i 10 anni di Rete dei Festival, il circuito che raggruppa festival e rassegne che danno ampio spazio alla musica originale emergente italiana, affiancando l’impegno comune ad intraprendere un percorso culturale e di qualità che porti all'innovazione della musica nel nostro Paese.

Inclusiva e qualificante, la Rete dei Festival aiuta i festival a crescere, mettendo a loro disposizione mezzi ed attività di networking per stimolare la conoscenza tra i singoli operatori delle manifestazioni e le realtà presenti sul territorio italiano, oltre a mettersi in rete con gli altri circuiti come quello di Arci Real, di KeepOn e di Italian Music Festivals e con i promoter di Assomusica. Una ricca rete di collaborazioni che permette crescita e qualità per chi si aggrega.
La Rete dei Festival è presieduta da Guido de Beden mentre il coordinamento organizzativo è affidato Francesco Galassi, noto operatore del settore, oltre che nell'ambito del MEI, anche nell'orbita del Primo Maggio e dell'informazione musicale con la rivista mensile ExitWell.

Tra gli aderenti degli ultimi anni:

Acqua e Vino Chianciano Music Jazz Festival ∙ Ai Confini tra Sardegna e Jazz ∙ Amici di Morris ∙ Bababoom festival ∙ Birre D’Amare ∙ Calabria Sona ∙ Cultural'mente Covo Festival ∙ Premio Manente ∙ Trionto Festival ∙ Tarantarsia ∙ Cantagiro ∙ Cellamare Music Festival ∙ Corato Music Square ∙ DDT Music Festival ∙ EdicolAcustica ∙ Festival degli Autori ∙ Geometrie Sonore ∙ Il Musicale Buti ∙ IME – International Music Expo ∙ Indiegeno   Tindari ∙ InediTO ∙ Jazzaltro ∙ Karel Music Expo ∙ MedioBasento Contest Fest ∙ Meeting del Mare ∙ Musicweek ∙ Nessun Dorma Rock Fest ∙ Officine Buone ∙ Orzorock ∙ Padova Rock Contest ∙ Piccoli Incanti ∙ Pordenone blue festival ∙ Reset Festival ∙ Roccalling Festival ∙ Scampia Music Fest ∙ Taranto Rock Festival ∙ Tuscia ∙ Varigotti Festival ∙ Vicenza Rock Contest ∙ Villeggendo Musica 2017 ∙ Voci d’Oro ∙ Voci per la Libertà.
E molti altri.

Il Mei e la Rete dei Festival come ogni anno stanno lavorando al nuovo MEI Superstage, il contest per emergenti, che lo scorso anno ha proclamato vincitore Black Snake Moan.

Per It-Fok, nato all'interno della Fiera "Sono Romagnolo" a Cesena, le adesioni crescono grazie al coordinamento di Giuseppe Marasco e Claudio Carboni, ed ha come testimonial il grande musicista Riccardo Tesi:
"Questo libero coordinamento It-Folk nato da artisti e organizzatori di festival, mettendo in sinergia due realtà già attive di artisti e festival in ambito folk, con il contributo di organizzazioni e produttori che da anni collaborano per la crescita del settore “indipendente” della musica italiana, vuole far si che il settore possa avere riconosciuta l’importanza che oggettivamente merita, nelle sedi istituzionali, sociali e culturali. Vuole disegnare un piano di interventi e di azioni condivise per il settore al fine di migliorare la situazione generale in cui versa il nostro mondo.
La rete ha bisogno di una grande base per poter contare nelle sedi opportune e far pesare, come succede per altri attori, l’importanza anche numerica di una reparto molto attivo e socialmente sentito in tutte le Regioni italiane."

Hanno aderito ad It-Folk:
Marco Bartolini (Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli in rappresentanza di Tacadancer, Festival di Musica Popolare, Forlimpopoli Didjin’Oz, La Repubblica della Musica) ∙ Giampiero Bigazzi (Orientoccidente) ∙ Gabriele Ferrero (Festival del Violino Popolare) ∙ Aldo Foschini (La Musica nelle Aie) ∙ Giuseppe Marasco (Calabria Sona e in rappresentanza di altri festival come Gran Premio Manente, Tarentarsia, Paleariza, La Castella Tarantella Week, Canevale del Pollino) ∙ Antonio Melegari (Li Ucci Festival/Rassegna Canti Pasquali) ∙ Cesario Ratano (Popoli Global Melting Pot) ∙ Luca Recupero (Marranzano World Fest) ∙ Gianandrea Pasquinelli (Festival Armonica Soirèe) ∙ Mauro Odorizzi (Itinerari Folk, rassegna di musica acustica etnica e contemporanea) ∙ Francesca Pieraccini (Europlà) ∙ Giordano Sangiorgi (Sono Romagnolo/Notte del Liscio) ∙ Giovanni Mauro (Irno Etno Folk festival) ∙ Claudio Mola /Ragnatela Folk Festival) ∙ Associazione Culturale For.Mu.S. Daniele Cestellini del Festival delle Ciaramelle di Amatrice ∙ Elena Ledda ∙ Lucilla Galeazzi ∙ Andrea del Favero ∙ Gigi Biolcati ∙ CIRCUITO CALABRIA SONA ∙ Gran Premio Manente – crucoli torretta kr ∙ Tarantarsia – Tarsia Cosenza ∙ Taranta e Dintorni – Squillace – CZ ∙ Capo Festival – Ricadi (VV) ∙ Scilla Cantastorie Festival – Scilla (RC) ∙ Le Castella Tarantella week – LE castella KR ∙ Neaithosud festival ∙ Paleariza ∙ Accettura Folk Festival (Basilicata) ∙ Gruppo La Macina per Monsano Folk Festival (Marche) ∙ Roberto Durkovich ∙ Kamafei ∙ A 3 Apulia Porject ∙ Sossio Banda ∙ Le Matrioske ∙ Ass Accipiter ∙ Ass La Musica Ribelle ∙ Quarrata Folk Festival ∙ Folkest ∙ Infrasuoni ∙ Eco della Musica ∙ Parole e Musica ∙ Gruppo Decalamus ∙ Pastorizie in Festival ∙ Premio Folk Nuove Generazioni ∙ Ghibli Concerti ∙ Fulvio Cama – Calabria – autore e cantastorie  – Reggio Calabria ∙ Antonio Grosso – calabria – autore organettista e insegnante – Cosenza ∙ Sabatum Quartet – Calabria – gruppo storico della provincia di Cosenza ∙ Amakorà – Calabria – gruppo ∙ Ciccio Nucera – Calabria – organettista e cantore della tradizione grecanica calabrese ∙ Le muse del mediterraneo – calabria – gruppo di donne con brani inediti e rivisitazioni di musiche del sud ∙ Massimo Ferrante – calabrese ma trapiantato in campania – chitarrista e interprete ∙ Valentina Balistreri – palermitana di origine ma trapiantata a Reggio Calabria – progetto inedito ma anche con un progetto “balistreri canta balistreri” ∙ Emy Vaccari – ricercatrice e insegnante di danze coreutiche del sud ∙ Nino Stellitano – autore e interprete leader dei KALAVRìA ∙ Kalavrìa – gruppo storico del panorama world calabrese – Reggio Calabria ∙ Notte Battente – gruppo di musica folk – serre catanzaresi ∙ Behike Moro – gruppo di musica originale – Reggio Calabria ∙ Paolo Sofia – leader dei Quartaumentata – Reggio Calabria ∙ Floriana Cangiano (Flo) – cantautrice ∙ Safar Mazì – band ∙ Moreno Conficconi alias Moreno Il Biondo       

All'interno di questo quadro si aggiunge per il secondo anno l'esperienza del Premio dei Premi, a cura di Enrico Deregibus, che aggrega una dozzina di festival dedicati ai cantautori scomparsi e che ha visto la sua nascita l'anno scorso al MEI 2017 con la vittoria di Roberta Giallo.

Nasce invece quest'anno il primo circuito dei festival storici: MEI, Voci per la Libertà, OrientOccidente, Varigotti Festival, Grand Premio Manente e altri che si svolgono da tantissimi anni e hanno fatto circuitare le migliori band di Upload Sounds, circuito per emergenti del Trentino - Alto Adige.

Far parte di questi circuiti è un'importante azione di condivisione ed un tentativo di crescita per tutto il sistema, che sosteniamo in modo sano, contribuendo a fare nascere altri incontri e premi, come il Primo Premio Folk & World nazionale per i giovani nato all'interno di It-Folk.

L'obiettivo è portare avanti una rete sempre più forte con altre realtà culturali che operano nell’ambito musicale sia in Italia che all’estero. Inoltre, il supporto e la collaborazione ci ha permesso di raggiungere maggior consapevolezza della realtà Festival come risorsa dei territori, stimolando lo staff e il pubblico, il quale ogni anno si avvicina sempre di più allo spettacolo dal vivo. In una realtà sempre più "virtuale" fare rete concretamente e fisicamente è oggi sempre più importante. 


Mei - Faenza

MEI 2018
Fatti di Musica Indipendente

Il 28, 29 e 30 SETTEMBRE A FAENZA (RAVENNA)
Tre giorni dedicati alla musica indipendente italiana

ARTISTI INDIPENDENTI DELL’ANNO: THE ZEN CIRCUS

Premio PIMI 2018” per la loro carriera ventennale all’insegna della coerenza
e della continua ricerca di qualità musicale e testuale
all’interno del circuito indipendente   

PREMIATO ANCHE MAURO ERMANNO GIOVANARDI
CON IL “PIMI EXTRA/PROGETTI ESCLUSIVI” PER L’ALBUM “LA MIA GENERAZIONE”

Dopo aver assegnato il Premio Speciale MEI ai LACUNA COIL e il Premio Artista Eclettico dell’Anno a GIO EVAN, il MEI 2018 annuncia un nuovo importante riconoscimento che verrà consegnato durante la nuova edizione della manifestazione, che quest’anno si svolgerà il 28, 29 e 30 settembre a FAENZA (Ravenna).

Il “Premio PIMI 2018”, riservato all’artista indipendente dell’anno, va alla band THE ZEN CIRCUS per la loro carriera ventennale all’insegna della coerenza e della continua ricerca di qualità musicale e testuale all’interno del circuito indipendente (primo album dal titolo “About Thieves, Farmers, Tramps and Policemen” pubblicato nel 1998 con il nome The Zen). Assegnato lo scorso anno a Brunori Sas e prima ancora a Motta, Cesare Basile/Iosonouncane e Mannarino, è un riconoscimento speciale che nel 2014 si è aggiunto ai tradizionali PIMI, i premi ufficiali della musica indipendente italiana, curati dal giornalista e critico musicale Federico Guglielmi e coordinati daGiordano Sangiorgi (fondatore e direttore del MEI). La cerimonia di consegna è in programma il 29 settembre sul palco del Teatro Masini.

«Una carriera artistica quella dei The Zen Circus condotta all'insegna della coerenza, della ricerca di una sempre maggiore qualità musicale e testuale senza per questo rinunciare all'immediatezza e alla freschezza - dichiara Federico Guglielmi, da sempre curatore del PIMI - di un'autopromozione basata principalmente sull'attività live, della mai rinnegata militanza nel circuito indipendente. Un autentico esempio per chi vuole fare musica "sul serio" inseguendo il proprio sogno ed evitando le "facili" scorciatoie».

Al MEI verrà assegnato per la prima volta quest’anno il PIMI Extra/Progetti esclusivi” a "La mia generazione" di Mauro Ermanno Giovanardi, album pubblicato dalla Warner che ha visto la partecipazione di molti ospiti illustri.

«Un appassionato omaggio culturale e non solo artistico alla scena indipendente/alternativa italiana degli anni '90 - dichiara Giordano Sangiorgi - base essenziale e imprescindibile, grazie a nomi come Afterhours, CSI, Marlene Kuntz, Subsonica, Cristina Donà, Massimo Volume, Casino Royale e tanti altri, per i successivi sviluppi del circuito».

Inoltre partono le adesioni al “PIVI – Premio Italiano Videoclip Indipendente”, che quest’anno assegna il suo “Premio Speciale PIVI 2018” al regista DARIO BALLANTINI e alla band toscana PICCOLI ANIMALI SENZA ESPRESSIONE per il video del singolo “IN CAMMINO”, estratto dal loro terzo disco dal titolo “SVEGLIO FANTASMA”(www.youtube.com/watch?v=4XkVF9XYakw).

Nel video di “IN CAMMINO”, il regista Dario Ballantini ha dato vita alle proprie opere artistiche creando un gioco di sovrapposizioni. Realtà e pensiero si fondono in fotogrammi e figure intrise d’acrilico, libere da ogni tela, sono in cerca di altri spazi, dominando anche il movimento e il suono.

«Non voglio sapere cosa esattamente mi abbia spinto ad aderire alla poetica dei Piccoli Animali Senza Espressione - dichiara Dario Ballantini - credo che, a grandi linee, sia stata la sensazione di artisticità che permea il loro lavoro. Credo che le loro canzoni si possano fondere esattamente con la mia pittura ed il mio mondo visivo».

Tra gli altri principali riconoscimenti assegnati al MEI 2018: il “Premio Super MEI Circus” che sarà assegnato a un giovane artista emergente legato al MEI SUPERSTAGE; laTARGA MEI MUSICLETTER, premio nazionale ideato da Luca D’Ambrosio (blogger e responsabile del sito web “Musicletter.it”) dedicato al giornalismo musicale sul Web con i riconoscimenti per il “Miglior sito collettivo”, il “Miglior blog personale” e il “Miglior Festival musicale italiano (assegnato per la prima volta); il PREMIO DEI PREMI, coordinato da Enrico Deregibus grazie alla collaborazione con l’OMP (Officina della Musica e delle Parole) di Milano che metterà a disposizione una borsa di studio dal valore di 1,500 euro per il vincitore del premio. Saranno presenti i vincitori del 10 premi dedicati ai celebri cantautori scomparsi (Premio Pierangelo Bertoli, Premio Bindi, Premio Buscaglione, Premio Alberto Cesa, Premio Ciampi, Premio Bianca d’Aponte, Premio Fabrizio De André, Premio Bruno Lauzi, Premio Andrea Parodi, Premio Manente). Al Mei sarà inoltre consegnato durante una speciale giornata di proiezioni in programma il 30 settembre al Cinema Sarti di Faenza il “PREMIO PIVI 2018” per il miglior videoclip indipendente dell’anno, in collaborazione con SoundScreen. Come ogni anno, la giuria – coordinata da Fabrizio Galassi – consegnerà ai giornalisti accreditati al MEI una lista con i 30 migliori videoclip indipendenti dalla quale sarà scelto il vincitore dell’edizione 2018.

Il 30 settembre, invece, vi sarà la conclusione della rassegna musicale con una giornata interamente dedicata ai 40 anni della Legge Basaglia con "Interiezioni ",spettacolo meta - teatrale di Pierpaolo Capovilla, voce del gruppo rock “Il Teatro degli Orrori”, e il maestro Paki Zennaro, compositore sperimentale e storico collaboratore di Carolyn Carlson. In apertura si esibirà il duo dei cantautori Psicantria, formato da Gaspare Palmieri e Christian Grassilli, e nella stessa giornata verrà inoltre presentato il libro di Piero Cipriamo “Basaglia e Le Metamorfosi della Psichiatria”.

Oltre ai nomi già citati, sono moltissimi altri gli artisti confermati al MEI2018 tra cui: Kutso e Bussoletti che presenteranno il nuovo album, Piccoli Animali senza Espressione,Rezophonic che si esibiranno con i Lacuna Coil per i loro 20 anni di carriera, Roberto Angelini & Rodrigo D’Erasmo in omaggio a Nick Drake, Celeb Car Crash, La Municipal(vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Roma), I Figli dell’Officina (vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Taranto), La Stanza di Greta (Targa Tenco),Ylenia Lucisano, Renato Caruso, Peligro, Giuseppina Torre, Psicantria e Pierpaolo Capovilla.

Inoltre, quest’anno il MEI festeggia i suoi 10 anni di Rete dei Festivalil primo circuito che raggruppa al MEI oltre 100 festival e rassegne che danno ampio spazio alla musica originale emergente italiana, affiancando l’impegno comune ad intraprendere un percorso culturale e di qualità che porti all'innovazione della musica nel nostro Paese. La missione è quella di creare una rete sempre più forte con altre realtà culturali che operano nell’ambito musicale sia in Italia che all’estero, per identificare la realtà dei Festival come risorsa dei territori, avvicinando sempre di più il pubblico allo spettacolo dal vivo, grazie alla nascita di nuove Reti come It-Folk, che raduna oltre 50 realtà folk, il Premio dei Premi, che raduna una dozzina di festival dedicati ai cantautori scomparsi, e altre circuitazioni all’interno dei Festival legati al MEI.

Al MEI2018 nascerà anche l’AGIMP (Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari) nell’ambito del Forum del Giornalismo Musicale, giunto alla sua terza edizione. L’AGIMP prenderà vita dopo due anni di confronto e approfondimento. In particolare negli ultimi mesi si è svolto un proficuo lavoro, guidato da Michele Manzotti, per arrivare a redigere uno statuto che sarà presentato in una assemblea durante la due giorni del Forum del Giornalismo Musicale diretto da Enrico Deregibus. Fra i vari appuntamenti in via di definizione, domenica 30 settembre si terrà un corso di formazione professionale, aperto anche ai non iscritti all’ordine, che vedrà tra i relatori Riccardo Vitanza (fondatore e amministratore unico dell’agenzia di comunicazione Parole & Dintorni), Michele Monina (critico musicale), Fabrizio Galassi (coordinatore del Premio Italiano Videoclip Indipendente del MEI) e Paolo Prato (musicologo e saggista).

Non mancheranno, inoltre, premi, dibattiti ed esposizioni come la mostra Manifesti Beat Prog in Romagna alle radici della scena indie di 50 anni fa” il 28 settembre al MIC, lo straordinario Museo Internazionale delle Ceramiche, ove è ora in corso la straordinaria mostra “Ceramics Now!”; la presentazione in anteprima di “Infinito 200” album antologico che ricorda il bicentenario del capolavoro leopardiano con il poeta Davide Rondoni e i cantautori  Anna Luppi, Alessandro Cicone, Denise Misseri, Solmeriggio e Lorenzo Santangelo, e l’anteprima del Festival “Anatomia Femminile” curato da Michele Monina in omaggio al cantautorato femminile.

Il MEI è la più importante manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana che chiude la stagione dei festival estivi. Un evento che da quasi 25 anni è punto d’incontro naturale tra le realtà che hanno fatto la storia della Musica italiana degli ultimi decenni.

Fin dalla prima storica edizione, la manifestazione, fondata e diretta da Giordano Sangiorgi, è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia (tra gli altri Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax) e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come ad esempio, Ermal Meta, Lo Stato Sociale, Ghali, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce, Cosmo). Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEIcome ad esempio Daniele Silvestri che nel 1997 allestì un suo stand espositivo e lo scorso anno ha festeggiato 20 anni di carriera, e, più recentemente i Maneskin, che al MEI di Faenza hanno realizzato una delle loro primissime esibizioni fuori da Roma.

La squadra del MEI è composta quest’anno da: Giordano Sangiorgi (ideatore e direzione artistica), Francesco Galassi (responsabile organizzativo Mei Superstage, formazione e workshop), Cinzia Magnani (responsabile organizzativa e logistica), Roberta Barberini (responsabile Expo, Convegni e Mostre), Federico Guglielmi (responsabile PIMI – Premio Italiano Musica Indipendente), Fabrizio Galassi (responsabile PIVI – Premio Italiano Videoclip Indipendente), Enrico Deregibus (responsabile Forum del Giornalismo Musicale e Premio dei Premi), Luca D’Ambrosio (Targa Mei Musicletter).

Il MEI 2018 si svolge grazie a: Regione Emilia – Romagna Assessorato alla Cultura, Comune di Faenza, Camera di Commercio di Ravenna, MIbact (Festa della Musica e Progetto MIgrArti) e grazie al contributo SIAE (Progetto Sillumina) e Nuovo Imaie (Progetto Per i Festival per Emergenti). Il MEI è supportato da AudioCoop (coordinamento delle etichette discografiche indipendenti), AIA (Associazione Italiana Artisti), Rete dei Festival (coordinamento tra i contest per emergenti italiani), It Folk (Rete di Artisti e Festival Folk), Circuito Festival Storici con Upload Sounds, Cafim (Distributori Strumenti Musicali Europei) e Festa della Musica Europea in Italia.

Associazioni partner: Assomusica (Progetto Nimpe Music Factory).

Media partner: Sprea Edizioni con Classic Rock, Vinile e Prog (Maurizio Becker e Francesco Coniglio), Exit Well (Riccardo De Stefano), L’Altoparlante, Classic Rock on Air, Musicletter, Musicraiser, Seen by Sound e iLiveMusic.


Torna l’Hip Hop Mei, negli ultimi due anni premiati Ghali e Claver Gold

Il premio MEI dedicato agli artisti HipHop questanno va ex-aequo Ketama126 e Chadia Rodriguez

Ketama126 e Chadia Rodriguez si aggiudicano i premi del 2018 grazie a produzioni innovative e di qualità nell'ambito della Trap Music

Ketama 126 Chadia Rodriguez, segnate questi due nomi. Si tratta di artisti che si stanno facendo largo nel mondo della Trap Music riscuotendo notevole successo da parte del pubblico e della critica. Le loro produzioni si distinguono non solo per la qualità dei testi e dell'impatto sonoro, ma anche per l'autenticità dei personaggi che li rappresentano. Per questi motivi il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti decide di premiare come miglior album "REHAB" di Ketama126 - rapper e produttore romano membro della crew protagonista della nuova scena rap della capitale, la Love Gang - CXXV - e come miglior singolo "Dale" di Chadia Rodriguez, artista italiana classe '98, di origine metà marocchina e metà spagnola. . 

"Rehab" è un concept album dal forte profilo identitario, un'opera che rappresenta lo specchio di una parte di vita del giovane rapper romano, interamente scritta e prodotta dall'artista stesso. Il disco riprende le tematiche tipiche della trap d'oltreoceano, mostrandone le diverse sfaccettature un brano dopo l'altro. Il termine "Rehab" è da intendersi come riabilitazione attraverso la musica, la crescita artistica che svela un nuovo Ketama126 pur sempre legato alle sue origini e al suo passato. La vera novità consiste nelle sonorità del disco, dove produzioni hip-hop si mischiano ai suoni grunge della Golden Age statunitense, un'influenza quasi inevitabile considerata la passione dell'artista romano.

"Dale" di Chadia Rodriguez, uscito a fine aprile, la posiziona immediatamente sul radar della scena rap italiana, con supporto importante come quello di Sto Magazine e di Spotify Italia, dove entra nella classifica Viral e nella playlist Raptopia superando complessivamente il milione di plays su Spotify e YouTube.

Il Premio Hip Hop MEI, lanciato dieci anni fa insieme all’amico rapper Piotta come primo testimonial, prosegue così nella sua attivita’ di piattaforma di scouting del rap: dopo avere premiato nei primi anni artisti come Amir, Nesli, Ghemon Scienz, solo per citarne alcuni, e e negli ultimi due anni con due grandi emergenti come Ghali e Claver Gold, oggi segnala con forza il lavoro di Ketama126 e Chadia Rodriguez, su album e singolo.

Il Premio sara’ consegnato sabato 29 settembre al MEI 2018 di Faenza tra Piazza del Popolo e Palazzo Mazzolani nel pieno Centro Storico di Faenza sul Palco Centrale del MEI e nell’area del Future Festival.

Per informazioni e programma Mei di Faenza dal 28 al 30 settembre su www.meiweb.it


Open call a musicisti, band e promoter per partecipare a un video Mei 2018

Una open call aperta a tutti gli artisti, band, musicisti e promoter del territorio per realizzare un videoclip in vista del Mei 2018, che si terrà a Faenza dal 28 al 30 settembre. E’ questo l’invito dell’organizzatore, Giordano Sangiorgi, a cui tutti possono partecipare, dando il proprio contributo per valorizzare una città che è stata capace di sviluppare negli anni un festival musicale diventato orami un punto di riferimento nazionale.
Il ritrovo per tutti coloro che volessero contribuire è mercoledì 12 settembre alle 18.30 nella sede faentina di Artistation (via Pellico, 16).

Di seguito l’invito:
Gentili artisti, band e musicisti (ma anche organizzatori, promoter, operatori, etc.), l’inizio del Mei2018 di Faenza (dal 28 al 30 settembre) si avvicina, e volevamo insieme cogliere con voi l’occasione per promuovere la musica e gli artisti del territorio, dando un messaggio di forza e unione come Faenza è sempre stata in grado di fare nei suoi eventi. Con questa mail vi invito tutti a partecipare mercoledì 12 settembre alla sede di Artistation (via Pellico, 16) alle ore 18.30 per la realizzazione di un videoclip che promuoverà gli artisti, le band e i musicisti faentini, i luoghi e gli eventi faentini della musica, insieme al Mei2018 sui canali social attraverso la voce dei musicisti e protagonisti musicali faentini (e/o del territorio dell’unione dei comuni faentini e romagnolo) più significativi: un modo per non essere semplici spettatori ma protagonisti attivi nella promozione della propria musica in tutti i suoi aspetti.
Il videoclip sarà realizzato dallo staff di BuonSensoFaenza e il vostro contributo sarà semplice – porterà via in tutto mezz’ora e consisterà nel dire una frase e/o fare un semplice saluto e/o partecipare a un video collettivo di fronte alla telecamera – ma essenziale per veicolare il messaggio che vogliamo trasmettere: una Faenza che con la sua musica e il MEI possano essere protagonisti, ognuno con il proprio stile e specificità, durante tutto l’anno musicale anche oltre al MEI dando a tutti appuntamento dal 28 al 30 settembre a Faenza.
Vi chiediamo cortesemente di confermare la partecipazione a questa mail
oppure tramite messaggio a Samuele Marchi (338 61 81 431) che coordina il
progetto, o inviando mail a samuele.marchi@ilbuonsenso.net.
Nel caso di dubbi o chiarimenti non esitate a contattarmi.
Grazie fin d’ora per il vostro contributo e partecipazione!


Mei - Faenza

MEI 2018
Fatti di Musica Indipendente

Il 28, 29 e 30 SETTEMBRE A FAENZA (RAVENNA)
Tre giorni dedicati alla musica indipendente italiana

IN ANTEPRIMA AL MEI PRESENTAZIONE DEL LIBRO DEL GIORNALISTA GIANNI VALENTINO SU LIBERATO
di prossima uscita per la casa editrice Arcana nella collana “Cantautori del Duemila

PREMIO HIP HOP MEI SPECIALE” A MEZZOSANGUE
PREMIO HIP HOP MEI” a KETAMA126 e CHADIA RODRIGUEZ

ANNUNCIATI I TRE FINALISTI DEL MEI SUPERSTAGE

IL 28 SETTEMBRE EDOARDO DE ANGELIS IN CONCERTO AL MEI
per presentare il suo nuovo album “nuoveCanzoni

Al MEI 2018, che quest’anno si svolgerà il 28, 29 e 30 settembre a FAENZA (Ravenna), la musica rap, trap e hip hop sarà protagonista con importanti anteprime e riconoscimenti.

In anteprima nazionale, infatti, sarà presentato a Faenza il primo libro sul rapper Liberato scritto dal giornalista Gianni Valentino, di prossima uscita per la casa editrice Arcana nella collana “Cantautori del Duemila”. Il contenuto del libro, che sarà disponibile in tutte le librerie in autunno, sarà anticipato dal suo autore insieme a Giordano Sangiorgi, patron del Mei, e Fabrizio Galassi, direttore del Premio PIVI, sabato 29 settembre alle ore 17.50 al Caffè Molinella di Piazza Nenni e domenica 30 settembre alle ore 15.00 durante la celebrazione del Premio PIVI che si terrà al Cinema Sarti.

Il “Premio Hip Hop MEI, giunto alla sua decima edizione e che negli scorsi anni ha scoperto artisti come Amir, Nesli, Ghemon, Scienz, Ghali e Claver Gold, quest’anno va ex aequo a KETAMA126 e CHADIA RODRIGUEZKetama126, rapper e produttore romano membro della crew protagonista della nuova scena rap della capitale, la Love Gang – CXXVI, riceverà il riconoscimento per il miglior album con "Rehab", mentre Chadia Rodriguez, artista italiana classe '98 di origini marocchina e spagnola, sarà premiato come miglior singolo per "Dale"Il “Premio Hip Hop Mei Speciale”, invece, va al rapper romano MEZZOSANGUE, che ha da poco pubblicato l’album “Tree – Roots & Crown” che per tre settimane top ten della classifica dei dischi più venduti in Italia e ha registrato oltre 10 milioni di streaming complessivi.

I premi saranno consegnati sabato 29 settembre alle ore 20.00 sul Palco Centrale del MEI.

Annunciati anche i tre finalisti del MEI SUPERSTAGE, il contest organizzato da Rumore di Fondo e Mei, in collaborazione con Incisioni e Rete dei Festival. Gli artisti selezionati, che si sfideranno sul palco di Piazza del Mercato il 29 settembre, sono: Valeria Crescenzi, cantautrice e flautista di Terni; Deadline-Induced Panic, gruppo elettro – rock romano composto da Elisa Mariotti, Francesco Marchini, Davide Rufo e Anna Muscatello; Riccardo Gileno, cantautore triestino.

Ad arricchire il programma del MEI 2018 si aggiunge la presentazione del nuovo progetto discografico di Edoardo De Angelis. Il cantautore romano aprirà l’edizione 2018 del MEI presentando live in acusticopresso il MIC - Museo Internazionale della Ceramiche il 28 settembre alle ore 20.00, il suo ultimo album“nuoveCanzoni”, composto da 11 brani inediti che rinnovano lo sguardo poetico e il taglio attento ai sentimenti, ma anche alle situazioni sociali del nostro tempo.

Lo stesso giorno, venerdì 28 settembre, sempre al MIC - Museo Internazionale delle Ceramiche alle ore 21.30, si terrà il “Festival di Anatomia Femminile” dedicato al cantautorato femminile, a cura di Michele Monina. Questo il cast: Elisa Erin Bonomo, Beatrice Campisi, Cassandra Raffaele, Chiara Giacobbe, Dalise, Deborah Bontempi, Eleviole?, Elyza Jeph, Giulia Mei, Giulia Ventisette, Irene Ghiotto, Ivana Gatti, Maddalena Conni, Marat, Marquica, Miriam Ricordi, Paola Donzella, Priscilla Bei, Silvia Oddi e Valentina Amandolese.

Infine, prosegue fino al 20 settembre il contest “Non sono solo canzonette” che il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti dedica alle canzoni di Edoardo Bennato. Una giuria, presieduta dallo stesso cantautore partenopeo, assegnerà i premi, consegnati durante la rassegna del MEI 2018.

I brani dovranno pervenire entro il prossimo 20 settembre al seguente indirizzo mail mei@materialimusicali.it.

Questi i grandi nomi premiati al MEI2018 già annunciati nei giorni scorsi: ZEN CIRCUS (“Premio PIMI 2018” riservato all’artista indipendente dell’anno), LACUNA COIL(Premio Speciale MEI per i loro 20 anni di carriera), MAURO ERMANNO GIOVANARDI (“Premio PIMI Extra Progetti Esclusivi” per l’album LA MIA GENERAZIONE),COLAPESCE (Premio PIVI – Miglior Videoclip Indipendente per “Maometto a Milano”), COLOMBRE (Premio Miglior Artista Giovane Indipendente dell’anno), GIO EVAN (Premio Artista Eclettico dell’Anno), RITMO TRIBALE (Premio Speciale MEI per i 30 anni dal loro primo disco autoprodotto), il regista DARIO BALLANTINI e PICCOLI ANIMALI SENZA ESPRESSIONE (“Premio Speciale PIVI 2018” riservato al miglior videoclip indipendente dell’anno).

Parteciperanno alla rassegna anche: La Municipal (vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Roma), I Figli Dell’Officina (vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Taranto) e La Stanza Di Greta (Targa Tenco).

Gli altri nomi confermati sono: Roberto Angelini & Rodrigo D’Erasmo in omaggio a Nick Drake; Pierpaolo Capovilla; Kutso e Bussoletti che presenteranno il nuovo album; Rezophonic, che si esibiranno con i Lacuna Coil per i loro 20 anni di carriera; Celeb Car Crash; Ylenia Lucisano; Renato Caruso; Thema; Peligro; Giuseppina Torre; Zoas; Il Generatore di Tensione; PsicantriaPierpaolo Capovilla e il Maestro Paki Zennaro con lo spettacolo meta-teatrale “Interiezioni”, all’interno della giornata interamente dedicata ai 40 anni della Legge Basaglia. Saranno presenti inoltre i Seawards, che presenteranno il nuovo album prodotto artisticamente da Zibba ed esecutivamente da Materiali Musicali, grazie al sostegno di Sillumina del Mibact e di Siae.

Il MEI è la più importante manifestazione dedicata alla scena musicale indipendente italiana che chiude la stagione dei festival estivi. Un evento che da quasi 25 anni è punto d’incontro naturale tra le realtà che hanno fatto la storia della Musica italiana degli ultimi decenni. Fin dalla prima storica edizione, la manifestazione, fondata e diretta da Giordano Sangiorgi, è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia (tra gli altri Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax) e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come ad esempio, Ermal Meta, Lo Stato Sociale, Ghali, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce, Cosmo). Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEIcome ad esempio Daniele Silvestri che nel 1997 allestì un suo stand espositivo e lo scorso anno ha festeggiato 20 anni di carriera, e, più recentemente i Maneskin, che al MEI di Faenza hanno realizzato una delle loro primissime esibizioni fuori da Roma.

La squadra del MEI è composto quest’anno da: Giordano Sangiorgi (ideatore e direzione artistica), Francesco Galassi (responsabile organizzativo Mei Superstage, formazione e workshop), Cinzia Magnani (responsabile organizzativa e logistica), Roberta Barberini (responsabile Expo, Convegni e Mostre), Federico Guglielmi (responsabile PIMI – Premio Italiano Musica Indipendente), Fabrizio Galassi (responsabile PIVI – Premio Italiano Videoclip Indipendente), Enrico Deregibus (responsabile Forum del Giornalismo Musicale e Premio dei Premi), Luca D’Ambrosio (Targa Musicletter per i Media).

eventiesagre-sagra-tartufo-san miniato


News Evento

Leggi anche


Data ultimo aggiornamento pagina 2018-09-13 13:21:40
Inserito da Michela Gesualdi
Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
artigiani-del-gusto