sfondo endy
Novembre 2019
eventiesagre.it
Novembre 2019
Numero Evento: 21035228
Eventi Storici
Eventi Feste
La Belle Epoque A San Pietro All’olmo Di Cornaredo
Rievocazione Storica Con Mezzi E Costumi D’epoca
Date:
Dal: 05/10/2019
Al: 06/10/2019
Dove:
Logo Comune
Lombardia - Italia
Contatti
Tel.: 0293263203
Cell.: 3474009542
Fonte
Myriam Vallegra
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc

La Belle Epoque A San Pietro All’olmo Di Cornaredo

Rievocazione Storica Con Mezzi E Costumi D’epoca

Da Sabato 05 a Domenica 06 Ottobre 2019 - dalle ore 10:00
San Pietro All’olmo - Cornaredo (MI)

La Belle Epoque A San Pietro All’olmo Di Cornaredo - Cornaredo

La Belle Epoque, Joie de Vivre
Viaggio di inizio Novecento tra Vienna e Monaco di Baviera

Rievocazione storica - libera interpretazione
Sabato 5 e Domenica 6  Ottobre 2019

Orario: sabato dalle 10.00 alle 22.00 e domenica dalle 10.00 alle 20.00

Piazza della Chiesa, Piazzetta dell’Olmo, Via Marconi, Piazza Dubini

San Pietro all’Olmo – Cornaredo (MI)

Sabato 5 e Domenica 6 Ottobre 2019, in occasione dell’annuale Festa di San Pietro all’Olmo, bella frazione di Cornaredo, attraversata dalla Via Novara, che da Novara porta a Milano, si terrà una ricca ed originale rievocazione storica, ambientata nel periodo storico che dal 1880 arriva fino al 1920, con grandi cambiamenti epocali in tanti settori, ambientandola nei contesti scenografici e spettacolari di Vienna e Monaco di Baviera.

Manifestazione promossa ed organizzata dal Comune di Cornaredo, in collaborazione con Consulta del Commercio, Eventi doc di Myriam Vallegra, Proloco, Associazione culturale ed artistica Iperbole ed altre realtà organizzative, che ogni anno, dà vita ad una rievocazione storica ambientata in un diverso periodo storico, per creare un evento unico nel suo genere, ad ogni edizione, porta quest’anno alla riscoperta del periodo della Belle Epoque e del Liberty, andando a riprendere stili, arti, mestieri e moda del periodo ed ambientando i contesti a Vienna e Monaco di Baviera.

Le numerose piazzette e strade alberate di San Pietro all’Olmo si adattano infatti bene al ricrearsi di una Vienna e Monaco di Baviera in versione Belle Epoque, riprendendo il percorso di viaggio del famoso treno Orient Express che, provenendo da Parigi si dirigeva verso Vienna e Monaco di Baviera.

La manifestazione comincia sabato 5 Ottobre, con numerose iniziative ed attrazioni, per poi raggiungere il culmine alla domenica 6 Ottobre.

Sulla Piazza della Chiesa e nella Via Marconi troviamo i mercati artigianali ed artistici e quelli alimentari, con particolari ambientazioni, figure dipinte a mano e la presentazione di oggetti e particolarità che richiamano al periodo storico e prodotti e piatti tipici che hanno radici lontane, sia riferite alle città che si rievocano, sia riguardanti alcune tipicità italiane e di altri Paesi, in quanto Vienna e Monaco di Baviera sono da sempre città molto aperte alla cultura ed all’arte, anche internazionale (i mercati artigianali – artistici e alimentari saranno aperti sabato dalle 10.00 alle 22.00 e domenica dalle 10.00 alle 20.00). Organizzazione e allestimenti a cura di Eventi doc ed Associazione culturale e artistica Iperbole.   

Sempre sulla Piazza della Chiesa inoltre si terrà una mostra di riproduzioni di opere d’arte di Klimt.

Dalle ore 17.30, sabato 5 Ottobre, in Piazza della Chiesa, si terrà l’esibizione delle Allieve della Scuola “Battiti di Danza”. La Scuola presenta “Sinfonie d’Autore”: Dalle Fiabe ai Grandi Film, un viaggio a passo di danza attraverso le più belle ed epiche musiche che hanno fatto da accompagnamento e colonna portante a storie, opere liriche, teatro, musical e cinema degli ultimi due secoli.

In contemporanea, la Fanfara dei Bersaglieri suonerà per le Vie cittadine; composta, da tradizione, di soli ottoni, è attualmente formata da più di 30 suonatori; la musica incalzante ed il travolgente passo di corsa che agita le piume sul cappello, sono le caratteristiche che, ovunque vada, emoziona i grandi e soprattutto i piccoli.

Sulla Piazza della Chiesa, sabato alle ore 21.00, concerto con il complesso Brass Brothers. La loro missione: mantenere viva la musica e le suggestioni di un classico della cinematografia che vanta un cast stellare di musicisti e cantanti: The Blues Brothers.

Palazzo della Secessione Viennese (ingresso scuola elementare Duca degli Abruzzi, Via Marconi 20) – Esposizione di cartoline d’epoca di San Pietro all’Olmo a cura del Corpo Musicale per il 125° anno di fondazione (orario apertura mostra sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00).

Prater un parco giochi per grandi e piccini in Via Marconi: parco di divertimenti per tanti, per alcuni luogo di sogni nostalgici, per quasi tutti oasi di verde e sede della grande ruota panoramica, uno dei simboli più famosi di Vienna. Non mancate di salire a bordo di questa attrazione ad ingresso gratuito, alta 18 metri e con 16 gondole per il pubblico. Orario di funzionamento ruota panoramica: sabato 5 ottobre dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 24.00; domenica 6 ottobre dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 22.00.

In Via Marconi, sabato 5 Ottobre alle ore 17.00 si terrà l’esibizione delle Atlete Twirling San Pietro e sempre dalle ore 17.00 Street food a cura di “Bar Zona 30” con musica dal vivo.

Sempre in Via Marconi, sabato e domenica, la Proloco di Cornaredo presenterà il suo interessante gruppo artistico d’arte con opere in ceramica raku e somministrerà caldarroste.

Mito e simbolo della Bella Epoque l’Orient Express, è il treno che a partire dal 1883 attraversava l’Europa (e da qualche anno è tornato attivo), collegandola ai Balcani ed alla Turchia da Londra a Costantinopoli (attuale Istanbul). A bordo dell’Oriente Express viaggiavano maharaja indiani, corrieri diplomatici, celebrità del palcoscenico, esponenti della finanza, scrittori ed avventurieri. Il treno più famoso della storia divenne teatro di intrighi, storie d’amore e scandali, come la letteratura prima e la cinematografia poi, hanno consegnato al nostro immaginario collettivo con il celebre racconto di Agatha Christie.

Salire a bordo dell’Orient Express significava avventurarsi in un viaggio intenso di emozioni attraverso frontiere, popoli e paesaggi esotici, all’insegna di suggestioni romantiche e di pericoli. Immaginate di divenire per un giorno viaggiatori nel tempo, e condividere con noi un affascinante programma di viaggio.

La località di San Pietro all’Olmo, Comune di Cornaredo, alla porte di Milano, ricrea quindi, nelle sue piazzette e strade le ambientazioni, i cibi, le musiche, gli intrattenimenti delle due famose città di Vienna e Monaco di Baviera.

E sarà proprio un trenino vero che condurrà i visitatori nelle varie atmosfere ricreate, per assistere alle numerose attività, alla domenica.

L’intento dell’evento è quello di creare, di rappresentare, di colpire, ma anche di fare cultura, formazione ed intrattenimento a grandi e piccoli. Questo perché è importante conoscere il proprio passato, per comprendere, capire ed apprezzare il nostro presente, per rivivere per un giorno nel passato dei nostri bisnonni, rivedere indossati gli abiti con gli stili di quelli dei nostri avi, per dare vita ai ricordi di famiglia che abbiamo visto solo in fotografie in bianco e nero e/o semplicemente per rivedere alcuni ricordi di animazioni, ambienti e spettacoli che abbiamo avuto modo di vedere anche di persona e Vienna e Monaco di Baviera.

Un’ideazione brillante ed originale, in capo al Comune di Cornaredo, con Flavio Pecere, funzionario dell’Ufficio cultura, creativo per natura che, insieme alla collaborazione di tante persone, esperte nei vari settori e con i numerosi commercianti, artigiani ed associazioni, tutti insieme a sviluppare idee e proposte, dà vita ad una manifestazione unica nel suo genere, che abbina storia, cultura, musica, intrattenimento, enogastronomia, artigianato, turismo, valorizzazione territoriale, proponendola attraverso numerose mostre, animazioni, spettacoli, concerti, allestimenti, mercati e tanto altro per accontentare tutti i gusti, di grandi e piccoli e stupire ancora …come faceva al tempo e come fa ancora oggi la Belle Epoque, attraverso lo stile Liberty che esiste ancora vivo e visibile in tante nostre città e contesti artistici ed architettonici e che ancora ispira l’arte e l’architettura moderna. 

Da un tema si parte per “costruire” una manifestazione e poi da quello si sviluppa il tutto, proprio come un romanzo, una storia da raccontare…

E così, le piazzette di San Pietro all’Olmo prendono vita, in un turbinio di personaggi in costume d’epoca, originali o ricreati appositamente per l’occasione, mestieri, cibi particolari, foto, dimostrazioni dal vivo, giochi e laboratori didattici per i più piccoli, degustazioni e tanto altro.

Quest’anno il viaggio in treno riparte da Parigi (località che ha caratterizzato l’edizione 2018), con la stazione ferroviaria Paris Gare de l’Est (in Piazzetta Dubini), dove saliti a bordo dell’Orient Express (trenino turistico su ruote ad accesso gratuito in servizio continuativo dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.30 alle ore 19.00 con corse in partenza ogni 15 min circa), lasceremo la frizzante “Ville Lumiere” ed i suoi simboli per raggiungere la stazione ferroviaria di Monaco di Baviera (Munchen Banhof) (Giardinetti Piazzetta dell’Olmo), per essere accolti dal saluto di benvenuto di questa Città con la musica allegra e festante eseguita da una Banda Bavarese in costume, suonata con strumenti musicali tradizionali. Con loro raggiungeremo il vicino Theresienwiese, il parco nel centro di Monaco, dedicato alla principessa Theresa le cui nozze con Ludwig hanno dato vita al celebre Oktoberfest per festeggiarne la chiusura (che quest’anno cade proprio domenica 6 Ottobre) (l’area Oktoberfest sarà presente sia sabato 5 che domenica 6 ottobre). Lì si potranno assaporare le originali specialità alimentari e birre bavaresi, servite da Mr. Wurstel, che potrete trovare presso le tradizionali carrozze di legno, autentico gioiello della tradizione bavarese, capaci di ricreare l’atmosfera perfetta per la gioia del palato e della vista in un clima di spensierata amicizia, allegria, gioia, spasso e divertimento.

Tra i tavoli spettacoli di danza tradizionale tipica bavarese, con il gruppo tutto al femminile degli Schuhplatter – donne schiaffeggiatrici (letteralmente tradotta dalla sua lingua d’origine significa battitore di scarpe: tale nome deriva dal fatto che durante i balli si battono le mani sulle gambe e sulla suola delle scarpe). Il repertorio consta di svariati balli molto coreografici ed allegri, che vengono eseguiti a tempo di musica, dove il pubblico sarà chiamato e fare parte integrante dello spettacolo.

Ritornati alla stazione di Monaco di Baviera risaliremo nuovamente a bordo dell’Orient Express. Il treno procederà la sua corsa fino a raggiungere la città di Vienna con arrivo alla Wien Bahnof (Esterno Oratorio Via Marconi) accolti dalle musiche di Strauss, Mahler, Schonberg e molti altri.

Benvenuti a Vienna: ingiustamente definita la “grigia Vienna” scopriremo che i primi anni del ‘900 furono particolarmente floridi per la Città, in ambito culturale, sociale, scientifico e luogo di grandi cambiamenti che ancora oggi rappresentano e condizionano i nostri tempi attuali.

In stazione un efficiente Ufficio Turistico sarà a vostra disposizione per dispensare ogni utile informazione e suggerimenti per farvi vivere al meglio le numerose attrattive della città. Il tempo di ristorarsi dal lungo viaggio con un buon caffè presso la caffetteria di prossimità ed il nostro percorso di visita prosegue ora a piedi in direzione Marconi Strasse (Via Marconi) per la visita della Spanische Hofreitschule (Scuola di Equitazione Spagnola) (Oratorio San Luigi). Orario spettacoli: ore 14.30 – 15.30 – 16.30 – 17.30. Ingresso libero.

L’Associazione Cavallo & Company di Treviso ci porteranno con il loro spettacolo equestre nel cuore di Vienna, dove si istruiscono cavalli e cavalieri secondo le rigide e creative regole dell’equitazione classica. La Scuola di Equitazione Spagnola è l’accademia equestre più antica al mondo, un luogo fuori dal tempo.

C’è persino un po’ l’Italia nella storia della Scuola di Equitazione Spagnola di Vienna. Gli stalloni lipizzani, scelti per apprendere il sapere dell’Alta Scuola di Equitazione Classica, devono il loro nome a Lipizza, città che durante l’Impero austriaco apparteneva al Comune di Trieste. Quanto proposto al pubblico è il risultato orgoglioso di una tradizione che si trasmette oralmente da oltre 400 anni. Cavalli e fantini riproducono con esattezza le manovre di guerra medievale, utili in passato ai cavalieri per lottare e “salvarsi la pelle”. A briglia sciolta, i cavalli eseguono salti, cambi di passo ed andature agili e spettacolari. Gli stalloni, allenati nell’antico maneggio imperiale, sono pronti dopo 6 anni di percorso formativo, eseguito nel loro rispetto assoluto. Lo studio non è meno duro e serrato per i fantini (dal 2008 sono state ammesse anche le donne), che frequentano la Scuola dai 10 ai 12 anni per imparare ad esibirsi in simbiosi con i destrieri, seguendo il loro movimento naturale. Perché Scuola “spagnola” ? La razza lipizzana, in origine, è stata generata da incroci fra cavalli di Lipizza e stalloni andalusi. Da questi ultimi, scelti per il carattere adeguato all’apprendimento dell’equitazione classica, deriva il termine “spagnola” della secolare scuola equestre. In seguito, per perfezionare la razza, i lipizzani vennero incrociati con diversi altri cavalli – arabi, napoletani, berberi – fino all’ottenimento di un destriero bello da vedere, forte ed al contempo raffinato. Nel corso dello spettacolo esibizioni di volteggio acrobatico e numeri in libertà con la Stuntman Alessandro Bonissi.

Proseguiamo ora in direzione Kirchplatz (piazza della Chiesa) per la visita di: Hofburg Palazzo Imperiale (sede Acli) con presidio del corpo di guardia dell’Imperatore. Dal balcone del palazzo l’Imperatore Francesco Giuseppe I d’Austria e la consorte Elisabetta di Baviera (Imperatrice Sissi) assisteranno all’esibizione della Wiener Philharmoniker Orchestra, nella esecuzione proposta dall’Orchestra Città di Vigevano, prevista per domenica alle ore 18.30 sulla Piazza della Chiesa; Cafè Central (Palazzo Delegazione Comunale): in collaborazione con Pasticceria Marianna di San Pietro viene allestito un servizio di pasticceria tipica viennese, con servizio ai tavoli posizionati sotto gli eleganti dehor fronte edificio.

E se al dolce preferite il salato, l’appuntamento da non perdere domenica è “Aperitiv mit Sternekoch”Aperitivo con lo Chef. Lo chef stellato Davide Oldani propone la degustazione di Timballo di semola di grano duro, uvetta e vino passito a 7 € a porzione e Vino Rosso Aliotto Toscana I.G.T. Tenute Lunelli a 4 € al calice.

Il servizio sarà effettuato dalle ore 11.30 alle ore 13.30 presso i gazebi esterni collocati di fronte al ristorante D’O, in Piazza della Chiesa.

Stephansdom Duomo di Santo Stefano (Chiesa Vecchia): “Alla Corte di Amadeus” con esecuzione di brani musicali dal vivo di W. A. Mozart e rappresentazione teatralizzata eseguita da attori e musicisti di scene tratte dal film “Amadeus” di Milos Forman. Lo spettacolo si aprirà con l’arrivo in Duomo della corte imperiale a bordo di una elegante carrozza a cavallo. Ingresso gratuito ogni 30 minuti dalle ore 14.30 alle ore 18.00.

Gran Concerto di Vienna – Spettacolo di chiusura manifestazione – domenica ore 18.30

Philharmoniker Orchestra è il nome con cui è universalmente conosciuta l’Orchestra Filarmonica di Vienna, una delle più note e prestigiose al mondo. L’Orchestra “Città di Vigevano” proporrà una rivisitazione del repertorio musicale del famoso concerto di Capodanno, accompagnato da balli eseguiti da figuranti in costume d’epoca (in caso di maltempo lo spettacolo si terrà alle ore 18.30 presso Sala Amici della Musica di Via Donatori del Sangue, 6).

Proseguiamo con una gita “Fuori porta” per la visita di Grinzing – Vino, Vigneti e Heuriger – piazzetta dell’Olmo, domenica dalle 14.30 alle 19.00. Appena fuori Vienna, in collina tra vitigni ordinati, un villaggio dall’aspetto fiabesco, di strette ed antiche vie, con case basse di colori diversi dove si trovano i pittoreschi Heuriger, le caratteristiche taverne austriache dove, secondo la tradizione, si beve il vino nuovo della stagione, con le viti che pendono sopra la testa. Qui i viennesi si rilassano, accompagnando il vino a piatti tradizionali o salumi e formaggi, uova e diversi tipi di pane con un sottofondo di musica folk spesso eseguita dal vivo. L’iniziativa qui allestita è realizzata con gli esercizi commerciali di San Pietro: Frutta e Verdura di Mazzarella, Macelleria F.lli Bergamaschi, Panificio Maggioni, La Vineria – con vendita e degustazione in loco dei loro prodotti.

Per i bambini tanti originali intrattenimenti:

- Spettacolo di Bolle di Sapone, domenica dalle 14.00 alle 18.00 in Piazzetta Dubini;
- Sacher Konditorei Wien domenica ore 15.00 davanti ingresso Acli, Piazza della Chiesa: Laboratorio di pasticceria per bambini (6 – 10 anni) a cura della Biblioteca comunale dell’Istituto Olmo
- Truccabimbi e numerosi giochi, sorprese e regali in Piazza della Chiesa sabato e domenica a cura di Eventi doc e Associazione Iperbole

Per informazioni:
Ufficio Cultura Comune di Cornaredo: tel. 02-93263203 – e-mail: cultura@comune.cornaredo.mi.it
Eventi doc di Myriam Vallegra – 347-4009542 – info@eventi-doc.it – www.eventi-doc.it



News Evento

Leggi anche


Data ultimo aggiornamento pagina 2019-10-03 16:43:45
Inserito da Simone Camilletti
Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.