sfondo endy
Aprile 2019
eventiesagre.it
Aprile 2019
Numero Evento: 21060571
Eventi Musicali
Circolo Del Jazz Thelonious Di Trieste
11^ Stagione 2018/2019
Date:
Dal: 26/02/2019
Al: 02/03/2019
Dove:
Logo Comune
Via Della Madonna Del Mare, 7/a
Friuli Venezia Giulia - Italia
Contatti
Cell.: 3200480460
Fonte
Circolo del Jazz Thelonious Trieste
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
eventiesagre-sagra-baccello-naz
eventiesagre-il-fiore-e-il-lago-gravellona-lomellina

Circolo Del Jazz Thelonious Di Trieste

11^ Stagione 2018/2019

Da Martedì 26 Febbraio a Sabato 02 Marzo 2019 - dalle ore 21:00
Knulp - Via Della Madonna Del Mare, 7/a - Trieste (TS)

Circolo Del Jazz Thelonious Di Trieste - Trieste

Martedì 26 febbraio
alle ore 21.00
presso il Knulp di via della Madonna del mare 7/a
a Trieste il Circolo del Jazz Thelonious ospita il trio

PERICOPES+1
Emiliano Vernizzi - sax
Alessandro Sgobbio - pianoforte
Nick Wight - batteria

La musica dei Pericopes è un percorso intrapreso da Alessandro Sgobbio (piano) ed Emiliano Vernizzi (sax), frutto di undici anni di attività artistica internazionale a cavallo tra Parigi, New York e l'Italia, sei album all’attivo, proclamati vincitori assoluti sia del contest Padova Carrarese (indetto da MusicaJazz e Paolo Fresu) che di Umbria Jazz, con successiva segnalazione al Topjazz 2013.
Cinque anni fa prende forma il progetto collaterale Pericopes+1 - assieme al batterista americano Nick Wight. Dopo l’esordio di “These Human Beings” (registrato a NewYork ed accolto da Dave Liebman ed Enrico Rava) il trio si imbarca in un non-stop di tour tra US ed Europa per oltre un centinaio di concerti di presentazione.
I feedback sono più che positivi ed incoraggiano la realizzazione di un successivo lavoro discografico che prende vita dopo una serie di residenze artistiche in Pennsylnania (USA) ed Aberdeen (Scozia, UK). “Legacy” (Auand Records) vede il trio impegnato in un accattivante repertorio che sfida tutti i lavori precedenti, un viaggio sonoro che amalgama scrittura e improvvisazione jazz attraverso un percorso post-rock, nu-prog e avantgarde, guidato da un’iconoclastica parabola di transizione artistica dei loro più importanti ispiratori musicali.
Il riscontro da parte della stampa nazionale ed internazionale (Downbeat, AAJ, Musica Jazz, Jazzit) e la particolarità della formazione (sax/piano/drums), ad oggi colloca Pericopes+1 uno dei più interessanti esempi di contaminazione nel jazz, un’esplorazione di un linguaggio personale nel quale vengono rivisitati i ruoli di questi strumenti e le varie possibilità di interplay tra essi. La stessa televisione austriaca salutando la performance della band la definisce “un originale, elegante e ben equilibrato contributo al jazz contemporaneo.”

Ingresso ad offerta consapevole
Info: 3200480460 / thelonious.trieste@gmail.com


Circolo Del Jazz Thelonious Di Trieste - Trieste

Sabato 2 marzo
alle ore 21.00
presso il Knulp di via della Madonna del mare 7/a
a Trieste il Circolo del Jazz Thelonious
ospiterà un’autentica superband newyorchese

JURE PUKL’ DOUBTLESS
Jure Pukl – sax
Melissa Aldana – sax
Joe Sanders – contrabbasso
Greg Hutchinson - batteria

Doubtless è praticamente un progetto/album di famiglia - un esuberante quartetto con doppio sax tenore in cui il leader si presenta insieme alla moglie Melissa Aldana e agli amici Joe Sanders e Greg Hutchinson, la ritmica più richiesta del momento.

Doubtless è a cavallo tra la composizione e l'improvvisazione, un album coinvolgente in cui spicca un interplay brillante e di grande qualità. Pukl e Aldana si combinano secondo la chimica intuitiva che ci si aspetterebbe da una coppia sposata e Sanders e Hutchinson sono altrettanto telepatici. Come in una squadra, questa sezione ritmica estremamente versatile e adattabile sembra agire come una singola entità, fornendo ai due sassofonisti un supporto esemplare.

Jure Pukl, newyorkese di adozione ma di origine slovena, ha ricevuto il più alto riconoscimento nazionale per il contributo alle arti in Slovenia (Nagrada Prešernovega sklada 2015) ed è uno dei sassofonisti più profici e creativi della più giovane generazione jazz. Ciò che crea è un personale jazz moderno, fra avanguardia, free jazz e musica contemporanea impressionista eseguita con grande tecnica e amore, privilegiando sempre l'interplay tra i membri delle sue band. Ha pubblicato 8 album a proprio nome e ricevuto recensioni entusiastiche in tutto il mondo, in particolare dall'influente Downbeat, The New York Times, Jazzwise, Jazz Podium e All About Jazz.

La carriera della sassofonista di Santiago del Cile Melissa Aldana è iniziata prestissimo, nella sua città natale, negli anni dell'adolescenza. In seguito a un incontro con Danilo Perez, la giovane ha poi frequentato il Berklee College of Music, diplomandosi nel 2009, e si è quindi trasferita a New York, dove suona da professionista. Oggi la giovane Jazzista cilena che sta facendo impazzire critica e pubblico dei migliori festival internazionali. Nel 2013 vince l’ambito premio “Thelonius Monk” (prima ed unica donna) e nel 2017 ha partecipato al Gobal Concert dell’ International Jazz Day, esibendosi accanto a Herbie Hancock, Kurt Elling, Chucho Valdès, Richard Bona, Kenny Garrett e tanti altri.

Joe Sanders ha fatto carriera grazie la sua versatilità, la dedizione, e l'impegno costante. Joe è senza dubbio, uno dei giovani bassisti più ricercati della sua generazione. Ha suonato, registrato, e si è esibito, e si esibisce in tour con molti grandi musicisti, tra cui, ma non solo Ravi Coltrane, Herbie Hancock, Wayne Shorter, Dave Brubeck, Mulgrew Miller, Geri Allen, Jeff "Tain" Watts, Nicholas Payton, Roy Hargrove, Lionel Loueke, Aaron Parks, Chris Potter, Ambrose Akinmusire, Gerald Clayton, Charles Lloyd.

Fin dal suo debutto professionale come turnista teen ager per il trombettista Red Rodney, Greg Hutchinson è stato un’eloquente testimonianza di come i giovani debbano dire la loro. Ancora oggi esprime la freschezza dell’invenzione che è stata una sua evidente caratteristica fin dall’inizio, equilibrata però con la maturità acquisita grazie alle collaborazioni con artisti del calibro di Betty Carter e Joe Henderson.
Nato nel giugno 1970 a Brooklyn, New York, Hutchinson e’ cresciuto ascoltando musica soul anni '70, che è senza dubbio la fonte di quel fuoco che crea il suo swing. Ascoltando artisti jazz , soul e funk, Hutchinson ha sviluppato la sua concezione iniziale. "Tra le mie influenze primarie c’è 'Philly' Joe Jones," ammette, "perché è un musicista che ha incorporato tutti gli elementi della sua vita nella sua musica. Un'altra ispirazione è Charlie Parker," Hutchinson continua , "Voglio cantare alla batteria nel modo in cui Bird canta con il suo sax." Mentre era ancora a scuola, Hutchinson suona negli Stati Uniti e all'estero con Red Rodney e il pianista Stephen Scott lo raccomanda ad una delle leggende del jazz: Betty Carter. Il batterista e’ salito alla ribalta durante il suo periodo di due anni con la Carter. Dopo il suo lavoro nel Betty Carter Trio, Hutchinson ha iniziato una collaborazione di successo con il Roy Hargrove Quintet. Nel corso della sua carriera ha suonato tra gli altri con Joe Henderson, Dianne Reeves, Christian McBride, Joshua Redman, Eric Reed, Aaron Goldberg

Ingresso €10 
Gratuito per i soci del Circolo del Jazz Thelonious
Info e prenotazioni: 3200480460 / thelonious.trieste@gmail.com



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-02-21 15:29:14
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    il-fiore-e-il-lago