sfondo endy
Ottobre 2017
eventiesagre.it
Ottobre 2017
Numero Evento: 21163003
Eventi Mostre
Bi-personale Di Ermes Bajoni E Roberta Zamboni
Bajoni E Zamboni – Le Eloquenti Trame Del Silenzio
Date
Dal: 03/06/2017
Al: 30/06/2017
Dove:
Logo Comune
Via Dei Consoli
Umbria - Italia
Contatti
Tel.: 0759220904
Fonte
Museo Gubbio
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
Italcredi 15 giugno Nazionale
eventiesagre-maestri del gioiello
CARIRA-5X1-NAZ-DESK

Bi-personale Di Ermes Bajoni E Roberta Zamboni

Bajoni E Zamboni – Le Eloquenti Trame Del Silenzio

Da Sabato 03 a Venerdì 30 Giugno 2017 - dalle ore 17:30
Palazzo Del Bargello - Via Dei Consoli - Gubbio (PG)

Bi-personale Di Ermes Bajoni E Roberta Zamboni - Gubbio

Le eloquenti trame dei maestri incisori Ermes Bajoni e Roberta Zamboni a Palazzo del Bargello di Gubbio.
 
Palazzo del Bargello di Gubbio, con la sua Galleria d’Arte Contemporanea che affaccia in Via dei Consoli, ospita un’altra importante iniziativa artistica per giugno 2017.
La mostra, organizzata e promossa dall’Associazione Culturale La Medusa, è una bi-personale di Ermes Bajoni e Roberta Zamboni dal titolo“Bajoni e Zamboni – le eloquenti trame del silenzio”, che sarà inaugurata il 3 giugno alle ore 17,30.
La mostra curata da Diego Galizzi e con il patrocinio del Comune di Gubbio presenta le opere dei due maestri incisori ravennati. Ermes Bajoni è nato nel 1941 a Bagnacavallo (RA) dove risiede ed ha il suo studio. Nei primi anni '60 si trasferisce a Bologna per laurearsi in matematica e fisica ed inizia contemporaneamente ad operare prima in grafica e, solo in un secondo tempo, in pittura. A partire dal 1988 si interessa soprattutto del linguaggio incisorio ed ha prodotto, fino ad oggi, circa duecento lastre calcografiche. In questi venti anni ha partecipato alle più importanti mostre di grafica allestite a livello internazionale quali: "Premio Biella", "Biennale di Oderzo", "Triennale di Milano", "Bianco & Nero" Modica, "Triennale di Chieri", "Biennale dell'Incisione" Campobasso,  "Biennale de l'Estampe" Saint-Maur des Fosses (F), "Mondial de l'Estampe et de la Gravure Originale Triennale de Chamalières" (F), "The Beijing International Art Biennale" Pechino (Cina), "International Printmaking Biennial" Istanbul (Turchia). Ha allestito mostre personali o collettive in Italia, Cina, Danimarca, Francia, Germania, Russia, Spagna, Svizzera e U.S.A. Roberta Zamboni nasce nel 1964 a Ravenna, si diploma al Liceo Artistico e successivamente si specializza in Tecnica pubblicitaria. Dal 2000 si dedica all’arte incisoria prediligendo la tecnica della puntasecca e dell’acquaforte e le tematiche legate all’ambiente e al sociale. La sua attività espositiva inizia nel 2006 con una serie di collettive; nel 2007 partecipa alla III Biennale d’incisione G. Polanski ed è selezionata per il Premio Italo Grandi. Nel 2008 partecipa alla V Bienal Internacional de Arte Grafico de San Carles de la Ràpita in Spagna, alla First International Printmaking Biennal di Istanbul, alla V Biennale internazionale di Arte Grafica di Francavilla al Mare e alla III Triennale Internazionale d’Incisione della Città di Chieri. L’anno seguente vince il Premio speciale alla IX Biennale Internazionale per l’incisione di Acqui Terme e partecipa alla rassegna Grafica ed Ex libris a Casale Monferrato. “Il silenzio non si racconta, ma racconta. Il silenzio evoca, suggerisce, insinua, attraverso di esso prendono forma immagini che provengono da altrove. Di fatto, il silenzio è il rumore dell'assenza. E' a partire da composizioni silenti e quasi totalmente incontaminate dalla presenza diretta di esseri viventi che prendono forma le seducenti trame incise di Ermes Bajoni e Roberta Zamboni. – Afferma Diego Galizzi, curatore della mostra –  Entrambi romagnoli, entrambi tra i più apprezzati protagonisti della grafica artistica in Italia, Bajoni e Zamboni partono dalla comune e incondizionata fede nella forza espressiva del segno inciso e si inoltrano, per vie diverse, in territori sospesi fatti di lagune in cui si specchiano memorie e nostalgie, o di spiagge segnate da storie sconosciute che si sovrappongono. Il loro è un confronto stringente fra due sensibilità profondamente diverse, che tuttavia sanno alimentarsi e avvalorarsi a vicenda, tanto da trovare accostamenti insospettabili che persuadono e commuovono, sia pur senza urlare mai.
Brani di discreta eloquenza.” La Mostra “Bajoni e Zamboni – le eloquenti trame del silenzio” sarà aperta al pubblico con ingresso libero dal 3 al 30 giugno,
per informazioni contattare la segreteria organizzativa al numero 0759220904 o scrivere ad info@museogubbio.it

    Ti piace questo articolo? Condividilo


    News Evento

    Leggi anche


    SCEGLI I SERVIZI DISPONIBILI NEL COMUNE DI GUBBIO
    dove-dormire dove-mangiare drink-and-coffee
        ( )
    Data ultimo aggiornamento pagina 2017-05-25 13:19:26
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici o Privati, e organizzatori di eventi. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi, che potrebbero variare, contattando gli organizzatori o visitando il sito ufficiale dell'evento.