sfondo endy
Dicembre 2018
eventiesagre.it
Dicembre 2018
Numero Evento: 21077007
Eventi Mostre
Spadò
L'artista eclettico che incantò l'Europa
Dove:
Dal: 30/06/2012
Al: 02/09/2012
Dove:
Logo Comune
Marche - Italia
Contatti
Telefono: Biglietteria Mole: 0712225031
Musei Civici: 0712225037- 41:
Visite guidate: Cell. 3666303671:
Fonte
Rachele Giannessi
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
Italcredi 15 giugno Nazionale
eventiesagre_merc_natale desk

Proroga mostra

Spadò
L’artista eclettico che incantò l’Europa

Spadò - Ancona
Danza, pittura, cinema, musica
Fino al 30 settembre 2012
Mole Vanvitelliana, Ancona

Settembre è un mese tradizionalmente caro al turismo culturale, che dopo le calure estive restituisce pubblico a mostre e musei. Per questa ragione, oltre che per rispondere ad una richiesta avanzata da molti, la mostra dedicata ad Alberto Spadolini, meglio noto come Spadò, versatile figura di ballerino e artista a tutto campo, allestita alla Mole Vanvitelliana di Ancona, sarà prorogata fino al 30 settembre.

L’estensione di circa un mese con un orario di apertura lievemente ritoccato permetterà di visitare la mostra a chi non ne ha dunque ancora avuto l’opportunità: pubblico locale e turisti, ma anche popolazione scolastica di ogni ordine e grado, che avranno modo di accostarsi e conoscere un personaggio straordinario, figlio di questa terra (Spadò – lo ricordiamo – era nato ad Ancona nel 1907), avventuroso ed eclettico, a cui la sua città natale ha voluto tributare l’omaggio di una mostra, che apre uno spaccato interessante e coinvolgente sulla Parigi degli anni ‘20 e ’30 e sulla cultura europea tra le due guerre.

Completa la variegata offerta espositiva, un percorso percettivo plurisensoriale ed extra visivo, curato dal Museo Tattile Statale Omero, dedicato a non vedenti e/o ipovedenti, con sculture, bassorilievi e oggetti offerti alla fruizione tattile.

Un’occasione da non perdere, la mostra su Spadò, sorretta anche da un allestimento efficacissimo, con soluzioni scenografiche di grande impatto, sistemi multimediali, touch screen, proiezioni a ciclo continuo di filmati e documentari d’epoca originali, musiche in tema, in grado di affascinare, divertire e interessare ogni tipo di pubblico.

Orario
Dal martedì al venerdì 17-20
Sabato e domenica 10-13/17-20

Ogni domenica pomeriggio sono previste visite guidate alle ore 17.30 e 19.00 al costo di € 2,50 a persona più costo del biglietto ridotto. E' consigliabile la prenotazione.

Ingresso
Intero € 3,50; ridotto € 2,50

Informazioni
Biglietteria Mole: 0712225031
Musei Civici: 0712225037-41
Visite guidate: cell. 3666303671

pinacoteca@comune.ancona.it
www.albertospadolini.it
www.anconacultura.it
www.museodiffusoancona.it

Ufficio Stampa
SPAINI & PARTNERS
Guido Spaini
Matilde Meucci
Rachele Giannessi


Spadò
L’artista eclettico che incantò l’Europa

Danza, pittura, cinema, musica

Spadò - Ancona

30 giugno / 2 settembre 2012
MOLE VANVITELLIANA, ANCONA

Dal Teatro degli Indipendenti di Anton Giulio Bragaglia al Vittoriale di Gabriele d’Annunzio, dal Ballet de l’Opéra di Monte Carlo al Palais de Chaillot di Parigi, da Joséphine Baker a Mistinguette. Finalmente una mostra ricostruisce la leggendaria figura dell’anconetano che ha incantato Marlene Dietrich e fatto ingelosire Pablo Picasso.

Dal 30 giugno al 2 settembre 2012, nel prestigioso contenitore settecentesco della Mole Vanvitelliana di Ancona, si terrà la prima grande mostra dedicata alla vita e alla vicenda artistica dell’eclettica figura di Alberto Spadolini. Grazie alla scoperta dell’archivio, la storia di questo incredibile artista, completamente sconosciuta sino al 2005, è solo di recente tornata alla luce.

E adesso la sua città natale gli rende finalmente il dovuto omaggio. La mostra, organizzata dai Musei Civici del Comune di Ancona, in collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero, è a cura di Costanza Costanzi, con la direzione scientifica di Marco Travaglini, nipote dell’artista

Alberto Spadolini, o Spadò - come lo chiamavano i francesi - nato ad Ancona nel 1907 ed emigrato in Francia alla fine degli anni ’20, è stato uno dei più eclettici personaggi del ‘900, dal talento multiforme e dalla vita avventurosa.

Formatosi come pittore, debutta a 12 anni nell’atelier di Gian Battista Conti, che all’epoca era già il pittore in Vaticano. Lo ritroviamo come decoratore al Vittoriale di Gabriele d’Annunzio, di cui diventa prediletto, e al Teatro degli Indipendenti di Anton Giulio Bragaglia, insieme a De Chirico, Prampolini e Marinetti.

Scoperto per caso l’innato talento di ballerino, si impone in Francia all’attenzione dei grandi artisti dell’epoca, come Max Jacob, Jean Cocteau, Paul Colin, Paul Valery, Marlene Dietrich, che riconoscono in lui una versatilità innata nell’arte della danza, della coreografia, della pittura, della scenografia. Primo ballerino al Ballet de l’Opéra di Monte Carlo, si esibisce nei teatri di mezza Europa e negli Stati Uniti, accanto a Joséphine Baker, Maurice Chevalier, Fernandel, Mistinguette, Marie Dubas, Susy Solidor, Serge Lifar. Segno distintivo, il suo corpo scolpito e i trucchi teatrali, come le lunghe unghie posticce dell’Hermes Danzante o il corpo cosparso di polvere luminosa nella Danza Greca.

Nel frattempo si cimenta in svariate discipline: attore con Jean Gabin, Jean Marais, Tino Rossi; regista di cortometraggi con la ballerina Carmen Amaya, il jazzista Django Reinhardt e la cantante Suzy Solidor; adattatore di dialoghi per la London Film; giornalista per la rivista francese ‘Le Sourire de France’; cantantedi musica melodica a New York; restauratore di dipinti presso l’atelier di Jules Boucher; illustratore di libri per il poeta francese André-Marie Klenovski.

Calato il sipario sulla sua carriera di ballerino, le Danseur nu torna alla passione primativa: la pittura. Espone in numerose mostre personali e collettive, da Parigi a Stoccolma, da Bruxelles a Biarritz. Le stelle dell’Opéra e interi corpi di ballo diventano i soggetti preferiti della sua pittura elegantemente stilizzata. Ritroviamo la luce caratteristica dei recital al Palais de Chaillot e l’originalità delle sue coreografie, ma anche paesaggi delle sue terre, da Ancona a Parigi, e le sue visioni. E ancora dipinti esoterici, scenografie, illustrazioni.

La mostra si propone di presentare la vita e l’arte di Alberto Spadolini attraverso un percorso originale e creativo che vuole rielaborare alcune delle molteplici espressioni artistiche in cui egli si cimentò. L’esposizione è strutturata in varie sezioni che espongono una ricca e diversificata documentazione originale, per lo più proveniente dall’archivio di Marco Travaglini, comprensiva di dipinti e disegni, fotografie, scenografie, sculture e documenti relativi ai grandi artisti degli anni ’30, fra cui Gabriele d’Annunzio, Pablo Picasso, Jean Cocteau, Joséphine Baker, Maurice Chevalier, Mistinguette, Serge Lifar.

L’allestimento prevede soluzioni scenografiche, sistemi multimediali, touch screen, proiezioni a ciclo continuo di filmati e documentari d’epoca originali, musiche in tema che permettono al visitatore di approfondire la vita e l’attività di Spadò.

Grazie alla collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero, sarà integrato alla mostra un percorso percettivo plurisensoriale ed extra visivo, dedicato alle persone non vedenti e/o ipovedenti, con sculture, bassorilievi e oggetti offerti alla fruizione tattile.

Sarà disponibile presso il book shop della mostra "Il danzatore nudo: la vita segreta dell'eclettico artista Alberto Spadolini" di M. Travaglini - Andrea Livi Editore 2012.

Inaugurazione
Sabato 30 giugno 2012, ore 18.00

Orario
Dal martedì al venerdì 16-21
Sabato e domenica 09-12/16-21

Apertura straordinaria lunedì 16 luglio ore 21.15 per la conferenza di Philippe Daverio “Scultura vivente. Il danzatore nudo che incantò l’Europa

Ogni domenica pomeriggio sono previste visite guidate alle ore 17.30 e 19.00 al costo di € 2,50 a persona più costo del biglietto ridotto. E' consigliabile la prenotazione.

Ingresso
Intero € 3,50; ridotto € 2,50

Informazioni
Biglietteria Mole: 0712225031
Musei Civici: 0712225037- 41
Visite guidate: Cell. 3666303671
pinacoteca@comune.ancona.it
www.albertospadolini.it
www.anconacultura.it
www.museodiffusoancona.it

Ufficio Stampa
SPAINI & PARTNERS
Guido Spaini
Matilde Meucci
Rachele Giannessi



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2012-08-28 23:43:18
    Inserito da Gianfranco
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    eventiesagre-mercatini di natale dove e quando