sfondo endy
Ottobre 2019
eventiesagre.it
Ottobre 2019
Numero Evento: 21163084
Eventi Fiere
Flashback
7^ Fiera D’arte Antica E Moderna: Gli Erranti
Date:
Dal: 31/10/2019
Al: 03/11/2019
Dove:
Logo Comune
Piemonte - Italia
Contatti
Fonte
Emanuela Bernascone
Scheda Evento

Flashback

7^ Fiera D’arte Antica E Moderna: Gli Erranti

Da Giovedì 31 Ottobre a Domenica 03 Novembre 2019 -
Pala Alpitour - Torino (TO)

Flashback - Torino

Flashback 2019
l'arte è tutta contemporanea
VII edizione

Gli Erranti >> The Wanderers
31 Ottobre > 3 Novembre 2019
Pala Alpitour, Torino

Flashback torna anche quest'anno al Pala Alpitour con un nuovo capitolo.
Ma chi sono Gli Erranti?
Siamo noi, crononauti dell'arte e nell'arte, vagabondi nel nostro eterno presente;
sono le gallerie d'arte, tra novità e conferme;
sono le opere di ogni epoca, stile e parte del mondo;
sono i visitatori e i collezionisti che invitiamo a perdersi nel nostro ricercatissimo caos.

Nel 2019 Flashback compie 7 anni e aggiunge un nuovo prezioso tassello al proprio racconto. Il titolo dell'edizione prende spunto da un romanzo di fantascienza datato 1986 della coppia di scrittori sovietici Arkadij e Boris Strugackij, tradotto in inglese come The Time Wanderers. Per Flashback questi Vagabondi nel tempo sono Gli Erranti / The Wanderers, osservatori instancabili, nomadi per scelta, alla continua ricerca della conoscenza.
I cartografi sulle terre ancora inesplorate scrivevano: "Qui ci sono i leoni". Ed è proprio in questi luoghi di nessuno che si muovono Gli Erranti, viaggiatori nella storia dell'arte, senza paura, senza alcuna meta né programma; il senso sta nella scoperta, negli errori di percorso, negli incontri e nell'assenza di pregiudizi. È così che il vagabondaggio aiuta ad affinare i sensi e l'errare ha il doppio significato del muoversi senza meta ma anche del deviare dal vero, sbagliare per conoscere.
Questo nuovo capitolo di Flashback è una storia di mistero e scoperta che interroga e appassiona sin dalla copertina. Otto sono le opere create da Sergio Cascavilla, oggetti volanti non identificati, spore aliene, asteroidi alla deriva nello spazio, pezzi di un Tetris impossibile. Opere sul punto di fondersi in esiti che possiamo a stento immaginare. Ed è proprio nell'accostare l'inconciliabile, nell'armonizzare ciò che per sua natura è stridente, che risiede il senso della nostra ricerca sull'arte.

È con grande entusiasmo che accogliamo la settima edizione di Flashback, - afferma Francesca Leon, Assessora alla cultura della Città di Torino - progetto di qualità che riesce ad avvicinare il pubblico ai grandi capolavori dell'arte antica in dialogo con quella moderna e contemporanea, con una comunicazione fresca, giovane e grintosaRiteniamo infatti che l'arte contemporanea debba sempre prendere spunto dal passato senza il quale non potrebbe esserci la produzione attuale. A Flashback si potranno ammirare i capolavori presentati dalle gallerie ma al tempo stesso assistere a talk di approfondimento, ascoltare musica e, per i più giovani, partecipare a laboratori. Una fiera per tutti, che ha anche un forte legame col territorio. Gli organizzatori della rassegna, infatti, nel percorso di avvicinamento all'evento, propongono, durante tutto l'anno, appuntamenti artistici in Barriera di Milano.

Flashback Expo
Aleandri Arte Moderna, Roma (I) > Antonacci Lapiccirella Fine Art, Roma (I) > W. Apolloni & Galleria del Laocoonte, Roma (I), Londra (UK) > Arcuti Fine Art, Roma, Torino (I) > Galleria Arte Cesaro, Padova (I) > Benappi Arte Antica e Moderna, Torino (I) > Biasutti & Biasutti, Torino (I) > Galleria Luigi Caretto, Torino (I), Madrid (E) > Caretto & Occhinegro, Torino (I) > Mirco Cattai Fine Art & Antique Rugs, Milano (I) > Cecchetto e Prior Alto Antiquariato, Castelfranco Veneto TV (I) > Glenda Cinquegrana Art Consulting, Milano (I) > Copetti Antiquari, Udine (I) > Galleria Del Ponte, Torino (I) > F & F Antichità, Perugia (I) > Enrico Frascione, Firenze (I) > Frascione Arte, Firenze (I) > Galleria dello Scudo, Verona (I) >  Studio Gariboldi, Milano (I) > Galleria Giamblanco, Torino (I) > Gilistra Japanese Art, Torino (I) > Galerie Jean-François Cazeau, Parigi (F), Sanremo IM (I) > Il Castello, Milano (I) > La Pendulerie, Milano (I) > MB Arte Libri, Milano (I) > Il Mercante delle Venezie, Vicenza (I) > Lorenzo e Paola Monticone Gioielli d'epoca, Torino (I) > Open Art, Prato (I) > Piacenti, Londra (UK) > Flavio Pozzallo, Oulx TO (I) > Galleria Allegra Ravizza, Lugano (CH), Milano (I) > Galleria d'Arte Roccatre, Torino (I) > Galleria Russo, Roma (I) > Schreiber Collezioni, Torino (I) > Secol-Art di Masoero, Torino (I) > Gian Enzo Sperone, Sent (CH), New York (USA) > Società Antiquaria, Torino (I) > Società di Belle Arti, Viareggio LU (I) > Studio d'Arte Campaiola, Roma (I) > Galleria Torbandena, Trieste (I) > Tornabuoni Arte, Firenze, Milano, Forte dei Marmi LU (I), Parigi (F), Londra (UK)

Le gallerie della VII edizione di Flashback ci riportano al magico racconto dei principi di Serendippo, girovaghi instancabili, che nei loro viaggi inciampano a ogni passo in nuove meraviglie. Ed è proprio una storia di serendipità quella che Flashback 2019 vuole raccontare: un viaggio là dove finiscono le mappe, un'esplorazione nel tempo e nello spazio in cui ogni scoperta si porta dietro un altro tesoro da raccogliere. Dai frutti estivi e invernali delle allegorie pittoriche di Giorgio Vasari (Piacenti), alle Pietre di Piero Gilardi, (Biasutti & Biasutti), che con il poliuretano espanso imita la Natura; dalla statua dipinta, dorata ma svestita di una santa bambina, opera di Romano Alberti (Flavio Pozzallo) a L'archeologo coloniale di Giorgio De Chirico (Galleria dello Scudo); e ancora gli orologi Luigi XV (La Pendulerie) e il "quadro a quadretti" Liber di Aldo Mondino (Benappi) che giocando con il doppio significato di "libro-libero" inneggia a una libertà che solo la conoscenza può garantire.
Porto franco per erranti, eccentrici e artisti da tutta Europa, dalla Costa Azzurra degli anni '20 proviene il mistero di Interno con modella nuda di Angelo Garino, che ritrae la sua musa transessuale come una moderna sfinge (Arcuti Fine Art). E se i Viandanti di Lorenzo Viani (Aleandri), ci guidano lungo sentieri incendiati dal tramonto, con Brueghel il Giovane e Pieter van Avont (Caretto & Occhinegro) riprendiamo fiato nel Paesaggio con riposo durante la fuga in Egitto: un'oasi verdeggiante, dipinta a olio sul rame e brulicante di vita, tra cigni, cervi, esotici porcellini d'India. Perché - randagi, migratori, selvatici, allo stato brado - gli erranti di questa edizione hanno anche piume, squame e spire maculate, come gli anelli-giaguaro dagli occhi di smeraldo creati da David Webb nei ruggenti anni '70 (Lorenzo e Paola Monticone Gioielli d'epoca).
Abbiamo iniziato raccontando di viaggiatori nel tempo e di principi vagabondi, ma la storia continua con guerrieri raminghi, come Il capitano di ventura di Guido Pinzani del 1972 (Open Art); cavalieri erranti, quelli rappresentati nella scultura e nella tempera di Marino Marini (Russo e Torbandena); e ancora la scultura Cavallo danzante (Schreiber Collezioni), che ha galoppato a briglia sciolta fino a noi dalla Cina della dinastia Tang.

Flashback Program
Un racconto a più voci, un itinerario che si muove in ogni direzione, un'esperienza che coinvolge ogni senso. Anche quest'anno Flashback occuperà gli spazi del Pala Alpitour in tutte le sue diverse incarnazioni: special projectexhibitionlab, sound, storytelling, talk, video, food & drink.
Il Flashback special project Opera Viva Barriera di Milano è il progetto di arte urbana ideato da Alessandro Bulgini e curato da Christian Caliandro che, con il susseguirsi di cinque manifesti 6x3m in Piazza Bottesini a Torino, ha segnato il count down alla fiera. Oltre ai lavori di Rebecca Moccia, Laura Cionci e a quello conclusivo di Alessandro Bulgini, anche le opere di Emanuela Barilozzi Caruso e Nero/Alessandro Neretti (vincitori dell'Open Call) si traducono in un manifesto simil-pubblicitario che nega il linguaggio della pubblicità nel momento stesso in cui lo si usa e che trasforma gli spettatori in esploratori di un mondo sconosciuto nella convinzione che l'arte debba uscire dagli spazi istituzionali e integrarsi nella dimensione dell'esistenza quotidiana.
Le Flashback exhibition sono le mostre che per l'edizione 2019 saranno tre: il wall painting dei The Wanderers di Sergio Cascavilla, dal segno narrativamente surreale; la doppia personale di Eva Marisaldi e Hidetoshi Nagasawa, Cambiando dimora: i passi nel tempo, un progetto di Michela Casavola che mette a confronto due generazioni di artisti entrambi suggestionati dal trascorrere del tempo, dal motivo del viaggio e dalla sospensione temporale; la mostra Gli anni 80 dedicata a Marco Gastini, uno degli artisti italiani del secondo Dopoguerra più apprezzati, occasione per osservare la matrice errante dell'artista nel subentrare dei materiali più disparati.
Flashback lab, a cura di Mariachiara Guerra, sono i laboratori didattici studiati come percorso di conoscenza dell'arte che si radica e connette con la storia del territorio, nell'ambizione di fornire ai partecipanti una cassetta degli attrezzi che li aiuti a riconoscere la Bellezza, nei luoghi del quotidiano.
Flashback sound è il ricco e vivace palinsesto dedicato alla musica che spazia tra passato e presente, tra musicalità che appartengono a diversi retaggi e diverse matrici compositive, a cura di Mauro Battisti e Ivan Bert.
L'arte è una storia infinita e illimitati sono i modi per raccontarla: per questo, nell'ambito di Flashback storytelling, abbiamo chiesto a quattro allievi della Scuola Holden di lasciarsi ispirare da alcune opere presentate in fiera e tesserci intorno un racconto. Si tratta di Sinoptica, progetto nato dalla collaborazione della Holden con Flashback e il cui obiettivo è avvicinare il pubblico alle opere d'arte attraverso un percorso inedito e multidisciplinare. Gli studenti potranno usare parole, immagini, gesti o suoni per inventare le loro performance e tradurre in un linguaggio contemporaneo il messaggio lanciato secoli fa dagli artisti esposti.
Anche in questa edizione non mancheranno gli appuntamenti di Flashback talkParole Nomadi sarà uno spazio dedicato alla divulgazione e alla lucida divagazione, con ospiti ed esperti che dialogheranno e si interrogheranno sulla natura nomade dell'arte e sul suo potere di superare confini e barriere per altri versi invalicabili.
La sezione delle immagini in movimento, Flashback video, di questa edizione è stata affidata al collettivo Ramingo, composto da Tommaso Magnano, Diego Berrè e Antonio Cavicchioni, che crea produzioni originali indagando l'arte e la società contemporanea nelle sue derive.
Nasce quest'anno Flashback food & drink, a cura di Elisa Avataneo, l'ultima sfida che declina in chiave gastronomica il tema di ciascuna edizione. Quest'anno vi accompagniamo in un viaggio di sapori attraverso continenti e (felici) errori: dalla cottura a bassa temperatura ai drink nati 'sbagliati' che hanno saputo connotare nuove culture. Si tratta di AFFINI @ Flashback, un progetto di Davide Pinto, che vi permetterà di errare anche con il palato.

Da sette anni, fedele all'intuizione di Stefania Poddighe e Ginevra Pucci, Flashback continua a offrire una prospettiva nuova sull'arte, ma anche uno sguardo dall'alto sui nostri tempi. A questa missione originaria, il settimo appuntamento aggiunge uno slancio irrefrenabile verso l'espansione, l'ambizione a spingersi in sentieri non ancora battuti. Perché oltre che è umano, errare è un atto artistico e di coraggio. Vuol dire non accontentarsi degli orizzonti conosciuti.

Flashback 2019 > l'arte è tutta contemporanea > VII edizione
Direzione > Stefania Poddighe e Ginevra Pucci
Sede > Pala Alpitour
Ingresso > Corso Sebastopoli 123 (Piazza d'Armi)
Anteprima stampa > mercoledì 30 ottobre 2019 ore 11 > 13
Anteprima > mercoledì 30 ottobre 2019 ore 16 (solo su invito) 
Inaugurazione > mercoledì 31 ottobre 2019 ore 18 (solo su invito) 
Apertura al pubblico > da giovedì 31 ottobre a domenica 3 novembre 2019, ore 11 > 20
Biglietti > intero 10 > ridotto 8, riduzioni previste per legge > ridottissimo 5, Abbonamento Torino Musei, Abbonamento Musei
Lombardia Milano, Torino + Piemonte Contemporary Card, Touring Club Card > gratuito: giovedì 31 ottobre, Abbonamento Torino
Musei, Abbonamento Musei Lombardia Milano, Torino + Piemonte Contemporary Card, Touring Club Card, gratuità previste per legge
Navetta > gratuita Pala Alpitour < > Oval dal 31 ottobre al 3 novembre 2019

Promosso da
Associazione Flashback

Con il contributo di
Regione Piemonte - Compagnia di San Paolo - Fondazione CRT - Camera di Commercio di Torino

Con il patrocinio di
Città di Torino

Con il sostegno di
Azimut Capital Management - Art Defender - Commercialisti Poddighe Sponga

Cultural partner
Untitled Association

Media partner
La Stampa - Il Giornale dell'Arte - Apollo Magazine

In kind partner
Fast Events

Food & drink
Affini

Ufficio Stampa Studio Esseci




Flashback program >> food & drink
Affini @ Flashback
un progetto di Davide Pinto
a cura di Elisa Avataneo

Nasce Flashback food & drink, a cura di Elisa Avataneo, l'ultima sfida della manifestazione che da quest'anno declina anche in chiave gastronomica il tema di ciascuna edizione (dal 31 ottobre al 3 novembre 2019 al Pala Alpitour di Torino).

Il tema di Flashback 2019 è ispirato a Gli Erranti, vagabondi ed errabondi, appassionati d'arte e vita: la nuova area food & drink rappresenta un viaggio di sapori attraverso continenti e (felici) errori, dalla cottura a bassa temperatura ai drink nati 'sbagliati' che hanno saputo connotare nuove culture. Il nuovo spazio, cucina aperta e social table, che accoglie gli erranti dell'arte (ma con prezzi pop e vista sulle opere), è curato da Affini di Davide Pinto, antropologo imprestato all'imprenditoria enogastronomica.

I visitatori di Flashback, oltre che tra le opere, potranno errare anche con il palato.

Spiega, infatti, Davide Pinto, descrivendo il viaggio errante dal cocktail Americano al Negroni Sbagliato: "Padre di tutti i cocktail erranti è il Negroni e la sua famosissima versione 'sbagliata' perché la modifica di una ricetta è sempre frutto di un errare dal duplice significato. Il Negroni Sbagliato porta insieme due visioni di questo errare: quella del viaggio - il conte Camillo Negroni irrobustisce il suo bitter al vermouth con un gin a seguito di un viaggio a Londra creando il Negroni - e quella dell'errore più o meno consapevole - il bartender Stocchetti confondendo una bottiglia di brut con una di gin inventa il Negroni Sbagliato, uno dei drink più bevuti al mondo".

Ogni cocktail ideato da Michele Marzella, o calice di vino, ha il suo abbinamento naturale, suggerito dal menù che Affini @ Flashback propone. Ma il percorso culinario inizia molto prima dell'ora dell'aperitivo e lo Chef Nicolò Tealdi vi tenta già dalla colazione con un croissant che, anche se nato da un errore di lievitazione, non potrebbe essere più goloso: una ganascia al cioccolato aromatizzata al vermouth Hempatico - di produzione propria - a cui ha aggiunto il croissant cotto e sfogliato a mano per ottenere una consistenza più particolare all'interno della ganascia stessa.

L'art square di Flashback vive anche grazie ai tredici ragazzi dell'Istituto Professionale Statale Colombatto di Torino su cui Davide Pinto ha scommesso per un servizio fresco e ospitale.

"Dopo molti anni di collaborazione, considero Flashback come una famiglia: la nostra è una grande casa, in cui si riuniscono - senza soluzione di continuità - personalità, idee e stimoli culturali di ogni tipo. Insieme alle direttrici Stefania Poddighe e Ginevra Pucci, ci siamo rese conto che, per renderla più accogliente, non avremmo potuto trascurare uno dei luoghi di ritrovo e sperimentazione più caldi: la cucina." - spiega Elisa Avataneo - "Costruire insieme a Davide Pinto questa nuova stanza è stata una scelta naturale: Flashback e Affini sono due eccellenze che non potevano non incontrarsi".

Ufficio Stampa Studio Esseci



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-10-22 12:16:43
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.