sfondo endy
Agosto 2019
eventiesagre.it
Agosto 2019
Numero Evento: 21145024
Eventi Festival
Festival Federico Cesi Musica Urbis
12^ Edizione
Date:
Dal: 07/07/2019
Al: 01/09/2019
Dove:
Terni
Umbria - Italia
Contatti
Fonte
Redazione Avi News
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc

Festival Federico Cesi Musica Urbis

12^ Edizione

Da Domenica 07 Luglio a Domenica 01 Settembre 2019 -
Provincia di Terni

Festival Federico Cesi Musica Urbis -

I numeri: 75 mila presenze nelle 11 edizioni e oltre 70 eventi tra luglio e agosto

PARTE DA SAN GEMINI LA 12ESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL FEDERICO CESI

Il via con la canzone napoletana d’autore domenica 7 luglio nella Chiesa di san Giuseppe

Il Festival Federico Cesi 2019 inaugurerà domenica 7 luglio, alle 21.30, la sua 12esima edizione con un concerto dedicato al repertorio della canzone napoletana d’autore nella Chiesa di san Giuseppe a San Gemini. L’Ensemble festa rustica, composto da Enrica Mari (soprano), Giorgio Matteoli (flauti dolci) e Luca Ambrosio (clavicembalo), proporrà accattivanti cantate in antico dialetto napoletano e ‘villanesche alla napolitana’ da ballo, per un viaggio alla ricerca delle radici ‘nobili’ della Canzone napoletana. Il concerto è a ingresso gratuito.

Il Festival Federico Cesi, nato ad Acquasparta ben 12 anni fa, trova nei possedimenti della nobile famiglia Cesi il suo territorio d’elezione. Ispirato alla figura di Federico Cesi, affonda le radici della sua ispirazione nel celebre motto dell’Accademia dei Lincei ‘Non si può insegnare l’arte, ma solo accompagnare nella scoperta’.

La programmazione del Festival Federico Cesi è dedicata in larga parte alle ricorrenze forti dell’anno come i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci e i 150 anni dalla morte di Hector Berlioz. Grande protagonista è la musica antica che vede ben tre concerti di indubbio spessore che annoverano protagonisti di calibro internazionale come Emma Kirkby e Ashley Solomon. Sempre più improntato alle grandi collaborazioni internazionali, il Festival Federico Cesi vede anche la collaborazione con l’associazione francese Via Luce. Protagonisti saranno anche i giovani professionisti dell’Orchestra internazionale di Roma che concluderanno la prima parte della stagione 2019 del Festival Federico Cesi ad Acquasparta con un concerto dedicato ai grandi capolavori di Antonio Vivaldi. In programma concerti giovedì 10 luglio e domenica 14 luglio rispettivamente dal titolo ‘Ricordi di temi italiani e spagnoli’ e ‘Vivaldiade: concerti per soli e archi’.

Sostenuto dalla Fondazione Carit di Terni, il Festival, di carattere sempre più internazionale, offrirà concerti a ingresso gratuito nelle città di Acquasparta e San Gemini a partire da domenica 7 luglio, per concludersi ad Amelia, domenica 25 agosto, con un evento che vedrà protagonista Ashley Solomon, famoso traversiere, responsabile del dipartimento di Musica antica del Royal College di Londra e fondatore e direttore del Florilegium Ensemble.

Per scelta il Festival Federico Cesi si colloca da sempre nei piccoli borghi della meravigliosa Umbria, facendo della cultura e della musica un modo per esaltarne la bellezza e la possibilità di conoscenza da parte di un turismo culturale che diventa risorsa importante per il territorio.

Per l’importanza territoriale dell’evento il Festival gode anche del patrocinio della Diocesi Orvieto-Todi (che insiste nel territorio della famiglia Cesi), della collaborazione con la Pro loco di Acquasparta e, storicamente, del patrocinio del Comune di Acquasparta, della Regione Umbria, del Senato della Repubblica, dei Comuni di San Gemini e Amelia. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: 75 mila presenze di pubblico in 11 edizioni e oltre 70 eventi nell’arco dei due mesi estivi di luglio e agosto: concerti sinfonici, musica sacra e corale, opera, recital, concerti cameristici, eventi multimediali di cui oltre la metà a ingresso gratuito.

Per informazioni: www.festivalfedericocesi.com


Organizzato da Fabrica Harmonica tra Acquasparta, Trevi, Spello, Sangemini, Narni e Amelia

PRESENTATO IL 12ESIMO FESTIVAL FEDERICO CESI: SI SUONA FINO AL PRIMO SETTEMBRE

Cento eventi, la maggioranza gratuiti.
Concerti sinfonici, musica da camera, antica, sacra e corale ma anche degustazioni e mostre

“Non si può insegnare l’arte ma solo accompagnarne la scoperta”. È in questa frase di Federico Cesi, fondatore dell’Accademia dei Lincei, che è racchiusa l’anima dell’evento musicale a lui dedicato, il Festival Federico Cesi (Ffc) appunto, organizzato dall’associazione Fabrica Harmonica e presentato lunedì 15 luglio a Perugia. Giunto alla dodicesima edizione, la proposta artistica del Ffc, tra concerti sinfonici, musica da camera, recital, musica sacra e corale e musica antica, prevede quasi cento eventi, tra cui oltre 40 concerti serali e più di 50 a ingresso gratuito, fino al primo settembre, disseminati tra i borghi di Acquasparta, Trevi, Spello, Sangemini, Narni e Amelia, quest’ultimi due novità di quest’anno. E se in questo festival itinerante è la musica a guidare le oltre 15mila persone attese (tra musicisti, accompagnatori e studenti che saranno impegnati nei 50 corsi di alto perfezionamento) non bisogna dimenticare che il Ffc è anche arte e degustazioni di prodotti del territorio, primi fra tutti olio e vino. Tutto questo insieme di musica, enogastronomia, mostre e workshop “si fonde con il territorio esaltando la bellezza architettonica e paesaggistica di città e luoghi dell’Umbria” ha ribadito il direttore artistico Annalisa Pellegrini che ha presentato l’edizione 2019 con il direttore didattico del festival Stefano Palamidessi. Presenti, poi, Moreno Landrini, sindaco di Spello, Guido Morichetti, assessore alla cultura del Comune di Acquasparta, e don Alessandro Fortunati, vicario episcopale per la cultura della Diocesi di Orvieto-Todi. Tra gli artisti di fama internazionale protagonisti dei main concerts ci saranno il soprano Emma Kirkby con un omaggio all’Accademia dei Lincei (domenica 18 agosto alle 21.30 a palazzo Cesi di Acquasparta), il chitarrista Francesco Buzzurro (sabato 24 agosto alle 21.30 al Chiostro di San Francesco a Trevi), il traversiere Ashley Solomon (domenica 25 agosto alle 21.30 al teatro sociale di Amelia), e il chitarrista Goran Krivokapic (martedì 27 agosto, alle 21.30 al Chiostro di san Francesco di Trevi).

“Novità dell’edizione 2019 – ha raccontato Pellegrini – è la rappresentazione de ‘Le nozze di Figaro’ di Mozart, mercoledì 31 luglio al teatro Clitunno di Trevi. Inoltre, proporremo l’omaggio a Hector Berlioz con la partecipazione dell’ensemble musicale Via Luce di Parigi (giovedì 25 luglio alle 21.30 a Trevi, sabato 27 luglio ad Acquasparta e domenica 28 a Narni); un concerto/conferenza dedicato al personaggio Gilda Ruta, pianista napoletana dei primi del ’900, interprete prediletta da Arturo Toscanini (domenica 4 agosto alle 12 a Villa Fabri di Trevi) e ‘Il martirio di san Terenziano’ di Antonio Caldara, sacra rappresentazione editata dal festival che presto sarà incisa per una casa discografica giapponese (venerdì 9 agosto, alle 21.30 all’auditorium san Francesco di Trevi)”.

Da segnalare, poi, la mostra internazionale di liuteria (24-25 agosto a Villa Fabri di Trevi), l’omaggio per il 500esimo anno dalla morte di Leonardo da Vinci, concerto del Guitalian Quartet con video proiezioni ispirate al grande genio e al suo Bestiario (sabato 17 agosto alle 21.30 a palazzo Cesi di Acquasparta), e gli appuntamenti de ‘La città che suona’ a Trevi, “una cosa a cui teniamo particolarmente – ha detto Pellegrini – perché si tratta di una serie itinerante di micro concerti e interventi musicali in cui il pubblico diventa partecipe (mercoledì 28 agosto, dalle 19 in poi nelle vie del borgo, con degustazione di birre artigianali). “Attraverso il lavoro di questi anni – ha aggiunto Palamidessi – siamo riusciti a stipulare convenzioni con l’Oriente che saranno attive dal prossimo anno, in particolar modo con Corea, Cina e Giappone, ma anche con il Texas e la Florida, e in Europa con Germania e Francia. Ci saranno veri e propri scambi di studenti nel prossimo futuro”. Il Festival chiuderà domenica primo settembre, nella chiesa di san Lorenzo a Spello, con la ‘Messa da requiem’ di Giuseppe Verdi.

La manifestazione gode del patrocinio della Regione Umbria, della diocesi Orvieto-Todi e di tutti i Comuni interessati dai concerti; è sostenuta, inoltre, da Fondazione Carit di Terni, Pc Cube e Sistema Museo di Spello e collabora con associazioni del territorio che la ospitano tra cui la Pro loco di Acquasparta, città da cui il festival è partito.

Rossana Furfaro


 

 

IL FESTIVAL FEDERICO CESI INCONTRA IL BAROCCO: CONCERTI A TREVI, SPELLO, AMELIA E ACQUASPARTA

Agosto ricco: il 17 omaggio a Leonardo da Vinci, il 18 conferenza su Federico Cesi e Accademia dei Lincei e concerto del soprano Emma Kirkby, il 25 c’è il traversiere Ashley Solomon

Dopo la pausa di metà agosto il Festival Federico Cesi (FFC) ha ricaricato le energie ed è pronto a offrire tanti eventi ispirati alla musica barocca, ma non solo, tra Trevi, Spello, Amelia e Acquasparta. Proprio da Acquasparta riparte sabato 17 agosto con un omaggio a Leonardo da Vinci, di cui quest’anno ricorre il cinquecentenario della morte: alle 21.30 i Giardini di Palazzo Cesi ospiteranno ‘Il Bestiario di Leonardo da Vinci’, concerto del Guitalian Quartet con Guido Fichtner, Claudio Marcotulli, Stefano Palamidessi, Adriano Walter Rullo, che renderà omaggio al grande genio e al suo Bestiario con brani musicali e video-proiezioni. Da Leonardo si passa a un altro illustre scienziato, fondatore dell’Accademia dei Lincei nonché ‘padre spirituale’ del FFC: domenica 18 alle 18, all’auditorium Matteo d’Acquasparta si terrà infatti la ‘Conferenza introduttiva su Federico Cesi e Accademia dei Lincei’. A relazionare sulla figura straordinaria di questo uomo che ebbe il merito di dare vita, insieme ad altri, a un’accademia unica al mondo (la prima che si proponeva lo studio delle ‘scienze meno coltivate’, dall’astronomia alla botanica, e più in generale lo studio della natura nel suo insieme) sarà principalmente Don Alessandro Fortunati, vicario episcopale per la cultura della Diocesi di Orvieto-Todi. L’approfondimento culturale sarà seguito da una degustazione di vino biologico della tenuta Ponziani di Orvieto che accompagnerà gli ospiti verso il concerto delle 21.30, in un crescendo di emozione per la presenza della soprano Emma Kirkby, gradito ritorno del FFC, che insieme a Elisabetta Ferri (clavicembalo) e Simone Clavecchi (liuto e chitarra barocca) porterà in scena ‘La musica all’epoca dei Lincei’. Kirkby, che nella classifica del BBC Music Magazine dell’aprile 2007 è risultata decima tra le venti soprano più grandi del mondo, ha all’attivo oltre cento registrazioni di diversi generi musicali, dai madrigali di compositori italiani alle musiche del rinascimento inglese, dalle cantate e oratori dell’era barocca a musiche di Mozart, Haydn e Bach. Si prosegue, poi, sul filo conduttore del Barocco con appuntamenti a Trevi (lunedì 19 e martedì 18 agosto) e Spello (giovedì 22 agosto) per il ‘Festival Federico Cesi Music urbis’: lunedì alle 21.30 al Chiostro di San Francesco ci sarà il concerto ‘Classico e neobarocco’, con musiche di Beethoven, Grieg e Debussy, eseguite dal pianista Fiorenzo Pascalucci, musicista dalla caratura internazionale che per i suoi meriti artistici ha ricevuto in Quirinale il premio ‘Giuseppe Sinopoli’. Martedì ‘Sospetto, tradimento & gelosia, ovvero la parabola delle corna tra Sei e Settecento’, che vedrà esibirsi Rita Alloggia (soprano), Giorgio Matteoli (flauti dolci e maestro di concerto), Stefano Aiolli (violoncello barocco) e Luca Ambrosio (clavicembalo), mentre giovedì la location spellana di Villa dei mosaici ospiterà ‘Danze e arie dalle corti d’Europa’, voci e chitarre barocche: tra gli interpreti ‘brillerà’ Rosario Cicero, famoso chitarrista barocco, collaboratore della Cappella della Pietà dei turchini di Napoli, e vi prenderà parte Annalisa Pellegrini, soprano specializzato in Musica sacra, tra le prime donne a essersi esibita come solista alla presenza dei papi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI in Vaticano. Il Barocco tornerà a farsi sentire nel concerto di domenica 25 agosto, ‘Purcell zone’, in programma al Teatro sociale di Amelia: gli spettatori potranno assistere alle performance vocali di Annalisa Pellegrini e del traversiere Ashley Solomon, accompagnati dalla CivicAntiqua Ensemble. Solomon è docente e capo del Dipartimento di musica antica al Royal college of music di Londra (Rcm) e si esibisce a livello internazionale come direttore, flauto barocco e flauto dolce solista dell’Ensemble Florilegium, attualmente uno dei più rinomati in tutto il mondo. La sua è una carriera di successo che coniuga didattica e pratica strumentale concertistica: molto richiesto come insegnante è sicuramente un prestigio per il FFC averlo tra i suoi ospiti.

Rossana Furfaro



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-08-14 18:42:20
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    fico 728x90