sfondo endy
Giugno 2019
eventiesagre.it
Giugno 2019
Numero Evento: 21101124
Eventi Feste
Infiorata Di Genzano Di Roma
I Quadri Degli Infioratori Realizzati Solo Con Fiori
Date:
Dal: 22/06/2019
Al: 24/06/2019
Dove:
Logo Comune
Lazio - Italia
Contatti
Fonte
Daria Contrada Addetto Stampa
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
eventiesagre-market-sapori-liguria

Infiorata Di Genzano Di Roma

I Quadri Degli Infioratori Realizzati Solo Con Fiori

Da Sabato 22 a Lunedì 24 Giugno 2019 - dalle ore 08:30
Genzano Di Roma (RM)

Infiorata Di Genzano Di Roma - Genzano Di Roma

Il 22, 23, 24 giugno 2019 torna l’infiorata di Genzano di Roma: ospite della 241esima edizione l’artista Lorenzo Quinn.

Era il lontano 1778 quando per la prima volta le strade di Genzano di Roma si sono riempite di petali di fiori. E da allora ogni anno, in concomitanza con il Corpus Domini, prende forma la tradizionale Infiorata, manifestazione di carattere religioso, storico e folcloristico che ci rende famosi in tutto il mondo. L’Infiorata di Genzano di Roma nel 2011 è stata riconosciuta dal ministero del Turismo ‘Patrimonio d'Italia per la tradizione’ quale “espressione della capacità di promuovere il turismo e l’immagine nazionale e di valorizzare la storia e la cultura del territorio con un’interpretazione adeguata ai tempi di oggi”.

Giunta alla sua 241esima edizione, la Tradizionale Infiorata 2018 ha come obiettivo dare libera espressione ai realizzatori dei quadri infiorati permettendo loro di seguire la propria creatività artistica nel rispetto della tradizione. Dal 1982 tale tradizione vuole che, a dare ulteriore prestigio all’evento, l’Infiorata ospiti tra i suoi disegnatori, un artista di fama nazionale e internazionale, che è solito omaggiare la nostra città con un’opera unica, di grande pregio e valore, dando lustro, spessore e risonanza alla manifestazione stessa. Il titolo di questa 240esima edizione sarà L’Infiorata di Genzano di Roma: 240 anni di storia, arte e tradizione.

Oltre all’immenso tappeto floreale di circa 2.000 metri quadrati, nel corso delle giornate vengono realizzati diversi eventi collaterali di carattere culturale all’interno dei luoghi simbolo della città quali il Palazzo e il Parco Sforza Cesarini, il borgo antico, la piazza Tommaso Frasconi e i tipici vicoli cittadini. Tra le molteplici attività collegate alla tradizionale Infiorata: mostre di artisti all’interno di Palazzo Sforza Cesarini, concerti, esibizioni corali con canti tradizionali, esibizioni a cura degli artisti locali di strada nei maggiori luoghi attrattivi della città per regalare momenti di intrattenimento durante le passeggiate dei turisti, sfilata storica in costume delle Associazioni presenti sul territorio.

L’ordine dei quadri figurativi e dei tappeti è stato estratto a sorte. I bozzetti che saranno realizzati sono – in ordine crescente a partire da piazza IV Novembre – i seguenti:

  • Alma Mater di Assunta Giacchetti
  • Donna Livia: ‘La via della bellezza’ di Claudia Gianiorio e Manuela Rossi
  • La bellezza del genio di Antoine Cesaroni
  • Hymne à la Beauté di Peter Buttaroni e Sara Postorino
  • Ed è in certi sguardi che si intravede l’Infinito di Francesca D’Erasmo
  • La bellezza dei fiori di Gina Raponi
  • Spirale di bellezza vitale di Rachele Morani
  • La bellezza salverà il mondo di Sara Rotondi, Enrico Del Prete e Maurizio Polidori
  • Il Mosè di Michelangelo di Nando Gabbarini e i Gira-Soli
  • Dal caos degli stili all’armonia dell’Infiorata di Gianpaolo Leuti, Francesca Leuti, Cinzia Severoni, Luigi Ciampanella, Roberta Imbastari e gli allievi Eleonora Ciampanella, Paola Arpinelli, Giulia Leuti
  • L’infinito di Andrea Farina
  • Dream Big/Sogna in Grande di Silvia Pompili e Eleonora Sciattella
  • Via Livia di Marco Casini

I bozzetti Dream Big/Sogna in Grande e Via Livia saranno realizzati sulle Scalette.

Suggestive le attività legate alla realizzazione vera e propria dell’Infiorata: lo “spelluccamento” dei fiori - cioè la separazione dei petali dalle corolle e la loro divisione per colore in cassette che vengono custodite nelle grotte sotterranee del Comune - e la preparazione delle essenze, momento di particolare interesse; la preparazione dei disegni sul selciato da parte degli artisti infioratori (il sabato sera); la preparazione del disegno dell’artista ospite dell’edizione; la posa dei petali sul selciato da parte Maestri Infioratori e Capipezzo (la domenica mattina), l’Infiorata completata (primo pomeriggio della domenica), la Processione del Corpus Domini (domenica sera), ed infine lo “spallamento” - quando i bambini correndo dalla scalinata della Chiesa di Santa Maria disfano i quadri infiorati. La tradizione religiosa trova infatti il suo momento importante nella Solenne Processione del Corpus Domini e nella Celebrazione Eucaristica, al termine della quale, nel pomeriggio del lunedì, un carosello di colori e musica e cortei storici, creati dal gruppo folcloristico locale, invade le vie cittadine chiudendo così la manifestazione in modo allegro e spensierato, trasmettendo, con i loro canti e balli tradizionali locali, un messaggio ai ragazzi più giovani che sono coloro che, nel prossimo futuro, continueranno a tramandare e migliorare questa pluricentenaria manifestazione.

Materia prima: i fiori

I protagonisti dell’Infiorata sono i fiori, che una volta raccolti e ‘speluccati’ vengono posti a terra con tecniche che affondano le proprie radici nella storia ma che si rinnovano attraverso l’espressione della creatività dei Maestri Infioratori.

Il compito dei Maestri Infioratori è quello di guardare alla grande varietà di fiori del nostro territorio, mettere insieme petali sparsi alla rinfusa e formare tappeti di fiori disposti in modo tale da delineare una vera e propria opera d’arte. Una perizia che passa attraverso la conoscenza delle specie vegetali, dei migliori accostamenti cromatici, delle tecniche per il trattamento dei petali, per la messa a terra, la conservazione e molto altro. La straordinaria arte dell’infiorare è una tradizione che dura ormai da oltre 200 anni, una maestria trasmessa di padre in figlio o, più in generale, messa generosamente a disposizione di chi voglia prestare occhi, mani, testa e cuore per tramandare questa magnifica tradizione.

Tutto il materiale utilizzato proviene rigorosamente dal mondo vegetale, non si parla solo di garofani ma anche di: ginestra, sausa, finocchiella, seme di pino, crisantemo, corteccia di pino, nero vite, granturco, riso, salvia, peperoncino, grano, soia, bucce di pinoli, origano, nero caffè, crusca, nero pigna. Un lungo elenco di petali, foglie, terre e cortecce dalle infinite sfumature, necessario per una raffigurazione che sia il più possibile fedele a ciò che si intende riprodurre, dalle forme geometriche ai motivi decorativi, dalle figure umane agli oggetti, dagli animali ai paesaggi.



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-03-25 08:44:04
    Inserito da Luca Lanzoni
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    eventiesagre-market-sapori-liguria