sfondo endy
Agosto 2019
eventiesagre.it
Agosto 2019
Numero Evento: 21079241
Eventi Culturali
Capalbio Libri
13^ Edizione
Date:
Dal: 26/07/2019
Al: 04/08/2019
Dove:
Logo Comune
Piazza Magenta
Toscana - Italia
Contatti
Fonte
Elisabetta Castiglioni
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc

Capalbio Libri

13^ Edizione

Da Venerdì 26 Luglio a Domenica 04 Agosto 2019 - dalle ore 19:00
Piazza Magenta - Capalbio (GR)

Capalbio Libri - Capalbio

CAPALBIO LIBRI
XIII EDIZIONE
Dal 26 luglio al 4 agosto 2019

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Ecosostenibilità, letture tecnologiche e made in Italy tra i focus della tredicesima edizione in programma a Piazza Magenta per dieci serate. Raddoppiati gli incontri con gli autori. Anteprima teatrale con una produzione sul piacere di leggere.

Torna per la tredicesima volta nel borgo medioevale di Capalbio la rassegna dedicata al “piacere di leggere”, ideata e organizzata da ZigZag, l’agenzia di comunicazione guidata da Andrea Zagami in collaborazione con il Comune di Capalbio. Si torna a Piazza Magenta, uno dei luoghi più suggestivi della Maremma dal 26 luglio al 4 agosto con un programma ricco di appuntamenti, che spaziano dalla narrativa all’economia, dal sociale al benessere, dalla musica alla cronaca.

“Parlare di libri e attualità è diventata una felice tradizione – dichiara il sindaco di Capalbio Settimio Bianciardi – e merito di Capalbio Libri è non solo quello di offrire ogni anno un programma eterogeneo ed interessante di qualità, ma anche quello di saper coinvolgere le eccellenze locali in una vera e proficua operazione di marketing territoriale, vera “leva” per uno sviluppo armonico. Volontà prioritaria della nuova Amministrazione è infatti quella di rafforzare il senso di appartenenza al luogo dei cittadini, che devono diventare i primi promotori del territorio, comunicando un'immagine vincente ed incentivando l’imprenditorialità locale attraverso la creazione di un marchio Capalbio.”

“Nel programma di quest’anno – continua Andrea Zagami, direttore del festival - ci sono tutti gli elementi per capire dove vorremmo andare: interpretare al meglio le vere esigenze del nostro tempo; essere cittadini del mondo informati e consapevoli; essere responsabili e agire di conseguenza per tentare di salvare il pianeta. In pratica, Capalbio Libri è qui per dare il suo contributo ad una comunità che cerca sempre di interpretare in anticipo lo spirito del tempo: leggerezza e sostenibilità.”

Tra le novità di questa edizione il raddoppio degli incontri (il primo alle ore 19:00, il successivo alle 21,30), l’anteprima di una nuova produzione teatrale firmata da Andrea Zagami, dedicata proprio ai libri (Stasera leggo, scritto e interpretato da Marta Mondelli e Giulia Nervi) insieme all’immagine simbolo del festival, una creazione per la prima volta tutta “made in Maremma”, affidata ad un artista capalbiese, Dedò (Goffredo Valle Ademollo), la cui pittura definita “New Pop Art” trova nell'amore il suo principale leitmotiv.

Il festival inoltre si colorerà di green con le biciclette elettriche messe a disposizione dall'associazione MISTA (Mobilità Intermodale Sostenibile per la Tutela dell’Ambiente) e di ecosostenibilità, focus dell’organizzazione che ha già orientato da alcuni anni la propria comunicazione promozionale sul web, anziché sulla stampa di materiali pubblicitari.

Anche la moda accompagnerà Capalbio Libri 2019 grazie alla collaborazione con Aspesi, un esclusivo brand di abbigliamento informale, che vestirà lo staff con le t-shirt della collezione Primavera Estate 2020 e l’attrice Marta Mondelli, presentatrice del festival.

Si parte venerdì 26 luglio alle ore 20:00 con una serata speciale dedicata ai teen-agers e a come si leggerà nel futuro. Piazza Magenta per una sera si trasformerà idealmente nell’università intergalattica di IGIST. L’autore, L.S.Larson, racconterà i modelli e i personaggi di questa originalissima storia in realtà aumentata in cui i lettori potranno trasformarsi in ologrammi.

Dal 27 luglio si entra nel vivo del programma con una serata dedicata a società ed economia, con l’imprenditore Brunello Cucinelli, testimone del suo saggio autobiografico incentrato sul concetto di “capitalismo umanistico” (Il sogno di Solomeo, Feltrinelli) e con l’economista internazionale Andrea Capussela, che analizza l’equilibrio politico-economico del nostro Paese per spiegare le cause della decadenza (Declino. Una storia italiana, LUISS University press).

Il tema delle banche e di chi ne salvaguarda il buon funzionamento è alla base del saggio di Stefano Lucchini e Andrea Zoppini Vigilare le banche in Europa. Chi controlla il controllore? (Passigli editori), ospiti in prima serata il 28 luglio; a seguire, Mauro Pandimiglio, istruttore di vela, racconterà la sua straordinaria esperienza pedagogica con bambini normodotati e disabili, a contatto con il mare e allievi della scuola di vela “Mal di mare” (Modus navigandi. Per una pedagogia del mare, Hoepli).

Il 29 luglio è di scena l’ex ministro Pier Carlo Padoan che insieme all’editorialista del “Sole 24 ore” Dino Pesole, affronterà i problemi che investono la crescita del nostro paese ed il benessere dei cittadini attraverso l’analisi tecnica di meccanismi e dinamiche con cui ci confrontiamo direttamente (ll sentiero stretto…e oltre, Il Mulino). Un thriller ambientato a Berlino e nelle Alpi svizzere è il nuovo romanzo di Andrea Purgatori Quattro piccole ostriche (Harper Collins) che ne illustrerà le azioni accompagnandole da letture di alcuni brani interpretate dal figlio Edoardo.

Passione per il delitto e la cronaca nera sono alle radici dell’ultimo lavoro del giornalista Giuseppe Di PiazzaIl movente della vittima (Harper Collins), che sviscererà le nuove avventure di Leo Solinas, alle prese con un omicidio inspiegabile, in prima serata il 30 luglio. La musica classica alla portata dell’ascolto di tutti e bene globale è l’argomento che appassiona, per diletto e professione, la direttrice d’orchestra Beatrice Venezi, protagonista in tarda serata della presentazione di Allegro con fuoco. Innamorarsi della musica classica (UTET), di cui parlerà con il direttore artistico del Teatro Franco Parenti di Milano, Andrée Ruth Shammah e con Maria Stella Gelmini.

Il mese di luglio a Capalbio Libri si chiude con uno straordinario viaggio illustrato nella storia, tradizione e segreti della Toscana, scritto da Eugenio Giani (La Toscana giorno per giorno. 365 giorni tra storie, curiosità, personaggi e aneddoti, Sarnus) e ricco di particolari e aneddoti curiosi, mentre un’altra tradizione, quella culinaria ai tempi di Leonardo è l’oggetto del libro di Carlo G. Valliscritto in occasione dei 500 anni dalla sua morte e in cui conosceremo i particolari della sua attività di cerimoniere e regista di convivi (La pentola di Leonardo, Cierre edizioni).

Agosto si apre sul palco di Piazza Magenta con un capalbiese tout court, Andrea Zandomeneghi, che al suo esordio letterario propone un giallo al contrario che ribalta tutti i cliché sulla provincia italiana (Il giorno della nutria, Tunué). A seguire, Alberto Simone, che affronterà un tema di profonda sensibilità universale: la resa alla potenza della vita quale unico strumento per poterla godere e vivere intimamente, aldilà di ogni sofferenza e imparando a ripartire proprio dall’amore che ogni momento ci regala (Ogni giorno è un miracolo. Imparare l’arte di amare la vita, TEA).

Il 2 agosto Benedetta Cibrario, sul podio del premio Strega 2019, parlerà del suo romanzo storico Il rumore del mondo (Mondadori) insieme a Stefano Petrocchi, in cui la storia di una famiglia si intreccia ai fili dello spirito del tempo, schierando menti progressiste e conservatrici che vanno oltre ogni schieramento politico. Democrazia e libertà sono invece gli argomenti illustrati nel saggio dell’ex ministro allo sviluppo economico Carlo Calenda Orizzonti selvaggi. Capire la paura e ritrovare il coraggio (Feltrinelli), nel quale si ipotizza uno Stato capace di potenziare l’uomo e la società proprio a partire dalla difesa degli sconfitti e da una corretta gestione delle trasformazioni.

Anche il 3 agosto due libri: il primo dedicato al romanzo Celebrity di Andrea Kerbaker, autore attento al mondo del libro e all’organizzazione culturale, il secondo al saggio di Stefano Zennidedicato ad un mito musicale del jazz, Louis Armstrong. Una vera e propria lezione di jazz, insieme ad un grande interprete, il trombettista italiano più famoso al mondo Enrico Rava (Louis Armstrong. Satchmo: oltre il mito del jazz, Stampa Alternativa).

La chiusura della tredicesima edizione del festival di Capalbio Libri è affidata allo spettacolo teatrale Stasera leggo. Una vera e propria anteprima nazionale dedicata al piacere di leggere: una pièce inedita a 2 voci recitanti che vedrà interagire il pubblico ed altri ospiti sul palco in un viaggio serio-comico tra citazioni letterarie, che cercheranno di trasmettere l’esperienza del piacere di leggere.

PARTNERSHIP - Il festival è organizzato in collaborazione con il Comune di Capalbio, con i patrocini delMinistero per Beni e le Attività Culturali (MIBAC), della Regione Toscana, del Comune di Capalbio, dell'Associazione "I Borghi più Belli d'Italia", ha il patrocinio e il sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori ed è promosso dall'Associazione "Il piacere di leggere". Con i partner ENELIntesa SanpaoloAspesiLUISSBanca TEMA - Terre Etrusche e di Maremma – Credito CooperativoACEA,ibs.itToscana Promozione TuristicaProietti HouseLocanda RossaUltima SpiaggiaHotel Residence Valle del ButteroLa CapalbiolaGallùVivaio Piante Il PitorsinoL’Eco della StampaIVO tv. Collabora con il festival la libreria Palomar di Grosseto per la vendita dei libri in Piazza Magenta a Capalbio. Sono partner di Capalbio Libri i ristoranti Il Frantoio, La Porta, La Torre, Osteria Magenta 7 eTrattoria Toscana, insieme alle eccellenze del territorio Azienda agricola biologica "BorgoCiro",CapalBIOfattoriaAzienda biologica "Il Cerchio"Società agricola "Clivio degli Ulivi", Azienda artigiana "Jacobelli Liquori"Tenuta MontetiCantina "Monteverro"Azienda agricola "La Vigna sul Mare".

IL FESTIVAL - Capalbio Libri è una iniziativa ideata e diretta da Andrea Zagami e realizzata da Zigzag, un’agenzia di comunicazione specializzata nella progettazione e produzione di manifestazioni culturali e nella comunicazione d’impresa. Capalbio Libri è un marchio di Zigzag srl che è l'organizzatore unico della manifestazione. Capalbio Libri è anche su FacebookTwitterInstagram e Youtube.

Sarà possibile seguire la diretta streaming degli eventi sulla spiaggia facebook di Capalbio Libri e al link:
https://www.ivoplay.it/live/capalbio-libri-2019


 

 

IMMIGRAZIONE, FLAT TAX E NUOVI SCENARI DEVASTANTI
Sul palco di Capalbio libri “Il sentiero stretto e oltre” di Padoan e Pesole è stato lo spunto per far parlare animatamente l’ex ministro dell’attuale sistuazione politica ed economica italiana, Europa permettendo

“Chi sta affogando in mare deve essere salvato a qualunque costo!” Questo il monito dell’ex ministro on, Pier Carlo Padoan in risposta alla domanda sul problema dell’Immigrazione a lui rivolta sul palco di Capalbio Libri del giornalista Sergio Rizzo. L’occasione era la presentazione del libro scritto a quattro mani con Dino Pesole “Il sentiero stretto... e oltre” (Il Mulino), di cui si è discusso anche insieme all’economista Giulio Napolitano nel corso della tredicesima edizione del festival.

“Il problema immigrazione è molto complesso – ha continuato Padoan – e fa generalmente bene ai paesi come il nostro in cui non ci sono poi cosi tanti immigrati per stimolare l’integrazione. Quello che va corretto è la mancanza di riconoscimento della problematica da parte degli altri Paesi Europei a quelli come il nostro, in emergenza. Nella Riforma del Bilancio Europeo bisognerebbe occuparsi infatti dei cosiddetti “Beni Pubblici” (l’immigrazione fa parte di questi) e ciò non viene spesso preso in considerazione”.
“Non me ne frega nulla della bandiera ONG della nave ferma in porto – ha affermato sull’argomento l’ex ministro – quello che dobbiamo fare, aldilà di ogni polemica mediatica, è forzare la politica europea ad assumersene piena responsabilità!”.

La figura di un’Italia “cattiva” che non riesce a costruire consenso all’interno dell’Unione Europea, è stato un elemento messo invece in risalto da Giulio Napolitano: il nostro Paese, a differenza dell’immagine che abbiamo proiettato in passato, ha cambiato i connotati nel pensiero altrui e questo forse potrebbe anche essere una causa di questo isolamento. 
Ma, aldilà di ogni considerazione personale, ciò che è venuto a mancare è la fiducia degli Italiani nella politica e nell’economia che – a detta di Pesole e con dati alla mano – è ferma da un ventennio.

“Per riprendere il titolo del nostro saggio – ha spiegato Padoan – mentre fino a poco tempo da c’era un “sentiero stretto” su cui barcamenarsi, adesso la strada è stata cancellata e il paese è fermo proprio perché è venuta a mancare la fiducia. E poi – continua – ci sono troppe Flat Tax: questo è segno dell’assoluta incapacità di governare.”

Per Padoan il “sentiero stretto” è metafora delle scorciatoie: bisogna stare attenti a intraprendere sentieri troppo brevi, come ad esempio uscire dall’Euro: “sarebbe una vera e propria catastofe!”. Ma – ha dichiarato poi sdrammatizzando ironicamente – “il Paese è forte e ce la farà, anche se per il momento non si capisce come”…

Infine, secondo il Professore imbeccato dalle domande del pubblico sui possibili scenari economici del nostro Paese, due saranno i probabili panorami italiani: il primo, quello del “tirare a campare”, sarà comunque attuabile in virtù della risoluzione della procedura di infrazione del debito, in rispetto e allineamento con gli standard europei (ma, per lui, a metà 2020 i miglioramenti della politica tedesca daranno indiretti benefici anche a quella italiana); la seconda previsione, decisamente irrazionale per Padoan, darà priorità, appunto, alle scorciatoie e, così facendo, in downgrade col debito pubblico nazionale, sarà impossibile ottenere finanziamenti e agevolazioni dalla stessa BPE.

A conclusione della serata il Professor Pier Carlo (“anziché Onorevole: così preferisco essere chiamato”), assoluto protagonista sul palco di Piazza Magenta nel primo dei due appuntamenti di Capalbio libri che ha registrato un decisivo “sold out”, ha replicato garbatamente (ma in maniera assai decisa) ad uno spettatore che imputava la crisi del governo attuale agli errori del PD del passato: “Ci vuole una bella faccia tosta a dire che il Partito Democratico è responsabile dello sfascio dell’Italia, non guardando anche solo ai miglioramenti attuati in passato a beneficio dei cittadini, senza considerare le tre priorità su cui si fonda l’attuale programma (e quando si parla di priorità si vogliono davvero cambiare le cose in questo Paese): un forte investimento nell’Educazione dei giovani; una strategia di crescita pienamente sostenibile dal punto di vista ambientale; un’analisi del costo di lavoro in funzione di una detrazione fiscale basata sui reali stipendi dei lavoratori”.

Oltre alla religiosa attenzione dimostrata per un’ora e mezza da un pubblico multi-target realmente intrigato dall’incontro, sul luogo erano presenti alcuni studenti di economia che hanno interrogato il Professore sulle ipotesi del proprio futuro, a detta dell’ex Ministro non rosee a causa della macchinosa burocrazia tuttora vigente.



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2019-08-01 09:12:09
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    fico 728x90