sfondo endy
Settembre 2019
eventiesagre.it
Settembre 2019
Numero Evento: 21040653
Eventi Culturali
Popoli Nel Salento
Date:
Dal: 30/07/2010
Al: 14/08/2010
Dove:
Logo Comune
Puglia - Italia
Contatti
Telefono:
Fonte
PIERPAOLO LALA
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento

dal 30 luglio al 14 agosto
Acquarica del Capo, Montesano Salentino, Corsano, Matino, Botrugno, San Cassiano, Torrepaduli

Ingresso gratuito

POPOLI 2010

Il progetto multiculturale di musica, incontri, giovani, laboratori, arte, cultura torna con un programma ricco di eventi. Tra gli ospiti Navigator uno dei primi Mc di musica jungle, un veterano dei sound system inglesi

Riunire le genti intorno ad un progetto comune, che parli il linguaggio universale della pace. Questo il principio ispiratore dell'ormai collaudata iniziativa interculturale internazionale Popoli organizzata dall’associazione di volontariato Mir Preko Nada - in bosniaco “pace oltre la speranza” - finanziata dall'Unione Europea con i Fondi Fesr, attraverso la Regione Puglia con il contributo dal Comune di Corsano (partner privilegiato) e dei Comuni di Montesano Salentino, Matino, Botrugno, Ruffano (Torrepaduli) e San Cassiano. Dal 30 luglio al 14 agosto ,attraverso un ricco calendario di appuntamenti, si susseguiranno in molti comuni del Sud Salento occasioni di festa e momenti di riflessione, tra musica, convegni, danze e concerti.

Popoli è un progetto interculturale internazionale che mira a valorizzare le differenze attraverso la conoscenza delle altre culture, il dialogo con esse e la contaminazione reciproca, nella convinzione che la conoscenza può far superare i pregiudizi sociali, di religione, politici e culturali, che spesso dividono i popoli portando a tragiche conseguenze. È proprio la contaminazione che caratterizza Popoli e che ha fatto apprezzare e condividere questo progetto.

L’idea di fondo del progetto nasce nel 1993, a Corsano, proprio attraverso il movimento “Mir Preko Nada”, che nel Sud Italia fu la prima azione di solidarietà verso i popoli dei Balcani vittime della guerra con raccolte di aiuti umanitari consegnati alla città di Tuzla, attraversando la Bosnia in guerra. L'associazione Mir si è poi distinta nell’emergenza albanese con raccolte e consegne di aiuti e prestazioni di primo soccorso a quanti sbarcavano sulle coste del Capo di Leuca. Nel 2004 l’Amministrazione Comunale ha ripreso l’idea per contribuire a fare del Salentoquel “Ponte di Pace” evocato da don Tonino Bello. Corsano è stata quindi dichiarata “Città per la pace” quale simbolo forte e impegno concreto a promuovere la cultura della pace e dei diritti umani. È seguita la collaborazione con Taranta Power - Bologna, ora Tarantarte, diretta da Maristella Martella, e l’associazione Terìaca di Arezzo, già partner in un progetto internazionale con Francia e Tunisia; dalla condivisione di alcune finalità artistiche nacquePopoli che in seguito si è evoluto oltre l’aspetto artistico con rapporti di scambi culturali e di cooperazione, tant’è che il Comune di Corsano ha ufficializzato un gemellaggio con la città di Romans (Francia).

Da quest’anno, Popoli ritorna nel suo contesto naturale, quello di Mir Preko Nada; infatti, il progetto è strettamente legato alle attività storiche dell’associazione così come evidenziato nella stesura iniziale nel 2005, con il Comune di Corsano che resta comunque partner privilegiato, riconoscendo all’associazione Mir Preko Nada la lunga tradizione di impegno internazionale mirata al perseguimento di rapporti solidaristici internazionali attraverso un lungo percorso di confronto culturale. Popoli è un progetto che accomuna danza, teatralità, musica, ma anche scambi di giovani, artisti di strada e rapporti istituzionali.

Giovedì 5 agosto nella zona concerti della “167” di Corsano andrà in scena l’appuntamento principale di Popoli che vedrà sullo stesso palco per un concerto unico numerosi gruppi italiani e stranieri per una mescolanza di generi, lingue e sensibilità artistiche. Sul palco quest’anno i romani Migala , i fiorentini Global Kan Kan , i Foly du Burkina , che propongono ritmi tribali e danze del Burkina Fasu, i salentini Alla Bua e la Gang di Popoli composta dal batterista Antonio Marra, dal chitarrista e cantante Pierluigi Santantonio e dal compositore Gabriele Panico. In consolle anche il dj e produttore torinese Pony , che con I Feel Good Productions diffonde il suo djing eclettico che miscela Reggae Mash Ups, Arabic Hip Hop, Balkan & Gypsy Bangers, Baile Funk, Bhangra, Afro, Kuduro. Ospite d’onore il londinese Mc Navigator , uno dei primi Mc di musica jungle, un veterano dei sound system inglesi che dalla metà degli anni ‘90 ha legato il suo nome alla scena jungle e break beat, collaborando con nomi come Asian dub fundation, Freestylers, Roni Size, Krust, e moltissimi altri. Una stella di prima grandezza del panorama internazionale, già interprete di brani di successo che ha recentemente raccolto grandi consensi sulla scena drum&bass mondiale con il brano “Morefire” per cui ha meritato la copertina del prestigioso mensile inglese “Knowledge”. Mc Navigator ha passato gli ultimi 20 anni della sua vita cantando l’anima della musica in tutta la sua gloria e redenzione. I suoi dischi con il gruppo elettro-beat chiamato Freestylers hanno fatto il giro del mondo, anche grazie al suo personalissimo cantato.

La serata ospiterà sul palco anche Tarantarte con lo spettacolo “Danza dei Popoli” ideazione e coreografie di Maristella Martella , che vedrà la partecipazione delle danzatrici Silvia De Ronzo (assistente alle coreografie), Manuela Rorro, Veronica Sforza, Laura De Ronzo, Miriam Costa, Veronica Calati, Maria Blandolino, Lucia Crescenzi, Laura Boccadamo, Eleonora Baldesari, Corrado Martella e dei musicisti Ayoub Muhammad (danza, voce, tabla, darbuka, bendhir), Antonella Prontera (violino), Gianluca Carta (tamburello e fiati) e Alberto Mammolino (tammorra e krakebs). Al termine delle singole esibizioni tutti i gruppi proporranno insieme quattro brani composti per Popoli 2010 da Gabriele Panico.

Nel corso della serata si terrà anche un reading musicale dal Burkina Fasu con lo scrittore Ouango Kiswendsida Judicael accompagnato dal flauto di Basile Oumar, che proporrà alcuni brani sul tema dell’immigrazione.

È prevista anche la cerimonia del Primo Premio “ Ala di riserva ”, che prende il nome dalla bellissima lirica di Don Tonino Bello. Il premio è riservato a personalità che si sono distinte per l’impegno sociale. In questa prima edizione, due riconoscimenti “alla memoria”: al giovane giornalista Michele Frascaro , direttore dell’Impaziente, e al Vescovo Mons. Vito De Grisantis .

Il programma di Popoli però prende il via venerdì 30 luglio da Acquarica del Capo , all’interno della “Festa del Grano”, con il concerto del gruppo romano Migala , un viaggio musicale che dalle tradizioni popolari del centro-sud Italia arriva alle sonorità etniche della word music, al quale si accompagna Etòs - Vento dei Sud , un progetto che ricerca l’arricchimento reciproco e la contaminazione tra generi espressivi diversi mettendo in risalto la positiva coesione tra le diversità per far viaggiare lo spettatore tra i ritmi e le danze del Sud Italia per arrivare alle influenze balcaniche, indiane, duende, greco-antiche, orientali, afro e tango nuevo; sabato 31 luglio a Montesano Salentino , all’interno di “Corti sotto le stelle”, Popoli ospita la pizzica e i canti salentini de Gli Arcuevi e i ritmi tribali dal Senegal degli Africa Sound ; lunedì 2 agosto presso il Centro sociale di Corsano festa di accoglienza dei giovani francesi ospiti presso le famiglie di Botrugno e Corsano con i gruppi “L’air nouveau” (Romans - Francia), “Delay” (Corsano) e “New generation” (Botrugno); martedì 3 agosto Popoli fa tappa a Matino con l’esibizione de Gli Arcuevi e dei Miji Kenda . Il gruppo propone una selezione di musiche e danze africane. Il nome deriva dalle nove tribù che vivono lungo il litorale del Kenya: dalla Somalia del Nord sino alla Tanzania del Sud unite da un'affascinante patrimonio culturale. Come in gran parte dell'Africa, la musica keniota è in genere concepita come attività fisica strettamente correlata alla danza in ensemble con le ritmiche ed i canti; mercoledì 4 agosto il Festival approda a Botrugno con due appuntamenti. Alle 20,30 si terrà un importante convegno dal titolo “ Solidarietà internazionale ” in collaborazione col CSV. Interverranno Silvia Godelli (Assessore al Mediterraneo della Regione Puglia), Hani Al-Hanyek (Sindaco di Beit Sahour - Betlemme), Luigi Russo (CSV), Antonio Zippo (Presidente dell’associaizone diocesana Amahoro) Cesario Ratano (Coordinatore di Popoli), e i sindaci dei comuni coinvolti dal Festival. A seguire concerto con i Migala; sabato 7 agosto a Corsano all’interno della “Sagra agreste” Popoli organizzerà uno stand gastronomico delle pittule e la presentazione del progetto “Una scuola per i bambini del Ruanda” raccolta fondi per realizzare un’aula in un complesso scolastico a Ruhuha; domenica 8 Agosto a Corsano appuntamento con il Salento Busker festival - raduno internazionale degli artisti di strada; lunedì 9 agosto a San Cassiano incontro di giovani con i gruppi “L’air nouveau” (Romans - Francia), “Delay” (Corsano) e “New generation” (Botrugno). Infine sabato 14 agosto a Torrepaduli all’interno della rassegna popolare “A. De Rosa” (S. Rocco), Popoli sarà presente con i gruppi Gli Arcuevi e Taranta social club.

Il saluto a Popoli di Nichi Vendola e dell’assessore regionale Silvia Godelli

“Il giro del mondo della solidarietà internazionale e dell’impegno sociale: dai Comuni del Salento con epicentro a Corsano l’Associazione Mir Preko Nada, nella nuova edizione del festival di musica, cultura e comunicazione “Popoli”, lancia alla Puglia il suo messaggio di dialogo interculturale e di valorizzazione delle differenze e chiama a praticare sempre più a fondo i temi dell’accoglienza e della conoscenza dell’altro. Vari i Paesi, tanti gli artisti, multipli i linguaggi, numerosi i luoghi coinvolti in questa magnifica avventura, condotta nel nome dei valori più alti delle relazioni tra i popoli e della loro rappresentazione in chiave simbolica e artistica: per narrare dal profondo del Salento della vocazione delle genti di Puglia a costruire le condizioni di quel “convivio delle differenze” cui si richiamava un grande Vescovo di Pace e a cui oggi si ispira la nostra azione politica e sociale. All’insegna della gioia collettiva della scoperta, nell’emozione della musica e nelle ragioni di senso della parola, il festival porterà a noi tutti nuova ricchezza, e ci spronerà a guardare ancora più avanti, oltre l’orizzonte del presente, per pensare a un domani dei popoli e delle genti in una visione di pace, di progresso, di civiltà.”

Ufficio stampa
Società Cooperativa Coolclub
c/o Manifatture Knos



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2010-07-30 15:55:35
    Inserito da Monica
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.