sfondo endy
Eventi Novembre 2017
eventiesagre.it
Eventi Novembre 2017
Numero Evento: 14821
Eventi Culturali
Appuntamenti Della Libreria Del Teatro
Teatro, Cultura, Eventi A Bitonto
Date
Dal: 23/10/2017
Al: 29/10/2017
Dove:
Logo Comune
Puglia - Italia
Contatti
Tel.: 080.3354787
Cell.: 393.9309044
Fonte
La Libreria del Teatro
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
creativita-artigiana 2017-300x250

Appuntamenti Della Libreria Del Teatro

Teatro, Cultura, Eventi A Bitonto

Da Lunedì 23 a Domenica 29 Ottobre 2017 -
Libreria Del Teatro - Bitonto (BA)

Appuntamenti Della Libreria Del Teatro - Bitonto

 

Programma settimanale: dal 23 al 29 Ottobre 2017

LUNEDI' 23 OTTOBRE 2017

- Alle 21.00 presso presso il Circolo ARCI "Resilienza" - Viale Giovanni XXIII n°201\203, Bitonto

Inizia una nuova Rassegna del Lunedì al Circolo Resilienza; il nostro spazio dedicato agli amanti del cinema, con questo ciclo di quattro film si affaccia sul modo della Arte di Strada e Circense.

La rassegna "Cinema & Giocoleria" a Cura di Angelo Ignomeriello, che da sempre coltiva la passione dell'arte circense fondendola con gli insegnamenti della strada.

Ci sarà la visione del film "Pa-ra-da" di Marco Pontecorvo

Con Jalil Lespert, Daniele Formica, Evita Ciri, Gabi Rauta, Patrice Juiff. Drammatico, durata 100 min - Italia, Francia, Romania 2008.

Una favola amara sulla clownerie, un sorriso in mezzo al dolore

Giancarlo Zappoli

Romania, 1992. Tre anni dopo la caduta del regime di Ceausescu Miloud Oukili, clown di strada francese di origini algerine, giunge a Bucarest. Qui si trova di fronte a una realtà terribile. Centinaia di bambini dai tre ai sedici anni vivono nel sottosuolo della città, sopravvivono grazie a furti, accattonaggio e prostituzione. Si tratta di bambini scappati da squallidi orfanotrofi o da altrettanto deleterie situazioni familiari. Miloud ha un sogno: vincere la loro indifferenza a tutto (causata anche dai vapori di colla o di vernici che inalano come droga). Ci riesce con lavoro lungo e faticoso conquistandone la fiducia e trasformandoli in artisti di strada che oggi sono noti in tutto il mondo.

Ingresso libero

---------------------------------------------------------------------

MARTEDI' 24 OTTOBRE 2017

- Alle 18.30 presso il Salotto letterario "Centro Studi G.Degennaro" (L.go Teatro, 7 - Bitonto)

Per il mese del benessere psicologico - Puglia

Comunicare si può... - Conferenza

Il seminario gratuito sarà a cura della dott.ssa Domenica Girasoli, psicoterapeuta sistemica e della dott.ssa Maria Angela Lucarano, psicoterapeuta cognitiva.

L'incontro verterà sui principi psicologici nella comunicazione e nella assertività.

Ingresso libero

A SEGUIRE

- Alle 19.00 ed alle 21.00 presso il Cinema Coviello (Via Repubblica 45, Bitonto)

Riprende la Rassegna Cinematografica del Martedì

Ci sarà la visione del film "La vita in comune" di Edoardo Winspeare.

Un film con Gustavo Caputo, Antonio Carluccio, Claudio Giangreco, Celeste Casciaro, Davide Riso. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2017, durata 110 minuti.

A Disperata, un piccolo paese del sud Italia dimenticato da Dio, il sindaco Filippo Pisanelli si sente terribilmente inadeguato al proprio compito. Solo l'amore per la poesia e la passione per le sue lezioni di letteratura ai detenuti gli fanno intravedere un po' di luce nella depressione generale. In carcere conosce Pati, un criminale di basso calibro del suo stesso paese. Il sogno di Pati e di suo fratello Angiolino era di diventare il boss del Capo di Leuca, ma l'incontro con l'arte cambia il loro modo di guardare al mondo.

4 euro

Info. 080.3751582

----------------------------------------------------------------------

MERCOLEDI' 25 OTTOBRE 2017

- Alle 18.30 presso il Salotto letterario "Centro Studi G.Degennaro" (L.go Teatro, 7 - Bitonto)

Incontro sulla figura di Martin Lutero

A cura del Professor Peppino Ricci

1° Appuntamento

Martin Luther (1482-1546), nome italianizzato in Martin Lutero, voleva riformare la Chiesa del suo tempo. Le sue convinzioni teologiche e la situazione politica lo fecero diventare il fondatore di una nuova confessione: quella della Chiesa evangelica luterana.

Ingresso libero

------------------------------------------------------------------------

GIOVEDI' 26 OTTOBRE 2017

- Alle 18.00 presso la La Galleria nazionale della Puglia "Girolamo e Rosaria DeVanna" ubicata nel palazzo Sylos-Calò a Bitonto (Via Giandonato Rogadeo,già dei Mercanti, 14)

Per il "Parco delle Arti" - PROGETTO COMUNALE BITONTO CITTA' DEI FESTIVAL: VIAGGI LETTERARI NEL BORGO - VI EDIZIONE ed alla manifestazione nazionale "Ioleggoperchè"

ANGELA ANIELLO presenterà il suo libro

“Fra le crepe dell'anima”, Les Flâneurs Edizioni

Dialogherà con l'autrice Chiara Cannito, docente di letteratura italiana

Letture a cura di Massimo Roncone, attore

IL LIBRO:

Una madre troppo assente e un rifiuto d'amore subito in gioventù condizionano tutta l'esistenza di Federico. Comincia per lui una vita di perdizione, tra fantasmi di antiche memorie e la ricerca spasmodica di una resa dei conti. Un percorso costellato d'incontri fatali, fino a quello definitivo e ineluttabile con l'affascinante Marlene. "Fra le crepe dell'anima" prende le mosse da una vicenda di amore e morte per arrivare a scandagliare tutti i sentimenti più neri dell'animo umano: l'ossessione, la solitudine, il rimpianto, l'assenza. È una storia corale che si svolge tra Sanremo e Parigi, con al centro un'umanità dannata e perdente. Così, nel tradizionale gioco tra vittima e carnefice, le carte in tavola sono puntualmente scombinate e alla fine nessun personaggio ne esce purificato.

L'AUTRICE:

Angela Aniello (Bitonto, 1973). Insegnante. Ha già pubblicato il racconto “Un figlio diverso” con Arti Grafiche Savarese (1997) e la raccolta di poesie “Piccoli sussurri” con Editrice Internazionale Libro Italiano (2005). Ha vinto diversi concorsi letterari e ha ricevuto numerose segnalazioni. Molte poesie e racconti compaiono in varie antologie, blog ed ebook.

A cura del "Circolo dei lettori" della Libreria del Teatro

Ingresso libero

-------------------------------------------------------------------

GIOVEDI' 26 E VENERDI' 27 OTTOBRE 2017

LAURA EFRIKIAN presenterà il suo ultimo libro rispettivamente:

- Giovedì 26 alle 17.30 presso l'Aula Aldo Moro dell'Università di Bari

- Venerdì 27 alle 18.30 presso la Parrocchia di San Giovanni Bosco (Via Barisano da Bari 10/D - Bari)

“Incontri”, Spazio Cultura Edizioni

IL LIBRO:

Incontri significa "conoscenze", entrare in contatto con l'altro e, si sa, Laura Ephrikian, con il suo lavoro che ha incluso il cinema, il teatro, la televisione, e con la vita che ha vissuto, di incontri ne ha fatti talmente tanti che un singolo libro non sarebbe sufficiente a elencare tutti i personaggi, le personalità, i grandi uomini - e grandi donne - che hanno incrociato il suo ricco cammino. Incontri vuole essere un "assaggio" di queste scene che Laura ha vissuto, si tratta di storie brevi, vere, semplici e, a tratti, divertenti. Sono incontri "leggeri" ma che hanno il potere di farci scorgere una Laura a 360 gradi: giovane e, forse, un po' ingenua, forte, amante del suo lavoro, spiritosa e che si rivela una tosta, improvvisando - complice un caro amico - una scenetta per acquistare, a un prezzo modico, un armadio che desiderava tanto, ma c'è anche una Laura in famiglia e, infine, una Laura attuale, una donna che dopo aver scoperto l'Africa "casualmente" non ha potuto fare a meno di lasciare un pezzo del suo cuore lì, in questo meraviglioso pezzo di terra che le ha dato tanto e a cui lei ha dato e da tanto con immenso amore.

L'AUTRICE:

Attrice. Prima moglie di Gianni Morandi (divorziati nel 1979), cui ha dato i figli Marco e Marianna. «Ero una depressa in Rossella, lo sceneggiato per ragazzi del 1964; ero malata di tisi nella Cittadella e di leucemia in David Copperfield. I registi mi volevano così, innamorata e sfortunata. Ma io ero molto lontana da loro. Non sono mai stata una tranquilla, una donna-soprammobile». Per 15 anni fu sulle copertine italiane per la storia d’amore con Morandi, conosciuto sul set di film musicali quando entrambi erano già popolarissimi e lei era un’affermata attrice di prosa: «Quando mi sono ritirata è stato per crescere i figli. Dopo la separazione da Gianni tentai di lavorare ancora nello spettacolo ma non ero più l’attrice giovane né la madre e così non fui molto fortunata». «Io avevo alle spalle una famiglia colta, appartenente alla buona borghesia, con una grande inclinazione verso la sinistra ma che mi aveva dato un’educazione molto severa. Ero arrivata fino a diciotto anni senza essere mai uscita una sera con gli amici. Gianni è stato una ventata di giovinezza ed ha cambiato la mia vita. Fino ad allora non avevo mai indossato un paio di jeans, non ero mai stata a ballare e non ascoltavo le canzoni. In casa mia, essendo mio padre direttore d’orchestra, si ascoltava solo musica classica o sinfonica. Il fatto che Gianni avesse origini contadine a me non è importato e nemmeno ai miei genitori perché i pregiudizi non ci appartenevano». Un fugace ritorno nel 2000 con la soap Ricominciare. Passa gran parte dell’anno in Kenya.

Ingresso libero

---------------------------------------------------------------------

SABATO 28 OTTOBRE 2017

- Alle 18.00 presso la La Galleria nazionale della Puglia "Girolamo e Rosaria DeVanna" ubicata nel palazzo Sylos-Calò a Bitonto (Via Giandonato Rogadeo,già dei Mercanti, 14)

Per il "Parco delle Arti" - PROGETTO COMUNALE BITONTO CITTA' DEI FESTIVAL: VIAGGI LETTERARI NEL BORGO - VI EDIZIONE ed alla manifestazione nazionale "Ioleggoperchè"

MARA TRIBUZIO presenterà il suo libro

“Sinestesie”, Fabbrica dei Segni Edizioni

Dialogherà con l'autrice Gianluca Rossiello, responsabile della Libreria del Teatro

IL LIBRO:

Nella mente di Anna, quarantenne indurita dalla solitudine e dalla lontananza dalla propria terra d'origine per quasi dieci anni, si apre finalmente uno spiraglio di luce che le permette di riscoprire la vita attorno a sé attraverso una poetica contaminazione di sensi. Una disposizione d'animo più "sinestetica" sarà il segreto, per Anna, per tornare a mordere la vita, guardarla, toccarla, ascoltarne le voci ma anche i lunghi silenzi. Proprio attraverso la riscoperta di una piacevole perturbazione emotiva, Anna imboccherà la strada giusta verso la serenità.

L'AUTRICE:

Mara Tribuzio è nata a Bitonto (BA) il 12 marzo 1979. Ha frequentato il liceo classico , si è laureata in Lettere Classiche con indirizzo filologico-linguistico presso l’Università degli Studi di Bari. Successivamente ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento di Lettere presso scuole secondarie di I e II grado, e di attività di sostegno per studenti diversamente abili. Ha frequentato numerosi corsi di formazione e di perfezionamento ad indirizzo umanistico e conseguito diplomi di specializzazione post lauream su metodologie psicopedagogiche di gestione dell’insegnamento e apprendimento nell’ambito didattico. Oggi è una docente che vive e lavora a Bari svolgendo la sua professione con passione e determinazione. Nella sua vita ha viaggiato molto e ha vissuto in diverse città, tra cui Venezia, Firenze, Ravenna, Rovigo. Ama leggere e scrivere e cura un blog personale di letteratura dal titolo “Parola alle parole”.

A cura del "Circolo dei lettori" della Libreria del Teatro

Ingresso libero

--------------------------------------------------------------------------------

SABATO 28 E DOMENICA 29 OTTOBRE 2017

Al Teatro Kismet (Str. S. Giorgio Martire, 22/F, Bari) in scena lo spettacolo

"La paranza dei bambini" di Roberto Saviano e Mario Gelardi

Hanno scarpe firmate, famiglie quasi normali e grandi ali “d’appartenenza” tatuate sulla schiena. Sfrecciano in moto contromano per le vie di Napoli perché sanno che la loro unica possibilità è giocarsi tutto e subito. Non temono il carcere né la morte. Sparano, spacciano, spendono. Sono la paranza dei bambini.

Nel gergo camorristico “paranza” significa gruppo criminale, ma il termine ha origini marinaresche e indica le piccole imbarcazioni per la pesca che, in coppia, tirano le reti nei fondali bassi, dove si pescano soprattutto pesci piccoli per la frittura di paranza. L’espressione “paranza dei bambini” indica la batteria di fuoco, ma restituisce anche con una certa fedeltà l’immagine di pesci talmente piccoli da poter essere cucinati solo fritti, proprio come quei giovanissimi legati alla camorra che Roberto Saviano racconta nel suo ultimo best seller.

E quel romanzo diventa ora uno spettacolo teatrale che racconta una verità cruda, violenta, senza scampo. Non a caso lo spettacolo nasce nel Nuovo Teatro Sanità, un luogo ‘miracoloso’ nel cuore di Napoli, dove si tenta di costruire un presente reale e immaginare un futuro possibile.

‘L’infanzia è una malattia, un malanno da cui si guarisce crescendo’, diceva William Golding, l’autore de ‘Il signore delle mosche’. E come nel romanzo di Saviano così anche nello spettacolo i protagonisti creano una loro comunità che impone regole feroci per perdere l’innocenza e diventare grandi.

Dopo la felice esperienza dello spettacolo ‘Gomorra’, Roberto Saviano e Mario Gelardi si uniscono di nuovo in questo progetto teatrale per raccontare la controversa ascesa di una tribù adolescente verso il potere, pronta a piombare nel buio della tragedia scespiriana (lo studioso Jan Kott non diceva forse che è il macello uno dei temi nodali dell’opera di Shakespeare?) e nel nero infinito dei fumetti di Frank Miller.

Info: 080 579 7667



    News Evento

    Leggi anche


    SCEGLI I SERVIZI DISPONIBILI NEL COMUNE DI BITONTO
    Dove Dormire Dove Mangiare Drink & Coffee
        ( )
    Data ultimo aggiornamento pagina 2017-10-24 16:30:37
    Inserito da Michela Gesualdi
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici o Privati, e organizzatori di eventi. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi, che potrebbero variare, contattando gli organizzatori o visitando il sito ufficiale dell'evento.