sfondo endy
Agosto 2019
eventiesagre.it
Agosto 2019
Numero Evento: 13938
Eventi Culturali
Incontro Con Vauro
Date:
Dal: 22/01/2008
Al: 22/01/2008
Dove:
Logo Comune
La Feltrinelli Libreria via de' Cerretani 30 r
Toscana - Italia
Contatti
Telefono:
Fonte
Info Genere Femminile
Evento Passato! Per aggiornamenti: segnalazione@eventiesagre.it
Scheda Evento
fiaccadori-300x250 proc

Incontro Con Vauro - Firenzemartedì 22/01/2008 ore 18:00
La Feltrinelli Libreria via de' Cerretani 30 r-Firenze

Incontro con Vauro/Libri

"Tutto nero. Un nero così denso che gli pareva di poterlo toccare. Kualid aveva appena aperto gli occhi, gli succedeva a volte di svegliarsi in piena notte". E' l'incipit di Kualid che non riusciva a sognare(Piemme), primo romanzo di Vauro Senesi, giornalista e vignettista satirico. Delicato e vibrante il romanzo di Vauro è, al tempo stesso, un consiglio, un monito e un urlo. E' la denuncia di quanto orrore si dispiega nel mondo quando scoppiano, si combattono e si succedono guerre su guerre. L'autore lo presenta in libreria insieme a Riccardo Lestini

VAURO SENESI
KUALID CHE NON RIUSCIVA A SOGNARE

Kualid vive con sua madre e il nonno nella periferia di una Kabul dominata dai talebani e sventrata dalle guerre, quella con i moujaheddin, e prima ancora quella con gli shurauì, i russi. Ha dieci anni, lo sguardo sveglio e due incisivi un po' sporgenti che hanno consentito a suo cugino Said di affibbiargli il soprannome di Sorcio. Si guadagna la vita riempiendo con la pala le buche sulla strada per Jalalabad, sperando in una moneta di ricompensa dai camion di passaggio.
Ha fantasia Kualid, la fantasia di tutti i bambini, o almeno quella consentita ai bambini cresciuti in una zona di guerra. Conosce Asmar, il serpente di luce che, proiettato dal becco ricurvo di una teiera, lo viene a trovare in ogni notte di luna... Però ha un cruccio: proprio non riesce a sognare. O meglio, ci riesce a volte di giorno, quando è sveglio, ma quelli tutt'al più sono pensieri, gli ha detto suo cugino Said, che anche per questo lo prende in giro.
E' di notte che non riesce a sognare, Kualid. Non ci è riuscito nemmeno quando ha rubato i nastri delle videocassette che i talebani avevano legato a una mitragliatrice come trofeo, per ricordare a tutti che musica e immagini sono proibite. Proibite come gli aquiloni, e come tante altre cose a Kabul. Quella notte stessa Kualid si era messo quei ciuffi di nastri sotto il cuscino, convinto che così suoni e immagini gli sarebbero entrati in testa, e allora sì che avrebbe sognato. E invece niente. Solo pochi fruscii che avevano fatto ben sperare, e poi nulla.
Sarà il rocambolesco incontro con Babrak, il calligrafo, a socchiudergli le porte di un nuovo mondo. Sarà quella scoperta che permetterà a Kualid di riuscire finalmente a sognare.
Intanto verrà una nuova guerra, nuove devastazioni, nuove bombe. Nuovi aquiloni da far volare. E un nuovo terribile prezzo da pagare per quella "libertà".

VAURO SENESI, ai più noto semplicemente come Vauro, è nato a Pistoia nel 1955 e vive a Roma.
Giornalista, vignettista satirico, ha effettuato come inviato diversi reportage dall'Iraq, dalla Palestina, dalla Cambogia, dalla Sierra Leone e dall'Afghanistan.
Oggi continua a viaggiare nelle zone di guerra occupandosi della comunicazione di Emergency, nella convinzione che la messa al bando della guerra sia la priorità assoluta del nostro tempo.

In libreria dal 13 novembre



    News Evento

    Leggi anche


    Data ultimo aggiornamento pagina 2008-01-22 00:05:31
    Inserito da Gianfranco
    Diniego di responsabilià: le notizie riportate in questa pagina sono state fornite da Enti Pubblici e Privati e, organizzazione eventi e sagre, fiere. Suggeriamo di verificare date, orari e programmi che potrebbero variare, contattando le organizzazioni o visitando il sito ufficiale dell'evento.
    fico 728x90